Risotto con platessa e zafferano Simona

12096528_899488953476197_5197511320696513015_n (1)Risotto con platessa e zafferano Simona
Ingredienti
riso
cipolla
il brodo di pesce
zafferano
1 cucchiaio di parmigiano
filetti di platessa
olio
aglio
sale
prezzemolo.

Preparazione
Preparate un risotto soffriggendo la cipolla , il brodo di pesce lo zafferano sciolto in poca acqua calda e un cucchiaio di parmigiano. A parte cuocere i filetti di platessa con olio aglio sale e prezzemolo.
Servire impiattando il  riso  aggiungendo i filetti e poi ancora il  riso 

Passatina di ceci con code di gamberi di Simona

841154_406093202815777_1576416505_oPassatina di ceci con code di gamberi di Simona

Ingredienti per 2 persone:
250 gr di ceci già cotti
20 code di gamberi o mazzancolle
1 o 2  spicchi d’aglio
vino  bianco secco
rosmarino
olio
sale.

Preparazione
Pulite le code di gamberi o mazzancolle e fatele saltare in padella con l’aglio e poco olio, sfumate con il vino  bianco, cuocete 10 minuti e tenete da parte.
Scolate i ceci tenendo un po’ del loro liquido da parte, fateli saltare con olio, aglio e rosmarino. Togliete l’aglio e frullateli aggiungendo il loro liquido se necessario. Ripassate la passata in un pentolino, mettetela nei piatti, aggiungete le code di gamberi o mazzancolle calde e un filo d’olio a crudo e servite.

Caponata di Scorfano Ricetta d’autore di Massimo Landi

caponata di scorfanoCaponata di Scorfano Ricetta d’autore di Massimo Landi
Trattoria Tre Stelle Forte dei Marmi

Ingredienti
scorfano
verdure

Preparazione
Sfilettate le scorfano, separare i filetti dalla testa e coda, preparate una bisque con le teste e la spina dello scorfano, (lasciandone qualcuna per decorare il piatto), fate attenzione alla bisque che deve essere molto liquida all’inizio.
Appassite le verdure in padella, separatamente, tenendo presente che ogni verdura ha i suoi tempi di cottura, e portatele a fine cottura aggiungendo la bisque di scorfano.
Saltate i tocchetti di polpa di scorfano aggiungete le verdure, salate e impiattare con il coppapasta, ed infine ritirate la bisque fino a farla diventare crema.
Condite il tutto mettendo la testa e coda del pesce come decorazione.

Musica divina!

Sabrina Tedeschi e Beppe VessicchiopiccolaMusica divina!
Curioso esperimento del Maestro Vessicchio in occasione della XVIII edizione di Sorsi d’Autore

Capitel Nicalò Valpolicella DOC Superiore 2015 è stato protagonista di un curioso esperimento condotto dal Maestro Beppe Vessicchio, invitato a presentare il suo libro “La musica fa crescere i pomodori”, in cui mette in luce gli effetti positivi della musica su tutti gli esseri viventi, piante incluse.

Davanti a un pubblico divertito e attento, ai sommelier AIS Veneto e a Sabrina Tedeschi, in rappresentanza della Famiglia, il Maestro ha trasmesso le frequenze di una sua composizione di ispirazione mozartiana al Valpolicella Tedeschi per testarne le “reazioni”.

“È sicuramente stata un’esperienza curiosa in cui vino e musica, due piaceri della vita, due “mondi sensoriali” differenti, si sono incontrati in armonia! L’esperimento – chiaramente – non aveva valore scientifico, ma introduce la teoria secondo la quale la musica potrebbe, potenzialmente, influire sul carattere del vino .” afferma Sabrina Tedeschi.

Tedeschi, azienda storica della Valpolicella e parte delle Famiglie dell’Amarone d’Arte, ha fatto dell’ascolto dell’armonia e delle esigenze della natura uno dei punti fermi per la produzione dei suoi vini, esclusivamente provenienti da vitigni autoctoni. Questo approccio, già intrapreso da papà Renzo a partire dagli anni ’60, l’ha vista partner ideale della serata che vedeva coinvolto, insieme al Maestro Vessicchio, anche Giuseppe Maria Ricchiuto, fondatore di Specchiasol.

Fondamentale per la Famiglia unire l’esperienza, la tradizione e l’ascolto della natura con l’intensa attività di ricerca che ha da anni avviato anche in collaborazione con l’Università di Verona. La ricerca scientifica, infatti, è la strada scelta da Tedeschi per assicurare vini di elevata qualità. Una strada complessa, lunga e onerosa ma indispensabile poiché consente di comprendere meglio il terroir e di assicurare una costante qualità di produzione.

La nuova Dietorelle e il Concorso con Le Pandorine

draft_58de91635944151d223829c5_58c937e3a3b6a56e055a8264_0#dietorelle #dietorellePandorine #stevia #Dmoments #40anniDietorelle

La nuova Dietorelle e il Concorso con Le Pandorine

La nuova ricetta
Dietorelle vi propone una nuova ricetta completamente rinnovata, senza zucchero e dolcificata naturalmente con estratto di stevia, pianta sudamericana dal potere dolcificante
La nuova ricetta è ricca di succhi di frutta ed è senza coloranti e senza aromi artificiali.

La gamma dei prodotti
La gamma prodotti Dietorelle è una gamma completa sia in consistenza che in gusti.
Varie le consistenze le gommose, le morbide, le dure, le dure ripiene e le gelées
Vasta anche la scelta dei gusti liquirizia, ,fragola, limone, frutti di bosco, agrumi,mora, ciliegia, pompelmo rosso.

Celebrazione dei primi 40 anni
Dietorelle raggiunge un traguardo importantissimo, celebra i suoi primi 40 anni e festeggia premiando i suoi clienti con il Concorso in collaborazione con Le Pandorine

Concorso con Le Pandorine
Come funziona? Partecipare è semplicissimo: basta acquistare 1 busta a scelta della gamma Dietorelle nella Grande Distribuzione, o un astuccio Dietorelle nel canale Bar e Tabacchi e scoprire se hai vinto una delle 80 borse Limited Edition firmate Le Pandorine per tutte le info http://l12.eu/dietorelle40-1404-au/DCXRH2F1V39IP4K1ULYW

Dietorelle è la “better-for-you” candy è la caramella giusta per te, una dolcezza tutta naturale che non stanca.

I festeggiamenti continueranno tutto l’anno con nuove iniziative, tante le attività che partiranno nei prossimi mesi e che premieranno i consumatori continuate a tenervi aggiornati alla pagina FB https://www.facebook.com/dietorelle/?fref=ts @Dietorelle e sul sito  http://l12.eu/dietorelle40-1404-au/DCXRH2F1V39IP4K1ULYW

Contatti
Ig: https://www.instagram.com/dietorelle/ @Dietorelle
Tw: https://twitter.com/dietorelle?lang=it @Dietorelle
G+: https://plus.google.com/112464184414318417557
fb: https://www.facebook.com/dietorelle/?fref=ts @Dietorelle
sito http://l12.eu/dietorelle40-1404-au/DCXRH2F1V39IP4K1ULYW

Buzzoole

Paolo Fresu Trio Around Tuk ad Olive Jazz Fest

https-cdn.evbuc.comimages326927161271319384071originalPaolo Fresu Trio Around Tuk ad Olive Jazz Fest

L’evento si terrà all’ora, data e località seguenti:

Mercoledì 28 giugno 2017 alle 19:30
– a –
Giovedì 29 giugno 2017 alle 00:00 (CEST)

Teatro Arena Torcolo
Piazza Fracastoro
Cavaion Veronese
37010 Verona
Italia2discografico NORTH CLOUDS maturato nella capitale danese, con due talenti di primo piano nel Jazz nord europeo.

VENERDÌ 30.06

h 19:30

Apertura Stand Prodotti Tipici e Cena non Stop

h 21.30

* RICCARDO ZORZI Trio – Vincitore “Premio Nazionale Luciano Zorzella” 2017 *

Riccarco Zorzi, drums

Paolo Corsini, piano

Alessandro Turchet, bass

Apre l’ultima serata Riccardo Zorzi, batterista trevigiano vincitore della X^ edizione del “Premio Nazionale Luciano Zorzella” dedicato ai talenti del Jazz sotto i 30 anni. Si esibirà con il suo gruppo di riferimento.

Area Gastronomica: ingresso gratuito

Area Concerti il 28.06: € 17,00 gradinata

Area Concerti il 29 e 30.06: € 10,00 posto unico

Abbonamento 3 serate: € 32,00

Ridotto: € 5,00 minori 15-17 anni

Gratuito: minori fino a 14 anni e e Persone con disabilità 100% certificata e accompagnatore

– RINGRAZIAMENTI –

Un ringraziamento particolare va al main Sponsor SARTORI WINE SHOP e a Valpolicella Benaco Banca, Strada del Vino Valpolicella, Consorzio Olio Garda Dop, Oleificio Turri, Hotel Romantic, Ford Affi Due, Studio Mancini, GrandAffi, Doc Servizi, Musical Box, Agenzia Perdonà e molti altri.

