Torta briseè formaggio e prosciutto

Ingredienti
300 gr di formaggio filante
1 rotolo di pasta briseè
100 gr di prosciutto cotto
5 uova
parmigiano
sale
noce moscata

Preparazione
Tagliate a dadini il formaggio filante ed il prosciutto.
Mescolate in una terrina  4 uova, formaggio filante, parmigiano, prosciutto, sale e noce moscata.
Accendete il forno a 190° C almeno 10 minuti prima della cottura.
Srotolate la briseè, tagliatela a metà (una per il fondo e una per il “coperchio”).
Prendete la prima parte della briseè, mettetela direttamente in uno stampo o in una teglia, mantenete la stessa carta presente nella confezione per evitare di dover ungere la teglia, fate aderire la pasta ai bordi della teglia o dello stampo, eliminate la carta in eccedenza per evitare che si bruci, se utilizzerete stampi in silicone non sarà necessario l’utilizzo di carta forno.
Picchiettate il fondo con una forchetta.
Farcite la torta con il composto ottenuto.
Stendete tutto in modo uniforme.
Chiudete la torta con la seconda parte di sfoglia, fate aderire bene i bordi.
Sbattete l’uovo.
Spennate tutta la superficie della sfoglia con l’uovo sbattuto.
Per una cottura uniforme posizionate la teglia su un ripiano intermedio.
Cuocetela per 40 minuti o comunque fino a quando, vedete che la parte sopra della pasta non si sarà dorata.
Potete servirla calda o fredda a seconda dei gusti.

Tour enogastronomico del museo del Mare di Napoli by night – Napoli

Giovedì 2 luglio 2009

Noi lo troviamo interessante e voi!!

Leggete il programma


“NAPOLI 2 luglio 2009 : UNA SERA DI MEZZ’ESTATE CON PERCORSO MUSEALE ENOGASTRONOMICO A FAVORE DELL’ASSOCIAZIONE AMICI DEL MUSEO DEL MARE DI NAPOLI

“La conoscenza e’ un’avventura dello spirito che può essere vissuta da chi è ben disposto a cercarla soprattutto tra i libri o in un museo. In un museo come questo, ognuno può dare ali alla fantasia ed entrare nell’ immenso universo del mare; poiché il mare è la più antica fonte di vita, è un orizzonte esteso sul mistero, è una porta aperta sui sogni che si concretizzano sull’ acqua. Gli oggetti che esso contiene si animano e per incanto l’avventuroso diventa Capitan Nemo, il navigatore Colombo, il pescatore Achab, il bambino Peter Pan, il concreto ingegnere e gli ospiti di questo Museo diventano tutti Capitani”.

GIOVEDI’ 2 LUGLIO DALLE ORE 20,00 BIG HAPPENING AL MUSEO DEL MARE DI NAPOLI TRA STORIA DELLA MARINERIA, MOSTRE, STRUMENTI DI BORDO, NAVI RESTAURATE, GUSTI E VINI MEDITERRANEI.

IL PROGRAMMA

– H. 20.00 APERITIVO ITINERANTE , UN CALICE DI BREZZA FLEGREA, FALANGHINA SPUMANTE DI CANTINE DEL MARE, UNO SFIZIO DI MARE DELLO CHEF DEL RISTORANTE IL RUDERE DI POZZUOLI, E VIA SI PARTE PER L’AFFASCINANTE TOUR DEL MUSEO DEL MARE, GUIDATI DAL DIRETTORE ANTONIO MUSSARI, GIANNI CAPUTO, RESTAURATORE DI NAVI, ATTREZZATORE DI BORDO E CHEF “PIRATA”

IN SOTTOFONDO ANTICHE CANZONI MARINARE

H. 21, 30 APERTURA BUFFET CON

– SFIZI DI MARE DE IL RUDERE RISTORANTE DI POZZUOLI

-stuzzichino di ingresso composto da pane cafone farcito con crema di ricotta di bufala Campana, e alici di Cetara

– insalata di fagioli cannellini, cozze di Baia, basilico e olio extra vergine campano su pane a canestrella raffermo,

– filetti di sgombro lessato in erbette del nostro orto diliscato pulito e poi condito con olio extra vergine e pomodorini secchi del Vesuvio.

– il pane a canestrella e le pizze nel tegame con la pasta del pane del Maestro panificatore Stefano Pagliuca, meglio conosciuto come Stefanino pane vino, grazie all’attività di enotecario che svolge insieme alla moglie.

Le pizze :
– pomodorini e acciughe
– melanzane e provola
– patate e fiordilatte al profumo di rosmarino

L’ANGOLO DEL CONCIATO ROMANO : la famiglia Lombardi dell’Agriturismo Le Campestre di Castel di Sasso (Ce) , zona vocata alla produzione dell’antico formaggio “Conciato Romano” riportato in vita dal giovane Agricoltore e casaro Fabio Lombardi, scomparso a soli 22 anni per un assurdo incidente sul lavoro, sarà presente con un banco di degustazione dove assaggiare questo particolarissimo prodotto e ascoltarne la storia.

SI CHIUDE IN DOLCEZZA CON LA PASTICCERIA TRADIZIONALE DEL MAESTRO PASTICCIERE SABATINO SIRICA DI ERCOLANO, membro dell’Associazione Nazionale Pasticcieri Italiani e attivo sostenitore delle iniziative Unicef

I VINI SONO OFFERTI DALLE CANTINE DEL MARE DI BACOLI, piccola cantina con vigneti Monte di Procida nascosta tra i viottoli di campagna della zona di Cappella Vecchia, tra Monte di Procida, Bacoli e Miseno,. La cantina è stata ricavata a fatica da uno stretto e antico cellaio dell’inizio del secolo scorso con il soffitto a volta , dove sono letteralmente stipati, fermentini, un piccolo impianto di imbottigliamento, qualche barrique e qualche tonneau. Poco distante, in una “ piscina” (cisterna per recuperare l’acqua piovana) una suggestiva sala degustazione. Le vigne di falanghina e piedirosso, tutte a piede franco, sono sparse nelle zone cru dell’areale della Doc dei Campi Flegrei. I titolari, Gennaro Schiano e Pasquale Massa, nel 2003 decidono di portare avanti la tradizione di vinificazione domestica dei rispettivi genitori e nello stesso cellaio mettono le basi per quest’avventura flegrea di vini di qualità. Il progetto nasce insieme all’enologo Maurizio de Simonie alla fine degli anni ’90 , nel 2003 la prima annata venduta al pubblico.
L’ACQUA MINERALE E’ OFFERTA DALLA ACETOSELLA DI CASTELLAMMARE DI STABIA, PRODUTTORI ANCHE DELL’ACQUA DELLA MADONNA, PER TRADIZIONE L’ACQUA DELLA GENTE DI MARE, così ne parlava Plinio Il Vecchio: “ tra le due acque Rosse, che scaturiscono, passata la porta marittima nasce un’altr’Acqua ne’ vetusti secoli, detta Media, forse, perch矮el mezzo di due acque sorgenti, oggi chiamata dagli abitanti Acetosella, perche’ al gustarsi, ha un sapore che ha dell’acidulo, e dell’acuto: del resto e’ fresca, pura e non macchia le pietre; (Naturalis histria lib. XXXI cap. Il)

IL TICKET DI PARTECIPAZIONE E’ DI 20 €, INTERAMENTE DEVOLUTO, DETRATTE LE SPESE, ALLA FONDAZIONE AMICI DEL MUSEO DEL MARE DI NAPOLI AL FINE DI PROMUOVERE QUESTO FANTASTICO TESORO DELLA CITTA’.
SI CONSIGLIA LA PRENOTAZIONE
info@museodelmarenapoli.it

Ufficio Stampa Museo del Mare di Napoli

MUSEO DEL MARE DI NAPOLI VIA DI POZZUOLI 5, BAGNOLI, all’interno Istituto Nautico Duca degli Abruzzi, tel. 081.6173749

Palazzolo wine 2009 – Palazzuolo sul Senio (FI)

Venerdì 3 luglio  e sabato 4 luglio 2009

“Una magnifica serata dedicata al vino e a tutti i suoi sapori!! Venite a palazzuolo a provare la grandissima scelta di vini di tutte le parti d’Italia . questa sara’ un’edizione straordinaria poiche’ e’ ormai al quinto anno.la serata sara’ allietata dalla cantante californiana Sherrita Duran !! possibilita’ di pernottamento in paese..”

Per informazioni:

Tel. 055-8046580339480095 – E-mail: info@bottegadeiportici.it

 


 

Marmellata di prugne – Giuseppe G.

Ingredienti
prugne
zucchero

Preparazione
Lavare le prugne.
Mettetele in un tegame e cuocetele lentamente a fuoco basso, mescolate ogni tanto affinchè non si attacchi.
Setacciatele con un colino e togliete i noccioli.
Pesate la polpa ottenuta.
Aggiungete 3 hg di zucchero per ogni kg di frutta.
Portate a bollore.
Ultimate la cottura, per vedere se una marmellata è pronta mettetene un po’ su un piatto incrinate il paitto ,se la marmellata non “scivola” rimane ferma è pronta
Versate la marmellata ancora bollente in vasetti sterilizzati.
Chiudete i vasetti e capovolgeteli.
Coprite con un canovaccio fino a che si saranno raffreddati.

