Insalata di kanzi® e funghi finferli freschi

Bild 305

Bild 305

 Insalata di kanzi® e funghi finferli freschi
Un’insalata ricca di salute, ma anche un piatto speciale e raffinato, proprio come Kanzi®: in questa ricetta la mela si unisce ai finferli freschi per un vivace piatto unico autunnale o un contorno da grandi occasioni.

Ingredienti per 2 persone:

Per l’insalata:
1 mela Kanzi®
1 arancia
100 gr di lattughella lavata
100 gr di scarola o cicoria
100 gr di funghi finferli
olio di oliva
1 rametto di rosmarino fresco

Per il condimento:
1 cucchiaio di miele
1 cucchiaino di senape
1 cucchiaio di aceto di mele
1 cucchiaio di olio d’oliva
1 pizzico di sale e pepe

Preparazione
Tagliate la mela a pezzettini o a fette sottili. Sbucciate l’arancia e, dopo aver tolto la parte bianca della scorza, tagliatela a fettine. In un’insalatiera unite i pezzettini di mela e le fette di arancia alla lattughella e alla scarola lavate. Pulite i finferli. In una padella antiaderente, scaldate l’olio e fate saltare i funghi, facendoli dorare su tutti i lati. Aggiungete il rosmarino fresco e insaporite il tutto con un pizzico di sale e pepe.

Per la salsa mettete tutti gli ingredienti in un’insalatiera e mescolateli bene. Versate la salsa sull’insalata di mele e arance e fate marinare per qualche minuto. Concludete in bellezza aggiungendo all’insalata i finferli dorati.

Consiglio:
Servite l’insalata con del buon pane integrale o come contorno di un piatto di pesce.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom srl

Zuppa pavese

Zuppa pavese

Per questo tipo di ricetta, è meglio utilizzare la baguette o il pane  pugliese.

Ingredienti
pane 
parmigiano reggiano
burro
pepe
sale
brodo
uovo

Preparazione

Preparate il brodo.
Tagliate il pane  a fette.
Imburrate le fette di pane da entrambi i lati.
Rosolate le fette di pane  in forno o sulla piastra.
Sistemate le fette di pane  nei piatti.
Rompete sopra ad ogni fetta di pane un uovo, facendo attenzione a non rompere il tuorlo.
Grattuggiate il parmigiano.
Spolverizzate abbondante parmigiano sulle fette di pane 
Ricoprite il tutto con il brodo bollente.
Spolverizzate il tutto con un po’di pepe.

Alici marinate – Alberto Bonito

alici marinate.jpg

Alici marinate – Alberto Bonito

Si può mettere anche del peperoncino però falsa il sapore delicato delle alici.

Ingredienti
alici
sale
olio  
aceto
origano
peperoncino
aglio

Preparazione
Pulire e deliscate le  alici lasciando la coda e la pinna dorsale ( altrimenti i filetti si dividono ). Sistemate in un contenitore alternando i filetti, e contemporaneamente mettete del sale fino e aceto fino a completa copertura degli stessi. Lasciate in aceto per 1 ora, scolate bene e risistemate in un contenitore alternando i filetti conditi con: origano, peperoncino, aglio sminuzzato e olio Extra fino a completa copertura degli stessi. Lasciate insaporire per 24 ore.
 

 

 

 

Fusilli al sugo di orate

IMG_2783Fusilli al sugo di orate

Potete bollire la vostra orata io preferisco cuocerla in padella con aglio e cipollette a piacere anche qualche cipollette sarà più saporita

Ingredienti
80 gr di fusilli a persona o altro tipo di pasta a piacere
1 orata bella grande
1 spicchio di aglio
olio extra vergine
sale
1 passata di pomodoro
cipollette
vino per sfumare
capperi a piacere
prezzemolo per decorare

Preparazione
Cuocete l’orata a parte, una volta cotta la sfiletterete.
In olio extra vergine rosolate l’aglio, eliminate aglio, aggiungete la cipolla tritata finemente , aggiungete l’orata e sfumate con il vino terminate la cottura.
Sfilettate l’orata eliminate tutte le lische
In olio extra vergine rosolate l’ aglio, eliminate aglio, aggiungete la cipolla tritata finemente,   una volta dorata, aggiungete la passata di pomodoro e cuocete per 10 minuti, aggiungete l’orata  a piacere i capperi e  cuocete il tutto per altri 5 minuti
Cuocete la pasta  in abbondante acqua salata
Condite la pasta e servite a piacere decorate  il piatto con foglie di prezzemolo.

Salsina yogurt Alexia

Salsina yogurt Alexia

Ottima per pesce e  insalate, niente grassi!

Ingredienti
un vasetto da 500gr di yogurt magro greco
aglio
olio extra vergine
sale
pepe
erba cipollina

Preparazione
Mettete in una terrina lo yogurt, pulite uno spicchio di aglio e tritatelo finemente, stesso con erba cipollina, in questo modo entrambi gli odori si compensano e zero alito pesante! Unite il tutto allo yogurt e mescolare bene, fate riposare ben coperta per 12 ore

Crostini azzurri – Alberto Bonito

crostini azzurri2.jpgCrostini azzurri – Alberto Bonito

Ingredienti
alici
crakers ( vanno bene anche bruschette, pancarrè o similari )
maionese
olive
pomodori

Preparazione
Marinate le alici
Sistemare i filetti di alici sui crakers ( vanno bene anche bruschette, pancarre’ o similari )e decorate con maionese, olive, pomodori

crostinia zzurri 1.jpg

Vellutata di Cavolfiore bianco con dadolata di pane cafone fritto – Alberto Bonito

VELLUTATA DI CAVOLFIORE BIANCO CON DADOLATA DI PANE CAFONE FRITTO.jpg

Vellutata di cavolfiore bianco con dadolata di  pane  cafone fritto – Alberto Bonito

A Napoli per  pane  cafone si intende quello che fanno i contadini in campagna cotto nel forno a legna

Ingredienti

cavolfiore bianco
pomodori pelati
aglio
maggiorana
olio extra vergine di oliva
sale
dadini di pane cafone fritti

Preparazione
Soffriggete poco l’aglio, aggiungete i pelati spezzettati, il sale, l’olio extra vergine di oliva e la maggiorana. Portate a cottura quindi aggiungete i pezzi di cavolfioreportandoli a cottura, alla fine con un mixer ad immersione frullate il tutto e servite caldo con dadolata di pane cafone fritto.

 

Insalata greca di Marialaura

Insalata greca di Marialaura

L’insalata greca è facilissima.
Se si gradisce si condisce con la salsa tsatziky

Ingredienti
2 cetrioli
1 manciata di pomodori
1 pugno di olive  nere
1 peperone verde crudo
1 confezione di feta
olio extra vergine di oliva
origano
aceto di mele

Preparazione
Lavate e tagliate le verdure
Tagliate la feta a pezzettoni
In una capiente insalata unite tutto e condite con olio extra vergine di oliva ,origano ed aceto di mele

Cous cous alla provenzale Marialaura

Cous cous alla provenzale Marialaura

Piatto facilissimo ma ottimo, se non ami la ricotta marzotica puoi aggiungere del parmigiano grattugiato o scamorza fresca a dadini

Ingredienti
300 gr di cous cous
olio extra vergine di oliva
1 manciata pomodorini 
tanto basilico fresco
500 gr pezzi di ricotta marzotica

Preparazione
Lessate il cous cous poi aggiungete olio extra vergine di oliva, pomodorini  e tanto basilico fresco e pezzi di ricotta marzotica.
Mescolate tutto e mangiate freddo di frigo o a temperatura ambiente

Bulghur con verdure di Alexia

Bulghur con verdure di Alexia

Ingredienti
250 gr di bulghur (io uso quello integrale)
peperoni rossi
cipolla  di Tropea
5 zucchine
sale
pepe
dado
curcuma
paprika
vino bianco
concentrato di pomodoro

Preparazione
Lessate il bulghur circa 20 minuti, aggiungete lo zafferano, lavate e mondate le verdure. Prendete la wok sfumate le cipolla con vino  bianco, aggiungete le verdure a cubotti e tutte le spezie, un po’ di concentrato di pomodoro e cuocete  per venti minuti, condite il Bulghur e fatelo raffreddare, oppure disponete nel piatto verdure e bulghur come companatico

Crema di cipolle

Crema di cipolle

Ingredienti
700 gr di cipolle
mezzo bicchiere di vino fermo secco
burro
sale
pepe
a piacere parmigiano reggiano

Preparazione
Pelate le cipolle, tritattele finemente e rosolatele in padella con un filo di burro
Aggiungete un po’ di acqua e cuocete a fiamma bassa per 25/30 minuti, salate, pepate e frullate e servite subito.

“Potete servirla sia come zuppa ma  come contorno ottima per accompagnare secondi di pesce o carne. A piacere potete aggiungere  del parmigiano prima di frullare il tutto o servirla con scaglie di parmigiano una volta pronta.”

Cipolle all’aceto balsamico – Giuseppe

Cipolle all’aceto balsamico – Giuseppe

E’ una ricetta semplicissima e velocissima ma fresca e sfiziosa…per chi ama le cipolle

Ingredienti
4 cipolle (meglio quelle di Tropea)
aceto balsamico
sale

Preparazione
Tagliate le cipolle finemente, salatele  e mettetele a marinare nell’aceto balsamico per almeno

Fegato con cipolle – Valerio

Fegato con cipolle – Valerio

E’ un piatto che si può accompagna perfettamente anche con la polenta.

Ingredienti
500 gr di fegato di manzo
1 kg e mezzo di cipolle
125 gr di vino rosso
sale

Preparazione
Pelate e tagliate le cipolle.
Tagliate il fegato a listarelle lunghe un dito possibilmente dello stesso spessore.
Prendete una padella capiente ed inziate a tostare il fegato, non troppo, qualche minuto.
Togliete il fegato dalla padella e nella stessa padella, nel liquido fatto dal fegato, aggiungete le cipolle, quando le cipolle diventeranno “trasparenti ” aggiungete il vino rosso ed il fegato, salate ed ultimate la cottura.

 

Fegato di vitellone con le cipolle – Alberto Bonito

fegato.jpg

Fegato di vitellone con le cipolle – Alberto Bonito

Ingredienti
fegato
cipolle
olio extra vergine di oliva
sale fino.

Preparazione
Tagliate il fegato a pezzi.
Tagliate le cipolle a julienne.
Soffriggete le cipolle aggiustando di sale, aggiungete il fegato e portare a cottura.

 

Cipolle ripiene – Antonietta

Cipolle ripiene – Antonietta

Ingredienti
8 cipolle media grandezza
200 gr ricotta di capra
1 cucchiaio di parmigiano
semi di cumino
1 uovo
pane grattugiato
sale
noce moscata
pepe
olio

Preparazione
Pulite le cipolle e lessarle in acqua devono essere al dente, scolatele è lasciatele su un piano, scavate la parte interna con un cucchiaio mettete la ricotta e mescolarte il tutto, aggiungete poi il tuorlo con i semi di cumino precedentemente tostati e pestati al mortaio il parmiggiano la noce moscata sale e pepe e continuate a mescolare unire l’album dell’uovo montato a neve e con il composto farcite le cipolle, aggiungete il panegrattuggiato e mettete in forno fino a quando risultano dorate.

Torta fritta – Isabella

La torta fritta è un piatto tipicamente emiliano che assume vari nomi a seconda della zona in cui si trova: chisulin, gnocco fritto, crescente, pizza fritta.
Nella zona di Parma da cui arriva la ricetta viene chiamata “torta fritta” ; è un antipasto, un secondo piatto o un piatto unico a seconda delle quantità che se ne mangia, la torta fritta non viaggia mai da sola, ma sempre in compagnia degli ottimi salumi della zona di Parma ,tra i più rinomati il culatello di Zibello, il prosciutto crudo di Parma, la spalla cotta di San Secondo servita calda, il salame di Felino e poi ancora la coppa, la culaccia, il fiocchetto…ed è anche ottima con il gorgonzola.
Va mangiata calda.
Accompagnanta dai vini frizzanti della zona, Malvasia, Gutturnio, Bonarda…
Come si mangia? A “mo di panino” una fetta di torta fritta, salume e una fetta di torta fritta, oppure la si piega in due e nel mezzo ci si mette il salume, oppure la si apre e la si farcisce, comunque la si mangi è ottima.
Come descriverla a chi non l’ha mai provata e non l’ha mai vista.
E’ una specialità salata, una pasta fritta.
Cos’è? Sono dei quadratini o dei rettangoli di pasta fritti in bollente olio o strutto.
Dove la si mangia? nei ristoranti, nelle trattorie, nelle feste di paese…e naturalmente a casa di Isabella
Comunque è ottima provatela !!

Ingredienti per 8/10 persone
1 kg di farina
2 dadi di lievito di birra
4 cucchiai di olio
2 cucchiai di aceto
sale
1 cucchiaio di zucchero
olio
strutto

Preparazione
Sciogliete il lievito, lo zucchero, il sale in acqua tiepida.
Impastate il tutto e formare un impasto omogeneo (non troppo duro, ma piuttosto tenero)
Fate riposare l’impasto per almeno 4 ore e mescolare bene almeno 2 volte.
Tirate la sfoglia non troppo sottile e fate dei quadratini o dei rettangoli.
Friggete in abbondante olio o strutto.
L’impasto si gonfia e cuoce in brevissimo tempo.

Tris di verdure con besciamella vegetale – Alberto Bonito

Tris di verdure con besciamella vegetale

Tris di verdure con besciamella vegetale

Tris di verdure con besciamella vegetale – Alberto Bonito

Ingredienti
finocchi
broccoli baresi
cavolfiore
parmigiano q.b.
bechamella vegetale

Preparazione
Lavate le verdure i finocchi, i broccoli ed il cavolfiore.
Lessate le verdure in acqua salata, in una teglia di misura adeguata mettete della bechamella sistemate in tre file parallele i finocchi, i broccoli baresi e i fiori di cavolo, ricoprite il tutto con la bechamella e cospargete di parmigiano.
Mettete in forno e gratinate.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Guardate le altre ricette di verdure

 

Fricandò

Fricandò

Ricetta della nonna.
E’ la ricetta di una volta, un piatto povero.
Un piatto unico se accompagnato con i crostini.
Si possono mettere più uova a piacimento, più uova si mettono e più lega e si addensa, la ricetta originale ne vuole uno perchè la gente un tempo era povera.

