Semifreddo ai frutti di bosco Erminia

20643248_1974681389445956_1640438557179283953_oSemifreddo ai frutti di bosco Erminia

Ingredienti
300 gr di frutti di bosco frullati
Per la crema al fiordilatte
100 di burro
200 latte
100 di zucchero
1 uovo
vaniglia in bacca

Preprazione
Preparate la crema di latte al fiordilatte,  un uovo, zucchero farina e mettete in un pentolino fino a che non si riscalda aggiungete il latte, il burro e la bacca di vaniglia appenasi rapprende togliete dal fuoco
Fate raffreddare modellate in un bicchiere o ciotolina, guarnire con i fruttini e servire

Biscotti alla Salvia – Osteria del Mare

salvia.jpg

Biscotti alla Salvia – Osteria del Mare

Ingredienti
500 gr di farina
1 bustina lievito per torte salate
1 bicchiere latte
1 mazzetto salvia
150 gr di burro
1 cucchiaino di sale

Preparazione
In una terrina unite alla farina il lievito, il sale, le foglioline di salvia ben tritate e il burro fuso, poi versate poco per volta il latte. Amalgamate con cura il composto, quindi tirate una sfoglia dello spessore di 1 cm circa e con uno stampino rotondo (o un bicchiere) tagliate tanti biscotti che disporrete su una teglia imburrata.
Fate cuocere in forno già caldo per una decina di minuti circa. Sono ottimi come antipasto.

Osteria del Mare
Lungomare della Repubblica, 12
Riccione

 

Arko pharma acerola 1000

Screenshot_20191004-165341_GalleryArko pharma acerola 1000 , in una sola parola …ENERGIA
grazie a trnd italia ho potuto testare questo integratore alimentare 100% naturale e posso dirvi che non lo lascero piu andar via
Energia pura , l ‘ acerola è  come la ciliegia per il suo aspetto ma é la piu grande fonte di vitamina c esistente in natura
Questo integratore non contiene sostanze chimiche
Masticando 1 pastiglia ogni giorno a colazione , terra londani i tanto temuti malanni della stagione fredda .

Tester Angi

Bubbles Kanzi cocktail

Cocktail-Bubbles-Kanzi(2)Bubbles Kanzi cocktail

Ingredienti
Prosecco Brut Rosè Millesimato
2 cl di Calvados
1 stecca di cannella
2 spicchi di mela Kanzi®
Uvetta

Preparazione
In un flûte ampio, mettere il liquore calvados, una stecca di cannella, uvetta e due fettina di Mela Kanzi. Aggiungere lo spumante Brut Rosé fino a completare il tutto.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom srl

Kanzi Caiporoska

Kanzi Caiporoska

Ingredienti
Mela Kanzi® frullata
4 spicchi di lime
30 g di zucchero di canna
40 cl di Vodka
Ghiaccio pilé a completare

Preparazione
In un tumbler alto, pestate 4 spicchi di lime fresco e 30gr. di zucchero di canna. Aggiungete la mela Kanzi® frullata, vodka e ghiaccio pilé, mescolate il tutto e servite decorando con buccia di mela.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom srl

Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante Chef Di Andrea Candito

2(1)Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante  Chef Di Andrea Candito

Ricetta d’autore Di Andrea Candito ‘  O Munaciello Firenze e Miami

Ingredienti
1 polpo 1000/2000
1 costa di sedano
Olio q.b.
Limone q.b.
Sale q.b
Pepe q.b.
Prezzemolo q.b.

Preparazione
Cuocete il polpo una quarantina di minuti, raffreddate e avvolgete in maniera ermetica in pellicola alimentare e lasciate in abbattitore per almeno 2 ore. Preparate la citronette con olio sale limone . Tagliate a strisce il sedano con un pelapatate e lasciate il acqua e ghiaccio per rendere croccante.
Una volta pronto il polpo tagliate all affettatrice con uno spessore di 1 cm posizionare le fette di polpo si un piatto piano condire con sale pepe prezzemolo e la citronette, formare un nido al centro con il sedano croccante e servire

‘O Munaciello Miami
6425 Biscayne Boulevard
Miami
‘O Munaciello Firenze
Firenze – Via Maffia, 31
Press: Cristina Vannuzzi

Anatra con mele Kanzi speziate e cavolo rosso agrodolce Ufficio stampa Kanzi Italia

04_Kanzi_Anatra_Cavolo_Rosso.jpgIngredienti
½ cavolo rosso, tritato finemente
1 cucchiaio di olio d’oliva
1 stecca di cannella
1 cucchiaio di zucchero di canna
2 cucchiai di aceto balsamico
2 mele Kanzi® pelate e tritate
1 cucchiaio di zucchero
¼ di cucchiaino di polvere 5 spezie
1 mela Kanzi tagliata a cubetti
1 cucchiaio di aceto di vino rosso
4 petti d’anatra
1 cucchiaino di polvere 5 spezie     

Preparazione
Per il cavolo, versate l’olio in una padella calda con coperchio. Adagiate il cavolo in padella e cuocete per 5 minuti prima di aggiungete lo zucchero e l’aceto. Aggiungete la stecca di cannella e le mele tritate, mescolate, coprite e cuocete a fuoco basso per 2 ore, mescolando di tanto in tanto . Una volta cotto, condite il cavolo con il pepe.
Incidete il grasso dei petti d’anatra (questo contribuirà a facilitarne la rimozione durante la cottura) quindi spolverare la pelle e la polpa con la polvere 5 spezie.
Preriscaldate il forno a 200 ° C. Posizionate il petto di pollo con il lato della pelle rivolto verso il basso in una padella fredda, quindi accendere il fuoco . Cucinate lentamente l’anatra a fuoco medio e rimuovete il grasso in eccesso dalla padella non appena possibile. Fate cuocere in padella per 6-8 minuti fino a quando li petti non diventano croccanti, quindi rimuoveteli e infornateli per 6 minuti. Togliete dal forno e girate in modo che la pelle sia rivolta verso l’alto e lasciate riposare per 5 minuti.
Mentre l’anatra è a riposo, spolverate il fondo di una piccola padella con lo zucchero. Lasciate caramellare. Spolverate le mele a dadini con la polvere 5 spezie quindi aggiungetele con l’aceto, nel tegame, mescolando bene.
Tagliate il petto d’anatra in 5 fette, adagiatelo su un letto di cavolo rosso e aggiungete un cucchiaio della salsa di mele Kanzi® in agrodolce preparata in precedenza. Servite con patate novelle calde.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o Fruitecom srl
Via Provinciale Vignola-Sassuolo 315/3
41057 Spilamberto (MO) – Italy

Philadelphia Senza Lattosio e Sottilette® Senza Lattosio – Ufficio stampa Philadelphia

petto di pollo_B-MINI(1).jpgRiscopri il piacere di gustare la bontà di sempre da oggi ancora più digeribile

Da oggi tutti, ma proprio tutti, potranno godere del piacere di gustare due dei brand più iconici di Mondelez Italia, Philadelphia e Sottilette®: sono infatti arrivati sul mercato italiano Philadelphia Senza Lattosio e Sottilette® Senza Lattosio, le due nuove varianti delle rispettive gamme pensate per chi soffre di intolleranza al lattosio.
Sono molte le persone a soffrire di questa intolleranza che, per sconfiggerne i fastidiosi sintomi – primo tra tutti il gonfiore addominale – si vedono costrette a rinunciare al latte e ai suoi derivati, nonostante esso sia un’importante fonte di proteine, vitamine e minerali come il calcio.
tramezzinoPHILLY(1).jpgCon Philadelphia Senza Lattosio e Sottilette® Senza Lattosio si ritrova tutto il piacere di mangiare con gusto, godendo di un’alimentazione varia e non necessariamente priva di una fonte di sostanze nutritive importanti per la salute.
Philadelphia Senza Lattosio proviene dal latte vaccino, come Philadelphia classico, e conserva il sapore unico leggermente dolce, fresco e cremoso che da sempre caratterizza la variante tradizionale del prodotto. Philadelphia Senza Lattosio è caratterizzato dall’aggiunta di lattasi durante il processo di caseificazione, l’enzima che permette di scindere il lattosio in forme più semplici, che possono essere facilmente assorbite. Tale operazione ha l’ulteriore vantaggio di aumentare la dolcezza del prodotto senza dover ricorrere a dolcificanti artificiali o aumentarne l’apporto calorico.

Philadelphia_classico_lattosio_TUB(1).jpgPer regalare anche a chi soffre di sensibilità o intolleranza al lattosio, il gusto unico delle fette di formaggio più amate dagli italiani, da Settembre 2013, la famiglia Sottilette® include una nuova referenza, con meno dello 0,1 % di lattosio, Sottilette® Senza Lattosio. La nuova ricetta si basa su materie prime a bassissimo contenuto di lattosio, come i formaggi stagionati.

Da oggi il piacere è ancora più digeribile. Scopri tutte le ricette sul sito www.phildelphia.it e www.sottilette.it, non ti accorgerai della differenza.

