Sa.Mo.Car Maserati Ghibli presenta Una serata a tutt’Emilia

apericena calandra_Sa.Mo.Car Maserati Ghibli presenta  Una serata a tutt’Emilia

Firenze, 18 dicembre 2015

All’Officina Ferrucci l’Aperitivo è una cosa seria……ogni serata è perfetta.

Eleganza senza tempo, sportività, stile e bellezza italiani, primi attori la Maserati Ghibli e Sa.Mo.Car, concessionaria ufficiale per Ferrari e Maserati per la Toscana, Lazio e Sardegna, che organizzano una serata perfetta nelle rinnovate sale de l’Officina Ferrucci, quella che si sta affermando come una delle più suggestive e dinamiche location di Firenze; Maserati e la sua Concessionaria ufficiale Sa.Mo.Car hanno voluto fare un cadeau di Natale al bel pubblico di Firenze creando “un isola” statica all’esterno del luogo magico de L’Officina Ferrucci, dove lo stile serve a distinguersi, nell’occasione di un apericena glamour, una serata di gala, per presentare alcune potenti berline Maserati, la mitica Ghibli e la Quattroporte.
Sa.Mo.Car Maserati, orgogliosa del proprio ruolo di ambasciatore internazionale di quella eccellenza italiana che solo il nostro Paese sa esprimere, ha scelto una location “nata” da poco, che ha riaperto  i battenti più bella che mai, un locale storico a Firenze, con un nuovo nome, l’Officina Ferrucci, guidata da Moreno Baccello e dalla bella figlia Giulia, che torna ad aprire le sue porte su un crocevia tra Piazza Ferrucci e Via Giampaolo Orsini, da una parte una strada immersa nel via vai cittadino, dall’altra una piazza piena di verde su cui insiste un dehor e un patio, ideale per la stagione primaverile ed estiva, proprio per sottrarsi al traffico.

E in una serata scintillante, fatta di auto di sogno, la Maserati Ghibli, belle donne e un locale affascinante, si celebra “L’aperitivo”, un fenomeno che si è evoluto, diventando un “concept” gastronomico, un’occasione di consumo con nuove regole e costumi: infatti la serata è impostata alla degustazione di prodotti emiliani dando una firma ben precisa di stile alla serata, presentando le tipicità della gastronomia del territorio emiliano, piatti che si fanno esteticamente belli e desiderabili, dove il colore degli appetizer, la ricerca delle materie prime, la fantasia messa nella preparazione dell’aperitivo dimostrano la flessibilità di queste occasioni di consumo, apparentemente frivole ma invece non banali, momenti da vivere e far vivere sempre più come un’esperienza, un colto viaggio fra i sapori e i piaceri.

Press: Cristina Vannuzzi Landini
Officina Ferrucci Bar Pasticceria
Piazza Ferrucci/ Via Giampaolo Orsini, 125, Firenze Telefono:055 687788
Sa.Mo.Car. Spa

Via Roubaix, 31, 59100 Prato PO Telefono:0574 444746

E’ Natale a Tavarnuzze

nataleE’ Natale a Tavarnuzze

Dal 8 al 20 dicembre 2015

Un tour di sapori, di gusto antico, di fragranze, ma anche la gioia degli occhi, nuvole di lavanda, pennellate di giallo dello zafferano, il verde dei prati, l’abbraccio rassicurante degli olivi, filari di viti: è un invito a “perdersi” nel magico mondo incantato dei paesi intorno a Firenze, Tavarnuzze, Impruneta, Greve in Chianti….per chi apprezza le antiche usanze della campagna, le feste di paese, i colori, le origini della nostra cultura, l’artigianato.
E’ tutta uno snodarsi di borghi e fattorie, casali e castelli, nel Chianti, da Firenze a Siena, in questa zona affascinante, fatta di antichi mestieri, antichi mestieri che passano da padre in figlio, il Made in Italy, qui si chiamano artigiani, qui non si parla di delocalizzare la produzione, forse è un segno di appartenenza a una terra e la sua storia, forse è l’orgoglio per farne una questione di identità. Ma il momento più evidente dell’appartenenza al territorio si vede a Natale, dove si crea un grande borgo, dove è una festa per tutti, grandi e piccini, qui da noi non c’è il problema del Crocefisso ma si espone in piazza il Presepe di cotto della Fornace Mariani Mital, in piazza ci si va con i cavalli e il calesse, dove le belle donne si mostrano in tutta la loro bellezza; qui si fanno le Casette, delle prelibatezze, sapori antichi per i bambini di oggi.
E poi ci sono gli artigiani, i maestri d’arte, come Simone Mencherini, che per questo Natale ha voluto creare un momento unico, di arte, di alta oreficeria, di gusto, Mencherini ha creato un racconto, fate ed elfi nella vetrina del suo laboratorio, il ritratto di una donna dalla bellezza incredibile, ornata di gioielli che l’orafo riproduce dal vivo, la Linea Vite, creata dall’artista Elisabetta Rogai.
Un racconto d’arte, quello dei 2 artigiani, l’orafo Simone Mencherini e l’artista Elisabetta Rogai, nato nei giorni del Drappellone del Palio dell’Assunta, e continuato con la creazione della Linea Vite, un racconto “di paese” dove forse esiste la serenità, dove il ricordo di borghi antichi, di una vita che si perde nella semplice routine del Borgo, che vive, giorno per giorno, cadenzato, sempre uguale, senza fine……
www.simonemencherinigioielli.it
www.elisabettarogai.it
Press: Cristina Vannuzzi  – cristina.vannuzzi@gmail.com

All’Officina Ferrucci …la nuova moda di fare aperitivo

17 dicembre aperitivi-pisa-dicembreAll’Officina Ferrucci …la nuova moda di fare aperitivo
Firenze, 17 dicembre, aperitivo Time all’Officina Ferrucci.
Forse il primo aperitivo celebre risale al 1930, quando il marchese Negroni, al bar di una “capanna” in Versilia si mise a giocare con gin, bitter e vermouth…e nasce l’aperitivo Negroni in quella che sarebbe stata “La Capannina”; passando gli anni e cambiando le abitudini dei giovani per un bere consapevole, tendenze di uno stile di vita più sano, le norme antialcool più severe e soprattutto il vino rosè e le   bollicine, i vini spumanti e dei vini frizzanti (minore pressione in bottiglia degli spumanti) sono estremamente graditi dai giovani nel rito degli happy hour. Praticamente, da aperitivo basato su bibite alcooliche l’aperitivo dei giovani usa il vino che diventa una  nuova concezione di aperitivo. E allora….è qui la festa!!!! a Firenze l’aperitivo trendy è all’Officina Ferrucci, locale ubicato all’inizio del Viale Michelangelo, un crocevia di ragazzi e belle ragazze, auto sportive, pasticceria e piccoli snack, sembra di essere ritornati agli anni ’80; qui,  sotto l’abile regia del PR fiorentino Stefano Bosia, questo bellissimo locale decolla e riunisce la “Firenze bene” che si vuole incontrare, che vuole ridere e divertirsi. Dunque, il fenomeno aperitivo all’Officina Ferrucci, diventa, oltre che luogo di incontro, un “concept” gastronomico, dove le tipicità della gastronomia si fanno mignon, i piatti si fanno esteticamente belli e desiderabili nelle miniporzioni. Mentre la cantina diventa una fonte di ispirazione per la scelta della bevanda da proporre. Il colore degli appetizer, la ricerca delle materie prime, la fantasia messa nella preparazione dell’aperitivo dimostrano la flessibilità dello chef Jacopo Matteini che esprime la sua grande creatività per far vivere sempre più come un’esperienza, un viaggio fra i sapori e i piaceri.

