Estate in crociera: 5 piatti da non perdere

"fd_i_giardino_26.jpg"Estate in crociera: 5 piatti da non perdere

La speciale classifica di Paolo Tarantino, Corporate Chef di MSC Crociere: “Domina la cucina orientale ma quella italiana è sempre molto apprezzata, quella vegana sempre più richiesta.
Immancabile il menu Wellness e Gluten Free.

Anche in mare l’attenzione per il cibo e la buona tavola non manca mai. È un’estate di grandi novità quella appena iniziata. Una stagione per tutti i gusti, all’insegna dell’internazionalizzazione. Tutte le specialità sono fresche e preparate con cura e conoscenze tradizionali, sulla base di ingredienti di alta qualità accuratamente selezionati. Ma andiamo un pò più nel dettaglio per scoprire quali sono le tendenze di bordo per l’estate 2017 e quali sono i gusti dei crocieristi.
Ce lo spiega Paolo Tarantino, Corporate Chef di MSC Crociere “Il vero successo della cucina in mare è la varietà. A bordo delle navi MSC Crociere viaggiano oltre 80 nazionalità diverse e dobbiamo soddisfare i gusti e le preferenze di tutti i passeggeri. Ad affascinare sempre di più c’è la cucina orientale, mentre è sempre più richiesta la proposta vegan. Spopola, invece, la cucina della nostra tradizione italiana”.

Se è vero che gli italiani amano e cercano la pasta, gli americani adorano la carne e i tedeschi chiedono zuppe e anatra, è altrettanto vero che gusti e tendenze sono "fd_i_oriental_amb_09.jpg"influenzate da esigenze sempre diverse, legate non solo a ragioni culturali ma anche a scelte basate su salute e benessere. Trovano spazio a bordo anche i menu Wellness per i salutisti alla ricerca di un’estate all’insegna di relax e benessere e con un occhio sempre attento alla forma fisica e quelli Gluten free.

Paolo Tarantino ci illustra i piatti più richiesti a bordo e quali sono i trend per l’estate 2017:

1) POLLO TERIYAKI: si tratta di spiedini di pollo insaporito con un mix di ingredienti tipicamente giapponesi come la salsa di soia, il mirin e il vino di riso che formano una sorta di glassa sapida e dolce allo stesso tempo che avvolge i pezzi di pollo.
2) PAELLA DE MARISCOS: è sicuramente tra i più gettonati sulla flotta, servita in occasione della serata mediterranea. Sono molto apprezzate sia la versione classica che quella Valenciana. I suoi profumi e i suoi colori rendono questo piatto anche un capolavoro da vedere oltre che da gustare.
3) SEITAN: può essere definito come la “carne” dei vegani. Estratto dal grano, il Seitan è puro glutine ed è altamente proteico. Questo piatto, in tutte le sue varianti, è un servizio esclusivo offerto sullo Yacht Club, con l’offerta vegana che è ormai sempre più presente a bordo.
4) CEVICHE DI PESCE BIANCO: si tratta di una new entry a bordo della navi MSC Crociere. Viene servito come antipasto con cipolla rossa, limone e coriandolo, su coulis di peperoni. Un antipasto fresco ed estivo che anche esteticamente molto apprezzabile.
5) CASERECCE AL BRANZINO: un piatto di grande qualità figlio della creatività made in Italy. La cucina italiana infatti, spopola sempre più a bordo ed è sempre fortemente apprezzata

Rispetto alla cucina casalinga, la cucina di bordo implica alcuni vincoli determinanti, legati in primis alle tecniche di preparazione, che devono garantire un’attenzione particolare al tema della sicurezza alimentare. La differenza principale, però, è legata ai volumi: “Nelle cucine di bordo un piatto deve essere riprodotto per una media di 2.500 persone in 50 minuti”, spiega lo chef Tarantino. “Questo significa che un piatto che a casa o al ristorante prevede una media di 12 passaggi (‘tocchi’) a bordo deve essere impiattato in soli 3 passaggi – 5 per i piatti di gala.

MSC ha poi un segreto per fare felici a tavola anche i più piccoli: proposte gastronomiche splendidamente variegate e squisitamente semplici. Proposte a cui è riservata la stessa cura che viene dedicata per conquistare il palato dei più grandi. Ecco il motivo di un menu dedicato ai bambini, fatto di ricette succulente della cucina internazionale e della tradizione mediterranea valutate dai nutrizionisti dell’Osservatorio Chicco, in base alle esigenze nutrizionali delle diverse fasce di età. Selezioni gastronomiche speciali pensate solo per loro insieme ad animazioni durante i pasti per intrattenerli e lasciare che i genitori si gustino la cena.

Sono poi diverse le collaborazioni di MSC Crociere per dare ai menu un tocco di arte. A bordo di MSC Seaside, nave di nuova generazione che sarà varata a dicembre di quest’anno, lo chef di fama mondiale Roy Yamaguchi è stato coinvolto nell’ideazione e creazione di tutti i particolari del ristorante pan-asiatico, portando il suo estro e la sua visione creativa in ogni singolo dettaglio dell’esperienza del cliente: dalla creazione delle ricette, alla selezione delle porcellane che ne valorizzino l’impiattamento, dalla selezione della musica per creare l’atmosfera giusta, fino all’abbinamento dei vini per accompagnare i pasti e anche la scelta del tipo di carta per i menu.

Oltre alla collaborazione allo chef Roy Yamaguchi su MSC Seaside, troviamo anche lo chef Carlo Cracco, premiato con due stelle Michelin. Oltre a creare ogni anno, dal 2013, speciali menu per Natale a Capodanno a bordo delle navi, ha anche ideato una ricetta esclusiva per il menu di gala di ogni crociera, proponendo da questa estate la sua ricetta d’autore: “Cappello del prete con purea di sedano rapa e melagrana”. Lo chef ha anche proposto una nuova esperienza culinaria per il club bimbi Doremi. Contemporaneamente, a bordo di MSC Meraviglia, Jean-Philippe Maury, uno dei migliori chocolatier e pasticceri francesi, presenta agli ospiti incredibili e dolcissime creazioni presso un atelier di cioccolato a vista, Jean-Philippe Chocolate&Coffee, mentre per chi volesse gustare i suoi gelati preparati a bordo e stuzzicanti dolci dovrà recarsi presso lo Jean-Philippe Crêpes & Ice Cream”. Le collaborazioni con gli chef non riguardano solo le nuove navi, ma rappresentano un focus dell’offerta MSC Crociere, concentrato sulla cucina raffinata e internazionale. Ad esempio la collaborazione con lo chef cinese internazionale, Jereme Leung. Riconosciuto a livello mondiale per la sua interpretazione contemporanea della cucina cinese, l’approccio moderno dello chef Leung ha da tempo catturato l’attenzione dei migliori critici gastronomici globali. Ora la sua cucina è presente anche a bordo di MSC Lirica e si estenderà a MSC Splendida che inizierà le crociere con itinerario a Shangai nell’aprile del 2018. Chef Leung ha finora collaborato con MSC Crociere per la progettazione di nuovi e innovativi concetti di ristorazione su misura dei clienti cinesi, una gamma esclusiva di piatti d’autore, oltre a migliorare i menu esistenti con il suo estro creativo e distintivo.
Lo Chef di MSC Crociere Paolo Tarantino propone quella che può definirsi “la ricetta dell’estate”.