Non rinunciare al piacere!
Menù giornaliero per intolleranti al lattosio

Colazione
Caffe’, una tazza di latte delattosato, 40g di biscotti secchi, un bicchiere di spremuta d’arancia
Spuntino metà mattina
Un pacchetto di cracker non salati (30g)
Pranzo
Bruschette Philadelphia senza lattosio una porzione (175g), Insalata mista, un frutto

Merenda
Una tazza di tè, 2 fette biscottate con un velo di marmellata
Cena
Filetti di pollo con sottilette Senza Lattosio una porzione (250g), pane 50g, spinaci lessati, un frutto

Francesca Pecelli

Client Executive

Via Tortona, 37 20144 Milano

o +390272143528 | Francesca.Pecelli.ce@bm.com

www.Burson-Marsteller.com

Filetto di maiale in crosta di sesamo con coulis di Melograno e infuso di ginseng ribes e vanigliaDevis Pinto Chef Ristorante Cuore e Gusto

maiale in crostaFiletto di maiale in crosta di sesamo con coulis di Melograno e infuso di ginseng ribes e vaniglia

#DevisPinto #Chef #Ristorante #CuoreeGusto #ricettechef #maiale #ricettemaiale #food #ricettedicasa

Ricetta d’autore di Devis Pinto Chef Ristorante Cuore e Gusto

Ingredienti
4 filetti di maiale
Senape
Senape in grani
Sesamo bianco e sesamo nero
Burro
aglio
Rosmarino
Salvia
olio extra vergine di oliva
Sale Q.B.
Pepe rosa..
Pepe verde
Gomma santona
Prezzemolo riccio

Preparazione
Prendete i filetti di maiale conditeli con poca senape normale, un pizzico di sale, un pizzico di pepe… In una bowl fare la panatura con il sesamo inserendo il 60%nero e il 40% bianco, passate  i filetti e fate aderire bene la panatura.. In una pentola antiaderente scaldate l ’olio extra vergine di oliva insieme alle spezie, aggiungete il filetto di maiale e rosolate da ambo i lati, inserite una noce di burro fredda e nappate il  filetto di maiale Tolgliete dal fuoco lo adagiate su una griglia in forno con sotto una teglia e cuocete a 190 gradi per 10 minuti (per un filetto di medie dimensioni)… Per la coulis di melograno prendete il melograno lo sgranate lo passate nell’ estrattore, successivamente aggiungete un infuso i ginseng ribes e vaniglia lasciandolo insaporire per 2 ore in frigo… Successivamente  prendete  il tutto legandolo con gomma xantana  frullate il tutto con mini-pimmer a seconda della densità che si desidera avere… Per il gel di prezzemolo riccio prendete il  prezzemolo lo lavate e pulite poi lo sbiancate in abbondante acqua per circa 1 minuto importante non prolungare la cottura altrimenti si perde il colore, freddate immediatamente in acqua e ghiaccio per creare lo shock termico e far si che il bel colore verde rimanga… Inserite in un robot da cucina il prezzemolo, acqua gasata fredda e un pizzico di xantana frullate tutto al massimo e setacciate e lasciate riposare in frigo..

Per l’impiattamento prendete il  filetto di maiale, lo spaccate a metà per il senso obbligato e condite con un pizzico di pepe verde vanigliato, create un pressing di melograno e delle goccioline di prezzemolo adagiate sul piatto il nostro filetto…

Ristorante Cuore e Gusto
Via Codigoro 30 – 06/52378038
Roma, zona Vitinia
Testo: Cristina Vannuzzi
Crediti ph: Stefano Mileto
www.ilfotografodeglichef.itit

Extravergine Day

OliveExtravergine Day
Poggio del Moro apre le porte del suo frantoio per una giornata, per grandi e per bambini,
dedicata all’olio extravergine di oliva

Martedì 8 ottobre

Dalle ore 9.30 fino alle ore 11 riservato agli operatori del settore

Dalle ore 11 fino alle ore 12.30 e dalle ore 16 fino alle ore 18.30 evento aperto al pubblico

Strada delle Cavine e Valli 79 – Chianciano Terme (Si)

Partecipazione gratuita per bambini e ragazzi (fino a 18 anni) e per ristoratori

L’azienda Poggio del Moro, meravigliosa realtà agricola nella campagna di Chianciano Terme, in provincia di Siena, dedica una giornata all’olio extravergine di oliva ed apre le porte della sua terra ricca di ulivi, coltivati rispettando l’ambiente grazie ad un’agricoltura eco friendly, e del suo frantoio, per raccontare agli appassionati di oro verde tutti i suoi segreti, dal campo fino alla tavola.

Martedì 8 ottobre sarà possibile, grazie a questo evento che ha lo scopo di mostrare anche ai più piccoli come nasce l’olio e di far apprezzare le sue qualità organolettiche, partecipare alla raccolta ed alla frangitura delle olive e concludere questa esperienza unica assaporando sul pane l’olio appena franto.

I presenti, accompagnati da una guida, potranno raccogliere le olive mature per poi portarle al frantoio aziendale, dove gli verranno svelati i segreti per una raccolta delle olive ed una frangitura perfette, così da dare vita ad un extravergine gustoso ed intrigante.
Conclusione degna di questo incontro, che avrà lo scopo di far innamorare dell’extravergine di qualità grandi e piccini, sarà la prova sul pane dell’oro più saporito al mondo.

Poggio del Moro è una delle rare realtà ad avere un frantoio privato e di ultima generazione – superdecanter Euro X15 D.E. che lavora senza l’utilizzo del separatore centrifugo ad asse verticale -, grazie al quale vengono evitate soste prima della molitura, e quindi ossidazioni, a favore della qualità e del sapore del prodotto.

