Zeppuledde che sciurille e cucuzzielli – Zeppoline con fiori e zucchine – Alberto

19221768_10209742239494168_3109180671586889551_oZeppuledde che sciurille e cucuzzielli – Zeppoline con fiori e zucchine – Alberto

Ingredienti
500 gr di farina 00 gr.
15 gr di sale
400 ml di acqua
1-2 cubetto di lievito
30 fiori maschi di zucchine
500 gr di zucchine freschi

Preparazione
Tagliate a pezzettini sottili le zucchine
Mischiate bene fiori e zucchine nella farina, sciogliete il lievito e il sale nell’acqua e impastate amalgamando bene tutta il composto. Mettete a lievitare fino al raddoppio e friggete in olio molto caldo.

Risotto con i fiori di zucchine

34150_1339409486742_6083263_nRisotto con i fiori di zucchine- Alberto

Ingredienti
Fiori di zucchine
Riso per risotti
burro
brodo di dado
parmigiano grattugiato

Preparazione
Fate appassire i fiori di zucchine nel burro, aggiungete il riso girare per alcuni minuti, aggiungete un poco di brodo e cuocete come un normale risotto. Alla fine mantecate con il parmigiano.

Frittata di Geranio – Flowers2eat

frittatageranio.jpgFrittata di Geranio – Flowers2eat

Ingredienti

Gerani freschi di vari colori (1 vaschetta)
Uova
Olio
Sale

 

Preparazione
Fate scaldare la padella con un filo d’olio, intanto preparare un composto con le uova, i petali dei fiori e un pizzico di sale. Versate il composto nella padella e cuocete bene da entrambi i lati

Scheda del Geranio:

Proprietà: Buon astringente, leggermente diuretico, utile per le irritazioni alla gola e per l’ulcera allo stomaco.

 

Uso: Data la sua varietà di gusti fruttati e floreali di gradevole sapore e aroma, possiamo usarlo per diversi piatti, vini, liquori. Soprattutto eccelle il sorbetto di Geranio che si utilizza per dolci, bevande e sorbetti.

 

Vi ricordiamo di usare soltanto fiori commestibili biologici certificate

 

Flowers2eat – Fiori Commestibili Biologici
http://flowers2eat.blogspot.es​/

 

Conchigliette con zucchine gamberi e fiori di zucchine – Zia Rosbeef

Conchigliette con zucchine gamberi e fiori di zucchine – Zia Rosbeef

Ingredienti
80/100 gr di conchigliette a persona
2 zucchine
1 confezione di gamberi sgusciati e precotti
1 manciata di pomodorini ciliegino
scagliette di pecorino
fiori di zucchine croccanti

Preparazione
Lessate la pasta scolatela e lasciatela raffreddare.
Tagliate a julienne le zucchin e saltatele in padella con i gamberi per 5 minuti. Fate raffreddare
Unite la pasta fredda ai pomodorini e alle scaglie di pecorino e saltatele
Friggete i fiori di zucca fino in modo che siano croccati
Il fiore di zucca va servito nel momento in cui impiattate altrimenti rischiate che perda la croccantezza

 

Gelo di Anguria – Rosanna

Gelo di Anguria – Rosanna

“Un suggerimento: quando apro l’anguria e non è dolce”Rosanna

Ingredienti
anguria
per ogni litro di liquido aggiungo 90 gr. di amido per dolci
5/6 cucchiai di zucchero a seconda il tipo di anguria
1 bella manciata di fiori di gelsomino
cannella
gocce cioccolato

Preparazione
Con uno scolapasta recuperate il liquido dell’anguria e per ogni litro di liquido aggiungete 90 gr. di amido per dolci, 5/6 cucchiai di zucchero a seconda il tipo di anguria, poi fate macerare il liquido per 30 minuti con una bella manciata di fiori di gelsomino, dopo toglieteli e dopo che l’amido si sarà sciolto per bene, cucinate la crema, quando arriverà  a bollore e si sarà  solidificata spengete e mettete in un recipiente o delle formine singole, dopo che si sarà raffreddato aggiungete sopra cannella e gocce di cioccolato, mettete in frigo per 3/4 ore

Vi assicuro che è un ottimo dessert in estate.

