Reflusso gastroesofageo Dottoressa Antonia Griffo

Reflusso gastroesofageo Dottoressa Antonia Griffo

Anche se occasionalmente, piccoli reflussi di contenuto gastrico nell’esofago sono considerati fisiologici; si parla di malattia da reflusso gastroesofageo (MRGE) se la frequenza e l’intensità dei reflussi assume valenza patologica. L’acido cloridrico e la bile che vengono a contatto con la mucosa esofagea ne provocano l’infiammazione con la conseguente insorgenza di dolori cronici. Col tempo l’infiammazione può evolvere in danni alla mucosa esofagea, con erosioni e piccole ulcere. L’assunzione di sostanze quali grassi, nicotina, caffeina, agrumi, alcolici ed anche alcuni tipi di farmaci può intensificare gli episodi di reflusso.

ACCORGIMENTI DIETETICO-COMPORTAMENTALI

• Ridurre il peso
• Svolgere attività fisica moderata (30 minuti per 5 volte a settimana) esercita un ruolo protettivo sui sintomi da reflusso
• Evitare pasti abbondanti che aumentano la pressione gastrica e preferire pasti piccoli e frequenti
• Evitare cibi grassi, fritti, il cioccolato, il caffè, la menta, bevande gassate, succhi di agrumi e pomodoro.
• Evitare il fumo di sigaretta
• Evitare l’alcol che esercita un effetto tossico sulla mucosa esofagea e favorisce gli episodi di reflusso.
• Evitare di mangiare entro 3 ore prima di coricarsi

Dott.ssa Antonia Griffo
Biologa Nutrizionista
per contatti: antoniagri@hotmail.it.

Reflusso gastroesofageo Dottoressa Antonia Griffoultima modifica: 2016-05-19T16:57:33+00:00da eleoma
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento