Pane caldo con l’olio niente di più semplice niente di più buono

203791656_10225705392172607_2481858007824093245_n

Pane caldo con l’olio niente di più semplice niente di più buono

Quando le materie prime sono di qualità il risultato è sempre perfetto
Vorrei farvi sentire il profumo, ma soprattutto il gusto
A crudo una bella girata di un buon olio Olio San Giuseppe Redonda nocciola
@macinazionelendinara 80 anni di esperienza, cura, passione e amore
#animadelgrano
Filiera controllata
100 % grano italiano

202606969_10225705392412613_3021724112161416603_nIngredienti
Per il pane
1 bustina di #lievitomadre
300/320 gr circa acqua tiepida (la quantità dipende dalla durezza della farina deve fare una palla che non si appiccica)
560/580 gr di #Farina @macinazionelendinara
2 cucchiaini di sale (che potresti a piacere sciogliere in acqua io non lo faccio mai)
1 cucchiaino zucchero (o miele)

Preparazione
Impastate tutti ingredienti fino a che non si saranno amalgamati bene e avrete ottenuto un composto omogeneo e non si sarà formata una palla (io faccio impastare alla macchina del pane)
Mettete la palla a lievitare lontano da fonti di calore e non vicino a spifferi in un recipiente coperto da un panno e lo lasciate lievitare per 3 ore (io la prima lievitazione la faccio fare dentro la macchina del pane) poi fate lievitare nuovamente poi fate le forme (panini baguette trecce pagnotte ciabatte filoncini.) mettete il pane in teglia da forno (con carta forno sotto) e se avete tempo fate lievitare nuovamente
Scaldate il forno a 180/200 ° e cuocete fino a che non e dorato (se il forno non cuocere in modo uniforme girate la teglia o i panini)oppure io cuocio anche in friggitrice ad aria a 200 gradi fino ad ottenere la doratura
Visitate il loro sito farine per famiglie e farine per professionisti

#farinedequalita #farinetradizionali
#farina #farine #anima3colori #animadigrano
#animapasticcieria #granoitaliano

Fetuccine di koniac con pomodorini e zucchine

200326706_10225647179357323_2200482865345389437_nFetuccine di koniac con pomodorini e zucchine

Pronto in pochissimi minuti
Piatto veloce e buonissimo
Leggero dietetico con pochissime calorie saziante ricco di fibre cosa volete di più

Ingredienti
500 gr di #koniac formato #fettuccine
1 manciata #pomodorinipachinofreschi
2 #zucchine
#salearomatico 50 %sale e 50 %erbe aromatiche Beescot
#olio Olio San Giuseppe- Giffoni Valle Piana- SA
1 #cipolletta

200940872_10225647183837435_6872021389721806704_nPreparazione
Lavate e tagliate le verdure
Tagliate finemente la cipolla
In una padella @pentoleagnelliofficial in un filo di olio, fate rosolare la cipolletta, una volta dorata, aggiungete le zucchine e i pomodorini,lasciate le zucchine croccanti, gli ultimi 3 minuti aggiungete le fettuccine di koniac regolate cin il sale

#pentoleagnelli
#pentoleagnellianimadachef
#agnellisince 1907
#agnellisince1907 #aluminium
#padellaamantecare
#nontoccatemilapadella

#ricettedicasa #ricettedicasaele # ricetteveloci
#ricettefacili #ricettesemplici #instafood #foodstagram
#foodphotography
#instagood #foodgasm
#buonappetito #foodstagramwas #foodstagram #food #foodporn #foodof

Insalata fredda pomodorini, lonza ,sedano e cipolla di Tropea

204137398_10225705422253359_5026488688306451375_n

Insalata fredda

La lonza mangiata in modo alternativo
Insalata fredda lonza ,sedano, pomodorini, e cipolla di Tropea

Ingredienti
500 gr di lonza #maiale
una manciata #pomodorinipachinofreschi
2 #cipollarossaditropea
1 gambo #sedano
#olioextraverginediolivaitaliano Olio San Giuseppe
#salearomatico 50%sale e 50 % spezie Beescot

Preparazione
In padella in un filo di olio, rosolate una cipolla una volta dorata, aggiungete la lonza tagliata a pezzi, regolate con aromi e sale, terminate la cottura
Lavate e tagliate i pomodorini
Tagliate la cipolla
Lavate e tagliate il sedano
Unite il tutto e condite con spezie e sale e una bella girata di un ottimo olio
Servite fredda

Per cuocere la carne ho usato la mia padella @pentoleagnelliofficial non posso farne a meno

#pentoleagnelli
#pentoleagnellianimadachef
#agnellisince 1907
#agnellisince1907 #aluminium
#padellaamantecare
#nontoccatemilapadella

#ricettedicasa #ricettedicasaele
#ricetteveloci #ricettefacili
#ricettesemplici #instafood
#foodstagram
#foodphotography #instagood
#foodgasm #buonappetito
#foodstagramwas #foodstagram #food
#foodporn #foodoftheday

Prodotti dall’azienda agricola @terranerasalento

197570394_499547611461321_7849144071686318498_nPacco appena arrivato direttamente dal Salento, zona che io adoro , prodotti dall’azienda agricola @terranerasalento
Un pacco con pasta fatta con i legumi, i legumi in un formato alternativo e pronti in pochi minuti
I legumi spesso necessitano di tempo per essere cucinati, nel formato pasta, bastano invece pochi minuti
Ecco cosa proveremo
tubettini di ceci
penne rigate di ceci
rigatoni di ceci
fusilli di segale
tagliatelle di segale
maccheroncini di piselli nano
trecce di pisello nano
2 boccette con i pistilli di zafferano
197868883_499547624794653_3883853382301301913_nUn buon cereale – legume ho preso questi prodotti perché mia figlia non ama tantissimo i legumi, ma adora la pasta, spero che così riuscirò a fargliene mangiare di più
Contengono una buona percentuale di fibre e proteine indicate anche per chi è vegano
Questo brand mi ha incuriosito sia per i formati, ma soprattutto per le materie prime e anche prodotti alternativi, oltre che alla scelta di usare materie prime a km zero e la scelta di non usare pesticidi, non usare conservanti non vedo l’ora di provare questi prodotti, in tante ricette che condividerò ovviamente
Vi arrivano direttamente a casa in pochissimi giorni
Per ricette e recensioni visitate il blog
https://Ricettedicasa.myblog.it

Grissini all’ olio di nocciola Tester Angi

facebook_1623077298115_6807679603792971939 (1)Grissini  all’ olio di nocciola

Buon  sabato , eccomi  come promesso ho preparato con l ‘ olio di  nocciole  @redondagiffoni  i grissini , sono  venuti buonissimi fragranti fuori , morbidi dentro,  con  un gusto  originale  e delizioso grazie al loro eccellente  olio!

Ingredienti:
400 gr farina
200 ml acqua
50 gr olio di nocciole
q.b Sale
Zucchero un cucchiano
bustina Lievito istantaneo mezza

Preparazione
Versate  nella planetaria munita di gancio  gli  ingredienti  tranne  il sale ,lavorate l ‘ impasto  finché  risulterà  liscio  e si staccherà  dal gancio  quindi aggiungete il pizzico di sale  e lavoratelo per un altro minuto.
Tagliate l ‘ impasto in pezzature  di circa  50g  quindi  stendetela  formate i grissini  e adagiateli sulla placca rivestita di carta forno e infornateli a 200 gradi per 15 minuti .
Sono buoni da soli ma anche  accompagnati  a salumi e formaggi

I vini di Villa Saletta per cene d’autore in alcuni tra i migliori ristoranti italiani

VS-0593 (2)I vini di Villa Saletta per cene d’autore in alcuni tra i migliori ristoranti italiani
Sei cene firmate da grandi chef per conoscere o riassaporare le etichette della cantina toscana Villa Saletta
Peter Brunel, Glass Osteria, All’Oro, IYO Experience,
Osteria la Fontanina,
Giancarlo Morelli dell’Hotel Viu Milan

Un tour unico che toccherà quattro città italiane – Arco (Tn), Milano, Verona e Roma – quello che vedrà protagonista l’azienda Villa Saletta di Palaia, nelle colline pisane; una splendida e singolare realtà di 720 ettari che si affaccia da quest’anno sul mercato italiano, e per questo una vera novità, ma da diversi anni già conosciuta all’estero e premiata dalle principali guide internazionali di settore.