Caserecce al sughetto di branzino al profumo di limone e briciole di pane aromatico

Ingredienti per 4\6 persone

400 gr. di farina 00
6 uova fresche
2 branzini freschi
1 acciuga sott’olio
2 zucchine
1 dl di vino bianc
2 cucchiai di latte
prezzemolo
sale
pepe
olio d’oliva extravergine
pane in cassetta
1 Limone di Sorrento.

Preparazione
Per il sughetto di branzino: in una padella con olio e rosolate le zucchine tagliate finemente. Aggiungete il branzino sfilettato, privato della pelle e delle lische. Lasciate cucinare per qualche minuto spezzettandolo con un cucchiaio (meglio se di legno). Sfumate con vino bianco, aggiungete l’acciuga, 1\2 bicchiere di latte. Aggiustate di sapore a piacere, da ultimo aggiungete un pizzico di scorza di limone grattugiata e poco prezzemolo tritato finemente. La salsa deve essere pronta in soli 12 minuti e non di più! Il “sughetto” deve risultare abbastanza liquido.

Per la pasta: sopra un asse di legno, disponete la farina a modo fontana, pizzico di sale e si parte…. Impastate man mano la farina con le uova dal centro verso l’esterno, senza creare grumi. Inserire l’impasto nel torchio e tagliare la lunghezza desiderata! Se non avete il torchio per le casarecce potete fare benissimo degli ottimi tagliolini a mano.

Per il pane aromatico: nel tritatutto per minipimer sminuzzate il pane in cassetta solo la parte bianca con la maggiorana, scorza di limone grattugiata e un filo d’olio. In una padella antiaderente, tostate le briciole di pane fresco in poco olio extra vergine di oliva, mescolate il tutto fin quando le briciole non saranno dorate. Tenete da parte la panure.

Cucinate la pasta in abbondante acqua salata, scolatela e saltatela insieme al sugo di branzino, aggiungendo poca acqua di cottura. A fuoco spento aggiungete la panura aromatizzata e un filo di olio extravergine di oliva.

Impiattate le casarecce con un’ultima spolverizzata di panure.

Fabio Miceli
Havas PR Milan

t +39 02 85457001

w havaspr.it

Bietole con prosciutto e stracciatella Mirella

bietoleBietole con prosciutto  e stracciatella Mirella

Ingredienti
500 gr di  bietole
100 gr prosciutto
100 gr di stracciatella*
sale
pepe
olio  
1 manciata di formaggio grattuggiato

Preparazione
Lessate le bietole in acqua salata e disponetele in teglia cosparsa di olio  poi si aggiungete prosciutto cotto a fette, stracciatella, sale pepe oolio  e una manciata di formaggio grattugiato e cuocete in forno fino a quando la stracciatella diventa appena dorata

Masterchef 2017-18, le selezioni al via anche sulle navi da crociera: partnership con MSC

masterchefMasterchef 2017-18, le selezioni al via anche sulle navi da crociera: partnership con MSC

Masterchef va..in onda

Il celebre format sale a bordo delle navi MSC CROCIERE per intrattenere i crocieristi. La posta in palio per gli appassionati è straordinaria:
partecipazione al casting ufficiale e cena con le star del programma.

Masterchef torna “in onda”, ma questa volta non in tv: MSC Crociere, la più grande compagnia crocieristica a capitale privato al mondo e leader di mercato in Europa, Sud America e Sud Africa, ha annunciato oggi il lancio di MSC MasterChef At Sea. Grazie alla collaborazione con Endemol Shine Group, nota società di produzione televisiva che produce il popolare programma in 60 Paesi nel mondo, il format d’intrattenimento arriverà a bordo di tutte le navi della flotta entro l’estate in corso. L’iniziativa dimostra l’impegno costante di MSC Crociere nell’offerta sempre più ampia e diversificata di coinvolgenti attività d’intrattenimento, confermando anche l’attenzione e la passione della Compagnia per l’arte del buon cibo.

A bordo delle navi della Compagnia sarà quindi organizzato l’MSC MasterChef At Sea, gara di cucina strutturata sulla falsariga del popolare show televisivo. I crocieristi avranno l’opportunità di mettersi alla prova ai fornelli e di testare la propria abilità sfidandosi tra loro. Questa esperienza coinvolgente è stata progettata con l’intento di portare la magica atmosfera di MasterChef nella quotidianità degli ospiti in viaggio e di incoraggiare al tempo stesso l’esplorazione culinaria (https://www.msccrociere.it/it-it/Partnerships/MSC-Crociere-e-MasterChef.aspx).

Gianni Onorato, Chief Executive Officer di MSC Cruises, ha commentato: “Una delle caratteristiche fondamentali di una vacanza a bordo delle nostre navi è la vasta gamma di opzioni di intrattenimento disponibili sia di giorno che di notte, allo scopo di soddisfare le esigenze degli ospiti di ogni età. Per questo abbiamo aggiunto al già ricco ventaglio di attività la partnership con MasterChef, uno dei marchi più famosi nel mondo del food; lo scopo è quello di aiutare i clienti a vivere un’esperienza che combini la passione per il cibo con una proposta entusiasmante e unica. In fase di ideazione e progettazione abbiamo sfruttato le motivazioni degli spettatori di Masterchef e le abbiamo riportate alla luce con questa nuova offerta – per stimolarli e farli divertire”.

La partnership con MasterChef fa parte di una strategia più ampia messa in atto dalla Compagnia per collaborare con i migliori esperti mondiali in diversi settori, ribadendo l’attenzione e la cura per l’eccellenza. La Compagnia, infatti, è sempre alla ricerca di collaborazioni con leader conosciuti a livello mondiale per qualità nei rispettivi settori, per offrire a chi sceglie una crociera MSC esperienze sempre più uniche e indimenticabili.

