Cantine aperte 2015 con Donatella Cinelli Colombini: alla scoperta di vini rari

CANTINE APERTE 2015 - VIOLANTE GARDINI PRESENTA IN ANTEPRIMA IL BRUNELLO RISERVA 2010Cantine aperte 2015 con Donatella Cinelli Colombini: alla scoperta di vini rari e una esperienza unica “Giocando” a fare l’enologo tra CasatO Prime Donne e Fattoria del Colle
Un super weekend all’insegna dell’enologia con l’evento del Movimento Turismo del Vino che si allunga grazie al ponte del 2 giugno

E’ tempo di Cantine Aperte: domenica 31 maggio sarà dedicata alle “rarità”, vini introvabili perché la bottiglia è molto vecchia oppure non ancora in commercio, sperimentale oppure sold out da tempo. Per  il Casato Prime Donne della presidente toscana del Movimento Turismo del Vino, Violante Gardini, che organizza l’evento, un vino che tutti vorrebbero assaggiare in anteprima: il Brunello di Montalcino Riserva 2010 che inizierà la sua commercializzazione il 1° gennaio 2016.

Nel week end di Cantine Aperte i wine lovers potranno trovare alla Fattoria del Colle di Trequanda (30 km da Montalcino) l’ambiente ideale per un week end lungo all’insegna del relax nella campagna toscana affacciata sulle Crete Senesi  e del buon vino. Lezioni di cucina, visite guidate alla parte storica della villa cinquecentesca, ma soprattutto nuove esperienze sensoriali: la più curiosa domani 30 maggio alle 16 con replica martedì 2 giugno alle 11 ovvero le degustazioni per “apprendisti enologi” durante le quali  gli ospiti di Donatella Cinelli Colombini potranno – in forma scherzosa ma sicuramente coinvolgente – creare un proprio “Supertuscan” a base di Sangiovese, Merlot e Sagrantino. Dopo aver degustato separatamente i tre vini in purezza, proveranno infatti a unirli con varie percentuali cercando l’equilibrio perfetto per poi confrontare il risultato con il vero Supertuscan “Il drago e le 8 colombe”.
Il costo del pacchetto che comprende due notti in camera doppia con prima colazione a buffet e una cena di 4 portate bevande escluse è di 136 euro a persona. Sono escluse dal prezzo del pacchetto ma prenotabili in loco, un Happy Wine in cantina sabato 30 maggio con vini e formaggi pecorini (10€ a persona) e una visita con degustazione al birrificio artigianale di San Quirico d’Orcia, in programma per lunedì 1 giugno (5€ a persona) oltre a una cena tipica all’Osteria di Donatella a base di pinci (30€ a persona bevande escluse).
PER INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI
Per la Fattoria del Colle info@cinellicolombini.it 0577 662108
Per la giornata Cantine aperte e il Casato Prime Donne Montalcino casato@cinellicolombini.it 0577 849421

UFFICIO STAMPA
Marte Comunicazione   Marzia Morganti Tempestini

Si accendono i riflettori su T- Wine: 549 produttori per 186 etichette

TWINE IL 31 MAGGIO AL CASONE UGOLINO DI CASTAGNETO CARDUCCISi accendono i riflettori su T- Wine: 549 produttori per 186 etichette
L’esclusivo tasting targato Ais Toscana inaugura domenica 31 maggio il nuovo complesso del Casone Ugolino a Castagneto Carducci

Durante la giornata è prevista anche un’anticipazione di “TransuMare: dalla pianura alle montagne casentinesi”, che sarà il più importante evento equestre del 2015
Si accendono i riflettori su T-Wine, l’esclusivo tasting organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier Toscana in collaborazione con la delegazione AIS di Livorno guidata da Paola Rastelli e la Strada del vino e dell’Olio Costa degli Etruschi, che domenica 31 maggio dalle 10 alle 19, presso il rinnovato contesto del Casone Ugolino di Castagneto Carducci, permetterà a tutti gli enoappassionati di degustare le eccellenze enologiche italiane più conosciute e in particolare i vini della Costa Toscana.

Sono 49 i produttori di vini del territorio di Terratico di Bibbona, Montescudaio, Bolgheri, Val di Cornia e Isola d’Elba che hanno aderito alla manifestazione, per un totale di 186 etichette da scoprire e degustare in un ambiente di charme e di grande richiamo come il Casone Ugolino, che proprio domenica 31 maggio in occasione dell’evento di AIS Toscana, aprirà le porte al pubblico per la prima volta, presentando non solo la parte della Bolgheri e Costa Toscana Wine & Food Farm, ma anche il Museo Multimediale del Vino che sarà ospitato nei locali del complesso, il quale può già vantare oltre settanta installazioni sensoriali, olografiche ed interattive per meglio conoscere e scoprire le realtà storiche di Bolgheri e della Costa Toscana.

Il programma della giornata prevede degustazioni libere dalle 10 alle 19 con i tradizionali banchi di assaggio del vino – a cui si affiancheranno alcuni di olio e food –  ma anche l’Ais Wine Shop, ovvero un corner presso il quale sarà possibile acquistare subito – ordinandolo direttamente on line tramite operatore autorizzato e ricevendolo a casa – il vino preferito tra quelli assaggiati durante l’evento. Due appuntamenti spot, entrambi alle ore 14: l’Ais Tutor (partecipazione gratuita su prenotazione) con cui compiere mini tour alla scoperta dei vini più rappresentativi raccontati dall’esperienza di sommelier professionisti e l’AIS Wine School, ovvero un mini corso della durata di mezz’ora per gli enoappassionati neofiti della sommellerie con il quale acquisire le regole fondamentali per degustare un vino. Alle 15 sarà poi il momento di una degustazione guidata (gratuita): “Racconto del territorio attraverso le sue diverse eccellenze” guidata da Cristiano Cini e Maurizio Zanolla, a cui farà seguito la presentazione “Il Territorio e le sue eccellenze” a cura di Luciano Zazzeri, chef de La Pineta di Marina di Bibbona considerata uno dei punti di riferimento dell’alta ristorazione italiana. Tra i nomi celebri che hanno annunciato la propria presenza, anche quello del fotografo Oliviero Toscani.

Il vino tuttavia non sarà l’unico protagonista di questa giornata-evento: se alle 10.30 si terrà in anteprima la presentazione del progetto Casone Ugolino “Italia, Toscana, Costa Tirrenica: un’opportunità per il futuro”, un altro momento clou coinciderà con l’appuntamento con i Cavalieri di Maremma e quelli di  Dimensione Maremma che arriveranno alle ore 12 e si esibiranno a partire dalle 16.30 in un’anticipazione-spettacolo  di “TransuMare”: il cammino tra città e campagne toscane da ripercorrere con i ritmi della natura ” . Una performance italo – francese con butteri, guardians, puledri e vacche maremmane, già protagonista a Marsiglia nel 2013 e considerata oggi l’avvenimento equestre più importante del 2015.