In collaborazione con il Gambero Rosso, Villa Saletta Tour vedrà la realizzazione di sei cene aperte al pubblico in esclusivi ristoranti italiani: Peter Brunel ad Arco (Tn), Glass Osteria a Roma, All’Oro sempre a Roma, IYO Experience a Milano, Osteria la Fontanina a Verona e Giancarlo Morelli dell’Hotel Viu Milan a Milano.

I vini della cantina Villa Saletta, di proprietà della famiglia inglese Hands, dove vino ed agricoltura sono il file rouge e con un imponente progetto in ponte che darà vita, nell’antico borgo trecentesco Villa Saletta, ad un’accoglienza a sette stelle, incontreranno i piatti di sei chef tra i più premiati e riconosciuti in Italia ed all’estero.

In occasione di queste cene sarà possibile assaporare una selezione delle etichette dell’azienda che attualmente produce Spumante Rosè 2014 metodo classico da uve sangiovese, Rosato 2020 blend delle uve aziendali – sangiovese, cabernet franc, cabernet sauvignon e merlot, il Chianti Superiore Docg 2016, l’Igt Toscana Chiave di Saletta 2016 blend di sangiovese, cabernet sauvignon e franc e merlot, l’Igt Toscana Riccardi 100% sangiovese, l’Igt Toscana Giulia 2016 cabernet Franc (60%) e cabernet Sauvignon e l’Igt Toscana 980 AD 2015 100% Cabernet Franc.

I vini saranno introdotti dall’amministratore delegato e direttore tecnico di Villa Saletta David Landini, toscano di origini con alle spalle importanti collaborazioni tra cui Antinori, Frescobaldi, Bertani Domains, e da un esperto della Guida Vini Gambero Rosso.

Le serate vedranno la creazione di un menù degustazione composto da piatti che si sposeranno al meglio con le etichette della cantina.

Calendario cene

Peter Brunel (Arco – Tn): venerdì 25 giugno

Glass Osteria (Roma): giovedì 15 luglio

All’Oro (Roma): lunedì 19 luglio

IYO Experience (Milano): lunedì 20 settembre

Osteria la Fontanina (Verona): giovedì 21 ottobre
Giancarlo Morelli dell’Hotel Viu Milan (Milano): lunedì 25 ottobre

Per maggiori info: Villa Saletta on Tour

Villa Saletta

Di proprietà della famiglia inglese Hands, attivi nel mondo della finanza e dell’hotellerie di lusso, Villa Saletta a Palaia (Pi), un’antica fattoria di 720 ettari tra boschi, ulivi, vigne da cui attualmente si producono 100.000 bottiglie annue, coltivazioni, uno storico borgo trecentesco, antichi casolari e ville per l’ospitalità, vedrà presto l’avvio dei lavori per dare vita ad un’accoglienza di altissimo livello che ruoterà attorno al tema vino, offrendo inoltre ristorazione e gastronomia di qualità.

Con un investimento di 250 milioni di euro, di cui 60 milioni già investiti per l’acquisizione della tenuta avvenuta nel 2000, per la costruzione della cantina provvisoria e per l’espianto e l’impianto delle vigne, si lavorerà affinchè questa antichissima tenuta risalente al 980 d.C., data del primo resoconto scritto sulla produzione di vino nella sue terre, possa non solo tornare a nuovo splendore ma diventare una realtà virtuosa, promotrice del vino di qualità, legata e connessa con il territorio.

Tra alcuni mesi cominceranno i lavori per la costruzione della nuova cantina, a cui seguiranno quelli per la ristrutturazione dell’antico borgo Villa Saletta che diventerà, mantenendo intatta la sua struttura originaria e la sua bellezza architettonica, un resort di lusso con 43 appartamenti di circa 300 mq l’uno con spa, personale di servizio e chef privati. Oltre a questo ci saranno 2 ristoranti di alto livello di cui uno aperto anche al pubblico.

Focus centrale di questo grande progetto saranno il vino e l’agricoltura attorno ai quali ruoteranno la maggior parte delle esperienze che gli ospiti potranno vivere alloggiando a Villa Saletta.

La parte agronomica, già attiva, è dal 2015 sotto la direzione dell’enologo ed agronomo David Landini, toscano di origini, che è anche direttore ed amministratore di Villa Saletta dove si producono vini da uve sangiovese, cabernet franc, cabernet sauvignon e merlot allevate in pari proporzione su 30 ettari, di cui 17 a regime. I vigneti arriveranno ad un massimo di 40 ettari.

La cantina attuale, progettata dalla studio Rossiprodi, sorge in località Montanelli a Palaia in provincia di Pisa. Qui, in attesa della costruzione del nuovo edificio, dalle uve raccolte nella proprietà e poi vinificate prendono vita sette etichette: uno spumante metodo classico da sangiovese, un rosato bland di tutte le uve della proprietà, un Chianti Docg e 4 vini rossi Igt Toscana.

La nuova cantina, che vedrà un investimento di circa 15 milioni di euro, prevederà il recupero di una superficie esistente di 1100 mq, appartenente ad un antico casolare poco distante dall’attuale cantina, e di ulteriori 1600 mq, tutti destinati destinati all’accoglienza, alla ristorazione ed ai wine club members. L’area dedicata alla vinificazione, totalmente interrata si svilupperà su 2300 mq.
L’attuale cantina, invece, sarà utilizzata per la gestione della parte agricola, per gli uffici, per la stabilizzazione dei vini, per l’imbottigliamento e per la logistica. A pochi metri da qui nasceranno una osteria ed un negozio dove si promuoverà la cultura gastronomica locale.

A Villa Saletta la produzione non riguarda soltanto il vino e questo al fine di sostenere continuamente la biodiversità: per tale motivo gran parte del territorio è destinato a varie coltivazioni agricole come orzo, avena, pioppi, erbe e fiori di campo. Tutto ciò viene fatto, oltre che per favorire la biodiversità e l’equilibrio dell’ambiente, per tenere viva la straordinaria tradizione di questa fattoria.
Anima di Villa Saletta è anche la selvaggina che ha sempre svolto un ruolo importante nella vita della fattoria e ne racconta la storia: qui, infatti, da oltre due secoli, si tiene la caccia all’inglese al fagiano che ha portato una volta, proprio in queste terre, anche la Regina Vittoria.

Importante per questa realtà è anche la olivicoltura, ben radicata in questa proprietà. È dal 17° secolo, infatti, che a Villa Saletta gli ulivi, 34 ettari, sono parte integrante del paesaggio. Con le olive di oltre 6000 piante di varietà leccino, frantoio, moraiolo, pendolino e razzo, spremute a freddo, viene prodotto un extravergine biologico.

Nei terreni argillosi di Villa Saletta crescono inoltre diverse varietà di tartufi, compresi i pregiati bianchi e neri ed i tartufi neri invernali ed estivi. Qui è attiva anche la caccia al tartufo.

Per ciò che riguarda l’ospitalità Villa Saletta dispone attualmente di 3 ville dislocate nella sua proprietà, antichi casolari oggi portati a nuova luce grazie ad importanti opere di restauro che hanno visto l’utilizzo di tecniche nuove, tradizionali e di materiali toscani.
Ogni villa è specchio fedele del suo passato, con pavimenti in cotto impreziositi dai tipici motivi etruschi, persiane dipinte a mano e soffitti a volta.
Il passato in ogni struttura sposa i confort dell’accoglienza moderna di livello: ogni villa, infatti, è stata arredata e rifinita seguendo i più alti standard qualitativi.
Soggiornando nelle ville, ognuna delle quali con piscina all’aperto riscaldabile, si può andare alla scoperta della tenuta attraversando i tanti sentieri che solcano i boschi e passeggiando tra i vigneti.