Frittelle di fiori di zucca alla veneta – Antico Ristorante Spessotto a Portogruaro

frittelle.jpg

Frittelle di fiori di zucca alla veneta – Antico Ristorante Spessotto a Portogruaro
Ingredienti
fiori di zucca
uova
farina bianca
vino bianco
olio per friggere
sale

Preparazione
Togliete il pistillo ai fiori di zucca, lavare bene e asciugate.
In una terrina battete un uovo ed incorporate tre cucchiaiate di farina e un pizzico di sale, poi allungate con un goccio di vino bianco, fino ad ottenere una pastella morbida.
Immergete i fiori di zucca nella pastella e poi friggeteli in abbondante olio fumante.
Sgocciolate le frittelle dorate da ambo i lati e servire.
A piacere, ricoprire con pochissimo zucchero.

Antico Ristorante Spessotto
Via Roma, 2
Portogruaro (VE)
Tel. +39.0421.71040
info@ristorantespessotto.it
www.ristorantespessotto.it

La lavanda in cucina – Angelamaria

Pochi fiori evocano l’estate come queste spighe blu intenso che chiedono sole, caldo e terra asciutta e in cambio regalano a giardini e balconi la freschezza della loro inconfondibile fragranza.

E’ impossibile non restare colpiti dalle immense distese blu che in estate si aprono ai nostri occhi in Alta Provenza e sul Col di Nava, nella Liguria montana. Sono le migliaia di piante di lavanda (Lavandula) che fiorendo tutte insieme, offrono uno spettacolo di straordinaria bellezza.

 Il suo nome, di origine latina, deriva dal verbo “lavare”.

Anticamente, infatti, il fiore veniva usato per profumare l’acqua del bucato,e da sempre, seccato all’ombra e impacchettato in fazzoletti di garzina, viene messo nell’armadio tra la biancheria, oppure tra i cappotti e i maglioni per combattere le tarme.

La lavanda, infatti, non solo è un arbusto ornamentale sempreverde, ma è utile per i molteplici impieghi in cosmesi, in erboristeria e nell’industria farmaceutica. I francesi la inseriscono nei dolci e nel mistodi erbette aromatiche provenzali per insaporire le grigliate.

 Il genere comprende circa venti specie, tutte native delle regioni mediterranee, dove cresce generosa lungo i pendii delle zone più brulle e aride.

 
 
 
 
 
 La “Lavanda officinalis”, detta anche “Lavanda spica”, è la specie più nota e diffusa. Vive dappertutto e, seppur raramente, alcune piante, oltre alla classica spighetta blu-viola, producono infiorescenze bianche (varietà alba,) o rosa (varieta rosa).

 Originali sono poi le varietà “Nana laba” e “Nana compacta” (dai fiori blu-chiaro), i cui cespugli mantengono dimensioni ridotte, e pertanto sono adatti per essere inseriti nelle roccaglie e nelle fioriere.

 Meritano, infine, di essere ricordati alcuni tipi di lavanda comunemente detti “lavandino”. Si tratta della “Lavanda dentata”, una specie delicata che cresce spontanea in Spagna e fiorisce in luglio e agosto, e la “Lavanda lanata”, anch’essa propria della Spagna, con il fusto e le foglie ricoperti di lanuggine bianca.

Pollice verde: La lavanda è rusticissima e la sua coltivazione non presenta problemi. La posizione deve essere in pieno sole e il terreno leggero, asciutto e ben drenato. Le annaffiature saranno regolari, ma modeste.

 E’ infatti una pianta che ama il secco, qualunque eccesso di umidità ne provoca l’appassimento. Per tale motivo può essere collocata nelle zone più  aride e soleggiate del giardino.

Coltivata a gruppi, isolata o come tappezzante, è spesso scelta per la formazione di bordure lungo muri o cancellate; in tal caso le piantine vanno poste a circa 30-35 centimetri l’una dall’altra in previsione del rapido sviluppo delle ramificazioni.

I fiori, una volta secchi, vanno tolti, tagliando gli steli alla base. Non necessita nè di potature, se non quelle di contenimento da fare dopo la fioritura, nè di protezioni invernali. E’ bene concimare due-tre volte all’anno. Si riproduce in primavera per divisione di cespo o per talea messa a radicare in agosto o in ottobre.

Se si intende ricavare l’essenza, è meglio raccogliere i fiori alla mattina presto o alla sera e farli poi essiccare in un locale ombreggiato e fresco.

La “Lavanda officinalis”, detta anche “Lavanda spica”, è la specie più nota e diffusa. Vive dappertutto e, seppur raramente, alcune piante, oltre alla classica spighetta blu-viola, producono infiorescenze bianche (varietà alba,) o rosa (varieta rosa).

 Originali sono poi le varietà “Nana laba” e “Nana compacta” (dai fiori blu-chiaro), i cui cespugli mantengono dimensioni ridotte, e pertanto sono adatti per essere inseriti nelle roccaglie e nelle fioriere.

 Meritano, infine, di essere ricordati alcuni tipi di lavanda comunemente detti “lavandino”. Si tratta della “Lavanda dentata”, una specie delicata che cresce spontanea in Spagna e fiorisce in luglio e agosto, e la “Lavanda lanata”, anch’essa propria della Spagna, con il fusto e le foglie ricoperti di lanuggine bianca.

Pollice verde: La lavanda è rusticissima e la sua coltivazione non presenta problemi. La posizione deve essere in pieno sole e il terreno leggero, asciutto e ben drenato. Le annaffiature saranno regolari, ma modeste.

 E’ infatti una pianta che ama il secco, qualunque eccesso di umidità ne provoca l’appassimento. Per tale motivo può essere collocata nelle zone più  aride e soleggiate del giardino.

Coltivata a gruppi, isolata o come tappezzante, è spesso scelta per la formazione di bordure lungo muri o cancellate; in tal caso le piantine vanno poste a circa 30-35 centimetri l’una dall’altra in previsione del rapido sviluppo delle ramificazioni.

I fiori, una volta secchi, vanno tolti, tagliando gli steli alla base. Non necessita nè di potature, se non quelle di contenimento da fare dopo la fioritura, nè di protezioni invernali. E’ bene concimare due-tre volte all’anno. Si riproduce in primavera per divisione di cespo o per talea messa a radicare in agosto o in ottobre.

Se si intende ricavare l’essenza, è meglio raccogliere i fiori alla mattina presto o alla sera e farli poi essiccare in un locale ombreggiato e fresco.

Insalata di polpo con patate lesse e fiori misti – Flowers2eat (Fiori commestibili bio)

Ingredienti per 2 persone:
1 kg e mezzo di polpo
1/2 kg di patate
fiori commestibili misti (Cornutine, Viola del Pensiero e Garofani cinesi)
1 limone
sale
pepe nero macinato

Preparazione
Fate bollire dell’acqua salata in una pentola e quindi aggiungere il polpo pulito e lavato.
Fate cuocere per 30/40 minuti e poi lasciate raffreddare il polpo nell’acqua dicottura.
Una volta freddo, spelate e levate le ventose e tagliate il polpo a pezzettini piccoli.
Condire con il succo di un limone,olio quanto basta e un pizzico di pepe.
Fate cuocere le patate con la buccia in acqua salata,saranno cotte quando con la forchetta si riesca ad arrivare alcuore della patata. Una volta cotte,levatele dall’acqua e lasciatele raffreddare dopodichè sbucciatele e tagliatele apezzettini,piú o meno della grandezza del polpo.
Unite le patate al polpo e alla fine i fiori. Se mescolate un po’ di petali e un po’ di fiori interi l’insalata sarà più aromatica e divertente.
Servire a temperatura ambiente

http://flowers2eat.blogspot.es​/

Antipasto giardino di mare- Chef Andrea Querzolo – Flowers2eat

Antipasto giardino di mare.jpgUn’altra ricetta dal nostro caro amico, lo Chef Andrea Querzolo del Nana Banana a Torre del Lago Puccini (LU).

Ingredienti

Tagete
Fuchsia
Rucola
Calamari
Noci
Condimento

Preparazione
Lavate accuratamente la rucola e disponetela in cerchio sul piatto. Arrostite i calamari e metteteli al centro della rucola, quindi sbriciolate le noci e metterle sopra. Su tutto il piatto condite con un emulsione di olio, limone e sale e guarnite con i fiori.

Vi ricordiamo di usare soltanto fiori commestibili biologici certificate.

Flowers2eat – Fiori Commestibili Biologici
http://flowers2eat.blogspot.es​/

Frullato di cocomero alla Magnolia – Flowers2eat

cocomer3.JPGIngredienti per 2 persone:
1 fiore di Magnolia
Fette di cocomero
2 cucchiai di zucchero
Cubetti di ghiaccio
Cioccolato nero grattugiato

frullato1.jpgPreparazione
Prendete il cocomero bello fresco dal frigo e tagliatelo le fette che desiderate utilizzare e poi le tagliate  a pezzi. Prendete il fiore di Magnolia che avrete lasciato raffreddare in frigorifero ore prima di usarlo. (Metterete il fiore di magnolia in frigorifero in modo da evitare chè questo venga disidratato dal calore di questi giorni).
Poi prendete i pezzi di cocomero che desiderate,  frullate insieme ai petali di un fiore di magnolia intero – che avrete accuratamente lavato sotto l’acqua – e due cucchiai di zucchero.
Una volta che avete frullato tutto, versete alcuni cubetti di ghiaccio nei bicchieri e aggiungete il frullato di cocomero e magnolia, e finalmente aggiungete un po’ di cioccolato grattugiato.

Pronti per servire questo buonissimo e rinfrescante sorbetto!

http://flowers2eat.blogspot.com.es/2012/07/frullato-di-cocomero-alla-magnolia.html

Fiori di zucchine ripieni Maria de Candia

Ingredienti
20 fiori di zucchine medio/grandi
500 gr di ricotta freschissima
200 gr di Grana o Parmigiano grattugiato
3 uova
200 gr di prosciutto cotto a fettine
un vasetto di besciamella
1 lt di passato di pomodoro

Preparazione
Lavate e asciugate accuratamente i fiori di zucchine.
In una ciotola, ponete la ricotta, sbattetevi le uova, aggiungete 150 gr del formaggio grattugiato e il prosciutto tagliato a pezzetti.
Riempite i fiori, e riponeteli in un teglia da forno cosparsa con passato di pomodoro (precedentemente condito con un filo di olio e sale).
Ricoprite il tutto con il restante passato di pomodoro, la besciamella e spolverate il restante formaggio grattugiato.
Infornate a 200° per 40 min.

Fiori di zucchine ripieni Emanuela

Ingredienti
fiori di zucchine
Per la pastella
uova
farina bianca(per la pastella)
Per il ripeno
prosciutto
sottilette

Preparazione
Farcite i fiori con prosciutto e sottiletta
Chiudete e passate nell’uovo e nella farina poi friggete

Cocktail Andrea- Andrea Querzolo del Ristorante Nana Banana – Flowers2eat

Cocktail Andrea.jpgVi presentiamo una “ricetta” molto estiva e molto semplice da preparare di Andrea Querzolo del Ristorante Nana Banana (Torre del Lago Puccini) – Lucca 

Ingredienti
Ghiaccio
Fiori di Begonia
Succo d’arancia
Melone e ananas frullati
Zucchero di canna

Preparazione
Prendete un bicchiere alto mettetevi lo zucchero e il ghiaccio. Aggiungete una terza parte di succo d’arancia. Frullate il melone e l’ananas e aggiungete a strati. Decorate con le begonie fresche.  

Vi ricordiamo di usare soltanto fiori commestibili biologici certificate. 

Ristorante Nana Banana (Torre del Lago Puccini) – Lucca.

http://www.nanabanana.it/

Flowers2eat  – Fiori Commestibili Biologici
http://flowers2eat.blogspot.es​/

Biscotti di fiori e yogurt – Florewers

biscotti.jpgIngredienti
Viole cornutine
Geranio
2 vasetti di yogurt (a scelta)
3 vasetti di farina
2 vasetti di zucchero
1/3 vasetto di olio di oliva
1/2 bustina di lievito

Preparazione
Mescolate lo yogurt con l’olio e lo zucchero, quindi unite farina e lievito. Amalgamate fino a che il composto risulterà liscio e cremoso. Dividete l’impasto in due e aggiungete i petali di geranio in una parte e le viole nell’altra. Disponete su una teglia con carta da forno e dare ai biscotti la forma desiderata con l’aiuto di un cucchiaio o della tasca da pasticcere. Infornate a 160° per 15/20 minuti

Schede fiori: www.flowers2eat.it

Tagliatelle giardino di Garofani – Flowers2eat

170820091040tagliat_garof_pancetta.jpgIngredienti
Garofani
Tagliatelle paglia e fieno
Pancetta affumicata
Pesto alla genovese
Parmigiano
Olio extravergine
Sale

Preparazione
Lessate la pasta, nel frattempo fate rosolare la pancetta con un pizzico di sale. A discrezione è possibile aggiungere anche cipolla o dado. Saltate in padella la pancetta con la pasta e aggiungete il pesto e i garofani a crudo. Amalgamate e servite con sopra il parmigiano e i garofani.

