Insalata fredda farro e orate

Avevo 2 orate che avevo cucinato il giorno prima, mi è venuta voglia di farro ed ecco la ricetta, una ricetta davvero veloce e e sfiziosa

Ingredienti
2 orate
menta
80 gr di farro a persona
sale
vino bianco fermo e secco
pepe rosa
pomodorini

Preparazione
Cucinate le orate in una pentola con un bicchiere di vino bianco e qualche pomodoro  a pezzi fumate con il vino bianco
Cuocete  in abbondante acqua salata il farro, scolatelo al dente
Conditelo subito con olio, aggiungete il pesce, mescolate bene
Decorate con della menta e lasciatelo raffreddare
 

Insalata fredda di farro – Eleonora

Ingredienti
250 gr di farro
100 gr di tosone (o anche asiago, emmenthal…)
1 sacchettino di olive verdi snocciolate
1 manciata di pomodorini
2 scatolette di tonno
diverse foglie di basilico fresco
olio extra vergine di oliva
sale

Preparazione
Lavate e tagliate pomodorini  a dadini.
Schiacciate il tonno con una forchetta.
Tagliate iil formaggio a dadini.
Cuocete in farro epr 30 minuti in una apentola a pressione
Scolatelo e conditelo subito con olio, pomodori, olive, formaggio, basilico, tonno mescolate bene e mettete in frigorifero servite fresca

Sotto il Segno del Gusto: Mangia come scrivi riparte con l’astrologia di Marco Pesatori e le riflessioni zen del maestro Taiten Guareschi

oroscopo 2015 - pesatoriSotto il Segno del Gusto: Mangia come scrivi riparte con l’astrologia di Marco Pesatori e le riflessioni zen del maestro Taiten Guareschi
Giovedì 22 gennaio ospiti della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante Il Garibaldi lo scrittore milanese e il fondatore di Fudenji con i rispettivi nuovi libri

CANTU’ (Como) – La stagione lombarda 2015 di Mangia come scrivi si apre all’insegna dell’oroscopo. Non semplici previsioni per capire cosa aspettarsi dai prossimi undici mesi del nuovo anno, ma le riflessioni di due intellettuali italiani che non si sottraggono mai all’incontro con il pubblico, coniugando rigore, “provocazioni”, voglia di comunicare, ironia e passione.

Sono Marco Pesatori e Fausto Taiten Guareschi i protagonisti della serata “Tutta colpa delle stelle”, in programma GIOVEDI’ 22 GENNAIO al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como). La cena condotta e organizzata dal giornalista Gianluigi Negri, come sempre, inizierà alle 20.30 (info e prenotazioni allo 031 704915).

Il menu prevede quattro portate dall’antipasto al dolce (si comincerà con un tortino con radicchio, speck e funghi su salsa alla francese e Parmigiano Reggiano, per chiudere con il gelato del Garibaldi alla grappa e al miele), mentre i vini, selezionati da “Vineggiando” di Cantù, saranno quelli dell’Azienda Ronchi San Giuseppe (www.ronchisangiuseppe.com) di Spessa di Cividale del Friuli.
E, tra una portata e l’altra, gli “assaggi” dei nuovi libri dei due protagonisti.
Più che astrologo, Marco Pesatori si definisce “scienziato del tempo”: un intellettuale, studioso e scrittore che, da anni, in Italia porta avanti la cultura e la poetica dello Zodiaco. Il curatore della rubrica astrologica di “Vogue Italia” e dell’oroscopo filosofico-magico-pesatori - urano e la cerimonia del tèdadaista di “D Repubblica delle donne” presenterà i suoi due nuovi libri: “Oroscopo 2015” (Fabbri) e “Urano e la cerimonia del tè” (Feltrinelli).
Con lui, il maestro zen Fausto Taiten Guareschi, fondatore del monastero Fudenji a Bargone (Salsomaggiore), che ha da poco celebrato il suo trentennale. Guareschi a Cantù farà la prima presentazione italiana di “Fatti di fuoco” (CasadeiLibri), che chiude la sua trilogia inaugurata con “Fatti di terra” e proseguita con “Fatti di nebbia”.

Il successivo Mangia come scrivi in Brianza si terrà giovedì 26 febbraio. Protagonisti della serata “Milano criminale” saranno Paolo Roversi, Gianni Simoni, Romano De Marco.