Press Kit Villa Saletta

Credit Foto Cartella Alessandro Ghedina

Villa Saletta
via Fermi 14 – Loc Montanelli – PALAIA (PI) – Tel +39 (0)587 628121 -Sito

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica
e Studio Umami

Roberta Perna – Mail– 329.9293459 – Sito Roberta Perna

Redonda Giffoni tester Angi

facebook_1623075404772_6807671662538925263Rispettosa della natura   e della   tradizione  ecco  a voi Redonda Giffoni  una azienda  favolosa  che  impiega tanto  amore nel suo lavoro  .
Inizierò  da oggi questa nuova collaborazione  con gioia  , facendovi scoprire  la qualità  delle loro  referenze  , impiegandole in molteplici  ricette  .

Respectful of nature and tradition, here is Redonda Giffoni a fabulous company that uses a lot of love in its work.
I will start this new collaboration with joy from today, making you discover the quality of the gold references, using them in multiple recipes.

#homeblogger  #foodpoorn  #foodblogger  #foodlover  #noccciole #nocciolatonda #noccioladigiffoni #madeinitaly  #citynapoli  #instafood  #italianinfluencer

Tenuta Masselina in Romagna arricchisce proposta enoturistica con una mostra su un secolo di viticoltura e mondo agricolo

Tenuta Masselina in Romagna arricchisce proposta enoturistica con una mostra su un secolo di viticoltura e mondo agricolo

A Tenuta Masselina una collezione unica
In esposizione un secolo di viticoltura e mondo agricolo della Romagna. La mostra arricchisce la proposta enoturistica della Tenuta sulle colline di Castel Bolognese.

Castel Bolognese (24 maggio 2021) – Tenuta Masselina arricchisce la sua proposta enoturistica con un viaggio nella memoria lungo un secolo per un racconto della cultura vitivinicola e agricola, dal primo ‘900 ai giorni nostri. A proporla è l’azienda vitivinicola biologica di 22 ettari sulle colline di Castel Bolognese, tra Faenza e Imola, ospitata in un casolare di recente ristrutturazione che raccoglie una collezione di rara bellezza di attrezzi e macchine agricole e oggetti di alto artigianato.

Il percorso, dislocato in sei sale tematiche, è un cammino che attraversa il tempo e offre una panoramica di oltre cent’anni di vita nella Romagna contadina. A realizzarlo nella parte dei contenuti anche multimediali è l’azienda stessa in collaborazione con Hibou, realtà imolese che si occupa di progettazione e servizi culturali per musei, mostre e archivi.

Macchine e attrezzi, raccolti e perfettamente conservati in tanti anni da Emilio Pezzi di Bagnacavallo, oggi quasi novantenne, appassionato cultore della civiltà contadina che li ha affidati a Tenuta Masselina a futura memoria. Un’esposizione che vuole essere luogo di conoscenza e trasmissione alle generazioni a venire, per raccontare e divulgare la storia di viticoltori, artigiani e contadini della nostra terra.

Tra i numerosi oggetti in mostra, una collezione di gioghi ornati, il plaustro o carro agricolo a quattro ruote con timone per il trasporto dell’uva che la tradizione romagnola vuole dipinto a mano, utensili di cantina e per la lavorazione della canapa di grande pregio.

Nel cuore dell’azienda, l’esposizione si unisce al racconto della tenuta dove la produzione di vini biologici, l’enoteca, gli spazi polifunzionali per l’ospitalità e i luoghi di affinamento dei vini rappresentano il percorso che caratterizza la proposta enoturistica di Tenuta Masselina.

“La collezione è una nuova esperienza per chi visita Tenuta Masselina – spiega Marco Nannetti, Presidente Terre Cevico, gruppo che controlla la tenuta vitivinicola -. Una proposta che si aggiunge ai percorsi di degustazione e ci consente di ampliare il racconto del vino nel solco della sostenibilità non solo ambientale, ma anche etica, sociale e culturale. Un’esperienza che Masselina offre ai territori ed alle comunità della Romagna e non solo.”

Tenuta Masselina è un’azienda vitivinicola biologica che ottimizza la propria performance energetica attraverso l’utilizzo di energia da fonti rinnovabili (solare e geotermica, con pannelli e 14 pozzi che attingono ad una profondità di 110 metri) all’interno di spazi adeguatamente progettati e gestiti per ospitare un pubblico di enoturisti e appassionati, trasferendo attraverso il vino la propria filosofia di realtà che recupera sapienza e tradizioni dal passato con un progetto di recupero a 360 gradi. La struttura è certificata Casa Clima secondo gli standard di sostenibilità con il massimo grado.

Info Collezione.

L’esposizione è aperta al pubblico su prenotazione dal martedì al sabato con orario 9.00-12.30 e 15.00-18.30. La visita può essere abbinata a un percorso enologico che contempla varie proposte: cantina, vigna e degustazione.

L’ingresso alla collezione è gratuito.

Info Tenuta Masselina

Azienda agricola di 22 ettari, di cui 16 coltivati a vigneto in regime biologico e 6 di bosco, si trova a Castelbolognese sulla dorsale collinare tra Imola e Faenza. L’azienda si trova nell’MGA Serra della Doc Romagna Sangiovese, la menzione geografica più occidentale della denominazione, un vero spartiacque tra le consuetudini produttive Emiliane e quelle Romagnole. L’altitudine tra 100 e 250 metri s.l.m. su suoli argilloso-calcarei e la coltivazione dei vigneti è favorita dalla presenza di una ideale e quasi costante ventilazione. Particolarmente vocata alla produzione di vini bianchi, circa 40.000 le bottiglie totali prodotte, fra queste Sangiovese, Albana dai ritrovati vigneti a Pergoletta romagnola e lo spumante metodo classico affinato per 36 mesi all’interno dell’azienda. Sorge su una bellissima collina, dove i vigneti si alternano a bosco, pini e cipressi e la vista si spinge fino al mare.

Masselina fa leva su un nuovo racconto per la Romagna, un’identità tutta centrata sul recupero delle radici con uno sguardo al futuro, per una proposta enologica orientata alla sostenibilità ambientale con vini credibili e riconoscibili nel tempo per lo stile classico e dinamico.

Apertura da martedì al sabato con orario 9.00-12.30 e 15.00-18.30

Contatti: Tel. 0546 651004 info@masselina.it

Instagram tenutamasselina

Facebook Tenuta Masselina

www.masselina.it

Ufficio Stampa Tenuta Masselina

PrimaPagina Cesena

Filippo Fabbri 347.1567681

Filippo Fabbri – Agenzia PrimaPagina
Piazzale E. Vanoni, 100- 47522 Cesena
tel. 0547 24284
cell. 347 1567681
fabbri@agenziaprimapagina.it
http://www.agenziaprimapagina.it <http://www.agenziaprimapagina.it/>

Wine destination da vivere nella campagna Toscana

0ccccf57-9e61-f003-742e-3ff9407e8bda

Wine destination da vivere nella campagna Toscana

Le nuove tendenze per far ripartire il turismo enogastronomico: terapia del paesaggio e programmi “su misura” per il turista winelover

WINE DESTINATION DA VIVERE NELLA CAMPAGNA TOSCANA

Wine destination da vivere nella campagna Toscana

Assaggi itineranti alla scoperta di Chianti, Orcia e Supertuscan e della Cacio Experience: l’appuntamento è per tutti i weekend di giugno e luglio alla Fattoria del Colle di Trequanda (Si)

6784cd5b-9d03-b05f-2998-4752afe472dfUna Wine Experience d’estate nella Toscana dei grandi vini rossi, ospiti del borgo rurale cinquecentesco della Fattoria del Colle di Trequanda, affacciata sulle suggestive Crete Senesi. Un programma nuovo ed unico pensato “su misura” per i turisti – winelovers, che non solo si propone di soddisfare le esigenze di coloro che sono desiderosi di tornare a viaggiare in sicurezza nel post-pandemia, ma altresì si allinea con le tendenze del nuovo modo di vivere l’esperienza turistica, ovvero partecipando da protagonisti alle attività rendendo la vacanza unica e indimenticabile.