Elenco produttori (in ordine alfabetico)

Acquabona, Agrilandia, Arrighi, Az.agr. Eucaliptus, Az.agr. Le Novelire, Azienda Pagani De Marchi, Azienda Poggioventoso, Bulichella, Caccia al Piano, Caiarossa, Campo al Noce, Campo alla Sughera, Castello del Terriccio, Consorzio del Vino Terratico di Bibbona, Donne Fittipaldi, Duemani, Fabio Motta, Fattoria Casa di Terra, Fontemorsi, Gualdo del Re, Incontri, I Luoghi, La Fralluca, Le Colline di Sopra, Le Macchiole, Marchesi Ginori Lisci, Mulini di Segalari, OT, Petra, Podere Guado al Melo, Podere Il Castellaccio, Podere La Regola, Podere Morazzano, Podere San Luigi, Podere Sapaio, Poggio al Tesoro, Russo, Sada, Sant’Agnese, Sator, Tenuta dei Sette Cieli, Tenuta delle Ripalte, Tenuta dell’Ornellaia, Tenuta di Vaira, Tenuta di Biserno, Tenuta Guado al Tasso, Tenuta La Macchia, Tenuta San Guido, Valle di Lazzaro.

Elenco produttori food (in ordine alfabetico)

Antico Borgo di Terre dell’Etruria, Az.Agr. Biorialto, Apicoltura Dottor Pescia, Az. Agricola San Mario, Az. Agricola Zingherina, Bioseme, Cini Group Food&Drink, Fattoria Lischeto, Le Tassinaie, Olivodoro, Peperita, Premiata Fabbrica di Liquori Emilio Borsi,  Tartufotaste, Torrefazione Caffè King, Vivai Bettalli.

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C
Email marzia.morganti@gmail.com
www.aistoscana.it – www.martecomunicazione.com

Passo avanti verso una tutela internazione più ampia delle indicazioni tipiche

Grande gioco di squadra dell’Italia: raggiunta l’intesa sulla revisione dell’accordi di Lisbona, passo avanti verso una tutela internazione più ampia delle indicazioni tipiche

Ginevra, 27 maggio 2015. Un grande lavoro di squadra si è svolto nelle scorse due settimane a Ginevra in occasione della revisione dell’Accordo di Lisbona in materia di protezione e registrazione internazionale delle denominazioni d’origine presso la sede dell’Organizzazione Mondiale per la Proprietà Intellettuale (OMPI/WIPO).
Il testo diramato è il frutto di lunghe trattative multilaterali tra i Governi promotori del suddetto Accordo e sancisce un deciso passo in avanti verso una più efficace tutela internazionale delle IG, con l’auspicio che altri Stati possano aderire al Nuovo atto, mantenendo peraltro un livello di protezione elevato ed uniforme per tutte le IG. Importante è stata la reazione compatta nei confronti di alcuni Paesi, anche non aderenti all’Accordo, intenzionati a sfruttare l’occasione per cercare di indebolire il sistema delle Indicazioni Geografiche.
Indispensabile il lavoro svolto dai Ministeri delle Politiche Agricole, dello Sviluppo Economico e Affari Esteri, che hanno coinvolto anche Aicig, rappresentata a Ginevra dagli avvocati Giorgio Bocedi e Simone Calzi. La delegazione italiana ha lavorato incessantemente durante le due settimane di incontri ed è stata sempre in prima fila nel richiedere le integrazioni al testo dell’Accordo con lo scopo di ottenere una maggior tutela per le denominazioni di origine.
“L’applicazione dell’Accordo di Lisbona – dichiara Pier Maria Saccani, Segretario Generale di Aicig – ha generato importanti risultati in passato ed è uno strumento fondamentale per la tutela delle denominazioni di origine a livello internazionale. L’esito positivo delle complesse trattative multilaterali per la revisione dell’Accordo, conseguito anche grazie all’ottimo lavoro svolto in questi mesi dai Ministeri italiani coinvolti, evidenzia ancora una volta il ruolo fondamentale e l’importanza di una protezione più estesa delle indicazioni geografiche anche fuori dall’Europa.”

Ufficio stampa AICIG
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Email  marzia.morganti@gmail.com; press@aicig.it
www.martecomunicazione.com

AICIG -Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche
Via XX Settembre, 98/G – 00187 Roma – tel. +39064420.2718 – fax +39 064426.5620 – info@aicig.it – www.aicig.it

Graspalonga Gourmet

Graspalogna_3Graspalonga Gourmet

Domenica 31 maggio 2015

Castelvetro in BIKE!  … tra le colline del buon vino i sapori della buona tavola

Un weekend all’insegna della natura dello sport dell’enogastronomia e della cultura, nei suggestivi itinerari ciclo-turistici del territorio di Castelvetro. Percorso facile in bicicletta, adatto ad adulti non particolarmente esperti e bambini, con tappe di degustazione presso aziende agricole e agriturismi locali.

Per maggiori informazioni visita il sito all’indirizzo:
http://www.visitcastelvetro.it/scoprire/cultura/castello_levizzano_rangone.htm

visitCastelvetro

Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente
Piazza Roma, 5 – 41014 Castelvetro di Modena (MO)
Tel. +39 059 758880

Email: info@visitcastelvetro.it
Web: www.visitcastelvetro.it

“Ridendo, sferzando e… gustando” con Flavio Oreglio a Mangia come scrivi

“Ridendo, sferzando e… gustando” con Flavio Oreglio a Mangia come scrivi
Giovedì 28 maggio ospite della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante Il Garibaldi l’attore comico milanese con la sua “Antologia di buoni spropositi”

CANTÙ (Como) – In un anno per lui davvero speciale e con dodici mesi all’insegna di spettacoli, serate, libri e cd (racchiusi nelle celebrazioni “1985-2015 Trent’anni on stage”), Flavio Oreglio sforna un nuovo progetto.

“Ridendo e… sferzando – Antologia di buoni spropositi” (PAPICOEventi) è il cofanetto da collezione che l’artista milanese presenterà GIOVEDI’ 28 MAGGIO, al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como), nell’ambito della rassegna Mangia come scrivi che, per l’occasione, offre al proprio pubblico un appuntamento extra dopo la chiusura ufficiale della stagione lombarda lo scorso mese e dopo aver celebrato il centesimo Mangia come scrivi il 17 aprile in provincia di Parma.

