Lo spumante metodo classico – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

È una rifermentazione di un vino fermo in bottiglia, l’inventore fù il Frate benedettino “Dom Perignon” abbazia Hautvillers zona Champagne.

In quella zona i vini, poco alcolici, venivano aggiunti di zucchero, questo provocava una seconda fermentazione e quindi in ambiente chiuso, si formava l’anidride carbonica, la quale faceva scoppiare le bottiglie, l’intuizione del frate fu quella di prendere bottiglie più spesse e tapparle con sughero e gabbietta.

Italiana Sommelier

Spirito di Vino

Da venerdì 1 gennaio 2010 a domenica 31 gennaio 2010 alle ore 19.00

Organizzatore  Movimento Turismo del Vino Friuli Venezia Giulia

Tutta la Regione

Un gennaio ricco di approfondimenti per il corso ‘Spirito di Vino’!

Il Vinsanto – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

Il Vinsanto normalmente è legato alla Regione Toscana, infatti quello di questa regione è il più conosciuto e diffuso. Fatto nella versione tradizionale con uve Malvasia e Trebbiano e con Sangiovese e Malvasia Nera per “L’occhio di Pernice”, per disciplinare deve avere un affinamento di almeno 2 anni in Caratello.

Esistono tuttavia altri tre tipi di Vinsanto, uno è quello di Gambellara con uve Garganegra (La stessa del Recioto Soave).
L’altro è quello dei Colli Piacentini con uve Malvasia di Candia e Moscato, ed infine c’è quello Trentino con uve Nosolia.

Il vino di Roma

Domenica 10 gennaio 2010

Degustazione

Organizzatore Colline Romane

Domus Talenti
via delle Quattro Fontane, 113
Roma

La fortuna del vino di Roma è determinata da fattori territoriali e climatici ed ha una sua storia: si incentra nelle Colline Romane, ha punti di forza nella zona del “Cesanese” e del litorale Nord, nella zona di Cerveteri.

L’esposizione IL VINO DI ROMA – 3000 anni di storia, tradizioni e cultura vuole sostenere questa grande vocazione produttiva, esaltando gli aspetti qualitativi del prodotto odierno, quale frutto di un patrimonio di esperienze millenarie e fattore fortemente caratterizzante ed identificativo del territorio e della sua offerta.

La mostra è aperta tutti i giorni (tranne il primo gennaio) dalle ore 10.00 alle ore 19.00

Il 10 gennaio, giorno di chiusura della mostra, è prevista una degustazione gratuita per permettere ai visitatori di assaporare il vino di Roma.

Per informazioni:
COLLINE ROMANE – Ufficio Stampa: 06 94549045 – 329 7094492
COMUNE DI ROMA POLITICHE AGRICOLE – Ufficio Stampa: 06 3729148 – 3403132176

 

I vitigni autoctoni – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

L’ Italia è riconosciuta con una delle Nazioni con il più alto numero di Vitigni coltivabili, se ne contano più di 400, questo grazie al ruolo storico che hanno avuto i greci, gli etruschi ed i romani nel porta e nel nostro paese tecnologie, vitigni e cultura del vino. Molti di questi vitigni sono Autoctoni, cioè hanno origine italiana o meglio di specifica regione italiana.

Italiana Sommelier

L’etichetta – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

Il vino è fatto d’uva, e questa certezza va tutelata e difesa con una chiara e corretta informazione tramite l’etichetta che informa correttamente il consumatore sul prodotto che sta acquistando, le sue caratteristiche salienti, non solo quindi un veicolo di frasi emozionali inserite dall’ufficio marketing del produttore per attirare l’attenzione.
L’etichetta è la parte estetica della bottiglia, che non ha solo la funzione di abbellire. All’interno di questa, troviamo una serie di informazioni utili sul vino esempio il grado alcolico, l’anno di vendemmia, la classificazione di legge alla quale appartiene il vino, se questo è stato messo in bottiglia dal produttore o da terzi ecc.

