Rigatoni alla genovese di Clementina Piccolo

Rigatoni alla genovese di Clementina Piccolo

Sembra strano ma al contrario di come può apparire è un piatto campano .. ci puoi condire la pasta ..per me la morte sua sono un bel piatto di rigatoni

Ingredienti
1 kg di rigatoni (o la pasta del formato che preferite)
1 kg di carne trita
tre o quattro cipolle
due gambi di sedano
due carote
un barattolo di pelati solo pomodoro senza il suo sugo

Preparazione
Fate un soffritto con carote e sedano e tante cipolle, aggiungete qualche pomodoro pelato o concentrato di pomodoro, aggiungete la carne , fate soffriggere il tutto e mettete un po’ di vino e acqua e lasciate cuocere per molto tempo fino a quando la carne sembrerà spappolata
Cuocete la pasta  in abbondante acqua salata, scolatela al dente  condite servite calda

#lagenovese
#pastaallagenovese

Visita la rubrica di Clementina e leggi su altre ricette

Zuppa di uova e cipolle Ova m’briatorie o Uova in purgatorio di Clementina Piccolo

Zuppa di uova e cipolle Ova m’briatorie o Uova in purgatorio di Clementina Piccolo

Dalle mie parti (Avellino ) si chiamano ova m’briatorieuova in purgatorio .

“E’ un piatto alla quale tengo molto e ce l’ho a cuore …è della mia nonna Clementina che preparava sempre agli operai di questi tempi quando c’era la raccolta delle ciliegie e si poteva portare in campagna comodamente e li solo scaldarlo e sfamare sei sette persone Io le amo tanto perche rivivo quando da piccola andavo con lei e non vedevo l’ora di mangiarle manco fossero un piatto costoso e pregiato ecco il perché è il mio piatto preferito. Quando è pronta va messa su una fetta di pane bruschettato

Ingredienti per circa 6 persone
10 cipolle
10-12 uova intere(2 a testa)
1 bottiglia scarsa di sugo di pomodoro
pane bruschettato
olio

Preparazione
Prendete una decina di cipolle tagliatele e  fatele soffriggere per un pó poi aggiungete una bottiglia scarsa di sugo di pomodoro e acqua, fate cuocere fino a quando le cipolle si saranno  ben cotte
Quando la zuppa arriverà a bollore buttate dentro le uova intere facendo attenzione a non metterne una sopra all’ altra e non fatele rompere …quando vedete che le uova più o meno hanno più o meno la loro camicia bianca abbassate un po’ il gas e fate asciugare un po .la pietanza non deve nè troppo essere asciutta nè troppo liquida
Quando è pronta mettete nel piatto una bella fetta di pane bruschettato e adagiateci sopra due uova e la zuppa di cipolle

#Zuppauovacipolle

#ova m’briatorie

#uova in purgatorio

Guarda altre ricette per cucinare le uova
Guarda altre ricette per cucinare le cipolle

Visita la rubrica di Clementina e leggi su altre ricette

Lasagna Napoletana – Alberto Bonito

Lasagna Napoletana

Lasagna Napoletana

Lasagna Napoletana  – Alberto Bonito

Ragù napoletano
pasta per lasagna napoletana, (io uso quella della Voiello)
polpettine fritte di carne mista di vitello e di maiale (preparate con aglio, pecorino romano, uova e pepe)
ricotta fresca
soppressata napoletana
uova sode
salsicce fritte
parmigiano reggiano

Preparazione
La lasagna Napoletana si prepara con ragù napoletano, pasta per lasagna napoletana, (io uso quella della Voiello), polpettine fritte di carne mista di vitello e di maiale , preparate con aglio, pecorino romano, uova e pepe, ricotta fresca stemperata con il ragout, soppressata napoletana, uova sode, salsicce fritte, parmigiano reggiano. Il ripieno di tutti questi ingredienti misti , va fatto per ogni strato di pasta, e quanto più ci metti più ci trovi

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

 