Ristorante Il Garibaldi
Piazza Garibaldi, 13
Cantù (Como)
www.ilgaribaldi.it
Tel. 031 704915

GIOVEDÌ 22 GENNAIO – ORE 20.30

“Tutta colpa delle stelle”
Menu

Antipasto
Tortino con Radicchio, Speck e Funghi Misti su Salsa alla Francese e Parmigiano Reggiano
Vino
Pinot Grigio Doc Friuli Colli Orientali

Primo
Risotto con Bietoline e Code di Gamberi
Vino
Pinot Grigio Doc Friuli Colli Orientali

Secondo
Baccalà dei Frati
Vino
Ribolla Gialla Doc Friuli Colli Orientali

Dolce
Il Gelato del Garibaldi al Miele e alla Grappa
Vini
Durante la cena verranno serviti i vini prodotti dall’Azienda Ronchi San Giuseppe (www.ronchisangiuseppe.com) di Spessa di Cividale del Friuli (Udine) selezionati da Alfonso Galvano di Vineggiando di Cantù

 

Costo della cena: 35 euro
Prenotazioni: Tel. 031 704915 oppure ilgaribaldicantu@libero.it oppure info@mangiacomescrivi.it

 
www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacinema.it

Aceto balsamico di Modena IGP protagonista su Raiuno della Trasmissione “A conti fatti”

Federico Desimoni Barbara Lugli e Serena Magnanensi durante la diretta

Aceto balsamico di Modena IGP protagonista su Raiuno della Trasmissione “A conti fatti”
L’oro nero presentato ieri durante il collegamento dal Mercato Albinelli di Modena con l’inviata Serena Magnanensi

Una delle caratteristiche che lo rendono universalmente apprezzato – oltre il 90% della produzione viene infatti esportato all’estero in circa 120 paesi – è il suo essere estremamente versatile con ogni tipo di cucina. Un concetto a più riprese sottolineato dal Consorzio, che annovera tra le proprie priorità anche quella di diffondere tra i consumatori, soprattutto stranieri, una conoscenza a 360 gradi del prodotto, per poterlo anzitutto riconoscere in mezzo ai vari tentativi di contraffazione – l’aceto balsamico è il prodotto del made in Italy agroalimentare maggiormente esposto – e dare indicazioni su quali abbinamenti in cucina ne esaltano meglio le caratteristiche sensoriali ed organolettiche.

Alcuni esempi di quanto l’oro nero di Modena sia un alimento eccellente non solo in Italia ma anche all’estero – dalle cucine più classiche come quella francese a quelle più orientate allo street food di stampo inglese passando per i gusti più rotondi dell’Europa Mediterranea e i contrasti più accesi a base di carne di quella centrale – possono essere Un momento delle riprese al Mercato Albinelli di Modenariassunti con le originali creazioni preparate dagli studenti della Scuola Alberghiera di Serramazzoni in occasione del concorso “Il cibo si tinge di nero balsamico” sponsorizzato proprio dal Consorzio di tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP e giunto alla nona edizione. Il tema conduttore di quest’anno è stato “Percezione unica al palato … l’ Aceto Balsamico oltre i confini della tradizione” e la premiazione dei vincitori delle tre specializzazioni in gara – cucina, sala bar e pasticceria – è avvenuta lo scorso 8 gennaio presso la sede della stessa Scuola Alberghiera a Serramazzoni.

Ufficio Stampa Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

Email marzia.morganti@gmail.com

www.consorziobalsamico.it – www.martecomunicazione.com

 

Curioso, comico e “catartico”: Flavio Oreglio festeggia trent’anni di carriera a Mangia come scrivi

oreglio - dal tribunale dell'inquisizione al tribunale della ragione (1)
Venerdì 23 gennaio ospite della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante 12 Monaci il cabarettista milanese con i suoi tre libri sulla “Storia curiosa della scienza”

FONTEVIVO (Parma) – L’eterna lotta fra scienza, religione e potere. Raccontata da Flavio Oreglio, in un’imperdibile trilogia di libri, tra una battuta e una verità, dimostrando che, per imparare, non c’è affatto bisogno di annoiarsi. Si apre all’insegna della risata (e della riflessione divertita e brillante) la seconda parte della stagione emiliana di Mangia come scrivi (www.mangiacomescrivi.it).

VENERDI’ 23 GENNAIO, al Ristorante 12 Monaci di Fontevivo (Parma), il protagonista assoluto della serata “Storia curiosa della scienza” sarà il comico Flavio Oreglio. Proprio “Storia curiosa della scienza” è il suo ultimo progetto letterario per Salani, di cui fanno parte i best seller “La rivoluzione degli arabi” e “Le radici pagane dell’Europa” ed il nuovo OREGLIO-276“Dal Tribunale dell’Inquisizione al Tribunale della Ragione”.

L’inizio della cena condotta e organizzata dal giornalista Gianluigi Negri è fissato, come sempre, alle 21. Info e prenotazioni allo 0521 610010. Tra le quattro portate (dall’antipasto al dolce) che verranno preparate dallo chef Andrea Nizzi (accompagnate da altrettanti vini selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci), da segnalare lo sformato di cavolfiore lilla con verza viola e salsa di strachitunt come antipasto e lo spiedino di gnocchi variegati con fonduta di fontina e tartufo nero come primo.

