Tortino di spinaci Antonietta

Tortino di spinaci Antonietta

Ingredienti
1 kg spinaci freschi oppure surgelati
2 rotoli pasta sfoglia già pronta
1 salsiccia
scamorza
parmigiano
1 uovo
sale
olio

Preparazione
Pulite gli spinaci e lessate in poca acqua, appena lessati, scolate
Prendete una padella e cuocete la salsiccia tagliata a pezzi, appena cotta unitela agli spinaci ed aggiungete la scamorza e il parmigiano, amalgamate il tutto, prendete una pirofila, mettete la carta da forno, adagiate la pasta sfoglia aggiungere il composto chiudere con la pasta sfoglia, spennellate con il tuorlo di uovo e mettete in forno per circa 20 minuti appena cotto fate raffreddare e servite

Pasta Melanzane e Prosciutto Marialaura

Pasta Melanzane e Prosciutto Marialaura

Ingredienti
320 gr di pasta
250 gr di pomodorini ciliegia
2 melanzane piccole
1 cipolla piccola
160 gr di mortadella
sale
peperoncino
4 cucchiaio d’olio ev

Preparazione
Tagliate la cipolla  a fettine sottili,fate la imbiondire in una pentola tipo wock o saltapasta ,unite i  pomodorini  schiacciati e fate insaporire per 5 minuti.
Aggiungete le melanzane tagliate a cubetti,il peperoncino, salate e fate cuocere per 15 minuti. Unite la mortadella a cubetti o striscioline e cuocete per 3 minuti
Bollite e scolate la pasta e fatela saltare con l’intingolo e servite ben caldo

 

l Gruppo Autogrill e la leggenda del rock Sammy Hagar insieme per aprire il Sammy’s Beach Bar & Grill alle Hawaii, all’interno dell’Aeroporto di Honolulu

HonoluluIl Gruppo Autogrill e la leggenda del rock Sammy Hagar insieme per aprire il Sammy’s Beach Bar & Grill alle Hawaii, all’interno dell’Aeroporto di Honolulu

Sammy’s Beach Bar & Grill accoglierà i viaggiatori in un’atmosfera rock ‘n’ roll all’interno del Daniel K. Inouye International Airport.

Il Gruppo Autogrill, tramite la controllata americana HMSHost, insieme alla joint venture GRL Corporation e al celebre Sammy Hagar, ex musicista dei Van Halen, ha aperto un nuovo ristorante in grado di condividere l’amore dell’artista per il cibo, la vita sulla spiaggia e il rock ‘n’ roll con i viaggiatori dell’aeroporto più importante delle Hawaii. Il 20 dicembre, HMSHost e l’aeroporto festeggeranno la nuova apertura organizzando una tradizionale cerimonia di benedizione hawaiana.

Situato nel Terminal Ewa Concourse vicino al Gate 28, questo è il quarto Sammy’s Beach Bar & Grill aperto da HMSHost negli aeroporti degli Stati Uniti.

Il menù del Sammy’s Beach Bar & Grill a Honolulu si concentra su piatti accessibili e di alta qualità per andare incontro alle esigenze di tutti i viaggiatori, da chi va in vacanza a chi è in viaggio per lavoro, ma anche per gli hawaiani che si spostano sulle altre isole per visitare i parenti. Il Tex-Mex e la gustosa cucina tradizionale americana per i quali Sammy’s Beach Bar & Grill è noto, incontrano le influenze hawaiane dando vita a piatti come i Tacos Baja Style Beer-Battered Mahi Mahi, Kalua Pork Sliders, Beach Fish & Chips, e le Red Rockin Haleakala Wings. Ricca anche l’offerta beverage che comprende naturalmente la tequila e il rum della leggenda del rock: Cabo Wabo Tequila e il Beach Bar Rum, quest’ultimo utilizzato per il famoso Mint Macadamia Mule.

“Le Hawaii sono uno dei miei posti preferiti al mondo ed è dove il mio Beach Bar Rum è nato, per questo l’aeroporto di Honolulu è perfetto per il nuovo Sammy’s Beach Bar & Grill” ha affermato Sammy Hagar. “Brindiamo ai miei fan e ai viaggiatori che decidono di cenare qui. Non vedo l’ora di iniziare questo percorso che ci permette di aiutare la comunità locale, come già facciamo in altre aree del Paese.”