Press: Cristina Vannuzzi Landini
Officina Ferrucci Bar Pasticceria
Piazza Ferrucci/ Via Giampaolo Orsini, 125, Firenze
Telefono:055 687788

Sergio Di Gennaro 4tet’ al Due Torri Hotel Verona

TestataDiGenaro4tet2015FB.231144Sergio Di Gennaro 4tet’ al Due Torri Hotel Verona

Venerdì 18 Dicembre serata di chiusura Stagione 2015

Eccoci all’ultima serata della Rassegna 2015, condotta da Jazz&More e Circolo Jazz Verona in collaborazione con Due Torri Hotel, prestigiosa Location in centro città, con il sostegno di Banca Popolare di Verona e Advanced Consulting&Engineering, sotto il patrocinio del Comune di Verona. Sempre al centro Giovani Talenti e nomi Storici del Jazz Italiano, accanto ai complementi d’arredo solidali Azalea Home e alla cucina di qualità, grazie all’unione Due Torri e Frantoio Fontanara.

Venerdì 18 Dicembre arriva sul palco l’interessante Quartetto condotto da SERGIO DI GENNARO, bravo pianista torinese con collaborazioni con i migliori jazzisti italiani… al suo fianco Marco Braglia alla batteria, Marco Piccirillo al basso e il nostro Fabrizio Gaudino alla tromba.

Appuntamento alle 20.00 con i prelibati piatti del Due Torri Lounge&Restaurant curati dallo chef Sergio Maggio, con speciale riduzione del 20% sul Menu alla Carta. Alle 21.30, appuntamento con la musica live.

Scopri il Programma e gli Artisti su www.jazzandmoreverona.com

Programma

Ore 20.00 | Apertura Ristorante
Ore 21.30 | Inizio Jazz Concert con
Sergio di Gennaro, piano
Fabrizio Gaudino, tromba
Marco Piccirillo, contrabbasso
Marco Braglia, drums

Prossimo concerto:  15 Gennaio
DARIO CARNOVALE TRIO

Programma completo su JAZZ&More

Silvano, Fabrizio, Umberto

Info & Prenotazioni

Cena: riduzione 20% su Menù alla Carta*
Concerto: intero € 10,00 | ridotto € 8,00
Abbonamento annuale: 16 Concerti € 100,00
* Cenando nel Louge&Restaurant potrete gustare le prelibate proposte dello chef Sergio Maggio, con tavolo riservato

Mob. 335 6317228 | 345 3845373
Mail. jazzandmore.verona@gmail.com
Web. JAZZ&more

Bello Utile e Solidale

La Rassegna sostiene il progetto AZALEA HOME dedicato alla produzione di Oggetti e Complementi d’arredo belli e sostenibili, ideati e assemblati da Artisti con disabilità. La produzione offre Lampade, Cuscini, Candele e altro ancora, visibili alla pagina Azalea Home e in vendita al Gran Can RistorArte Hotel di Pedemonte (VR) tel 045 7701911.

JAZZ&More suoni sapori solidarietà

Associazione Culturale Musicale
sede legale: Via Dante Alighieri, 18
37010 Cavaion V.se (VR)
Mob. +39 335 63 17 228

Cena rinascimentale: la magia del 500′ A castello

Cena rinascimentale: la magia del 500′ A castello
Sabato 12 Dicembre, nella splendida cornice del Castello di Levizzano Rangone, va in scena la Cena Rinascimentale a Castello: un’indimenticabile serata che vi porterà indietro nel tempo, attraverso allestimenti, cocci, candelieri e cibi ispirati alla cucina rinascimentale. Per chi si fermerà per la notte, sarà possibile visitare i Mercatini di Natale nel vicino borgo di Castelvetro di Modena, Domenica 13 Dicembre.

Per maggiori informazioni visita il sito all’indirizzo:
http://www.visitcastelvetro.it/scoprire/proposte/cena_rinascimentale_la_magia_del_500_a_castello.htm

Torna Kanzi, gusto ed energia per sedurre la vita

Torna Kanzi, gusto ed energia per sedurre la vita
Disponibile fino a giugno la mela che dà la carica, con il suo sapore dolce-acidulo e il suo contenuto di sali minerali e vitamina C

BOLZANO (9 dicembre 2015) Un’esplosione di energia e gusto per vivere la vita al massimo. La mela Kanzi® è disponibile fino a giugno nei reparti ortofrutta dei supermercati e sui banchi dei negozi di ortofrutta all’insegna del motto “Seduce Life”, un invito a cogliere ogni occasione per portare un momento di piacere e di carica alle proprie giornate.

Nata da un incrocio tra le mele Gala e Braeburn e coltivata nelle valli dell’Alto Adige dai soci dei consorzi VOG e VI.P, Kanzi® ha tutte le caratteristiche per tenere fede a questa idea: la buccia dal colore rosso intenso che sfuma in delicate striature giallo-verdi attira al primo sguardo; il morso croccante libera un profumo intenso e aromatico mentre la polpa soda e succosa porta al palato il caratteristico gusto dolce arricchito da fresche ed energiche note acidule.

Ma la ricchezza di Kanzi® non è solo nel gusto: il contenuto di acqua, sali minerali e vitamine rende questa mela un alimento perfetto sia per affrontare al meglio l’inverno che per avere una marcia in più con l’arrivo della bella stagione. Secondo la Apfel-fit ricerca del Centro di sperimentazione Laimburg di Bolzano reso pubblico nelle settimane scorse, Kanzi® è tra le tre varietà di mela con il più alto contenuto di vitamina C, tra quelle diffuse in commercio.

La passione per la vita passa anche per la cucina: grazie alle sue caratteristiche organolettiche Kanzi® è un ingrediente ideale per ricette creative e di classe, ma anche per snack che uniscono gusto, energia e praticità, adatti a chi vive una vita sempre di corsa: uno spuntino sfizioso come il Pane alle mele Kanzi® o una bevanda energizzante a base di Kanzi® e thé verde.

Tutti i consigli per sedurre la vita e le ricette di Kanzi® sono disponibili sulla pagina Facebook “The Seductive World of Kanzi” (www.facebook.com/KanziApple.italia) e sul sito internet http://www.kanzi.it, disponibile anche in versione mobile.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o Fruitecom srl

Mercato della Toscana

Mercato della Toscana
Martedì 8 Dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, in via Sinistra Guerro a Castelvetro di Modena, potrete ammirare e acquistare il meglio della qualità… il Mercato della Toscana vi aspetta!
E per chi desidera proseguire lo shopping natalizio può visitare il Mercatino di Natale nel cuore del borgo storico, con artigianato e tanti prodotti tipici locali!

Vigolana: Benessere all’aria aperta. XV edizione di Artigiani a Bosentino, il Mercatino di Natale

Vigolana: Benessere all’aria aperta. XV edizione di Artigiani a Bosentino, il Mercatino di Natale

Dal 28 novembre 2015 al 8 dicembre 2015

XV edizione di Artigiani a Bosentino, il Mercatino di Natale:
Sabato 28 e domenica 29 novembre e poi da venerdì 4 a martedì 8 dicembre vi aspettiamo a Bosentino.

http://www.mondodelgusto.it/notizie/10517/vigolana-benessere-all-aria-aperta-edizione-artigiani-bosentino-mercatino-natale

Le cartellate – Anna

Le cartellate – Anna

Un dolce natalizio pugliese

Le cartellate – Anna

Ingredienti
1kg di farina 00
100 dl di olio di oliva
200 gr di zucchero
2 uova
vino bianco quanto basta

Preparazione
Intiepidite sia l’olio che il vino aggiungendo un cucchiaio di zucchero nel vino, impastate bene tutti gli ingredienti divididete l’ impasto a pezzi e aiutandovi con la macchina della pasta, fate delle strische sottili, passate le strisce fino al numero 6, lasciate riposare, tagliateli a strisce di traverso, più o meno due dita come larghezza, fate un taglio al centro e poi passate una parte dal foro sembrerà un fiocco.
Friggete in olio di girasole ben caldo girandoli in fretta perchè diventano subito dorati, posate su carta assorbente lasciateil raffreddare, cospargeteli con zucchero a velo e cannella oppure nel vin cotto

Coppette bicolore

Coppette bicolore

Ingredienti
400 gr di mascarpone
4 uova
4 cucchiai cacao
8 cucchaiai di zucchero
pan di spagna
2 tazzine di caffè