Oreglio, che proprio quest’anno festeggia trent’anni di carriera e che tre sere dopo Mangia come scrivi debutterà
a Milano con il suo nuovo spettacolo “Discorso sul metodo dell’attor comico” al Teatro della Cooperativa, nel suo nuovo libro torna a far ridere con la scienza.
Nelle vesti di brillante divulgatore, offre una lunga e coinvolgente camminata tra le vicende storiche, le grandi questioni religiose e le rivoluzioni scientifiche che hanno caratterizzato l’età moderna. Un percorso che, come ricorda il titolo, porta dal Tribunale dell’Inquisizione al Tribunale della Ragione grazie a personaggi straordinari (Keplero, Giordano Bruno, Galilei, Cartesio, Newton) che, nella mente di tutti, fin dai primi anni di scuola, sono coloro che “hanno fatto” la storia della scienza.
oreglio - la rivoluzione dei numeri arabi (1)Il “poeta catartico” parte qui dal presunto oscurantismo medievale, riprendendo la strada “interrotta” alla fine del volume precedente, per arrivare alle grandi conquiste della modernità come l’acquisizione del metodo scientifico, la tolleranza, la vittoria della ragione su tutte le superstizioni e sulle idee preconfezionate: quasi quattro secoli di storia da leggere d’un fiato e senza mai smettere di divertirsi.

Il successivo Mangia come scrivi in Emilia sarà un altro appuntamento da tutto esaurito. I protagonisti della serata “Sfide ai confini del cielo”, in programma venerdì 20 febbraio, saranno Kurt Diemberger, Roberto Mantovani e Stefano Ardito.

Ristorante 12 Monaci
Venerdì 23 Gennaio – Ore 21

“Storia curiosa della scienza”

Antipasto
Sformato di Cavolfiore Lilla con Verza Viola e Salsa di Strachitunt

Primo
oreglio - le radici pagane dell'europaSpiedino di Gnocchi Variegati con Fonduta di Fontina e Tartufo Nero

Secondo
Cotechino dell’Azienda Agricola An.fo.ra. di Fontanellato e Tris di Purè

Dolci
Anteprima di Dolci di Carnevale:
Tortelli Dolci, Chiacchiere, Tortelli Fritti, Struffoli
Vini
Durante la cena verranno serviti quattro vini selezionati da Claudio Ricci de “Il Bere Alto”

 

Costo della cena: 35 euro
Prenotazioni: Andrea o Letizia Tel. 0521.610010, info@12monaci.it oppure info@mangiacomescrivi.it

www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacinema.it

Funghi porcini scottati al brandy su fonduta al taleggio attorniato da fettine di speck -Chef Giuseppe Mileti

008.jpgFunghi porcini scottati al brandy su fonduta al taleggio attorniato da fettine di speck -Chef Giuseppe Mileti

Ingredienti per 2 persone
100 gr  di porcini
2 mestoli di fonduta
brandy
6 fettine di speck ed eventuali erbette per guarnire
Per la fonduta
200 cl di panna
50 gr di taleggio
50 gr di formaggio grana
Per decorare
due pomodorini
qualche rametto di timo

Preparazione
Scottate i porcini e flambateli con una spruzzata di brandy,nel frattempo preparate la fonduta mettete la panna in un pentolino con gr 50 di taleggio e gr 50 di formaggio grana e a bassa fiamma fate fondere
Tagliate 6 fettine di speck e tenete a portata di mano due pomodorini caramellati e qualche rametto di timo che servirà per decorare il piatto.

Vino in abbinamento

Negroamaro

Il Salento, in Puglia, è la regione del Negroamaro, il vitigno più diffuso e antico, dal quale si ricavano tra i migliori vini rossi e rosati d’Italia, tanto da essere impiegato per la ”correzione” di vini extra regionali, conosciuti anche all’estero. Colore Vino di un intenso colore rosso–granato. Il profumo è intenso, vinoso e fruttato, con riconoscimenti di piccoli frutti a bacca nera e talvolta sentori di tabacco. Gusto pieno, amarognolo, rotondo. Gradazione Media di 12°-13°. Costo Medio. Abbinamento Vino a tutto pasto. Si sposa benissimo con i ricchi piatti della tradizione del Salento, come la pasta fatta in casa, ad esempio le tipiche Sagne ‘incannulate , servite con una zuppa di ceci, o con polpette al sugo. Si abbina bene anche con la carne di agnello o gli “gnomerelli”, involtini di frattaglie legati con budello.
Vitigni impiegati:
E’ raro che venga utilizzato in purezza, ma in genere unito ad altre uve come la Malvasia nera, Primitivo, Montepulciano, Sangiovese.
Le uve del vitigno Negroamaro sono la base di parecchie DOC salentine, il più noto è il Leverano, un vino che nasce appunto dal vitigno Negroamaro e contiene Malvasia Bianca e Nera. È un vitigno versatile che può offrire profumati vini rosati, se unito ad una piccola percentuale di Cabernet Sauvignon, o grandiosi rossi, che esprimono eleganza e morbidezza, fino a produrre un vino asciutto e austero, vellutato riconoscibile per i sentori di tabacco e frutta, ideale a tutto pasto.
Tutto il Salento, in particolare nelle province di Lecce, Taranto e Brindisi.
La Puglia è la regione d’ Italia con la più alta produzione vitivinicola, e il Salento contribuisce notevolmente con i numerosi viticultori presenti sul territorio. Il vino a base di uva Negramaro, è al terzo posto tra i vini a denominazione d’origine controllata col maggior tasso di crescita nelle vendite per la grande distribuzione, secondo un’indagine svolta per il Vinitaly nel 2008