Una tendenza che Donatella Cinelli Colombini, produttrice vinicola (Fattoria del Colle e Casato Prime Donne a Montalcino), fondatrice del Movimento Turismo del Vino nonché ideatrice della giornata di Cantine Aperte, è riuscita ad interpretare prima di chiunque altro, tanto da rendere la Fattoria del Colle la prima Wine Destination in Toscana con un programma giornaliero di animazioni che coinvolgono il turista in modo partecipativo e con degustazioni di vini di altissimo livello anche all’aperto, il tutto immersi in una natura incontaminata circondati da un paesaggio di rara bellezza.

Una occasione imperdibile per chi vuole riprendere a fare turismo dopo la pandemia in modo nuovo, con la scelta della destinazione più che mai influenzata dalle opportunità offerte dal territorio in termini enogastronomici e di tradizioni e soprattutto dalle esperienze uniche ed autentiche che la wine destination è in grado di offrire.

Dedicate ai winelovers e non solo, ci sono infatti alla Fattoria del Colle, le visite guidate alla cappella e ai giardini storici, all’orto con i fiori edibili da assaggiare, le erbe aromatiche da toccare e le essenze più antiche tra cui pepe, aglione, cola assenzio da scoprire e ai vigneti per conoscere le particolarità del Sangiovese e dell’antico vitigno toscano Foglia Tonda. Ma soprattutto in cantina, con assaggi itineranti alla Fattoria del Colle di Chianti Superiore, Orcia DOC e Supertuscan nonché di olio extravergine di oliva. Anche il percorso di visita in cantina è rinnovato con una originale sala di degustazione per le esperienze della vigna. E poi c’è il formaggio Raviggiolo, alla cui preparazione si può assistere con una originale Cacio Experience. E non mancherà, nel programma dei weekend, la Wine Experience per eccellenza, ovvero il gioco dell’Enologo per un giorno. Con il quale ogni ospite, seguito da una esperta assaggiatrice che dispenserà consigli su come bilanciare i vari elementi del vino, potrà produrre il proprio Supertuscan da etichettare con nome personalizzato e portare a casa.

Una agenda ricca di interessanti spunti che si completano con un’escursione alla cantina del Brunello di Montalcino al Casato Prime Donne di Montalcino per un esclusivo assaggio di Rosso, Brunello di Montalcino e Brunello Riserva, accompagnato da itinerari di trekking nei vigneti biologici di Sangiovese e le installazioni artistiche come il Modernacolo creato per Carla Fendi, la cornice per i selfie oltre agli affreschi che introducono i visitatori alla storia di Montalcino e ai segreti produttivi del Brunello. Con 336 ettari di vigneti e oliveti BIO, campi di cereali e boschi, la Fattoria del Colle è il punto di partenza ideale anche per chi ama camminare e rilassarsi a contatto con la natura, ammirando panorami di rara bellezza che si rendono protagonisti di una vera e propria “terapia del paesaggio”, attraverso parchi attrezzati, percorsi naturalistici e panoramici per conoscere le diverse varietà di vite ed il ciclo vegetativo delle piante, un Fantabosco dove far divertire grandi e piccini ed un percorso segnalato per un “safari fotografico” con gli scorci paesaggistici più belli.
Un esempio di eccellenza di turismo enogastronomico esperienziale, in un contesto di comfort moderno condito con la semplicità accogliente della campagna toscana.

Il programma dettagliato è disponibile al sito www.cinellicolombini.it;

Fattoria del Colle, Località Trequanda (SI) tel. 0577 662108; info@cinellicolombini.it
Ufficio Stampa Marte Comunicazione snc;
Marzia Morganti Tempestini cell. 3356130800; marzia.morganti@gmail.com

Fattoria del Colle – Trequanda

Installazione in Cantina

Vigneti affacciati sulla Val d’Orcia

Donatella Cinelli Colombini
Località Colle
Trequanda, si 53020
Italy

La Trattoria di una volta…Il BBQ a Firenze

la ribollitaLa Trattoria di una volta…Il BBQ a Firenze
Avere cura dell’ospite vuol dire avere le stelle nel cuore

Firenze è bellissima ma i fiorentini non perdono tempo a dirlo, fanno finta che non gl’importi, che non si sappia, Firenze non ha tempo per guardarsi allo specchio, muta e si trasforma, ma è nella sua camaleontica natura, basta qualche chilometro e ci si trova in collina, terrazze a strapiombo su tanta bellezza, e la natura che qui certo non è matrigna, piena di colori, di cipressi, di tetti rossi.
La fiorentinaFirenze non indugia su se stessa, non si guarda, ma conferma la sua vocazione di città d’arte e di turismo ed è piena di volti, di storie di vita che vogliono dire soprattutto ospitalità. In questa città la cucina è fatta da personaggi che sono veri talenti, da generazioni, giovani, pazzoidi, geniali e sperimentatori, ma anche legati alle tradizioni, innovatori, provocatori, la filosofia dell’ospitalità, che a Firenze è il vero lusso, ovvero la semplicità, senza ricorrere a effetti speciali che ormai appaiono vuoti, privi di contenuti, dove si riscoprono gli ingredienti, si valorizzano le materie prime, perché qui cuochi si diventa cercando e sperimentando, frugando nella memoria alla ricerca di sapori e saperi, accorgendosi di cosa si ha ‘sotto il naso’, usando con intelligenza le risorse, senza mai abdicare alla qualità delle materie prime, che è poi la qualità della vita.
Un isola, Piazza Tasso, nel quartiere caro a Pratolini, l’Oltrarno Fiorentino, con il suo intreccio di voci e i personaggi che animano la città, che raccontano di “quel popolo incivilito e nutrito di storia qual è il fiorentino”, un oasi di silenzio, una piazza verde come uno smeraldo, palazzi severi, austeri, una boutique del gusto nella ristorazione gnocchi di patate al cavolo nerofiorentina, la Trattoria BBQ, gestita a livello familiare da due fratelli Cristian e Simone Lalli, qui il sapore è un percorso poliedrico che si alimenta di tutti i nostri sensi, si dice che bendandosi gli occhi la nostra concentrazione aumenti, che la ricezione delle papille si acutizzi, la sensibilità alle sfumature si accentui… può darsi, ma noi crediamo che la “percezione estetica del gusto” sia un’esperienza completa, un viaggio attraverso un equilibrio tra creatività, sostanza e immagine.
E i cinque sensi sono tutti perfettamente accordati, perché anche la vista gode di un armonia di colori, si cena all’aperto e all’angolo, posizionato tra Via della Chiesa e Via del Leone. occhieggia restaurata La Maestà’ dipinta da Tommaso di Stefano detto Giottino (Secolo XIV), una di quelle immagini sacre che caratterizzano la maggior parte delle piccole vie del centro storico fiorentino e i loro angoli. Una forma di architettura religiosa che risale all’epoca romana ma, a Firenze, ha visto la sua espansione nel 1200, in chiave moderna si può dire che sia una vera e propria forma di street art!
Aperto a pranzo e a cena, è un dehors affacciato su una calma piazza storica della città, nel cuore di San Frediano, che introduce a due sale interne, gli specchi, le tendine ricamate ai vetri ricordano un salotto bene, per sentirsi immediatamente a casa, un continuo dialogo tra interno ed esterno grazie alle pareti vetrate completamente apribili. Qui i tavoli hanno candidi tovagliati bianchi, oppure vengono lasciati a nudo per mostrare le calde venature del legno.
Ricette di casa, segreti e tecniche tramandati, modi di cucinare visti tutti i giorni, semplicità, pochi tecnicismi e rifiuto delle sovrastrutture sono i mantra della trattoria che lavora con materie prime tipiche della cucina toscana, freschissime e di qualità….si parte dal “fiasco in tavola” e poi la bistecca alla fiorentina, la ribollita, il baccalà, le frittelle di riso, pici salsiccia e cavolo nero, la tartare di manzo, l’olio bono, il pollo al mattone, le tagliatelle fatte a mano con il lampredotto, la farinata di cavolo, i fagioli toscani al fiasco……. Ma in sala si vive un singolare racconto dove il “primo attore” di questo viaggio del gusto è sicuramente la bistecca, regale, calda, quasi sensuale nella sua prepotenza, appena posata sul vassoio, unica…… “la fiorentina”! Territorio e stagionalità sono le linee guida della Trattoria BBQ, mentre in ogni ricetta il sapore, i colori e le consistenze degli ingredienti sono sempre ben riconoscibili, esaltati da un approccio che punta alla semplicità.