Italiana Sommelier


Il calice ISO da degustazione – Gabriele Bacciottini – Italiana Sommelier

E’ considerato lo strumento principale del degustatore: è lo strumento di misurazione che conferisce oggettività all’analisi sensoriale di un vino che, come abbiamo visto, è un’attività nella quale la componente soggettiva gioca un ruolo predominante. Esser certi che i degustatori eseguano l’analisi dello stesso campione, con lo stesso esatto strumento, il calice ISO appunto, è la necessaria premessa oggettiva di partenza.

Italiana Sommelier

Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio Zola Predosa (BO)

Sabato 28 e domenica 29 novembre 2009

Fissata per l’ultimo fine settimana di novembre, sabato 28 e domenica 29, presso villa Edvige Garagnani di Zola Predosa (BO), la terza edizione del Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio. La migliore produzione di vini passiti, con degustazione libera di tutte le etichette partecipanti e l’opportunità di assaggiare delizie della tradizione emiliano-romagnola. Informazione enologica, responsabilità sociale e scatti d’autore.

ALLA CORTE DI SUA MAESTA’ IL VINO PASSITO
Rassegna enologica, degustazione, sensibilità sociale ed estetica: dal 28 al 29 novembre è di scena il ‘Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio’ kermesse dedicata ai vini passiti, giunta alla 3° edizione con successo di critica e di pubblico.

Per tutti gli eno-appassionati un appuntamento da non perdere: sabato 28 e domenica 29 novembre, andrà in scena infatti il ‘Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio’ dedicato ai vini passiti, a Zola Predosa (BO), uno dei 540 Comuni a vocazione vinicola aderenti all’Associazione Nazionale Città del Vino e alla Strada dei Vini e dei Sapori. A ospitare la rassegna enologica sarà la prestigiosa Villa Edvige Garagnani, edificio borghese della seconda metà del 1700, completamente ristrutturato e immerso in un antico giardino: una cornice perfetta per un evento che si preannuncia da assaporare sotto molti punti di vista.

La migliore produzione di settore, con degustazione libera di tutti i vini partecipanti – l’anno scorso più di 400, oltre 500 per quella a venire – a 15 euro a persona, con bicchiere e tasca porta bicchiere in omaggio e assaggi di Parmigiano Reggiano dop, formaggio di fossa e panspeziale.

Fissata per l’ultimo fine settimana di novembre, sabato 28 e domenica 29, presso villa Edvige Garagnani di Zola Predosa (BO), la terza edizione del Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio. La migliore produzione di vini passiti, con degustazione libera di tutte le etichette partecipanti e l’opportunità di assaggiare delizie della tradizione emiliano-romagnola. Informazione enologica, responsabilità sociale e scatti d’autore. Info su www.muffanobile.it e www.concorsovinipassiti.it

ALLA CORTE DI SUA MAESTA’ IL VINO PASSITO
Rassegna enologica, degustazione, sensibilità sociale ed estetica: dal 28 al 29 novembre è di scena il ‘Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio’ kermesse dedicata ai vini passiti, giunta alla 3° edizione con successo di critica e di pubblico.

Per tutti gli eno-appassionati un appuntamento da non perdere: sabato 28 e domenica 29 novembre, andrà in scena infatti il ‘Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio’ dedicato ai vini passiti, a Zola Predosa (BO), uno dei 540 Comuni a vocazione vinicola aderenti all’Associazione Nazionale Città del Vino e alla Strada dei Vini e dei Sapori. A ospitare la rassegna enologica sarà la prestigiosa Villa Edvige Garagnani, edificio borghese della seconda metà del 1700, completamente ristrutturato e immerso in un antico giardino: una cornice perfetta per un evento che si preannuncia da assaporare sotto molti punti di vista.

La migliore produzione di settore, con degustazione libera di tutti i vini partecipanti – l’anno scorso più di 400, oltre 500 per quella a venire – a 15 euro a persona, con bicchiere e tasca porta bicchiere in omaggio e assaggi di Parmigiano Reggiano dop, formaggio di fossa e panspeziale.