Fegato alla Veneziana Vale

Fegato alla Veneziana Vale

Ingredienti
500 gr fegato di Vitello
350 gr cipolla bianca
farina
olio extra vergine
aceto di vino bianco
zucchero
acqua

Preparazione
Affettate finemente la cipolla e soffriggetela con l’olio in una capiente padella aggiungendo acqua calda finchè non è appassita.
Aggiungete il fegato tagliato a strisce ed infarinato.
Cuocetelo un paio di minuti per parte girandolo.Mettete abbondante aceto e zucchero.Cuocete il tutto finchè non si è formato un bel sughetto denso. E’ ottimo accompagnato alla polenta.

\Il baccalà mantecato soffice stufato al pepe rosa Dello chef Alessandro Panzani

baccala al pepe rosa

Il baccalà mantecato soffice stufato al pepe rosa Dello chef Alessandro Panzani

Ingredienti
600 gr di filetto di baccalà pulito e dissalato (si privilegia il baccalà delle Isole Faroe)
Pepe rosa
3 cucchiai di olio evo
½ bicchiere di vino bianco secco
120 gr di parmigiano
Panna fresca q.b.
Preparazione
Dopo essersi accertati che il baccalà è completamente dissalato e dopo averlo pulito dalla pelle si ricavano 4 tranci da 150 gr l’uno, si sistemano in un foglio di carta d’alluminio e si pongono nel congelatore. Mantechiamo con una frusta l’olio, il vino bianco, il parmigiano con la panna inserendola a filo fino ad ottenere una crema omogenea. Un ora prima abbiamo tolto il baccalà dal congelatore e lo abbiamo fatto stemperare a temperatura ambiente. Quando sentiamo che si sta ammorbidendo si apre l’involucro e senza disperdere il liquido si mette a pezzettini dentro il composto con la panna. Con la spacciatrice, con un movimento dal basso verso l’alto, e continuando a versare la panna a filo, si monta il composto fino ad ottenere una spuma. Si aggiusta leggermente il sale e si ripone tutto in frigo. Al momento di andare in tavola si passa velocemente in forno a gratinare aggiungendo sopra dei grani di pepe rosa.

Il Francescano e La Cantina de Il Francescano
Via Largo Bargellini – Piazza Santa Croce
50122 Firenze
Telefono 055/241605
Mail: info@ilfrancescano.com
Crediti fotografici
Fabrizio Gaeta
Pressoffices
Cristina Vannuzzi Landini

Gallo ai Gobbi- Franca

Gallo ai Gobbi come li chiamiamo noi.

Ingredienti
1 Gallo livornese
sale
pepe
farinarlo
1 cipolla
1 spicchio d’aglio
1 bicchiere pieno di vino rosso buono
pomodoro passato
brodo

Preparazione
Prendere un Gallo livornese tagliatelo a pezzi e spellatelo. Insaporitelo con sale e pepe dopodichè infarinatelo. Mettete a rosolare una cipolla affettata ed uno spicchio d’aglio insieme mettete il gallo infarinato . Rosolate molto bene ed innaffiate con bicchiere pieno di vino rosso buono. Evaporato aggiungete pomodoro passato e lasciate cuocere per 1ora e piu aggiungendo brodo ogni tanto. Nel frattempo avrete lessato il gobbo e preparato la pastella per il fritto . Quando avrete fritto il gobbo ed il gallo quasi cotto mettete il fritto nel tegame con il gallo ed avrete un secondo stupendo oppure un piatto da accompagnare alla polenta.