Il nuovissimo impianto, infatti, consente di lavorare le olive, coltivate nel rispetto della natura (l’azienda ha dato il via alla conversione per potersi avvalere della certificazione “bio”), entro pochissime ore dalla raccolta, di trasferire intatte le proprietà dei frutti, che vedono una raccolta ed una frangitura separata in base alle varietà, e di mantenere inalterata la maturità fenolica, tocoferolica e polisaccaridica, così da ottenere un prodotto di altissima qualità, gustoso e fragrante.

La lavorazione viene effettuata a freddo, non superando mai nell’intero processo la temperatura di 27°.
Appena ottenuto, l’extravergine viene filtrato, in modo così da evitare il formarsi di impurità ed ottenere un prodotto più longevo e salubre. La filtrazione, infatti, viene effettuata per eliminare dall’olio le piccole impurità – che tendono a depositarsi sul fondo del serbatoio e poi della bottiglia – che accorciano i tempi di conservazione dell’olio.

L’extravergine ottenuto viene in seguito stoccato in serbatoi d’acciaio dotati di sistema di azoto utili ad evitare l’ossidazione, ed imbottigliato, dopo una naturale decantazione che va da dicembre a gennaio.
Poggio del Moro possiede 3000 piante di ulivi varietà leccino, moraiolo, pendolino, frantoio correggiolo con cui produce un extravergine a marchio Olio di Oliva Toscano Igp dal profumo e dal sapore che raccontano la tradizione olivicola locale.

Extravergine Day

L’evento è gratuito per bambini e per ragazzi, fino ai 18 anni, e per gli operatori del settore (ristoratori ed enotecari).

5 euro costo della partecipazione comprensivo di un calice di vino.

Orari

Dalle ore 9.30 fino alle ore 11 riservato agli operatori del settore.
Dalle ore 11 fino alle ore 12.30 e dalle ore 16 fino alle ore 18.30 evento aperto al pubblico.

Gradita la prenotazione al numero 0578 31557.

Poggio del Moro si trova nel cuore della Toscana, a Chianciano Terme in provincia di Siena, dove la titolare Tania, originaria di Mosca, dieci anni fa ha realizzato il suo sogno, quello di dare vita ad una splendida realtà agricola che ama l’ambiente e punta all’eccellenza qualitativa dei suoi prodotti.

L’azienda, che si estende su 50 ettari tra bosco, viti, ulivi e seminativi, è costituita da un corpo centrale dove si trovano la sala di affinamento, quella di invecchiamento, la vinsantaia ed una suggestiva sala degustazioni per eventi privati e per eventi aperti al pubblico.

A Poggio del Moro, in conversione biologica, si trovano 14 ettari vitati in cui sono allevate uve sangiovese, merlot, syrah, cabernet sauvignon, pinot nero, procanico, grechetto e malvasia toscana, un lago artificiale, un piccolo orto i cui frutti sono i gustosi protagonisti di conserve, salse di pomodoro e marmellate, un allevamento di api da cui nasce un miele goloso e nutriente, e 3000 piante di ulivi.

Press Kit Poggio del Moro

POGGIO DEL MORO
via Cavine e Valli 79 – 53042 Chianciano Terme (Si)
Tel. +39 0587 30508
E-mail
Sito Internet

Facebook
Instagram

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica

Roberta Perna – mail – 329 9293459
Sito Roberta Perna
g

Email inviata a eleoma@libero.it
Disiscriviti

Pizza Cloud® “Non è la solita Pizza”