Sammy Hagar donerà i suoi proventi di questo ristorante attraverso la Hagar Family Foundation all’associazione HUGS (Help, Understanding & Group Support).

L’interno del ristorante è progettato per omaggiare lo stile di vita delle Hawaii, e allo stesso tempo la musica rock. L’arredamento è ispirato alla spiaggia, grazie alle pareti dai colori brillanti, alle tavole da surf utilizzate per illuminare gli ambienti, e alla musica grazie alle chitarre Hagar autografate, i testi di canzoni scritti a mano, e i vinili delle più grandi hit di Sammy Hagar e Van Halen incorniciati.

HMSHost ha anche ampliato l’accesso ai prodotti freschi di prima qualità per i viaggiatori del Terminal Ewa con l’apertura di Makai Plantation, il suo mercato gourmet. Makai Plantation prende il nome dal termine hawaiano “verso il mare” in quanto si trova sul lato dell’aeroporto che si affaccia sul mare, e rende omaggio alla storia delle piantagioni hawaiane di ananas e canna da zucchero, fulcro dell’economia locale nel XIX e XX secolo. Con tavoli, bar e un’ampia varietà di scelta food, Makai Plantation offre piatti di provenienza locale tra cui il Market Style Ahi Poke, l’insalata Furikake Crusted Ahi, e il Char Siu Chicken Bahn Mi. Sarà presente anche un sushi bar, in cui sarà possibile provare roll, maki, nigiri e sashimi fatti al momento.

Nel corso del prossimo anno è prevista l’inaugurazione di Le’ ahi Plantation, il concept di HMSHost, all’interno del terminal Diamond Head Concourse.

Il Gruppo Autogrill

Autogrill è il primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione per chi viaggia. Presente in 31 Paesi con oltre 57.000 dipendenti, gestisce circa 4.200 punti vendita in circa 1.000 location e opera prevalentemente tramite contratti di concessione nei principali canali di viaggio con presenze selettive nei centri commerciali, nelle fiere e in alcuni siti culturali. La Società gestisce, direttamente o in licenza, un portafoglio di oltre 300 marchi a carattere sia internazionale che locale. Autogrill è quotata alla Borsa di Milano dal 1997.

Antonella Violante | Director | Burson-Marsteller

via Tortona 37, 20144 Milano | m: +393406994604 | p: +390272143811

antonella.violante@bm.com

Mortadella ripiena Luigia

Mortadella ripiena Luigia

Ingredienti
8 fette di mortadella
3 uova
sale
pepe
pangrattato
aglio
prezzemolo

Preparazione
In una terrina sbattete le uova, aggiungete sale, pepe, prezzemolo, pangrattato, fate un impasto nè  troppo solido nè  troppo molliccio, stendete la fetta di mortadella e metteteci sopra il composto,  arrotolate, fermate con un stuzzicadenti, rosolate da ambo le parti e aggiungete mezzo bicchiere di acqua, cuocete a fiamma bassa  fino a quando non si sarà consumato il brodetto,  servite caldo con contorno a piacere

La Domenica a Pàlato: quando il teatro incontra il vino e il buon cibo e lo rende protagonista.

Logo Domenica a PalatoLa Domenica a Pàlato: quando il teatro incontra il vino e il buon cibo e lo rende protagonista.
Il 12 novembre a Molfetta “In Vino Veritas” spettacolo gratuito

Teatro, vino e buon cibo. Parte “La Domenica a Palato. Il teatro con Gusto” nuovo format in programma per la stagione invernale che vedrà protagonisti nella storica location di Palazzo De Luca a Molfetta, cinque spettacoli teatrali interpretati dalla compagnia Il Carro dei Comici di Francesco Tammacco e l’esperienza in cucina dello staff di Roberto Maggialetti di Pàlato.

Il progetto è un intreccio tra arte, vino e cultura pensato per contribuire alla promozione e alla valorizzazione dei luoghi del territorio e della loro tradizione, dove ogni singolo appuntamento vedrà il teatro unirsi all’enogastronomia tipica pugliese. Nella storia dello spettacolo, il rapporto tra cibo e teatro e le ritualità ad esso connesse ha infatti avuto un dialogo ininterrotto e ha raccontato la storia economica, religiosa, sociale e ambientale dell’uomo.

