Si cucina con le mani ma si pensa con il cuore Filippo Cogliandro

pesce spadapiccolaSi cucina con le mani ma si pensa con il cuore Filippo Cogliandro

L’ACCADEMIA GOURMET, un ristorante, principalmente una filosofia, un concetto, un progetto, una vita…….la vita di Filippo Cogliandro.
È incastonato come un gioiello nel cuore di Reggio Calabria, interni importanti, come quelli di una antica dimora piena di storia e di storie, arredi e colori, atmosfera evocativa. Tratti distintivi di un ristorante, con cui fanno il paio l’estro culinario dello chef patron Filippo Cogliandro e la garbata attenzione del direttore di sala Francesco Rando. L’uno in cucina, l’altro in sala, officiano il rito della tavola facendo parlare da sé una materia prima di altissima qualità accompagnata da etichette di tutto rispetto.

Nato in Calabria, lo chef ha un’appartenenza gastronomica ampia, frutto delle molteplici pescatricepicolaesperienze che lo hanno visto tra i fornelli, oggi ci confessa…..sono diventato cuoco quasi per caso.
L’imprinting culinario è il suo apprendistato gastronomico completato da una bella vena creativa, elementi che oggi gli permettono di raccontare storie di gusto con rara delicatezza, la sua capacità in grado di accostare armonicamente nel piatto gli ingredienti più diversi in intrecci inconsueti, creati con fantasia.
La sua materia prima d’elezione è il pesce, declinato in una miriade di sapori.
Imperdibile in apertura la sequenza di crudi di mare che fanno il paio la Pescatrice, i Troccoli, il riso Carnaroli di Sibari, il Pesce Spada dello Stretto, lo Speak Aspromontano, la cipolla viola, il Carbonaro dell’Alaska, la patata rossa di Tropea…..la sua Calabria, i sapori, i colori, il suo mare, il suo mondo.

E’ chiaro che nel cuore di Filippo Cogliandro c’è la sua terra e il suo obiettivo e’ quello di contribuire a dare alla Calabria un’identità gastronomica ben definita, attraverso la valorizzazione delle realtà locali, creando profonde sinergie fra i prodotti del suo territorio, i produttori di vino e naturalmente l’agricoltura. In questo modo la secolare cura del territorio diventa, attraverso anche la sua scuola di cucina, un patrimonio da trasmettere ai giovani e da gustare. Filippo è fermamente convinto che la sua cucina, la sua arte culinaria, per essere tale, debba poggiare sull’alta qualità delle materie prime e sul rispetto del prodotto e del territorio, trovando in quest’ultimo la sua fonte di ispirazione; la sua è una continua ricerca della sua terra, non una rivisitazione nostalgica della “tradizione” ma piuttosto una filosofia che supera i confini della cucina e mira ad essere una sintesi attuale degli insegnamenti del passato. “Il mio impegno gastronomico ” dice ” si spiega con il rispetto del prodotto e l’arte di valorizzarlo al massimo usando materiale di primissima scelta e qualità con il metodo di cottura giusta. Il risultato deve essere visibile sia nel sapore che nell’estetica, delicato, semplice ma sorprendente”.

www.laccademia.it

Crediti ph: Stefano Mileto
Press: Cristina Vannuzzi

Si cucina con le mani ma si pensa con il cuore Filippo Cogliandroultima modifica: 2018-01-23T14:39:16+01:00da eleoma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento