Pere al vino rosso

Solarelli_pere_vino_rossopiccolaPere al vino rosso

Ingredienti
4 Pere Abate
1 litro di vino rosso
Alloro
300 gr di zucchero
Pinoli, buccia d’arancia, mandorle e noci (a piacere)

Preparazione
Sciogliete lo zucchero nel vino su fiamma moderata. Aggiungete le pere tagliate a metà e privatele del torsolo. Lasciate cuocere per circa 15 minuti. A questo punto togliete le pere dal fuoco e lasciate il vino fino ad ottenere uno sciroppo. Servite le pere fredde con lo sciroppo e spolverate con un trito di pinoli, buccia d’arancia, mandorle e noci.

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Susine in pancetta e salvia

Solarelli_susine_salvia_pancettapiccolaSusine in pancetta e salvia

Ingredienti
Susine nere (4-5 a porzione)
Pancetta dolce (una fetta per ogni susina)
Salvia fresca
Zucchero di canna
Olio extra vergine di oliva

Preparazione
Denocciolate le susine e tagliatele a metà. Cospargetele con lo zucchero di canna e all’interno di ogni incavo mettete una foglia di salvia. Avvolgete ogni susina nelle fette sottili di pancetta dolce e passatele in padella con un filo d’Olio   fino a che la pancetta non diventi croccante. Servitele calde, magari in abbinamento a un arrosto di maiale!

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Fichi d’India

Fichi d’India. Frutto simbolo dell’eccellenza siciliana, i fichi d’India possono essere gustati a crudo o utilizzati per produrre marmellate, bevande e sciroppi. Quelli a marchio Solarelli si distinguono per una minore presenza di semi rispetto ai frutti selvatici.

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Pere

Apofruit 2008 038

Apofruit 2008 038

Pere. Tipica dell’Emilia, la pera Abate Fetel è caratterizzata da una buccia liscia e sottile di colore giallo rugginoso e da una polpa bianca molto succosa e aromatica. Oltre al Pere William Solarellisuo gusto delizioso la pera Abate Fetel vanta anche un alto contenuto di fibre per favorire la digestione, e una buona dose di vitamina C, utile a rafforzare le difese immunitarie per far fronte ai mesi più freddi. Altra varietà molto apprezzata disponibile a partire dai mesi autunnali è la pera Decana, dalla forma più tondeggiante e da una caratteristica sfumatura rossastra, ideale sia per il consumo fresco che nelle preparazioni dolciarie. Per gli appassionati di marmellate, succhi e grappe, invece, ricordiamo il sapore dolce-acidulo delle William, nelle varietà verdi e rosse.

Melagrana

Melagrana. Ottobre e novembre sono i mesi della melagrana, un frutto dalle incredibili virtù. Ricca di vitamine A, C e del gruppo B, ci aiuta a prevenire i malanni di stagione; l’elevato contenuto di flavonoidi contrasta i radicali liberi e ritarda l’invecchiamento. Può essere consumata in succo o in grani, in aggiunta a yogurt, macedonie di frutta o insalate.

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Frutta e verdura, ecco i dieci prodotti perfetti per l’autunno

Radicchio SemilungoFrutta e verdura, ecco i dieci prodotti perfetti per l’autunno
I Solarelli portano in tavola le eccellenze dell’ortofrutta italiana

Mangiare frutta e verdura è importante, e il loro contenuto di vitamine e sali minerali può aiutarci a fare fronte all’arrivo della stagione fredda. E per avere in tavola prodotti sempre freschi di stagione, ecco dieci idee da Solarelli, il marchio di alta gamma del Gruppo Apofruit, che porta nei supermercati e nei negozi di ortofrutta le eccellenze della produzione italiana.