Frances Adams, Global Director of Brands and Licensing, Endemol Shine Group, ha dichiarato: “Siamo lieti di collaborare con MSC Crociere per offrire l’esperienza unica ed autentica di MasterChef e intrattenere nuovo pubblico in tutto il mondo. MasterChef è un marchio di grande successo ed universalmente riconosciuto la cui popolarità è in continua crescita, al punto che i fans sono desiderosi di seguirlo anche quando non va in onda”.

Gli ospiti che parteciperanno durante la vacanza in crociera si affronteranno per realizzare una creazione, ad esempio utilizzando ingredienti misteriosi da una scatola; le coppie di sfidanti saranno giudicate dall’executive chef di bordo in base alla presentazione, al gusto e all’originalità del piatto. Durante ogni viaggio sarà incoronato un nuovo vincitore che riceverà un premio MasterChef. Ognuno dei vincitori sarà anche iscritto a un sorteggio annuale con in palio uno dei due seguenti fantastici premi:

1 – una cena a casa del vincitore o in un locale con una delle star di MasterChef in qualità di chef, una raccolta di 50 esclusive ricette MasterChef, la possibilità di partecipare al processo di casting ufficiale per la partecipazione al programma tv

2 – la possibilità con 3 amici di far parte dello show mentre si cena in uno dei ristoranti ripresi in esterna e una raccolta di 50 esclusive ricette MasterChef

Fabio Miceli
Havas PR Milan

Recensioni crackers sfoglia di grano Mulino Bianco

Recensioni crackers sfoglia di grano Mulino Bianco

Come non potevo parlarvi dei crackers recensioni crackers sfoglia di grano Mulino Bianco grano del Mulino Bianco anche questo prodotto mi è uscito dal pacco del Mulino Bianco chi non conosce questi crackers che sono inimitabili di crackers in commercio ce ne sono tanti ma come quelli del Mulino Bianco non è nessuno friabili freschi fragranti sempre perfino dopo la scadenza aprendo il pacchetto sgranocchiando un crackers vi accorgerete della bontà infinita di questo prodotto eccezionale lo suggerisco per antipasti aperitivi con salumi e formaggi farete un figurone senza olio di palma con dei granelli di sale in superficie ma non tanti e questo mi fa piacere grazie Mulino Bianco
testerangi@gmail.com

La quarta edizione di Mangiacinema a Salsomaggiore Terme

06f910e8-3492-400d-94aa-004ae58d9999La quarta edizione di Mangiacinema a Salsomaggiore Terme
La Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso 2017 dedicata a Federico Fellini
SALSOMAGGIORE TERME – Dal 27 settembre al 4 ottobre 2017 a Salsomaggiore Terme (Parma) si terrà la quarta edizione di Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso. E sarà, come sempre, un’imperdibile e stuzzicante settimana tra degustazioni gratuite, show cooking, proiezioni appetitose e tantissimi incontri con artisti del gusto e dello spettacolo. Oltre quaranta eventi, tutti a ingresso libero per il pubblico, negli otto giorni del Festival più goloso d’Italia. Dopo Ugo Tognazzi nel 2014, Totò nel 2015 e Sordi lo scorso anno, questa edizione della kermesse diretta dal giornalista Gianluigi Negri è dedicata a Federico Fellini.

Scarica il press kit con le immagini della precedente edizione

Scarica il press kit
I PROTAGONISTI
Mangiacinema si distingue dai vari festival legati al cibo perché il pubblico diventa protagonista assoluto di tanti assaggi diversi ogni giorno, in compagnia di numerosi attori, registi, musicisti, chef e intellettuali. Con questa formula originale e molto coinvolgente, che negli anni è diventata un vero e proprio stile (mutuato da Mangia come scrivi e approdato sul palco di un teatro italiano grazie a Mangiamusica che ha debuttato lo scorso novembre a Fidenza), nella città termale andrà in scena lo spettacolo del gusto. Visitatori e turisti potranno così godere di momenti di intrattenimento e “seduzione”, grazie ai cibi d’autore e alle prelibatezze che verranno loro servite.

GLI EVENTI
Fondamentale, come sempre, è la partecipazione dell’Istituto Alberghiero “Magnaghi”, con i suoi studenti ed il corpo docente: saranno loro a “guidare” le attese degustazioni che il Festival, voluto dal Comune di Salsomaggiore, offrirà al pubblico. Gli eventi si svolgeranno tra le Terme Berzieri, il Cinema Odeon e le Terme Baistrocchi. Ne saranno protagonisti i migliori artisti del gusto del Made in Salso, affiancati da grandi nomi delle Terre Verdiane e della Food Valley. “Gli artisti del gusto con le loro creazioni golose – anticipa il direttore artistico Gianluigi Negri – verranno ‘abbinati’ a importanti personaggi dello spettacolo e della cultura. Mangiacinema si riconferma una festa per gli occhi (con diverse proiezioni) e una vera festa per il palato, unica nel suo genere”.

Tra gli appuntamenti da non perdere, la cena di gala del giovedì dedicata a Fellini (che sarà “guidata” dallo chef di Golosìa e del Ristorante La Porchetta Edoardo Craviari, con altri tre importanti colleghi e quattro show cooking previsti durante la serata), i famosi laboratori “Crea & Gusta” per turisti e appassionati di cucina, un’originale e sorprendente “sfida” tra anolini di Salsomaggiore Terme e anolini di Parma che già ha il sapore di un “classico”. Buona visione e buon appetito? Sempre. O, come dice il pubblico di Mangiacinema, #guardagustagodi.

www.mangiacinema.it

La cena di gala di Mangiacinema 2016 con Andy Luotto, Daniele Persegani, Edoardo Craviari
La cena di gala di Mangiacinema 2016, dedicata a Sordi, con (da sinistra) gli chef Daniele Persegani, Edoardo Craviari e Andy Luotto (Foto di Fabrizio Bertolini)
I PARTNER
Il main partner della quarta edizione di Mangiacinema è Gas Sales. Tra i media partner, Radio 24, Film Tv, InformaCibo, Italia a Tavola e Stadiotardini.it. Hanno riconfermato, fino a questo momento, il loro appoggio alla manifestazione anche Ascom, Cna e, per la prima volta, Confagricoltura.