L’appuntamento “101” della kermesse ideata e condotta dal giornalista Gianluigi Negri si chiama, inevitabilmente, “Ridendo, sferzando e… gustando”. Oreglio cenerà insieme al pubblico (inizio alle 20.30; info e prenotazioni allo 031 704915) e, da par suo, intratterrà i commensali con battute, aneddoti, ricordi, presentando questa sua ultima fatica, contenente un cd con dodici brani, il libro “Ridendo e sferzando” (uscito per la prima volta nel 1998 e pubblicato da Greco & Greco) e l’opuscolo che illustra la storia di un progetto, come sempre, singolare e curioso. Durante la serata sarà possibile acquistare il cofanetto, stampato in tiratura limitata (solamente 350 copie numerate e firmate dall’autore).

Per Oreglio si tratta di un ritorno a Mangia come scrivi, dopo la memorabile serata “Storia curiosa della scienza” che aveva fatto registrare il tutto esaurito lo scorso gennaio a Fontevivo (Parma). E almeno due portate su quattro sono proprio rivisitazioni di piatti della cucina parmigiana, che gli chef del Garibaldi proporranno all’attore comico milanese e ai partecipanti: dalla cupola di risotto con culatello alla mitica crostata di Mirella Cantarelli (della storica trattoria di Samboseto, frazione di Busseto). I tre vini selezionati da Alfonso Galvano di “Vineggiando” sono, invece, prodotti dall’Azienda Agricola Ronchi San Giuseppe (www.ronchisangiuseppe.com) di Spessa di Cividale del Friuli (Udine).

Tra una portata e l’altra, spazio agli “spropositi” di Oreglio che racconterà come abbia visto la luce questa sua opera prima “pre-catartica” e come si sia sviluppata in tre momenti artistici diversi: “Melodie & Parodie” (1985-1988), “Clownstrofobia” (1988-1990), “Burlando Furioso” (1990-1995). Proprio a questo lavoro si ispira il nuovo live “Trent’anni ridendo e sferzando”, che Oreglio sta portando sui palchi italiani insieme allo spettacolo “Discorso sul metodo dell’attor comico” che ha debuttato a fine gennaio.

Le due stagioni di Mangia come scrivi, dopo la pausa estiva, riprenderanno alla fine di settembre. Quella lombarda sempre al Garibaldi, quella emiliana a Parma “in un nuovo locale – anticipa il direttore artistico Negri – che verrà annunciato nei prossimi giorni”.

Le tagliatelle di Nonna Pina – Castelvetro di Modena (MO)

Le tagliatelle di Nonna Pina

Sabato 30 maggio 2015

Laboratorio di pasta sfoglia per bambini a partire dai 6 anni

Per maggiori informazioni visita il sito all’indirizzo:
http://www.visitcastelvetro.it/eventi/prossime_iniziative_al_bicer_pin.htm

visitCastelvetro

Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente
Piazza Roma, 5 – 41014 Castelvetro di Modena (MO)
Tel. +39 059 758880

Email: info@visitcastelvetro.it
Web: www.visitcastelvetro.it

Cantine Aperte e aiuta i bambini del Nepal

Cantine Aperte e aiuta i bambini del Nepal
30 e il 31 maggio 2015

23° edizione di Cantine Aperte, la kermesse nazionale promossa dal Movimento Turismo del Vino che anche quest’anno, in Friuli Venezia Giulia, coinvolgerà tutte e quattro le province per far incontrare vignaioli, appassionati, esperti e turisti al motto di “Vedi cosa bevi”

Cantine Aperte 2015

TENUTE_BANNER_SITO_NEWS_CANTINE-APERTE_870x3501-870x350Cantine Aperte 2015

Torna come ogni anno l’importante appuntamento di Cantine Aperte l’evento enoturistico più importante in Italia. Dal 1993, l’ultima domenica di maggio, le cantine socie del Movimento Turismo del Vino aprono le loro porte al pubblico, favorendo un contatto diretto con gli appassionati di vino.

Domenica 31 maggio, a partire dalle ore 10:00, vi aspettiamo nella nostra Tenuta per una giornata dedicata a tutta la famiglia nella cornice del nostro parco e delle nostre vigne. Tra degustazioni, visite guidate e attività coi pony dedicate ai più piccoli, trascorreremo una giornata in piacevole compagnia di un calice di vino in un’atmosfera amichevole.

PROGRAMMA

Inizio ore 10.00

Consegna del bicchiere e della sacca portabicchiere: contributo € 5,00 (in parte devoluto in beneficienza all’Assistenza Domiciliare Pediatrica di Pordenone)
Degustazioni vini, tutti tranne Champagne: gratuita
Prezzo al calice in degustazione per Cuvée 38 e Champagne Paillard: € 5,00

Durate tutta la giornata, possibilità di degustare le specialità gastronomiche di:

“Macelleria Vicenzutto”, Fiume Veneto (PN)
Gelateria Scian “Insolito gelato”, Cordenons (PN)
Pasticceria “In Piazza” di Manuela Pagotto, Orsago (TV)

Inoltre offriremo a tutti un piatto di risotto dalle ore 12.30 alle ore 13.30

Intrattenimento

Visite guidate a vigneti, cantina e barricaia tutto il giorno

Bambini: In collaborazione con il Baby Ranch di Corbolone, sarà presente una coppia di pony per insegnare ai piccoli a cavalcare, pettinare e pulire i cavalli. Inoltre sarà possibile effettuare una gita nelle vigne su calessino.

Champagne Paillard: degustazione guidata da sommelier esperto su prenotazione di 3 Champagne Pierre Paillard Bouzy – Grand Cru:

– Champagne Pierre Paillard Bouzy Grand Cru
– Champagne Pierre Paillard Bouzy Rosé Grand Cru
– Champagne Pierre Paillard Bouzy Millésime 2004 Grand Cru

Inizio ore 15:00. Disponibilità limitata a 30 persone, costo € 15,00 a persona.

Chiusura ufficiale ore 18:00

Tags: Cantine Aperte

Contatti

Azienda agricola Tomasella
di Tomasella Luigi & C.

