Pollo curry e zenzero

20280531_10213589562164429_555823510700509734_oPollo curry e zenzero

Ingredienti
500 gr di pollo
un pezzetto di zenzero fresco (2/3 cm)
aglio
olio
cipolla
Per la salsa
2 cucchiaini di amido (maizena)
2 cucchiaini di curry
1 bicchiere di latte

Preparazione
In olio rosolate aglio poi aggiungete la cipolla tritata finemente e lo zenzero tritato, aggiungete la carne rosolate
Mentre fate rosolare il pollo
preparate la salsa sciogliendo per non fare grumi sciogliete l’amido in 2 dita di latte aggiungete il curry e il restante latte mescolate bene
Aggiungete la salsa ottenuta alla carne ultimate la cottura per altri due minuti o comunque fino a quando la salsa non si sarà addensata
Servite caldo

Insalata greca di Marialaura

Insalata greca di Marialaura

L’insalata greca è facilissima.
Se si gradisce si condisce con la salsa tsatziky

Ingredienti
2 cetrioli
1 manciata di pomodori
1 pugno di olive  nere
1 peperone verde crudo
1 confezione di feta
olio extra vergine di oliva
origano
aceto di mele

Preparazione
Lavate e tagliate le verdure
Tagliate la feta a pezzettoni
In una capiente insalata unite tutto e condite con olio extra vergine di oliva ,origano ed aceto di mele

Cous Cous Pollo e Verdure Vale

Cous Cous Pollo e Verdure ValeCous Cous Pollo e Verdure Vale

Ingredienti
200 gr Petto di Pollo
1 carota
2 zucchine
mezzo peperone rosso e mezzo giallo
100 gr piselli
olio extra vergine
salsa di soia
150-200 gr di cous cous

Preparazione
Tagliate il pollo  e le verdure a pezzettini. Mettete il  pollo in una pentola con un filo d’olio extra vergine , saltatelo qualche minuto, unite le verdure e cuocete aggiungendo un mezzo bicchiere di acqua calda e un pò di salsa di soia, cuocete per circa 20 minuti. In una ciotola sgranate il cous cous con acqua calda, un filo d’olio extra vergine e unitelo agli ingredienti in padella, mescolate il tutto un minuto sul fuoco.
Fate raffreddare in pentola poi versare in un contenitore e conservate in frigo..si può consumare freddo

Bulghur con verdure di Alexia

Bulghur con verdure di Alexia

Ingredienti
250 gr di bulghur (io uso quello integrale)
peperoni rossi
cipolla  di Tropea
5 zucchine
sale
pepe
dado
curcuma
paprika
vino bianco
concentrato di pomodoro

Preparazione
Lessate il bulghur circa 20 minuti, aggiungete lo zafferano, lavate e mondate le verdure. Prendete la wok sfumate le cipolla con vino  bianco, aggiungete le verdure a cubotti e tutte le spezie, un po’ di concentrato di pomodoro e cuocete  per venti minuti, condite il Bulghur e fatelo raffreddare, oppure disponete nel piatto verdure e bulghur come companatico

Cous cous con verdure e sgombro Alexia

Cous cous di Alexia

Ingredienti
3 hg cous cous
4 zucchine
peperone rosso
4 pomodori tondi
brodo
2 cipolle rosse
2 scatolette di  sgombro al naturale
pinoli
curcuma
paprika
vino

Preparazione
Mondate le verdure e  fate saltare le cipolle in un largo tegame (chi non le ama può usare scalogno) bagnate con vino e poi aggiungete cous cous, mettete in una ciotola e aggiungete brodo, un bicchiere circa. Nella stessa pentola fate saltare tutte le verdure aggiungere dadi, curcuma, paprika sale e pepe sfumate con altro vino e aggiungete brodo all’occorrenza, devono rimanere croccanti, mettete nella ciotola col cous cous, granato, lo sgombro tritato e i pinoli. Fate raffreddare
In mezz’ora è pronto

Cipolle ripiene

CIPOLLECipolle ripiene
Ingredienti

⦁6 cipolle rosse
⦁mezza ricetta dello stuffing (sopra) ma fatto col brodo vegetale in quanto vegetariano
⦁50 gr di gruyere, grattugiato

Preoparazione
Scaldate il forno a 210°C. Pelate le cipolle e tagliate un centimetro dalla cima di ogni cipolla. Tagliate anche una fettina dalla parte inferiore di ogni cipolla in modo di farli stare “in piedi”. Scavate una cavità al interno di ogni cipolla con un cucchiaio. Salate l’interno delle cipolle e disponetele in una pirofila. Coprite bene con alluminio e cuocete per 45 minuti.
Sfornate le cipolle, lasciatele intiepidire e abbassate la temperatura del forno a 190°C. Farcitele con lo stuffing, e cuocete a 190° per circa 20 minuti. Sfornate, coprite le cipolle con un po’ di gruyere grattugiato, e infornate nuovamente per 10 minuti o fino a che il formaggio sarà ben fuso e leggermente dorato. Lasciate intiepidire prima di servire.

Credits:
Foto di Emile Henry www.emilehenry.com
Ricette di Laurel Evans www.unamericanaincucina.com

GRUPPO CAMPARI
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 2 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente

Gruppo Campari
Paola Paletti Tel +39 02 62251
Paola.Paletti@campari.com

Havas PR MIilan
Marianna Lovagnini – Tel 02 85457040
Marianna.Lovagnini@havaspr.com

Cos’è il sushi?

Cos’è il sushi?
Sono piccoli pezzetti di pesce crudo (e non solo) con blocchi di riso (cotto con aceto di riso, zucchero e sale), da inzuppare nella salsa di soia, nella quale è stata stemperata una piccolissima dose di wasabi.
I tipi di sushi sono tanti: quelli che più attraggono gli occidentali sono i vari futomaki, hosomaki, uramaki… ovvero il sushi di forma cilindrica con una fascetta di alga scura – il nori – intorno al riso o all’interno come nel caso dell’uramaki. Uno molto amato dagli italiani è il california roll che si presenta colorato (per via del mix di ingredienti all’interno).
Poi ci sono quelli a forma di cono, sempre con l’alga intorno, che contengono vari ingredienti.
E infine,  i semplici nigirizushi, ovvero i blocchetti squadrati di riso sushi con una puntina di wasabi e il pesce crudo appoggiato sopra. Fra i vari tipi di guarnizione: tonno (pregiato), salmone, polpo, uova di pesce, anguilla, gamberetti, frittata, avocado, cetriolo.

Ristorante L’ossidiana
Vai dei verdi  7/9
Messina (ME)
Telefono: 090675899
E-mail: fisalvatore@tiscali.it

Lahme Bel Sahn – Carne al forno – Layla Sabri

Lahme Bel Sahn – Carne al forno – Layla Sabri

Ingredienti
8 hg  di carne tritata non troppo magra
2 cipolle bianche
20 gr di pinoli
3 pomodori molto maturi
olio extravergine di oliva o burro
sale
pepe

Preparazione
Tritate le cipolle ed unirle alla carne, aggiungete i pinoli, il sale e il pepe
Ungete una teglia non troppo larga e stendete la carne in modo tale da non creare uno strato sottile, altrimenti si secca troppo
Ungete anche la parte superiore sulla carne
Tagliare i pomodori in 4 parti ciascuno e metteteli sulla carne (servono a mantenerla “umida”)
Cuocete in forno a 180/200 gradi
Il tempo di cottura solitamente è di 30 minuti, ma dipende dallo spessore della carne, la superficie deve risultare dorata ed il composto, all’interno, deve risultare cotto ma morbido

Mutabbal Crema di melanzane – Layla Sabri

“Si abbina molto bene al pane tostato, alle carni grigliate e alle polpette di carne, fritte.. A piacere, si può aggiungere 1 spicchio d’aglio schiacciatola ricetta originale lo prevede, io non lo metto, per renderla più leggera…”Layla Sabri

Ingredienti
4 melanzane lunghe
1 baratolo piccolo di yogurt bianco, non zuccherato
4 cucchiai di Tahina(crema di semi di sesamo)
prezzemolo
sale (q.b.)
peperoncino tritato o paprika
olio extravergine d’oliva

Preparazione
Lavare le melanzane e tagliate solo la parte superiore, senza sbucciarle
Bucatele con il coltello, in più punti
Mettetele nel forno, a fuoco medio, fino a farle “appassire”, ma senza farle seccare troppo
Sbucciatele, dopo averle fatte raffreddare
Lavate e tritate il prezzemolo
Mettetele nel mixer, insieme allo yogurt, ai 4 cucchiai di tahina e al sale quando gli ingredienti si saranno amalgamati, mettete il composto in una terrina, aggiungete due manciate abbondanti di prezzemolo tritato (lasciatene una manciata per la decorazione)
Servire, dopo aver decorato con il prezzemolo tritato e la paprica o il peperoncino

“Ricetta mediorientale molto conosciuta.  Io sono siriana e questo è un piatto delle mie radici…radici che ritrovo ogni volta che, ripetendo gesti antichi, inizio a “creare”. E’ un antipasto ..ma  è ottimo anche  per accompagnare carni grigliate e polpette di carne, fritte…e perfette sul pane tostato. “Layla sabri

Hummus (Musabbaha) Crema di ceci – Layla Sabri

“Ricetta mediorientale molto conosciuta.  Io sono siriana e questo è un piatto delle mie radici…radici che ritrovo ogni volta che, ripetendo gesti antichi, inizio a “creare”. E’ un antipasto ..ma  è ottimo anche  per accompagnare carni grigliate e polpette di carne, fritte…e perfette sul pane tostato. A piacere, si può aggiungere 1 spicchio d’aglio schiacciatola ricetta originale lo prevede, io non lo metto, per renderla più leggera…”Layla Sabri

Ingredienti
due scatole di ceci (lasciamone una manciata per la decorazione)
succo di mezzo limone
3 cucchiai di Tahina (crema di semi di sesamo)
sale (q.b.)
olio extravergine di oliva
cumino in polvere

Preparazione
Lavate i ceci sotto l’acqua fredda e metteteli nel mixer
Aggiungete i 3 cucchiai di tahina, il succo di limone e il sale,  dopo un minuto circa, a velocità media, aggiungete un po’ di acqua fredda, il composto deve risultare “morbido”,  servire, dopo aver decorato con i ceci lasciati a parte e con il cumino

“Si abbina molto bene al pane tostato, alle carni grigliate e alle polpette di carne, fritte” Layla Sabri

Il profumo dei ricordi – Layla Sabri

Io amo molto il cibo…e non solo come “espressione gastronomica”.
lo amo perchè, con estrema semplicità, riesce a definire e a rappresentare momenti storici, situazioni sociali e tutta una serie di tradizioni, essenzialmente legate a culture diverse e strettamente connesse alle radici individuali.
In diverse occasioni, parlando con i miei amici delle abitudini familiari, legate al cibo, mi sono resa conto che noi, spessissimo, ci nutriamo di ricordi…
Quando cuciniamo la pasta al forno, con le uova sode e le polpettine fritte che abbiamo visto fare la domenica, per anni, da nostra madre…quando arrotoliamo le foglie di vite, intorno ad un mucchietto di riso,ripetendo gesti lenti e antichi, visti mille volte in famiglia e che si riuttilizzano attraverso le nostre mani, noi non stiamo solo cucinando, ma stiamo ricreando un clima familiare e profondamente rassicurante, che ci permette di ricontattare, attraverso piccoli gesti, sapori e profumi, le nostre più profonde radici.
Potrebbe essere piacevole poter condividere ciò che ha rappresentato il cibo nella nostra famiglia raccontando, ad esempio, di quel particolare piatto legato al giorno di festa…