Filo rosso della rassegna è naturalmente il vino unito alla tipicità pugliese, ma non solo, nei cinque appuntamenti in programma la rassegna propone un teatro diverso, in cui il pubblico interagisce con l’evento e lo vive in prima persona, tra musica, canti, dialoghi e brindisi, che ad ogni evento attori e musicisti mettono in atto. E’ un teatro in grado di recuperare il contatto con lo spettatore e di avvicinare a sé sia le generazioni più giovani, sia coloro che abitualmente non frequentano i teatri.

Si comincia, domenica 12 novembre, ore 19 con lo spettacolo gratuito “In vino veritas” con l’interpretazione de Il Carro dei Comici e dei Fabulanova , si proseguirà il 19 Programma Domenica a Palatonovembre con “Verso Sud” a cura dei Radicanto, terzo appuntamento in programma il 10 dicembre con “50 Sfumature d’autore” a cura de Il Carro dei Comici, il 14 gennaio “Furti di rame” dove la compagnia de Il Carro dei Comici si affiancherà alle performance de Il Carretto Teatro. Ultimo appuntamento si terrà l’11 febbraio con “Otellotango” interpretato da Il Carro dei Comici e Passione Danza.
Il 12 novembre spettacolo gratuito, singolo evento comprensivo di buffet aperitivo euro 15, abbonamento di quattro appuntamenti euro 50.
Per info, prenotazioni e abbonamenti: Il Carro dei Comici e.mail: ilcarrodeicomicimolfetta@gmail.com – 349.2380823 – Palato e.mail: info@palato.eu – 328.6180827 – Corso Dante n.66

con preghiera di pubblicazione e diffusione

Giulia Murolo
349.5283664
per accrediti stampa contattatemi telefonicamente o inviatemi una email quiilteatrocongusto@gmail.com

Back to the Wine

Back to the Wine
12-13 Novembre Faenza

Oltre 120 vignaioli artigiani da tutta Italia per un ritorno del “Vino come atto agricolo responsabile”

Faenza – Il vino come atto agricolo responsabile, rispettoso del territorio e della sua biodiversità. È un vero e proprio omaggio ai vignaioli artigiani Back to the Wine, la due giorni ospitata alla Fiera di Faenza in programma domenica 12 e lunedì 13 novembre 2017.
Giunto alla seconda edizione Back to the Wine chiama a raccolta oltre 120 artigiani del vino da tutta Italia, quelli con una produzione di qualità, quelli con le mani intrise nella terra accumunati dal rispetto per la natura. Presenti anche escursioni oltreconfine con produttori da Austria, Francia e Slovenia. A curare la manifestazione è Andrea Marchetti, ideatore della comunità di Vinessum, l’organizzazione è di Blu Nautilus, con il contributo marketing e comunicazione di Lorenzo Marabini.

Limitare Back to the Wine nella semplice categoria di un evento è alquanto riduttivo. Perchè è un manifesto per un “Ritorno al vino”, alla sua vera natura di prodotto tradizionale, culturale, territoriale, emozionale, artigianale e soprattutto umano. Nel contempo pone al centro una nuova generazione di vignaioli consapevoli di una rinnovata cultura enologica, attenta al “gusto” della terra.

“Back to the Wine è un omaggio ai vignaioli artigiani, a coloro che quotidianamente vivono la terra lontano dai riflettori della popolarità, coloro che pongono al centro l’alta qualità del prodotto e la sostenibilità in cantina – spiega Andrea Marchetti – Noi vogliamo raccontare questo mondo, fatto di umanità e di un vissuto come atto agricolo responsabile, con il minimo impatto ambientale possibile”.

Oltre 120 gli artigiani del vino accuratamente selezionati da tutta la Penisola, tutti con una produzione limitata e di qualità. Presenti anche alcune escursioni oltreconfine. L’evento è l’occasione per degustare le loro produzioni e acquistare direttamente dai produttori, in quanto Back to the Wine è anche mercato dei vini.

Presenti anche alcune eccellenze del cibo di qualità nella mostra mercato dentro i padiglioni della Fiera di Faenza, con le loro tipicità del territorio: Hostaria di Castel d’Ario (Mantova), Bacaro Risorto di Venezia e l’artigiano della pasta Mauro Musso di Alba.

