Imparar gustando San Martino in Rio (RE)

Dal 28  al 29 settembre 2013
 
Primo festival dedicato all’ enogastronomia e al saper mangiare

L’evento si articolerà su tre livelli differenti:
COMMERCIALE: l’area esterna, dotata di corrente elettrica, ospiterà gli espositori del settore enogastronomico, creando una vasta area commerciale dove il visitatore potrà acquistare prodotti tipici, ma anche regionali o di pregio.
Prevediamo alcune zone dedicate alla pubblicità degli sponsor.
INTRATTENIMENTO: nel cortile interno, organizzeremo uno o più eventi per ogni giornata a carattere ludico e/o di intrattenimento.
FORMAZIONE: nella Sala d’Aragona, un incontro al giorno sullo stile del “talk-show” per informare
COINVOLGIMENTO DI “NOMI ILLUSTRI”: per rendere il festival ancor più prestigioso vogliamo coinvolgere tutti i consorzi locali (es. Parmigiano Reggiano e Aceto Balsamico), oltre che associazioni come “Slow Food” e “Assofood”.
 

La Primavera dei Presidi Slow Food – Torre del Greco (NA)

Mercoledì 21 marzo 2012

È qualche milione di anni che il Vesuvio rende fertili le terre tutt’intorno a sé, non solo quelle alle sue falde, ma anche quelle parecchio più distante. È venuta l’ora di esprimergli la nostra gratitudine.

Il prossimo 21 marzo, notte di Primavera, i cuochi che operano intorno al Vesuvio cucineranno piatti originali, ciascuno fatto con almeno due Presidi campani Slow Food.

L’intento è quello di consolidare l’alleanza dei cuochi con i Presidi e di far conoscere a soci e non (ancora) soci le eccellenze che Slow Food seleziona in base ai principi di

“buono pulito e giusto”.

L’alleanza si realizzerà con la supervisione del Mercato della Terra dei Campi Flegrei, dove i Presidi li si incontra sui banchi di vendita, pronti per affrontare le nostre fantasie gastronomiche.

La Primavera dei Presidi
è una “coproduzione” delle Condotte Slow Food di Napoli, Nola, Agro Nocerino-Sarnese, Monti Lattari, Costiera Sorrentina e Capri e Vesuvio ognuna delle quali proporrà almeno un cuoco
Il menù ci proporrà una serie di incontri golosi:

per prepararci…

le Montanare con pomodorino del piennolo e pomodorino giallo dei Pizzaioli Salvo di San Giorgio a Cremano

a seguire il primo incontro…

Le Linguine con gamberi di scoglio su passatina di pomodoro del piennolo e carciofi di schito croccanti di Carmine Mazza (Il Poeta Vesuviano – Torre del Greco)

La Zuppetta di fagioli di Controne con gamberetti di Crapolla di Mimmo De Gregorio (Lo stuzzichino – S. Agata dei due Golfi)

… il secondo incontro…

La Lasagna con carciofi violetti di Castellammare di Mimmo De Gregorio (Lo stuzzichino – S. Agata dei due Golfi)

Il Timballo in crosta di Ziti di Gragnano con Pomodoro San Marzano di Mariangela de Simone (Il Cellaio di Don Gennaro – Vico Equense)

Gli Gnocchetti con fagioli ” Dente di Morto” di Acerra e Croccante di Soppressata di Gioi.di Natale Langella (Villa Signorini – Ercolano)

… il terzo…

Il Foie Gras dei poveri di Pietro Parisi (Era Ora – Palma Campania)

L’Uovo con cacioricotta del Cilento, alici di menaica e carciofo violetto di Castellammare di Gianluca D’Agostino (Veritas – Napoli)

… e per non dimenticare l’amico porco, il quarto…

Le Polpette di maiale su specchio di San Marzano e cacio ricotta del Cilento di Lorenzo Principe (Luna Galante – Nocera Superiore)

Il Capicollo di maiale con carciofi violetti di Castellammare di Eduardo Estatico (C&D – Portici)

e per finire un’occhio a Pasqua e l’altro al prossimo Presidio…

Lievitato naturale con armonia di albicocca del Vesuvio di Pasquale Marigliano (Pasquale Marigliano – Ottaviano)

Il tutto abbinato ai vini del territorio offerti dalla Strada del Vino Vesuvio

Si fa con l’aiuto del Luciano Pignataro Wine Blog e con la collaborazione di Villa Balke di Torre del Greco