La ragazza del basilico

Favola italiana

C’era una volta una povera ragazza che lavorava nei campi e accudiva il basilico. Tutti i giorni un nobile principe passava di lì, e la canzonava bonariamente:
– O Ragazza del basilico, tu che ogni giorno lavori il basilico, quante foglie ha il basilico? – le diceva ad ogni passaggio. Ma la ragazza aveva la lingua pronta, e amava ribattere ad ogni battuta. Così rispondeva:
– O uomo nobile, tu che ogni giorno comandi sul mondo intero, quante stelle ha il cielo? – Ogni volta il principe rideva, e poi se ne andava al galoppo sul suo destriero. Col tempo la ragazza finì per innamorarsi. Un giorno, dopo il solito scambio di battute, il principe disse:
– Domani, cara ragazza, non mi vedrai: parto per Lebbi

Allora la ragazza corse subito a casa, si travestì da uomo, e anticipò il principe arrivando a Lebbi prima di lui. Quando poi anche il principe fu arrivato, la ragazza gli si avvicinò e da uomo a uomo gli propose una partita a scacchi di benvenuto.
– Volentieri – disse il principe – Se perderò, ti darò in dono la mia sciabola d’oro.
– Che onore – rispose col vocione la ragazza – Se invece perderò io, passerai la notte con la mia schiava più bella.
Giocarono due partite: la prima fu vinta dalla ragazza, che poté così avere in dono la sciabola d’oro; la seconda fu vinta invece dal principe. Così, giunta la sera, la ragazza si mise abiti da schiava e approfittando dell’oscurità s’infilò di soppiatto nella tenda del principe, che non ebbe modo di riconoscerla.
Dopo nove mesi, la ragazza partorì un bambino. La ragazza era nel frattempo tornata a lavorare nei campi, e ogni giorno riceveva la solita visita del principe, ignaro di tutto. Un giorno le disse:
– Domani, cara ragazza, non mi vedrai: parto per Tschini –
Come la volta precedente, la ragazza si travestì da uomo e raggiunse Tschini prima del principe. Quando questi arrivò, gli propose ancora di giocare a scacchi e il principe, contento di aver incontrato di nuovo il suo amico, accettò di buon grado.
– Questo è il mio orologio d’oro più bello – le disse – Se vinci lo avrai in dono.
– Quanta generosità – rispose la ragazza – Se invece vincerai tu, ti farò conoscere un’altra delle mie bellissime schiave.
Le partite si conclusero come a Lebbi: la prima vinta dalla ragazza, la seconda dal principe. Al termine del gioco, la ragazza tornò nella sua tenda, posò il prezioso orologio d’oro avuto dal principe, si travestì da schiava e attese la sera. Con il buio, sgusciò nella tenda del principe e, di nuovo, questi non seppe riconoscerla.
Un altro bambino, dopo nove mesi, nacque dal ventre della ragazza. Il principe, all’oscuro di tutto, continuava le sue passeggiate quotidiane per i campi, dove incontrava la ragazza e chiacchierava con lei del più e del meno. Un giorno le disse:
– Domani, cara ragazza, non mi vedrai: parto per l’India –
Inutile dirvi cosa fece quella cocciuta ragazza. Partì per l’India prima ancora che il principe avesse organizzato il suo viaggio. Lo attese sul posto vestita da uomo e, quando infine il principe arrivò, lo sfidò nuovamente a scacchi.
– Sono contento di trovarti ovunque vado, amico mio – disse il principe – Se vincerai, questa volta riceverai in regalo il mio fazzoletto di seta purissima.
– Ogni volta mi lusinghi con i tuoi doni – rispose la ragazza – Spero sarai felice, in caso di tua vittoria, di trascorre qualche ora con una delle mie schiave.
Vinse prima la ragazza, e poi il principe. La giovane posò il fazzoletto di seta nella sua tenda e aspettò l’oscurità; quindi si diresse vestita da schiava alla tenda del principe, vi entrò senza farsi riconoscere e s’infilò nel suo letto.
Dopo altri nove mesi, la ragazza mise al mondo una bella bambina. Dopo alcuni anni, il principe passò per i campi e disse alla giovane:
– Mia cara ragazza, volevo dirti che oggi mi sposerò. È un grande giorno per la nostra terra. Verranno tanti ospiti. La sposa è già in abiti nuziali. Devo andare, altrimenti farò tardi. –
La ragazza non si perse d’animo: corse dai suoi tre figli che ormai erano cresciuti. Al primo, di nove anni, mise al collo la sciabola d’oro; al secondo, di otto anni, fece indossare l’orologio d’oro; alla terza, di sette anni, conciò i capelli avvolgendoli nel fazzoletto di seta purissima. Quindi li mandò alla reggia del principe, dicendo loro di cantare una canzone molto particolare. Quando i tre bambini furono giunti alla reggia, presero a cantare:
– Come due principi ce ne andiam, con la nostra principessa, la nostra sorellina, alle nozze del principe nostro padre!! –
Appena le note dei piccoli echeggiarono nel palazzo, il principe si precipitò a vedere di che si trattasse. Visti la sciabola, l’orologio e il fazzoletto, comprese immediatamente l’accaduto, e si fece dire urgentemente dove abitasse la loro madre. Poi si voltò verso la sposa:
– Avrai sempre il mio rispetto e la mia venerazione, mia cara. Ma come vedi, ho tre figli di cui solo ora apprendo l’esistenza. Questo vuol dire che da qualche parte ho anche una moglie. Abbi pazienza e rinuncia alle nozze. Non è questo il nostro destino.
La sposa s’indispettì e lasciò il palazzo molto addolorata. Il principe però non se ne curò e, raggiunti i campi, scoprì infine chi era la madre dei suoi figli.
– Tu! Proprio tu! – le disse.
– Io, proprio io – ella rispose.
Allora il principe e la ragazza tornarono insieme al castello, dove i preparativi per le nozze erano già pronti a causa del fallito matrimonio di poco prima. I due si sposarono e per quaranta giorni e quaranta notti vi fu festa in tutta la regione.

Una nuova tappa del viaggio in Sicilia e dell’ospitalità di Casa Planeta apre nel capoluogo La Foresteria Palermo

imagesUna nuova tappa del viaggio in Sicilia e dell’ospitalità di Casa Planeta apre nel capoluogo La Foresteria Palermo

Un elegante apartment hotel nel salotto nobile della città è pronto ad accogliere i turisti in visita alla Capitale italiana della Cultura 2018, con i percorsi esclusivi pensati e guidati dalla famiglia del vino

E a Menfi il wine resort e il Ristorante de La Foresteria, tappa de Le Soste di Ulisse hanno in serbo numerose novità per i viaggiatori dell’estate 2017

Nel cuore della città che è stata scelta come Capitale italiana della Cultura 2018, la famiglia Planeta compie una nuova tappa del proprio “viaggio in Sicilia” e apre La Foresteria Palermo, pensata per chi vuole scoprire l’Isola da viaggiatore o per chi frequenta il capoluogo per lavoro ed è alla ricerca di una soluzione per sentirsi come a casa propria. Un palazzo storico, costruito nei primi anni del ‘900 in via Principe di _DSF2965Belmonte, alle spalle di quello che domina piazza Florio e ospita la residenza di famiglia, accoglie sette eleganti e confortevoli appartamenti che racchiudono l’essenza dell’accoglienza di casa Planeta, come già avviene nel wine resort La Foresteria Menfi e nelle cantine dell’azienda, in cinque diversi territori della Sicilia.

L’inconfondibile stile delle dimore familiari contraddistingue anche le suites de La Foresteria Palermo, grazie all’eleganza degli arredi, frutto di un’attenta selezione di tessuti, materiali e oggetti dell’artigianato mediterraneo, e alla dotazione dei servizi, realizzata per il pieno comfort degli ospiti. E per rendere ancor più originale la loro esperienza palermitana, la famiglia Planeta è pronta a guidare i viaggiatori attraverso esclusivi percorsi culturali, gastronomici, sportivi, che intersecano solo in parte i circuiti ufficiali, per raccontare le tante anime della città di Palermo con gli occhi di chi ne ha toccato la storia per generazioni.
Circondati da un’ospitalità familiare e informale, gli ospiti avranno a portata di mano tutte le imperdibili esperienze che il capoluogo offre: da via Principe di Belmonte, ancor oggi l’unica isola interamente pedonale di Palermo, attraverso i luoghi monumentali dell’itinerario arabo-normanno patrimonio dell’Unesco, allo shopping di lusso, nell’elegante salotto di via Libertà e via Ruggero Settimo, tra gli storici caffè e le soste gourmet, fino alla città più verace, quella dei rioni e dei mercati.

Un’idea di viaggio, per l’estate 2017, che ben si combina con la destinazione Menfi, dove il wine resort La Foresteria e il suo Ristorante, che da quest’anno è anche tra le tappe gastronomiche de Le Soste di Ulisse, hanno in serbo numerose novità per gli ospiti della nuova stagione.
La tradizione di famiglia, già racchiusa nel libro “Sicilia, la Cucina di Casa Planeta”, offre numerosi piatti alla carta e come sempre si intreccia in chiave contemporanea alla cucina dello chef Angelo Pumilia, saldamente legata al territorio anche grazie alla rigorosa selezione delle migliori materie prime tra i produttori d’eccellenza dell’Isola.
Dal pranzo a bordo piscina o in veranda, al menu della cena che si arricchisce di due percorsi degustazione in abbinamento ai vini Planeta, i piatti del menu estivo – dalla Minestra di tenerumi agli Gnocchi ceci e seppia, dalle Mezze maniche 2 gamberi all’Insalata che diventa un sasso di mare con alghe e salsa di vongole – interpretano l’estate siciliana con un occhio ancor più attento a coniugare freschezza, leggerezza e intensità: accanto alle erbe aromatiche del giardino de La Foresteria, si fanno ancor più protagonisti l’orto e la frutta, con riguardo alla salute e al benessere oltre che alla qualità e al gusto. E tra i dolci arriva “Terra di Etna”, un gelato ai fiori dell’Etna leggermente affumicato con tartare di fragole e sesamo nero, che fa parte della “Collezione terre” ispirata ai territori di Planeta e alle loro zolle così diverse, con la loro struttura e i loro colori, generatrici di ingredienti diversi, così come di diverse varietà.