Contatti:
Ufficio stampa – Tel. 347.6961251
info@mangiacinema.it

Bevi sano, Bevi toscano “Siamo quello che beviamo”.

tesorinoperilfitnessBevi sano, Bevi toscano “Siamo quello che beviamo”.
Nel 2004 la versione effervescente ha vinto il PRIMO PREMIO a Parigi come MIGLIOR ACQUA GASSATA (PRESSO AQUA EXPO).
PAROLE CHIAVE acqua sorgiva minerale toscana, acqua della salute, acqua toscana a km zero, acqua indicata per chi fa sport, acqua per gravidanza e allattamento, acqua per i giovani di un tempo
#AcquaTesorino #BeviSanoBeviToscano #AcquaKMzero #siamoquellochebeviamo
Particolarmente indicata per chi pratica sport in quanto stimola le funzioni muscolari durante l’attività.
Ha una composizione ricca di Calcio, Potassio, Fosforo, Sodio, Magnesio
Viene anche consigliata da medici e pediatri durante il periodo della gravidanza e allattamento
Per le sue caratteristiche è indicata per combattere il colesterolo, ulcere e gastriti, calcolosi urinaria.
La Sorgente Tesorino si trova in ambiente protetto, tra le colline del comune di Montopoli Valdarno in provincia di Pisa una vera acqua toscana pura, sorgiva, minerale un acqua a km 0 meglio di tante altre che arrivano da lontano con tanti chilometri sotto il sole che finiscono per alterare le qualità.
L’acqua Tesorino porta dei benefici per l’organismo derivanti dalla composizione minerale dell’acqua
Attiva dal 1931 fin dall’inizio è stata considerata, per le proprietà analizzate, una vera e propria ACQUA DELLA SALUTE, tanto da diventare per molti anni era l’acqua data negli ospedali della Toscana, l’ acquache tutti i toscani che oggi hanno circa 50 anni hanno bevuto grazie alla cura di mamme e nonni.
Visitate il sito 
FB @tesorinoacquaminerale

Buzzoole

Premio Nazionale Galvanina per la Cucina

oldani-1Davide Oldani   Premio Nazionale Galvanina per la Cucina

Il Premio va all’ideatore della cucina Pop

La consegna domenica 24 settembre 2017 a Pesaro nell’ambito della 17a edizione del Festival della Cucina Italiana.

Pesaro – Esiste una cucina Pop ed esiste il suo antesignano: Davide Oldani. Cresciuto alla scuola di quattro mostri sacri della cucina mondiale (Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse, Pierre Hermé), cuoco di fama internazionale con aperture di locali a Manila e Singapore, Oldani è ora Maestro egli stesso, salito persino in cattedra ad Harvard per raccontare il suo modello imprenditoriale Pop, ricco di buone idee, buone maniere e buon senso. Vulcanico artefice di progetti tra cucina, arte e design, il suo curriculum si arricchirà di un nuovo importante riconoscimento: il Premio Nazionale Galvanina 2017 per la Cucina. Gli sarà assegnato domenica 24 settembre nell’ambito della XVII edizione del Festival della Cucina Italiana, uno degli appuntamenti più importanti dedicati alla migliore enogastronomia italiana, quest’anno ospitato a Pesaro (22-24 settembre).

Ad Oldani viene assegnato il Premio per la creazione di una cucina di elevata qualità e accessibilità; per la ricerca dell’armonia nell’ambiente di lavoro come nei piatti, per la sua creatività in cucina che si estende anche alla realizzazione di arredi e di utensili in cui l’eleganza è in perfetto equilibrio con la praticità. Oldani, riceve il testimone da illustri firme della cucina italiana. Tra gli ultimi assegnatari del “Galvanina” per la Cucina, Gianfranco Vissani (2010), Gino Angelini (2011), Pino Cuttaia (2012), Niko Romito (2013), Carlo Cracco (2014), Gino Fabbri (2015), Moreno Cedroni (2016).

Chi è Davide Oldani

Davide Oldani, ideatore della cucina Pop – alta qualità, ma accessibile – ha aperto nel 2003 il suo ristorante, il D’O, a Cornaredo, in provincia di Milano, suo paese d’origine. Dopo un anno di attività, le più autorevoli guide gastronomiche lo annoverano fra i grandi chef della cucina italiana.

Le esperienze precedenti lo hanno visto a fianco di Gualtiero Marchesi, Albert Roux, Alain Ducasse, Pierre Hermé.

Nel dicembre 2008 ha ricevuto l’Ambrogino d’oro dal Comune di Milano.

Nel novembre 2013 è stato invitato ad Harvard per raccontare la sua esperienza imprenditoriale basata proprio sulla case history sul suo ristorante e pubblicata sulla Harvard Business School Review: gli economisti dell’università hanno definito il suo approccio e la sua organizzazione al lavoro applicabile a diverse categorie professionali e non solo alla ristorazione.

A marzo 2015 ha tenuto una lezione anche all’Università di Business parigina HEC.

Nel maggio 2014 ha fatto nascere il Davide Oldani Cafè nella nuova Piazza del lusso situata in un’area dell’Aeroporto di Malpensa, a Milano.

È stato nominato Ambassador EXPO 2015 e nello stesso anno è stato chiamato a partecipare come speaker al World Business Forum di Milano.

Ha pubblicato Cuoco andata e ritorno (2008), La mia cucina pop, L’arte di caramellare i sogni (2009), Pop. La nuova grande cucina italiana (2010), Il giusto e il gusto (2012), Storie di sport e cucina (2013), Chefacile (2013), Pop Food (2015), D’O eat better (2016).

Da 16 anni collabora con il mensile La Cucina Italiana. Redige settimanalmente, per Sport Week, una rubrica di cucina pop e sport, e scrive nel blog Chiacchierando con gusto di IoDonna, il femminile del Corriere delle Sera.

Nel 2016 ha inaugurato un ristorante a Manila, uno a Singapore, e ha aperto il suo nuovo D’O, un’evoluzione del precedente, con vetrate a vista che guardano la piazzetta attigua ai “vecchi” locali, con l’obiettivo di realizzare un progetto gastronomico più importante, capace di confrontarsi con altre grandi cucine nel nostro Paese, e non solo. Nell’estate dello stesso anno è stato nominato dal CONI Food & Sport Ambassador e chiamato come chef a Casa Italia per le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

La sua attività di designer, scaturita dall’osservazione quotidiana delle abitudini dei propri ospiti, rispecchia quella di cuoco: tavoli, sedie, piatti, posate e bicchieri sono ispirati alla filosofia POP, ossia a un concetto di divulgazione popolare: semplici, funzionali, eleganti.

I marchi creati per il design sono: “IDish” – “assiette D’O” – “H2D’O”

I nuovi format: “FOO’D” – “Davide Oldani Cafè” – “CucinaPOP”.

Il Festival della Cucina Italiana 22-24 settembre

Giunto alla XVII edizione, è uno degli appuntamenti enogastronomici più rilevanti del Paese, realizzato insieme ai protagonisti del cibo, del vino e della cultura agroalimentare. Caratteristica del Festival è quella di essere itinerante: negli anni passati è stato ospitato nel Museo della Marineria di Cesenatico, nella città del Tartufo Bianco Pregiato di Pergola, all’Isola d’Elba, a Londra, a Piobbico, a San Benedetto del Tronto, a San Patrignano, a Rimini e a Bologna, coinvolgendo il folto pubblico (fino a 80.000 presenze), le televisioni, i giornalisti, i più importanti chef italiani e i buyers esteri.