Scheda garofano: http://flowers2eat.it/fiori/583/garofano-cinese/garofano-cinese-%28dianthus-sinensis%29.php

Vi ricordiamo di usare soltanto fiori commestibili biologici certificate

Flowers2eat – Fiori Commestibili Biologici
http://flowers2eat.blogspot.es​/

Insalata mista con garofani cinesi – Flowers2eat

Insalata-rucola-e-garofani.jpgIngredienti
Rucola
140 gr di mais dolce
50 gr di tonno sott’olio
1 vaschetta di Garofani cinesi (50 fiori)
Olio di oliva
Sale

Preparazione
Lavate bene la rucola e asciugatela. Sciaquate i garofani con cura e metteteli ad asciugare sopra carta assorbente o un panno. Sgociolate il mais ed il tonno, metteteli in una zuppiera, unite la rucola e condite. Aggiungete i petali (*) e rimescolate il tutto. Chi preferisce po’ aggiungere dell’aceto.
(*) Nel caso dei garofani consigliamo di levare il calice ed utilizzare quindi solo i petali.
 
Vi ricordiamo di usare soltanto fiori commestibili biologici certificati

Schede fiori: www.flowers2eat.it

Conchiglie ai fiori di zucchine – Moda Style

Ingredienti
350 gr di di conchiglie
16 fiori di zucchine
10 o 12 foglie di menta
70 gr di burro
olio d’oliva
sale
pepe
parmigiano grattugiato

Preparazione
Lavate i fiori di zucchina, asciugateli e tagliateli a listarelle. Fateli dorare in una larga padella con 30 grammi di burro e due o tre cucchiai di olio, poi, unite le foglioline di menta e salate.
Intanto, cuocete in abbondante acqua salata la pasta, mescolatela ogni tanto e scolatela al dente. Versatela in una zuppiera, preferibilmente calda e conditela con 40 grammi di burro, alcuni cucchiai di olio, abbondante parmigiano e amalgamate con cura.
Versate i fiori di zucchine caldi sulla pasta, rimestate velocemente e spolverizzate con pepe appena macinato prima di servire.

Minestra di zucchine e fiorilli – Cucuzzielle e sciurilli – Angelamaria

Ingredienti
1  kg di zucchine
750 gr di fiori di zucca
2 cipolle 
100 gr di pancetta 
50 gr di olio 
basilico 
2 ciuffi di prezzemolo 
sale 
pepe 

Preparazione
Mettete in un tegame le zucchine tagliate a dadini, i fiorilli puliti e privati dei filamenti, l’olio, il sale, il pepe e gli odori. Fate
insaporire a fuoco brillante, quindi aggiungete qualche mestolo d’acqua bollente e fate cuocere a fuoco medio e a pentola coperta.
A parte preparate un battuto di pancetta e di cipolla, fatelo soffriggere insieme ad un cucchiaio di olio e non appena la cipolla sarà
bionda, versate il tutto nel tegame con le zucchine e fatele insaporire.
La minestra non deve risultare eccessivamente brodosa.

Ricette di casa

Zucchine in fiore con farcia – Angelamaria

Ingredienti
12 piccole zucchine in fiore
2 patate medie
1 mazzetto di erba cipollina
2 decilitri e mezzo di panna fresca
sale
pepe

Preparazione
Lessate le patate, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate. Mescolate la purea, salate, pepate e insaporite con un po’ di erba cipollina tritata finemente.
Pulite le zucchine senza staccarne il fiore e lavatele rapidamente.
Aprite i fiori senza romperli, farciteli con il composto di patate e richiudeteli. Cuocete le zucchine al vapore per dieci minuti (più a lungo se sono grosse).
Scaldate la panna in una casseruola con sale, pepe e il resto dell’erba cipollina. Servite le zucchine in fiore ben calde con la salsina di
panna, guarnendo con qualche stelo di erba cipollina.

Ricette di casa

Paciugo di zucchine – Angi

Ingredienti per 6 o 8 persone
500 gr di piccole zucchine
200 gr di fiori di zucchina
4 cucchiai di farina bianca
100 gr di formaggio grana grattugiato
un bicchiere di latte intero
olio
sale
basilico.

Preparazione
Tagliate le zucchine a bastoncini e i fiori a listarelle. Mescolate, a zucchine e fiori, tutti gli altri ingredienti: si dovrà ottenere un composto piuttosto morbido (se troppo consistente, aggiungetevi poca acqua).
Ungete l’interno di una teglia da forno e versatevi il composto, in uno strato alto circa 2 centimetri.
Passate la teglia in forno, già caldo, a temperatura di circa 200 gradi e lasciate cuocere per 20 minuti. – Cospargete con il basilico tritato.

Ricette di casa