Trattoria BBQ Firenze
Piazza Torquato Tasso, 9/R
San Frediano – 50124
Telefono 055/5120376

Ciao Chef!

Ciao_ChefCiao Chef!

Roma, 21 Maggio 2021 – Ancora una grande novità per ALMATV, con un format da 20 puntate, nelle quali il sapiente e raffinato Roberto Scarnecchia, vuole presentare alcune proposte “importanti e di qualità” per una idea di cucina sana ed equilibrata, unendo la grazia e la contagiosa simpatia anche grazie alla conduzione di Antonella Biscardi. La partenza è prevista il 24 Maggio alle 21.30 sul canale 65 del digitale terrestre, con replica il giorno successivo, alle ore 16, venti puntate per 24 minuti di show dal lunedì al venerdì ed in replica il giorno dopo.

Roberto ScarnecchiaIn ogni programma, le sfide sono innumerevoli, ma le principali sono rappresentate dal realizzare un piatto speciale per un “amico speciale”, oltre che illustrare i processi di realizzazione, molto importanti, per curare quei dettagli e l’uso di prodotti di prima qualità, che permettono di ottenere un risultato straordinario (qui il promo della produzione).

“Se pensiamo al tonnarello cacio e pepe – aggiunge Roberto Scarnecchia, il piatto si veste di diversi sapori e gusti, a seconda, ad esempio, della stagionatura. 12 mesi per un pecorino è già importante, mentre la stessa stagionatura per il parmigiano, è pura dolcezza. I dettagli, la conoscenza dei prodotti principali, è un modo per vivere pienamente ogni preparazione. Con Antonella Biscardi, onoriamo l’ospitalità, l’amicizia e la cucina, con quei riti che rendono una occasione, un momento davvero speciale ed indimenticabile”.

Ciao Chef! racconta lati inediti della cucina, della cultura e del costume del Bel Paese, con un tocco elegante, divertente, con un fascino che cattura, in un ambiente minimale ed elegante, dove emerge netta l’originalità dello Chef, anche grazie alla sua narrazione morbida ed attenta, “condita” dal colore dato da Antonella Biscardi, alla continua scoperta delle nostre migliori realtà gastronomiche.

La tipologia di cucina presentata da chef Roberto Scarnecchia è “mediterranea” con tocchi personali e aggiunte particolari. La sua caratteristica è rielaborare piatti classici con l’influenza dei colori e sapori carpiti in giro per l’Italia, dove tra un trionfo sportivo e professionale, ha saputo attingere a piene mani.

Gli abbinamenti del piatto, specchio dei prodotti tipici enogastronomici dell’eccellenza italiana, si affida al suo amico Armando con il quale intercorre un rapporto colloquiale, professionale e confidenziale.

ROBERTO SCARNECCHIA

Roberto Scarnecchia è popolare per essere stato un ottimo giocatore di calcio (ha militato in serie A nelle squadre della Roma, Napoli, Pisa e Milan, giocando al fianco di Paulo Roberto Falcao e Carlo Ancelotti) avendo vinto due Coppe Italia con la maglia giallorossa, ma è anche allenatore e soprattutto, uno chef raffinato!

Dal 1990, è docente formatore. Iscritto a Scienze e Tecniche della Comunicazione alla Bocconi, tiene corsi di formazione per i crediti formativi. Segue un master per insegnare alla Business School ad Harvard, specializzandosi in “School education human development marketing and communication”. E’ in quel periodo, che segue “corsi e percorsi” da chef.

Alla fine degli anni 90, entra nella cucina di un locale aperto dal padre a Roma e l’anno successivo, cura la parte ristorativa del primo Milan Point. Gestisce con la famiglia, il ristorante Marina Palace a Genova ed il ristorante Undici a Roma, dove opera come chef e dispensatore della grande cultura gastronomica della Capitale. E’ ospite di numerose trasmissioni televisive ed è autore anche di un saggio di economia: l’uovo di Colombo.

ANTONELLA BISCARDI

Antonella Biscardi nasce a Napoli, vive a Roma, dove si laurea in architettura.

Dal 1993 svolge la sua attività nel settore della comunicazione televisiva, ideazione di programmi e attività di giornalista e scrittrice, coniugando la sua passione per l’arte e la scrittura.

Giornalista e Produttore Televisivo dal 1994 per Rai, Sky, TMC, La7 e molti altri canali televisivi nazionali.

Ideatrice di svariati programmi TV: “Visti dalle Stelle” per TMC, “Streamer” ed “A casa di” per Stream, “Area Gol” per La7, “Prima del Processo” per 7Gold

CIAO CHEF!

Venti puntate per 24 minuti di show,in onda dal 24 Maggio alle 21.30 (dal Lunedì al Venerdì) ed in replica dal 25 Maggio alle 16.00 (dal Lunedì al Venerdì).

ALMA TV

ALMA TV è disponibile alla numerazione LCN 65 del digitale terrestre per raccontare il meglio dell’Italia. Un grande progetto editoriale che nasce grazie alla partnership tra Alma Media e il Gruppo Sciscione, per portare i contenuti di Alice e Marcopolo più vicino nel telecomando e più vicino ai telespettatori.

ALMA TV racconta la bellezza e la forza del nostro Paese, fondendo definitivamente le capacità editoriali dei canali Alice e Marcopolo, che da oltre 20 anni raccontano il grande patrimonio agroalimentare nazionale e le bellezze dell’Italia.

Per maggiori informazioni

press@almatv.it

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG Lombardia
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/

Merenda nell’Oliveta

logo_Mipaaf_coloriMerenda nell’Oliveta

Dal 21 maggio al 27 giugno, eventi all’aria aperta in 13 Regioni
Al via la prima edizione della Merenda nell’Oliveta
Nelle 70 Città dell’Olio aderenti c’è voglia di ripartenza
L’iniziativa promossa dall’Associazione nazionale Città dell’Olio prevede: corsi di assaggio, laboratori didattici, incontri con olivicoltori, reading di poesie a tema olio, musica dal vivo all’ombra degli ulivi al tramonto