Via Rigole, 103
Loc. Portobuffolè
31040 Mansuè (TV)

Asparagi e uova

asparagi e uovaAsparagi e uova

Ricetta antica rivisitata tratte da
Abbecedario di cucina veneta
di Amedeo Sandri e Maurizio Falloppi

Ingredienti
Asparagi
uova
olio extra vergine d’oliva
aceto di vino biancao
sale
pepe

Preparazione
Non bisogna dimenticare che da metà marzo fino a tutto maggio gli asparagi freschi assumono il ruolo di protagonisti della tavola. Lessarli all’impiedi con acqua salata che arrivi sotto le punte dei turioni, solo sotto forma di vapore, quindi stenderli ad asciugare per fare smaltire i bollenti spiriti su un telo di lino. Servirli ancora accaldati accompagnandoli con mezze uova bazzotte (rassodate per circa 6 minuti in modo che il tuorlo rimanga morbido e cremoso), olio extravergine d’oliva, ottimo aceto di vino bianco, sale e pepe di mulinello, lasciando a ciascun commensale il compito di formare sul piatto la propria salsa nella quale intingere gli asparagi lessati.
Vino consigliato: Durello Brut

The organic can save the world, il biologico salverà il pianeta

cirovestita1The organic can save the world, il biologico salverà il pianeta

Inizia con una simbolica semina la presenza di Vandana Shiva nel parco della Biodiversità di semi locali e tradizionali di okra, zucca e melone provenienti dal circuito Navdanya assieme alle Donne in Campo della Cia, per dare un chiaro segnale della portata del forum e degli obiettivi che i tavoli di lavoro che si susseguiranno presso il Parco della Biodiversità per tutto il periodo di Expo vogliono raggiungere.
Un forum internazionale sull’agricoltura biologica per dare delle risposte concrete al tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita. Il forum, che si è insediato in occasione della cerimonia di inaugurazione del Padiglione del Biologico e del Naturale realizzato da Bologna Fiere all’interno del Parco tematico della Biodiversità di Expo, si svolgerà per tutto il periodo dell’Esposizione anche con incontri tematici a cui parteciperanno esperti nazionali ed internazionali. “La scelta dell’agricoltura biologica è il primo indispensabile passo per restituire fertilità al suolo” ha sottolineato nel corso dell’inaugurazione Vandana Shiva, ecologista indiana e presidente di Navdanya International, che ha inoltre presentato il Manifesto Terra Viva, elaborato da venti esperti di tutto il mondo: “Dal Manifesto emergono almeno nove assi strategici che rafforzano l’appello verso il biologico. Un appello che deve partire anche da Expo”.
“In questa fase – ha spiegato l’attivista della difesa della biodiversità – l’agricoltura biologica può fornire risposte assolutamente necessarie al cambiamento climatico in atto, restituendo fertilità ai suoli, immagazzinando i gas serra che stanno distruggendo non solo il Pianeta ma la sopravvivenza delle nostre culture e forse della stessa umanità. Biologico significa inoltre biodiversità delle colture e dei semi, un forziere di opportunità per fare Inaugurazione-parco-della-BiodiversitÖ-007-200x300fronte al cambiamento climatico globale. Biologico significa lavoro nelle campagne e lavoro creativo per i giovani, in antitesi all’agricoltura industriale. E significa agricoltura familiare, valorizzazione dei territori, riconoscimento del ruolo delle donne nella produzione e nella preparazione del cibo”.
Emblematico l’inizio dei corsi di formazione di Biochef Cooking a Firenze con l’apertura di Expo, corsi che hanno come scopo quello di creare una nuova figura professionale: il “BioChef”, che dovrà essere in grado di unire le competenze tipiche dello chef ad una spiccata sensibilità orientata al mangiar sano.
Il BioChef per essere considerato tale, dovrà conoscere le produzioni tipiche e tradizionali del territorio in cui opera, la stagionalità dei prodotti ortofrutticoli e dovrà essere capace di pianificare e realizzare menù all’insegna di una cucina creativa e sana, proponendo ai suoi clienti ricette etiche, salutistiche e rispettose dell’ambiente.
Il BioChef dovrà essere capace di unire qualità e sostenibilità, gusto e salute, sicurezza e tracciabilità, tecnologia e tradizione.
Nel team dei docenti di Biochef una importante new entry, il Dottor Ciro Vestita, laureato in medicina e specializzato in Pediatria, svolge la sua attività di dietologo e fitoterapeuta; infatti una sua “massima” che ripete ai suoi pazienti: “Le piante e i loro aromi sono spesso una validissima alternativa alla chimica”

PressOffices: Cristina Vannuzzi Landini
cristina.vannuzzi@gmail.com

BIOCHEF COOKING
Geo Chemic Lab Srl
Sede Formazione
Via del Ponte Sospeso 24/R – Firenze
Telefono 392.9048952 – Fax 0588.553114
E-mail info@biochef.cooking
Sede Operativa Corsi
Lidò le Panteraie
Via delle Panteraie 26
Montecatini Terme

Lasagna dolce di Kanzi® e castagna

Kanzi_Concorso_01

Lasagna dolce di Kanzi® e castagna
Ricetta di Rossella Corsini

Tempi di cottura: 20min
Tempi di preparazione: 40min

Ingredienti

Per la sfoglia
200gr di farina di castagne
2 uova,
sale q.b.
un filo di olio extravergine di oliva

Per la composta:
4 mele Kanzi®
2 cucchiai di zucchero
Essenza di mandorle amare

Per la besciamella:
50 gr burro
100 gr farina 00
½ litro latte
Cannella

Disporre a fontana gli ingredienti per la sfoglia, impastare e stendere la pasta, formando dei quadrati. Portare una pentola ad ebollizione, far cuocere 5 minuti i quadrati di pasta, scolarli e stenderli su un canovaccio.
Per la composta di mele, sbucciare le mele Kanzi®, tagliarle a pezzetti non troppo piccoli e cuocere in una padella per 10-15 minuti con 2 cucchiai di zucchero e uno di essenza di mandorle amare.

Per la besciamella dolce: scaldare il burro a fuoco basso, mescolando con la frusta, per impedire la formazione di grumi. aggiungere la farina e il latte a filo. Continuare la cottura per 10 minuti continuando a mescolare.
Aggiungere un cucchiaio di zucchero e polvere di cannella In una pirofila e iniziare a comporre la lasagna alternando a strati la sfoglia, la besciamella e la composta. Caramellare delle sottili fette di mela da porre sull’ultimo strato e guarnire con crema di castagne.
Kanzi_Concorso_02La lasagna dolce di mele e castagna vince il concorso di Pasticceria Kanzi®
Con una sfida tra i fornelli nel cuore di Milano si è concluso il contest dedicato alla mela a club coltivata in Alto Adige / Südtirol. Ad aggiudicarsi un soggiorno di una settimana in Alto Adige è stata Rossella Corsini
BOLZANO, 20 maggio 2014 – È Rossella Corsini di Pistoia la vincitrice del concorso “Crea la tua ricetta e vinci con la mela Kanzi®” che ha messo in palio come primo premio un soggiorno di una settimana per due persone nei territori di coltivazione delle mele Kanzi®, tra la Valle d’Isarco e la Val Venosta, in Alto Adige / Südtirol.
Il concorso ha visto la partecipazione di oltre 60 appassionati di cucina, che hanno caricato le proprie ricette di pasticceria a base di mele sul sito dedicato al concorso. Una giuria ha poi scelto i 5 finalisti che si sono sfidati realizzando le proprie ricette. Ad aggiudicarsi il primo premio è stata quindi la “Lasagna dolce di Kanzi® e castagne” di Rossella Corsini che, oltre al soggiorno in Alto Adige, avrà l’opportunità di passare mezza giornata insieme al maestro pasticcere Andreas Acherer, nel laboratorio dell’omonima pasticceria di Brunico.
“Ho trovato subito Kanzi® una mela molto interessante – ha spiegato la vincitrice – perché ha una buccia resistente e all’interno ha un succo non troppo dolce e una polpa soda e croccante. Ho pensato di preparare una lasagna con farina di castagne perché è un prodotto del nostro Appennino toscano, e mi piaceva l’idea di sposarla con una mela dell’Alto Adige”.
Grazie al suo gusto dolce-acidulo, al profumo aromatico e alla polpa succosa e croccante, Kanzi® è un ingrediente fresco e versatile in cucina e una mela perfetta per dare ai propri dolci un tocco moderno e originale. Disponibile nei supermercati, ipermercati e negozi di ortofrutta fino alla fine di giugno, è immediatamente riconoscibile grazie al suo colore rosso brillante, con delicate striature giallo-verdi, e alla sua forma regolare. Una mela da veri intenditori!