Zuppa di uova e cipolle Ova m’briatorie o Uova in purgatorio di Clementina Piccolo

Zuppa di uova e cipolle Ova m’briatorie o Uova in purgatorio di Clementina Piccolo

Dalle mie parti (Avellino ) si chiamano ova m’briatorieuova in purgatorio .

“E’ un piatto alla quale tengo molto e ce l’ho a cuore …è della mia nonna Clementina che preparava sempre agli operai di questi tempi quando c’era la raccolta delle ciliegie e si poteva portare in campagna comodamente e li solo scaldarlo e sfamare sei sette persone Io le amo tanto perche rivivo quando da piccola andavo con lei e non vedevo l’ora di mangiarle manco fossero un piatto costoso e pregiato ecco il perché è il mio piatto preferito. Quando è pronta va messa su una fetta di pane bruschettato

Ingredienti per circa 6 persone
10 cipolle
10-12 uova intere(2 a testa)
1 bottiglia scarsa di sugo di pomodoro
pane bruschettato
olio

Preparazione
Prendete una decina di cipolle tagliatele e  fatele soffriggere per un pó poi aggiungete una bottiglia scarsa di sugo di pomodoro e acqua, fate cuocere fino a quando le cipolle si saranno  ben cotte
Quando la zuppa arriverà a bollore buttate dentro le uova intere facendo attenzione a non metterne una sopra all’ altra e non fatele rompere …quando vedete che le uova più o meno hanno più o meno la loro camicia bianca abbassate un po’ il gas e fate asciugare un po .la pietanza non deve nè troppo essere asciutta nè troppo liquida
Quando è pronta mettete nel piatto una bella fetta di pane bruschettato e adagiateci sopra due uova e la zuppa di cipolle

#Zuppauovacipolle

#ova m’briatorie

#uova in purgatorio

Guarda altre ricette per cucinare le uova
Guarda altre ricette per cucinare le cipolle

Visita la rubrica di Clementina e leggi su altre ricette

I 7 miti da sfatare sui cocktail 

I 7 miti da sfatare sui cocktail 7_Falsi_Miti_Campari
In vista dell’estate Campari Academy sfata i miti legati alla degustazione di cocktail e prosegue il suo tour in giro per l’Italia per sensibilizzare consumatori e bartender sul concetto di “bere bene”

Per chi di cocktail se ne intende, è facile identificare quale sia il livello di qualità di un cocktail con una semplice occhiata. Ma non tutti siamo esperti e per questa calda estate Campari Academy fornisce qualche utile consiglio su come riconoscere un buon cocktail, come scegliere il cocktail giusto, come degustare un cocktail senza esagerare con le quantità.

Questi ed altri contenuti legati alla professione del bartender saranno oggetto del viaggio per l’Italia, in 23 tappe, per fare formazione sui barman, figura professionale sempre più centrale e sempre più vicina ad un ruolo educativo dei consumatori. Il tour, realizzato da Campari Academy, è reso possibile grazie ad un truck appositamente allestito e si inserisce nell’ambito del progetto #Beremeglio lanciato da Federvini e Fipe a sostegno del consumo responsabile e della qualità del servizio all’interno dei pubblici esercizi italiani.

Ecco nel dettaglio i 7 miti da sfatare, realizzati grazie al supporto dei bartender dell’academy:

Un Cocktail con poco ghiaccio, please

Un cocktail con tanto ghiaccio non si annacqua, anzi è esattamente il contrario: un’abbondante quantità di ghiaccio crea “l’effetto iceberg” necessario per tenere il cocktail fresco più a lungo e rallentare la diluizione dei liquidi.

Il cocktail è “ristretto” se il bicchiere è piccolo
Il bicchiere è parte integrante della ricetta. Ogni cocktail ha i suoi ingredienti, le sue dosi corrette e il suo bicchiere per essere all’altezza del proprio nome. Ad esempio, per il Cosmopolitan e il Manhattan è necessaria la coppa.

Il cocktail non è cool se ha pochi ingredienti
Less is more: come dimostrano molti dei cocktail che hanno scritto la storia della Mixology (Negroni, Aperol Spritz e Gin Tonic, solo per citarne alcuni), il mix perfetto è spesso composto da solo 2 o 3 ingredienti sapientemente combinati.

I cocktail dolci e fruttati sono più leggeri
Non è vero. I cocktail dal gusto dolce non sono necessariamente leggeri, così come quelli bitter non sono sempre forti. Alcuni cocktail a base di rum sono dolci, ma hanno una gradazione alcolica più alta della media.

Non si “sente” l’alcol … è possibile aggiungerne un po’?

Il segreto di un cocktail perfetto sta nell’equilibrio dei suoi ingredienti, nella giusta diluizione e temperatura. Quando l’alcol non si “sente” molto significa che il cocktail ha rispettato il bilanciamento degli ingredienti, amalgamando in modo corretto tutti i sapori. La presenza invadente e pungente dell’alcol, spesso, è sintomo di un cocktail non preparato a regola d’arte.

Tra una fetta di arancia e un ombrellino non c’è differenza

In realtà, anche la guarnizione è parte integrante e imprescindibile della ricetta. Ad esempio, un Americano senza la fettina d’arancia e la scorza di limone non può essere un vero Americano.

Un buon cocktail è come il total black … perfetto per ogni occasione

Ogni cocktail ha il suo momento. Il gusto bitter è perfetto per l’aperitivo perché stimola l’appetito. I long drink (Mojito, Gin Tonic), i cocktail sour (Daiquiri) e quelli più sofisticati (Old Fashioned, Boulevardier) si apprezzano maggiormente dopo cena.

Scopri le tappe del truck di campari Academy al seguente link https://campariacademy.it/it/truck/2017/segui-il-tour/

Comunicato stampa in allegato

Valeria Conte

Havas PR Milan

t +39 02 85457009
m +39 342 8007520
w havaspr.it

Prosecco, ecco come vengono spedite nel mondo le bollicine trevigiane

_SCA5907Prosecco, ecco come vengono spedite nel mondo le bollicine trevigiane

Dal polo logistico di Bassano partono milioni di bottiglie di vino, di cui il 70% è destinato all’estero. Matteo Vaccari, amministratore delegato di Logistic Net. “Ma la vera sfida è la vendita on line: dall’ordine web alla consegna in tavola entro poche ore”

Che il Prosecco sia diventato uno dei best seller a livello mondiale è cosa nota. Ma non tutti sanno come effettivamente le bollicine possano brillare nei calici a migliaia di chilometri di distanza dalle sacre colline di Valdobbiadene. Dalla fase di imbottigliamento allo scaffale del supermercato o alla cantina di casa, dentro questo viaggio c’è una macchina perfetta che controlla ogni millimetro percorso dalle bottiglie.

Un’azienda leader in questo particolarissimo segmento del mercato è la Logistic Net, società di Bassano del Grappa, nel Vicentino, fondata nel 2006 dagli attuali amministratori: Matteo Vaccari (ad), Andrea Munari (responsabile spedizioni) e da sx michele muraro - matteo vaccari - andrea munariMichele Muraro (responsabile di magazzino). Oggi l’azienda fa parte di Bas Group Spa, holding che fattura 35 milioni di euro e occupa direttamente più di duecento persone.

“La nostra specialità è la logistica in outsourcing e tra i vari settori merceologici che serviamo spicca senza dubbio quello vitivinicolo”, spiega Vaccari. “Ritiriamo le bottiglie appena finita la fase di imbottigliatura, gestiamo lo stock a magazzino a temperatura controllata, eseguiamo tutte le lavorazioni necessarie (cerallaccatura, sigillatura, etichettatura, creazione espositori e quanto altro possa servire) e infine ci occupiamo della parte distributiva, ovunque nel mondo. Grazie alla nostra flessibilità e capacità di evadere gli ordini in tempi molto stretti abbiamo ottenuto la fiducia di grosse aziende nel territorio”.

Ad oggi nel polo logistico di Bassano del Grappa viene gestita la movimentazione di oltre venti milioni di bottiglie di vino e circa dieci milioni di bottiglie di birra. Questo segmento di business, oltre al boom di vendite che ha avuto il Prosecco, è cresciuto grazie ai magazzini a temperatura controllata e alla qualifica di “deposito fiscale” con certificazione AEOF. Su questo fronte, peraltro, Logistic Net ha appena inaugurato un moderno magazzino automatizzato di tipo shuttle, per una capacità di circa quattromila posti pallet, il più grande nel Veneto.

Ma spesso le difficoltà delle aziende sono collegate più all’e-commerce che non alla movimentazione dei pallet interi. Un numero sempre maggiore di clienti sono abituati ad ordinare on-line magari sei bottiglie differenti, e grazie ad Amazon, per esempio, a ricevere in casa propria tutto in poche ore: un target difficilissimo da soddisfare. “Per questo si rivolgono a noi”, incalza Vaccari. “Logistic Net evade il 98% degli ordini ricevuti entro le ore 14 già nello stesso giorno, creiamo i pacchi speciali rinforzati per corriere espresso, e organizziamo le spedizioni in tutto il mondo, formalizzando tutte le pratiche necessarie. Il tutto dando visibilità degli avanzamenti al cliente quasi in tempo reale: per consegne in Italia per esempio consegniamo già la mattina successiva al ricevimento dell’ordine. Il nostro grande “valore aggiunto” è la personalizzazione del servizio. I processi in magazzino spesso non sono standard ed il nostro servizio è sempre tarato su misura del cliente”.