A’ pastiera napulitana – Pastiera napoletana – Alberto Bonito

A' pastiera napulitana - Pastiera napoletana

A’ pastiera napulitana – Pastiera napoletana

A’ pastiera napulitana, la Pastiera è la Regina dei dolci tipici napoletani (il Re è il Babà ).
Provate a fare la pastiera con questa ricetta, attenendovi scrupolosamente a quanto da me descritto, e fatemi sapere. Questa è la ricetta di una signora pastiera.
Non fate il gravissimo errore di cuocere il grano nel latte, altrimenti farete una pizza di ricotta.
Il grano, si cuoceva tantissimi anni fa, quando si vendeva sfuso e ammollato in grossi bidoni di plastica, e lo vendevano i famosi, all’epoca, ” Ugliarari ” che le nuove generazioni non conoscono nemmeno cosa significhi. Al giorno d’oggi, il grano che si compra in barattoli è già cotto, e le ricette per fare la pastiera che sono scritte sulle loro etichette sono delle ” Autentiche cazzate. La cosiddetta Pastiera la fanno tutti, ma la ” Signora Pastiera ” pochi la sanno fare!!!Poi non mi risulta che a Napoli si metta la crema pasticciera. La crema cosiddetta pasticciera, la mettono i pasticcieri disonesti, è una finta crema, perchè la fanno senza uova, praticamente è una colla. Essendo dolce, chi non sa cosa e’ il … Visualizza altrosapore della vera Pastiera ovviamente dice che è buona, ma il vero buono è tutta un’altra cosa.In questo periodo, ho visto tante pastiere fatte da Pasticcieri professionisti e anche da Chef che fanno programmi televisivi, tutta roba da torte in faccia!!! La mia non vuole essere una volgare critica, e’ una semplice constatazione. Tutti quelli che sanno come si prepara una ” SIGNORA PASTIERA ” possono confermare la mia opinione.”. Alberto

Ingredienti
pasta frolla per pastiera

Per il ripieno
600 gr di ricotta romana sgocciolata
600 gr di grano per pastiera sgocciolato
400/450 gr di zucchero (secondo il proprio gusto )
5/6 uova grandi intere
150 gr di cubetti di canditi
4/5 gocce di Neroly Napoli e/o Neroly Pastiera (il nome dipende dalla ditta che lo produce, ed è l’aroma indispensabile per fare la vera pastiera napoletana ), tutti gli altri aromi sono una volgare imitazione.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Pastiera napoletana – Maria

Pastiera napoletana – Maria

La pastiera napoletana dosi e procedimento tramandati da mia madre!!!! Maria

Ingredienti
Per la Pasta Frolla
500 gr di farina
3 uova intere
200 gr. di zucchero
200 gr. di gradina
Per il ripieno
½ Kg. di grano cotto per pastiera
700 gr. di ricotta
600 gr. di zucchero
7 uova intere e 3 tuorli
200 gr. di latte
1 busta di vanillina
1 fialetta di millefiori o fiori d’arancio
200 gr. di cedro o gocce di cioccolato
1 buccia di limone grattuggiata
zucchero a velo

Preparazione
Preparate la pasta frolla. Impastare tutto insieme senza lavorare troppo e formare una palla da conservare in frigo per un giorno coperta da pellicola trasparente.
Mettete il grano in una pentola con 200 gr. di latte e 30 gr. di margarina e la buccia del limone. Cuocete per 10 minuti fino a che diventa come una cremina. Se si vuole si può frullare una parte.
Setacciate la ricotta e aggiungete lo zucchero poi i tuorli d’uovo. A parte montare i 7 albumi e inserire nell’impasto. Alla fine aggiungete la vanillina e l’acqua di millefiori, il cedro e mischiate. Deve essere morbido altrimenti aggiungete un pò di latte. Poi mischiate tutto nel grano. Stendete la pasta frolla, imburrate e infarinate una teglia per pastiera, mettete la pasta frolla, riempite la teglia con il composto fin quasi all’orlo, mettete le striscioline di pasta frolla ad incastro e cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 1 ora e 10 minuti. Per vedere se è pronta inserite un coltello, se esce abbastanza asciutto la pastiera è pronta, altrimenti fai cuocere un altro pò. Quando è pronta fatela raffredare e poi spolverate con lo zucchero a velo, altrimenti se mettiete prima si assorbe!

La pastiera napoletana – Angelamaria

La pastiera napoletana – Angelamaria

“La pastiera è una torta che io adoro, un dolce che si fa spesso e uno dei piatti delle ricorrenze nonchè una delle ricette campane più famose. La pastiera della mia famiglia. La ricetta di mamma Vanda. Ricetta tramandata a me da mia mamma, che ha sua volta ha imparato dalla mamma, la nonna napoletana….il segreto per non far risultare l’ impasto umido e quindi che poi si sgretola è non mettere molto burro, ma il giusto che serve” . Angelamaria

Ingredienti
2 fialette di acqua millefiori
4 uova
latte
burro

Per la crema pasticcera
4 uova
300 gr di zucchero
4 cucchiai rasi di farina
mezzo litro di latte intero o scremato (se vuoi + o
meno calorico)

Per il  grano
1 barattolo di grano precotto al supermercato (mamma solitamente prende la marca Miele)
1 bicchiere di latte
2 cucchiai di margarina
mezzo limone

Per la ricotta
500 gr  di ricotta
400 gr di zucchero

Per la pasta frolla
700 gr di farina
4 uova
400 gr di zucchero
250 gr di margarina
2 bustine di vaniglina
1/2 bicchiere di latte
2 cucchiaini di lievito

Preparazione
Il ripieno prevede 3 passaggi: 1° preparare la crema pasticcera, 2° preparatee il grano e 3° passaggio preparare la ricotta macerata con lo zucchero il giorno prima.

Preparate la crema pasticcera sbattete le uova con lo zucchero, quindi aggiungete la farina, amalgamate bene e aggiungete il latte intero o scremato (a seconda se la si vuole più o meno calorica). Sbattete a mano. Mettete sul fuoco in un pentolino antiaderente e girate continuamente fino a quando la crema non si sarà rassodata .

Preparate il grano. Prendere il grano precotto aggiungete il latte e 2 cucchiai di margarina, mettete sul fuoco con mezzo limone privo di semi con tutta la buccia ben lavata, fate cuocere a fuoco lento, per circa 15 / 20 minuti. Se non Vi piace sentire il grano in bocca allora passatelo in un robottino o nel  frullatore.

Preparate la ricotta mettete la ricotta in una terrina, aggiungete lo zucchero, girate ed amalgamate bene, quindi riponete in frigorifero.

Il giorno dopo unire gli ingredienti dei 3 passaggi in una terrina e aggiungere le  fialette di acqua millefiori e 4 uova sbattute a parte, girate bene, se l’ impasto risulta un pò duretto, aggiungere latte finchè risulta morbido al cucchiaio .

Preparate la pasta frolla. Mettere la farina a fontana su di una spianatoia, al centro mettete le uova, lo  zucchero, la vanillina e la  margarina fatta ammorbidire fuori dal frigorifero. Sciogliete nel latte il  lievito e aggiungetelo all’ impasto, iniziate ad impastare pian piano…fin a quando risulterà una sfera morbida e liscia.

A questo punto imburrate la teglia, foderatela con una parte dell’impasto, versate all’interno 2 o 3 mestoli di ripieno in modo da lasciare 1 dito della teglia vuoto, prendete un altro pò di impasto allargatelo con un mattarello, fate tante striscioline, diciamo di 1 cm e mettetele ad incrocio sulla pastiera, infornate a 180°C con un forno ventilato 40 minuti.

Sfornate e a pioggia mettete zucchero a velo sopra .

Con questi ingredienti vengono 3 pastiere

Pastiera napoletana – Antonietta

Pastiera napoletana – Antonietta

Ingredienti per 6 persone
1 barattolo di grano cotto
1 rotolo pasta frolla
300 gr ricotta
5 uova
200 gr zucchero
1 pezzo di cedro candito
1/2 limone
200 ml latte
50 gr burro
fiori d’arancia
cannella
facoltativo gocce di cioccolato

Preparazione
Prendete il barattolo del grano, mettete in un tegame con il latte e il burro e fate cuocere fino a che non si asciuga tutto il latte girando di continuo in una terrina a parte mettete la ricotta con lo zucchero e il cedro, la cannella, i fiori d’arancia e i tuorli d’uovo amalgamate bene il tutto, infine aggiungere anche il grano cotto sempre mescolando, prendete una pirofila da forno, foderate con la carta e mettere la pasta frolla già stesa adagiate il composto sopra la pasta frolla, poi montate a neve i tuorli e versate il tutto sopra, mettete in forno per circa 45 minuti a 180 gradi appena cotta, mettete su un piatto da portata e metteteci lo zucchero a velo, lasciate riposare per 2 giorni in un luogo fresco.

Mozzarella alla caprese – Katia

Ricetta tradizionale campana

Ingredienti
mozzarella di bufala campana
pomodori
sale
olio
basilico

Preparazione
Tagliate a fette la mozzarella,ed adagiatela in una pirofila.
Tagliate a fette i pomodori mettendoli sulla mozzarella, un pizzico di sale,  un filino d’olio, ed infine una  bella e buona fogliolina dI basilico

“Piatto fresco,veloce,gustoso.C’è chi al posto del basilico mette l’origano oppure tutte e due ,ma io vi consiglio solo il basilico. Katia”

Babà napoletani – Alberto Bonito

baba.jpgLa ricetta dei babà fatti  a macchina

Ingredienti
Rum e/o Limoncello e/o lo Strega e/o l’Amaretto

Per l’impasto
500 gr farina 0 ( Americana e/o Manitoba)
100 gr  zucchero
200 gr burro fuso
10 gr sale fino
10 uova intere a temperatura ambiente
Lievito di birra un cubetto
Vanillina un pizzico
Per lo sciroppo
400 gr di zucchero per ogni Litro di acqua
4/5 gocce di essenza di limone dolce di Sicilia
4/5 gocce di essenza di arancio

Preparazione
In una planetaria (con gancio impastatore) mischiate bene la farina, lo zucchero, il sale, il lievito, la vanillina. Quando l’ impasto sarà omogeneo aggiungete 5 uova, impastate per 15 minuti, aggiungete le altre uova e impastate alla massima velocità finchè non diventi un impasto liscio ed omogeneo ( 15/20 minuti ). Trasferite in un contenitore che possa contenere il triplo dell’impasto, perchè a lievitazione ultimata la pasta sarà triplicata (per il tempo occorrente regolarsi a vista ). A questo punto rimischiate l’impasto con una mano finchè non si sarà sgonfiato, riempite le forme imburrate per metà e/o per un terzo della loro capienza, dipende dalla svasatura che hanno. Riponete a lievitare e quando la pasta avrà raggiunto il bordo delle forme infornare a 180 gr. in forno preriscaldato senza mai aprirlo fino a cottura ultimata. Il tempo di cottura varia da forno a forno. Quando sono cotti toglierli dalle forme e conservare per il giorno dopo. Per il bagno usate uno sciroppo fatto con queste dosi: 400 gr. di zucchero per ogni Litro di acqua, 4/5 gocce di essenza di limone dolce di Sicilia e 4/5 gocce di essenza di arancio, fate bollire per pochi minuti, toglietelo dal fornello e quando sarà intiepidito bagnare i babà. Il Rum e/o Limoncello e/o lo Strega e/o l’Amaretto ecc. ecc. per chi lo preferisce va messo al momento di servire. Secondo il mio parere per gustare a pieno il sapore del Babà lo si deve mangiare senza nessun liquore. N.B. Il cosiddetto Rum che mettono moltissimi pasticcieri, di Rum ha solo il nome

Ricette di casa

Torta caprese classica (Ricetta adatta anche per celiaci) – Mara

Ingredienti
175 gr di zucchero semolato
175 gr di burro
5 uova
un pizzico di sale
175 gr di cioccolato fondente al 50%
30 di cacao in polvere
60 gr di fecola di patate
5 gr di lievito in polvere per dolci
175 gr di mandorle dolci

Preparazione
Montate con le fruste elettriche il burro con lo zucchero.
Aggiungete i 5 tuorli d’uovo ed un pizzico di sale.
A parte, grattugiate il cioccolato fondente, aggiungete il cacao in polvere, il lievito e la fecola di patate.
Miscelate tutti gli ingredienti ed aggiungete gli albumi montati a neve.
Infine, mettere le mandorle tostate, raffreddate e tritate.
Emulsionate bene il tutto con una spatola senza preoccuparvi se le uova tendono a smontarsi.
Versare il composto in una tortiera (di 22 cm di diametro) imburrata ed infarinata con fecola di patate.
Infornate a temperatura di 170°C per 45 minuti.
Dopo la cottura, lasciate raffreddare il dolce nella tortiera e sformatelo quando sarà tiepido. Lasciatelo riposare qualche ora, spolverizzatelo con zucchero a velo e servite.
Il successone è assicurato.

Brioche rustica – Angelamaria

Ricetta campana

Ingredienti per 10 persone
800 gr  di farina
500  gr di latte
uova
100 gr olio arachidi
Sale e pepe
2 dadi di lievito
1 cucchiaio di zucchero
500 gr di formaggi
prosciutto
Mortadella e
ventresca

Preparazione
In una ciotola mettete la farina a fontana, al centro versate l’olio, le uova, il sale, il pepe, lo zucchero e il latte intiepidito con i lieviti sciolti dentro.
Unite bene tutti gli ingredienti battendo l’impasto (che dovrà risultare né troppo liquido, né troppo duro) con le mani. Aggiungete i formaggi. Imburrate e infarinate un ruoto con il buco al centro, versatevi il composto e far crescere per circa 2 ore. Infornate a 180-190°C per circa 45 minuti

Casatiello napoletano – Agelamaria

Si prepara un “lievitino” impastando 240 g di farina, 100 g di acqua e 5 g di lievito di birra. Si fa lievitare per tutta la notte in una ciotola coperta con la pellicola trasparente per non farlo seccare.- Angelamaria

Ingredienti
Per l’impasto(ruoto da 26 cm)

650 gr di farina
260 gr di acqua tiepida
15 gr di lievito
200 gr di strutto
1/2 cucchiaino di sale
1 cucchiaino di pepe
30 gr di pecorino romano grattugiato

Per il ripieno
100 gr di provola
50 gr di pecorino romano a cubetti
170 gr di caciotta stagionata o provolone
150 gr di cicoli
150 gr di pancetta
150 gr di salame tipo napoli
50 gr di grasso di prosciutto crudo
5 uova per la decorazione

Preparazione
Preparate un impasto con tutti gli ingredienti e il lievitino. Fate lievitare per 1 ora.
Mettete da parte un po’ di impasto per fare l’intreccio sulle uova. Stendete la pasta e versatevi sopra tutto il ripieno.
Impastate amalgamando bene e mettete l’ impasto nel tegame precedentemente unto. Aggiungete le uova intere e “crude”.
Copritele in superficie con due strisce sovrapposte dell’ impasto tenuto da parte. Fate lievitare per 3 – 4 ore.
Cuocete in forno precedentemente riscaldato a 180°  per almeno 1 ora e 1/2 dovrà essere ben dorato. Togliete dal tegame solo quando sarà completamente raffreddato. Riscaldate leggermente le fettina all’ occorrenza.

Struffoli – Iole

“Struffoli dolci tipici natalizi campani. “Iole

Ricetta che concorre nella Seconda gara on line . Dicembre 2010 – “I piatti delle feste natalizie”

Ingredienti per 6 persone
350 gr di farina 00
3 uova
20 gr di burro morbido
30 grdi zucchero
scorza grattuggiata di un limone
un cucchiaino di rhum
un pizzico di sale,un pizzico di bicarbonato,olio di arachidi per friggere
Per glassare
250 gr di miele
100 gr di zucchero
50 gr di acqua
qualche goccia di succo di limone
scorzette e cedro canditi
diavolini colorati

Preparazione
Su una spianatoia lavorate la farina con le uova,lo zucchero,il burro ,il sale il bicarbonatoe la scorza grattuggiata.Lavorate l’ impasto fino a ottenere una palla liscia ed elastica.Coprite conuna ciotola e lasciate riposare per un ora.Poi con poca pasta per volta formate dei cannelli sottili come un mignolo e tagliateli a pezzettini di un cm.
Quando avrete esaurito la pasta passate a friggete gli struffoli in abbondante olio caldo.
Devono dorare.
Scolateli su carta cucina.Preparate la glassa sciogliendo in una pentola che poi potrà contenere gli struffoli,il miele con l’acqua,lo zucchero le gocce di limone.
Unitevi i canditi a pezzetti e tuffate dentro gli struffoli.
Fateli impregnare ben bene, poi trasferiteli in un piatto da portata,formando una corona o una piramide,e cospargeteli di diavolini colorati.

Triangoli di pasta ripieni di mix di bufala e friarielli conditi con ragù di salsiccia napoletana – Giacinto Braca

Ricetta che concorre nella Seconda gara on line . Dicembre 2010 – “I piatti delle feste natalizie”

Questo piatto vorrebbe essere una rivisitazione di uno dei classici della cucina campana come “salsiccia e friarielli” – Giacinto Braca

Ingredienti
Per la pasta

400 gr. di farina 00
100 gr. di semola
5 uova interi
5 tuorli
olio
sale
un pizzico di noce moscata.
Per il ripieno
1,5 kg di cime di rapa da “friarielli”
200 gr. di ricotta di bufala
150 gr.di mozzarella di bufala
150 di provola affummicata di bufala
2 tuorli
pepe
(poco) sale.
Per il sugo
6 salsicce napoletane
1/2 kg di pomodorini ciliegia
1 bicchiere di vino bianco
aglio
sale
origano

Preparazione
Preparate l’impasto per la pasta,fate la “palla” e mettete a riposare in frigo ben avvolta da carta trasparente.
Friggete le cime di rapa in olio, aglio e peperoncino. Una volta cotte mettetele a raffreddare dopo avetele scolate dall’olio in eccesso.
Nel frattempo tritate bene le mozzarelle insieme alla ricotta. Tritate grossolanamente le cime raffreddate e mischiate il tutto aggiungendo 1 uovo intero+ 1 tuorlo+ un pizzico di sale.Passate il tutto col minipimer e mettete in una tasca con bocchetta grande.
Riempite i “triangoli” di pasta e metteteli in freezer .
Preparate il sugo sgranando la salsiccia in olio e aglio,agiungete il vino bianco e, una volta evaporato, mettete i pomodorini tagliati sottilmente.
Regolate di sale.
Cuocete in acqua bollente i triangoli congelati per 9 minuti,scolateli e conditeli col sugo e una spolverata di parmigiano.

Babà rustico – Antonietta

Ingredienti
250 gr di farina
1/2 panetto di lievito per pane
3 uova
6 sottilette
4 wusterl
1 hg e 1/2 di mortadella
130 gr di burro
sale

Preparazione
Prendete le uova e sbattetele con il burro, aggiungere lentamente la farina, mettete il sale e i vari ingredienti lavorate il composto amalgamandolo bene con la frusta elettrica o il robot da cucina, foderate una teglia a bordi alti con carta da forno, mettere il composto e lasciate lievitare per due ore poi mettere in forno già caldo a 180 gradi per 45 minuti, una volta pronto non togliete subito dal forno.

Torta caprese al limone- Antonietta

Ingredienti per 6 persone
250 gr di mandorle
200 gr di  zucchero
150 gr di burro
200 gr di cioccolato bianco
2 limoni( 1 da usare con buccia e succo 1 solo la buccia)
6 uova
1 bustina lievito per dolci
4 cucchiai di limoncello

Preparazione
Montate gli albumi a neve soda e metteteli da parte.
In un’ altra terrina tritate il cioccolato e tenete da parte, amalgamate i tuorli di uovo con lo zucchero fino ad ottenere una crema morbida, unite il burro ammorbidito, aggiungete poi il cioccolato bianco i limoni il limoncello le mandorle e infine aggiungete gli albumi montati a neve, amalgamate il composto, mettete il tutto in una teglia foderata con carta da forno mettete in forno a 180 gradi per 50 minuti.

Lasagna napoletana – Angelamaria

Lasagna napoletana – Angelamaria

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Campania

“Premetto io preferisco condire la lasagna con un sugo di carne macinata, piuttosto che con il sugo del ragù napoletano, in tal modo risulta più leggera, ancor di più lo sarà, se userete un sugo semplice con pomodoro e basilico .”Angelamaria

Ingredienti
1 confezione di lasagna precotta all’uovo
1 passata di pomodoro in bottiglia
350 gr di provola
400 gr di carne macinata di maiale più vitello
sale
prezzemolo tritato
1 confezione di besciamella
olio extra vergine di oliva
cipolla
2 uova per le polpette
pane raffermo
latte o acqua (per mettere il pane in ammollo epr le polpettine)
aglio
vino bianco secco
250 gr di parmigiano grattuggiato
1 ricotta