Pomodori. Veri capisaldi della cucina mediterranea, i pomodori danno un po’ di colore Pomodoro Datterinopicccolaall’autunno. Direttamente dalla Sicilia, è in arrivo il datterino, che sarà poi disponibile per tutto l’inverno. Piccolo, allungato, consistente e molto dolce, è ideale da utilizzare crudo per insalate e guarnizioni; ma può anche essere un ottimo snack da servire in abbinamento ai cocktail. Per gli amanti di insalate e salse, ottobre porterà anche il pomodoro Piccadilly mentre il pomodoro grappolo, tondo e dal colore rosso brillante, è ideale da cucinare ripieno.
Pere. Tipica dell’Emilia, la pera Abate Fetel è caratterizzata da una buccia liscia e sottile di colore giallo rugginoso e da una polpa bianca molto succosa e aromatica. Oltre al Pere William Solarellisuo gusto delizioso la pera Abate Fetel vanta anche un alto contenuto di fibre per favorire la digestione, e una buona dose di vitamina C, utile a rafforzare le difese immunitarie per far fronte ai mesi più freddi. Altra varietà molto apprezzata disponibile a partire dai mesi autunnali è la pera Decana, dalla forma più tondeggiante e da una caratteristica sfumatura rossastra, ideale sia per il consumo fresco che nelle preparazioni dolciarie. Per gli appassionati di marmellate, succhi e grappe, invece, ricordiamo il sapore dolce-acidulo delle William, nelle varietà verdi e rosse.
Radicchio. Da quello di Verona, spesso usato nei risotti, a quello di Treviso, ottimo alla griglia, il radicchio è immancabile nelle diete autunnali. È ricco di minerali e antiossidanti ed è noto per le sue proprietà depurative. Tipico dell’autunno è anche il radicchio Rosso “Spadone”, dalla forma allungata e dal gusto moderatamente amaro, caratteristica che lo rende adatto a molteplici usi in cucina.
Susina nera. Continua fino a fine dicembre la stagione della susina nera, coltivata in Lazio e in Emilia. Le susine sono ricche di vitamina A, prezioso nutriente che si occupa della protezione della pelle, e di fibre, utili a regolare le attività intestinali. Ottime al naturale, ma anche cotte e servite in abbinamento agli arrosti.
Carota. Disponibile tutto l’anno, in autunno la carota diventa il componente ideale per la preparazione di vellutate e zuppe. Il gusto dolce di questo ortaggio lo rende adatto anche come ingrediente di ottimi dessert. Le carote Solarelli sono piccole e tenere, grazie a un’innovativa tecnica colturale e alle aree produttive particolarmente vocate in cui vengono coltivate.
Fichi d'India SolarelliMelagrana. Ottobre e novembre sono i mesi della melagrana, un frutto dalle incredibili virtù. Ricca di vitamine A, C e del gruppo B, ci aiuta a prevenire i malanni di stagione; l’elevato contenuto di flavonoidi contrasta i radicali liberi e ritarda l’invecchiamento. Può essere consumata in succo o in grani, in aggiunta a yogurt, macedonie di frutta o insalate.
Clementini. Dolci, facili da sbucciare e privi di semi, questi agrumi sono particolarmente graditi dai consumatori. Disponibili da novembre a gennaio, i clementini Solarelli sono perfetti per chi sta attento alla linea, grazie al loro basso apporto calorico, solo 37 calorie in 100 grammi.
Fichi d’India. Frutto simbolo dell’eccellenza siciliana, i fichi d’India possono essere gustati a crudo o utilizzati per produrre marmellate, bevande e sciroppi. Quelli a marchio Solarelli si distinguono per una minore presenza di semi rispetto ai frutti selvatici.

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Susina nera

 

Solarelli SUSINE 026

Susina nera. Continua fino a fine dicembre la stagione della susina nera, coltivata in Lazio e in Emilia. Le susine sono ricche di vitamina A, prezioso nutriente che si occupa della protezione della pelle, e di fibre, utili a regolare le attività intestinali. Ottime al naturale, ma anche cotte e servite in abbinamento agli arrosti.

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Clementini

Clementini solarelli girsac 2piccoliClementini. Dolci, facili da sbucciare e privi di semi, questi agrumi sono particolarmente graditi dai consumatori. Disponibili da novembre a gennaio, i clementini Solarelli sono perfetti per chi sta attento alla linea, grazie al loro basso apporto calorico, solo 37 calorie in 100 grammi.

Ufficio stampa Solarelli
c/o fruitecom srl
T: +39 059 7863882
E: stefania@fruitecom.com

Prugne – Sandra

Prugne – Sandra

Ingredienti
500 gr di prugne
zucchero

Preparazione
Lavare le prugne, asciugarle.
Mettete le prugne in vasetti di vetro (asciutti e sterilizzati) senza schiacciarle.
Metteteci sopra un cucchiaio di zucchero (già con 2 cucchiai verranno più dolci).
Chiudete sottovuoto a bagnomaria.
Mettete in vasetti in un tegame fate bollire.
Da quando inizia a bollire fate bollire altri 10 minuti.
Lasciate raffreddare i vasetti nella pentola.

“E’ il metodo di una volta si usava in campagna per conservare la frutta, quando non c’era il frigorifero”5

Sugo di uva – Dolce al succo di uva – Alberto

Sugo di uva – Dolce al succo di uva – Alberto

La mia ricetta collaudatissima

Ingredienti
mosto
zucchero
100 di farina

Preparazione
Fate bollire il mosto, lo schiumate, e continuate la bollitura fintanto che non si sarà ridotto a 1/3; lo lasciate raffreddare poi in una ciotola mescolate per ogni litro di mosto rimasto 40 grammi di zucchero e 100 di farina; dopo mescolato ben bene aggiugete nella ciotola un po’ alla volta del mosto e mescolate bene (se rimangono dei grumi usate un frullatore) poi unite al resto del mosto e accendete il fuoco. Mescolate fintanto che non avrà preso il bollore poi la lasciate bollire per circa mezz’ora ed è fatto! A caldo lo versate nelle ciotole.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Fragole proprietà e benefici

IMG_0048Fragole proprietà e benefici

Forniscono 45 calorie ogni 100 gr.

Ha notevoli proprietà nutritive contiene:

Vitamina B2
Vitamina C
Vitamina B1
Vitamina PP
Potassio
Fosforo
Sodio
Ferro
Calcio
Ha proprietà:

toniche
diuretiche
lassative (utilizzando anche il frutto)
Ottime per chi soffre di gotta e dolori reumatici

Le fragole oltre al loro uso comune nei dolci, nelle macedonie e negli antipasti a base di frutta vengono utilizzate anche in primi e secondi piatti.

Cubo di provola dolce croccante “panata, dorata e infornata

Cubo di provola dolce croccante "panata, dorata e infornata

Cubo di provola dolce croccante “panata, dorata e infornata

Cubo di provola dolce croccante “panata, dorata e infornata
ricetta di Simone Rugiati

Ingredienti (20 crocchette)
3 mele Kanzi®
5 fette spesse 1 cm di provola dolce
4 uova
100 gr circa di farina
200 gr di panko
1/2 l di Lambrusco
1 cucchiaio raso di zucchero
Pepe jamaica
Sale
Olio evo

Per la salsa:
40 gr di zucchero bianco
1 cucchiaio raso di cannella
250 ml di acqua

Preparazione

Tagliare la provola a fette e poi a quadrati; passarli nella farina, uova sbattute,farina,uova e panko. Mettere a bollire 500 ml di Lambrusco con un cucchiaio raso di zucchero e una bacca di pepe jamaica, far ridurre a fuoco basso fino a 1/5. Ricavare delle perle di mela Kanzi® con uno scavino e passarle nella riduzione di Lambrusco, formare gli spiedini alternando le perle con i cubi fritti e se necessario finiti al forno.
A piacere completare con una salsa ottenuta riducendo gli scarti delle mele compresi di bucce con odori a piacere, frullata e passata (a freddo si addenserà grazie alla pectina contenuta naturalmente).

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom

Scrigno di mele ai sapori di montagna

Scrigno di mele ai sapori di montagna

Scrigno di mele ai sapori di montagna

Scrigno di mele ai sapori di montagna
Ricetta di Claudia Turrini, rielaborazione di Andreas Acherer

Tempo di preparazione: 60 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti

Ingredienti:
500 gr di pasta frolla aromatizzata alla cannella
500 gr di mele Kanzi®
500 gr crema pasticcera
confettura di rosa canina

Preparazione.
Preparate la pasta frolla alla cannella impastando prima la farina ed il burro, poi aggiungete le uova zucchero a velo e cannella. Lasciate riposare in frigorifero. Preparate la crema pasticcera aromatizzata al limone e poi lasciatela raffreddare. Sbucciate le mele e tagliatele a fette: versatele in una terrina con qualche goccia di limone e zucchero di canna. Stendete i due terzi della frolla con il mattarello e adagiatela in una tortiera precedentemente imburrata. Ricoprite la frolla con un velo di confettura di rosa canina e adagiatevi sopra le fette di mele. Ricoprite le mele con la crema pasticcera. In ultimo stendete l’impasto di frolla rimasto e adagiatelo sopra la torta per ricoprirla interamente. Infornate in forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti. Servitela fredda spolverizzata con zucchero a velo.

La versione di Andreas Acherer. Le mele Kanzi® sono saltate in padella con un velo di zucchero. Al posto della crema pasticcera, è stata creata una crema Chantilly all’italiana, unendo 100 g di crema pasticcera a 200 g di panna montata e 5 g di gelatina in fogli o in polvere.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom

Carpaccio di Kanzi® alle capesante

Carpaccio di Kanzi® alle capesante

Carpaccio di Kanzi® alle capesante

Carpaccio di Kanzi® alle capesante

Ingredienti per 2 persone:
1 mela Kanzi®
6 capesante fresche
1 cucchiaio di aceto balsamico
3 cucchiai di olio di oliva
2 cucchiai di succo di limone
1 puntina di sale e pepe
1 mazzetto di erba cipollina o di prezzemolo

Preparazione:
Rimuovete i torsoli delle mele Kanzi® ed eventualmente sbucciatele. Tagliatele in diagonale a rondelle intere, il più sottili possibile. Marinate le fettine così ottenute nel succo di limone, sale e pepe aggiungendo infine due cucchiai di olio d’oliva.
Nel frattempo tagliate le capesante a croce, cospargetele con un pizzico di pepe e fatele friggere su entrambi i lati in una padella calda con un cucchiaio di olio d’oliva. Insaporite infine le capesante con un pizzico di sale. Disponete le fettine di Kanzi® a cerchio su due piatti, mettendo le capesante al centro. Cospargete il tutto con dell’aceto balsamico e guarnite con erba cipollina o prezzemolo tritato.

Crepes di gorgonzola e pere con salsa al Vin Brulè – Fruitecom

(1)Crepes+di+gorgonzola+e+pere+con+salsa+al+vin+brulè.jpg

Crepes di gorgonzola e pere con salsa al Vin Brulè – Fruitecom

Ingredienti
Per le crepes
250 gr di latte
250 gr 100 gr di farina
10 gr
2 uova
15 gr di burro fuso
15 gr  2 gr di sale
250 gr di gorgonzola D.O.P.
Per la salsa
250 gr di polpa di pera Abate dell’Emilia-Romagna Igp
1,5 l di vino rosso aromatico
2 chiodi di garofano
2 bacche di ginepro
un pezzetto di cannella
10 gr di pepe
5 gr di sale
5 gr di zucchero
una foglia di alloro
10 gr di maizena
scorza di arancia

Preparazione
Fate ridurre a fuoco lento il vino con le spezie, l’alloro e la scorza d’arancia in un tegamino di rame o acciaio. Quando si sarà ridotto della metà aggiungete i 5 gr di sale e i 5 gr di zucchero. Poi preparate la maizena con un goccio d’acqua e versatela nella riduzione di vino. Lasciate sobbollire per qualche minuto e togliete dal fuoco. Preparate la farcitura lavorando una besciamella con 15 gr di burro, fatto sciogliere in un tegamino insieme alla polpa di pere tagliata a cubetti. Lasciate rosolare per 2 minuti, poi unite 10gr di farina e stemperate. Aggiungete 250 gr di latte caldo e lasciate addensare tenendo mescolato.
Ottenuta la besciamella, togliete dal fuoco, unite il gorgonzola e correggete sale e pepe. Impastate nel robot da cucina la farina rimanente con le uova e il sale rimasto. Aggiungete, mentre frullate, il latte avanzato, un po’ di menta tritata e il burro fuso. Versate un mestolino dell’impasto in una padella antiaderente, facendola roteare per formare la crepes. Lasciate rosolare la crepes su entrambi i lati. Formate 8 crepes, farcitele col composto al gogonzola e pere, e chiudetele a fagottino. Ponete due fagottini in ogni “cocotte” (tegamino in terracotta) e lasciate gratinare in forno per due minuti. Servite versando sopra 2 cucchiai di salsa. Guarnite con julienne di crepes fritte e panna fresca.

Per maggiori informazioni:
Francesco Reggiani c/o Fruitecom
Tel: +39-059-7863883
Alessandra Ravaiolic/o CSO
Tel: +39-0532-904511

 

Marmellata di limoni – Michel

Marmellata di limoni – Michel

Ingredienti
1 kg di limoni non trattati
1 kg di zucchero cristallizzato

Preparazione
Lavate i limoni, puliteli e metteteli in un recipiente dopo averli leggermente punti. Copriteli d’ acqua fredda e lasciateli a bagno durante 48 ore cambiando l’acqua ogni 12 ore. Scolate i limoni e tagliateli in dischi recuperando il succo. Chiudete i semi in un piccolo sacchetto di mussola. Nel recipiente per marmellate, mettete i dischi di limone con 1 l d’acqua ed il sacchetto che contiene i semi quindi ad ebollizione lasciate cuocere 45 minuti a fuoco moderato. Mettete da parte i dischi di limone scolati ed il sacchetto. Nel recipiente per marmellate vuoto, mettete lo zucchero a fondere con 1 grande bichiere d’acqua, portate lentamente ad ebollizione e lasciate cuocere alcuni minuti (110 °C al termometro) versate nello sciroppo i dischi di limone, il sacchetto con i semi ed il succo di limone, mescolate bene con un cucchiaio in legno. Fate ripartire l’ebollizione e lasciate cuocere circa 15 minuti, affinché i limoni siano traslucidi. Ritirate il sacchetto di mussola e mettete in vasi. Coprite.