Un’esperienza tutta da vivere. Immersi nel paesaggio olivicolo, seduti all’ombra degli ulivi secolari testimoni di una civiltà millenaria, avvolti dai colori caldi del tramonto. logo-merendanellolivetaUn’occasione imperdibile per tornare alla normalità, al contatto con la natura e riscoprire il gusto della convivialità, lasciandosi incantare e cullare dalla magia e dalla bellezza dei parchi storici degli olivi e delle olivete.
La Merenda nell’Oliveta promossa dall’Associazione nazionale Città dell’Olio con il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali e del Ministero per i Merenda 4beni e le attività culturali, è tutto questo e molto di più. Una straordinaria occasione di ripartenza per le oltre 70 Città dell’Olio che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa e hanno accettato la sfida di organizzare eventi all’aperto, nel pieno rispetto delle normative anti Covid – per dare nuovo slancio al turismo – in particolare al turismo dell’olio – e riportare i visitatori nei tanti e bellissimi borghi autentici d’Italia.
“La prima edizione della Merenda nell’Oliveta è una grande scommessa di ripartenza LOGO + ANCO copiache la nostra Associazione ha sentito il dovere di raccogliere per dare un segnale di speranza in un momento così difficile per il nostro Paese – ha dichiarato Michele Sonnessa, Presidente Città dell’Olio – Grazie a questa iniziativa, le nostre Città dell’Olio torneranno a vivere, regalando ai cittadini e ai visitatori la possibilità di riappropriarsi di luoghi meno conosciuti e riscoprire la bellezza dello stare insieme tra i filari di olivi, logo_Mipaaf_coloriall’ombra di un maestoso ulivo secolare, affacciati sulle terrazze di olivi a godersi il tramonto, sempre però in sicurezza, rispettando le norme di distanziamento sociale. Questo è il nostro modo per celebrare l’olio Evo e i loro territori di produzione, invitando anche i turisti a tornare nei nostri borghi per scoprire quanto di straordinario sanno offrire”. Tredici sono le regioni coinvolte con Merende programmate nei weekend dal 21 maggio al 27 giugno e realizzate in collaborazione con la LILT. La ULIVO SECOLAREToscana è la regione più virtuosa con il maggior numero di eventi organizzati: 12. Segue la Puglia con 9 Merende e la Sardegna con 7. Si comincia dalla Basilicata, da Ruvo del Monte, dove sabato 22 maggio si terrà la prima Merenda nell’Oliveta. Il piccolo borgo nel potentino ha organizzato presso Casone Bucito una degustazione di olio extravergine di oliva locale e un incontro con frantoiani, agronomi e saggi del luogo per approfondire la conoscenza del paesaggio olivicolo locale. Prevista anche musica dal vivo, giochi e letture di poesie sull’olio per i bambini. Domenica 23 maggio a Vittorio Veneto in provincia di Treviso il programma della Merenda prevede una passeggiata per famiglie e adulti alla scoperta degli oliveti storici di Ceneda sul Colle di San Paolo con visita al frantoio e degustazionepresso l’Azienda Agricola Baccichetti. A seguire sono previste letture animate e laboratori creativi per i bambini. Tutti i partecipanti riceveranno un “cestino della merenda” e potranno concludere la giornata presso la Biblioteca Civica dove si terrà un incontro con bibliotecari e lettori volontari. Una domenica pomeriggio tra gli ulivi ci attende anche a Castel San Pietro Terme (BO) nel suggestivo paesaggio di Villa Amagioia all’interno del resort Palazzo di Varignana. La merenda nell’oliveta con Merenda 4degustazione a base di pane e olio EVO locale, sarà immersa in uno scenario mozzafiato con sottofondo musicale. Nei giorni successivi sono in programma la Merenda di Sestri Levante in provincia di Genova (25 maggio) che si terrà nell’Uliveto didattico della scuola elementare Papa Giovanni XXIII e coinvolgerà le classi in un laboratorio in collaborazione con il Centro di Educazione Ambientale e il LabTer Tigullio; la Merenda di Serracapriola in provincia di Foggia (29 maggio) dove sarà l’Oliveto storico e panoramico a fare da location ideale ad una passeggiata naturalistica durante la quale i partecipanti ascolteranno poesie e racconti in vernacolo per poi godersi al tramonto una degustazione di pane, olio Evo e primo sale. Sempre sabato 29 maggio a Castiglion Fiorentino (AR) ci attende un pomeriggio tra arte, musica e merenda tra gli olivi, una kermesse primaverile dedicata alla bellezza, alla natura, al paesaggio, all’artigianato e ai prodotti agroalimentari seguendo il percorso degli Antichi Mulini fino al Parco del Cilone. Domenica 30 maggio invece a Canino (VT) si terrà una camminata da Via Roma all’Oliveto secolare posto in località Santa Lucia dove sono previsti giochi, degustazioni di olio Evo con la guida di un esperto agronomo, letture di poesie e musica dal vivo. A San Vito Romano (RM) la Merenda inizia con una visita al Santuario della Madonna di Compigliano, accompagnati da una storica locale e prosegue con la camminata nel castagneto adiacente fino al frantoio La Rosciola, dove ad accogliere i partecipanti saranno i proprietari con la visita agli impianti di produzione e una degustazione a base di pane ed olio. Il mese di maggio si chiude con la Merenda di Leivi (GE) all’interno dell’Oliveto Storico in Località Crocetta, un evento riservato alle classi IV e V della scuola primaria a cui è dedicato un laboratorio grafico – pittorico sull’olivicoltura e una merenda all’aperto con camminata. Ma a giugno sono previste tantissime altre Merende: Maser (TV) il 2 giugno, Castel del Piano (GR) e Ripacandida (PZ) il 5 giugno, Sant’Elia Fiumerapido (FR), Montepulciano (SI) Castellina in Chianti (SI), Cuglieri (OR) e Sennori (SS) il 6 giugno e poi nei weekend successivi tutte le altre. (Scopri tutti gli eventi in corso di aggiornamento: www.merendanelloliveta.it)
Ufficio Stampa Associazione nazionale Città dell’Olio
Natascia Maesi
+ 39 335 7366225
natascia.maesi@gmail.com

Pentole Agnelli #agnellisince1907 #nontoccatemilapadella

187154961_10225432519870970_181292163440695701_nWoow sono arrivate le mie @pentoleagnelliofficial Non se la foto rende, ma sono davvero belle, curate nei minimi dettagli, impugnandole la sensazione è di praticità e maneggevolezza, non mi resta che provarle

Da oltre un secolo studiano, progettano e producono strumenti di cottura professionali. #pentoleagnelli oggi è sinonimo di qualità e rappresentano il #madeinitaly in tutto il mondo
L’ azienda nasce a Bergamo nel 1907 con il Cavaliere Baldassare Agnelli, che fonda La “Fabbrica di Alluminio Baldassare Agnelli” tramandata di generazione in generazione diventa un gruppo industriale, che ancora oggi da peso e identità culturale all’arte di cucinare.

#prodottiprofessionali #agnellisince1907
#aluminium #nontoccatemilapadella #quality
#qualità #security #sicurezza #ecofriendly
#greenmaterials #qualityproducts #gogreen  #sustainability

Riso konjac con polpo con pomodorini pachino e zucchine

175825330_10225201480895140_2251973701458379014_nRiso konjac con polpo con pomodorini pachino e zucchine

Un piatto semplice leggero digeribile ma soprattutto profumatissimo grazie ai profumi delle erbe aromatiche dell’azienda Beescot che vi consegnerà questi meravigliosi profumi a casa in meno di 48 ore La semplicità credo sia sempre il top anche in cucina, soprattutto quando le materie prime sono buone
Un piatto fresco ottimo per picnic pranzi veloci o pranzi in piscina
Facile da fare, da trasportare, leggero e digeribile

Ingredienti
1 kh di polpo
1 cipolla
1 carota
olio extra vergine di oliva
2 zucchine
1 manciata di pomodorini
sale aromatico 50 %sale 50%aromi #salearomatico #origanomaggiorana #rosmarino #timovulgaris #erbasalvia #alloro

Riso konjac con polpo con pomodorini pachino e zucchine (fritte in figgitrice ad aria)#prezzemolo aromatizzate con sale aromatico 50 %sale 50% aromi #salearomatico #origanomaggiorana #rosmarino #timovulgaris #erbasalvia #alloro Un piatto semplice leggero digeribile con pochissime calorie ma soprattutto profumatissimo grazie ai profumi delle erbe aromatiche dell’azienda Beescot che vi consegnerà questi meravigliosi profumi a casa in meno di 48 ore La semplicità credo sia sempre il top anche in cucina, soprattutto quando le materie prime sono buone

