Fine settimana di sport ed enogastronomia a Mercatello sul Metauro per festeggiare Santa Veronca Giuliani

La veste recuperata di Beata MargheritaFine settimana di sport ed enogastronomia a Mercatello sul Metauro per festeggiare Santa Veronca Giuliani

Durante la settimana di celebrazioni è rientrata a Mercatello anche la veste della Beata Margherita, fino ad oggi custodita dalla Curia di Venezia

MERCATELLO SUL METAURO  (Pesaro e Urbino) – Chiusura all’insegna dell’enogastronomia e dello sport per la settimana di festeggiamenti in onore di Santa Veronica Giuliani e la Beata Margherita a Mercatello sul Metauro, in Provincia di Pesaro e Urbino.

Sabato 27 e domenica 28 giugno, le celebrazioni in onore delle due religiose si tingeranno infatti di una nota di folclore con una serie di iniziative dedicate allo sport e alle tipicità gastronomiche del territorio. Il primo appuntamento è per sabato 27, quando andrà in scena uno show cooking sulla cucina povera di Santa Veronica – la quale, mentre era in monastero dalle Clarisse a Città di Castello aveva svolto mansioni di cuoca – accompagnato dallo studio e la presentazione di un piatto tipico con successiva degustazione.

Domenica 28 giugno dopo la Santa Messa, la giornata assumerà invece i colori dello sport con due squadre di fioretto giovanile di Jesi e Pesaro che, insieme alle campionesse e ai dirigenti del Club scherma di Jesi, presenzieranno a questa giornata – da essi fortemente voluta – per sostenere la richiesta delle autorità civili, religiose e sportive di far diventare Santa Veronica Giuliani patrona degli schermidori.

Intanto in questi giorni, è tornata a Mercatello sul Metauro per essere esposta al pubblico, la veste di Beata Margherita della Metola, conservata fino ad oggi negli archivi-museo della Curia di Venezia e il cui rientro nella città natale è stato concesso dal Patriarca di Venezia Francesco Moraglia. La notizia del recupero della reliquia è giunta a Mercatello proprio durante i festeggiamenti in onore suo e di Santa Veronica e, al termine della settimana la veste di Beata Margherita sarà traslata in un luogo destinato a diventare un piccolo santuario dove saranno raccolti gli oggetti legati sia a Margherita sia a Santa Veronica, le due figure religiose che hanno trovato i natali a Mercatello.

Un fuori programma allungherà poi la festa fino al 4 luglio, con un concerto spettacolo dell’Orchestra Rossini di Pesaro in onore di Santa Veronica Giuliani, sempre a Mercatello sul Metauro.

Per saperne di più: www.veronicaemargherita.it

SANTA VERONICA GIULIANI

Veronica Giuliani, al secolo Orsola, è una delle più grandi mistiche della storia. Ebbe numerose rivelazioni e ricevette le Stimmate. Nata a Mercatello sul Metauro, nel 1660, visse cinquant’anni nel monastero delle Clarisse di Città di Castello. Entratavi 17enne, vi morì nel 1727, dopo essere stata cuoca, infermiera, maestra delle novizie e badessa. All’autopsia risultò che il cuore era trafitto da parte a parte. Dopo aver ricevuto le piaghe della Passione di Cristo, infatti – rivela nel diario spirituale – «piansi molto e con tutto il mio cuore pregai il Signore di volerle nascondere agli occhi di tutti». Nulla sapremmo delle esperienze di Veronica, se il direttore spirituale non le avesse ordinato di trascriverle. Lo fece per 30 anni e il risultato è il «Tesoro nascosto», pubblicato in 10 volumi dal 1825 al 1928. Morì nel Venerdì Santo, dopo 33 giorni di malattia. È santa dal 1839.

BEATA MARGHERITA

Beata Margherita (1287 – 1320) è una  figura di laica assai significativa nel panorama moderno dell’handicap, anzi dei “diversamente  abili”. Figlia  del castellano della Mètola, abbandonata  dalla  sua  famiglia perché  cieca, zoppa e gobba, è stata accolta  da un’altra  famiglia. Il suo valore non sta tanto nei suoi handicaps accettato con rassegnazione, ma nell’essere stata  capace di farsi promotrice  di bene, solidarietà e incoraggiamento nella famiglia e nella  città; per cui al momento della morte , a 33 anni, fu subito acclamata  santa e sepolta nella chiesa. Il suo corpo, intatto ancora  oggi, è visibile con i chiari riscontri delle sue difficoltà  fisiche. Nel cuore di lei (da una  famiglia abbandonata e da una finalmente accolta) furono trovati i segni della Santa  Famiglia di Nazaret. E’ stata proclamata dal vescovo diocesano patrona  dei non vedenti.

Infolinee: 0722.89593 o 338.3693381

Ufficio stampa: Samuele Sabatini 328.6958008 – 329.6236574

Fine settimana di sport ed enogastronomia a Mercatello sul Metauro per festeggiare Santa Veronca Giulianiultima modifica: 2015-06-25T12:12:48+02:00da eleoma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento