Pizzette di fiori di zucchina – Katia

Ingredienti
40 fiori di zucchina
200 gr di farina
sale
1 bicchiere e mezzo di birra(oppure acqua gassata)
olio per friggere 

Preparazione
Fate una pastella con la farina, unpizzico di sale e la birra. Lavate i fiori di zucca,asciugateli e versateli nell’impasto.Prenderli ad uno ad uno e versateli nella padella con olio bollente,facendo attenzione a lasciare spazio tra 1 fiore e l’altro in modo che non si attaccano tra loro. Una volta fritti e dorati asciugateli con la carta da cucina e serviteli caldi,sono croccanti e gustosi 

Black&Water – Burkina Faso: il paese dove l’acqua si misura in chilometri

Da venerdì 22 luglio al 11 settembre 2011

Spazio Espositivo San Michele degli Scalzi SMS
viale delle Piagge
Pisa

Venerdì 22 Luglio alle ore 17:30, presso lo spazio espositivo di San Michele agli Scalzi sul viale delle Piagge a Pisa, verrà presentata la mostra fotografica “Black&Water – Burkina Faso: il paese dove l’acqua si misura in chilometri”. Le opere esposte sono del fotografo (nonché informatico del Gruppo Acque) Pierpaolo Pernici, che svela la parte più intensa del suo reportage fotografico dal Burkina Faso, dove è stato di recente, al seguito di un viaggio umanitario con la onlus toscana. La mostra, che si sviluppa al pian-terreno dell’SMS rimarrà aperta da 22 Luglio all’11 Settembre (con un’interruzione nelle due settimane centrali di Agosto), dal martedì al venerdì dalle ore 16 alle 20, il sabato e la domenica dalle 10 alle 20. Black&Water è al suo terzo allestimento, dopo Empoli (nel marzo scorso) e a Vicopisano sino alla scorsa settimana, ed ha riscosso apprezzamenti e un consistente buon numero di visitatori.

Le 30 opere di Pernici, in bianco e nero e con una particolare attenzione al tema dell’acqua – da cui deriva l’evocativo gioco di parole del titolo della mostra – ci parlano di una terra e di un popolo che misurano il tempo e lo spazio con un metro diverso da quello di noi occidentali. Dalla schiettezza e dall’intensità dell’obiettivo di Pernici emergono allora, non solo il dramma della povertà e il costante protagonismo dell’assenza d’acqua, ma anche la straordinaria vitalità ed allegria di chi guarda il mondo con occhi diversi, forse migliori.

Rotolo vegetariano ai fiori di zucchina – Mariagrazia

Ingredienti
Un rotolo di pasta sfoglia  oppure fatela voi
Per la pasta sfoglia
300 gr di farina
un pizzico di sale
50 gr di margarina vegetale
1dl di acqua
Per il riepieno
3 carote
2 coste di sedano
due zucchine
8 fiori di zucchine
una cipolla di tropea
olio extravergine d’oliva
sale

Preparazione
Ammorbidite la margarina e amlgamate tutti gli ingredienti.Fate riposare l’impasto per 15 minuti circa poi riprendetelo,stendetelo ancora.
Ripetete l’operazione per 5/6 volte. Dopodichè lasciate riposare per un’oretta l’impasto prima di usarlo.
Pelate la cipolla e tagliatela a fette sottilissime; Rosolate in una padella antiaderente con due cucchiai di olio a fiamma vivace per 5 minuti,salando leggermente.
Pelate le carote,pulite le zucchine e i fiori di zucca,raschiate il sedano dai filamenti e tagliate le verdure prima a fette poi a listarelle sottilissime.Saltatele velocemente in padella insieme alla cipolla aggiustando di sale.Lasciate raffreddare.
Stendete la pasta sfoglia e ricavatene 8 rettangoli sottili.Su ogni rettangolo sistemate le verdure miste e ripiegate all’interno i bordi laterali.
Arrotolate stringendo per bene e sigillate bagnando con poca acqua fredda.
Adagiate gli involtini su una placca da forno e cuocete per 20/25 minuti a 180°.

I venerdì Pomaio – Arezzo

Venerdì 29 luglio 2011

La nostra terrazza naturale sulla vallata e sulla città, il venerdi, si apre al piacere delle sere d’estate.

Accarezzati dalla nostra, brevettata brezza di collina potrete godere gli appuntamenti estivi fatti di fantasia e gusto.

Antico Podere di Pomaio
Loc. Pomaio 19
Arezzo   

Antipasto.
Buffet di Pomaio

Primo a scelta tra:
Topini al ragù di nana
Maltagliati pomodorini e pesto toscano

Secondo:
Grigliata di Grigio del Casentino

Contorno.
Verdure di stagione

Dolce.
Dolcini di Pomaio, Cantucci e Vin Santo

Prezzo a persona € 28,00
Igt Pomaio 2009, Acqua, Caffè, Moscadello e Vinsanto inclusi.

Cena su prenotazione.

Info e prenotazioni:
334 7279956 o 333 4324707

info@pomaio.it
www.pomaio.it

Fiori di zucchine Filanti Mariagrazia

Ingredienti
24 fiori di zucchine
400 gr di mozzarella
20 gr di  burro
12 filetti di acciuga
sale q.b
pepe q.b

Preparazione
Pulite i fiori di zucca privandoli del gambo e dei pistilli, quindi prendete la mozzarella e tagliatela a dadini, quindi prendete i fiori e farciteli con la mozzarella, le acciughe, con qualche fiocchetto di burro, salate e pepate, quindi richiudete il fiore.
Prendete i fiori e farciteli con la mozzarella, le acciughe, con qualche fiocchetto di burro, salate e pepate, quindi richiudete il fiore.
Ora prendete una teglia, copritela con un foglio di carta da forno ed adagiate i fiori di zucca ripieni, quindi infornate a 180° per pochi minuti, finchè la mozzarella non si sarà sciolta, i fiori di zucca al forno sono pronti!

Festival del mare nostrum e della musica del Mediterraneo -Monte di Procida (Na)

Sabato 30 luglio 2011

Enogastronomia

Artigianato tipico locale 

Musica

Porticciolo di Acquamorta

Programma
Venerdì 22 Luglio – Apertura del Festival
• Esposizione di stand di enogastronomia e artigianato tipico locale
• Esposizione di stand degli sponsor della manifestazione
• Spettacolo musicale con esibizione di artisti di musica popolare ed etnica del mediterraneo
Sabato 23 Luglio – Villaggio della Musica
• Esposizione di stand di enogastronomia e artigianato tipico locale
• Esposizione di stand degli sponsor della manifestazione
• Spettacolo musicale con esibizione di artisti di musica popolare ed etnica del mediterraneo
Domenica 24 Luglio – Villaggio della Musica
• Esposizione di stand di enogastronomia e artigianato tipico locale
• Esposizione di stand degli sponsor della manifestazione
• Spettacolo di una rinomata compagnia di danze e canti popolari del Salento
• Degustazioni di prodotti enogastronomici locali
 

Convegno ” Il pomodoro a pera…una realtà d’Abruzzo “Miglianico (CH)

Venerdì 29 luglio 2011

Venerdì 29 luglio 2011 a partire dalle ore 18.00 presso il Miglianico Golf & Country Club, ci sarà una tavola rotonda dal titolo Il pomodoro a pera…una realtà d’Abruzzo .
Durante il convegno saranno illustrate le caratteristiche del prodotto da parte dei tecnici A.r.s.s.a, dei Sindaci dei nove Comuni che hanno aderito al

progetto del pomodoro a pera d’Abruzzo ed in primis il nostro Sindaco De Marco.
Durante la sua legislatura ha creduto e messo a disposizione in questi anni, fondi per la ricerca ed in ultimo ha dato la possibilità di effettuare gratuitamente il convegno al Golf di Miglianico, sostenendo l’idea di promozione del territorio della pro loco.
Ospite sarà anche l’Assessore Regionale alle Politiche Agricole Mauro Febbo.
Saranno degustate ricette tipiche nelle quali il Pomodoro a Pera è uno degli ingredienti principali e la giuria di esperti capitanata dal Presidente Regionale e da quello Provinciale dell’Unione Cuochi Abruzzesi, premierà il piatto migliore come vincitore del primo concorso Viva la pappa col pomodoro a pera d’Abruzzo 
Inoltre anche i coltivatori potranno ricevere un riconoscimento dall’Assessore Mauro Febbo per la produzione e confezione del pomodoro.
Un simpatico omaggio sarà dato a tutti gli intervenuti.

Miglianico Golf & Country Club
Contrada Cerreto, 58
Miglianico (CH)
Telefono 0871 950566

Fiori di Zucchine fritti – Vale

Ingredienti
Fiori di Zuccchine
Formaggio tipo Scamorza Bianca o Bel Paese o Caciotta
Uova
Farina
Acqua Minerale
Sale
Olio per friggere

Preparazione
Tagliate il formaggio a dadi.
Lavate e asciugate delicatamente i fiori.
Mettete delicatamente in ogni fiore un dado di formaggio.
Infarinate i fiori
In una ciotola sbattete le uova con un pò di farina e acqua minerale gassata fredda.
Scaldate l’olio per friggere.
Passate i fiorii nella pastella e friggerli.
Metteteli su carta assorbente indi salateli e mangiateli subito

La notte dei briganti ” estate ” Agerola (NA)

Da venerdì 22 luglio al 30 settembre 2011

Bibite,carne alla brace,contorno…..e sfizzietti vari…e soprattutto buona musica live..tutto questo nell’incantevole parco naturale dei monti lattari…” tutto a 10,00 euro”…..”ingresso e coperto compresi”.

La Taverna del brigante
via del monte 2
Loc.San Lazzaro
Agerola (NA)

Strada del vino Cesanese

La Strada del Vino Cesanese , costituitasi nel 2006, è un insieme di itinerari territoriali dedicati ai temi della vite e del vino che si snodano in una zona territoriale che comprende alcuni comuni della Provincia di Roma e di Frosinone.

Senza fini di lucro, l’obiettivo è quello di rafforzare la cultura della qualità dell’accoglienza e dell’ospitalità, valorizzando le peculiarità enologiche, gastronimiche

Missione   
sviluppo del turismo enogastronomico legato alla zona del Cesanse del Piglio DOCG e del Cesanese d’Affile DOC e dell’Olio Rosciola
Prodotti   
Vino Cesanese del Piglio DOCG, Cesanese di Affile DOC, olio extravergine di Rosciola, ciambella serronese, Fallone di Affile, dolci secchi, zafferano di Affile,salumi, latte d’asina ….

E-mail   
info.stradavinocesanese@gmail.com
Telefono   
0775501578 – 366.6322822
Sito Web   
http://www.stradadelvinocesanese.it

Italia

La guida accompagna il lettore per itinerari e percorsi enogastronomici, alla scoperta di specialità e prodotti tipici delle varie regioni italiane. Propone un ampio percorso che attraversa tutta la Penisola esaminandone dettagliatamente vino, olio, salumi, formaggi, prodotti spontanei, pane, dolci e molte altre tipicità.

Curatore G. Stecchi; M. Beretta
Editore Mondadori Electa, 2004

I percorsi del gusto I° Edizione – Carlopoli (CZ)

Da mercoledì 3 agosto al 20 agosto 2011
 
 
I Percorsi del Gusto è una manifestazione rivolta a tutti gli amanti della cultura enogastronomica italiana e che offrirà ai visitatori una vasta panoramica culinaria e turistica del territorio di Carlopoli. Ogni evento è programmato per valorizzare le tradizioni e le capacità del popolo carlopolese in diversi  ambiti culinari, ed offrirà ai visitatori, a titolo  completamente gratuito, un’esperienza intensa ed emozionante che andrà dalle classiche degustazioni “su  tagliere” a delle vere e proprie escursioni tematiche all’interno dei laboratori delle aziende produttrici. Questa iniziativa è stata programmata nell’ambito del progetto Carlopoli@sostenibile. Tale progetto è finanziato nell’ambito della Misura 313 Azione 1 del PSR Calabria 2007-2013, finalizzato a favorire la  crescita economica e sociale del territorio di Carlopoli attraverso la valorizzazione delle risorse naturali, ambientali e culturali presenti nell’area.

Crema Catalana Ristorante da Lele Riccione

284575_152179034859191_142814082462353_295376_8042600_n.jpgIngredienti
Per la crema
1 pezzetto di Cannella
500 ml di Latte
un Limone
25 gr di Maizena (amido di mais)
4 tuorli di Uova
100 g di Zucchero
Per cospargere
Noce moscata grattugiata (q.b)
Zucchero di canna

Preparazione
Iniziate la preparazione della vostra crema catalana sciogliendo la maizena in poco latte freddo. Grattugiate la buccia del limone e mettela in un tegame insieme al resto del latte, a meta’ dello zucchero e alla cannella.
Portate il tutto ad ebollizione mescolando per sciogliere lo zucchero e togliete dal fuoco il tegame.
A questo punto lavorate insieme, in una ciotola a parte, i tuorli d’uovo e il rimanente zucchero, aggiungendo poi anche l’amido di mais (maizena), sciolto precedentemente in un po’ di latte freddo. Solo dopo aver mescolato bene insieme l’amido di mais, aggiungete il composto di latte bollente, filtrandolo con un colino, sempre continuando a mescolare.
Mettete ora il composto ottenuto in un tegame e portatelo ad ebollizione a fuoco vivace continuando e mescolare; lasciatelo cuocere per circa due minuti e poi levatelo dal fuoco. Avrete ottenuto in questo modo una crema morbida e liscia. Versate la crema catalana, ancora calda, nelle apposite pirofiline e appena raffreddata mettete in frigorifero. Al momento di servire in tavola, cospargete la crema con lo zucchero di canna e mettete la pirofilina sotto il grill caldo per pochi minuti, per permettere allo zucchero di caramellarsi, oppure utilizzate l’apposito attrezzo simile ad una piccola fiamma ossidrica.


Ristorante da Lele a Riccione
Indirizzo   
Viale Gabriele D’Annunzio, 94c, 47838 Riccione, Italy · Ottieni indicazioni
Telefono   
0541 644124
Sito Web   
http://www.ristorantedalele.it/

Collio Chardonnay 2009 -Marco Felluga – Vinoteca Perugia San Sisto

felluga.jpgCollio Chardonnay 2009 -Marco Felluga
Marco Felluga
La coltivazione di codesto vitigno nelle nostre zone risale alla fine del 1800. In passato veniva considerato un clone del suo parente più prossimo pinot bianco. Negli ultimi decenni, grazie a studi approfonditi è stato riconosciuto come varietà a se stante.
Giallo paglierino solcato da verdi riflessi di gioventù. Ha un impatto olfattivo di buona intensità ed eleganza con profumi freschi e fruttati su un fondo vegetale e minerale. Ricorda la pesca, la prugna gialla, il timo e il tarassaco.
È caldo, ha buon corpo e un’esuberante freschezza vivacizzata da note aromatiche.
Perfetto per antipasti e primi piatti a base di verdure.

Vinoteca Perugia San Sisto
San Sisto 57
San Sisto
Perugia (PG)

Collio Tocai Friulano 2010 – Marco Felluga – Vinoteca Perugia San Sisto

Collio Tocai Friulano 2010
Tocai Friulano varietà coltivata da sempre nelle colline friulane, fu iscritta nel catalogo della Associazione Agraria Friulana nel settembre del 1863. In quella occasione come curiosità si scrisse un brano dell’Aquileia’s Patriarchegraber:” un fatto meno noto… è la circostanza che l’Ungheria deve uno dei suoi più preziosi prodotti al Patriarca Bertoldo, poiché Bela IV, non senza l’assentimento di suo zio (Bertoldo di Audeches, una delle più importanti e ricche famiglie dei suoi tempi dominò in Aquileia 33 anni dal 1218 al 1251) trapiantò dal Friuli nel suo regno le viti di tokay. Seguirono molti lavori di catalogazione dei vitigni autoctoni friulani nei primi del novecento.

Colore giallo paglierino dal riflesso verde luminoso. Al profumo spicca il fiore di mandorlo, seguito da note floreali quali biancospino e camomilla lasciando spazio ad un fondo vegetale. Al gusto si presenta di buona struttura, morbido ed avvolgente. L’alcool è ben supportato da una vena fresca e sapida. In finale lascia una piacevole persistenza.

Vinoteca Perugia San Sisto
San Sisto 57
San Sisto
Perugia (PG)

Bresaola con rucola e anguria – Cioccolato finissimo

Ingredienti
120 gr di bresaola
150  gr di formaggio light fresco da spalmare
uno spicchio di aglio
un mazzetto di prezzemolo
2 rametti di maggiorana
uno spicchio di anguria
un mazzetto di rucola
un mazzetto di ruchetta
20 olive verdi
un pizzico di peperoncino
rosso in scaglie
mezzo limone non trattato
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale 

Preparazione
Mondate, lavate e tritate il prezzemolo insieme alla maggiorana. Poi mettete il trito di erbe aromatiche in una ciotola con il  formaggio fresco e morbido, con l’aglio che avrete tritato finemente. Spalmate
un velo sottile di questo composto su ogni fettina di bresaola. Piegate le fettine di bresaola a metà e avvolgetele in modo da ottenere dei piccoli coni. Eliminate i semi e la buccia dell’anguria, quindi
tagliatela a cubetti. Mondate i due tipi di rucola, lavatela e asciugatela.
Disponete le due rucole nei piatti lasciando uno spazio al centro dove metterete i coni di bresaola. Contornate questi ultimi con l’anguria e le olive (intere o snocciolate).
Preparate la salsina sbattendo due cucchiai di olio in una ciotola con una presa di sale, il succo di mezzo limone e un pizzico di peperoncino.
Condite le insalate e servite

Torta colorata – Angelamaria

Ingredienti
un pan di spagna
acquavite di lamponi
crema pronta alla vaniglia
anguria
melone
kiwi
panna montata
Tagliate a metà il pan di spagna. Spruzzate le due parti con un
po’ di acquavite e coprite il primo disco con uno strato di crema alla
vaniglia.
Posatevi sopra il secondo disco, coprite nuovamente con la crema e
disegnatevi sopra dei cerchi, alternati con palline di anguria, di melone e di
kiwi. A piacere, decorate con ciuffi di panna montata.

Preparazione
Tagliate a metà il pan di spagna. Spruzzate le due parti con un po’ di acquavite e coprite il primo disco con uno strato di crema allavaniglia.
Posatevi sopra il secondo disco, coprite nuovamente con la crema e disegnatevi sopra dei cerchi, alternati con palline di anguria, di melone e di kiwi. A piacere, decorate con ciuffi di panna montata.

Melone allo Champagne.

Ingredienti
1 melone del peso di 700 gr
2,5 dl di champagne
2 cucchiai abbondanti di zucchero in polvere.

Preparzione
Tagliate la calotta del melone e, con un cucchiaio, eliminate tutti i filamenti e i semi. Versatevi quindi all’interno lo zucchero e lo champagne:mescolate e rimettete la calotta.
Sistemate il melone dritto, in piedi, in una coppa e lasciatelo in frigorifero per almeno tre ore.
Poco prima di servire togliete la calotta e, aiutandovi con un cucchiaio, staccate la polpa in modo da ottenere delle larghe e sottili lamelle da distribuire in quattro coppe ben fredde.

Anguria al rhum – Moda & style

Ingredienti
anguria (farinosa)
rhum (buono)

Preparazione
Togliete dall’anguria un piccolo quadratino di buccia e, pian piano, riempite di rhum, ma di quello buono. Richiudete con il suo quadratino e mettetela per alcune ore a riposare in frigorifero. Ogni tanto  rimboccate il liquore. Alla fine stagliate a fettine