Pasta alla norma – Iole Guarino

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

Ingredienti

400 gr di penne
2 melanzane
1 kg di pomodori da sugo
1 spicchio di aglio
1 etto di ricotta salata
basilico
3 cucchiai di olio
sale

Preparazione
Tagliate le melanzane a cubetti e mettetele in un colapasta e lasciate che  perdano il liquido con del sale grosso. Nel frattempo scottate e pelate i pomodori e preparate un sughetto con olio e un po’ di cipolla a cui a fine cottura aggiungerete abbondante basilico. Strizzate bene le melanzane,asciugatele e friggetele in olio ben caldo. nel quale avrete fatto imbiondire 1 spicchio di aglio. Asciugatele su della carta da cucina. Lessate la pasta, scolatela e conditela con le melanzane, il sugo e un abbondante spolverata di ricotta salata.
A piacere potete aggiungere ancora qualche foglia di basilico.

Vermicelli alla Siracusana – Maria Romano

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza:  Sicilia

Ingredienti

400 gr di vermicelli o spaghetti
1 melanzana
1 peperone
1 spicchio d’aglio
100 gr di acciughe sotto sale
2 cucchiai di capperi
100 gr di olive nere
300 gr di  pomodori pelati
1 rametto di basilico
1/2 bicchiere olio extravergine d’oliva
sale
pepe

Preparazione
Abbrustolite il peperone, spellatelo privatelo di semi e filamenti e riducetelo a listarelle. Lavate la melanzana e privatela del picciolo, poi tagliatela a dadini e ponetela in un colapasta, cosparsa di sale, a perdere il liquido di vegetazione. Fate imbiondire  l’aglio schiacciato in un tegame con l’olio,eliminatelo e sciogliete nel condimento le acciughe dissalate e diliscate. Unite i cubetti di melanzana sciacquati e asciugati e rosolate.Quando saranno dorati aggiungete i pomodori a filetti,il peperone i capperi e le olive. Profumate con una manciata di foglie di basilico, salate pepate e cuocete per circa un quarto d’ora a fiamma moderata. Lessate la pasta ,scolatela al dente e conditela con il sugo preparato.

Linguine al nero con vongole e melanzane – Claudia Testa

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza:Sicilia

“Ricetta Siciliana revisionata. La pasta nera è una ricetta tipica siciliana, solo che io l’ho rivisitatata, aggiungendo vongole e melanzane.” Claudia

linguine al nero2.PNG

 

 

 

 

Ingredienti
350 gr di linguine nere
2 melanzane
500 gr di vongole
3 pomodori maturi
1 spicchio di aglio
olio di semi (per friggere)
prezzemolo
olio e sale q.b

Preparazione
Pulite e tagliate a tocchetti le melanzane. Friggetele e poggiatele su carta assorbente per farle scolare l’olio di cottura.
Preparate in una casseruola aglio e olio, fate soffrigere e aggiungete il pomodoro tagliato a pezzetti per farlo appassire.
Aggiungete le vongole precedentemente spurgate (ammollo in acqua).
Appena si aprono spegnere il fuoco.
Lessate al dente la pasta in abbondante acqua salata. Una volta cotta, fatela saltare con il composto che è stato precedentemente preparato. Unite le melanzane, condite con il prezzemolo e servire

“La pasta “nera” la si può trovare in qualsiasi ipermercato oppure la si può fare “in casa”  con il procedimento della pasta fresca, aggiungendo una sacca di nero di seppie per il colore.!”Claudia

Pasta con finocchiu rizzu – Pasta con finocchietti ricci – Maria Romano

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

Ingredienti
400 gr di alici 
400 gr di maccheroncini
80 gr di pecorino
3 mazzi di finocchietti ricci di montagna (profumo molto intenso)
1 spicchio d’aglio
prezzemolo tritato
sale q.b.
pangrattato a piacere

Preparazione
Pulite i finocchietti lessateli e scolateli conservandone l’acqua di cottura. In un tegame, con poco olio, fate rosolare l’aglio, affettato sottile ed unite i finocchietti tritati e lasciate insaporire. A parte friggete le alici pulite e diliscate. Portate ad ebollizione l’acqua di cottura messa da parte e lessatevi la pasta, scolatela al dente e conditela con una parte dei finocchietti. Mescolatela e mettetela a strati in una teglia alternandola con le alici, il finocchietto rimasto ed il pecorino grattugiato (a piacere potete aggiungere anche del pangrattato tostato). Mettere in forno caldo a 180°C per 20 minuti circa. Sfornate e servite caldo