Preparazione
Lavate e a tagliate le verdure
Friggete le zucchine e cuocetele in padella, io le ho cotte in friggitrice ad aria a 200°
Cuocete come da vs abitudine il polpo, io l’ ho cotto nella pentola a pressione elettrica, con 1 carota 1 cipolla, in  tempi velocissimi
Sciacquate il riso di koniac se vs abitudine (io non lo faccio)
Tagliate il polpo e mettetelo in padella con le verdure e il riso di Koniac e saltatelo alcuni minuti in padella

 #ricettedicasa #ricettedicasaele #ricettefacili
#instafood #foodstagram #ricetteveloci
#foodphotography #ricettesemplici #instagood
#foodgasm #cena #dinner #cookinag #recipe
#solocosebuone #buonappetito #gnam
#yummy #delicious

Bruschettina con salame, philadelphia olive e carciofi

182717312_10225325450874312_1435576308816003281_nBruschettina con salame, philadelphia olive e carciofi
Non manca nulla formaggi, carboidrati, verdure, salumi in pochi centimetri tanto gusto
Un antipastino veloce e semplice e sfizioso
Per il pane
440 gr di farina PROBODY Intergrani_brand
Circa ad occhio 40 gr di farina BOLERO CINQUE CEREALI&SEMI Intergrani_italia
Per la bruschetta
Ingredienti per bruschetta
1 Carciofo biologico Agrimperiale SpA
1 fetta salame
Ho usato carciofi dell’azienda Agrimperiale SpA carciofi Pugliesi Biologici il Brunetto di Puglia che sono davvero buonissimi, genuini sembrano fatti in casa, carciofi eccellenti, in olio extravergine d’oliva fanno parte della Linea “I Purissimi”, di qualità superiore, sono prodotti naturali ed esclusivamente Italiani, raccolti a pochi km dallo stabilimento, davvero buonissimi  non mi sbilancio spesso ma sono davvero i migliori mai assaggiati sembrano fatti in casa
Adoro questa farina non è il solito pane ho usato una nuova farina, con una caratteristica interessante, direi unica nel suo genere, con il 70% di carboidrati in meno ideale per chi ama mantenersi leggero.
La #farina #PROBODY Intergrani_brand una farina integrale macinata a pietra lavica, polpa di baobab e cerealiuna 100%, integralmente macinata a pietra, con più proteine e meno carboidrati. Contiene la polpa di baobab è una fonte di vitamine. Contiene soprattutto vitamina C ma, anche vitamine del gruppo B.di fibre e ferro. Inoltre il baobab ha proprietà antinvecchiamento
Tostate il pane in forno, io ho usato la friggitrice ad aria a 200 gradi

Spadellata di verdura

Spadellata di verdura
La potete accompagnare con un cous cous
Ingredienti
mezzo cavolo cappuccio
1 gambo di sedano
2 cipolle
2 zucchine
1 melanzana
1 finocchio
sale
pepe
timo
maggiorana
zenzero
curry o curcuma a piacere

Preparazione
Lavate le verdure e tagliatele
In padella in olio rosolate, l ‘aglio eliminate l’aglio aggiungete la cipolla rosoltate aggiungete le verdure tagliate a pezzetti, regolate con sale e spezie e terminate la cottura

Chiocciole direttamente dalla Sicilia 100% Made in Sicily.

185025480_2073141929494958_7426767541686828992_n

Chiocciole appena consegnate a casa, consegna rapidissima, direttamente dalla Sicilia, sono prodotte dall’azienda @azienda_trinacria 100% Made in Sicily.

Sono della specie “Helix Aspersa” nate ed allevate in Sicilia all’aperto a ciclo naturale completo senza l’ausilio di prodotti fitosanitari e auxinici.
Già spurgate e pronte all’uso gastronomico, non mi resta che pensare a una ricettina per poterle cucinare

Sono un alimento dietetico ad alto valore nutritivo, hanno un buon apporto di proteine, circa 13-14% e sono povere di grassi che rappresentano solo l’ 1,5-2%, ricche di acidi grassi polinsaturi, utili a contro il colesterolo cattivo (LDL).
Sono un’ ottima fonte di vitamina B12 più delle carni rosse e contengono una grande quantità di sali minerali ferro, calcio , magnesio e rame.
Hanno un basso apporto energetico circa 70 Kcal per 100 gr quindi indicate anche nelle diete dimagranti
Sono un alimento sano, indicato anche a soggetti con ipercolesterolemia, ipertrigliceridemia .

Le carni risultano tenere, delicate e digeribili. Estremamente versatili si abbinano ai più diversi ingredienti.

Sono un alimento ecosostenibile. Gli allevamenti non producono emissioni inquinanti e l’ effetto serra è bassissimo e così come l’ impatto ambientale.
Possono essere alimentate con scarti vegetali ed hanno un effetto benefico sul terreno e sugli ecosistemi naturali. Le chiocciole sono la migliore risposta alla crescente domanda mondiale di proteine animali economiche, facili da produrre e con il minore impatto ambientale possibile.

Azienda Trinacria
www.aziendatrinacria.it
email azienda.trinacria@outlook.it
Tel. 349.5147634
https://www.facebook.com/Azienda-Trinacria-Terra-del-Sole-104366491424871
https://www.instagram.com/azienda_trinacria/

#elicicoltura #lumaca #lumachediterra #helixaspersa #allevamentolumache
#alimentazionesana #alimentazionecorretta #chiocciola #escargot
#snail #natura #ecofriendly #ecosostenibile #dieta #valorinutrizionali
#messinafood #messinaintavola #siciliaintavola
#villafrancatirrena #messina
#natura #biologia #madeinsicily
#madeinitaly #sicilia #messina
#naturephotography #naturephotography #dalcampoallatavola

Tendenza colore giallo sulla primavera 2021

foto fioreTendenza colore giallo sulla primavera 2021
Il giallo è tornato di moda, pennellate di più sfumature, dal pastello, limone, banana, canarino e zinco e a piccole dosi abbiamo già iniziato a indossarlo nella nostra quotidianità, incline alle ultime tendenze PE 2021, il giallo si fluidifica in tessuti impalpabili, prende volume in forme comfy o fascia il corpo femminile per esaltare le curve.
Dato che sono le tendenze moda a dettare legge il giallo si rivolge anche alla cucina, alla natura, allo star bene, alla nostra cura.

Maggio…..il fiore di zucca, il giallo che ci piace sulla tavola.
Patrizia PellegriniI consigli di Patrizia Pellegrini naturopata

La loro prima fioritura inizia in primavera, quando la stagione rinasce e l’energia della natura esprima la sua massima esplosione, ricco di elementi nutrizionali, elevato contenuto di vitamina A e vitamina C oltre ad oligoelementi e micro nutrienti come lo zinco e il selenio. I fiori di zucca, per il loro contenuto di ferro , calcio, iodio, vitamina A e C, stimolano tutti i metabolismi organici, senza disturbare l’organismo.
Se pensiamo al fiore di zucca in cucina il primo pensiero va al fiore di zucca in pastella capace di stimolare il metabolismo ma sapevate che se proposto a cena con pasta fatta in casa è un’ottima ricetta capace di assicurarvi un buon sonno ?
Cristina Todaro chefI fiori di zucca possono sostenere l’organismo con funzione diversa a secondo dell’associazione del pasto – consideriamo subito ciò che stuzzica di più la curiosità di chi legge rispetto alla diminuzione di peso, ebbene si …fiori di zucca in pastella una ricca insalata verde e dell’ananas , possono essere un pasto che stimola la funzione del fegato, sostenuto dalla presenza del carboidrato quale farina e un frutto ricco di acqua e zuccheri.
Anche nella donna in menopausa possiamo fruttare le virtù del fiore di zucca in pastella se li riempiamo di mozzarella e alici, per lo stimolo e l’apporto di calcio del formaggio e del pesce azzurro, completando l’associazione con un finocchio in pinzimonio e dell’ananas, capaci di contrastare l’eccesso di sali e la conseguente imbibizione.
Questi meravigliosi fiori, se associati ad un bel piatto di pasta e proposti a cena, evidenziano la proprietà sedativa conferita dal fiore a tutto tondo, il pistillo centrale qualitativamente ha proprietà che ritroviamo nel pistillo di zafferano.