L’evento si farà a Villa Balke a Torre del Greco (Via Prota 42)dalle ore 20:30

L’intero incasso sarà destinato al progetto Slow Food “1000 orti in Africa” e nessuno lascerà la Villa se non si sarà raccolta la cifra per almeno un orto (obiettivo raggiungibilissimo)

I costi: adulti: € 30,00 – giovani con meno di trent’anni: € 25,00 (i giovani non soci avranno, compreso nel prezzo, il tesseramento gratuito come “socio giovane”)

Per informazioni e prenotazioni 081.8471170
(tra le 9:30 e le 12:00 e tra le 15:30 e le 17:30)

o anche direttamente a slowfoodvesuvio@gmail.com

Per le questioni organizzative scrivete a slowfoodvesuvio@gmail.com e a alaimo.marina@libero.it

Tutti gli aggiornamenti su
www.slowfoodvesuvio.it e su www.lucianopignataro

Villa Balke
Torre del Greco

Amici di ricette di casa

Amici di Ricette di casa
Musica on line
Viaggi & Svaghi
Cioccolato che passione
Vini & Cocktail
Moda & Style
Annunci gratis
Immagini dal mondo
Cremona On line
Pc facile
Tutto Desulo
Felicard
Eccolatoscana
Ristoworld
Turismo oggi
Trevisoonclick.net

House sarda
Dr. Danila Benedetto
Macchine Alimentari SRL
Il pane nero di Castelvetrano
Intaglio vegetali

La cucina di nonna sole
Ortaggi on line
Un bicchiere al giorno

Blogitaliani
Pianeta.com
Blogmap
La cucina di QB
Subito blog
Italy recipes – Il cibo nel web
Enciclopedia del vino online
Alimentazione Gud
CasadiMela Scuola di cucina
Avvinatore bloggato

Vinicolamente
La cordellina
Dolci e non solo
Gerlando Lorenzano

Ristorante Lo Zenzero
Gp detersivi

Multiz com
Chiara in cucina

Gita nelle Marche

Le Marche, terra al confine della nostra regione, ricca di storia e di vigneti, un’occasione unica per assaggiare vini incredibili come il Lacrima di Morro d’Alba e alcuni verdicchi al di fuori del coro

Partenza ore 7
Arrivo ore    10

1) visita alla cantina pluriblasonata  e premiata SARTARELLI, verdicchio e olio dalle 10 alle 11

2) visita alla cantina Mancinelli ovvero, il Lacrima di Morro d’Alba diventa poesia dalle 11,30 alle 12,30 degusteremo pane e olio ed i vini prodotti in azienda

3) 13,30 Ristorante “Dalla Rosina” la guida Michelin ha detto: E’ un posto che da solo vale il viaggio.

4) 15 visita alla cantina la Marca di San Michele, piccolo produttore che produce solo verdicchio, che ha chiamato capovolto,  per la tipologia dell’allevamento delle viti .

Un motivo per visitare vigneti e degustare i vini in compagnia dei  maestri  sommeliers .
Un’occasione  per passare un’indimenticabile giornata  con amici vecchi e nuovi che condividono la nostra passione.

Per i dettagli scaricatevi il volantino

Cliccate qui

Il top dell’arrosticino

Da sabato 26 giugno a giovedì 30 settembre 2010

Dal 26/06/2010 parte anche la cena tutte le sere a base di arrosticini di altissima qualità perchè artigianali!!!!!quest’anno questo locale ha pensato di ampliare i propri servizi offrendo una prelibatezza abruzzese: i famosi ARROSTICINI DI VILLA CELIERA!!!!!! info e prenotazioni

3204629524 RICCARDO
3396991316 TEO
3205325099 STEFANO
3934065872 GRAZIANO
…3407387001 LUANA
Certi di offrire un ottima qalità vi aspettiamo e non vi delueremo

Eventi GustiamoCi – Chiari (BS)

Da giovedì 3 giugno a sabato 11 settembre 2010

GIUGNO
dal 1 al 13 Mostra Tarenghi Giapponesi presso Bertinotti-Formenti
dal 3 al 4 Mostra Ambiente Martiri – Parco Villa Mazzotti
Venerdì 4 Spettacolo Giacobazzi “Una vita da pavura” Piazza Zanardelli
Mercoledì 9 Spettacolo Infanzia Pedersoli Istituto Comprensivo Martiri – Parco Villa Mazzotti
Sabato 12 Concerto Chiari Musica Insieme Corpo Bandistico – Parco Villa Mazzotti
Sabato 19 Spettacolo i Legnanesi “…E la vita la va” Piazza Zanardelli
Venerdì 25 Spettacolo Teatrale Vuoti a Rendere – Villa Mazzotti

LUGLIO
dal 3 al 4 Aperitivo in Saldo – Centro Storico
Sabato 3 Concerto Faber per Sempre “Omaggio a De Andrè” Piazza Zanardelli
Domenica 4 Concorso Bellezza – Piazza Zanardelli
dal 7 al 18 Associazione Musica d’Arpa – Villa Mazzotti
Giovedì 8 Concerto Trio Jazz: arpa, contrabbasso e percussioni – Piazza Zanardelli
Lunedì 12 Concerto Traditional Folk Arpa e Violino – Quadriportico Biblioteca
Sabato 17 Cena Sotto le Stelle – Piazza Zanardelli
Lunedì 26 Brixia Tour – Centro Storico

AGOSTO
dal 25 al 7 Settembre Mostra Mercato “Antiquariato in Villa III Edizione – Centro Storico

SETTEMBRE
dal 5 al 11 Palio delle Quadre – Centro Storico

Farfalle al salmone – Antonietta

Ingredienti
1/2 kg farfalle
1 pacco salmone già confezionato
1 sclogno
1/2 cipolla
prezzemolo
1 bicchiere vino bianco
margarina o chi preferisci burro

Preparazione
In un tegame sciogliere la margarina insieme alla cipolla e lo scalogno tagliati finemente poi aggiungete il salmone sempre tagliato finemente e amalgamate il tutto infine mettete il vino e sfumate, cuocete le farfalle appena cotte, versatele sul composto aggiungete il prezzemolo

A piacere potete aggiungere anche panna da cucina. Antonietta

Palio – Isola Dovarese (CR)

Da venerdì 10 a domenica 12 settembre 2010

44° Edizione

Alle 19 inizia la magia

Il borgo suddiviso in contrade farà un tuffo nel passato, un viaggio virtuale nel Rinascimento
Un viaggio nel tempo nei profumi, colori, sapori dell’epoca rinascimentale nei banchetti “cortesi” e nelle taverne
Sapori antichi, ricette di altri tempi che si possono assaggiare nelle taverne, piatti tipici rinascimentale accompagnati da vini speziati. Non dimenticate di cambiare i soldi all’uffico cambio ” Officio de cambio”, gli Euro non valgono nulla, per mangiare servono i  Quattrini

Gli Gnocchi – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

Gli Gnocchi l’etimologia di questa parola, se di origine longobarda, vuole indicare la forma del nodo di legno ma è anche probabile che derivi dalla forma della nocca delle dita; resta comunque accertato che sotto questa denominazione, abbiamo forme di gnocchi molto diverse tra di loro.

Italiana Sommelier

Noce Moscata – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

La Noce Moscata serve sicuramente ad insaporire molti Piatti della Cucina Italiana, ma dobbiamo fare attenzione a non abusare in quanto contiene delle sostanze che la fanno assomigliare ad una Droga . Se ne ingeriamo es. 20 gr possiamo avere delle allucinazioni; dosi più grandi possono avere conseguenze ben peggiori.
Comunque la Noce moscata è il seme del frutto rosso-giallognolo della Myristica Fragrans, grosso albero sempreverde della famiglia delle Miristicacee, coltivato nelle Molucche, nelle Filippine, in India, Indonesia, a Zanzibar, in Guyana e in Brasile.
E’ il seme di un frutto aromatico di un albero originario delle Molucche e diffuso in tutte le regioni tropicali. I frutti sono bacche carnose di colore giallo simile alle albicocche, ( il Macis, anch’esso è una spezia) contenenti un seme ovale rivestito di un sottile guscio

Italiana Sommelier.

Gli gnocchi a Genova – Giacomo Bezzi

In genovese gli gnocchi si chiamano troffie (con due f e non come è scritto sui pacchetti dei supermercati) e sono di patate.
La loro morte, ovvio, col pesto; ma anche col tuccu de funzi (sugo di funghi, per il popolo).
Quelli fatti a cavatappo, e che sono di semola di grono duro, si chiamano troffiette di Recco, in omaggio alla cittadina faro della cucina ligure.
Anche con queste ultime, pesto e tuccu de funzi.

I piatti tradizionali dell’epopea del Brigantaggio con Gli Sciarmathi – Castelforte (LT)

Sabato 27 marzo 2010

Un tuffo nel passato con La Notte del Brigante

Dove la musica dei popoli si suona e si balla

La Notte dei Briganti nell’Osteria Terra di Briganti di Castelforte… 
Per Sabato 27 Marzo 2010 con inizio alle 21 abbiamo una formazione locale che ripropone la musica popolare come si ascolta negli Aurunci. Il sound di Coreno, SS Cosma e Castelforte si mescololano tra tradizione e nostalgia. All’organetto abbiamo il talentuoso Maurizio Di Bello, mentre alle percussioni Domenico Di Siena e Domenico Tucciarone.. La vera tradizione senza slanci di modernitàcome va’di moda spesso.. Stasera il suono sarà quello dei vecchi tempi andati… ma non quando si viene nella “Terra di Briganti”. L’Oste propone tra le altre specialita’ piatti a base di capra, cinghiale e le famose zuppe di legumi. La brace èsempre calda per chi invece voglia assaggiare le carni sapientemente arrostite…

Osteria Terra di Briganti   
Via delle Terme 34 
Castelforte (LT)
Telefono  0771608730
osteriaterradibriganti@live.it

Vino & solidarietà – Un’iniziativa da sostenere

Per ogni bottiglia venduta di Rubino Balasso Barone Zerilli – Cantina Reale 50 centesimi di euro verranno donati al ‘Centro di crisi per bambini’.

Si presentano così a Ricette di casa….

 

“Eravamo quattro amici al bar……”,  potrebbe iniziare così la storia del Rubino Balasso Barone Zerilli, un vino nato per caso, da un rapporto professionale diventato amicizia, stima e collaborazione tra Massimo e Gianni Boselli di Cantina Reale, www.cantinareale.it, e Diana Zerilli pr Milanese attiva da cinque anni nei settori food, arte, moda, tra Milano, New York, Hong Kong e Londra.

Uniti da una passione reciproca per il vino, le sfide e l’avventura, Massimo Boselli e Diana Zerilli decidono così di firmare una produzione limitata destinata ad un segmento di nicchia sia in Italia che sui mercati.

Rubino Balasso Barone Zerilli, prodotto da Cantina Reale, è il tipico vino Mantovano ottenuto dall’insieme di Merlot, Cabernet, Sangiovese e Molinara. E’ un vino semplice dal colore rosso rubino, tendente al cerasuolo con la maturazione, profumo vinoso, delicato, gradevole, molto elegante, sapore asciutto, armonico. Adatto per carni rosse, salami crudi, le minestre robuste, il pesce d’acqua dolce fritto e gli stufati.

Ha una gradazione di 12.50%.

La passione per le sfide aumenta quando si cerca di vendere con il cuore e di legare un ottimo vino ad un’azione di solidarieta’ vera ed autentica, quale quella di sostenere il ‘Centro di crisi per bambini’ di San Pietroburgo in Russia, gestito dai frati francescani assieme alla Chiesa ortodossa. Il ‘Centro di crisi per bambini’ aiuta bambini e ragazzi abbandonati dai genitori (per informazioni circa l’attivita’ svolta rivolgersi a fr. Stefano: bratstefano@rambler.ru).

Per ogni bottiglia venduta di Rubino Balasso Barone Zerilli – Cantina Reale 50 centesimi di euro verranno donati al ‘Centro di crisi per bambini’.

L’iniziativa e’ valida per tutto il 2009.

Azienda Agricola Reale di Boselli Massimo e Gianni
Via Volta – Mozambano 34
Volta Mantovana (MN)
Telefono +39 0376 83409  
Fax +39 0376 802603
P.IVA – 01832500209
info@cantinareale.it

Frate Stefano Invernizzi, francescano ci presenta il centro di Crisi per bambini

“…Assieme ai fratelli della Chiesa Ortodossa e della Chiesa Luterana è stata costituita un’Associazione, “Il Centro di crisi per bambini”, che, per ora, ha in attività un “Telefono di fiducia“, presso il quale si raccolgono i segnali di disagio delle famiglie, genitori e ragazzi, e dove si cerca di prevenire il peggioramento di situazioni a rischio; due “Centri diurni” presso i quali i bambini più piccoli (fino ai dodici anni) e i ragazzi più grandi (fino ai diciassette anni) hanno la possibilità di trascorrere il pomeriggio (al caldo!) svolgendo attività di animazione e di formazione, nonché di recupero scolastico.

Si cerca anche, là dove è possibile, di lavorare con i genitori per rimuovere quei problemi che hanno portato questi ragazzi a vivere abbandonati in strada.

Attiva è anche una “Mensa” dove i ragazzi si possono sfamare quotidianamente.

Sui problemi dei ragazzi abbandonati è stato anche aperto il seguente “Sito Internet” http://wwwbesprizornik.spb.ru, nelle versioni russa, inglese e italiana.

