Scadenza della uova

Normalmente le uova hanno una scadenza di 28 giorni.
E ‘ meglio sempre tenere le uova i frigorifero, meglio evitare sbalzi di temperatura.
Avete in casa delle uova, ma non sapete quando scadono e quindi se sono ancora buone? Riempite un recipiente grande poco più di una scodella, riempitelo di acqua fino al bordo, immergete l ‘uovo, se uovo rimarrà sul fondo è buono, se galleggia è da buttare. Perchè funzioni l’acqua deve ricoprire l’uovo di almeno 3 cm.

Per una marmellata densa – Giuseppe G.

Per ottenere una marmellata densa aggiungete per ogni kg di frutta una mela, perchè contiene la pectina un addensante naturale

Come si usa un forno a microonde – Riccardo S.

C’è chi è contro e chi è a favore del forno a microonde. Lasciate chi vi spieghi solo una cosa, in fatto di rischi di tumore utilizzandolo.

Il forno a microonde funziona a sfregamento delle molecole. Se non lasciate un periodo di riposo di almeno il 10 per cento della cottura (3 minuti se lo usate per mezz’ora; 6 se l’suo è di un’ora… e così via), la vivanda per forza di inerzia proseguirà il suo surriscaldamento nel piatto o nel vostro stomaco. Abbiate solo pazienza. Inoltre, controllare periodicamente lo sportello di chiusura che è la parte più soggetta a perdite e non apritelo mai quando il forno è in funzione. State a una distanza di almeno circa un metro o più. Buon appetito.

Sterilizzare i vasetti – Raffaella

Per marmellate o conserve.

Mettete i vasetti in una pentola con dell’acqua, portate a bollore, raggiunto il bollore, fate bollire per altri  20 minuti, spegnete e lasciate raffreddare i vasetti nell’acqua della bollitura.
I vostri vasetti sono pronti per essere rimpiti con marmellate, sott’oli.

La marmellata è pronta

Per sapere quando la marmellata è pronta

Per sapere quando la marmellata è pronta versatene una goccia in un piatto se si coagula è pronta, oppure versatene una goccia in un piatto, inarcate il piatto se la marmellata non cola è pronta.

Fare lo zucchero a velo – Giuseppe

Non avete lo zucchero a velo in casa, soprattutto quando serve?
Fatelo voi.
In tal modo avrete in qualsiasi momento lo zucchero a velo in casa ed inoltre risparmierete.

Ingredienti
250 gr di zucchero

Preparazione
Prendete lo zucchero mettetelo in un frullatore o in un mixer e frullatelo/mixatelo fino a ottenere lo zucchero a velo.
Quello che non utilizzate conservatelo in un contenitore chiuso.

 

Cattivi odori in casa

Avete cucinato qualcosa che non lascia un bell’odore in casa ad esempio i cavolfiori?
Mettete in un pentolino un po’di aceto (se volete allungato con acqua) e fatelo “andare” a fiamma bassissima fino a che avrete eliminato gli odori. Se volete potete mettere nella acqua anche un limone o un arancia o la sua buccia.