Thank You Card - Wedding #24 (4)Pizza Cloud® “Non è la solita Pizza”
Domenica 6 ottobre 2019 alle ore 20.00 in V ia AlfredoNobel n.3 ad Aversa in provincia di Caserta , si è tenutal’inaugurazione della pizzeria del maestro pizzaiolo
Salvatore Impero
.
Pizza Cloud® è il nome della pizzeria, espressione dellapura fusione tra pizza apoletana e gourmet , di uno stile divita che porta a valorizzare l’alta qualità della materiaprima, dagli impasti agli ingredienti che guarniscono le pizze del maestro.
Pizza Cloud® è un format brevettato da Salvatore Impero, che prevede un impasto con una miscela di farine macinate a pietra e una lievi-maturazione che va dalle 48 alle 96 ore alla temperatura controllata di +2°.
Un impasto particolarmente ruffiano al palato, tanto da entusiasmare chi lo degusta e che da origine ad un nuovo  concetto di Pizza firmato Salvatore Impero.
Pizza Cloud® “Non è la solita Pizza”  – tiene a precisare Impero-   raccoglie anni di esperienza, la passione che porto  per quest’arte bianca, la continua voglia di interpretarla e nel contempo custodirla preziosa. La pizzeria Pizza Cloud®- continua il maestro pizzaiolo- è dedicata ai cultori della buona pizza, degli abbinamenti con i migliori vini o conl’artigianale Birra del Borgo, che ci seguirà in questa nuova  bavventura”. Pizza Cloud® si vestirà di uno stile caldo contemporaneo,100 coperti circa a disposizione dei clienti, con un ricco en interessante menù dove spicca la selezione degli ingredienti tra le migliori materie prime, inoltre quotidianamente saranno sempre disponibili tre tipi di impasti distinti: farina Farro Monococco, Multicereali e un
Blend personale realizzato con farine semi integrali macinate a pietra.
Pizza Cloud®  vi aspetta eccezionalmente da LUNEDI’ 7OTTOBRE, poi contemplerà i seguenti giorni e orari diapertura:
-Dal martedì al sabato ore 12.30-15.00/19.30-24.00
-La domenica aperti solo di sera dalle 19.30- 24.00
-Lunedì giorno di chiusura settimanale
Pizza Cloud®
V ia Alfredo Nobel n.3
Aversa CE
Mobile: 338 77 86 136
Comunicazione Angela Merolla
Wine-Food Communication and Images
info@angelamerolla.it
info@larcimboldo.it
Uff: 081 4614818
Mob: 320 861 9820
P.I. 05830420658

Carrefour Italia aderisce ai Saturdays For Future con Act For Food Kids: in 80 punti vendita laboratori per educare i bambini a mangiare meglio

Act fot Food Kids_1 lezione_2Carrefour Italia aderisce ai Saturdays For Future con Act For Food Kids: in 80 punti vendita laboratori per educare i bambini a mangiare meglio

Gli incontri sono realizzati con la collaborazione dell’Istituto Auxologico Italiano e si terranno di sabato mattina fino a marzo
In 80 punti vendita distribuiti in 13 regioni d’Italia, Carrefour organizza 12 laboratori di educazione alimentare per bambini fra i 6 e gli 11 anni. Il progetto, realizzato con il supporto dell’Istituto Auxologico Italiano, nasce dalla volontà di Carrefour Italia di aderire al movimento Saturdays for Future, lanciato da Alleanza Italiana per lo Sviluppo Sostenibile (ASviS) e da NeXt.
I laboratori rientrano nel programma di Act for Food Kids, che si pone come obiettivo di insegnare ai bambini, attraverso una comunicazione semplice ed un linguaggio ludico, come riconoscere il cibo salutare e come fare scelte alimentari corrette. Dopo il primo incontro dedicato alle etichette alimentari, il prossimo appuntamento è per il 5 ottobre e sarà dedicato al tema Cibo e Sport.
I temi oggetto dei futuri incontri saranno: la prima colazione (19 ottobre), l’igiene a tavola (9 novembre), fare la spesa (23 novembre), porzioni ideali (14 dicembre), la merenda (11 gennaio), grassi e zuccheri (25 gennaio), cibo ed energia (8 febbraio), cibi integrali (22 febbraio), classificazione degli alimenti (7 marzo) e piramide alimentare (21 marzo).
“Con Act for Food Kids vogliamo coinvolgere le nuove generazioni sui temi più urgenti legati alla sostenibilità alimentare, che inevitabilmente sono legati con la responsabilità ambientale e sociale” ha commentato Pierre Queau, Direttore Marketing, Clienti, Servizi e Trasformazione Digitale di Carrefour Italia “Grazie al supporto dell’Istituto Auxologico Italiano, che ha supervisionato i contenuti formativi certificandone scientificamente il valore, abbiamo identificato 12 temi al centro degli incontri che si svolgeranno durante l’anno e che siamo sicuri riusciranno a coinvolgere in maniera divertente e innovativa i bambini più curiosi e i loro genitori.”
Le attività saranno valorizzate grazie al coinvolgimento dei Superheroes, collaboratori di Carrefour Italia che, grazie ad una formazione ad hoc, rappresentano veri e propri ambassador dei valori di Corporate Social Responsibility e della Transizione Alimentare.
Il link al sito con le iniziative: Carrefour.it/crescerebene

IRCCS Istituto Auxologico Italiano
Pierangelo Garzia Responsabile Ufficio Stampa
garzia@auxologico.it tel. 0261911.2896

CARREFOUR ITALIA
Il Gruppo Carrefour, con una cifra d’affari pari a 5,51 Mld euro (2017), opera in Italia con 1.087 punti vendita suddivisi in 51 Ipermercati Carrefour (di cui 1 franchising), 410 Supermercati Carrefour Market (di cui 208 diretti e 202 franchising), 612 punti vendita di prossimità Carrefour Express (di cui 172 diretti e 440 franchising), 14 Cash and Carry (Docks Market e GrossIper). Carrefour presente in 18 regioni, impiega in Italia oltre 18.000 Collaboratori. A partire dal 2018 Carrefour Italia sta implementando il programma “Act for food”, lanciato a livello di Gruppo, per diventare leader mondiale nella transizione alimentare. I focus del programma sono: maggiore accessibilità al biologico per tutti, controllo delle filiere anche attraverso la tecnologia blockchain, difesa dei piccoli produttori locali, servizi efficienti e innovativi e valorizzazione delle eccellenze enogastronomiche del territorio italiano. Carrefour Italia ha inoltre sviluppato ad oggi una gamma di prodotti a marchio con oltre 3.000 referenze, coprendo così tutte le categorie merceologiche. In un’ottica di differenziazione e di sempre maggiore attenzione alla qualità, alla convenienza e alla completezza dell’offerta, Carrefour Italia ha sviluppato alcuni servizi extra core business quali, ad esempio, 24 stazioni di carburante e 5 autolavaggi gestiti dal Gruppo. Per maggiori informazioni: www.carrefour.it
ISTITUTO AUXOLOGICO ITALIANO
Fondato nel 1958, superati i 60 anni di attività, l’Istituto Auxologico Italiano è un IRCCS (Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico) presente in Lombardia e Piemonte con 11 strutture ospedaliere, diagnostiche e poliambulatoriali e un importante Centro Ricerche e Tecnologie Biomediche (sede in cui operano oltre 150 tra medici, ricercatori, biologi e personale tecnico). Come Fondazione senza scopo di lucro ha acquisito una conclamata esperienza nella ricerca biomedica, nella diagnostica, nell’assistenza sanitaria di alta specializzazione, nella cura e nella formazione.Disponendo di tecnologie e strumentazioni all’avanguardia, gli ambiti di eccellenza della ricerca clinica di Auxologico sono rappresentati dal campo endocrino-metabolico, neurologico, neuroscientifico, cardiovascolare, riabilitativo e genetico. I traguardi raggiunti in tali campi ricevono ogni anno oltre 300 pubblicazioni scientifiche. L’impegno costante nella ricerca applicata, condotta da medici e clinici universitari di fama internazionale, gli consentono di offrire ai circa 1.300.000 pazienti annui percorsi diagnostici, terapeutici e riabilitativi di eccellenza. Al centro dell’interesse scientifico e clinico  di Auxologico vi è lo sviluppo della persona nell’arco delle sue diverse fasi di vita: l’uomo, dal concepimento all’età matura, lungo un percorso di crescita armonica ed equilibrata.
Auxologico.it I Facebook

Francesca Lorenzoni, neo Sommelier della delegazione AIS Firenze, vince la VI Borsa di studio I Balzini

4 Diana e Vincenzo D'Isanto con i tre finalistiFrancesca Lorenzoni, neo Sommelier della delegazione AIS Firenze, vince la VI Borsa di studio I Balzini

Undici neo Sommelier si sono contesi la Borsa di Studio I Balzini 2019. Una VI edizione che ha visto candidati sempre più competenti e agguerriti e che si pone ancora una volta come trampolino di lancio per chi guarda al mondo del vino quale interessante opportunità professionale

Una calda giornata di inizio autunno dedicata ai giovani e al futuro del vino, quella di sabato 28 settembre, nell’azienda vitivinicola I Balzini a Barberino Val d’Elsa. Undici i neo Sommelier della delegazione AIS Firenze che si sono cimentati nelle prove iniziate con i saluti di Massimo Castellani, Delegato AIS Firenze, e Vincenzo D’Isanto, fondatore dell’azienda barberinese gestita prima dalla moglie Antonella, ideatrice del concorso nel 2014, e condotta oggi dalla figlia Diana. Al mattino la prova scritta sulla viticoltura toscana e un blind tasting dove i candidati dovevano riconoscere tra tre vini quello de I Balzini. Nel pomeriggio, – dopo un pranzo che ha visto accogliere in azienda quasi un centinaio di persone tra clienti, amici, rappresentanti delle istituzioni, giornalisti e blogger – la prova orale dei tre finalisti per misurare la conoscenza della storia aziendale e una degustazione tecnica e sensoriale di uno dei vini più di successo: I Balzini White Label 2009. Inifine, la proclamazione di Francesca Lorenzoni come vincitrice della VI Borsa di Studio I Balzini seguita da Mattia Carrai e Francesca Burchi. I ragazzi si sono aggiudicati rispettivamente: una targa commemorativa con il rimborso della quota di iscrizione al terzo livello, una doppia magnum e una magnum de I Balzini White Label. La premiazione ufficiale si terrà domenica 1 dicembre nell’ambito della manifestazione Food&Wine in progress alla Stazione Leopolda di Firenze.