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o Fruitecom srl

Graspalonga Gourmet Castelvetro di Modena (MO)

Graspalonga Gourmet
Domenica 31 maggio 2015

Castelvetro in BIKE! … tra le colline del buon vino i sapori della buona tavola

Un weekend all’insegna della natura dello sport dell’enogastronomia e della cultura, nei suggestivi itinerari ciclo-turistici del territorio di Castelvetro. Percorso facile in bicicletta, adatto ad adulti non particolarmente esperti e bambini, con tappe di degustazione presso aziende agricole e agriturismi locali.
Per maggiori informazioni visita il sito all’indirizzo:
http://www.visitcastelvetro.it/eventi/graspalonga_gourmet.htm

visitCastelvetro

Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente
Piazza Roma, 5 – 41014 Castelvetro di Modena (MO)
Tel. +39 059 758880

Email: info@visitcastelvetro.it
Web: www.visitcastelvetro.it

Ortinfestival Festival gastronomico degli orti contemporanei

INVITOOrtinfestival Festival gastronomico degli orti contemporanei
Tutto il mondo a km 0
Potager Royal dei Giardini della Reggia di Venaria
30 maggio – 2 giugno 2015
Dagli Orti “Reali”, all’orto reale… con Gusto! Questo è lo slogan di Ortinfestival che nel lungo ponte primaverile di fine maggio, quando il paesaggio agricolo promette i primi frutti ed i Giardini della Reggia si ammantano di un verde sontuoso, s’inaugura negli orti di Cascina Medici del Vascello, recuperati e riprogettati in una visione “ortemporanea”.
Ortinfestival mette in mostra i migliori frutti della terra, in uno spazio che nell’Ottocento ospitavano l’Azienda Agricola della Real Casa e dove oggi è riproposto il Potager Royal, realizzato secondo i principi dell’agro-ecologia. Mettendo in pratica i grandi temi di Expo Milano 2015, Ortinfestival racconta l’agri-cool-tura contemporanea, ovvero l’inscindibile legame tra natura, ambiente, orticoltura, gastronomia, creatività, design e benessere.
Ortinfestival è un evento da gustare con tutti i sensi, alla scoperta dei frutti meravigliosi della Madre Terra, una green immersion nell’agricoltura contemporanea che celebra il ritorno alla terra con contadini visionari del nuovo millennio, produttori virtuosi di squisitezze e talent chef senza frontiere, che seguono in cucina il ritmo delle stagioni, produzioni orticole locali e esotiche, varietà recuperate e folies-gourmandes, panieri del territorio e orti etnici, pratiche agricole millenarie e le tecniche più innovative.
Ortinfestival è una rassegna di gastronomia orticola tra km 0 e kilometraggio illimitato, un percorso espositivo e gastronomico indoor e open-air, multi-target, dove vedere, provare, acquistare, gustare i piaceri del cibo, con uno sguardo attento alla cucina Veggie, ma anche tutte le più curiose e raffinate novità in fatto di giardinaggio, outdoor, benessere nel rispetto della natura e dell’ambiente. Ci saranno incontri con cuochi ed esperti, workshop, show-cooking, fun-lab e momenti di edutainment per grandi e piccini, musica.
OFSQuest’anno Ortinfestival è gemellata con la manifestazione The Vegetarian Chance, il primo festival di alta cucina vegetariana organizzato a Milano dallo chef Pietro Leeman.
ORTINFESTIVAL ha scelto Carl Warner, il celebre fotografo inglese, per dar vita ad un food-scape che celebra la Reggia e i sapori italiani.
ORTINFESTIVAL per l’originalità dei suoi contenuti, ha ottenuto il Patrocinio di Expo 2015, del Comitato Scientifico dell’Expo 2015 e del GIST Gruppo Italiano della Stampa Turistica.

GLI SPAZI DELLA REGGIA DI VENARIA

Porta d’accesso al Circuito delle Residenze Reali del Piemonte, dichiarate nel 1997 Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, il complesso della Venaria Reale è un unicum ambientale-architettonico dal fascino straordinario.
Inaugurato nel 2007, dopo 10 anni di cantieri che rappresentano ad oggi il più vasto progetto europeo di recupero di un bene culturale, la Reggia di Venaria Reale figura oggi tra i 5 siti culturali più visitati in Italia.
La Reggia di Venaria Reale nacque, intorno alla metà del Seicento, come palazzo di piacere e di caccia del duca Carlo Emanuele II, che ne fece il simbolo della magnificenza e potenza della dinastia. Il complesso è caratterizzato da un’unità territoriale, tuttora mantenuta, tra il borgo, il Palazzo Ducale e il circostante parco della Mandria e dalle dimensioni straordinarie: una superficie di 125.000 mq. lorde, 800.000 mq di giardini e parchi.
Il complesso della Venaria Reale è uno spazio immenso, vario e suggestivo, dove il visitatore non può che restare coinvolto in atmosfere magiche raccolte in un contesto di attrazioni culturali e di loisir molteplici. La Reggia è aperta tutto l’anno e propone visite e passeggiate, mostre ed eventi, concerti e spettacoli, un percorso alla scoperta della vita di corte ma anche ristoranti, caffetterie, bookshop, attività per le scuole.