Quest’anno per la prima volta sarà organizzato a Pesaro, in pieno centro storico. Protagonisti gli chef dell’Accademia Nazionale Italcuochi, coordinati da Gianfranco Vissani, le Mariette artusiane con lezioni di pasta, cene d’autore con i gli chef Gianfranco Vissani e Davide Oldani, la musica omaggio alla città di Rossini, degustazioni guidate di grandi rossi, champagne e vini autoctoni, mercatino del food di qualità, corsi di cucina gratuiti e tanto altro ancora.

Il Festival è coordinato da La Madia Travelfood, oggi inserita nel contesto di Cose Belle d’Italia.

Info: www.festivaldellacucinaitaliana.it

http://Info: www.festivaldellacucinaitaliana.it

Ufficio Stampa La Madia / PrimaPagina (Filippo Fabbri – tel. 347 1567681)
fabbri@agenziaprimapagina.it

Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it

Aperte fino al 31 agosto le autocanditure al premio “Kyle Phillips 2017 ” per il giornalista enogastroagroalimentare under 35 più anticonformista dell’anno

KYLE PHILLIPS (1)Aperte fino al 31 agosto le autocanditure al premio “Kyle Phillips 2017 ” per il giornalista enogastroagroalimentare under 35 più anticonformista dell’anno

Quarta edizione del riconoscimento istituito in memoria
del giornalista e amico di ASET scomparso nel 2013.
Si rinnova l’attesissimo appuntamento con il PREMIO KYLE PHILLIPS, riconoscimento giunto alla sua IV edizione destinato ogni anno al giovane giornalista enogastroagroalimentare under 35 che si sia distinto per il suo modo brillante ed anticonformista di fare informazione.
Il concorso è aperto a tutti i giornalisti iscritti all’Ordine operanti sul territorio nazionale che, non avendo compiuto il 35° anno al 31 dicembre 2017, si occupino in modo non occasionale di vino, enogastronomia, cibo, alimentazione, agricoltura, agroalimentare e ristorazione.
L’invio delle candidature (con segnalazione da parte dei colleghi della stampa) o delle autocandidature dei soggetti in possesso dei requisiti di cui sopra (che dovranno essere motivate e possibilmente accompagnate da materiale giustificativo e/o curriculum professionale), dovrà avvenire ENTRO IL 31 AGOSTO 2017 all’indirizzo premiokyle@gmail.com
Il vincitore verrà scelto, dopo un’adeguata istruttoria, ad insindacabile giudizio del direttivo di Aset: se toscano verrà cooptato in Aset, se non toscano otterrà la qualifica di socio onorario.
Fortemente voluto da Aset (www.asettoscana.it), il PREMIO KYLE PHILLIPS vuole essere un riconoscimento a quel giovane professionista che, attraverso il proprio lavoro, abbia meglio rappresentato il modo di fare informazione che fu del collega e amico Kyle Phillips, prematuramente scomparso nel 2013: mancanza di pregiudizi, curiosità professionale, serenità di giudizio, voglia di esplorare, franchezza, brillantezza nello scrivere e sobrietà nel comportamento.
ll bando di concorso è visionabile sul sito www.asettoscana.it. Per maggiori informazioni è possibile chiamare il 338.8469801.

Studio Umami
Ufficio Stampa Aset Toscana
347.0613646 – press@asettoscana.it

Anteprima Nazionale di Calici di Stelle 26 luglio al Casinò di Venezia

CALICI DI STELLE VENEZIA 5Anteprima Nazionale di Calici di Stelle 26 luglio al Casinò di Venezia

Ca’ Vendramin Calergi, sede del Casinò di Venezia, ospiterà la serata inaugurale di “Calici di Stelle”.

La rassegna enologica, ideata dall’Associazione no profit Movimento Turismo del Vino, dal 3 al 14 agosto sarà nelle piazze e nelle cantine d’Italia, in collaborazione con l’Associazione Nazionale Città del Vino partner dell’evento sin dai suoi esordi nel 1996.

Il prossimo 26 luglio 2017, per il terzo anno consecutivo, sarà l’evento veneziano dell’Anteprima nazionale di Calici di Stelle e avrà luogo presso lo storico giardino di Cà Vendramin Calergi, con un esclusivo affaccio sul Canal Grande. Per l’occasione oltre cento etichette di vino, provenienti da tutta l’Italia, selezionate da Veneziaeventi in collaborazione con il Movimento Turismo del Vino, saranno accompagnate da deliziose preparazioni gastronomiche.

L’appuntamento è mercoledì 26 luglio 2017, dalle ore 20.00, a Venezia con l’Anteprima nazionale di “Calici di Stelle”, l’evento che animerà le notti d’agosto in tutta Italia con i migliori vini del nostro magnifico Paese.

Dresscode – Rigorosamente “Total White”, a rendere ancor più magica la serata nello splendido giardino storico del Casinò.

L’evento in breve:
Anteprima Nazionale di Calici di Stelle a Venezia
Mercoledì 26 luglio 2017 – Orario: dalle 20:00 alle 24:00
Costo per persona: 25€, che comprendono la degustazione libera dei vini presenti alla serata, accesso al buffet e sacca porta calice.
Come arrivare: da piazzale Roma, una navetta gratuita messa a disposizione dal Casinò consentirà agli ospiti di raggiungere Ca’ Vendramin Calergi.
Ingresso gratuito alle sale da gioco del Casino’ di Venezia, previa esibizione di un valido documento di identità all’ufficio tessere. (Divieto di gioco per i minori di anni 18. Il gioco può causare dipendenza patologica. Consulta le probabilità di vincita e le altre info sui giochi in sede e sul sito www.casinovenezia.it. Gioca responsabilmente).

Informazioni: Mob. 347 4447717 – mariabotter@veneziaeventi.com – www.veneziaeventi.comwww.casinovenezia.it – Hashtag: #CalicidiStelle2017 #cavendramincalergi

Per info e programmi: www.veneziaeventi.com

www.movimentoturismovino.it  www.cittadelvino.it.