Inaugurazione ufficiale del Temporary Store “Io, Yogurt” by Danone

image001Inaugurazione ufficiale del Temporary Store “Io, Yogurt” by Danone

Mercoledì 4 febbraio, in via Fiori Chiari, ang. Formentini 9 – Milano

“Io, Yogurt” sarà aperto al pubblico tutti i giorni dal 6 al 26 febbraio, dalle ore 10 alle ore 20.

Nel corso delle 3 settimane saranno molte le attività in programma per adulti e bambini.

Oltre a gustare lo yogurt in una modalità tutta nuova,

i più curiosi potranno parteciparea speciali sessioni di degustazioni guidate che si terranno ogni martedi, giovedi e sabato mattina

mentre i più piccoli potranno divertirsi e giocare con il cibo grazie a laboratori multitematici che si svolgeranno tutti i pomeriggi, dalle ore 16 alle ore 18.

L’iscrizione alle diverse attività sarà possibile dal 4 febbraio tramite il sito www.ioyogurt.it

Cotechino in crosta – Loredana

Cotechino in crosta – Loredana

Ingredienti
1 cotechino
1 rotolo di pasta brisè
bietole oppure spinaci
un pizzico di semi di sesamo

Preparazione
Lessate le bietole oppure spinaci lessati in acqua leggermente salata,un pizzico di semi di sesamo.
Fate bollire il cotechino cinque minuti meno del tempo scritto sulla confezione, lasciatelo raffreddare e poi togliete la pelle, aprite il rotolo della pasta brisè e mettete al centro una parte della verdura lessata preventivamente e tritata, posate sopra il cotechino e copritelo con il resto della verdura, arrotolate la pasta attorno al cotechino chiudendo i bordi restanti, sopra fate con un coltello dei tagietti a lisca di pesce e spolverate con il sesamo in forno a 180 gradi per circa 20 minuti, quando vedete la pasta dorata è pronto.
Tagliate a fette ed ecco pronto il cotechino in crosta, nel piatto da portata si può accompagnare con delle fette di polenta abbrostulita oppure con il purè

“Una ricetta giusta, giusta per questa stagione…”Loredana

Mangia come scrivi la nuova stagione 2015 a Cantù

locandina-cantu-15Mangia come scrivi la nuova stagione 2015 a Cantù

Rassegna gastro-letteraria-artistica
1 cena, 3 scrittori x 3 minuti (di reading), 9 opere d’artista

Stagione di Cantù 2015
GENNAIO – APRILE

Ristorante Il Garibaldi
Cantù (Como) – Piazza Garibaldi, 13
Tel. 031-704915
www.ilgaribaldi.it

Programma

GIOVEDÌ 22 GENNAIO
Tutta colpa delle stelle

OSPITI
Marco Pesatori, Fausto Taiten Guareschi

Più che astrologo, uno scienziato del tempo: un intellettuale, studioso e scrittore che, da anni, in Italia porta avanti la cultura e la poetica dello Zodiaco. Pesatori con i suoi due nuovi libri: Oroscopo 2015 (Fabbri) e Urano e la cerimonia del tè (Feltrinelli). Con lui, il maestro Zen Taiten Guareschi, autore della novità Fatti di fuoco (CasadeiLibri) – dopo Fatti di terra e Fatti di nebbia – e fondatore del monastero Fudenji di Bargone (Salsomaggiore) che ha da poco celebrato il suo trentennale.

GIOVEDÌ 26 FEBBRAIO
Milano criminale

OSPITI
Paolo Roversi, Gianni Simoni, Romano De Marco

Il direttore del Festival NebbiaGialla di Suzzara con la novità Solo il tempo di morire (Marsilio), seguito di Milano criminale (Rizzoli). L’ex magistrato con la quinta indagine (in uscita a fine gennaio) del commissario Lucchesi, protagonista stavolta di Omicidio senza colpa (TEA). Il finalista del Premio Scerbanenco con Io la troverò – La serie Nero a Milano (Feltrinelli, Fox Crime).

GIOVEDÌ 26 MARZO
Gustose passioni

OSPITI
Ketty Magni, Loredana Limone, Paola Cereda

Inchiostro rosa. L’autrice brianzola de Il principe dei cuochi e Il cuoco del Papa, al suo terzo romanzo per Cairo Editore, Arcimboldo gustose passioni, in uscita il 19 marzo. La scrittrice di Borgo Propizio (TEA), napoletana di nascita e milanese per matrimonio, con  il seguito di grande successo E le stelle non stanno a guardare (Salani). La brianzola trapiantata a Torino, autrice di Se chiedi al vento di restare (Piemme), finalista del Premio Calvino con Della vita di Alfredo (Bellavite).