“Faccio bollire con il nocciolo perchè mi piace quel sapore come dire mandorlato” – Giuseppe G.

Trofie con verdure

Ingredienti
600 gr di trofie
1 peperone
1 zucchina
1 carota
1 gamba di sedano
1 melanzana
300 gr di pelati
1 cipolla
sale
basilico
olio extra vergine di oliva
pepe
pepe

Preparazione
Lavate le melanzane e tagliatele a dadini, cospargetele di sale, mettetele in uno scolasta con sopra un peso, lasciatele in questa posizione per almeno 30 minuti, in tal modo perderanno quel gusto amarognolo.
Risciacquate bene le melanzane, lasciatele asciugare qualche minuto su un canovaccio.
Pelate e tagliate la cipolla.
Lavate e tagliate le melanzane a pezzi.
Pulite e tagliate le zucchine e  le carote a rondelle.
Tagliate i peperoni a pezzi.
Tagliate il sedano in pezzi piccoli.
Soffriggete in un filo d’olio le cipolle, raggiunta la doratura delle cipolle, buttate le carote ed il sedano e soffriggete per  5 minuti poi  aggiungete  i peperoni, le melanzane, le zucchine e soffriggete per altri 5 minuti ed infine aggiungete i pelati e cuocete per 20 minuti, salate e pepate
Bollite in abbondante acqua salata le trofie.
A cottura ultimata scolate  le trofie e saltatele in padella con le verdure.
A piatto ultimato aggiungete a crudo un filo d’olio e foglie di basilico.

Bucatini ricci e polpa di granchio

Ingredienti
500 gr di bucatini
400 gr di polpa di ganchio
80 ricci di mare
200 gr di pelati
1 spicchio di aglio
1 cipolla grande
peperoncino
prezzemolo
sale

Preparazione
Lavate il prezzemolo.
Pelate l’aglio.
Pelate e tritate la cipolla.
Bollite i bucatini in abbondante acqua salata.
Aprite i ricci e togliete la polpa aiutandovi con un cucchiaino.
Mettete la polpa ed il liquido dei ricci in una terrina ed aggiungete il prezzemolo.
Fate soffriggere l’aglio.
Togliete l’aglio e aggiungete la cipolla, soffriggete quando la cipolla si sarà dorata, aggiungete i pelati e la polpa di granchio, regolate di salate e cuocete per 5/10 minuti.
Scolate la pasta a cottura quasi ultimata e saltatela in padella con il pomodoro e la polpa di granchio, aggiungete ricci e prezzemolo ed un fiilo d’olio extra vergine.
Decorate il piatto di portata con prezzemolo ed il “guscio” dei ricci.
A piacimento aggiungete peperoncino.

Pomodori secchi sott’olio – Raffaella

Ingredienti
500 gr di pomodori secchi
acqua
aceto
aglio
olio extra vergine di oliva
origano

Preparazione
Sterilizzate i vasetti.
Mettete i vasetti in una pentola con dell’acqua, portate a bollore, raggiunto il bollore, fate bollire per altri  20 minuti, spegnete e lasciate raffreddare i vasetti nell’acqua della bollitura.
Bollite in una pentola acqua e aceto (in parti uguali), quando arriva a bollore buttate i pomodori secchi e bollite per 30 secondi.
Scolateli.
Asciugateli bene, metteteli nei vasetti
Fate un primo strato di pomodori e spezie, ricoprite con olio, schiacciate con una forchetta, fate un altro strato di pomodori e spezie, ricoprite con olio schiacciate nuovamente, continuate fino a terminare le melanzane.


Strudel di mele

Ricetta tipica del Trentino

Ingredienti
2 kg di mele
300 gr di farina
70 gr di zucchero
100 dl di latte
1 uovo
60 gr di pinoli
60 gr di uvetta
1 pizzico di sale
50 gr di burro
vino bianco secco fermo

Preparazione
Sbucciatele le mele e tagliate a fette sottili.
Preriscaldate il forno a 200°C.
Impastate zucchero, farina, olio, sale, uovo ed eventualmente aggiungete vino quanto basta per ottenere un’ impasto morbido.
Lasciate riposare 40 minuti, stendete la pasta fino ad ottenere una sfoglia sottilissima.
Stendete sopra alla sfoglia le mele tagliate.
In una terrina unite pinoli, zucchero, burro e uva.
Cospargete l’impasto ottenuto sopra alle mele.
Arrotolare la sfoglia.
Spennellate il rotolo con il latte.
Mettete il rotolo in una teglia imburrata o infarinata come da vostra abitudine.
Cuocete in forno per 40/50 minuti.