“Siamo sempre più soddisfatti di questa manifestazione” dice Diana D’Isanto. “E’ un piacere e un onore supportare i giovani che si affacciano a questo settore. Negli anni siamo diventati, a modo nostro, un piccolo trampolino di lancio per loro. Penso a Simone Loguercio, vincitore della I edizione e oggi Primo Sommelier d’Italia, ma anche ad altri giovani con cui tutt’oggi collaboriamo e ognuno dei quali sta facendo la propria strada nel mondo del vino. Altra grande soddisfazione di quest’anno è l’aver coinvolto alcuni nostri clienti che hanno voluto manifestare consenso all’azienda mettendo a disposizione del buffet delle loro specialità”.

“Abbiamo così avuto l’onore” continua Diana “di degustare le polpettine di vitella del Buca Lapi, il foie gras del Chianti delle Tre Panche, il peposo e i fagioli all’olio degli OstiNati di Empoli, la pappa col pomodoro della Sosta di Pio VII, la schiacciata con l’uva della talentuosa foodblogger Stefania Storai, i mini burger vegetariani di melanzana del ristorante Agriosteria del Frantoio e pane e schiacciata del Panificio La Spiga. Tutto insieme a grandi classici della mia famiglia come il cous cous di pesce e la caponatina di mia madre Antonella D’Isanto. Una menzione speciale va al Consorzio Vino Chianti e al suo direttore Marco Alessandro Bani che ci hanno omaggiato con degli ottimi vinsanti. A tutti loro va un nostro ringraziamento speciale ma ci teniamo a ringraziare sentitamente anche tutti gli ospiti intervenuti: il Comandante della stazione dei Carabinieri di Tavarnelle Giuseppe Cantarero, l’assessore Roberto Fontani, Massimiliano Pescini, l’artista Elisabetta Rogai ma anche tutti i Sommelier, i clienti, i giornalisti, i blogger e gli amici”.

“Avevo letto de I Balzini in “Fantasmi del passato”, il libro di Marco Vichi, – ha detto l’assessore di Barberino Tavarnelle Roberto Fontani – è stato un onore conoscere personalmente questa realtà che si distingue, oltre che per la qualità eccellente della produzione, per l’attenzione verso l’aspetto ecologico, ad oggi più importante che mai. Speriamo possa diventare un modello per altre aziende”.

Didascalie Foto:

1 – Diana D’Isanto con i neo Sommelier AIS Firenze
2 – Massimo Castellani annuncia i tre finalisti durante il pranzo
4 – da sinistra: Francesca Burchi, Mattia Carrai, Diana D’Isanto, Francesca Lorenzoni e Vincenzo D’Isanto

I Balzini
Loc. Pastine, 19 – 50021 – Barberino Tavarnelle(FI)
Tel 0558075503
marketing@ibalzini.it
www.ibalzini.it
Facebook, Instagram – I Balzini Winery

Cacio e pepe Maurizio

Cacio e pepe Maurizio

Ingredienti per 4 persone:
320 gr di linguine trafilate al bronzo.
Una presa di pepe nero in grani.
Pecorino romano (Non troppo stagionato,io faccio la prova schiacciando tra le dita la parte estrema dello spicchio. Si deve sfaldare.)

Preparazione
Iniziamo a mettere l’acqua a bollore buttiamo la pasta.
Attenzione alle tempistiche di preparazione,ne vale il risultato.
Su un tagliere aiutiamoci con lo schiaccia carne pestando i grani,li portiamo nella nostra salta pasta e li facciamo tostare per un paio di minuti.blocchiamo questo passaggio con un bel mestolo d’acqua di cottura,che sarà bella carica d’amido rilasciato dalla pasta.
Ora inizia la magia,aiutandoci con un piccolo frustino(io ne ho comprato uno all’Ikea in materiale plastico,non graffia la padella!!!!)
Iniziamo creare la nostra cremina iniziando a aggiungere il pecorino.
Tutto questo fuori dai fuochi,
Aggiustiamo la quantità alternando acqua di cottura e formaggio.
Quando la pasta è cotta scoliamo e saltiamo continuando a biscottare fino a raggiungere il risultato.
Una bella spolverata di pepe qualche scaglia di pecorino e buon appetito.

Spaghetti crema di melanzane e alici sott’olio Gian Paolo

Spaghetti crema di melanzane e alici sott’olio Gian Paolo

Ingredienti
10 alici
2 melanzane
240 gr spaghetti
Olio
sale
dado
aglio
limone

Preparazione
Sbucciate le melanzane, tagliarle a tocchetti e mettetele in padella con olio d’oliva aglio peperoncino e mezzo dado. Fate cuocere 15 minuti aggiungendo acqua di tanto in tanto. Mettete gli spaghetti in cottura. Quando è cotta fate sfreddare e frullate fino a farle diventare una crema. Lasciate il contenuto nella padella. Aggiungete dei filetti di alice per far prendere il gusto. Scolate la pasta e versatela nella padella e mantecato il tutto Impattare posare altri filetti di alici e sopra spruzzate un pochino di scorza di limone.