GIOVEDÌ 16 APRILE
La notte dei commissari e degli investigatori

OSPITI
Valerio Varesi, Bruno Morchio, Cristina Rava

Tre maestri del giallo. Lo scrittore parmigiano con il primo e l’ultimo libro (per ora) del commissario Soneri: l’introvabile Ultime notizia di una fuga (ristampato da Frassinelli) e Il commissario Soneri e la strategia della lucertola (Frassinelli). La nuova indagine del “detective dei carruggi” Bacci Pagano, Un conto aperto con la morte (Garzanti), del genovese Morchio. Il medico legale genovese Ardelia Spinola, alla seconda indagine in Dopo il nero della notte (Garzanti), nuova protagonista dei libri della ligure Rava, creatrice del commissario Rebaudengo.

MANGIA COME SCRIVI
Rassegna gastro-letteraria-artistica
1 cena, 3 scrittori x 3 minuti (di reading), 9 opere d’artista

In collaborazione con
Associazione culturale Mangia come scrivi
Libreria Ubik di Salsomaggiore Terme

INIZIO SERATE
ALLE ORE 20.30

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
ALLO 031 – 704915

COSTO CENA: 35 EURO
(4 portate dall’antipasto al dolce, 3 vini selezionati)

Presenta
Gianluigi Negri

www.mangiacomescrivi.it
info@mangiacomescrivi.it

Mangia come scrivi la nuova Stagione di Fontevivo 2015

locandina-fonte-15Mangia come scrivi la nuova Stagione di Fontevivo 2015
Rassegna gastro-letteraria-artistica
1 cena, 3 scrittori x 3 minuti (di reading), 9 opere d’artista

Stagione di Fontevivo 2015
GENNAIO – APRILE

Ristorante 12 Monaci
Fontevivo (Parma) – Via Roma, 1/A
Tel. 0521-610010
www.12monaci.it

Programma

VENERDÌ 23 GENNAIO
Storia curiosa della scienza

OSPITE
Flavio Oreglio

Un autore, tre libri. Happening comico-storico con il musicista, poeta catartico e scrittore della trilogia Storia curiosa della scienza (Salani): dall’ultimo Dal Tribunale dell’Inquisizione al Tribunale della Ragione a La rivoluzione degli arabi, fino a Le radici pagane dell’Europa. Tre millenni raccontati con umorismo da Oreglio: il modo migliore per dimostrare come si fa sul serio.

VENERDÌ 20 FEBBRAIO
Sfide ai confini del cielo
(In collaborazione con Club Alpino Italiano – Sezione Parma)

OSPITI
Kurt Diemberger, Roberto Mantovani, Stefano Ardito

Il ritorno della leggenda dell’alpinismo mondiale, che nel 2013 festeggiò a Mangia come scrivi il suo 81° compleanno: l’unico alpinista vivente ad avere scalato due ottomila in anteprima assoluta presenterà i suoi libri (l’ultimo è Il settimo senso, Alpine Studio) e i suoi filmati girati in alta quota. Con lui, gli amici Mantovani e Ardito: il primo con i nuovi La scoperta dell’alta quota (Alpine) e Appigli invisibili (Ultra), il secondo con il nuovissimo Alpi di guerra, Alpi di pace (Corbaccio).

VENERDÌ 20 MARZO
Bologna-Parma, 90 chilometri
(In collaborazione con A.P.E. Associazione Progetto Endometriosi Onlus, Gruppo di Parma)

OSPITI
Carlo Lucarelli, Marcello Fois, Giampiero Rigosi

Tre maestri della letteratura italiana che scrivono all’ombra delle Torri, uniti da una grande amicizia e da un fortissimo legame con la fiction e il cinema. Lucarelli (di origini parmigiane) con gli ultimi Storie ancora più strane (Skira) e Albergo Italia (Einaudi), Fois (originario di Nuoro) con L’importanza dei luoghi comuni (Einaudi), Rigosi (bolognese doc) autore del cult Notturno bus e L’ora dell’incontro (Einaudi) e una delle anime di Bottega Finzioni.

VENERDÌ 17 APRILE
Cento di questi Mangia come scrivi
(100° appuntamento della rassegna)

OSPITI
Guido Conti, Valerio Varesi, Davide Barilli, Claudio Rinaldi, Fausto Taiten Guareschi, Andrea Villani, Daniele Cobianchi, Andrea Grignaffini, Luca Ponzi

Reunion con nove degli autori più rappresentativi di Parma e della sua provincia, già protagonisti di indimenticabili serate a Mangia come scrivi. Anziché nove opere d’artista, nove artisti in carne e ossa: con i loro libri e con uno speciale “3 x 3” che incanterà il pubblico, per celebrare degnamente lo storico traguardo dell’unica rassegna, nata nel 2006, che ha messo a tavola 300 scrittori italiani in 10 anni.