Confettura d’arance – Michel

Confettura d’arance – Michel

Ingredienti
1,8 kg d’ arance (12 arance)
Zucchero cristallizzato da pesare (circa 1,5 kg)
2 litri d’ acqua

Preparazione
Lavate le arance, tagliate ogni estremità.
Tagliate i frutti in sezioni molto fini.
Recuperate i semi, chiudetli in un nouet.
Mettete i dischi d’ arance in un grande recipiente.
Aggiungete 2 litri d’ acqua ed il nouet di semi, coprite e mettete nel frigorifero per 24 ore. Versate la preparazione nel recipiente per marmellate, nouet compresi.
Portate ad ebollizione e mantenete la cottura durante 50 minuti (1 ora massima).
Scolate i frutti in un filtro conservando l’ acqua di cottura.
Pesate i frutti e lo stesso peso d’acqua di cottura.
Lasciate raffreddare
Aggiungete il nouet, coprite e mettete nuovamente in frigorifero per 24 ore.
Pesate questo miscuglio arancione/acqua e aggiungete lo stesso peso di zucchero.
Versare la totalità nel recipiente per marmellate con il nouet.
Portate ad ebollizione e lasciare cuocere 15 minuti a piccolo bollore (105° al termometro), girando spesso.
Ritirate il nouet di semi.
Mettete in vasi e coprire secondo il metodo scelto”

Delizia alla ananas Antonella

Delizia alla ananas Antonella

Questa è molto semplice,nel caso in cui una ricevesse delle improvvisate da parte di amici

Ingredienti
3 fette di ananas
una pallina di gelato alla crema
panna spray
cannella in polvere

Preparazione
In un piattino mettete tre fette di ananas, al centro di ogni fetta mettete una pallina di gelato alla crema,fate il contorno delle fette spruzzandoci della panna spray,poi spolverate il tutto con della cannella in polvere

Biancaneve Dott.ssa Antonia Griffo

Biancaneve Dott.ssa Antonia Griffo

Le mele e le pere, come tutti gli alimenti del gruppo bianco, sono una vera miniera di fibra, di minerali come il potassio e di vitamina C, oltre che di isotiocianati, particolari phytochemicals molto efficaci nella prevenzione dell’invecchiamento cellulare e di varie forme di tumore.

Ingredienti
6 pere
2 mele
2 arance
1 bastoncino di cannella
10 minuti scarsa

Preparazione
Dopo averle lavate e sbucciate, mixate le pere,le mele e le arance. È un succo che va servito fresco,con l’aggiunta di un pizzico di cannella che
arricchisce il sapore di tonalità più forti.
Le mele e le pere, come tutti gli alimenti del gruppo bianco, sono una vera miniera di fibra, di mineralic ome il potassio e di vitamina C, oltre che di isotiocianati, particolari phytochemicals molto efficaci nella prevenzione dell’invecchiamento cellulare e di varie forme di tumore.

Dott.ssa Antonia Griffo
Biologa Nutrizionista
per contatti: antoniagri@hotmail.it

 

Crostini di formaggio di capra con salsa di prugne

51251240_1377891Crostini di formaggio di capra con salsa di prugne

Ingredienti
1 cipolla
100 gr di prugne secche della California
6 cucchiai di olio d’oliva
200 ml di succo d’uva
Sale
Pizzico di cannella
1 spicchio d’aglio
12 fette di baguette
1 mazzetto di rucola
150 gr di formaggio fresco caprino
1 cucchiaino d’harissa (pasta speziata araba)

Preparazione
Spellate le cipolle e tritatele finemente. Tagliate le prugne a dadini. Riscaldate 2 cucchiai di olio in una pentola. Aggiungete le cipolle e le prugne secche e fatele appassire. Aggiungete il succo d’uva e cuocete a fuoco vivo per 5-8 minuti. Miscelate finemente con un frullatore ad immersione. Condite con sale e pepe.
Riscaldate il resto dell’olio in una padella con lo spicchio d’aglio. Fate dorare le fette di baguette da un solo lato. Tritate finemente la rucola e mescolatela con il formaggio caprino e l’harissa, quindi insaporite con il pepe. Spalmate il formaggio caprino sulle fette di baguette. Aggiungete alcune gocce di composto di prugne e cipolle e guarnite con la rucola.

Ufficio stampa Sunsweet Inc c/o Fruitecom srl
T +39 059 7863 892