Visitate la rubrica DI Layla Sabri

Layla Sabri
Psicologa
Psicoterapeuta
Segretario e Docente A.SD.I (Centro Assistenza alla Famiglia e alla Persona, Roma)
Giornalista Pubblicista

 

Leb – Crema di zucchine – Layla Sabri

Leb – Crema di zucchine – Layla Sabri

“Una ricetta che permette di usare l’interno delle zucchine …così, quando si fanno ripiene, non viene sprecato nulla!”Layla Sabri

Ingredienti
10 zucchine medie
2 spicchi d’aglio
4 cucchiai d’olio extravergine d’oliva
sale (q.b.)

Preparazione
Svuotate le zucchine e tagliare il tutto in piccoli pezzi
In una padella, mettere l’ olio, schiacciate gli spicchi d’ aglio ed aggiungeteli all’olio, cuocete a fuoco basso per un paio di minuti, facendo attenzione a non far imbiondire l’aglio, aggiungete  l’interno delle zucchine e il sale e fate “appassire” il tutto a fuoco basso, il composto deve diventare morbido come una crema.

“Ottimo su fette di pane tostato. “un’altra ricetta, sempre siriana… è facilissima…!!!”Layla Sabri

Laban musaffa (Labne) Crema di Yogurt con menta – Layla Sabri

Laban musaffa (Labne) Crema di Yogurt con menta – Layla Sabri

Ingredienti
2 barattoli grandi di yogurt intero bianco, non zuccherato
10 foglie di menta (o 1 cucchiaino di menta secca)
3 cucchiai di olio extravergine d’oliva
sale (q.b.)

Preparazione
Prendete uno scolapasta e mettete sul fondo una salvietta di stoffa
Versate i due barattoli di yogurt nello scolapasta, che verrà poggiato nel lavandino o in un recipiente che possa comunque permettere al siero dello yogurt di scolare liberamente
Dopo 10 – 12 ore circa (io lo preparo la sera e la mattina è pronto) raccogliere la crema di yogurt rimasta e aggiungere il sale e 4 foglie di menta a pezzetti
Mettete la crema in un piatto fondo, decorare con le foglie di menta rimaste ed aggiungere l’olio.

“Ottimo con il pane tostato e fette biscottate (non troppo dolci!)”Layla Sabri

Il tacchino ripieno

3tacchino1Sua maestà il tacchino

Il vero protagonista del giorno del Ringraziamento però non può che essere “sua maestà il tacchino”. Dopo aver affrontato ore di cottura nel forno è finalmente arrivato il momento di gustare il vero protagonista della cena, cotto intero e gustato insieme allo stuffing, ripieno di pane e castagne insaporito con frutti rossi: un’esplosione di sapori!
Il tacchino ripieno

Ingredienti
⦁ 1 tacchino di 4-5 kg
⦁ 250 gr di burro ammorbidito a temperatura ambiente
⦁ 1 cucchiaino di scorza di limone grattugiata
⦁ 1 cucchiaino di scorza di arancia grattugiata
⦁ 2 rametti interi di salvia, più altri per la decorazione
⦁ 1 arancia, tagliata in quattro spicchi
⦁ 1 cipolla rossa, sbucciata e tagliata in quattro spicchi
⦁ 3 cl di brodo di pollo o di tacchino
⦁ 3 cl di vino bianco

Gravy (salsa)
Ingredienti
⦁ 30 gr di burro
⦁ 1 litro di brodo di pollo o tacchino
⦁ 30 gr di farina