MANGIA COME SCRIVI
Rassegna gastro-letteraria-artistica
1 cena, 3 scrittori x 3 minuti (di reading), 9 opere d’artista

Con il patrocinio del Comune di Fontevivo

In collaborazione con
Associazione culturale Mangia come scrivi
Il Bere Alto
Libreria Ubik di Salsomaggiore Terme

INIZIO SERATE
ALLE ORE 21.00

PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA
ALLO 0521 – 610010

COSTO CENA: 35 EURO
(4 portate dall’antipasto al dolce,
3/4 vini selezionati da “Il Bere Alto” di Claudio Ricci)

Presenta Gianluigi Negri

www.mangiacomescrivi.it
info@mangiacomescrivi.it

Andrea Dracos si aggiudica il titolo di Campari Barman of the Year

Andrea Dracos si aggiudica il titolo di Campari Barman of the Year
Grande serata di spettacolo per la seconda edizione della competition
Milano, 15 gennaio 2014 – Creatività, stile e un “tocco vincente” sono stati i caratteri distintivi della Campari Barman Competition aperta a tutti i barman e le barlady d’Italia che si sono messi in gioco, ispirati da Campari, l’aperitivo rosso per eccellenza.
I barman hanno superato diverse prove per potersi aggiudicare il titolo, creando cocktail inediti con Campari che interpretino al meglio il tema della competition: il perfetto aperitivo in stile italiano. Nell’anno che vedrà Milano protagonista di Expo 2015 Campari, icona dell’aperitivo italiano nel mondo, chiede ai barman di valorizzare le eccellenze e la tipicità del territorio anche nel mondo dei cocktail e dell’aperitivo.
Le selezioni sono state molto serrate e i finalisti sono stati selezionati su 830 iscritti totali.

I finalisti si sono sfidati a colpi di shaker e creatività ed è stato il torinese Andrea Dracos, bartender del primo speak easy milanese, il 1930, ad aggiudicarsi il titolo di Campari Barman of The Year. A condurre la serata di spettacolo e bartending l’eclettico Alessandro Cattelan. Andrea si aggiudica un master di specializzazione sul brand presso la Campari Academy e la possibilità di diventare testimonial del brand Campari rappresentando la marca in esclusivi eventi.

La finale si è articolata in due fasi: una prima prova denominata “Head to Head” e una seconda sfida di “Improvvisazione”. Durante l’Head to Head i finalisti si sono sfidati a coppie, uno contro l’altro con eliminazione diretta. La seconda parte della prova, invece, ha previsto l’interazione dei finalisti con un “Mistery client”, impersonato dal guru della miscelazione Salvatore Calabrese, The Maestro. A questa fase hanno avuto accesso, oltre al vincitore, Andrea Paci, secondo classificato originario di Como e bartender in Svizzera presso l’Hauser Hotel e Cinzia Ferro, di Varese attualmente in servizio presso l’Estremadura Cafè.

Le giurie coinvolte quest’anno hanno visto grandi nomi internazionali del settore: Tony Conigliaro e Luca Cinalli, top bartender che lavorano a Londra e che sono gli anticipatori delle tendenze beverage a livello mondiale e gli astri nascenti Leonardo Leuci e Flavio Angiolillo, conduttori, tra l’altro, del fortunato talent show Mixologist, il primo format sul mondo dei cocktail, oltre al Maestro Calabrese.
Madrina d’eccezione della giuria è Cristina Chiabotto, showgirl e conduttrice di numerosi programmi televisivi e radiofonici.

I cocktail dei primi tre classificati:
TORINO MILANO VIA NOVARA by Andrea Dracos
3 cl Campari
3 cl Cinzano Vermouth 1757
2 cl Cynar
Zest Limone

NO QUIERO VOLVER by Andrea Paci
3 cl tequila bianca
3 cl Campari
8 cl pompelmo rosa fresco
2 cl limoncello
1 ramoscello di maggiorana
ROSSO C. by Cinzia Ferro
1 cl sciroppo di zucchero
1 cl liquore erba cedrina
2 cl Cynar
4 cl Campari
4 cl succo di pompelmo
2 spicchi di lime
Guarnizione: bergamotto e timo

#camparibarman
www.camparibarmancompetition.it
www.campariacademy.it
https://www.facebook.com/CampariAcademy
https://www.facebook.com/CampariItalia
www.campari.com

 

Gruppo Campari
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, Cinzano, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 3 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente.

Havas PR Milan
Marianna Lovagnini
marianna.lovagnini@havaspr.com

Slurp Expo 2015

castelgrottaSlurp Expo 2015

Schio – 28 – 29 marzo 2015
La seconda edizione del salone dedicato alle eccellenze del gusto e del food lifestyle
dove si danno appuntamento i migliori operatori nazionali dell’alta gastronomia, ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei foodies.
La richiesta di cibo made in Italy da ogni angolo del pianeta sta rapidamente crescendo e la nostra produzione sta cercando di uscire dalla classificazione di prodotto di nicchia per divenire prodotto di largo consumo, arrivando sugli scaffali della grande distribuzione estera.
Si “scaldano i motori” per le adesioni alla seconda edizione della fortunata fiera vicentina: il 28 e il 29 marzo 2015 a SLURP EXPO 2015 si danno appuntamento i migliori operatori nazionali dell’alta gastronomia, ma anche il sempre più vasto e appassionato pubblico dei foodies per una grande kermesse dedicata ai sapori tipici d’Italia, 60 espositori selezionati per la rassegna organizzata da Magnacook.it (la piattaforma digitale dove da tempo si trovano migliaia di appassionati di tutto ciò che ruota attorno all’enogastronomia) nello spazio Shed del Lanificio Conte di Schio, per mostrare e degustare eccellenze gastronomiche sia tipicamente venete che italiane per un viaggio nei sapori d’Italia (e non solo) tra degustazioni, mostra mercato e show cooking interattivi con esperti del settore; è quel che aspetta gli enogastronauti nella area industriale del Nord Est, lo spazio Shed di Schio, dove negli anni si sono sviluppate aziende tessili e realtà imprenditoriali di fama mondiale.
primeBollicineUna location espositiva “istituzionale” come lo Shed, ricavato nello stabilimento che ha visto la nascita dello storico lanificio di Giovanni Battista Conte, definito una perla dell’archeologia industriale, per la seconda edizione della kermesse per mostrare e degustare le specialità di oltre 60 espositori provenienti da tutto lo Stivale per un viaggio alla scoperta dei sapori e dei saperi nostrani in abbinamento a un focus sul gusto internazionale.
Elemento chiave dell’evento fieristico è l’alta qualità dei prodotti rigorosamente selezionati da Magnacook nel rispetto delle tipicità territoriali e dell’etica di produzione. A presentarli, gli stessi produttori che saranno a disposizione del pubblico per raccontare storie e segreti del loro lavoro per un full immertion nelle tradizioni artigiane, nella cultura e nello stile di uno spaccato della nostra economia: una cucina di qualità e tradizione popolare, cibo e artigianato, musica e spettacoli per avere come comune denominatore il piacere di far scoprire e riscoprire i sapori e le tradizioni vere italiane.
Eventi, tendenze e iniziative speciali come gli incontri di cucina storica, un fine settimana di show cooking e workshop per tutti i gusti: dal finger food alle ricette no-stress, dalla cucina senza glutine ai dolci e al cioccolato, i formaggi, i salumi, l’esibizione di cake design, le farine e il riso, la birra artigianale, la “Sopressa Vicentina” della Val Leogra, l’aceto di ciliegia, i radicchi, dai vini agli insaccati, dai marroni agli oli extravergini di oliva, non mancherà nulla delle eccellenze dell’agricoltura nazionale: un’occasione unica per la provincia di Vicenza, per il Veneto e non solo, 2 giorni di “cultura enogastronomica” da non perdere, ma dove “perdersi” tra le emozioni che sapranno regalare le aziende all’avanguardia con le loro eccellenze e i loro prodotti, chef di grido con la loro maestria di mente, cuore e mani. Due focaccia fraccarogiorni, insomma, in cui vivere in pieno il pianeta Cucina Italiana.
PER INFO:
Tutte le informazioni sull’evento, tra cui orari, programmi e tutte le notizie utili, sono presenti sul sito internet ufficiale della manifestazione
Slurp Expo 2015 – 28 – 29 Marzo – Lanificio Conte Schio ingresso gratuito, orario: 10 – 19.30
http://slurp.magnabook.it/
e.mail: info@magnacook.it
press: Cristina Vannuzzi Landini cristina.vannuzzi@gmail.com

Sartù bianco – Angi

Sartù bianco – Angi

Ingredienti
400 gr di riso
brodo di pollo
due uova
tre cucchiai di Caciocavallo
noce moscata
cannella in polvere.
polpettine di carne
olio
prosciutto crudo
funghi trifolati

Preparazione
Lessate il riso, in unapentola con brodo di pollo, e, scolatelo ancora molto al dente.
Conditelo con due uova sbattute e tre cucchiai di Caciocavallograttugiato, rimescolando in continuazione. Aromatizzate con un pizzico di noce moscata grattugiata ed uno di cannella in polvere.
Disponete il riso, a strati, in uno stampo da budino, alternando gli  strati con fette sottili di Caciocavallo fresco, e, con polpettine di carne, fritte in olio; alternate anche con prosciutto crudo tagliato a striscioline e
con funghi trifolati, nelle dosi preferite.
Passate lo stampo in forno, già caldo, a temperatura di circa 150 gradi e lasciate cuocere per 20 minuti.  Servite molto caldo.