Ecosistema marino – Msc crociere elimina il tonno rosso dal menù di bordo – D’Antona&Partners

Napoli, 22 febbraio 2011

MSC Crociere, nel suo impegno verso un futuro sostenibile, ha deciso di escludere la preparazione dei piatti che prevedono l’utilizzo del tonno rosso dai menù dei ristoranti a bordo delle 11 navi della sua flotta, con l’obiettivo di salvaguardare il futuro di una specie a rischio di estinzione.

A partire dalla fine di marzo, quindi, i ristoranti a tema “Kaito Sushi Bar” di MSC Poesia e MSC Musica, “Shanghai Asian Fusion” di MSC Orchestra, Oriental Plaza di MSC Magnifica e i ristoranti à la carte “Il Giardino” di MSC Musica, “Four Seasons” di MSC Orchestra, “L’Obelisco” di MSC Poesia e “L’Oasi” di MSC Magnifica, elimineranno il tonno rosso dai propri menu, prediligendo cibi altrettanto pregiati che valorizzino ugualmente l’eccellenza della gastronomia.

Con questa decisione la Compagnia conferma la sua attenzione verso la tutela dell’ecosistema marino, delle specie che lo popolano e dell’ambiente in generale, che già in passato le ha permesso di ricevere diversi riconoscimenti ufficiali in merito.

In particolare MSC Crociere è l’unica Compagnia ad aver ricevuto le “6 Golden Pearls” dal Bureau Veritasquale riconoscimento del suo alto livello di gestione della qualità e della tutela ambientale, anche grazie a un avanzato sistema di trattamento delle acque.

Inoltre, con l’ammiraglia MSC Splendida – che insieme alla sua gemella MSC Fantasia è la nave più grande mai commissionata da un armatore europeo – la Compagnia rispetta anche gli standard richiesti dal progetto volontario Energy Efficient Design del Bureau Veritas. Tra gli altri riconoscimenti ufficiali ci sono il Green Planet Award (per l’eco-compatibilità) e il premio CIAL (per il riciclo dell’alluminio).

MSC Crociere è stata anche tra i primi firmatari del Venice Blue Flag, accordo per la riduzione delle emissioni nella Laguna di Venezia, e di altri accordi simili con le Autorità portuali di Civitavecchia e Genova, che limitano le emissioni di zolfo a livelli inferiori del limite legalmente richiesto.

Elisabetta Rainoldi
D’Antona&Partners
Via San Vito, 7
20123 Milano
tel. +39 02 8545701
tel. diretto +39 02 85457053
fax. +39 02 85457077
http://www.dantonapartners.it