Preprazione
Scaldate il forno a 215°C. In un pentolino su fuoco basso, scaldate insieme il brodo, il vino e metà del burro.
In un’altra ciotola, mescolate insieme l’altra metà del burro con la scorza di limone e di arancia, sale e pepe a piacere.
A partire dal collo, separate la pelle dal petto e dalle zampe inserendo le dita con delicatezza tra carne e pelle in modo da non romperla. Spalmate il composto di burro sotto la pelle allentata. Quindi spalmate l’esterno e l’interno del tacchino con il composto di burro; salatelo e pepatelo.
Salate e pepate l’interno del tacchino. Se volete riempire il tacchino prima di cuocerlo, farcitelo ora con il ripieno (ricetta stuffing) ma non riempitelo troppo. Sistemate la salvia, le arance e le cipolle intorno al tacchino nella stessa teglia. Altrimenti (per ridurre i tempi di cottura) potete riempire il tacchino con i rametti di salvia, le arance e la cipolla e cuocere il ripieno di pane separatamente.
Chiudete la cavità con stecchini di legno. Legate le zampe con lo spago da cucina e ripiegate le ali sotto il tacchino. Mettete il tacchino nel forno preriscaldato per 20 minuti, poi bagnate (con pennello o cucchiaio) tutte le parti esposte del tacchino con la miscela di burro, brodo e vino. Abbassate la temperatura a 180°C. Ogni 30 minuti, bagnate il tacchino con la miscela di brodo. Se la pelle del tacchino dovesse dorarsi troppo, copritelo con un foglio di alluminio.
Dopo due ore di cottura, cominciate a prendere la temperatura del tacchino. Inserite un termometro per la carne nel punto più spesso della coscia (vicino all’osso, ma senza toccarlo). Dovrebbe segnare 70-75°C. Sono necessarie circa 3 ora di cottura totale, in base alle dimensioni del tacchino. Al termine della cottura togliete il tacchino dal forno, trasferite su un piatto di portata (tenete da parte la teglia con i succhi di cottura) e fate riposare a temperatura ambiente per 20-30 minuti.
Nel frattempo, preparate la salsa gravy:
Travasate con cura i succhi di cottura in una brocca capiente e fate riposare per 1-2 minuti, fino a quando i grassi si separano dai succhi. Eliminate il grasso dalla superficie e mettetelo da parte. Scaldate in una padella due cucchiai di burro con 1 cucchiaio del grasso di cottura e 30 g di farina. Mescolate continuamente per 5-6 minuti per ottenere una miscela dorata. Unite molto gradualmente i succhi di cottura sgrassati e portate all’ebollizione, mescolando con una frusta. Unite quindi il brodo poco alla volta, mescolando continuamente e cuocendo fino ad ottenere la consistenza desiderata, circa 10 minuti. Salate e pepate a piacere.

Struffing / il ripieno del tacchino con pane e castagne
Ingredienti Per 10 persone
⦁ 1 kg di pane bianco e nero tagliato a cubetti di 2 cm
⦁ 250 gr di castagne sbucciate e precotte (sottovuoto), tagliato in quarti
⦁ 200 gr cranberry essiccati
⦁ 90 gr di burro
⦁ 4 cipolle, tritate grossolanamente
⦁ 4 coste di sedano, tritate grossolanamente
⦁ 3 cucchiai di salvia fresca tritata finemente
⦁ 1,2 litri di brodo di pollo, di tacchino o vegetale
⦁ 1 cucchiaino di sale
⦁ 4 cucchiai di prezzemolo tritato
⦁ pepe nero

Preparazione
Distribuite i cubetti di pane in un unico strato su un paio di teglie e lasciateli seccare, durante la notte, senza coprirli. In alternativa, fateli seccare dentro il forno a 180° per 15-20 minuti.
Sciogliete il burro in una padella capiente a fuoco medio: unite le cipolle e il sedano; cuocete, mescolando per circa 10 minuti. Unite la salvia, poi un mestolo di brodo e cuocete per altri 5 minuti.
Trasferite il composto con la cipolla in una ciotola molto capiente. Mescolate con le castagne, i cranberry, il pane, il prezzemolo, sale e pepe. Versatevi il brodo rimasto e mescolate delicatamente. Usate la farcia per riempire il tacchino, poi mettete quella rimasta in una teglia imburrata. Coprite la teglia con un foglio d’alluminio e infornatela a 180°C per 25 minuti. Scoprite e cuocete ancora per mezz’ora circa, finché sarà ben dorato.