Cupola di ziti alla salsa indiana – Sharon Zanghì

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“Ricetta classica siciliana rivisitata. “Sharon

Ingredienti

500 gr di ziti
sale
1 sedano
1 carota
1 cipolla
1/2 mela verde
1 finocchio fresco
olio/burro
1 litro di latte
dado di pollo per il brodo (1 cucchiaio)
1 pizzico di zafferano
2 rossi d’uovo
vino bianco
2 confezioni di panna da cucina
3 cucchiai di farina 00
Un pizzico di curry
sale
pepe
500 gr di tritato di pollo
1 litro di brodo di pollo

Preparazione
Preparate la salsa
Tritate sedano, carota e cipolla.
Tritatele il pollo
Il tritato di pollo va messo a marinare nel vino bianco finchè non cambia colore
Soffriggete la cipolla, il sedano e la carota con l’olio, aggiungete il pollo, la mela ed il finocchio e sfumate con il vino.
Aggiungete tutti gli altri ingredienti, mettendo i due rossi d’uovo alla fine quando la salsa si sarà raffreddata. Se occorre preparate il brodo di pollo il giorno prima con ritagli di pollo.
Bollite gli ziti al dente
Attorcigliate gli ziti con il burro e formate una cupola su una teglia
Mettete la salsa all’indiana in forno per 10 /15 minuti.

Involtini di melanzane ripieni di anelletti alla siciliana – Reale Maria Teresa

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza:Sicilia 

 Involtini 1.JPG 

Ingredienti
4 grosse melanzane nere
salsa di pomodoro
350 gr di anelletti
250 gr di polpa di vitello tritata
200 gr di piselli
7dl di passata di pomodoro

1 cipolla

1 carota
1 cuore di sedano
50 gr di caciocavallo grattugiato
100 gr di salame
olio extravergine d’oliva q.b.pangrattato
sale e pepe q.b.
vino bianco secco

Preparazione
Involtini 2.JPGLavate le melanzane e privatele del picciolo; tagliatele a fette non troppo sottili e ponetele in un colapasta, cosparse di sale, a perdere l’acqua di vegetazione. Dopo un’ora, sciacquatele e asciugatele perfettamente; quindi, friggetele in abbondante olio caldo. Appena pronte, mettetele su un foglio di carta da cucina per assorbire l’olio in eccesso.
Preparate intanto il ragù per condire la pasta: tritate finemente la cipolla, la carota, il sedano e il prezzemolo e lasciate appassire tutto, in un tegame, con 4 cucchiai d’olio e una noce di burro. Aggiungete il trito e rosolatelo a  fiamma moderata; bagnate con una spruzzata di vino e fate evaporare. Unite, quindi, i piselli e fate insaporire; poi versate la passata di pomodoro e condite con sale e pepe, foglie di basilico. Mescolate e cuocete dolcemente per 40 minuti, incorporando poca acqua calda, se il fondo tendesse a restringersi troppo. Lessate la pasta in acqua bollente salata; scolatela al dente e conditela con il ragù preparato, il caciocavallo grattugiato, il salame tagliato a dadini e l’uovo sodo sminuzzato. Mantecate e mescolate bene.
Stendete le fette di melanzana su un ripiano, Mettete una cucchiaiata abbondante di pasta al centro di ogni fetta di melanzana e arrotolate l’involtino. Mettete sul fondo di una teglia un mestolo di salsa di pomodoro, poi riempitela con gli involtini e coprite con la salsa restante e una generosa spolverata di pangrattato.Cuocete in forno a 180° per una decina di minuti. Servite gli involtini guarnendoli con foglie di basilico.

Maccheronicini alla Saro – Cetty Giannitrapani

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“In questa ricetta si usano i pasolini o uva passa o pasolina, è usata spesso nella cucina tipica siciliana, usata nei condimenti di pesce tipo pasta con sarde o involtini di pesce spada…..in genere qui al sud si acquista in bustine…oppure sfusa.”Cetty

Ingredienti
1cipolla
2 0 3 filetti di acciughe
1 kg di broccoli
700 gr di macinato di salsiccia
1 busta di passolini e pinoli
400 gr di pomodoro pelato
1/2 bicchiere di vino bianco
80 gr di maccheroncini a persona

Preparazione
Soffriggete la cipolla, sciogliete le acciughe e aggiungete i passolini, i  pinoli ed il pomodoro.
Aggiungete il macinato di salsiccia, amalgamate il tutto e sfumate con il vino dopo 10 minuti, aggiungete i broccoli, precedentemente bolliti e tagliati a pezzetti, fate insoporire per altri venti minuti.
Nel frattempo cucinate la pasta, nell’acqua utilizzata per i broccoli, appena cotta amalgamate tutto.
Aggiungete sopra una manciata di mollica tostata con le mandorle

Pasta c’anciove e a muddica – Pasta con le acciughe e la mollica – Maria Schininà

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“La ricetta della mia città, Ragusa, per intenderci, ormai, la città del “commissario Montalbano”!  Questa è una ricetta conosciutissima, come tutte le ricette della tradizione siciliana nella regione, ma ogni cuoca aggiunge un tocco personale e gustoso.” Maria

Ingredienti per 6 persone
600 gr di spaghetti
100 gr di acciughe sott’olio
50 gr di estratto di pomodoro
2 spicchi di aglio
200 gr di pangrattato abbrustolito
olio q.b.

Per personalizzare
1  bustina pinoli
qualche fogliolina di menta per l’aroma
pepe a piacere

Preparazione
Soffriggete in un tegame con un poco d’olio, l’aglio spaccato in due in tal modo sarà più semplice individuarlo ed eliminarlo.
Aggiungete l’estratto e scioglietelo con un paio di cucchiaiate o poco più, di acqua tiepida. Lasciate insaporire per una decina di minuti, quando inizia a diminuire, allungate con l’acqua.  In un tegamino a parte, intanto, sciogliete piano, a fuoco lento, le acciughe con l’olio, lavorandole con una forchetta per fatele diventare come una crema, quindi aggiungetele alla salsa e finite la cottura.
Mentre la salsa cuoce, lessate gli spaghetti al dente e con poco sale (le sarde sono già salate!) condite con il pangrattato abbrustolito a cui potrete aggiungere i pinoli e la menta spezzetata. Servite calda

 

Arancini di polenta – Sharon Zanghì

Ricetta che concorre nella gara “Primi piatti regionali” ricette classiche e rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

Ricetta siciliana rivisitata

Ingredienti
1 kg polenta
300 gr di acqua
1 confezione di gorgonzola (250 gr)
zafferano da 1 a due bustine
sale
pepe
100 gr di noci

Preparazione
Preparate la polenta il giorno prima, per farla diventare dura in modo che sia più facile formare gli arancini.
Prendete un pezzetto di polenta e tenete di lato un pentolino con acqua fredda per bagnarvi le mani.
Appiattite con il palmo della mano e formate un incavo e dentro metteteci i pezzi di gorgonzola, zafferano, sale, pepe e noci a pezzettini. A questo punto mettete un altro pezzo di polenta per fare la parte superiore e allineate le due parti

Preparate gli altri arancini fino a terminare gli ingredienti
Mettete la carta forno nella teglia, metteteci sopra gli arancini e infornate per 15 minuti a gradazione media

 

Bavette alla pantesca – Cetty Giannitrapani

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“Piatto tipico di Pantelleria rivisitato. “Cetty

Ingredienti

2 cipolle ben affettate
1 kg di gamberi
mollica pantesca
1/2 bicchiere di vino bianco
360 gr di bavette
prezzemolo
mandorle tritate

Preparazione
Pulite i gamberi e fateli leggermente sbollentare, eliminate le teste, tenendone da parte qualcuno intero con la testa per guarnire il piatto.
Preparate la cipolla, fatela leggermente soffriggere e sfumate con il vino bianco.
Aggiungete i gamberi e fate insaporire per 10 minuti.
Preparate la mollica tostata con aggiunta di mandorle tritate un pizzico di sale e un po’ di olio extra vergine di oliva.
Servite il tutto aggiungete una manciata di prezzemolo e mollica tostata.

Fettuccine alla bottarga – Cetty Giannitrapani

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“Una ricetta veloce ottima anche per invitati inattesi.”Cetty

Ingredienti
3 spicchi di aglio
2 filetti di acciuga
prezzemolo abbondante
bottarga di tonno grattugiata
mandorle tostate
mollica tostata
360 gr di fettucine (o bavette o spaghetti)

Preparazione
Fate soffriggere l’aglio, sciogliete l’acciuga e spegnete il tutto.
Cucinate la pasta, nel frattempo tostate un po’ di mollica di pane e aggiungete le mandorle tritate.
Saltate la pasta in padella, aggiungete un cucchiaio di bottarga grattuggiata e infine servite con una spolverata di mollica e mandorle tritate.