Per informazioni:

Maria Botter – 3474447717, mariabotter@veneziaeventi.com

Collezione Pantone Universe

Da  scoprire la collezione Pantone Universe in palio per chi ha partecipato alla raccolta punti di Auchan e Simply
Una collezione basata sul colore come linguaggio universale, che permette di esprimere se stessi in piena libertà.
Prodotti della collezione pentole: casseruole, padelle e saltapaste;stampi da forno: stampi per pizza, stampi rotondi e rostiere; prodotti per la tavola: tovaglie, runner e tovagliette.
Visitate il sito www.collezionepantoneuniverse.it
Prodotti di qualità pentole con esterni in lacca siliconia-interno FINEGRES di Moneta – adatti a tutti i fuochi (eccetto quelli ad induzione) stampi da forno con corpo in alluminio – interni antiaderenti
Caratteristiche importanti
– riscaldamento più veloce
– antiaderenza raddoppiata
– facile pulizia in lavastoviglie
– maggiore resistenza ai graffi

#misentopantone

Ferrarelle lancia il Loyalty Program Vinci Effervescente

Image.14949238337661Ferrarelle lancia il Loyalty Program Vinci Effervescente

Al via, fino al 30 aprile 2018, Vinci Effervescente, il loyalty program Ferrarelle che premia la fedeltà dei suoi consumatori con tanti premi effervescenti.

Inserendo sul sito www.vincieffervescente.it i codici univoci presenti all’interno delle confezioni di Ferrarelle da 1,5L PET o inquadrando i QR Code tramite l’app Vinci Effervescente, gli utenti iscritti al programma accumulano punti per partecipare all’estrazione di premi a scelta a seconda delle diverse soglie di vincita, e partecipano agli Instant Win ed anche alle più ricche estrazioni finali.

Vinci Effervescente non dimentica inoltre la solidarietà, da sempre tra i valori portanti di Ferrarelle, includendo nel concorso tre differenti modalità di donazione a favore di Fondazione Telethon, fondazione che dal 1990 lavora ogni giorno per dare risposte concrete a tutte le persone che lottano contro le malattie genetiche rare e che il marchio sostiene dal 2011. All’inserimento del primo codice, Ferrarelle donerà automaticamente alla fondazione uno dei 10 punti acquisiti, in aggiunta sarà anche l’utente a poter decidere di donare i propri punti al raggiungimento di qualsiasi soglia, e al termine del concorso, invece, verranno devoluti a Fondazione Telethon tutti i punti non utilizzati per il riscatto dei premi.
www.vincieffervescente.it

Havas PR Milan
w havaspr.it

Prenota il tuo wine tour in cantina e personalizza la tua etichetta

Cantina Casato Prime Donne _DSC5512-web OKPrenota il tuo wine tour in cantina e personalizza la tua etichetta

Casato Prime Donne e Fattoria del Colle in Toscana; ecco i wine tour più coinvolgenti . Ultima novità la bottiglia che ogni turista può personalizzare

Grandi vini, ambienti unici e con grande storia, personale poliglotta e coinvolgente …. si arricchiscono di una piccola ma deliziosa opportunità: i turisti potranno personalizzare l’etichetta delle bottiglie con nome e un disegno a proprio gusto. Un’opportunità straordinaria, qualcosa che nessun’ altra cantina propone. Un’opportunità straordinaria che consente ai wine lovers di creare il proprio Brunello di Montalcino oppure il proprio Chianti superiore DOCG da usare per un pranzo importante o per un dono esclusivo. Dopo aver apposto la nuova etichetta, il personale addetto all’accoglienza preparerà le bottiglie per viaggiare dentro wine skin ( da mettere in valigia) oppure le spedirà a casa con il corriere.

Donatella Cinelli Colombini ha due cantine – il Casato Prime Donne a Montalcino e la Fattoria del Colle nel sud del Chianti che producono piccole serie di Brunello e Rosso di Montalcino Chianti Superiore e Doc Orcia. L’intera gamma è in vendita in entrambe le aziende. I giudizi della stampa specializzata più importante del mondo sono eccellenti e salgono da 88 a 97 centesimi. Si tratta dunque di boutique winery di piccola dimensione ma di fama internazionale. Visitarle è emozionante, arricchisce le conoscenze ma è anche molto divertente.

I wine tours alla Fattoria del Colle sono 3
30 minuti VISITA GUIDATA E PICCOLA DEGUSTAZIONE € 6 a persona
Per la Fattoria del Colle il percorso riguarda il belvedere delle piscine, la cappella di San Clemente, le sale storiche della villa cinquecentesca, la cantina con la bottaia, la vinsantaia e l’infernotto del Brunello. Al termine piccolo assaggio informale di Chianti Superiore DOCG.

50 minuti DEGUSTAZIONE ITINERANTE € 18 a persona
Quattro assaggi di IGT Toscana bianco Sanchimento, Orcia Doc “Leone Rosso” e “Cenerentola” Brunello di Montalcino DOCG prodotti nelle due cantine di Donatella Cinelli Colombini.
Gli assaggi avvengono durante un percorso che costeggia i vigneti di Chianti e di Orcia per tornare alla cappella cinquecentesca di San Clemente e dopo entra nella villa del Colle visitando la sala degli stemmi, dove avviene il secondo assaggio. Segue la cucina storica, la sala del biliardo e la camera del Granduca di Toscana.
Nella cantina i visitatori entrano nella bottaia del vino Orcia Cenerentola gustando proprio questo vino. Segue la vinsantaia e dell’infernotto del Brunello d’antiquariato con il brindisi di Brunello alla fine. Il secondo e l’ultimo assaggio sono accompagnati da bocconcini di pecorino e salsiccia secca tipica.

120 minuti VISITA, ASSAGGIO E PRANZO TIPICO €34 a persona
Visita delle sale storiche della villa cinquecentesca (cucina e della sala degli stemmi), della cappella di San Clemente e della cantina con la bottaia, l’infernotto del Brunello antiquario e la vinsantaia.
Nell’Osteria della Fattoria del Colle, nella sala liberty oppure nella veranda affacciata sui vigneti.
Ambienti curati e raffinatamente arredati. Pranzi degustazione di quattro portate accompagnate da Chianti superiore DOCG e Rosso di Montalcino DOC serviti in calici di cristallo. Il menù comprende zuppa di Trequanda oppure pappa col pomodoro, maltagliati al sugo di anatra o pappardelle con sugo toscano a base di vino, tagliata di bue chianino allevato brado nei pascoli intorno con patate al forno e insalata, infine ciambellone con le mele oppure ricotta montata.
I wine tours al Casato Prime Donne sono 4
30 minuti VISITA GUIDATA CON PICCOLA DEGUSTAZIONE € 6
La visita comprende le due tinaie e la bottaia dove ci sono i fusti in legno in cui matura il Brunello e i dipinti sulla storia di Montalcino. Le spiegazioni contengono aneddoti di storia locale e notizie sul vino, al termine assaggio informale di Brunello di Montalcino.