Credits:
Foto di Emile Henry www.emilehenry.com
Ricette di Laurel Evans www.unamericanaincucina.com

GRUPPO CAMPARI
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 2 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente

Gruppo Campari
Paola Paletti Tel +39 02 62251
Paola.Paletti@campari.com

Havas PR MIilan
Marianna Lovagnini – Tel 02 85457040
Marianna.Lovagnini@havaspr.com

Cheesecake bars alla zucca

4pumpkin-bars-newCheesecake bars alla zucca

Per concludere la classica cena del Ringraziamento non può mancare la tipica torta di zucca speziata, qui realizzata in versione cheesecake.

Ingredienti
⦁200 gr di farina 00
⦁50 gr di brown sugar (potete sostituirlo con zucchero normale)
⦁un pizzico di sale
⦁115 gr di burro freddo, tagliato in pezzettini
⦁230 gr di formaggio Philadelphia, ammorbidito a temperatura ambiente
⦁100 gr di zucchero
⦁430 gr di purea di zucca (qui sotto trovate la ricetta)
⦁3 uova
⦁1 cucchiaino di estratto di vaniglia (facoltativo)
⦁1 cucchiaino di zenzero in macinato
⦁2 cucchiaini di cannella macinata
⦁1/2 cucchiaino di noce moscata macinata
⦁1/4 cucchiaini di chiodi di garofano in polvere

Preparazione per 20 barrette
Scaldate il forno a 180°C.  Foderate di alluminio una teglia rettangolare di circa 23×33 cm e imburrate l’alluminio. Nella ciotola di un robot da cucina con la lama di metallo, unite la farina, lo zucchero, il sale e azionate brevemente per mescolarli. Unite i pezzetti di burro freddi e lavorate rapidamente nel robot fino a ottenere un impasto di briciole. Versate le briciole nella teglia imburrata e pressatele con le mani per formare una base uniforme sul fondo della teglia.
Infornate a 180°C fino a che i bordi della crosta cominceranno a dorarsi, circa 10-15 minuti.
Nel frattempo, mescolate insieme il formaggio Philadelphia e lo zucchero fino ad ottenere una crema omogenea. Unite la purea di zucca, le uova, l’estratto di vaniglia, le spezie e un pizzico di sale e mescolate fino ad amalgamare il tutto. Versate la crema di zucca sopra la base precotta e infornate nuovamente a 190°C per altri 20-25 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare a temperatura ambiente per un’ora prima di trasferire nel frigorifero. Per servire, togliete l’alluminio e tagliate in quadratini.

Credits:
Foto di Emile Henry www.emilehenry.com
Ricette di Laurel Evans www.unamericanaincucina.com

GRUPPO CAMPARI
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 2 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente

Gruppo Campari
Paola Paletti Tel +39 02 62251
Paola.Paletti@campari.com

Havas PR MIilan
Marianna Lovagnini – Tel 02 85457040
Marianna.Lovagnini@havaspr.com

Il Cornbread

ANTIPAstoIl Cornbread

Il Cornbread, un gustoso pane di mais tipico della stagione autunnale
Per 8 persone
⦁ 200 gr di farina 00
⦁ 150 gr farina di mais gialla
⦁ 2 cucchiaini di lievito in polvere
⦁ ¼ di un cucchiaino di bicarbonato di sodio
⦁ 1 cucchiaino di sale
⦁ 1 cucchiaio di zucchero
⦁ 100 gr di mais in scatola, tritato finemente o frullato grossolanamente
⦁ 120 gr di latte intero
⦁ 120 gr di yogurt
⦁ 1 cucchiaino di succo di limone
⦁ 2 uova grandi
⦁ 100 gr di burro, fuso e fatto raffreddare leggermente

Preparazione

Scaldate il forno a 200°C e imburrate una pirofila quadrata di 20 cm e mettete da parte.
Mischiate la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale in una ciotola media e mettete da parte. In un’altra ciotola, mischiate lo zucchero, il mais tritato, il latte, lo yogurt e il succo di limone. Unite le uova e sbattete finché tutti gli ingredienti non saranno ben amalgamati. Rimarranno alcuni grumi di mais.
Incorporate delicatamente il composto con le uova al composto con la farina usando una spatola di gomma. Aggiungete il burro fuso e mescolate rapidamente fino a inumidire appena gli ingredienti secchi. Non lavorateli troppo, il composto rimarrà grumoso.
Versate l’impasto nella pirofila preparata e lisciate la superficie con la spatola. Cuocete finché è ben dorato, per 25-30 minuti, o finché uno stecchino infilzato al centro ne esce pulito. Lasciatelo raffreddare nello stampo per 10 minuti prima di servire.

Credits:
Foto di Emile Henry www.emilehenry.com
Ricette di Laurel Evans www.unamericanaincucina.com

GRUPPO CAMPARI
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 2 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente

Gruppo Campari
Paola Paletti Tel +39 02 62251
Paola.Paletti@campari.com

Havas PR MIilan
Marianna Lovagnini – Tel 02 85457040
Marianna.Lovagnini@havaspr.com

Struffing / il ripieno del tacchino con pane e castagne

Struffing / il ripieno del tacchino con pane e castagne
Ingredienti Per 10 persone
⦁ 1 kg di pane bianco e nero tagliato a cubetti di 2 cm
⦁ 250 gr di castagne sbucciate e precotte (sottovuoto), tagliato in quarti
⦁ 200 gr cranberry essiccati
⦁ 90 gr di burro
⦁ 4 cipolle, tritate grossolanamente
⦁ 4 coste di sedano, tritate grossolanamente
⦁ 3 cucchiai di salvia fresca tritata finemente
⦁ 1,2 litri di brodo di pollo, di tacchino o vegetale
⦁ 1 cucchiaino di sale
⦁ 4 cucchiai di prezzemolo tritato
⦁ pepe nero

Preparazione
Distribuite i cubetti di pane in un unico strato su un paio di teglie e lasciateli seccare, durante la notte, senza coprirli. In alternativa, fateli seccare dentro il forno a 180° per 15-20 minuti.
Sciogliete il burro in una padella capiente a fuoco medio: unite le cipolle e il sedano; cuocete, mescolando per circa 10 minuti. Unite la salvia, poi un mestolo di brodo e cuocete per altri 5 minuti.
Trasferite il composto con la cipolla in una ciotola molto capiente. Mescolate con le castagne, i cranberry, il pane, il prezzemolo, sale e pepe. Versatevi il brodo rimasto e mescolate delicatamente. Usate la farcia per riempire il tacchino, poi mettete quella rimasta in una teglia imburrata. Coprite la teglia con un foglio d’alluminio e infornatela a 180°C per 25 minuti. Scoprite e cuocete ancora per mezz’ora circa, finché sarà ben dorato

Credits:
Foto di Emile Henry www.emilehenry.com
Ricette di Laurel Evans www.unamericanaincucina.com

GRUPPO CAMPARI
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 2 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente

Gruppo Campari
Paola Paletti Tel +39 02 62251
Paola.Paletti@campari.com

Havas PR MIilan
Marianna Lovagnini – Tel 02 85457040
Marianna.Lovagnini@havaspr.com

Cous cous con carne e verdure – Alessandra C.

Cous cous con carne e verdure – Alessandra C.