Casarecci con pesce spada e melenzane – Maria Romano

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

Ingredienti

400 gr di casarecci
500 gr di pomodori pelati
400 gr di  pesce spada a fette
1 spicchio d’aglio
1 ciuffo di basilico
1 melanzana
50 gr di  mandorle pelate e tostate
vino bianco secco
1 rametto di menta fresca
olio extravergine d’oliva
sale
pepe

Preparazione
Lavate la melenzana tagliatela a dadini e mettetela a bagno con acqua e sale.
Fate imbiondire lo spicchio d’aglio schiacciato, in un tegame, con 5 cucchiai d’olio, eliminatelo e unite i pomodori spezzetati, il basilico,una presa di sale e un pizzico di pepe e lasciate addensare una decina di minuti.
Fate rosolare in una padella con dell’olio il pesce spada spellato e tagliato a dadini, spruzzate con un po’ di vino  e aspettate che evapori. A questo punto unite la salsa di pelati e le foglioline di menta e cuocete dolcemente per 15 minuti circa.
Friggete i cubetti di melanzana, fateli sgocciolare su carta assorbente.
Lessate la pasta, scolatela e saltatela nel tegame con il sugo preparato.
Aggiungete le melanzane e guarnite con le mandorle tritate ogni singola porzione.

Spaghetti con le Patelle – Reale Maria Teresa

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

 Patelle 1.JPG

 

 

  

Ingredienti
1 kg patelle
80/90 gr di spaghetti a persona
1 spicchio d’aglio
8 pomodorini
1 mazzetto di prezzemolo
olio d’oliva
sale
peperoncino

 

Patelle 2.JPG

 

 

 

 

Preparazione
Sciacquate abbondantemente le patelle; mettetele in un tegame con poca acqua e fate cuocere per una decina di minuti. Eliminate i gusci e filtrate il fondo di cottura. Schiacciate l’aglio e rosolatelo in padella con l’olio; poi, eliminatelo e aggiungete le patelle, i pomodorini a spicchi, il prezzemolo tritato, un pizzico di peperoncino e qualche cucchiaio del liquido dei frutti di mare.
Cuocete per 7-8 minuti.Lessate la pasta in acqua salata; scolatela al dente e rigiratela in padella con il sugo.

Farfalle al pesto di Bronte – Cetty Giannitrapani

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

Ingredienti
1cipolla
farfalle 80 gr a persona
2 zucchinette genovesi
300 gr di pancetta o speck
pesto di pistacchi quanto basta (il pesto deve essere quello di Bronte)
spolverata di parmiggiano

Preparazione
Soffrigete la cipolla, con le zucchinette tagliate a dadini, alla fine aggiungete lo speck, fatelo dorare leggermente.
Nel frattempo cucinate la pasta appena è cotta, mescolate il tutto e aggiungete il pesto di pistacchi e amalgamate il tutto con una spolverata di parmiggiano

 

Pasta du zi Peppe -Pasta dello zio Peppe – Melina

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“E’ una ricetta rivisitata e nata da un vecchietto rimasto solo, senza la moglie che si doveva arranciare a cucinare “mio nonno”. Melina

Ingredienti
600 gr di fusilli
1 cipolla
200 gr di speck
2 melanzane
2  peperoni
2 zucchine
15 olive nere
20 pomodorini di pachino
sale
pepe
basilico

Preparazione
Tritate la cipolla con lo speck e fate rosolare in una casseruola con olio poi friggetele verdure e  aggiungetele allo speck e alla cipolla, unite infine pomodorini, olive nere, sale, pepe e basilico
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata,scolatela e salatela in padella con le verdure

Pasta ca’ muddica (pangrattato) – Lina Fiorilla

Ricetta che concorre nella gara di luglio 2010 “Primi piatti regionali” ricette classiche o rivisitate
Regione di provenienza: Sicilia

“E’ un classico della cucina siciliana che ho un po’ rivisitato aggiungendo degli ingredienti che preferisco.”Lina

pasta muddica.jpg

 

 

 

 

 

 

Ingredienti
250 gr di spaghetti (meglio alla chitarra) o linguine
5 filetti d’acciuga salati
2 pomodori secchi
30 gr.di pinoli
4  cucchiai di pangrattato
aglio
olio di oliva.