Acqua ufficiale di Back to the Wine è Fonte Margherita di Valli del Pasubio, Vicenza. Imbottigliata esclusivamente sotto vetro in un’ottica green e sostenibile, rappresenta una scelta in sintonia con i valori della manifestazione.

E ancora, domenica 12 novembre alle 14 un laboratorio monografico insieme a Francesco Falcone su una selezione di vini artigiani della Valtellina. Avamposto viticolo prima del paradiso alpino, la Valtellina esalta il talento rabdomantico del nebbiolo ed eccita gli eroi del calice. Luogo di artigiani autentici e di vini rari come genziane blu lungo il baratro di una montagna, la Valtellina è tra i patrimoni viticoli più sensazionali del pianeta. Venti i posti disponibili: Info e prenotazioni: fra.falcone2003@libero.it

Lunedì 13 novembre alle 15 presentazione del libro “Tutti lo chiamano Lambrusco”, viaggio insieme a 20 vignaioli, 3 vitigni e 3 territori raccontati da Camillo Favaro attraverso 20 interviste. Saranno presenti gli ideatori del progetto (Giulio Loi Filippo Marchi, Antonio Previdi), la curatrice degli aspetti storico scientifici (Marisa Fontana) e l’autore.

Back to the Wine ha il patrocinio della Regione Emilia Romagna, della Provincia di Ravenna e del Comune di Faenza. Supporter della manifestazione sono MoMeVi, la mostra della meccanizzazione e il Polo di Tebano

Info Back to the Wine
Fiera Faenza (viale Risorgimento, 3) 12-13 novembre 2017
Orario: Domenica 10-20; lunedì 11-19.
Biglietto ingresso: 25 euro.
Biglietto prevendita on line per i visitatori al costo 20 euro (entro 1-31 ottobre).
Biglietto per operatore, previa registrazione sul sito entro 3 novembre: 10 euro al giorno.
Il biglietto di ingresso comprende: calice, degustazione libera dei vini.
Sito: www.backtothewine.it

Ufficio Stampa PrimaPagina
Filippo Fabbri – Anna Frabotta
tel. 0547-24284; 3471567681
fabbri@agenziaprimapagina.it

Anna Frabotta- Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
ufficiostampa@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

A Mangiamusica arrivano Alberto Patrucco e Andrea Mirò

71c8c83d-9306-46a5-99cc-7fa44f398c53A Mangiamusica arrivano Alberto Patrucco e Andrea Mirò
Sabato 11 novembre al Teatro Magnani di Fidenza. E in degustazione gratuita il migliore Parmigiano Reggiano d’Italia, firmato dal Caseficio Coduro
FIDENZA (Parma) – Entra nel vivo Mangiamusica – Note pop, cibo rock, rassegna che ha debuttato sabato scorso, al Teatro Magnani di Fidenza, con Francesco Baccini che ha strappato applausi a scena aperta e che ha fatto registrare il tutto esaurito.

SEGNI (E) PARTICOLARI
Sabato 11 novembre, alle 21, sul palco del Teatro fidentino arriveranno Alberto Patrucco e Andrea Mirò con il loro spettacolo “Segni (e) particolari”. Questo progetto è il frutto dell’emozionante percorso compiuto da Alberto Patrucco tra le parole e la musica di Georges Brassens, il più raffinato cantautore francese del secolo scorso, un artista unico, dotato di genialità e ironia senza eguali. Si compone di tredici brani, per lo più mai tradotti in italiano prima d’ora e preservati nei loro contenuti da una traduzione accurata che ne ha salvaguardato poesia, sostanza e incisività, col consenso degli eredi di Brassens. I brani contenuti nell’omonimo cd sono stati eseguiti coinvolgendo alcuni dei più significativi esponenti della canzone d’autore (Enrico Ruggeri, Eugenio Finardi, Ricky Gianco), del teatro canzone (Enzo Iacchetti) e della comicità di classe (Ale e Franz). Tra musica e parole, Patrucco e Mirò (lui alla chitarra, lei al pianoforte) daranno vita a un live imperdibile, condotto dal critico musicale Enzo Gentile, papà dello storico “Dizionario del Pop-Rock” (Zanichelli) ed autore del recente “Time after time” per Hoepli. E ci sarà anche qualche piccola sorpresa legata ai percorsi artistici di un grande del cabaret italiano come Patrucco e di una grande cantautrice come la Mirò.