Nell’ottobre 2004 è partita una “Scuola mobile”, per offrire il recupero scolastico di anni persi sulla strada a quei ragazzi che desiderano riprendere lo studio.

Dal gennaio 2005 è stato aperto un “Albergo notturno” capace di ospitare ragazzi senza casa che intendono tornare a condurre, o iniziare, una vita normale, abbandonando la strada.

Mentre dal settembre 2006 è stato avviato un “Centro della famiglia” per aiutare le famiglie in difficoltà  e prevenire il disagio nei minori.

In questo “centro della famiglia” è attivo una sorta di consultorio familiare nel quale, tra l’altro, si offrono consulenze anche a quei genitori russi che desiderano adottare o prendere in affido uno di quei 700.000 minori che vivono negli orfanotrofi.

Inoltre, vi è una ‘Scuola genitori’ per coloro che hanno un figlio adolescente e si tenta anche di costruire una ‘cultura della famiglia’ infondendone i valori nella società attraverso l’organizzazione di convegni e conferenze.

Da qualche anno, infine, vi è un progetto, lo “Spazio della gioia” per l’animazione del tempo libero dei ragazzi autistici e delle loro famiglie e dal settembre 2008 è attivo un “Laboratorio” per offrire loro una attività lavorativa protetta.

Nell’aprile dell’anno 2009 è stato avviato un progetto di servizio presso l’Ospedale pediatrico N. 5 di San Pietroburgo per stare accanto ai bambini che spesso sono costretti a passare in solitudine la loro degenza ospedaliera.

Al “Centro di crisi per bambini”, si sta riorganizzando ora il servizio psicologico e sociale operante trasversalmente in tutti i settori (telefono e centri diurni).

Si sta progettando anche l’apertura di una casa-famiglia per i ragazzi autistici e si guardano con interesse anche altri campi sociali particolarmente bisognosi del nostro aiuto verso cui eventualmente dirigere l’attenzione: anziani, ammalati di AIDS e tossicodipendenti, in particolare.

A tale proposito è di prossima apertura (entro la fine dell’anno 2009) una casa di accoglienza per i bambini sieropositivi, dai zero ai cinque anni, e per bambini della stessa eta’ che hanno subito violenze o sono stati abbandonati dai genitori.


Frate Stefano Invernizzi, francescano

(bratstefano@rambler.ru)”

L’etichetta – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

Il vino è fatto d’uva, e questa certezza va tutelata e difesa con una chiara e corretta informazione tramite l’etichetta che informa correttamente il consumatore sul prodotto che sta acquistando, le sue caratteristiche salienti, non solo quindi un veicolo di frasi emozionali inserite dall’ufficio marketing del produttore per attirare l’attenzione.
L’etichetta è la parte estetica della bottiglia, che non ha solo la funzione di abbellire. All’interno di questa, troviamo una serie di informazioni utili sul vino esempio il grado alcolico, l’anno di vendemmia, la classificazione di legge alla quale appartiene il vino, se questo è stato messo in bottiglia dal produttore o da terzi ecc.

Italiana Sommelier


Vino da Leggere, vino da mangiare Chef Arturo Dori – Firenze (FI)

Mercoledì 9 dicembre 2009

Casa della Creatività
vicolo Santa Maria Maggiore 1
Firenze (FI)

Sarà Arturo Dori, chef a domicilio, il protagonista del food show, “Vino da Leggere, vino da mangiare”, che si terrà domani mercoledì 9 dicembre alle ore 19 alla Casa della Creatività (vicolo Santa Maria Maggiore 1 – Firenze) in occasione della manifestazione Vignaioli & Vignerons.
Le performance, nate da un’idea di Leonardo Romanelli, giornalista e critico enogastronomico, ripropongono un format ormai collaudato con successo nel corso di deGustiBooks, la rassegna che riunisce il piacere della tavola e quello della lettura. Arturo Dori sarà chiamato a raccontare ciò che lo ha spinto a creare un determinato piatto che preparerà passo dopo passo davanti al pubblico, che poi, naturalmente, assaggerà la pietanza
Nel corso dell’appuntamento presso la Casa della Creatività, il tema comune dei piatti preparati dai due chef sarà il vino: Nettare di Bacco come ingrediente o come altro ancora?

Corso gratuito di Burraco – Magione (PG)

Mercoledì 9 dicembre 2009

Osteria Rosso di Sera
Via F.lli Papini 79 – San Feliciano
( Magione PG )
Telefono  075 8476277 – cell 392 5234622

Corso gratuito di BURRACO!

E per i soli partecipanti al corso che la vorranno è anche prevista una cena promozionale a soli 10€ !