Preparazione
In una padella con un po’ olio fate rosolare uno spicchio d’aglio intero,  aggiungete i filetti di acciuga e fateli disfare completamente.
Togliete l’aglio e aggiungete i pomodori secchi sminuzzati finemente e i pinoli.
In un’altra padella fate abbrustolire del pangrattato, facendo attenzione a non bruciarlo.
A questo punto lessate gli spaghetti usando  poco sale nell’acqua della cottura.
A cottura ultimata condite con il condimento e il pangrattato.

“Io la trovo appetitosa, ottima anche d’estate.” Lina

Cannoli siciliani – Croce Antonietta

Ricetta siciliana

Ingredienti
1 confezione di cannoli vuoti
250 gr ricotta
80 gr zucchero
5 cucchiai fiori arancio
un pò di cedro e arancia canditi
scagliette di cioccolato.

Preparazione
Procedimento amalgamate la ricotta con lo zucchero, mettete i cucchiai di fiori arancia, il cedro, l’arancia e le scagliette di cioccolato, riempiete i cannoli uno per uno è infine aggiungete sopra lo zucchero a velo e le ciliege candite nelle due parti, conservate in frigo.

Cuori di carciofi al cioccolato – Roberto Negrisolo

Categoria antipasti o contorni
Ricetta siciliana di Catania

Ingredienti
500 gr di cuori di carciofo
50 gr cipollina fresca
1 dl di vino bianco
100 gr di salsa di pomodoro
50 gr di cacao in polvere
sale e pepe quanto basta
profumo di noce moscata (grattata fresca)
olio di oliva extra vergine
3 bicchieri di brodo vegetale

Preparazione
Soffriggete la cipollina fresca, sminuzzata, aggiungete i cuori di carciofo tagliati in sei parti, soffriggete ancora i cuori di carciofo assieme alla cipolla, quando sono abbastanza asciutti aggiungete il vino bianco secco (di buona qualità) e fatelo sfumare, quindi aggiungete due bicchieri di brodo vegetale e portate a metà cottura la cottura a fuoco lento quindi aggiungete la salsa di pomodoro e fatela cuocere mescolando con un cucchiaio di legno quando sul pomodoro comincia ad affiorare l’olio aggiungete il cacao a pioggia e un bicchiere di brodo vegetale sale e pepe,finite la cottura mescolando.
Servite caldi sopra un letto di valeriana e speck come antipasto, oppure come contorno, semplici vicino a piatti di cacciagione.

Pasta alla norma – Lina

“E’ un classico dell’estate e del nostro mezzogiorno” Lilla

Ingredienti

250 gr di spaghetti
2 melanzane
Passata di pomodoro
basilico
aglio
olio
ricotta salata

Preparazione
Grigliate le melanzane.
Preparate una passata di pomodoro, aggiungetevi una manciata di basilico e un spicchio d’aglio intero.
Quando la passata è pronta aggiungetevi una parte delle melanzane tagliate a striscioline e un cucchiaio di olio.
Lessate gli spaghetti e conditeli con la passata.
Guarnite con le melanzane rimaste e aggiungete una manciata di ricotta salata grattata .
Mettete poco sale sia nella passata che nella pasta … il sale della ricotta è sufficiente!

Biscotti con le uova – “Cudduri cull’ova” – Nerina

 

cudduri cullova.JPGIngredienti
500 gr di farina bianca “00”
150 gr di zucchero
2 uova
20 gr di ammoniaca
4 cucchiai di olio
latte q.b.


Per la decorazione
Uova in quantità relativa ai pasticcini che andrete a realizzare (1 o due per ogni biscotto).
Codette arcobaleno (lo zucchero colorato per le decorazioni)

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Bollite le uova da utilizzare per le decorazioni.
Fate una fontana con la farina, unite 2 uova, lo zucchero e l’ammoniaca sciolta in un’po di latte, mescolate bene, aggiungete l’olio e il latte fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Create dei biscotti dello spessore di 6 0 8 millimetri, utilizzando formine possibilmente a forma di colombe, campane o cuori.
Mettete 1 o due uova (sode) sopra ad ogni biscotto.
Cospargete con codette arcobaleno ogni biscotto.
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Mettete i biscotti nella teglia ad una certa distanza uno dall’altro.
Cuocete in forno a 180° C per 15 o 20 minuti.