image (7)TAGLIATELLE IN FIORE
Una ricetta gourmet della chef Cristina Todaro

Ingredienti per 2 persone:
200g di tagliatelle fatte in casa
20 fiori di zucca freschi
Per la maionese di pistillo
Pistilli di 10 fiori di zucca (togliendoli dalla quantita’ totale)
Olio evo
Sale q.b.
Per la fonduta di zucchine
2 zucchine (utilizzando solo la parte verde)
Olio evo q.b.
Un Cucchiaio di pecorino
15ml di latte ed acqua
Per impiattamento
Fiori crudi a piacere
5 mandorle sbriciolate
Scaldare latte ed acqua e mescolarci dentro il pecorino per fare una fonduta; pelare le zucchine e spadellare la parte verde con olio evo ed aglio, eliminandolo alla fine e frullare tutto unendo la fonduta di pecorino. Prendere i pistilli unire olio e poco sale e con frullatore ad immersione creare una specie di maionese.
Lessare le tagliatelle; nel frattempo tagliare a listelli i fiori di zucca utilizzando tutto (lasciandone per l’impiattamento) e spadellare velocemente con olio e aglio. Scolare la pasta direttamente in padella amalgamando con i fiori.
Nell’impiattamento utilizzare a piacere la maionese di pistilli e alla base delle tagliatelle adagiare un po’ di fonduta di zucchine

Stinco con cipolle e patate al forno

184062220_10225358148251726_2921112993791151471_nStinco con cipolle e patate al forno

Io uso il #salearomatico fatto con le piante aromatiche dell’azienda @az.agricola.beescot ( aromi 50 %sale 50%) #origanomaggiorana #rosmarino #timovulgaris #erbasalvia #alloro mi trovo bene da profumo a tutti i piatti

Ingredienti

2  stinchi di maiale #stinco
6 #patate
6  #cipolle
#vinirosso
#rosmarino
184511643_10225358145371654_7021020498811020307_nPreparazione
Pelate le patate
Pelate le cipolle
Una cipolla tagliatele 
In una pentola rosolate  in un filo di olio l’aglio, eliminate l’aglio ed aggiungete la cipolla tagliata finemente, una volta la dorata aggiungete gli stinchi e fate rosolare girandoli su tutti i lati, sfumate con il vino rosso,  condite con sale aromatico, aggiungete le patate e le cipolle intere e cuocete in forno caldo a 180 °

Arriva Enerjill il nuovo canale TV tutto dedicato al benessere e al fitness

Jill cooperArriva Enerjill  il nuovo canale TV tutto dedicato al benessere e al fitness

Roma, 10 Maggio 2021 – GM24 è orgogliosa di annunciare la nascita di ENERJILL, grazie alla rinnovata e forte collaborazione con Jill Cooper, con la nascita di un nuovo canale verticale alla numerazione Lcn 237 del digitale terrestre.

La regina del fitness presenta un canale dedicato al benessere, all’attività fisica e fitness, anche con show di vendita dedicati, allo scopo di offrire importanti consigli su come tenersi in forma e vivere in un ottimo stato psico-fisico, anche per le informazioni dedicate a nutrizione ed integrazione, che rappresentano un unicum e grande novità nel panorama televisivo italiano.

ENERJILL ha forte l’impronta della straordinaria personalità di Jill Cooper, per carattere, metodo, passione, con una grinta che contagia e coinvolge gli spettatori. E’ un canale verticale a tutto tondo, perché declina i temi del benessere anche nei settori del turismo, dei centri estetici, dei migliori prodotti disponibili sul mercato e delle novità sugli attrezzi da utilizzare, per un training personalizzato, con importanti risultati.

Jill Cooper Tapis 2“Sono felice per il progetto che riassume 30 anni di intensa carriera – ammette Jill Cooper, perché propone tutta la mia proposta per l’attività fisica e la grande attenzione per il benessere, con un forte contributo umano, psicologico e di grande empatia con il pubblico. E’ una sfida tanto appassionante quanto intensa, ma il solido rapporto che mi lega con GM24, mi convince che sarà una nuova occasione di crescita professionale”.

ENERJILL è intrattenimento senza limiti, con tante attività per fare esercizi e mantenersi attivi, sfruttando l’importante esperienza di Jill Cooper e l’arricchimento di proposte di prodotti, integratori, attrezzi per il fitness, abbigliamento sportivo, per offrire una proposta integrata dedicata al benessere ed all’attività fisica.

“Da sempre Jill Cooper rappresenta un modello per tutti noi di GM24 – dichiara Marco Sciscione, amministratore delegato della società – perché è sinonimo di solidità nella proposta, di innovazione continua, di successo nell’evidenza dei risultati conseguiti, di determinazione, perché Jill è sempre stata unica e speciale, nel non porsi mai limiti. Una grande professionista perché, dopo tanti straordinari successi, la sua umiltà e la sua proposta sono leader di un settore così importante” “GM24 ha piani di crescita – aggiunge Marco Sciscione, ed EnerJill è solo la prima grande novità”.

JILL COOPER

Nata in Kansas negli Stati Uniti, ha frequentato la New York University, per poi arrivare giovanissima in Italia, trasferisce in Italia, dove si laurea in International Business presso l’American University of Rome.

Negli anni 80 è stata l’ambasciatrice dell’aerobica, conquistando apprezzamenti e consensi sempre più diffusi, conquistando tutti per preparazione, grinta, disciplina e simpatia.

Inizia a fare televisione in molte trasmissioni Rai e Mediaset, diventando l’insegnante di fitness della prima e seconda edizione di Amici nel 2001, è trainer ad Uno Mattina Week end e comincia il suo fortunato rapporto con Home Shopping Europe, dove conquista sempre più grande ed importante successo.

Nel 2011 è stata trainer in alcune puntate del Grande Fratello e straordinaria è stata la sua partecipazione a Pechino Express (2017) con Antonella Elia, formando la coppia delle Caporali.

Dal 2018 è tutor fitness di Detto Fatto su Rai 2 e dal 2013 è regina del fitness, del benessere e dell’attività fisica su HSE24, con un sodalizio sempre più prestigioso ed una energia contagiosa.

Jill è stata la personal trainer di Alessia Marcuzzi, Maria De Filippi, Paola Barale e Paola Perego, tra le tante regine della televisione e del mondo dello spettacolo.

GM24

Il canale televisivo semigeneralista è attivo 24 ore al giorno sul canale 37 del Digitale Terrestre e di TivùSat, 237 del digitale terrestre con EnerJill, nel bouquet Sky al canale 476 e propone coinvolgenti show in diretta, dove il prodotto viene presentato in studio, con programmi di intrattenimento, notiziari e informazione, 7 giorni su 7, 365 giorni l’anno.

GM24 è un’azienda tutta italiana in continua evoluzione, che innova con proposte, offerte e show cross-mediali, con i prodotti disponibili anche sulla piattaforma di e-commerce www.gm24.it.

GM24 sta per celebrare un compleanno doppio: i primi 10 anni dalla nascita del canale ed i 2 anni dal passaggio a GM Comunicazione di Giovanni e Marco Sciscione, che il 5 Luglio 2019 hanno preso il controllo dell’importante società di shopping tv.

Ufficio Stampa

Mediamover

3402893068

info@mediamover.it

Paola Piovesana
comunicazione aziendale, eventi e convegni,
giornalista OdG Lombardia
https://www.linkedin.com/in/paolapiovesana/