Consigli per la pasta briseè

La pasta briseè è un po’un jolly in cucina, perchè permette in pochi minuti, di creare torte dolci e salate, salatini, quiche, croissant… e fare bella figura con gli ospiti, soprattutto quando gli ospiti sono inattesi e si deve organizzare in poco tempo una cena improvvisata.
E’ molto versatile, perchè si può farcire con qualsiasi cosa: formaggi, verdure, carne, creme, frutta secca, frutta fresca…
La pasta briseè è versatile anche nelle sue forme, oltre alle torte salate e alle quiche, si possono fare  girelle, fagottini, primi o secondi, piatti in crosta, dolci, croissant ….  svariate golosità.
Esalta il sapore di ogni ingrediente con cui viene abbinata  regalando un gusto pieno ed avvolgente.
La pasta briseè fresca, normalmente è già stesa e pronta per essere farcita, toglietela dal frigorifero e lasciatela a temperatura ambiente per circa 10 minuti, mentre la pasta briseè congelata va scongelata un’oretta prima della farcitura, ma se la scongelerete qualche ora prima, faticherete meno a stenderla.
Srotolate ed adagiate la briseè mettendola direttamente in uno stampo o in una teglia, mantenete la stessa carta presente nella confezione per evitare di dover ungere la teglia, fate aderire la pasta ai bordi della teglia o dello stampo, eliminate la carta in eccedenza per evitare che si bruci, se utilizzerete stampi in silicone non sarà necessario l’utilizzo di carta forno.
Picchiettate il fondo con una forchetta, soprattutto quando si richiede un ripieno di cottura, non dimenticate di bucherellare con una forchetta il fondo della pasta, altrimenti rischiate che la briseè si gonfi.
Bucherellare la pasta è utile anche per favorire una cottura omogenea.
Farcite con il ripieno scelto, secondo la ricetta.
Quando preparate una torta salata con un ripieno particolarmente umido, portate la temperatura del forno a 200° C in modo da ottenere uan briseè più friabile
Potete fare una torta “aperta” e a vostro piacimento con i ritagli potrete sbizzarire la vostra fantasia a decorarla. Con le torte “aperte” se la ricetta lo permette, potete giocare con i colori dei suoi ingredienti, separandoli e divendendo la superfice a metà, in terzi o in quarti a secondo del colore diverso. Ampio spazio alla fantasia…
Potete fare una torta chiusa, utilizzando due rotoli di pasta briseè o una sola briseè divisa a metà.
Accendete il forno a 200° C almeno 10 minuti prima della cottura.
Cucinate secondo i tempi e le temperature previste dalla vostra ricetta.
I tempi di cottura variano a seconda della ricetta, delle dimensioni, dello spessore, della farcitura, del forno, la pasta può essere cotta a 200° – 230°, per 15/20 minuti o 30/40 minuti, la cosa migliore da fare, è controllare periodicamente. Per una cottura uniforme posizionate la teglia su un ripiano intermedio. Sarà pronta quando la pasta briseè si sarà dorata, se il ripieno è particolarmente umido, portate il forno a 200° C, in modo da ottenere una pasta più friabile.
Utilizzate la pasta che rimane, i ritagli, per decorare la vostra torta o per fare bastoncini o salatini da servire come aperitivo.

Cattivi odori in frigorifero

Ognuno dice la sua per togliere i cattivi odori dal frigorifero. C’è chi dice che iper eliminatre rapidamente i cattivi odori è sufficente mettere in frigorifero un recipiente con aceto caldo, e lasciarlo poi raffreddare (qualcuno potrebbe obbiettare che non è l’ideale per la temperatura del firgorifero, che tenderà ad alzarsi e quindi il Vostro frigorifero lavorerà e consumerà di più). Un altro metodo per eliminare i cattivi odori dal frigorifero o evitare il ricrearsi di questi ultimi, è mettere un bicchiere di aceto freddo nel frigorifero e lasciarlo in modo permanete all’interno del frigorifero. Altri ci suggeriscono di tagliare un limone a metà e lasciarla sempre in frigorifero, altri al suggerimento di prima aggiungono di prendere la mezza fetta di limone “impuntarla” con chiodi di garofano e lasciarla in modo permanete all’interno del frigorifero. Un altro metodo è mettere in frigorifero un bicchiere con del bicarbonato di sodio. Scegliete Voi il metodo che meglio Vi aggrada.

Montare i bianchi a neve

Per vedere se il bianco è montato bene mettete una forchetta nel mezzo dell’impasto quando la forchetta starà in piedi da sola il bianco sarà pronto. Per montare gli albumi a neve senza sbagliare ed evitare che la spuma rimanga troppo morbida e poco consistente o fare in modo che le chiare non si smontino, aggiungete un pizzico di sale.