50 minuti DEGUSTAZIONE ENOMUSICALE €24
Degustazione itinerante di 4 vini abbinati a 4 brani musicali selezionati appositamente da Igor Vazzaz, musicista e sommelier. Un ruolo particolare è stato attribuito ai 4 ambienti che ospitano gli assaggi: l’ingresso, la tinaia, la bottaia e la sala da degustazione. La musica, i vini e i luoghi suscitano suggestioni e emozioni davvero intense. Nella nuova tinaia c’è una proiezione di immagini dipinte, suoni e voci che esprimono lo spirito più autentico del borgo di Montalcino

50 minuti DEGUSTAZIONE ITINERANTE CON LA STORIA € 18
Quattro assaggi di IGT Toscana Rosa di Tetto, Chianti Superiore DOCG, Rosso di Montalcino e Brunello avvengono durante il percorso in cantina ascoltando la storia di Montalcino e del Brunello. Affreschi e, nella nuova tinaia, i video aiutano i visitatori a comprendere la storia dei luoghi e lo spirito della gente. Esperienza molto coinvolgente e piena di suggestioni. Con il primo e l’ultimo assaggio vengono serviti anche piccoli bocconcini di formaggi e salumi tipici.

90 minuti VISITA CON LIGHT LUNCH € 29
Dopo la visita guidata della cantina e della bottaia, con la spiegazione del vino e del territorio i visitatori salgono nella sala da degustazione. Qui l’atmosfera calda e accogliente come nelle case toscane di grande tradizione. Tavole apparecchiate con i “vecchi Ginori” tipici della Toscana. Vengono serviti una zuppa di pane contadina, salumi di maiale e formaggi pecorini, crostino nero senese e verdure di stagione, infine un dolce tradizionale. Accompagnano questi cibi tradizionali un Orcia Doc e un Brunello serviti in calici di cristallo.

Per ulteriori informazioni
0577 662108
pr@cinellicolombini.it

Addetta stampa Marzia Morganti Tempestini
marzia.morganti@gmail.com

Timballo di riso con cavolini di Bruxelles di Simona

919764_441699015921862_73614803_oTimballo di riso con cavolini di Bruxelles di Simona

Ingredienti

200 gr di riso
20 di cavolini di Bruxelles
1 scalogno piccolo
brodo vegetale
zenzero q.b.
cumino q.b
olio  q.b
sale

Preparazione
Cuocete il riso in acqua salata, scolarlo al dente e tenerlo da parte in una ciotola, mondare e lavare i cavolini e sbollentarli 5 minuti in acqua salata interi, scolarli e tenerli da parte.
In una pentola abbastanza alta da poter poi usare il minipimer, scaldate un cucchiaio di olio e lo scalogno tritato, aggiungere i cavolini e farli insaporire. Dopo qualche minuto aggiungere una tazza da the di brodo vegetale e cuocere per 10 minuti.
Accendete il forno a 200°.
Tenete da parte 10 cavolini e il resto p  ro, il cumino, un filo d’olio e mescolare con cura.
Ungete una teglia rotonda per ciambella non molto grande, ( io ho usato uno stampino  ) mettete sul fondo un po’ di pangrattato e la metà dei cavolini, aggiungere il riso tra un cavolino e l’altro e fare un altro strato mettendo i cavolini sopra ma in mezzo agli altri.
Infornate per 10/15 minuti fino a formare una crosticina.
Volendo si può aggiungere all’impasto del riso un po’ di formaggio grattugiato, oppure un uovo o anche del latte per renderlo più mobido

Buoni sconto di Parmalat

Ciao ragazzi vi va di risparmiare sulla vostra spesa mensile iniziate con Parmalat seguite il link che ti ho lasciato in basso registratevi al sito seguendo tutti i passaggi e ogni mese avrete i buoni sconto di Parmalat un’occasione da non perdere

http://www.buonisconto.parmalat.it

testerangi@gmail.com

Recensione biscotti Mulino Bianco i fiori di latte

IMG_20170707_114115_735piccolaCiao ragazzi oggi vi parlo di un nuovo prodotto del Mulino Bianco che ho avuto il piacere di testare grazie a questa azienda che mi sorprendi ogni giorno di più ho scoperto la bontà di un biscotto che non conoscevo e che non mi aspettavo esistesse nella gamma di biscotti di Mulino Bianco parlo dei fiori di latte un biscotto cotto al vapore con il 40% di grassi in meno a forma di taralluccio erede degno light quindi versione leggera della macina sì ragazzi io penso e sento la macina del mulino bianco il mio biscotto preferito da quando era bambina ora che ho la bella età di 41 anni anche non avendo problemi di linea mi piace sentirmi più leggera questo biscotto è un degno erede per me della macina una soluzione davvero insuperabile per quanto riguarda il gusto e la leggerezza un connubio perfetto per questo frollino friabile delicato buono sia da solo che da inzuppare latte e orzo caffè dove si vuole un gusto particolarmente sopraffino per palati di intenditori vi consiglio davvero di tutto cuore questo biscotti di Mulino Bianco fiori di latte che gioia averli a colazione
testerangi@gmail.com

Il drink dell’estate 2017 è tutto al femminile

Ilaria MaglioriniIl drink dell’estate 2017 è tutto al femminile
Vince la Appleton Bartender Competition Ilaria Migliorini, che ha conquistato la giuria con i suoi cocktail a base di rum giamaicano e reminescenze caraibiche

Milano, 13 luglio 2017 – Si è conclusa ieri presso l’Ammot Cafè la seconda edizione della Appleton Barman Competition organizzata da Campari Academy, la scuola di formazione d’eccellenza fondata nel 2012 attraverso la quale il Gruppo Campari si pone come punto di riferimento internazionale per la formazione e la divulgazione della cultura del bere responsabile e di qualità. Sono stati coinvolti bartender provenienti da tutta l’Italia in una sfida il cui protagonista è stato il Rum Appleton Estate con l’obiettivo di reinterpretare i grandi classici della tradizione giamaicana e Tiki, il Jamaican Punch e il Mai Tai.
A conquistare la giuria è stata Ilaria Migliorini, barlady del locale romano VOY Little Jumbo Bar, che con i suoi cocktail – Velvet Sand Rug e Theaupoo – si è aggiudicata un viaggio di 7 giorni nel cuore della Giamaica per conoscere da vicino i segreti della produzione Appleton Estate. Sapori estivi ed esotici che li rendono i perfetti cocktail dell’estate 2017, da degustare su una spiaggia in riva al mare o in città alla ricerca di evasione prima delle vacanze.
“Sempre di più il mondo della mixology è arricchito dalla presenza femminile – afferma Dario Cuccurullo Campari Academy & Trade Partnership Manager Gruppo Campari – le barlady riescono a dare un tocco decisamente speciale ai drink con una ricerca di materie prime quasi maniacale, una sapiente capacità di mixare e un’attenzione estetica alle garnish che nulla ha da invidiare ai colleghi uomini. E l’incoronazione di Ilaria oggi è una solo una conferma di questa tendenza.
Un DNA al femminile quello di Appleton Estate che ha una Master Blender d’eccezione: Joy Spence, la prima donna nel mondo degli spirits a ricoprire questo ruolo con oltre 30 anni di esperienza nella creazione e nel blending dei rum più raffinati al mondo.