Preparazione
Dividete il macarpone a metà mettetelo in 2 ciotole diverse
Unite nelle singole ciotole al mascarpone 2 uova e 4 cucchiai di zucchero, in una aggiungete il cacao
Preparate le singole coppette. Fate con il pan di spagna un fondo alla vostra coppette, bagnate con il cafè, non inzuppatelo troppo, versate uno strato di crema al cacao e sopra uno strato di crema di mascarpone, spolverizzate con il cacao

Apericena dalle 20.30: SUSHI experience OFFERTO da QOR Fusion Restaurant | PISTI from Krakatoa Record & LOLLINO

3dicApericena dalle 20.30: SUSHI experience OFFERTO da QOR Fusion Restaurant | PISTI from Krakatoa Record & LOLLINO
Dopo il successone dell’INAUGURAZIONE
Giovedì 3 Dicembre 2015

ritorna:

SPUN | ThursdayIsTheNewFriday @ THE BEACH
Dalle 20.30: SUSHI experience OFFERTO
PISTI from Krakatoa Record & LOLLINO

 

“Il Ritorno” del Giovedì storico del The Beach

NEWS: Da questa settimana utilizza gratuitamente il nostro Wifi per navigare,

taggare e postare le tue foto. Connettiti a Murazzi Free Wifi.

 

Via Murazzi del Po 22, Torino.

 

Le proprietà nutraceutiche dell’olio di oliva, tra valore salutistico e sostenibilità economica

Le proprietà nutraceutiche dell’olio di oliva, tra valore salutistico e sostenibilità economica
Se ne parla venerdì 4 dicembre al 1° Symposium a Monteriggioni (SI) con il Prof. Claudio Rossi dell’Università di Siena
Siena, 2 dicembre 2015.- Una coltivazione dell’olivo più sostenibile e più utile alla salute grazie al recupero e alla valorizzazione delle sostanze nutraceutiche. Di cosa si tratta? A spiegarlo è il Prof. Claudio Rossi, Docente di Chimica Fisica presso il Dipartimento di Biotecnologie, Chimica e Farmacia dell’Università di Siena nonché delegato del Rettore e responsabile dell’Area USiena AgriFood, relatore al 1° Symposium su alimentazione e proprietà salutistiche sui principi della Dieta Mediterranea dal titolo “Olio Extra Vergine di Oliva Elisir di Lunga Vita”, organizzato per venerdì 4 dicembre all’Auditorium di ChiantiBanca di Monteriggioni dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio e moderato dal conduttore e giornalista Rai, Federico Quaranta.

“La qualità della nostra alimentazione è uno dei fattori fondamentali che contribuisce a garantire il nostro stato di salute – premette il Prof. Rossi – e negli ultimi anni lo studio sugli alimenti è stato approfondito proprio al fine di comprendere la relazione tra cibo e salute. Ciò che si è scoperto è che molti prodotti vegetali sono ricchi di antiossidanti e di sostanze biologicamente attive capaci di interagire con i nostri processi metabolici, prevenendo l’insorgenza e lo sviluppo di patologie anche molto gravi. Da questa osservazione è nata una nuova disciplina scientifica: la Nutraceutica, che si propone di studiare i meccanismi molecolari che caratterizzano la funzionalità biologica delle componenti antiossidanti dei cibi”. Studi importanti, che si prefiggono come obiettivo principale quello di rafforzare il valore salutistico ed economico dei prodotti alimentari e dare indicazioni sull’utilizzo dei residui delle produzioni agricole ad oggi considerati scarti e che, invece, spesso contengono molecole con un grande valore protettivo per la salute. “L’olio di oliva – aggiunge Rossi – è uno dei prodotti più importanti e tipici della dieta mediterranea e il suo valore nutrizionale e nutraceutico è ben noto. La qualità di questo prodotto è in massima parte legata non tanto alla sua componente lipidica quanto piuttosto al contenuto di antiossidanti. Queste molecole, grazie alla loro azione, proteggono l’olio di oliva dai fenomeni ossidativi, mantenendo intatte le sue proprietà organolettiche. Con un meccanismo analogo queste sostanze nutraceutiche proteggono le nostre cellule e i nostri tessuti da patologie di tipo degenerativo”. Da sottolineare una particolarità molto interessante di queste sostanze nutraceutiche: esse sono presenti non solo nell’olio di oliva, ma anche nella pianta dell’ulivo e in particolare nelle foglie, come anche nei residui della produzione dell’olio e in modo specifico nella sansa. Il loro recupero e valorizzazione è di grande interesse, non solo per rendere disponibili queste molecole bioattive come protettori della salute, ma anche perché attraverso una loro valorizzazione economica è possibile rendere ancor più sostenibile la coltivazione e la produzione dell’olio di oliva. “Una valorizzazione – conclude Rossi – che ci consente di difendere e custodire il nostro territorio nel modo migliore, consentendo di diffondere nel Mondo, la bellezza e l’armonia dei nostri paesaggi toscani”.
L’apertura dei lavori sarà preceduta dai saluti iniziali del Presidente di ChiantiBanca Claudio Corsi e del Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi. A introdurre la sessione, l’intervento del Rettore dell’Università di Siena Angelo Riccaboni, a cui seguiranno nell’ordine la prima relazione curata dal Prof. Pier Luigi Petrillo, Consigliere Politiche Unesco Ministro Politiche Agricole e Forestali e Professore di Diritto Comparato Università Unitelma Sapienza Roma, quindi il Prof. Claudio Rossi e il Prof. Massimo Conio, Direttore Gastroenterologia Endoscopia Digestiva ASL1 Imperia coordinatore del Panel Medico al Forum Internazionale Dieta Mediterranea Expo Milano. Prima delle conclusioni, a cura del Presidente dell’Associazione Nazionale Città dell’Olio Enrico Lupi, un ultimo intervento che consisterà in un focus su “La Piramide Alimentare Toscana” con la dietista Carlotta Valenti alla presenza dell’Onorevole Luigi Dallai commissione Cultura, Scienza ed Istruzione e dell’Onorevole Oreste Pastorelli commissione Ambiente Territorio e Lavori Pubblici.
Sabato 5 dicembre poi, a Siena nella Sala di Palazzo Patrizi alle 9.30, le Città dell’Olio italiane si riuniranno per la 41° Assemblea Nazionale, il lungo week end dedicato all’olio e alle sue proprietà in terra senese, continua per tutta la giornata di domenica 6, a Castellina in Chianti, dove è in programma “Chianti d’Autunno: passione Extravergine”.
Ufficio Stampa Associazione Nazionale Città dell’Olio
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com
www.cittadellolio.it – www.martecomunicazione.com

Montebianco al mascarpone- Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia

Montebianco al mascarpone.jpg

Montebianco al mascarpone- Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia

Ingredienti
120 gr di meringhe
4 tuorli
300 gr di zucchero
300 gr di mascarpone
150 gr di marmellata di castagne
80 g di marrons glacés
25 g di pistacchi di Bronte tritati
un filo di zucchero a velo

Preparazione
Riducete in pezzi 50 gr di meringhe già pronte e distribuirle sul fondo di 6 coppe. Montare 4 tuorli e lo zucchero lavorandoli con la frusta finché si ottiene un composto ben schiumoso. Quindi aggiungete il mascarpone e la marmellata di castagne, incorporandoli con cura al composto. Infine distribuite la crema nelle coppe, sopra le meringhe. Tagliate a pezzetti i marrons glacés, mescolateli con 70 gr di meringhe spezzettate e distribuiteli sopra alla crema. Tenete la crema in frigorifero fino al momento di servire. Prima di portarla in tavola, cospargete con i pistacchi di Bronte tritati e con un filo di zucchero a velo.