Ingredienti
4 pomodori San Marzano ben maturi
1 cipolla
1 uovo
1 manciata di parmigiano reggiano
2 carote
2 gambi di sedano
aglio
sale
olio

Preparazione
Pulite la verdura.
Pelate aglio e cipolla.
Tagliate la cipolla.
Tagliate le carote in rondelle sottilissime.
Tagliate le verdure a pezzi.
Soffriggete in 2-3 cucchiai di olio la cipolla e l’aglio
Togliete l’aglio ed aggiungete i pomodori (io tolgo i semi perchè non mi piacciono) e la verdura, salate e cuocete per 20 minuti, dopo che la verdura. si è cotta rompeteci dentro un uovo e mescolate subito velocemente, mi raccomando ripeto appena buttate l’uovo ripeto è importante mescolare subito e velocemente.
Aggiungete il parmigiano e cuocete per altri 5 minuti.
Servite caldo.
Ottima con i crostini.

Besciamella Vegetale – Alberto Bonito

Besciamella Vegetale – Alberto Bonito

“Questo tipo di Besciamella è totalmente priva di grassi animali ed è ottima per qualsiasi preparazione si voglia fare: Pasticci di pasta sfoglia all’uovo (che molti di voi impropriamente chiamate lasagne, la ” lasagna ” è il nome di un piatto tipico, non di un tipo di pasta ), cannelloni, crepes,  verdure ecc.ecc.”Alberto

Un ingrediente base importante e presente in diversi piatti sia nei primi piatti a base di pasta( lasagne, paste al forno) ma utilizzato anche nei contorni per dare più sapore alle verdure al forno.

 Ingredienti
1 litro brodo vegetale
120 gr di farina
15 cc di olio extra
noce moscata q.b.
sale fino q.b.
parmigiano q.b.

Preparazione
Ora preparate il brodo vegetale, lessate le verdure a pezzi in acqua salata, fate del brodo vegetale con cipolla, carota, sedano verde e patata. Con questi ingredienti la salsa avrà un colore verdino ed è indicata per le verdure, se invece serve per condire la pasta e/o altre cose la potete fare rosata aggiungendo del pomodoro. Quando il brodo è cotto frullate tutto e preparate la besciamella con la farina, l’olio, il sale e la noce moscata.
Ora preparate la bechamelle, setacciate la farina, unite l’ olio a fiamma bassissima, lentamente aggiungete la farina mescolando con la spatola di legno a punta quadrata, quella a forma di cucchiaio non e’ idonea, rimettete sul fornello e subito cominciate a versare il brodo aggiungete il sale ed assaggiatelo, tenendo presente il fatto che, durante la bollitura dello stesso, parte dell’ acqua in esso contenuta evapora e  rischiate di farla troppo salata. Grattate la noce moscata, non troppo altrimenti pizzica sulla lingua, alzate la fiamma del fornello a meta’ della sua potenza massima e portate a cottura mescolando continuamente, al primo accenno di bollore togliete dal fuoco altrimenti anche spento il fornello e’ ancora a temperatura altissima

Visitate la categoria ricette base

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Confettura d’arance – Michel

Confettura d’arance – Michel

Ingredienti
1,8 kg d’ arance (12 arance)
Zucchero cristallizzato da pesare (circa 1,5 kg)
2 litri d’ acqua

Preparazione
Lavate le arance, tagliate ogni estremità.
Tagliate i frutti in sezioni molto fini.
Recuperate i semi, chiudetli in un nouet.
Mettete i dischi d’ arance in un grande recipiente.
Aggiungete 2 litri d’ acqua ed il nouet di semi, coprite e mettete nel frigorifero per 24 ore. Versate la preparazione nel recipiente per marmellate, nouet compresi.
Portate ad ebollizione e mantenete la cottura durante 50 minuti (1 ora massima).
Scolate i frutti in un filtro conservando l’ acqua di cottura.
Pesate i frutti e lo stesso peso d’acqua di cottura.
Lasciate raffreddare
Aggiungete il nouet, coprite e mettete nuovamente in frigorifero per 24 ore.
Pesate questo miscuglio arancione/acqua e aggiungete lo stesso peso di zucchero.
Versare la totalità nel recipiente per marmellate con il nouet.
Portate ad ebollizione e lasciare cuocere 15 minuti a piccolo bollore (105° al termometro), girando spesso.
Ritirate il nouet di semi.
Mettete in vasi e coprire secondo il metodo scelto”