Ingredienti
350 gr di carne bianca (tacchino, pollo)
350 gr di carne rossa (vitelo, manzo)
3 patate
3 carote
3 zucchine
2 peperoni
1 cipolla
2 scatole da 250 gr di borlotti precotti
500 gr di cous cous precotto
sale
peperoncino
paprika forte
olio

Preparazione
Tagliate tutta la verdura a cubetti
Tagliare la carne a pezzi.
Tenete separata la carne dalla verdura.
Preparate due padelle con olio e cipolla tagliata grossolana.
Dopo aver fatto soffriggere la cipolla mettete la verdura in una pentola e nell’altra la carne.
Aggiungete sale peperoncino e paprika (quanto basta per il vostro palato)
Fate cuocere entrambe terminando la cottura e aggiungendo acqua se necessario.
Nel frattempo frullate a freddo i borlotti.
In una terza padella preparate un soffritto e aggiungete la cremina, sale, peperoncino e paprika e cuocete per qualche minuto.
Quando tutto sarà pronto, mettete mezzo litro d’acqua in una pentola con il sale, portare a ebolizione e aggiungete il cous cous; spegnete immediatamente, aggiungete un cucchiaio di olio, sgranate il cous cous mentre si sta gonfiando e lasciate riposare per 5 minunti.
Servite il tutto il vassoi separati per permettere agli ospiti di scegliere!

“Consiglio di non usare pane, ma di mettere sul tavolo delle scodelline con delle patatine/snack alla paprika, vino rosso a piacere e buon appetito! – Alessandra”

Ghoriba al cocco – Anna Villa

cocco.jpgEcco la ricetta di alcuni biscottini sel Marocco, che faccio ogni tanto per mio marito, che è di Marrakech, e che ritrova così, il sapore della sua terra..

Ingredienti
180 g di farina di semola rimacinata
120 g di farina di cocco
120 gr di zucchero
2 uova
1 tazza da tè di olio di girasole
1 bacca di vaniglia
½ bustina di lievito per dolci
Abbondante Zucchero a velo

Preparazione
In una ciotola sbattete leggermente le uova con lo zucchero, unite i semi della bacca di vaniglia e l’olio. Aggiungete la semola precedentemente mescolata con il cocco e il lievito. Amalgamate bene fino ad ottenere una pasta molliccia. Aiutatevi con la farina di cocco e infarinatevi bene le mani, preparate delle palline grandi quanto una piccola noce, passatele nello zucchero a velo (devono essere completamente cosparse di zucchero), mettetele sulla placca del forno ben distanziate fra loro e cuocete in forno già caldo a 170° per 15 minuti circa anche un po’ meno se il forno è bello caldo, fino a che si saranno formate le classiche crepe.

Challaht – Tatiana Di Grazia- Homebakedforlove.

CHALLAH.jpgIl Challah viene preparato in occasione dello Shabbat ebraico e per altre festività religiose. E, per tutte le fans della serie “Sex and the City”, questo è il famoso pane che Charlotte – neo ebrea convertita per amore- prepara per il suo fidanzato, sperando in una proposta matrimoniale…

Ingredienti
500 gr di farina
3 cucchiaini di zucchero
1 bustina di lievito di birra disidratato (7 gr)
oppure 1 cubetto di lievito di birra normale
2 uova
90 gr di burro
acqua q.b.
10 gr sale

Per la glassa
1 tuorlo
2 cucchiai di acqua
semi di papavero per spolverare

Preparazione
Sciogliete il lievito di birra in 50 ml di acqua tiepida, nel caso non si utilizzi la versione disidratata.- In una terrina grande disponete a fontana la farina. Al centro versate il lievito, lo zucchero, le uova ed il burro. Amalgamate bene con una forchetta e aggiungete acqua q.b. Lavorate la pasta energicamente per qualche minuto. Mettete l’impasto in un recipiente ben infarinato, copritelo con un canovaccio, ponetelo in un posto caldo e attendete fino a quando il suo volume non sarà raddoppiato (almeno un’ora).
Lavorate nuovamente la pasta e dividitela in 3 parti uguali. Date ad ognuna la forma di un cordone lungo 30-40 cm.  Allineate e unite i cordoni. Formate una treccia. Attendete ancora venti minuti circa per far completare la lievitazione
Spennellate d’uovo la superficie della treccia e spolverate con i semi di papavero. Cuocete per almeno 30- 40 minuti a 200°-210° nella parte media del forno preriscaldato.

Tatiana Di Grazia

http://www.homebakedforlove.it