INGRESSO LIBERO E DEGUSTAZIONE GRATUITA DEL MIGLIOR PARMIGIANO D’ITALIA
In questo format creato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, giunto alla seconda edizione, si raccontano le grandi storie della musica ma anche del gusto: ogni serata di Mangiamusica prevede, infatti, anche la “scoperta” e la degustazione dei migliori prodotti del Made in Borgo. La degustazione di sabato sera sarà firmata dal Caseificio Sociale Coduro e guidata dal casaro Fabio Serventi: per “Gambero Rosso” il loro è il miglior Parmigiano Reggiano d’Italia. Sia lo spettacolo che la degustazione sono gratuiti. E questa è una caratteristica della rassegna voluta dal Comune di Fidenza e organizzata dall’associazione Mangia come scrivi. Il pubblico assaggerà i prodotti del Made in Borgo, ogni volta, a fine serata nel foyer del Teatro.

Fabio Serventi

L’EVENTO EXTRA DI PARMA
La sera prima, venerdì 10 novembre, all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma, si terrà uno speciale evento extra di Mangiamusica, inserito nella stagione ufficiale di Mangia come scrivi: la cena-spettacolo “Scrittori con la chitarra” avrà per protagonisti Gianluca Morozzi, Elisa Genghini, Bruno Panebarco e Seba Pezzani con i loro ultimi libri (e le loro chitarre), insieme al chitarrista dei RAB4 Roldano Daverio. Info e prenotazioni: 0521 462578.

LA SETTIMANA SUCCESSIVA A MANGIAMUSICA
Venerdì 17 e sabato 18 novembre, invece, Mangiamusica proporrà altri due spettacoli al Teatro Magnani, sempre alle 21, sempre a ingresso libero. Il primo è “The Rolling Stones – Altamont” (con Ezio Guaitamacchi, Brunella Boschetti, Laura Fedele, Paolo Bonfanti, Carlo Montana e con la regia video di Filippo Guaitamacchi). Il secondo avrà per protagoniste Le Sorelle Marinetti (accompagnate dal Maestro Christian Schmitz e dall’autore Giorgio U.Bozzo).
#mangiamusica #cantachesimangia

GUARDA IL VIDEO “La cattiva reputazione” di Alberto Patrucco e Andrea Mirò
(La mauvaise réputation, di Georges Brassens – trad. di Alberto Patrucco)

GUARDA IL VIDEO “Il dilemma” (Giorgio Gaber) interpretato da Andea Mirò & Alberto Patrucco
I PARTNER
Mangiamusica è un progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Fidenza e dal suo sindaco Andrea Massari, organizzato dall’associazione culturale Mangia come scrivi, con il supporto di Gas Sales, Terme Baistrocchi, Vittoria Assicurazioni, Ze.Ba.
#mangiamusica #cantachesimangia
I PARTNER DI MANGIAMUSICA

Inoltra a un amico

Crostini prosciutto formaggio e alici Antonietta

Crostini prosciutto formaggio e alici Antonietta

Ingredienti
pane per crostini
1 etto prosciutto crudo
formaggio  a pasta filante
alici
olio

Preparazione
Prendete il pane, disponetelo su di una pirofila, aggiungete il prosciutto il formaggio filante tagliato a fette e mettete un paio di alici  (se  quelle sotto sale sciacquatele bene) su ogni crostino, mettete nel grill per qualche minuto per fare sciogliere il formaggio togliere dal grill e servire

Recensione gocciole della Pavesi

Recensione  gocciole della Pavesi
Buongiorno ragazze oggi vi voglio parlare dei biscotti gocciole della Pavesi al gusto nocciola sono di una fragranza unica inimitabile Da quando non hanno più l’olio di palma sono ancora più Saporiti delicati .
Squisiti se inzzuppati in una bevanda calda , ma ottimi anche da mangiare da soli sono un’ottima merenda una colazione sana uno spuntino salutare dieci e lode a Gocciole per questo molto che per
testerangi@gmail.com

Crema di verza fagioli cannelloni e pancetta con cuore di caprino all’era cipollina, con crostini

23415519_158756534861279_8135166657645974998_oCrema di verza fagioli cannelloni e pancetta con cuore di caprino all’era cipollina, con crostini Ketty

Ingredienti
300 di verza
300 cannellini
1 gambo di sedano
1 carota
1 cipolla
pancetta affumicata (quanto basta per dare sapore)
caprino
crostini di pane
erba cipollina