Fusilli ai peperoni – Eleonora

Ingredienti
600 gr di fusilli
2 peperoni
250 gr di pelati
1 cipolla
sale
basilico
olio extra vergine di oliva
pepe
pepe

Preparazione
Pelate e tagliate la cipolla.
Lavate e tagliate i peperoni a pezzi.
Soffriggete in un filo d’olio le cipolle, raggiunta la doratura delle cipolle, buttate i peperoni e soffriggete per qualche minuto, aggiungete i pelati e cuocete per 20 minuti, salate e pepate
Bollite in abbondante acqua salata i fusilli.
A cottura ultimata scolate i fusilli e saltateli in padella con i peperoni.
A piatto ultimato aggiungete a crudo un filo d’olio e foglie di basilico.

Insalata di gamberi

Ingredienti
1000 gr di gamberi freschi
2 cucchiai di aceto
3 limoni
prezzemolo
olio extra vergine di oliva
foglie di menta
sale

Preparazione
Lavate e tritate il prezzemolo.
Lavate i gamberi.
Immergeteli in acqua salata per 40 minuti.
Fate bollire una pentola di acqua salata, aggiungete l’aceto e quando l’acqua bolle, versate i gamberi scottateli per alcuni minuti.
Scolateli.
Lasciate raffreddare.
Eliminate il guscio.
Condite con olio, limone e  foglie di prezzemolo mescolate bene.
Lasciate raffreddare in frigorifero per almeno 1 ora.
Guarnite il piatto con foglie di menta e foglie prezzemolo.
Servite.

Liquore di limoni

Ingredienti
30 limoni non trattati
3 litri di alcool puro
8 tazze di zucchero
10 tazze di acqua

Preparazione
Lavate molto bene i limoni.
Asciugateli bene.
Ricavate dalle bucce strisce più lunghe e larghe possibili.
Versate 1 litro e 1/2 di alcool in una brocca e unite le scorze di limone.
Lasciate coperto al fresco e al buio per 40 giorni.
Dopo 40 giorni preparate uno sciroppo con acqua e zucchero, bollite per 5 minuti e fate addensare.
Fate raffreddare.
Unite i due  composti ottenuti aggiungete il restante alcool.
Lasciate riposare per altri 40 giorni.
Filtrate ed  imbottigliate.
Servite fresco.

Insalata di pasta fresca verdure, tonno e mozzarella

Ingredienti
500 gr di farfalle
1 peperone
1 scatoletta di tonno
2 uova
15 olive snocciolate
1 carota
10 pomodorini pachino
1 cetriolo
80 gr di mozzarella
10 capperi
prezzemolo

Preparazione
Bollite la pasta in abbondante acqua salata. Scolate, condite con un filo di olio e fate raffreddare
Bollite le uova. Raffreddate, per velocizzare la cosa passatale sotto l’acqua fredda. Tagliatele a pezzi.
Tagliate la carota ed il cetriolo a rondelline sottili.
Tagliate i pomodorini in 2 parti
Tagliate la mozzarella a pezzi.
Tagliate a pezzetti il peperone.
In una insalatiera unite tutti gli ingredienti.

Servite fresca.

Pasta fatta in casa

Ingredienti
600 gr di farina bianca
6 uova
sale
olio secondo necessità

Preparazione
Iniziate ad impastate la farina e le uova, se lavorerete l’impasto a mano, prima di iniziare, mettete un po’di farina sul vostro piano di lavoro, se usate un’impastatrice o un mixer (controllate che il vostro apparecchio possa impastare la pasta, ci vuole una certa potenza e non tutti gli apparecchi sono in grado di farlo).
Mixate il tutto fino ad ottenere una pasta solida e liscia, se la pasta è troppo secca, aggiungete un po’ di olio
Tagliate la pasta e formate dei panetti, stendete la pasta, con la macchina della pasta o  in mancanza di questa, aiutatevi con un mattarello.
Ottenuta lo spessore giusto, con un tagliapasta realizzate le vostre tagliatelle o le vostre lasagne o la pasta nella forma che desiderate.
Stendetele sul piano di lavoro  e lasciate asciugare.
Cuocete in abbondante acqua salata, all’acqua aggiungete un cucchiaio di olio, eviterete che la pasta si attacchi.
Scolatele al dente e conditele con il vostro sugo preferito.

 

Sterilizzare i vasetti – Raffaella

Per marmellate o conserve.

Mettete i vasetti in una pentola con dell’acqua, portate a bollore, raggiunto il bollore, fate bollire per altri  20 minuti, spegnete e lasciate raffreddare i vasetti nell’acqua della bollitura.
I vostri vasetti sono pronti per essere rimpiti con marmellate, sott’oli.