Ufficio Stampa ComunicazioneLive – comunicazionelive@gmail.com

BAS GROUP SPA IN CIFRE Nel 2011 Logistic Net viene partecipata da Bas Group prima al 50% e dal 2013 al 100%. Oggi il gruppo è composto da cinque aziende: Bassanosped, Il Corriere, Ribosped, Bas Express e Logistic Net; queste aziende coprono coi loro servizi l’intera supply chain logistica, dal magazzinaggio al trasporto. In tutto, vi lavorano circa 200 persone per un fatturato di circa 35 milioni di euro.

LOGISTIC NET IN CIFRE Logistic Net nasce nel 2006. Nel corso degli anni sono stati effettuati vari traslochi per arrivare a Gennaio 2015 nell’headquarter di Bassano del Grappa e sei magazzini: da circa duemila metri quadri di area coperta é passata in quattro anni a quasi cinquantamila. Dieci anni fa vi lavoravano solo i tre imprenditori fondatori, oggi sono più di 50 i collaboratori dipendenti. Il 90% del personale è assunto a tempo indeterminato. L’azienda, specializzata nella logistica in outsourcing, gestisce circa 1500 ordini al giorno, movimentando un milione di colli e venti milioni di bottiglie.

Da sx Michele Muraro – Matteo Vaccari – Andrea Munari
Indirizzo Aziendale e Contatti
Facebook Twitter Google
Email inviata a vinipassione@libero.it

Premio Marietta ad Honorem 2017 a Patrizio Roversi

PATRIZIO ROVERSI LINEA VERDE PREMIO SAN MARTINO

PATRIZIO ROVERSI LINEA VERDE PREMIO SAN MARTINO

Premio Marietta ad Honorem 2017 a Patrizio Roversi

Perfetto ambasciatore del Made in Italy, per la sua conoscenza delle produzioni agro-alimentari e del buon cibo.

La consegna il 25 Giugno 2017 a Forlimpopoli in Casa Artusi nella Festa Artusiana

Forlimpopoli (Fc) – Dopo Giuliana Saragoni, ecco il secondo Premio Marietta ad Honorem: Patrizio Roversi. Personaggio che coniuga la conoscenza del prodotto alla leggerezza del racconto. Non certo un ossimoro, conoscenza-leggerezza, bensì un’abilità non comune nel mondo del cibo, troppo spesso preda di accademismi o banalizzazioni.

Come evidenzia la motivazione, il Marietta ad Honorem gli viene attribuito in quanto “grande conoscitore delle buone produzioni agro-alimentari italiane e del buon cibo, in una carriera bella e coerente, sempre giocata fra cultura e turismo, con un pizzico (q.b.) di ironia. Un perfetto ambasciatore del Made in Italy”.

Roversi sarà a Casa Artusi a Forlimpopoli a ritirare il Premio domenica 25 giugno nell’ambito delle premiazioni del Premio Marietta, il concorso nazionale per cuochi dilettanti nel corso della Festa Artusiana.

Chi è Patrizio Roversi

Originario di Mantova e bolognese di adozione, Patrizio Roversi ha sempre mantenuto, nella sua lunga e poliedrica carriera, un’attenzione alle tematiche culturali, turistiche e gastronomiche, raccontate sempre in maniera rigorosa, ma leggera. Dopo una carriera teatrale, Roversi si avvicina alla televisione dove esordisce in Rai con la trasmissione “Mixer” assieme all’allora moglie Maurizia Giusti (in arte Syusy Blady), il successo arriva nel 1987 con la partecipazione alla trasmissione satirica “Lupo solitario” su Italia 1 e l’anno seguente al programma “L’Araba Fenice”. Partecipa su Rai 3 al programma di Fabio Fazio e Bruno Gambarotta “Porca Miseria” e successivamente “Se rinasco” su Rai 2. Sempre per Rai 3 conduce le prime cinque edizioni di “Per un pugno di libri”, quiz sul tema della letteratura. Dal 1990 al 2008 su Rai 3 è autore, con Maurizia Giusti – Syusy Blady- delle tramissmioni “Turisti per caso”, “Velisti per caso” e “Evoluti per caso”, programmi di intrattenimento che spaziano tra cultura, geografia e turismo. Nel 2009 conduce la trasmissione “Tutto fa storia” su History Channel, dedicata alle invenzioni che hanno cambiato la nostra vita quotidiana. Torna in televisione nel marzo del 2012 per condurre sempre insieme a Maurizia Giusti, il programma di viaggi “Slow Tour” in onda su Retequattro. Ha pubblicato con Syusy diversi libri sul tema del turismo come “Di passaggio in India”, “Quel poco che abbiamo capito del mondo facendo i turisti per caso”, “Chiusi il gas e vieni via, viaggi di un sedentario, Socialmente…”. Insieme all’amico Martino Ragusa ha pubblicato due libri sul tema del cibo “Turisti per cibo” e “Golosi per caso”. Esce in questi giorni, sempre con Martino Ragusa, “Gustologia, viaggio nell’Italia del cibo, dalla terra alla tavola”, edizioni ERI. Prima con Ingrid Muccitelli e poi con Daniela Ferrolla, Roversi dal 2013 conduce “Linea Verde”, a cui ha trasferito una modalità accattivante e profonda di racconto, che ha positivamente connotato il noto programma Rai dedicato al mondo dell’agricoltura.

Informazioni.

Ufficio Cultura tel. 0543-749234-5 (orario 8-13; durante la Festa 16-21).

Mail: info@festartusiana.it promozione@comune.forlimpopoli.fc.it

Siti: www.festartusiana.it www.forlimpopolicittartusiana.it

Ufficio Stampa – Agenzia PrimaPagina

tel. 0547 24284 cell. 347 1567681

Filippo Fabbri – Alice Magnani

fabbri@agenziaprimapagina.it


Dott.ssa Alice Magnani
Agenzia PrimaPagina
Giornalista professionista
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena (FC)
Tel. 0547 24284 – Fax 0547/27328
Cel. 348 7525094
comunicazione@agenziaprimapagina.it
www.agenziaprimapagina.it

Mariangela Grosoli è il nuovo presidente del consorzio di Tutela aceto balsamico di Modena IGP

210fb566-e8f3-4663-8063-2b73da4c1fa5Mariangela Grosoli è il nuovo presidente del consorzio di Tutela aceto balsamico di Modena IGP

L’elezione all’unanimità. Rinnovato anche il Consiglio d’Amministrazione

Mariangela Grosoli è la nuova Presidente del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP. L’elezione è avvenuta venerdì pomeriggio ad unanimità tra i membri del rinnovato Consiglio d’Amministrazione all’indomani delle dimissioni dell’ex Presidente Stefano Berni.
La Grosoli è titolare insieme alla famiglia dell’Acetaia Del Duca, azienda di produzione di Aceto Balsamico di Modena IGP e DOP con sede a Spilamberto, fortemente radicata sul territorio ma votata all’internazionalità, di media dimensione per fatturato ma ricca di storia e facente parte tra l’altro anche dell’Unione Imprese Storiche Italiane, da sempre interessata allo sviluppo del settore dell’Aceto Balsamico di Modena e alla protezione e tutela della denominazione.
“Obiettivo principale del mio mandato – ha commentato la neopresidente del Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP Mariangela Grosoli – sarà il completamento dei progetti avviati nel corso della precedente gestione e altresì la prosecuzione con mano ferma delle attività di tutela, valorizzazione e promozione del prodotto il cui solco è stato egregiamente tracciato dal mio predecessore Berni. Ciò che ritengo oltremodo importante in un momento storico come quello attuale caratterizzato da una sempre più intensa attività di controllo del mercato per prevenire – e reprimere laddove si riscontrino – frodi e contraffazioni, è il saper mettere da parte l’individualismo e fare squadra per raggiungere un obiettivo comune, acquisendo la consapevolezza che non si può permettere la dispersione del patrimonio costruito dai nostri padri e da quegli imprenditori modenesi che ci hanno preceduto. Auspico quindi che quello che vado ad iniziare oggi, sia un mandato che segua le orme delle origini, ovvero creare ma anche valorizzare e far progredire la Denominazione nel rispetto della tradizione e con uno sguardo attento alle nuove richieste dei mercati.”
Con il nuovo Presidente, si modifica anche l’assetto consiliare che pur confermando Giovanni Carandini (Acetificio Carandini Emilio), Sabrina Federzoni (Monari Federzoni), Angelo Giacobazzi (Fattorie Giacobazzi), Cesare Mazzetti (Acetum), Giacomo Ponti (Modenaceti) ed Enrico Zini (Compagnia del Montale), introduce due nomi nuovi come Francesco Toschi (Acetaia Borgo Castello) e Valéry Brabant (Antichi Colli).
La produzione annuale dell’Aceto Balsamico di Modena IGP nel 2016 ha superato i 94 milioni di litri, con una forte propensione all’internazionalizzazione con il 92% del prodotto esportato in circa 120 Paesi di tutto il mondo e delle significative ricadute positive che esso ha sul territorio, con oltre 1.000 posti di lavoro nella sola Provincia di Modena. L’Aceto Balsamico di Modena IGP inoltre, è considerato uno dei prodotti più apprezzati a livello internazionale del Made in Italy agroalimentare che, insieme ad altre eccellenze frutta a Modena un posto sul podio tra le aree maggiormente significative del Paese, diventando un punto di riferimento della Food Valley emiliana.

Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP
Marte Comunicazione Cell. 335 6130800 Email: info@martecomunicazione.com
marzia.morganti@gmail.com; cell.3398655400 ntempestini@gmail.com
www.consorziobalsamico.it

Mariangela Grosoli Presidente Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP
Copyright © 2017 Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti e co., All rights reserved.
Ricevi questa mail perchè giornalista di interesse nazionale

Vino e Sigaro: una serata di degustazione

img-topVino e Sigaro: una serata di degustazione

Giovedì 22 giugno La Tenute Tomasella, in collaborazione con il Cigar Club Naonis, ospitano
Davidoff

La più importante azienda di sigari del mondo
ci guiderà nella degustazione dei suoi

PRIMEROS DOMINICANO e
WINSTON CHURCHILL PETIT CORONA

accompagnati dai piatti del ristorante Trota Blu e dai migliori vini delle Tenute Tomasella.

Ti aspettiamo per questo esclusivo appuntamento giovedì 22 giugno a partire dalle ore 19.30.

Per info e prenotazioni, chiama lo 0422.850043

Tenute Tomasella | Via Rigole 103 – Loc. Portobuffolè – Mansuè (TV)

Toscana Arcobaleno d’estate fa tappa a Siena e a Trequanda con i racconti di Toscana Ovunque bella

79a279ad-b434-407d-8afb-0fe9cac88c87Toscana Arcobaleno d’estate fa tappa a Siena e a Trequanda con i racconti di Toscana Ovunque bella

Dai il benvenuto all’estate con l’Arcobaleno! Tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it

Appuntamento domenica 18 giugno, alle 16.30 a Siena e alle 18.30 a Trequanda dove interverrà, tra gli altri, il presidente del Consiglio regionale, Eugenio Giani

Per l’occasione Toscana Ovunque Bella lancia una novità: comuni, associazioni e operatori turistici possono incorporare le storie inedite sul proprio sito grazie al nuovo widget

 E’ iniziato il lungo weekend di Toscana Arcobaleno d’Estate (16 – 18 giugno), l’iniziativa promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e ANCI, in collaborazione con il media partner QN-La Nazione. Domenica 18 giugno la manifestazione farà tappa prima a Siena e poi a Trequanda per una giornata interamente dedicata a Toscana Ovunque Bella, il progetto di promozione regionale che accende i riflettori sui comuni attraverso i loro racconti inediti. Il lancio dell’estate 2017 coinciderà quindi con la festa dei borghi toscani, ogni comune – anche quelli più piccoli e meno conosciuti – svelerà la sua storia inedita con eventi ad hoc, diventando protagonista nel weekend Arcobaleno.

Domenica 18 giugno alle 16.30 gli organizzatori e le istituzioni saranno a Siena nel Museo Civico di Palazzo Pubblico, accolti dall’assessore al turismo Sonia Pallai, per assistere a “Toscana Ovunque Bella, Scene di un’utopia possibile”: un’originalissima visita teatralizzata alla scoperta degli affreschi del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti. Seguirà brindisi Arcobaleno. La visita si ripeterà per il pubblico alle ore 17 e, seguire, nella Loggia dei Nove, concerto con ensamble di sassofoni eseguito dall’Istituto Musicale Rinaldo Franci. Evento a pagamento (visita e concerto compresi nel costo di ingresso al Museo). Per informazioni Tel. 0577 292128-206, turismo@comune.siena.it www.enjoysiena.it

Il secondo appuntamento della giornata con Toscana Ovunque Bella si terrà alle 18.30 a Trequanda, presso la Fattoria del Colle, per festeggiare l’avvio dell’estate anche in campagna. Qui sono attesi, tra gli altri: Eugenio Giani, presidente del Consiglio regionale, Paolo Chiappini, direttore di Fondazione Sistema Toscana oltre alla padrona di casa, Donatella Cinelli Colombini, presidente del consorzio vini Orcia. Interverranno anche alcuni soci del Consorzio a rappresentare le cantine di Montalcino, Pienza e Trequanda insieme ad alcuni rappresentanti delle stesse amministrazioni comunali. Nell’occasione verranno lette le tre brevi storie inedite di Montalcino, Pienza e Trequanda pubblicate sul sito www.toscanaovunquebella.it, progetto di promozione turistica regionale fiore all’occhiello dell’assessorato al turismo. E da oggi il progetto si arricchisce di una funzione in più: è possibile incorporare le storie di Toscana Ovunque Bella sul proprio sito, blog o testata online grazie al nuovo widget. Comuni, strutture ricettive, associazioni di categoria ma anche musei, associazioni culturali hanno uno strumento di promozione in più, semplice e a costo zero: potranno aggiungere sull’homepage del loro sito una vera e propria finestra con i racconti di Toscana Ovunque Bella relativi al Comune o alla zona di proprio interesse. Basta definire l’area geografica, scegliere se mostrare la mappa e personalizzarne le dimensioni. Toscana Ovunque Bella si conferma un progetto di promozione digitale che mette al centro i tanti operatori del travel della Toscana, offrendo i suoi contenuti a servizio del sistema.

Sono centinaia gli appuntamenti in programma nel weekend Arcobaleno. I dettagli per ciascun evento, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno dai gestori di strutture ricettive, ristoranti e stabilimenti balneari, sono consultabili sul sito www.arcobalenodestate.it anche su mappa georeferenziata. Radio Toscana è media partner della festa “Toscana Arcobaleno d’Estate” e propone una selezione musicale, una playlist studiata ad hoc per accompagnare l’evento. Ascoltatori, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, associazioni e tutti coloro che aderiscono all’iniziativa sintonizzandosi su Radio Toscana (Fm 104.7 e 88) potranno avere una colonna sonora speciale che coinvolgerà tutta la regione.

Toscana Arcobaleno d’Estate è Facebook, Twitter e Instagram. L’hashtag è #arcobalenodestate.

Contatti Stampa:
Mariangela Della Monica – Responsabile ufficio stampa Fondazione Sistema Toscana
Cell. 334 6606721 m.dellamonica@fondazionesistematoscana.it
Marte Comunicazione – Ufficio Stampa Toscana Arcobaleno d’Estate cell. 3356130800-3398655400- marzia.morganti@gmail.com; ntempestini@gmail.com

Il 140° Mangia come scrivi? Si festeggia sull’Appennino parmense insieme all’inizio dell’estate

c077c779-f517-4d6b-9f5b-64f26eed971fIl 140° Mangia come scrivi? Si festeggia sull’Appennino parmense insieme all’inizio dell’estate
Venerdì 16 giugno all’Agriturismo Il Cielo di Strela (Compiano) gli scrittori Guido Conti, Elisa “Eliselle” Guidelli e Patrizia Debicke Van der Noot

STRELA DI COMPIANO (Parma) – Per il terzo anno consecutivo, Mangia come scrivi torna sull’Appennino parmense per una serata speciale. E, stavolta, la festa sarà doppia: oltre a celebrare l’inizio dell’estate (come già avvenuto nel 2015 e nel 2016), si brinderà al 140° appuntamento della rassegna più golosa d’Italia, l’unica che in undici anni ha messo a tavola 420 scrittori e 140 artisti. Venerdì 16 giugno, alle 20.30 (con aperitivo in terrazza servito già alle 20), l’Agriturismo Il Cielo di Strela ospiterà la serata “Profezie, congiure, tavole imbandite: a tu per tu con la Storia”, evento extra degli happening artistici e gastronomici diretti e presentati dal giornalista Gianluigi Negri, con la partecipazione di tre importanti scrittori come Guido Conti, Patrizia Debicke Van der Noot, Elisa “Eliselle” Guidelli.

LA LOCATION E IL MENU
Dalla cultura alla coltura. Dopo essere stato assessore alla Cultura del Comune di Parma, da cinque stagioni a questa parte Mario Marini si dedica alle sue altre passioni: l’agricoltura (è anche presidente di Confagricoltura Parma) e la cucina. Abbandonata la politica, nel 2012 ha fondato l’Azienda agricola biologica Ritorno al futuro e, due anni dopo, l’annesso Agriturismo Il Cielo di Strela (www.ilcielodistrela.it): il suo sogno prende vita (e forma) ogni giorno, nel cuore dell’Appennino parmense, a Strela di Compiano, dove lavora nei campi e si cimenta ai fornelli. La splendida struttura accoglierà il pubblico di Mangia come scrivi con la sua straordinaria vista sul Monte Pelpi e con un menu che valorizza le scelte biologiche fatte in azienda: dai salumi di produzione propria alle fragranti verdure bio, per arrivare al salmerino di montagna e all’immancabile e gustosissimo cinghiale. Il tutto innaffiato dai premiati vini Amadei di Parma, sempre con la formula Mangia come scrivi (quattro portate dall’antipasto al dolce e tre vini in abbinamento), ma a un costo inferiore rispetto al solito: 30 euro a persona. Info e prenotazioni al 348 2885159, con possibilità di pernottamento per chi arriva da lontano e per chi volesse fare le ore piccole sotto il cielo stellato di Strela.

IL MENU ARTISTICO-LETTERARIO
Con l’immancabile allegria e coinvolgimento del pubblico, si parlerà tra una portata e l’altra dei nuovi lavori di tre scrittori amici di Mangia come scrivi, che stanno raccogliendo consensi critici e grande attenzione dai lettori. Conti si presenterà con il nuovo “La profezia di Cittastella” (Mondadori), la Debicke con il giallo storico “La congiura di San Domenico” (Todaro), Eliselle con “Le delizie della Duchessa – Maria Luigia a tavola” (Damster), scritto insieme a Carlo Vanni, e con il nuovo noir “Il colore della nebbia” (Damster).