IL POTAGER ROYAL

Nel Parco basso dei nuovi Giardini della Reggia sorge il più grande Potager d’Italia realizzato secondo i principi dell’Agroecologia in un’area di circa 10 ettari localizzata nei pressi della Cascina Medici del Vascello. Qui nel ‘600 e ‘700 si estendevano parte dei Giardini, mentre nel corso dell’800 il medesimo spazio era utilizzato per coltivazioni estensive da parte dell’Azienda Agricola della Real Casa.
In occasione di ORTINFESTIVAL questi spazi ospitano un grande orto contemporaneo, un inedito Edible Garden che offre un viaggio nella storia attraverso i prodotti agricoli, un percorso che partendo dalle più antiche piante spontanee si arricchisce nel tempo delle novità provenienti dalle scoperte geografiche e dagli scambi commerciali, culturali, gastronomici.
Il progetto ideato dall’equipe dell’Ufficio Conservazione Giardini de La Venaria Reale comprende:
• Antiche varietà recuperate di alberi da frutta autoctoni: meli, peri, ciliegi, susini…
• Potager Royal i migliori ortaggi tipici del paniere piemontese in tutte le varietà
. ortaggi che hanno caratterizzato i continenti e le epoche
• Piante spontanee che hanno caratterizzato le culture antiche
. Erbe aromatiche provenienti da tutto il mondo
• Piante acquatiche e fiori eduli commestibili,
. Frumenti e cereali di grande utilizzo
. Piante tintorie e tessili che hanno segnato la storia
• Ortaggi esotici

Visite guidate al Potager Royal
Per imparare a conoscere e riconoscere moltissime varietà di erbe spontanee, tuberi esotici, ortaggi della tradizione, piante acquatiche commestibili, legumi, cereali e molto altro, sono state organizzate visite tematiche accompagnate da guide etnobotaniche.

Orto Design
Idee, progetti e prodotti innovativi della terra o ispirati dalla terra, elaborati da architetti, paesaggisti, designer, contadini visionari del nuovo millennio, piccoli e grandi Archimede dell’universo green. In questa sezione si possono trovare suggestioni per riciclare materiali poveri o destinati al riciclo, per realizzare orti verticali, sui tetti o semplici davanzali urbani.

CUCINA “ORTEMPORANEA”: L’ORTO GOURMET
ORTINFESTIVAL celebra il rapporto indissolubile che esiste tra l’orto e la cucina, con una rassegna di gastronomia “ortemporanea”.

Showcooking
Dall’orto alla tavola il passo è breve, perché non può esistere una buona cucina senza buoni prodotti, e nell’orto se ne trovano tanti… e tutti di stagione! Ciclo d’incontri con grandi chef, stellati e non, bravi osti e cuochi virtuosi, blogger, autori e gastrosofi, ma anche pasticceri, panificatori e nutrizionisti, dedicati alla cucina orticola a 360°, italiana e del mondo. Quest’anno il 50% degli appuntamenti sarà dedicato alla cucina vegetariana*:
Dalle 11.30 alle 12.30 gli appuntamenti con gli ospiti della rivista Sale & Pepe Veg
Dalle 14.30 alle 15.30 gli appuntamenti con le Cucine del Mondo
Dalle 16.30 alle 17.30 gli appuntamenti con gli ospiti di The Vegetarian Chance*
Dalle 18.30 alle 19.30 gli appuntamenti con gli ospiti di Food Market Cooking

La partecipazione agli showcooking è libera e gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili: i primi 50 posti sono già prenotabili, manda una email a: ortinfestival@lavenariareale.it con i tuoi dati: Nome e Cognome/Email/Recapito telefonico/data e orario dello showcooking
I rimanenti posti saranno prenotabili in loco, dal giorno dell’apertura

In collaborazione con
BIA – ECORNATURASI – FOOD LAB – IPAC
CARLO ANGELA – TECKNOIMPORT
THE VEGETARIAN CHANCE – DONNE DELLA BIRRA – GAL SILA
SALE & PEPE
Food court
Chioschi e food corner stanziali e su ruote proporranno ogni genere di delizie, piatti veloci, easy-going, ma di qualità e pieni di gusto: cucine di strada, insalate, zuppe, carni e verdure.
Beer&Wine garden
Una selezione accurata di micro birrifici artigianali, beershop ed brewpub scelti tra le eccellenze italiane, con le loro birre in fusto alla spina e in bottiglia.
Un’area di degustazione e mescita di vini di pregio selezionati tra le migliori cantine e produttori del Piemonte.
Tea House
Nella serra di Cascina Medici del Vascello sarà possibile degustare alcune tra le più pregiate varietà di tè di India, Cina e Giappone, selezionate e proposte in abbinamento a piccoli snack food
Food & Farmer Market
L’area quest’anno si ampia e avrà come ospite le Eccellenze dei Mercati torinesi; il Mercato dei Sapori, filiere corte per comperare dai produttori i migliori prodotti di stagione; i Maestri del Gusto selezionati dalla Camera di Commercio di Torino per offrire un viaggio alla scoperta dell’enogastronomia torinese; l’orto si fa social: area dedicata alle eccellenze della cooperazione agroalimentare selezionate da Legacoop Agroalimentare e Confcooperative Fedagri.

BBQ Open air school

Considerato l’interesse crescente verso la cucina open air, verrà allestita una scuola di cucina al barbecue con un ciclo d’incontri tenuti in collaborazione con I SIGNORI DEL BARBECUE. La partecipazione è libera, fino ad esaurimento dei posti.

i-Plaid pic-nic Zone
Pasteggiare nel prato del Re, il più bel regalo de La Venaria Reale ai visitatori di Ortinfestival!
Per godere appieno di un bel ponte all’aria aperta, verrà attrezzata un’area pic-nic per il pubblico, che potrà accomodarsi nei prati della Reggia con tanto di plaid, forniti da Ferrino contemporary outdoor.
Ciascuno potrà gustare le prelibatezze acquistate nella food court o nei farmer market per fare pranzo, cena o una tradizionale “merenda sinoira” nei prati della Reggia.
L’area è accessibile al pubblico dotato di biglietto d’ingresso.
In collaborazione con FERRINO OUTDOOR

AGRICONNECTION L’innovazione incontra il gusto
ORTINFESTIVAL dedica una sezione ai protagonisti dell’innovazione nel comparto agrifood, a coloro che ogni giorno, attraverso ricerca, esperienza sul campo e tecnologia, innovano e migliorano il settore: dibatti, workshop e incontri tra innovatori e aziende del settore agroalimentare per scoprire quanta tecnologia nasconde il cibo che mangiamo.
Il 30 maggio si parte dalla terra, con workshop e interventi dedicati alla terra e al suo trattamento, alle tecniche di coltivazione e alle soluzioni a basso impatto ambientale per produrre energia dagli scarti e capire se quello di cui ci nutriamo sia davvero sostenibile.
Sempre il 30 maggio sono l’acqua il suo risparmio a diventare protagonisti: cercheremo di capire quali sono i modi per ottenere cibo anche in condizioni desertiche
Il 31 maggio è dedicato alla tecnologia in giardino e alla trasformazione dei frutti della terra con incontri e dibattiti sul tema della contraffazione e del packaging. Protagonisti i designer e gli ingegneri che con sistemi hi-tech e un nuovo modo di concepire contenitori e packaging possono fare la differenza tra un vino o un olio di qualità e uno che si finge tale. Sempre Il 31 maggio invece la cura del verde non avrà segreti con il workshop “Il giardino tra tecnologia e natura”.
Il 1 giugno è dedicato alle startup con Agriconnection Mentor Game, incontri tra startup e innovatori pronti a rivoluzionare il settore agroalimentare e un confronto tra giovani innovatori e associazioni di categoria sul tema delle piattaforme e-commerce del comparto agrifood, straordinarie vetrine virtuali dei prodotti made in Italy. Da non perdere, la dimostrazione dell’uso dei droni in campo aperto.
Il 2 giugno si conclude con gli incontri dedicati alla vendita diretta e al concetto di retail: special guest la canapa e la sua riscoperta come prodotto dirompente per il mercato e l’ambiente.
Agriconnection è coordinato da Barbara D’Amico – giornalista, specializzata in economia e innovazione nel settore agroalimentare per La Stampa per cui ha creato l’omonimo blog – con il sostegno tecnico della rete d’innovatori Talent Garden Torino, hub dedicato ai talenti della comunicazione e del digitale.

In collaborazione con
AGRICONNECTION – HUMUS ANENZY – TALENT GARDEN TORINO – CUBE DESIGN
Con la partecipazione di
Oata, Geogreen, Triphylla Distribution, Toscanapa, Primo Taglio, Gnammo
EDUTAINMENT
ORTINFESTIVAL ospita una serie di workshop per grandi e piccini, dedicati alla ri-scoperta della terra e a tutto ciò che gravita intorno all’universo agricolo, all’ecologia, all’ambiente e al benessere. Saranno brevi incontri e/o atelier di alfabetizzazione orticola, conversazioni o laboratori tenuti da esperti, in grado di coinvolgere ed appassionare il pubblico.

L’arnia sul balcone? Storia di UrBees e di un apicoltore urbano a Torino.
Presentazione del libro di Antonio Barletta per ripercorrere le tappe di realizzazione del progetto UrBees a Torino.

Detroit: fenomeno dell’agricoltura urbana nella gemella americana di Torino
Francesca Berardi, giornalista e autrice di Detour in Detroit-Humboldt Books racconterà come la Motor City si è trasformata nella città più rurale d’America e le implicazioni sociali del fenomeno.

Leggere l’anima. Sistema di Grafologia Moderna
Presentazione del libro di Riccardo Bruni che ci aiuterà, attraverso il nostro modo di scrivere, a capire chi realmente siamo.

PER I PIU’ PICCOLI
Contest “Da grande farò il designer, forse…” a cura di anonimicreativi . oggetti . sogni . concetti
Fiori, piante e frutta… prendono vita diventando veri oggetti di design per mano dei bambini. Un concorso di idee, dove un vero oggetto di design sarà progettato dai “designer del futuro” e prodotto in limited edition.

Laboratorio “Una casa a sei zampe – La biodiversità a tavola inizia da qui!” a cura di Associazione Studio ArteNa – arte e natura … per conoscere la Natura vivendola!
Un viaggio dai fiori ai frutti passando attraverso il meraviglioso mondo degli insetti impollinatori: non api, ma altri piccoli amici solitari e innoqui che chiedono asilo in cambio del loro servizio.

Laboratorio “Unforchettable” a cura di To Science associazione per la promozione della cultura scientifica.
Un laboratorio tra scienza e alimentazione per bambini di tutte le età! Siete curiosi di scoprire come riconoscere i lipidi? Volete diventare cacciatori di amido? Vi piacerebbe creare un colorante naturale? Ma la cocacola può esplodere? E… le farine possono essere pericolose? Queste e altre domande avranno una risposta scientifica e incredibilmente divertente. Venite a sperimentare con noi, tra pentole e provette!

Laboratorio “le sentinelle dell’ambiente in città” a cura di UrBees
Un laboratorio per sensibilizzare i bambini sull’importanza delle api favorendone l’identificazione rispetto a vespe, calabroni e bombi.

Frutta Party!! A cura di Zero18+ feste eventi e edutainment
Una caccia al tesoro da giocare e… da bere! Impareremo divertendoci a conoscere la frutta di tutto il mondo. La stagionalità e i ritmi della natura non saranno più un segreto!

Chi è il Guardiano dell’Orto? A cura di Zero18+ feste eventi e edutainment
Costruiremo con l’aiuto di tutti i bambini, un simpaticissimo spaventapasseri che sarà il guardiano dei coloratissimi orti dei Giardini della Reggia di Venaria Reale.

Si ringraziano
TIGER – TOSCIENCE
OPEN AIR SHOPPING AREA
ORTINFESTIVAL ospita un’ampia sezione, dedicata allo shopping, con esposizione, degustazione e
vendita, suddivisa per aree tematiche.
Shopping cotone, canapa, lana e tessuti naturali; ceramica e terracotta; design, gioielli e artigianato d’autore; oggettistica realizzata in carcere
Gardening arredi da giardino, vasi e fioriere; fertilizzanti naturali e terricci biologici; bugs-home, nidi per uccelli e mangiatoie
Green piante tropicali, fiori eduli, aromatiche, orticole, perenni, antiche varietà, piccoli frutti
Wellness saponi, profumi, essenze, maschere, creme, oli, unguenti, cosmesi naturale, spezie e tisane curative

SPETTACOLI
ORTINFESTIVAL ospita momenti di spettacolarizzazione itinerante con musicisti, artisti di strada e performer

 

Event designer per Ortinfestival

Sabato 30 maggio
11h30 Francesca Filippi presenta il suo libro I Love Green + showcooking: Green Gazpacho
14h30 Chef Kumalé + special guest Dana Frigerio di Blossom Zine + showcooking: Taboulé vs Tabboula
16h30 Pietro Leeman del ristorante Joia MI (1 star Michelin) presenta il suo nuovo libro Il Sale della Vita  + showcooking: Prima-Vera, sfoglia di canapa con cera di carote e gelato al té affumicato
18h30 Marcello Costa Maitre glasseur di Pietro Romanengo GE + Sergio Rossi “il Cucinosofo”