I Maestri Sommelier dell’Accademia della Muffa Nobile, associazione organizzatrice del Gran Palio, saranno a disposizione del pubblico per suggerire i migliori abbinamenti e illustrare le proprietà organolettiche e gusto olfattive dei pregiati elisir. Accoglienza emiliana e sapori della tradizione, per un concorso che vedrà in gara tutte le tipologie di vini che prevedono nel loro disciplinare l’appassimento anche parziale delle uve che lo compongono. Tra queste non solo le migliori produzioni nazionali ma dall’estero anche quelle più curiose e pregiate, come l’eccellente australiano ‘Oro Nobile’ di Semillon botritizzato, annata 2006, reso unico dalla presenza di foglie d’oro 23k ed eccezionalmente presentato al Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio. In esclusiva italiana anche il fuoriclasse canadese della cantina Antolino Brongo. Il Sidro di Ghiaccio Cryomalus 2007 ottenuto da 5 tipi di mele differenti e da procedimenti di lavorazione svolti nel freddo naturale del Quebec. 
Una lavorazione paziente e accurata, quella del vino passito, che gli organizzatori dell’Accademia della Muffa Nobile hanno pensato di sottolineare e approfondire con un momento d’informazione enologica. Fissata per sabato 28, alle ore 15.00, la tavola rotonda per affrontare temi legati alla produzione di vini passiti attraverso le testimonianze di quattro noti produttori. Stefano Mancinelli, titolare dell’omonima azienda agricola, tratterà le forme di appassimento delle uve, mentre la fermentazione nei vini passiti sarà il tema relazionato da Stefano Pizzamiglio, produttore vinicolo dell’azienda agricola ‘la Tosa’. Raffaele Boscaini della nota Cantina Masi parlerà invece delle tecnologie produttive dell’Amarone e del Recioto, con cenni alla commercializzazione. A concludere il convegno, l’intervento di Maria Cristina Geminiani della Fattoria Zerbina, che tratterà del connubio d’eccellenza tra Albana e muffa nobile.
Ad un approccio consapevole alla degustazione si aggiunge quello di un consumo responsabile dell’alcool. I Maestri Sommelier rinnovano così l’impegno etico, civile e sociale che li contraddistingue dando rilievo all’importanza della sicurezza stradale. Presente per l’occasione Alco-Service, azienda produttrice di apparecchi analisi portatili e fornitore ufficiale degli etilometri a disposizione del pubblico per effettuare la prova dell’alcool test prima di mettersi alla guida. La rassegna enologica darà l’opportunità ai partecipanti di scoprire i sensi dionisiaci e le suggestioni al palato offerte dalle degustazioni di specialità emiliano-romagnole come Parmigiano Reggiano dop – in collaborazione con il Consorzio del Formaggio Parmigiano-Reggiano – e panspeziale, il tipico dolce del Natale bolognese preparato secondo la ricetta originale certificata dalla delegazione di Bologna dell’Accademia Italiana della Cucina. Spetterà alle meticolose mani delle “arzdore” del Centro Sociale Ricreativo di Zola Predosa ‘Sandro Pertini’, la sapiente lavorazione di ben due quintali di panspeziale che verrà servito in occasione della terza edizione del Gran Palio.
Tra i graditi omaggi distribuiti, inoltre, anche il pregiato formaggio di fossa, delle colline di Sogliano al Rubicone, recentemente patrocinato da Co.Pro.Fo.S. (Consorzio Produttori Formaggi Stagionati). Le dolci note enologiche saranno così esaltate dal sapore inconfondibile di questo formaggio, che dalla stagionatura nelle fosse tufacee trae i suoi peculiari aromi tellurici di muffa e tartufo. Per gli amanti del dolce presenti anche i maestri della Compagnia del Cioccolato che daranno vita a una serie di degustazioni guidate con alcune tra le più celebri tavolette e praline del mondo.
Anche per questa terza edizione si rinnova inoltre la partnership con uno dei produttori della tradizione gastronomica regionale, l’azienda agricola F.lli Caretti che presenterà una selezione di salumi caratteristici del bolognese e perle del settore caseario come lo straordinario formaggio a pasta dura barricato in vinacce di Amarone. Queste le delizie a Km 0 che verranno servite in accompagnamento a crescentine e tigelle. Non solo una parentesi di eccellenti degustazioni, ma anche ghiotta possibilità per prolungare nel tempo il piacere del palato acquistando delizie salsamentarie e casearie presso il Farmers Market allestito.
Un appuntamento di cultura enologica, di gusto e sensibilità sociale. Questi i connotati che delineano il successo dell’importante manifestazione, impreziositi quest’anno dall’alto valore artistico del primo concorso fotografico organizzato dall’Accademia della Muffa Nobile: “La Cantina e i Vini Passiti”, a partecipazione gratuita e aperta a tutti. Le migliori immagini catturate in cantina e nelle vigne saranno selezionate e premiate da una giuria di esperti del settore.