Preparazione
Preparate il sugo, mettetendo a rosolare la cipolla, con olio, aggiungete la carne macinata, rosolato  tutto sfumate con vino bianco secco, appena evaporato aggiungete la passata di pomodoro, salate e cuocete
Stemperate la ricotta con il sugo (tenetene da parte un pochino di sugo semplice tanto quanto basta per coprire l”ultimo strato)userete questo composto per farcire, i vari strati della vostra lasagna
Tagliate la provola a dadini, tritate il prezzemolo, mettete il pane raffermo in ammollo con latte o acqua poi strizzatelo bene
Preparate le polpettine, in una terrina unite macinato, sale, pane, prezzemolo tritato e uovo, impastate tutto bene e formate delle polpettine piccole ( solitamente per una lasagna per  4 persone si e fanno  200 polpettine ) friggetele
Prendete la lasagnera ed inizate a formare gli strati inziando col sugo, quindi i fogli di pasta, poi provola, polpettine, sugo, besciamella e di nuovo la pasta così fino alla fine.
In ogni strato mettete il parmigiano ed composto ottenuto unendo la ricotta ed il sugo.
Chiudete con besciamella, parmigiano e  sugo

Il mio scarpariello – Angelamaria

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Campania

Ingredienti per 2 persone

250 gr di bucatini
1 litro di passata di pomodoro
sale
peproncino rosso
parmigiano grattuggiato
pecorino grattuggiato
basilico
olio extra vergine di oliva
aglio

Preparazione
Soffriggete in una campiente padella lo spicchio d’aglio con olio extra vergine di oliva e peperoncino, quindi aggiungete la passata di pomodoro, salate e cucinate per una ventina di minuti, aggiungete in ultimo il basilico o in foglie o tritato come si preferisce e cuocete altri 5 minuti
Scolate al dente i bucatini e versateli nella padella, amalgamate bene con pecorino e parmigiano, ma tentene da parte un po’ anche per condire i piatti quindi servite e spolverizzate con parmigiano e pecorino a piacere .

Pennette con fiori di zucchina Lucia Siani

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Campania

Ingredienti
300 gr fiori di zucchina
1 spicchio di
aglio
olio
300 gr di pennette
sale
1 zucchina
formaggio
parmigiano
pepe
basilico

Preparazione
Fate soffriggere l’aglio nell’olio, versate i fiori di zucca lavati e gocciolanti, unite la  zucchina a dadini piccoli e fate cuocere 15 minuti, aggiungete parmigiano, pepe, e basilico e fate amalgamare
Lessate le pennette e condite con il sugo ottenuto

Lasagne imbottite – Iole Guarino

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Campania

“Ricco piatto. Ricetta napoletana” Iole

Ingredienti per 6 persone

500 gr di lasagne
2 scatole di pelati
1 mozzarella
250 gr di ricotta
150 gr di salsiccia
3 uova
150 gr di carne trita
1/2  bicchiere di vino rosso
1/2  cipolla
1  noce di burro
sale
pepe
olio qb
parmigiano reggiano
1 spicchio di aglio.

Preparazione
Rosolate un trito di cipolla e aglio in una casseruola con un po’ di olio. Unite la carne trita, fatela rosolare e bagnate con il vino, fate sfumare l’ alcool e versare i pomodori schiacciati con una forchetta, sale, pepe e lasciate cuocere a fiamma dolce per 2 ore circa. Nel  frattempo lessate le lasagne in acqua salata e un po’ di olio, tiratele su con una schiumarola e sciugatele su un canovaccio. Intanto cuocete le uova sode,e scottate la salsiccia a pezzetti in una padella. Componete le lasagne; iniziando con uno strato di pasta in una teglia imburrata,cospargetele di mozzarella, uova sode a fettine,salsiccia. Aggiungete parmigiano e se vi piace, il basilico. Coprite con la pasta e condite con il ragù, cospargete di ricotta e pepe e ricoprire con altra pasta. Aggiungete qualche cucchiaiata di ragù e mettete in forno a 200°C per 20 minuti.