Domenica 31 maggio
11h30 Simonetta Chiarugi SV, presenta il suo libro Buon Gardening (Mondadori) + showcooking: Hamburger di ortica e bon bon alla rosa
14h30 Caroline Noel (Belgio) Beerchef & Donne della Birra + showcooking: polpette-boulets liègeois alla birra
16h30 Mariangela Susigan del Ristorante Gardenia (1 star Michelin) + Lucia Papponi, etnobotanica + showcooking: Herbarium, erbe spontanee nuove consistenze
18h30 Emanuela Regi La Dolce Peonia PT + showcooking: Sentirsi a casa, dolce al cucchiaio al profumo di sambuco

Lunedì 1 giugno
11h30 Bonetta dell’Oglio PA + showcooking: Insalatina fresca con tumminia tiepida, petali di pomodoro su spuma di foglie di tenerumi e aromi
14h30 Haruo Ichikawa del ristorante Iyo MI (1 star Michelin) + showcooking: Dango polpettine fritte di verdure miste, dall’oriente e dall’occidente
16h30 Jenny Sugar della pasticceria Sugar Tree MI + showcooking: Cous cous dolce vegano-integrale dai profumi mediorientali
18h30 Saverio Grillo dell’agriturismo Fattoria Bio CZ + showcooking: Tortino di patate della tradizione silana

Martedì 2 giugno
11h30 Carla Lertola & Fiorenzo Frumento presentano il libro Liberi dalle Diete (Mondadori) + showcooking: orzotto con pomodori confit e ricotta di pecora
14h30 Sayaka Miyamoto, la cucina giapponese di casa + showcooking: Ingen no Goma ae (fagiolini in salsa di sesamo) + Shira Ae (insalata di verdure e alghe in crema di tofu
16h30 Daniela Cicioni CO, vincitrice The Vegetarian Chance 2014 + showcooking: cous cous crudista di cavolfiore alle erbe aromatiche con maionese di avocado ai capperi
18h30 Panacea + showcooking: Lo Zen e l’arte della panificazione con lievito di pasta madre
PRENOTAZIONI
La partecipazione agli showcooking è libera e gratuita fino ad esaurimento dei posti disponibili:
i primi 50 posti sono già prenotabili, manda una email a: ortinfestival@lavenariareale.it con i tuoi dati: Nome e Cognome/Email/Recapito telefonico/data e orario dello showcooking
I rimanenti posti saranno prenotabili in loco, dal giorno dell’apertura

 

VITTORIO CASTELLANI aka CHEF KUMALE’
Food writer & journalist | Event designer | Consultant
Mobile +39 335 6647579
Email chef@kumale.net
www.ilgastronomade.com
www.facebook.com/chefkumale
Twitter: @chefkumale
Skype: chefkumale

Conto alla rovescia per T-wine, l’esclusivo tasting targato AIS Toscana che inaugura il nuovo complesso del Casone Ugolino a Castagneto Carducci

TWINE IL 31 MAGGIO AL CASONE UGOLINO DI CASTAGNETO CARDUCCIConto alla rovescia per T-wine, l’esclusivo tasting targato AIS Toscana che inaugura il nuovo complesso del Casone Ugolino a Castagneto Carducci
Durante la giornata è prevista anche un’anticipazione di “TransuMare: dalla pianura alle montagne casentinesi”, che sarà il più importante evento equestre del 2015

E’ iniziato il conto alla rovescia per T-Wine, l’esclusivo tasting organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier Toscana in collaborazione con la delegazione AIS di Livorno guidata da Paola Rastelli e la Strada del vino e dell’Olio Costa degli Etruschi, che domenica 31 maggio dalle 10 alle 19, presso il rinnovato contesto del Casone Ugolino di Castagneto Carducci, permetterà a tutti gli enoappassionati di degustare le eccellenze enologiche italiane più conosciute e in particolare i vini della Costa Toscana.

Il programma della giornata prevede degustazioni libere dalle 10 alle 19 con i tradizionali banchi di assaggio del vino – a cui si affiancheranno alcuni di olio e food – ma anche l’Ais Wine Shop, ovvero un corner presso il quale sarà possibile acquistare subito – ordinandolo direttamente on line tramite operatore autorizzato e ricevendolo a casa – il vino preferito tra quelli assaggiati durante l’evento. Due appuntamenti spot, entrambi alle ore 14: l’Ais Tutor (partecipazione gratuita su prenotazione) con cui compiere mini tour alla scoperta dei vini più rappresentativi raccontati dall’esperienza di sommelier professionisti e l’AIS Wine School, ovvero un mini corso della durata di mezz’ora per gli enoappassionati neofiti della sommellerie con il quale acquisire le regole fondamentali per degustare un vino. Alle 15 sarà poi il momento di una degustazione guidata (gratuita): “Racconto del territorio attraverso le sue diverse eccellenze” guidata da Cristiano Cini e Maurizio Zanolla, a cui farà seguito la presentazione “Il Territorio e le sue eccellenze” a cura di Luciano Zazzeri, chef de La Pineta di Marina di Bibbona considerata uno dei punti di rlogo ais toscanaiferimento dell’alta ristorazione italiana.

Il vino tuttavia non sarà l’unico protagonista di questa giornata-evento: se alle 10.30 si terrà in anteprima la presentazione del progetto Casone Ugolino “Italia, Toscana, Costa Tirrenica: un’opportunità per il futuro”, un altro momento clou coinciderà con l’appuntamento con i Cavalieri di Maremma e quelli di Dimensione Maremma che arriveranno alle ore 12 e si esibiranno a partire dalle 16.30 in un’anticipazione-spettacolo di “TransuMare”: il cammino tra città e campagne toscane da ripercorrere con i ritmi della natura ” . Una performance italo – francese con butteri, guardians, puledri e vacche maremmane, già protagonista a Marsiglia nel 2013 e considerata oggi l’avvenimento equestre più importante del 2015.

T-Wine è un evento pensato in una location esclusiva – all’interno del complesso del Casone Ugolino sorgerà infatti la Bolgheri e Costa Toscana Wine & Food Farm che aprirà le porte per la prima volta proprio in concomitanza con l’evento di AIS Toscana di domenica 31 maggio – per promuovere in una cornice di prestigio i vini del territorio di Terratico di Bibbona, Montescudaio, Bolgheri, Val di Cornia e Isola d’Elba, che grazie a T-Wine saranno al centro dell’attenzione di un pubblico particolarmente esigente ed attento alle tipicità del vino italiano. Una location destinata a diventare un punto di riferimento per i vini della Costa Toscana, che avranno in questo appuntamento dalla cadenza annuale la propria vetrina più esclusiva. Questo luogo, sarà tra l’altro, anche la sede del Museo Multimediale del Vino, con oltre settanta installazioni sensoriali, olografiche ed interattive per meglio conoscere e scoprire le realtà storiche di Bolgheri e della Costa Toscana

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C
Email marzia.morganti@gmail.com
www.aistoscana.it – www.martecomunicazione.com