Per info su come iscriversi al Concorso Internazionale di Vini Passiti, visitare www.muffanobile.it e www.concorsovinipassiti.it, tel/fax: +39 051 754198, e-mail: info@muffanobile.it.
Ai cultori del buon vino, sommelier, appassionati e neofiti, invece, basterà aspettare l’ultima settimana di novembre.

Il programma

3° GRAN PALIO DELLA SIGNORIA DEI BENTIVOGLIO

Sabato 28 novembre 2009
Villa Edvige Garagnani, Via Angelo Masini 11 – 40069, Zola Predosa (BO)
ore 10.00 – 14.00 riservato su invito
ore 14.00 – 23.00 apertura al pubblico

dalle ore 10.00 alle ore 13.00 premiazione dei vini vincitori (ingresso riservato a giornalisti accreditati, produttori e su invito). All’interno della villa degustazione di Panspeziale, Formaggio di Fossa, Parmigiano Reggiano e altre specialità del territorio;
Dalle ore 13.00 alle ore 14.00 piccolo rinfresco a buffet con protagonisti il Panspeziale, il Formaggio di Fossa e il Parmigiano Reggiano (riservato agli ospiti);
Dalle ore 14.00 inaugurazione con le autorità e apertura al pubblico pagante con inizio degustazione libera;
all’interno della villa degustazione di Panspeziale, Formaggio di Fossa, Parmigiano Reggiano e altre specialità del territorio.
Durante tutto il giorno è attivo un servizio ristorazione a base di crescentine, tigelle, affettato, formaggi, vino, acqua e caffé a soli 15,00 € – SOTTERRANEI VILLA;
dalle ore 15.00 alle ore 16.00 – SALA ROMELIA (primo piano) tavola rotonda sui vini passiti in cui verranno trattati i temi legati ai procedimenti di produzione dei vini passiti – relatori: Stefano Mancinelli – Azienda Agricola Mancinelli, Stefano Pizzamiglio – Azienda Agricola La Tosa, Raffaele Boscaini – Cantina Masi e Maria Cristina Geminiani – Fattoria Zerbina;
Dalle ore 16.30 alle ore 17.20 – SALA CRISTOFORO (secondo piano) Degustazione di cioccolata – una gianduja salata ed una pralina al formaggio di Fossa abbinati ad un “Centesimino” e ad un albana passito a cui si aggiungeranno una crema spalmabile al vino e una pralina all’albana passito. Gilberto Mora, Presidente nazionale di Compagnia del Cioccolato introdurrà alle tecniche degli abbinamenti vino/cioccolato. Presenzierà Fabio Gardini, cioccolatiere dell’Artigiano di Forlì dei fratelli Gardini. (massimo 30 posti solo su prenotazione € 5,00 a partecipante);
ore 23.00 chiusura