LE DUE NUOVE STAGIONI A SETTEMBRE E LA QUARTA EDIZIONE DI MANGIACINEMA
Dopo questo “speciale” estivo, le due stagioni di Mangia come scrivi, riprenderanno alla fine di settembre. Quella lombarda sempre al Garibaldi di Cantù (Como), quella emiliana, a Parma, all’Antica Tenuta Santa Teresa. Negri, nel frattempo, è già al lavoro sulla quarta edizione di Mangiacinema – Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso, che si terrà a Salsomaggiore Terme dal 27 settembre al 4 ottobre.

Pregusta il menu dell’Appennino misterioso
Mario Marini
Seguici su Facebook
Seguici su Facebook
www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacomescrivi.it

Contatti:
www.mangiacomescrivi.it

Toscana Arcobaleno d’estate

79a279ad-b434-407d-8afb-0fe9cac88c87Toscana Arcobaleno d’estate: Dal 16 al 18 giugno centinaia di eventi per dare il via all’estate 2017

Dai il benvenuto all’estate con l’Arcobaleno! Tutti gli eventi su www.arcobalenodestate.it

Aperitivi sulle terrazze di Firenze, concerto di Raf e Notte Bianca a Viareggio, concerto gospel a Prato, visita agli affreschi del Buon Governo a Siena, tour enogastronomico tra i sapori del Giglio, visita alle fortificazioni della Linea Gotica in Lucchesia e domenica focus su Toscana Ovunque Bella!

Firenze, 14 giugno 2017 – Tutto pronto per Toscana Arcobaleno d’Estate, l’iniziativa promossa dalla Regione Toscana con il supporto di Toscana Promozione Turistica, Fondazione Sistema Toscana e ANCI, in collaborazione con il media partner QN-La Nazione, per lanciare ufficialmente la stagione estiva. La quinta edizione si terrà dal 16 al 18 giugno, un lungo weekend di festa dedicato ai turisti e ai toscani che avranno l’opportunità di “assaggiare” il meglio dell’offerta regionale e decidere poi, anche in un secondo momento, di tornare per approfondire uno o più aspetti. Il cartellone comprende festival, concerti, degustazioni, mostre con particolare attenzione alle eccellenze toscane, dai prodotti enogastronomici alle bellezze culturali e paesaggistiche. I dettagli per ciascun evento, oltre alle offerte create ad hoc per l’Arcobaleno dai gestori di strutture ricettive, ristoranti e stabilimenti balneari, sono consultabili sul sito www.arcobalenodestate.it anche su mappa georeferenziata.

“Puntiamo sempre di più con manifestazioni come questa a far conoscere a turisti e cittadini toscani opportunità per vivere la nostra regione mettendone in evidenza le tante iniziative. Con la presenza sul web e le cronache su tutto il territorio de La Nazione racconteremo uno spaccato della nostra estate cercando di essere sempre più attrattivi”, ha dichiarato Stefano Ciuoffo, assessore al Turismo della Regione Toscana.

EVENTI TOP – Venerdì 16 giugno la festa partirà dal capoluogo toscano con l’iniziativa promossa da Confcommercio Toscana: “Firenze vista dall’alto”. Originali aperitivi da gustare per tre sere, dal 16 al 18 giugno, in luoghi solitamente inaccessibili al grande pubblico, dai quali si gode un panorama di rara bellezza. Hanno aderito le terrazze di quattro alberghi del centro: Grand Hotel Baglioni, Hotel Continentale, Plaza Hotel Lucchesi, Hotel Tornabuoni Beacci oltre a quella del Museo degli Innocenti (eventi a pagamento su prenotazione). Qui tutti i dettagli www.arcobalenodestate.it/firenze-vista-dallalto-5-terrazze-arcobaleno. Il grand opening si terrà sulla Terrazza del Museo dell’Opera del Duomo che, per gentile concessione dell’Opera di Santa Maria del Fiore, resterà aperta in via straordinaria venerdì 16 giugno per ospitare la cerimonia ufficiale di inaugurazione di “Toscana Arcobaleno d’Estate 2017”, alla presenza delle autorità e degli organizzatori (evento ad invito) e che potrà essere seguito in diretta su Radio Toscana (fm104,7 e 88), la Radio partner di Toscana Arcobaleno d’Estate 2017. Per le ore 23 della stessa serata è in serbo una sorpresa che colorerà le varie terrazze. Sabato 17 il clou sarà ancora una volta sulla passeggiata di Viareggio per il concerto di Raf che coinciderà con la Notte Bianca. Lo spettacolo inizierà alle 21.00, in diretta su Radio Toscana, con “Le Idee”, gruppo vincitore del contest per band emergenti italiane #musicampus2017, promosso da Librerie Universitarie e Radio Firenze. A seguire, salirà sul palco Hugolini, musicista e cantautore attivo a Firenze che quest’estate aprirà alcuni concerti di Francesco Gabbani. Infine, alle 22.00, l’atteso concerto di Raf. A condurre la serata l’attrice e presentatrice Roberta Catarzi. Domenica 18 avrà una caratterizzazione più territoriale con il coinvolgimento dei comuni che si racconteranno attraverso il format “Toscana Ovunque Bella”. Ogni borgo svelerà il suo racconto inedito con eventi ad hoc, diventando protagonista nel weekend Arcobaleno.

AREA FIORENTINA – Tra gli eventi top si segnala l’Arcobaleno al Parco dei Renai a Signa (FI) organizzato per domenica 18 dalla Pro Loco Signa con il patrocinio del comune. Una giornata di svago tra laboratori di costruzione aquiloni, un mercatino e stand gastronomici. Il 17 e 18 giugno le vie del castello di Calenzano Alto (FI) saranno animate da Lunaria, festival delle arti di strada promosso dal comune e dall’Associazione turistica Calenzano. I visitatori potranno assistere a spettacoli musicali, arti di strada e spettacoli di fuoco. Itinera 2017 offre, invece, tour golosi sulle colline di Scandicci dedicati alle famiglie con bambini dai 3 ai 10 anni. Potranno accarezzare gli asini e cavalcarli; alle ore 19.30 la cena nel bosco e dalle 21 intrattenimento aspettando le lucciole. Gli amanti della buona tavola non potranno mancare a San Casciano in Val di Pesa alla VI° edizione del Campionato della Bistecca in programma il 16 e 17 giugno.

AREA PRATESE – Tanti gli eventi di Prato Estate che ricadono nel weekend Arcobaleno. Tra questi: venerdì 16 l’appuntamento con Officina Ridens Open Air – Rio Bum Bum, un viaggio tra teatro, musica e magia (ore 21.30, Biblioteca Lazzerini); sabato spazio a Gioca Tamburo, spettacolo per bambini (ore 10.30,

Ex-Fabrica). Domenica visita guidata alla mostra “Uno sguardo a noi contemporaneo: con gli occhi di Paola Angelini” e a seguire aperitivo nel cortile di Palazzo Pretorio (dalle ore 11). Sempre domenica il Giardino Buonamici di Prato sarà il palcoscenico del concerto del coro gospel Black & White Ensemble Gospel Choir. L’evento, promosso dal Comitato Cittadino Attività Musicali e Strada dei vini di Carmignano e dei sapori tipici pratesi, fa parte della rassegna estiva Oltre il Giardino 2017 (ore 21).

SIENA E PROVINCIA – Siena è come sempre in prima linea per offrire un ricco weekend Arcobaleno. Venerdì 16 alle 17 presso la Pinacoteca Nazionale in programma il percorso guidato “Luci e colori nei dipinti di Domenico Beccafumi”. A seguire l’assessorato al Turismo del Comune presenterà il nuovo video della Città “Siena dall’alto” (ingresso gratuito). Domenica 18 sarà di scena nel Museo Civico di Palazzo Pubblico, in piazza del Campo, “Toscana Ovunque Bella, Scene di un’utopia possibile”: un’originalissima visita teatralizzata alla scoperta degli affreschi del Buon Governo di Ambrogio Lorenzetti (ore 17). Delizie dentro le mura” è, invece, il titolo dell’evento promosso dal Comune di Monteriggioni (SI) per venerdì 16. Maestri pasticceri faranno degustare dolci, gelato, cioccolato e tante altre golosità dalle 18 – 23.30, ingresso libero. Rimanendo in tema culinario, dal 16 al 18 giugno San Casciano dei Bagni (SI) ospita la Sagra del Ciaffagnone e del tagliolino al tartufo.

AREA ARETINA – Venerdì 16, la sera prima della Giostra del Saracino, ciascun quartiere di Arezzo ospita la cena propiziatoria. La location è la piazza adiacente la sede storica di ciascun quartiere, dove vengono apparecchiate lunghe tavolate addobbate con i colori degli emblemi dei quartieri. La sera tra il 17 e il 18 giugno a Cortona sarà di scena la Cortona Jazz Night. Dalle 16.00 le strade e le piazze si animeranno grazie alla musica jazz. Per l’occasione i negozi saranno aperti fino a tarda notte con offerte e sconti per tutti. A Foiano della Chiana la Proloco organizza per domenica 18 Trekking della Bonifica alla scoperta del Canale Maestro, una passeggiata per capire meglio il sistema idraulico della bonifica della Valdichiana.