Pasta e fagioli Alexia

 Pasta e fagioli Alexia

Ingredienti
mezza cipolla bionda
cinque pomodori tipo pugliesi
borlotti o cannellini a piacere
olio evo
acqua di cottura dei fagioli (messi a bagno per 12 ore e cotti in acqua e salati alla fine) peperoncino
sale
salvia
Preparazione
Fate scaldare l’olio in una larga padella a bordi alti, tipo wok, aggiungete la cipolla a fettine, fate soffriggere e aggiungete i pomodori a pezzetti, salate così i pomodori rilasceranno acqua, unite i fagioli un bicchiere di acqua di cottura dei fagioli, peperoncino e salvia. Fate cuocere per una mezz’oretta aggiungendo acqua se si asciuga. Cuocete la pasta e fatela saltare nella padella 

Mix di verdure del mio orto Melanzane pomodori cipolla e peperoni Mary

70870386_10216574830016346_7810882667590713344_oMix di verdure del mio orto Melanzane pomodori cipolla e  peperoni Mary

Ingredienti
4 melanzane 2 nere 2 viola
4 pomodoro rossi
un po’ di basilico
pelati
curcuma
olio
2 cipolla
4 peperoni di diverso colore
per accompagnare fette biscottate integrali

Preparazione

Lavate le verdure e tagliatele a tocchetti
Pelate le cipolle e tagliatela finemente
In olio rosolate le cipolle
Aggiungete le verdure fate rosolare,aggiungi un po’ d acqua (1/2 bicchiere d acqua) aggiungete la salsa e gli aromi, regolate di sale e cuocete a fiamma bassa fino a  terminare la cottura
Impiattate
Sotto mettete le fette biscottate e sopra la verdura

Riso con speck e provola Luchetti Enrico

60707794_249707879223550_8848385593361563648_nRiso con speck e provola Luchetti Enrico

Ingredienti
500 grammi riso
1 scalogno
7 fette speck tagliato alto tagliato a julienne
burro
parmigiano
un Po di vino bianco
parmigiano

Preparazione
Tritate uno scalogno e tagliate  lo speck finemente mettete in una pentola con olio oliva una volta rosolato sfumate con vino evaporato vino, aggiungete riso, fate tostare una volta tostato, aggiungete riso tagliate provola affumicata a cubetti nel frattempo 3 minuti prima della fine cottura del riso aggiungete burro parmigiano e provola

Mela Kanzi® grigliata la formaggio Haloumi

Kanzi_Halloumi_GrigliatoMela Kanzi®  grigliata la formaggio Haloumi Ingredienti per 2 persone

2 mele Kanzi®
1 confezione di formaggio Haloumi da ca. 150 g (o in alternativa 150 g. scamorza)
1 melanzana piccola
2 cucchiai di olio di oliva
2 cucchiai di succo di limone
1 pizzico di sale/pepe
2 rametti di menta fresca

Suggerimenti per la preparazione
Uno spuntino ad alto godimento. Con questo squisito spuntino, che può essere servito anche come esaltante contorno, ti culli nelle atmosfere arabe.

Preparazione
Rimuovete il torsolo della mela Kanzi® e tagliatela a rondelle spesse 1 centimetro. Tagliate a rondelle anche la melanzana e il formaggio e marinate il tutto in un’insalatiera contenente olio di oliva e succo di limone. Condite il tutto con sale e pepe. Nel frattempo riscaldate la pirofila o il grill. Fate quindi grigliare la melanzana, la mela e il formaggio su ambo i lati fino a che non si saranno formate delle striature scure. Riempite quindi una insalatiera con la melanzana, la mele a il formaggio grigliati. Aggiungete i crauti ed eventualmente condite ancora con un
po’ di olio, sale e pepe. Servite le varie rondelle disponendole una sopra all’altra: guarnite il piatto con il pepe e con i rametti di menta rimasti.

Consiglio
Il piatto può essere gustato anche come spuntino, o come contorno di un piatto di pesce o carne alla griglia, con pesto, o olio di oliva e limone.

 

Riso nero gamberoni carciofi

59332328_10218744512234959_7728900666852114432_oRiso nero gamberoni carciofi

Ingredienti
320 gr di #risonero @risogalloit
10/15 #gamberoni
250/300 gr di cuori #carciofi @bofrost

 

Preparazione
In una padella capiente in un filo di olio  fate dorare uno spicchio di aglio, eliminate l’aglio aggiungete i gamberi (gia eviscerati) sfumate con del vino  bianco e terminate la cottura, puliteli e rimetteteli i  padella
In una padella in un filo di olio  fate dorare uno spicchio di aglio, eliminate l’aglio aggiungete  regolate con sale e pepe e terminate la cottura  e uniteli ai gamberi
Cuocete il riso nero come da vostra abitudine (io lo cucino nella risottiera a vapore nel microonde) terminata la cottura (al dente) fatelo saltare 2 minuti in padella con i gamberoni e i carciofi servite spolverizzate con prezzemolo tritato
Ottimo sia freddo che caldo

#bofrost