Preparazione
Fate soffritto di sedano, carota e cipolla con pancetta affumicata, aggiungete la verza e i fagioli acqua o brodo vegetale , mettete tutto  a stufare , mettete  un cucchiaio di dado fatto in casa e coprite d’acqua, in un tegame possibilmente in terracotta
Cuocete i cannellini  almeno per 45 minuti
A cottura ultimata frullate il tutto,  aggiungete il caprino al centro della vostra crema, all’erba cipollina e servite con i crostini

Biscotti alle nocciole Ketty

22852880_155473045189628_7797863508818284493_nBiscotti alle nocciole Ketty

Ingredienti
1 kg di farina
6 uova
420 gr di zucchero
2 bustine di lievito per dolci
2 bustina vanillina
granella di nocciole
scorza di limone  ed essenze
a piacere cioccolato per ricoprire

Preparazione
In un recipiente impastate il tutto,  date la forma che preferite e cuocete in forno a 180 ° per circa 15/20  minuti dipende ovviamente dal forno dalla dimensione dei vostri biscotti
A piacere alcuni li potete ripassare in cioccolato fondente fuso

Biscotti mela e cannella Ketty

22852880_155473045189628_7797863508818284493_nBiscotti mela e cannella Ketty

Ingredienti
1 kg di farina
6 uova
420 gr di zucchero
2 bustine di lievito per dolci
2 bustina vanillina
cannella
2 mele tagliate  a pezzi piccoli
scorza di limone  essenze di limone (io metto il succo premuto di due limoni)
a piacere cioccolato per ricoprire

Preparazione
In un recipiente impastate il tutto date la forma che preferite e cuocete in forno a 180 ° per circa 15/20 minuti dipende ovviamente dal forno e dalla dimensione dei biscotti
A piacere alcuni li potete ripassare in cioccolato fondente fuso

Polenta pasticciata con funghi e formaggio Marialaura

Polenta pasticciata con funghi e formaggio Marialaura

Ingredienti
2  spicchi d’aglio schiacciati
50 gr di burro
1  cipolla
400 gr di funghi misti surgelati
1lt di brodo vegetale
60 gr di fontina
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
0,3 it di panna da cucina
prezzemolo
sale
pepe

Preparazione
In una padella antiaderente mettete a rosolare l’ aglio schiacciati in 50 gr di burro ,dopo poco aggiungete la cipolla tagliata a listarelle sottili, poi i di funghi misti surgelati.
Fate appassire tutto per 10 minuti a fiamma bassa
Fate scaldare 1lt di brodo vegetale ed appena giunge ad ebollizione versate gradualmente la polenta a pioggia, poi mescolate continuamente con in cucchiaio di legno per circa 3 minuti o finché la polenta non sia addensata. Quindi spegnete il fuoco ed unite la fontina a cubetti, il parmigiano grattugiato e mescolate fino a quando non si saranno sciolti, dopodiché impiattate, ai funghi aggiungete la panna da cucina e fate cuocere per 5 minuti. A cottura ultimata aggiungete il prezzemolo, sale e pepe, versate il sugo sulla polenta e servite bollente

Le dita di strega Ketty

22852880_155473045189628_7797863508818284493_nLe dita di strega Ketty

Dolci di halloween

Ingredienti
1 kg di farina
420 gr di zucchero
6 uova
2 bustine di lievito per dolci
2 bustina vanillina
scorza di limone  essenze di limone (io metto il succo premuto di due limoni)

Preparazione
In un recipiente impastate il tutto date la forma e cuocete in forno a 180 ° per circa 15/20 minuti dipende ovviamente dal forno e dalla dimensioni delle “dita”

Puntarelle Ketty

puntarellePuntarelle Ketty

Tipico piatto Romano
“Le puntarelle sono una verdura ricavata dalla cicoria la catalogna (cicoria catalogna)tagliata a listarelle.

Ingredienti
1 spicchio di aglio
olio di oliva
acciughe
500 gr di puntarelle (cicoria catalogna)

Preparazione
Fate la la  cicoria la catalogna tagliatela a listarelle
Mettete la parte dura a bagno in acqua e limone per un paio di ore
Frullate aglio con olio di oliva e acciughe sott’olio,  condite le puntarelle non aggiungete sale avete già messo le acciughe.