Nata nel 1945, Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia – è una libera associazione industriale. Assolatte è l’organo nazionale preposto a rappresentare gli interessi economici e sindacali delle imprese che operano nel comparto lattiero caseario.
Le 300 realtà che aderiscono ad Assolatte rappresentano, in termini di fatturato, il 90% dell’intero comparto industriale nazionale del settore lattiero

Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia
via Adige n. 20Milano
Telefono 02.72021817 – telefax 02.72021838
assolatte@assolatte.it

Panettone gastronomico – Margherita

opanettone.jpg

Panettone gastronomico – Margherita

 

Ingredienti
500 gr farina manitoba
120 gr di latte
100 gr circa di acqua
70 gr burro
20 gr lievito di birra
2 tuorli
10 gr di sale

 

Preparazione
Raccogliete in una ciotola 200g di farina il lievito sbriciolato e il latte.Lavorate gli ingredienti ottenendo un impasto omogeneo. Coprite con un canovaccio umido e lasciatelo lievitare per 2 ore circa (biga).
Unite la biga alla farina rimasta ,incorporate anche il burro morbido, i tuorli lo zucchero e l’acqua ,unendo anche il sale. Lavorare l’impasto fino a quando risulterà liscio e morbido…10 minuti circa. Modellatelo a palla e ponetelo in una ciotola, coprire con un canovaccio inumidito e lasciatelo lievitare x 45-60 minuti dovrà raggiungere un volume tale che ,una volta trasferito in uno stampo cilindrico di 18 cm di diametro e 12cm di altezza, ne occupi il 40-50%.Al termine della lievitazione, per sgonfiarlo, schiacciate leggermente l’impasto con le mani unte di olio.
Ungete di olio lo stampo e ponetevi l’impasto. Coprite con un canovaccio umido e fate lievitare l’impasto fino a quando non avrà riempito quasi del tutto lo stampo (ci vorranno all’incirca 45 minuti). Infornate a 180°C per 45 minuti, poi sfornate e sformatelo, lasciatelo raffreddare su una gratella…
Affettatelo e farcite secondo i gusti preferiti (io ho fatto salmone e philadelphia, salsa al tartufo e cotto, crema di carciofi e pancetta..

 

 

 

Mercato della Toscana

Mercato della Toscana

8 dicembre 2015
Martedì 8 Dicembre, dalle ore 9.00 alle ore 19.00, in via Sinistra Guerro a Castelvetro di Modena, potrete ammirare e acquistare il meglio della qualità… il Mercato della Toscana vi aspetta!
E per chi desidera proseguire lo shopping natalizio può visitare il Mercatino di Natale nel cuore del borgo storico, con artigianato e tanti prodotti tipici locali!
Per maggiori informazioni visita il sito all’indirizzo:
http://www.visitcastelvetro.it/eventi/mercato_toscano.htm
visitCastelvetro

Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente
Piazza Roma, 5 – 41014 Castelvetro di Modena (MO)
Tel. +39 059 758880

Email: info@visitcastelvetro.it
Web: www.visitcastelvetro.it

Beefeater Tonic . White Ostuni Tito Schipa

beefeaterBeefeater Tonic . White Ostuni Tito Schipa

IL Gran Caffè Tito Schipa vi porta nel cuore di Londra, con il Gin&Tonic preparato con il Beefeater 24, gin premium della storica famiglia Beefeater.

Il Beefeater 24 è frutto di una macerazione di 24 ore di ben 12 ingredienti che danno vita ad un vero e proprio London gin con sentori di the, un aroma fresco e di incredibile morbidità sul finire. Adatto per aperitivi o after work, è ideale da sorseggiare seduti sui divanetti del Tito Schipa con musica di sottofondo.
Ingredienti

– 4/4 cl di Gin Beefeater 24
– 1,5 cl di Acqua Tonica (Fever-Tree)
– bacche di ginepro e zeste di limone

Preparazione

Versare in un bicchiere pieno di ghiaccio il gin, successivamente aggiungere l’acqua tonica. Inserire le bacche di ginepro all’interno del bicchiere e il zeste di limone per completare.
logo-white-ostuni-tito-schipa+serviziWhite Ostuni Tito Schipa
Facebook
C.so Vittorio Emanuele, 19-21
72017 Ostuni (BR)
www.whiteostuni.it