Domenica 29 novembre 2009
Villa Edvige Garagnani, Via Angelo Masini 11 – 40069, Zola Predosa (BO)
ore 10.00 – 20.00 apertura al pubblico
dalle ore 10.00 apertura al pubblico pagante con inizio degustazione libera;
all’interno della villa degustazione di Panspeziale, Formaggio di Fossa, Parmigiano Reggiano e altre specialità del territorio;
Durante tutto il giorno è attivo un servizio ristorazione a base di crescentine, tigelle, affettato, formaggi, vino, acqua e caffé a soli 15,00 € – SOTTERRANEI VILLA;
dalle ore 11.30 alle ore 12.20 – SALA CRISTOFORO (secondo piano) ) Degustazione di cioccolata – abbinamenti di vini con cioccolato al latte, cremone gianduja, canditi ricoperti e torta tenerina (massimo 30 posti solo su prenotazione € 5,00 a partecipante);
dalle ore 16.30 alle ore 17.20 – SALA CRISTOFORO (secondo piano) ) Degustazione di cioccolata – abbinamento di vino e cioccolato con un focus particolare sulle praline all’aceto balsamico di Valter Tagliazucchi del Giamberlano di Pavullo, le praline al Barolo Chinato di Cocchi prodotte da Andrea Slitti e le praline al Ben Rye di Donnafugata prodotte da De Bondt. (massimo 30 posti solo su prenotazione € 5,00 a partecipante);
ore 20.00 chiusura

Ufficio Stampa
Sicomunica per il Gran Palio della Signoria dei Bentivoglio 2009
Matteo Barboni – 3496172546
Giulia Losengo – 3275318 060
press@sicomunica.com
Tel.  +39 051 58 73 998
www.sicomunica.com

Info su www.muffanobile.it e www.concorsovinipassiti.it

2° Festival del Vino e del Barbecue – Ragalna (CT)

Sabato 28 e domenica 29 novembre 2009

Ragalna (CT)
Largo Viscuso (Piazza s. barbara)

I Vini Passiti incontrano il Cioccolato – Bologna (BO)

Sabato 28 e domenica 29 novembre 2009

La Compagnia del Cioccolato organizza all’interno della 3° Rassegna Internazionale di Vini Passiti  a Villa Edvige Garagnani  Zola Predosa (BO) il 28-29 Novembre,  3 degustazioni guidate di Cioccolata in abbinamento a Vini Passiti.

Villa Garagnani
Zola Predosa (Bologna)

Ein Prosit 2009- Tarvisio Malborghetto (UD)

Da giovedì 19 a lunedì 23 novembre 2009

Grandi vini e grandi cibi in Alpe Adria

Palazzo Veneziano
Tarvisio Malborghetto (UD)

Gran Palio dei Vini Passiti – Zola Predosa (BO) -Accademia della Muffa Nobile

Sabato 28 e domenica 29 novembre 2009.

Per degustare  i migliori vini passiti d’Italia (ed anche con qualche toccata all’estero)

Tra Castagne e Vino … festeggiando San Martino – Marina Palmense – Fermo (AP)

Mercoledì 11 novembre 2009

Ristorante “Leone del Mare”
 c/o Camping Spinnaker
Via G. Campofiloni
Marina Palmense – Fermo (AP)
Tel. 0734.53913

San Martino e le donne del vino – Gioia del Colle – Santeramo in Colle (BA)

Da mercoledì 11 a domenica 29 novembre 2009

5 serate di Degustazione – Roma (RM)

Da mercoledì 11  a mercoledì 9 dicembre 2009 alle ore 22.00

Enoteca Cantina Castrocielo
viale degli astri 35 sa
Roma (RM)

Corso Onav – Trani (BA)

Da lunedì 9 novembre 2009 a martedì 9 febbraio 2010

NUOVI ASSAGGIATORI DI VINO A TRANI

Corso per l’ottenimento della Patente di Assaggiatore di Vino (titolo riconosciuto dal Ministero delle Politiche Agricole e Forestali) in 18 lezioni più l’Esame finale.

Il Corso si terrà dalle ore 20.00 alle ore 22.00, con inizio il 9 novembre 2009 con una lezione a settimana ogni lunedì e con Esame finale.