Patè di olive taggiasche con bruschette Antonietta

Patè di olive taggiasche con bruschette Antonietta

Ingredienti
300 gr olive snocciolate
2 aglio olio sale qb
1 di pane pagnotta piccola oppure pane già affettato

Preparazione
Prendete le olive e l’aglio schiacciateli in modo da fare una purea aggiungete sale e olio ed amalgamate il tutto
Prendete il pane a fette e fatelo tostare sul grill
Mettere su un piatto da portata e spalmate con il patè, aggiungete olio se necessario e servite

Alivi cunzati Olive condite Luciano

Alivi cunzati Olive condite  Luciano

Ingredienti
200 gr d olive
1 carota
prezzemolo
aglio
origano
olio

Preparazione
Lavate, pelate e tagliate a pezzetti la carota
In un recipiente unite tutti gli ingredienti, mettete in frigoriferi e lasciate insaporire qualche ora

Pasta mista ,crema di broccoli con pancetta e pecorino Ketty

22712552_151285215608411_8373024342956960036_oPasta mista ,crema di broccoli con pancetta e pecorino Ketty

Ingredienti
250/300 gr di  broccoli
200 di pancetta
80 gr a persona di pasta mista
olio
aglio
pecorino

Preparazione
Saltate i  broccoli in padella con aglio e pancetta .
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata
Una volta pronti frullate il tutto
Scolate la pasta e conditela con la crema ottenuta  e girare con del buon pecorino

Torta morbida al mascarpone Marialaura

Torta morbida al mascarpone Marialaura

Ingrediente
3 uova
250 gr di zucchero
90 gr di burro
250 gr di mascarpone
200 ml di latte intero
scorza di un limone
300 gr di farina 0
150 gr di fecola di patate
sale
una bustina di lievito x dolci

Preparazione
In una capiente terrina sbattete col frullatore le uova e lo zucchero; aggiungete sempre sbattendo il burro ammorbidito, il latte, il mascarpone e la scorza del limone. Preriscaldate il forno a 180. Unite  fecola di patate,farina e lievito ed in pizzico di sale. Imburrate una teglia da 24 cm, versate il composto e infornate per 30 minuti. Abbassate a 150 e lasciate cuocere per circa un’altra mezz’ ora, fino a doratura. Lasciate raffreddare e spolverizzate con zucchero a velo.

A Vetralla chiude “Si…V’Olio”

800px-Vetralla_001A Vetralla chiude “Si…V’Olio”