LUCCHESIA E VERSILIA – Domenica 18 giugno, in occasione della processione del Corpus Domini, rivive a Camaiore (LU) la magia dei tappeti di segatura colorata. A partire dal tramonto del sabato, per tutta la notte, i maestri “tappetari” lavoreranno per dar vita alle loro creazioni. Il Comune di Forte dei Marmi aderisce all’Arcobaleno con un cooking show inserito tra le iniziative del venerdì 16 di ForteChildren (ore 15 – 19). Il piccolo Nicolò, tra i protagonisti di Masterchef junior 2015, cucinerà a partire da una misteriosa Mistery Box. Domenica 18 in programma a San Giusto di Brancoli (LU) la visita alle fortificazioni della Linea Gotica in Lucchesia. Guide locali mostreranno ai partecipanti fortificazioni e trincee ancora ben conservate. Lungo il percorso saranno presenti rievocatori storici con uniformi dell’epoca. Al termine del percorso verrà offerto un pranzo a base di prodotti tipici della zona. Domenica 18 a Capannori si svolgerà il 2° raduno delle auto d’epoca fra le colline lucchesi promosso dal Club Balestrero Lucca, Confesercenti Toscana Nord e l’associazione ‘Insieme le botteghe di Marlia’, con il patrocinio del Comune di Capannori.

AREA PISANA – Cooperativa Archeologia organizza per sabato 18 una visita guidata al cantiere di allestimento del Museo delle Navi Antiche di Pisa. Un’occasione unica di vedere trenta navi romane con il loro carico di anfore, ceramiche, vetri, metalli e strumenti di bordo, restaurate in 16 anni di lavori. L’eccezionalità della visita è rappresentata proprio dall’opportunità di visitare un Museo in divenire, non ancora aperto al pubblico (Arsenali Medicei – Lungarno Ranieri Simonelli). Il Comune di Pomarance (PI) organizza visite guidate alla sua Fortezza inespugnabile situata nella frazione di San Domenico, la Rocca Sillana (dal 16 al 18 giugno). A San Miniato grande attesa per “Il Guazzabuglio – 9 e 24° Raduno Folcloristico di Bande con Majorettes”. Si inizia venerdì 16 con la “Cena Sotto le Stelle”; si continua il sabato 17 con il “24° Raduno di Bande Folkloristiche con majorettes” provenienti da tutta la toscana e non solo. Si conclude la domenica 18 con lo spettacolo dal teatrale: “Veleno per topi”.

PISTOIESE – A Montecatini Terme torna l’appuntamento con Estate Regina. Sabato 18 presso le Terme Tettuccio si esibirà l’Orchestra La Filharmonie con Musiche di Richard Wagner e di Ludwig Van Beethoven (ingresso gratuito). Sempre Montecatini farà da cornice al Festival dei Cori, concerti en-plein-air con accompagnamento o “a cappella”, di cori provenienti da tutto il mondo (venerdì 16, piazza del Popolo). A Pescia, invece, sarà di scena la 19° Edizione Festival di Pescia, manifestazione canora storica rivolta a interpreti, autori, band di tutta Italia (15 – 17 giugno). Sabato 18 giugno in programma sempre a Pescia la 3a edizione di Rin…corri Pescia, gara podistica competitiva (10km) e non (11km), con possibilità anche per le famiglie di partecipare iscrivendosi alla Family Run (5km).

LIVORNO E PIOMBINO – A Livorno spazio alla seconda edizione del Cacciucco Pride 2017 che si terrà dal 16 al 18 giugno. Un’iniziativa nata per celebrare il suo piatto simbolo, facendosi conoscere a tutto tondo attraverso il cibo. L’evento enogastronomico ricade nell’8° edizione della Notte Blu che si svolgerà a cavallo
tra il 17 e il 18 giugno. La proloco di Piombino organizza per venerdì 16 il concerto di Gino Paoli. L’evento ad ingresso gratuito si terrà in piazza Bovio, la più grande piazza europea circondata su tre lati dal mare

GROSSETO – A Spasso Tra i Rioni è l’appuntamento enogastronomico a cura Pro loco Isola del Giglio e Giannutri. Dal 16 al 17 Giugno dalle 20 alle 24 i tre rioni del Giglio – Moletto, Saraceno e Chiesa – ospiteranno gli stand di prodotti tipici e pietanze dell’isola, come la tonnina, il baccalà sfilettato, sarde arrosto e tanto altro accompagnato dall’Ansonica, il vino locale che si abbina perfettamente alle specialità offerte. Il
Bagno Gabry di Marina di Grosseto offre lezioni gratuite di Taekwondo per bambini dai 5 ai 12 anni con la supervisione dell’istruttore Renato Romani, dal 16 al 18 giugno, dalle 17 alle 19.

MASSA – I più golosi non potranno mancare sabato 17 alla quarta edizione della Gara di Torte di Pro Loco Marina di Massa. Pasticceri amatoriali dal 6 ai 99 anni si sfideranno alla torta più bella e buona. Premi e assaggi per tutti.

Radio Toscana è media partner della festa “Toscana Arcobaleno d’Estate” e propone una selezione musicale, una playlist studiata ad hoc per accompagnare l’evento. Ascoltatori, bar, ristoranti, stabilimenti balneari, associazioni e tutti coloro che aderiscono all’iniziativa sintonizzandosi su Radio Toscana (Fm 104.7 e 88) potranno avere una colonna sonora speciale che coinvolgerà tutta la regione. Venerdì sera inaugurazione in diretta dell’Arcobaleno D’Estate che si terrà sulla terrazza dell’Opera del Duomo. La media partnership prosegue la sera del 17 giugno. Radio Toscana trasmetterà in diretta dal lungomare Mazzini di Viareggio lo spettacolo che darà il via ufficiale alla festa in musica. Inoltre sarà ospite del concerto la band “Le Idee” vincitrice del Music Campus, contest fiorentino per band emergenti promosso da Radio Firenze, sempre del gruppo Radio Toscana, in collaborazione con Librerie Universitarie.

Per aderire al calendario Arcobaleno compilare il form sul sito www.arcobalenodestate.it (per info 055 2719083, dal martedì al venerdì dalle 10.00 alle 12.00 e dalle ore 15.00 alle 18.00).

Toscana Arcobaleno d’Estate è presente sui social: Facebook, Twitter e Instagram. L’hashtag è #arcobalenodestate.
Contatti Stampa:
Mariangela Della Monica – Responsabile ufficio stampa Fondazione Sistema Toscana
Cell. 334 6606721 m.dellamonica@fondazionesistematoscana.it

Marte Comunicazione snc. di Marzia Morganti e co.
info@martecomunicazione.com www.martecomunicazione.com

Calamare by Fantini Club: a Cervia il ristorante più glam della riviera

omega3_2 (1)traortoemareCalamare by Fantini Club: a Cervia il ristorante più glam della riviera

#CalamareFantiniClub

#Cervia

Tra proposte gourmet e piatti della tradizione,a Cervia il ristorante più glam della riviera

La sabbia tiepida sotto i piedi, il rumore delle onde e tutto il gusto della cucina di mare: se esistono luoghi che ‘ti innamorano’ a prima vista, il ristorante Calamare del Fantini Club di Cervia si candida senza dubbio a rubare cuore e palato dei suoi avventori.

A partire dall’ambientazione, in uno degli stabilimenti balneari tra i più dinamici ed innovativi della Riviera Adriatica, fino agli irresistibili piatti a base di pesce freschissimo, tra rivisitazioni gourmet e specialità della nobile tradizione marinara italiana, tutto al Calamare è curato nei minimi dettagli, prestando la massima attenzione al benessere e alla genuinità. Gli elementi romantici e glamour di una location accogliente e rilassante fanno da contorno ad una cucina di autentico benessere globale in linea con la filosofia High Quality Lifestyle che, al grido di “Be active, be genuine, be relaxed, be positive!”, da tempo contraddistingue il Fantini Club.

A coordinare il progetto culinario è lo Chef Consultant Samuele Zani che, in stretta collaborazione con lo Chef residente Matteo Magnani e la sua equipe di professionisti, propone piatti legati al territorio, ma che strizzano l’occhio all’internazionalizzazione, data dall’utilizzo di grandi varietà di verdure, frutti e germogli e dall’originalità degli accostamenti, senza mai tralasciare la qualità di un menù che non ha bisogno di presentazioni.

Tra gli imperdibili del menù Tra orto e mare: antipasto che nasce dalla volontà di rileggere un classico piatto della cucina del mare, l’insalata di mare, in chiave più fresca e attenta alla stagionalità e alla salubrità del piatto, utilizzando oltre a seppie, polipi e mazzancolle di prima qualità, ortaggi e tuberi di produzione locale e di stagione, legando il piatto all’entroterra per una proposta fresca e salutare.
Si continua con Passatelli del molo: un primo piatto fortemente legato al territorio, dove i passatelli, fatti a mano secondo tradizione, sono uniti a gamberi e totani nostrani, entrambi prodotti che si possono trovare nelle reti dei capanni da pesca, per questo assumono l’epipeto “del molo”. Questi tre elementi tipici nel territorio Cervese sono amalgamati con l ‘utilizzo di un fresco tocco di limone, pomodorini bruciati al forno e una nota croccante data da un crumble al nero di seppia.
Il consiglio per il secondo è Omega 3, un piatto che unisce diversi ingredienti tutti legati dalla particolarità di contenere gli acidi grassi essenziali omega 3, utili nella dieta quotidiana di ognuno di noi sia per prevenire patologie cardiache che salutari per il cervello. Per il piatto viene utilizzato freschissimo pesce azzurro, tutto proveniente dal mare Adriatico come sarda alici e sgombro, gratinati al forno e abbinati a un pesto di spinaci e menta e una mostarda di cipolla rossa e semi di lino.
Si conclude in dolcezza con Pane alla vaniglia, cioccolato fondente e mango, dessert che utilizza il più classico degli abbinamenti, pane e cioccolato, composto da una spugna sifonata alla vaniglia, un cremoso al cioccolato fondente ed una salsa e un chutney di fresco mango tropicale.
Il ristorante è aperto per la prima volta sia a pranzo che a cena, ma cambia veste in base alle occasioni. Il pranzo è all’insegna del gusto e della leggerezza con proposte fuori menù fresche e sfiziose, come piatti di pesce, insalatone, ma anche proposte di terra e piatti vegani, perfetti per una pausa gastronomica che si adatta alla ‘vita da spiaggia’ senza rinunciare al gusto e alla qualità.