LE RICETTE dei DRINK DELL’ESTATE 2017
I drink vincitori realizzati da Ilaria sono Velvet Sand Rug e Teahupoo. Due interpretazioni dei classici Tiki giamaicani: il Jamaican Punch e il Mai Tai. I loro ingredienti accompagnano verso terre lontane, sapori, colori e profumi di terre in cui si vive lo spirito dell’estate tutto l’anno. Una firma femminile che sarà in grado di conquistare un pubblico altrettanto femminile, che da sempre apprezza questo tipo di cocktail, fruttati, dolci, ma allo stesso tempo decisi.

Velvet Sand RugVelvet Sand Rug

ingredienti
30 ml Appleton Estate Rare Blend 12 anni
20 ml Appleton Estate Riserva
15 ml sciroppo passion fruit
20 ml sciroppo alla canella
½ passion fruit fresco
20 ml succo di lime
15 ml dry orange curaçao

Bicchiere: coppa
Guarnizione foglia di banano, cannella, lime essiccato, menta, passion fruit

TeahupooTEAHUPOO
50 ml Appleton Estate Rare Blend 12 anni
⦁ 20 ml liquore galliano
⦁ 45 ml succo d’ananas
⦁ 30 ml succo di lime
⦁ 30 ml falernum alla vaniglia
⦁ ½ cicchiaio di pimento dram
⦁ 2 dash angostura bitter
BICCHIERE: Tiki Mug
GUARNIZIONE: menta, lime secco, ribes e ombrellino

Campariacademy.it Appleton Barman Competition 2017
Appletonrum.it
http://www.camparigroup.com/it/brands/rum/appleton-estate

PROFILO DEL GRUPPO CAMPARI
Davide Campari-Milano S.p.A., con le sue controllate (‘Gruppo Campari’), è uno dei maggiori player a livello globale nel settore del beverage. E’ presente in oltre 190 paesi del mondo con posizioni di primo piano in Europa e nelle Americhe. Il Gruppo, fondato nel 1860, è il sesto per importanza nell’industria degli spirit di marca. Il portafoglio conta oltre 50 marchi e si estende dal core business degli spirit a wine e soft drink. I marchi riconosciuti a livello internazionale includono Aperol, Appleton Estate, Campari, SKYY e Wild Turkey. Con sede principale in Italia, a Sesto San Giovanni, Campari conta 16 impianti produttivi e 2 aziende vinicole in tutto il mondo, e una rete distributiva propria in 19 paesi. Il Gruppo impiega circa 4.000 persone. Le azioni della capogruppo Davide Campari-Milano S.p.A. (Reuters CPRI.MI – Bloomberg CPR IM) sono quotate al Mercato Telematico di Borsa Italiana dal 2001. Per maggiori informazioni: http://www.camparigroup.com/it.
Bevete responsabilmente.

Contatti:
Gruppo Campari
Havas PR Milan
Marianna Lovagnini – Tel +39 02 85457040
marianna.lovagnini@havaspr.com
Laura Lenhardt – +39 2468747836
Laura.lemnhardt@havaspr.com

w havaspr.it

Concorso Levissima

Ciao ragazzi di concorsi in questo periodo da proporvi ne ho tanti ma questo di Levissima ve lo consiglio di tutto cuore è bellissimo spettacolare per chi è amante della fotografia è sempre con la macchina fotografica a tracollo ed è sempre alla conquista di una vetta allora preparatevi questo è il concorso che fa per voi cliccate al link giu non perdete questa occasione potreste essere voi vincitori
https://www.levissima.it/attivita/concorsi-promozioni/levissima-photo-contest/
testerangi@gmail.com

Contest di Pink Lady

Ciao a tutti
Oggi vi propongo di partecipare  ad un nuovo contest , molto interessante  .
Si tratta del contest di Pink Lady  che ti fa vincere uno stampo a cuore in silicone
Raccontando il tuo primo bacio  sulla pagina face book del contest.
Vi lascio  qui di seguito il link alla pagina e che vinca il migliore!Vai al link 
testerangi@gmail.com

Risotto Pere Gorgonzola di Simona

1270573_516594475098982_1436599869_oRisotto Pere Gorgonzola di Simona

Ingredienti per 2:
160 gr. di riso
1/2 cipolla dorata
1 pera (tipo kaiser)
120 gr di gorgonzola (va bene sia piccante che dolce)
2 cucchiai di parmigiano grattugiato
1/2 litro di brodo vegetale
2 cucchiai di olio extra vergine (o un pezzetto di burro)
vino bianco secco.

Preparazione
Tritate la cipolla e fatela rosolare nell olio/burro, aggiungete il riso e fatelo tostare, sfumate con il vino  bianco, fatelo evaporare e portate a cottura aggiungendo il brodo caldo.
Sbucciate la pera e tagliatela a tocchetti, riducete a pezzetti il gorgonzola e tenete da parte.
Quando il riso è pronto, spegnete e fate mantecare con la pera, il gorgonzola e il formaggio grattugiato

Risotto asparagi e fragole Simona

10352786_628310467260715_8669243867986558836_nRisotto asparagi e  fragole Simona

Ingredienti per 2 persone
190 gr di riso 
250 gr di asparagi
6 fragole + 2 per guarnire
1 scalogno piccolo
800 ml di brodo vegetale
Vino bianco secco
2 cucchiai di aceto balsamico
Buccia di limone
Parmigiano grattugiato
olio
sale
pepe

Preparazione
Mondate gli asparagi tagliate le punte, cuocete  in una padella con poco olio, sale e pepe e tenete da parte.
Tagliate la parte bianca e ridurre a pezzetti il resto, preparate il brodo. Lavate le fragole, tagliarle in 4 parti e mettetele in frigorifero in una ciotola con l’aceto balsamico.
Tritate lo scalogno e fatelo appassire con un cucchiaio di olio tostare il riso e sfumare con il vino.
Aggiungete gli asparagi a pezzetti e
Portate a cottura con il brodo caldo e quando mancano 3 minuti aggiungete le punte, le fragole e mantecate con il parmigiano.
Servite con la fragola tagliata in due e la scorza di limone a striscioline.