Phone:+39 0831 093465
Email: titoshipa@whiteostuni.it

Pandoro con salsa di cioccolato

Pandoro con salsa di cioccolato

“Avete pandoro (o panettone) aperto”che gira per casa”  e non sapete cosa farci?Ecco un dolce facilissimo  e velocissimo per utilizzare il pandoro o panettone avanzato”

Ingredienti
pandoro
1 stecca di cioccolato fondente al 70%
4 dita di latte
frutti rossi (lamponi, mirtilli e more)

Preparazione
In un tegame sciogliete i cubetti di cioccolato con il latte, mantente la fiamma bassa e continuate a mescolare,  fino a raggiungere una salsina/cremona (ovviamente regolatevi sulla densità aggiungendo pù latte o più cioccolato)
Preparate i piatti mettendo una fetta in ogni piatto e decorando le fette ed il piatto con la salsa di cioccolato, sopra metteci i frutti rossi (lamponi, mirtilli e more)

Pandoro farcito – Sonia

Pandoro farcito – Sonia
Ingredienti
1 pandoro
3 uova fresche
300 gr di mascarpone
80 gr di zucchero
2 cucchiai di cacao amaro
1 bicchierino di rum
1 bicchierino di latte
granelli colorati.

Preparazione
Separate albumi e tuorli.
Montare a neve gli albumi.
Mescolate zucchero e tuorli a spuma.
In una terrina unite mascarpone, tuorli e albumi
Dividete la crema ottenuta a metà, in delle 2  metà aggiungerete il cacao
Tagliare il pandoro a strati tagliandolo per il lungo meglio se fette saranno tutte dello stesso spessore (poi lo ricomporrete).
Inzuppate i vari strati di pandoro da una parte con il latte dall’altra con il rum.
Ricomponete il vostro pandoro  tra i vari strati alternate le creme ottenute.
Cospargete il pandoro con gli zuccherini colorati..
Mettete in frigorifero e servitelo fresco.

Pandoro con crema ai frutti di bosco-Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia

Pandoro con crema di mascarpone e frutti rossi.jpgPandoro con crema ai frutti di bosco-Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia

Ingredienti
pandori mignon
250 gr di mascarpone
3 tuorli
6 cucchiai di zucchero superfine
Grand Marnier
2 cestini di lamponi
zucchero a velo

Preparazione
Tagliate un pandoro mignon in modo da ricavare 6 dischi della stessa misura della base dei bicchieri bassi e larghi dove verrà servito il dolce. Ripetete l’operazione con un altro pandoro mignon, in modo da ottenere 6 bicchieri in tutto. Mettete sul fondo di ogni bicchiere una fetta di pandoro e bagnatela con un cucchiaio di Grand Marnier. Mettete in una ciotola 250 g di mascarpone, 3 tuorli e 6 cucchiai di zucchero superfine e montateli con un frullino elettrico, sino a ottenere un composto omogeneo e spumoso. In un’altra ciotola montate un albume a neve ferma e poi incorporatelo al composto a base di tuorli, usando una spatola. Trasferite il composto in una tasca da pasticciere con bocchetta larga e liscia e distribuitene uno strato sopra a ogni fetta di pandoro. Quindi bagnate con del Grand Marnier. Aggiungete quindi 2 cestini di lamponi, lavati e asciugati, disponeteli in cerchio e completate con un altro strato di crema al mascarpone. Infine decorate con l’alchechengi e tenete i dolci in frigorifero per almeno un’ora. Appena prima di serviteli spolverateli con zucchero a velo.

Nata nel 1945, Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia – è una libera associazione industriale. Assolatte è l’organo nazionale preposto a rappresentare gli interessi economici e sindacali delle imprese che operano nel comparto lattiero caseario.
Le 300 realtà che aderiscono ad Assolatte rappresentano, in termini di fatturato, il 90% dell’intero comparto industriale nazionale del settore lattiero

Assolatte – Associazione Italiana Lattiero Casearia
via Adige n. 20 Milano
Telefono  02.72021817 – telefax  02.72021838
assolatte@assolatte.it

Ricette di casa