A cena, con indosso il suo abito da sera migliore, il Calamare cambia forma e mostra il suo lato più suggestivo e glam. Il menù si impreziosisce con cruditè a base di freschissimo pescato locale, mentre l’atmosfera ricorda luoghi esotici e rilassanti, con palme, amache, angoli relax e giochi di luce e candele a illuminare i tavoli al coperto, per le sere più fresche, o direttamente sulla spiaggia, per romantiche cene a piedi nudi sulla sabbia.

INFORMAZIONI:
FANTINI CLUB, Lungomare G. Deledda 182, 48015 Cervia (RA)
tel. +39 0544956519
email calamare@fantiniclub.com,
web fantiniclub.com, calamare.it

Anna Frabotta- Agenzia PrimaPagina
Via Sacchi 31 – 47521 Cesena
tel. 0547 24284 – fax 0547 27328
ufficiostampa@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it 

“Dire, fare, sognare!”

Luigi Sartini“Dire, fare, sognare!”

Riconoscimento alla cultura del cibo e del vino in Emilia Romagna

Luigi Sartini, Ido Migliari, Ciro Fontanesi, Maria Chiara Zucchi, San Domenico Imola

Lunedì 12 giugno al Teatro Verdi a Cesena

Cesena – C’è tutto l’universo della cucina nei cinque premiati del riconoscimento “Dire Fare Sognare” giunto alla sesta edizione. C’è chi prepara la materia prima secondo tradizione e innovazione (Ido Migliari e lo stellato Luigi Sartini), c’è chi cura i fondamentali aspetti della sala (Ciro Fontanesi), c’è il locale totem per antonomasia della Stella Michelin (San Domenico di Imola), c’è la sicurezza a tavola (Maria Chiara Zucchi). Mai come questa volta si può parlare a 360 gradi dell’universo enogastronomico in questa iniziativa promossa da Partesa, società specializzata nei servizi di vendita, distribuzione, consulenza e formazione per il canale Ho.Re.Ca., per valorizzare chi ha lasciato un’impronta indelebile nella cultura enogastronomica dell’Emilia Romagna.

Un evento che per il secondo anno consecutivo ha scelto Cesena quale sede San Domnico Valentino e Max Masciadell’epilogo, più precisamente il Teatro Verdi (lunedì 12 giugno alle ore 11.00), dopo avere viaggiato in lungo e in largo per la regione (Milano Marittima, Modena, Cattolica, Santarcangelo).
A scegliere i nomi dei premiati, tre tra le più qualificate firme del giornalismo enogastronomico: Andrea Grignaffini, Elsa Mazzolini e Alessandra Meldolesi. Nomi di prestigio a partire da Luigi Sartini, chef del Ristorante Righi a San Marino, stella Michelin dal 2008, cresciuto sotto l’ala di due must della cucina italiana come Gino Angelini e Gualtiero Marchesi. Percorso diverso e altrettanto importante per Ido Migliari, uno dei decani della cucina ferrarese, prima con l’Osteria da Ido e oggi nella trattoria La Chiocciola, in un percorso arrivato alla terza generazione che continua a stupire. Così come stupisce il San Domenico di Imola, quasi cinquant’anni di storia alle spalle, 44 dei quali sotto il segno della prestigiosissima guida Michelin, tanto da festeggiare quest’anno le quattro decadi della doppia Stella. Ma in un ristorante è fondamentale anche il servizio di sala, e qui spunta il nome di Ciro Fontanesi docente nella prestigiosa scuola di Alma. Il cerchio si chiude con un tema di cui troppo poco si parla, come la sicurezza a tavola, progetto che da due anni impegna Maria Chiara Zucchi, caporedattrice de La Madia Travelfood, che ha svolto centinaia di corsi di formazione a ristoratori, chef e personale di sala, insieme all’agenzia di formazione sanitaria Salvamento Academy.

Ido MigliariDue i momenti di “Dire Fare Sognare” a Cesena: il riconoscimento a cinque personalità di cui si è detto sopra; il riconoscimento di un operatore per ogni provincia emiliano romagnola, da Piacenza a Rimini, scelto tra ristoratori, baristi ed enotecari.

Partesa è una società specializzata nei servizi di vendita, distribuzione, consulenza e formazione per il canale Ho.Re.Ca. Con 28 anni d’esperienza e 40.000 clienti, Partesa ha raggiunto la massima capillarità distributiva, un attento portfolio di prodotti di qualità, servizi personalizzati e una grande solidità logistica. Un’azienda in movimento che cresce con le esigenze del mercato, in grado di offrire un’innovativa politica commerciale con un’immagine distintiva e unica. La struttura, che impiega circa 1.000 persone, conta 47 depositi e un’ampia flotta di veicoli; fornisce un valido supporto tecnico e commerciale nello sviluppo di attività di marketing, acquisti, logistica, risorse umane, formazione e amministrazione. Per ulteriori informazioni: www.partesa.it

Ufficio Stampa Dire fare Sognare

PrimaPagina Cesena

Filippo Fabbri – Anna Frabotta

Tel. 3471567681 054724284

Ufficio Stampa Partesa

Cantiere di Comunicazione

Diana Ferla

Tel. 02 87383180

d.ferla@cantieredicomunicazione.com

C’ è tempo fino al 15 giugno per candidarsi al Premio Casato Prime Donne

3b4f0ded-a89b-45cf-8f2c-b8f8211c2fb4C’ è tempo fino al 15 giugno per candidarsi al Premio Casato Prime Donne

Potranno partecipare soltanto gli articoli, i programmi e le foto pubblicate tra il 15 giugno 2016 e il giugno 2017

Ci sarà tempo fino al prossimo 15 giugno per candidare articoli, programmi televisivi riguardanti Montalcino e i suoi vini oppure foto inerenti i territori del vino Brunello e Orcia alla 19° edizione del Premio Casato Prime Donne, l’iniziativa promossa dalla Cantina di Donatella Cinelli Colombini avente lo scopo di esprimere la gratitudine del territorio verso chi ne promuove la civiltà e le produzioni enologiche ma soprattutto di valorizzare le donne che propongono nuovi modelli di femminilità che si distinguono per meriti scientifici, civili e sociali apportando alla società stessa un contributo in termini di coraggio, di etica e di esempi positivi.
Quattro le sezioni del concorso: il Premio “IO E MONTALCINO” riservato a libri, servizi televisivi, radiofonici o pagine web che presentano Montalcino nei suoi aspetti storici, culturali, paesaggistici e agricoli; il Premio CONSORZIO DEL BRUNELLO DI MONTALCINO rivolto a giornalisti italiani o stranieri specializzati nel ramo vitivinicolo; il Premio “MONTALCINO, LA SUA STORIA, LA SUA ARTE, IL SUO VINO” DESCRITTI DA UNA DONNA, riservato ad articoli, libri, servizi televisivi o radiofonici o pagine web, a firma femminile e il Premio Fotografico sul tema “GENTI E TERRE DEI VINI BRUNELLO E ORCIA”, per il quale vengono selezionate precedentemente dalla giuria cinque foto finaliste da sottoporre al voto di una giuria virtuale del web. Il materiale dovrà essere inviato entro e non oltre le ore 24 del 15 giugno alla segreteria del concorso presso Casato Prime Donne, 53024 Montalcino (SI).

Anche per questa edizione la giuria sarà composta da Donatella Cinelli Colombini presidente, Rosy Bindi, Anselma Dell’Olio, Anna Pesenti, Stefania Rossini, Anna Scafuri e Daniela Viglione le quali, grazie anche alle competenze multidisciplinari messe in campo, sono riuscite a dare contenuto e messaggio al premio Casato Prime Donne rendendolo un grande strumento di promozione sociale e territoriale. Ad affiancare le giurate, ci sarà il Sindaco di Montalcino, il Presidente del Consorzio del Brunello Patrizio Cencioni e tre personalità di chiara fama come Mario Fregoni, Leone Piccioni e Sergio Zavoli.

Il PREMIO PRIMA DONNA Sarà assegnato dalla Presidente della Giuria Francesca Colombini Cinelli
Sarà premiata, a scelta della Giuria, una donna italiana o straniera che si è particolarmente distinta per coraggio ed eticità di comportamenti e che con il suo impegno ha valorizzato la presenza femminile nella società e nel lavoro
La data della cerimonia di premiazione è già fissata per domenica 17 settembre al Teatro degli Astrusi a Montalcino: ad ogni vincitore, una fornitura di Brunello e altri vini di Donatella Cinelli Colombini per un valore di 1.000 euro, un premio in denaro di 1.500 euro più la disponibilità di un appartamento agrituristico nella Fattoria del Colle di Trequanda, per una settimana, durante l’anno 2018.

Per informazioni e prenotazioni
Fattoria del Colle, Località Colle 53020 Trequanda (SI)
0577662108 info@cinellicolombini.it

Addetta stampa
Marzia Morganti Tempestini Tel 335 6130800
marzia.morganti@gmail.com