Partecipazione, interesse e prospettive hanno caratterizzato una manifestazione che si è imposta come momento di riflessione per una produzione che rappresenta il volano dell’economia locale
“Una manifestazione andata oltre ogni più lusinghiera aspettativa”. E’ stato questo il commento del Sindaco di Vetralla, Francesco Coppari, in chiusura di “Si ….V’Olio”, dopo tre giorni di degustazioni, dimostrazioni, incontri e dibattiti sull’Olio Extravergine di Oliva DOP della Tuscia, il prodotto di eccellenza dell’economia vetrallese. “Quest’anno tra l’altro, ha continuato il primo cittadino, abbiamo voluto per la prima volta dar vita ad una iniziativa promo commerciale (Visituscia-Si…V’Olio), affidandoci all’esperienza del CAT, Centro Assistenza Tecnica Sviluppo Imprese di Viterbo, che ha rappresentato un valore aggiunto agli sforzi dell’Amministrazione Comunale che ha organizzato l’evento in collaborazione con la Camera di Commercio di Viterbo, il Consiglio Regionale del Lazio e alla fattiva collaborazione della Pro Loco. Una esperienza che sicuramente ripeteremo per affrontare e cercare di risolvere le problematiche connesse alla coltivazione dell’ulivo sul nostro territorio e alla produzione e vendita del suo prodotto sui mercati nazionali ed esteri.
Alla cerimonia d’inaugurazione, nella Sala Consiliare del Comune, oltre al Presidente della Provincia di Viterbo, Pietro Nocchi, era presente anche il Consigliere Regionale Enrico Panunzi, Presidente della Sesta Commissione (Ambiente, Lavori Pubblici, Mobilità, Politiche della Casa e Urbanistica) il quale non ha mancato di ricordare, anche in veste di Vice Presidente della Commissione Agricoltura, l’importanza della coltivazione dell’Ulivo nel territorio della Tuscia.
“Con questa edizione, ha detto Carlo Postiglioni, Assessore all’Agricoltura del Comune, l’Amministrazione e la cittadinanza hanno preso coscienza del valore dell’Olio Extravergine di Oliva nella cultura di Vetralla. L’economia locale non può prescindere da questo prodotto che deve essere presente in ogni nostro agire. La presenza dei coltivatori ospitati negli stand appositamente allestiti e delle Cooperative, i banchi di assaggio, le dimostrazioni di potatura in piazza, i dibattiti incentrati sulla coltivazione e sulla salvaguardia del prodotto e, soprattutto, il workshop, al quale hanno partecipato numerosi rappresentanti della domanda e dell’offerta provenienti anche dall’estero, hanno dimostrato quanto sia importante la coltura dell’ulivo nel nostro territorio”. All’incontro era infatti presente, tra gli altri, anche il Segretario dell’Ufficio di promozione economica e commerciale dell’Ambasciata di Romania in Italia, dott.ssa Norina Boru.
Alla soddisfazione dell’Assessore Postiglione, si è aggiunta quella dell’Assessore al Turismo, Enrico Pasquinelli, secondo cui la cittadina laziale deve impadronirsi a pieno titolo dell’etichetta di “Città dell’Olio”. “Purtroppo, ha detto, il grande pubblico non ci conosce. Abituati a percorrere la via Cassia, difficilmente gli automobilisti attraversano il nostro bel centro storico. Così come non si soffermano a visitare i nostri frantoi. Anche per questo, quest’anno abbiamo voluto concentrare la manifestazione in 200 metri in modo da realizzare un mini percorso di facile accesso a tutti i turisti e appassionati che sono venuti a trovarci, per far rivivere loro e al nostro centro storico i fasti del passato. Abbiamo riaperto alcune botteghe artigiane e abbiamo allestito alcuni desk per l’assaggio dell’olio extravergine d’oliva e altri prodotti tipici del nostro territorio. Ma occorre fare di più: a breve, in una delle rotonde che recentemente abbiamo realizzato sulla via Cassia, pianteremo un grande ulivo con una scritta che possa comunicare anche agli automobilisti più distratti che Vetralla è davvero la “Città dell’Olio”. HdiP

Grande successo ha riscosso l’Incontro-Dibattito avente come tema “L’Olio Extravergine d’Oliva: Re del benessere e della Tavola” al quale ha preso parte, tra gli altri, la Prof.ssa Diana De Santis, docente di Industria Agraria e Analisi Sensoriale presso l’Università della Tuscia nonché responsabile del DIBAF (Dipartimento per l’Innovazione nei Sistemi Biologici Agroalimentari e Forestali) secondo cui con l’Olio Extravergine di Oliva, siamo in presenza di un alimento non trattabile e perfezionabile. “Il prodotto, ha detto, è quello che ci viene dalla natura e la sua qualità gioca un ruolo primario nella sua commercializzazione. Per questo non possiamo competere con i mercati emergenti che pongono sul mercato prodotti di scarsa qualità e a basso costo. Se c’è un appunto da fare al settore riguarda la valorizzazione del prodotto e la mancanza di figure altamente professionali. Anche per questo, da qualche anno, abbiamo avviato come Dipartimento Corsi Sensoriali per la formazione di competenze specializzate”. Non meno pregnante l’intervento del Prof. Stefano Grego, dell’Università Agraria della Tuscia che ha incentrato il suo intervento sulle relazioni che intercorrono tra “Ambiente e Territorio”. “L’Olivo, ha detto l’ex Docente, è da sempre la pianta guida della regione mediterranea. Ed è tanto vera questa affermazione che per lungo tempo, per botanici e geografi, quello che oggi chiamiamo “clima mediterraneo” era conosciuto come “clima degli ulivi”. Nel corso del suo interessante intervento il Prof. Grego ha ricordato anche come il paesaggio “rappresenti un elemento chiave del benessere individuale e sociale dell’uomo” e che secondo l’Unesco “difenderlo, insieme all’ambiente, rappresenti un gesto etico di rilevante importanza”.

Dr. Harry di Prisco
Giornalista
Via F. Petrarca, 101/B
80122 NAPOLI
tel./fax: 0817690277
cell.       3355804462
email: harrydiprisco@libero.it