Tiella Con patate e peperoni Marialaura

Tiella Con patate e peperoni Marialaura
Ingredienti
600 gr di patate
300 gr di peperoni rossi
100 gr di cipollotti freschi
200 gr di pomodori piccadilly
1 cucchiaio di origano
2 cucchiai di pangrattato
3 cucchiai di pecorino grattugiato
300 gr di mozzarella
sale
5 cucchiai di olio

Preparazione
Lavate le  patate pelatele e tagliatele a fette
Lavate i peperoni rossi e tagliateli a quadrotti
Prendete i cipollotti freschi e tagliateli a fettine
Lavate i pomodori piccadilly e  tagliateli a fette
Tagliate la mozzarella a fettine
Ungete il fondo di una teglia da forno circolare da 20 cm di diametro con un cucchiaio di olio. Formate un primo strato con meta delle patate,indi disponeteci tutti i peperoni, continuate con i cipollotti, poi la metà dei pomodori. Formate uno strato con la mozzarella, condite col sale e con l olio a filo,terminare con uno strato di patate e sopra il resto dei pomodori,condite con sale,olio,origano,pecorino e pangrattato. Cuocete in forno già caldo a 190 gradi per un’ora,a cottura ultimata estraete dal forno e fate raffreddare per una decina di minuti

Orata con patate peperoni e pomodorini Alexia

Orata con patate peperoni e pomodorini Alexia
Ingredienti
2 orate
400 gr di patate
due peperoni
200 gr di pomodorini

Preparazione
Tagliate i pomodorini a metà
Pulite e tagliate le orate
Tagliate le patate  a filetti
Tagliate i peperoni a tocchetti
Prendete la teglia e foderatela con  carta da forno bagnata e strizzata
Adagiate le orate condire con olio sale grosso e rosmarino contornare con le patate peperoni e pomodorini un filo di olio e e cuocete per 30 minuti servite con le verdure e sughetto

Le colline del Prosecco meritano il riconoscimento Unesco, ma vanno protette

image007Le colline del Prosecco meritano il riconoscimento Unesco, ma vanno protette

Bottega festeggia e ribadisce l’urgenza di proteggere tanto il territorio quanto il Prosecco, un vino che ha costi di produzione più alti dello Champagne.

Il 7 luglio a Baku, in Azerbaijan, il World Heritage Commettee dell’Unesco ha decretato l’inserimento delle Colline di Conegliano e Valdobbiadene nella lista del Patrimonio Mondiale dell’Umanità, che oggi conta quindi 55 siti italiani. Si tratta di un importante ritorno di immagine per le cantine dell’area e per tutto il territorio.
L’azienda Bottega, presente con il Prosecco e con altri prodotti in 140 paesi del mondo, si congratula con Luca Zaia, governatore della Regione Veneto, con il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene Docg e con tutte le istituzioni che hanno promosso e perseguito un progetto complesso e articolato.
Sandro Bottega, presidente di Bottega S.p.A., manifesta la propria soddisfazione e dichiara: “Le colline di Conegliano Valdobbiadene sono un territorio di grande bellezza e avrebbero certamente meritato che un riconoscimento di tale prestigio arrivasse prima. Tutto il mondo del Prosecco ne beneficierà e questa considerazione supera tutte le altre. Verranno premiati certamente i produttori che con fatica e sacrificio hanno lavorato con l’unico obiettivo della qualità, in vigna, in cantina e sul mercato. Verrà premiato chi ha promosso questo vino in paesi lontani, facendolo conoscere ai quattro angoli del globo, fino a creare una tendenza di consumo e quindi una richiesta sempre più importante. Mi rammarica però pensare che verrà premiato anche chi è andato a traino e ha giocato negli anni su una qualità al ribasso.”
Bottega aggiunge: “Proprio in questo momento di soddisfazione diffusa i produttori di qualità vanno protetti, creando delle commissioni di degustazione più severe, limitando le rese per ettaro e adeguando effettivamente il livello qualitativo ai canoni imposti dal Consorzio. La recente messa al bando dell’impiego del glifosato in vigna rappresenta una pietra miliare nel segno del rispetto del territorio e della salute. Il Prosecco, quello vero, ha una valenza pari a quella dello Champagne e costi di produzione a volte anche superiori. Infatti l’area dello Champagne è quasi piatta rispetto a quella del Prosecco (in particolare Docg) che è collinare con zone molto scoscese. Quindi la vendemmia e la manutenzione dei vigneti sono notevolmente più onerose nell’area del Prosecco. ll metodo Martinotti (Prosecco) richiede investimenti infrastrutturali (autoclavi, macchine riempitrici) molto più costosi rispetto a quelli necessari per il metodo Champenois (Champagne). Lo stoccaggio in cantina dello Champagne per almeno 15 mesi, visto l’attuale bassissimo costo del denaro, non modifica le proporzioni anche se immobilizza il capitale. Non a caso il Cava spagnolo, prodotto anch’esso con il metodo Champenois, ha mediamente un costo inferiore a quello del Prosecco.”
Rispetto per il territorio, sostenibilità ambientale e cura costante della qualità hanno consentito al Prosecco Bottega di sfidare lo Champagne e di diventare il secondo spumante nel canale Travel Retail. L’azienda di Bibano di Godega guarda quindi con fiducia al futuro, brindando a un terrritorio splendido, patrimonio dei cittadini del mondo.

Contatti: Giovanni Savio – Ufficio Stampa – Bottega S.p.A. – Tel. 0438-406801

Mela Kanzi® grigliata la formaggio Haloumi

Kanzi_Halloumi_GrigliatoMela Kanzi®  grigliata la formaggio Haloumi Ingredienti per 2 persone

2 mele Kanzi®
1 confezione di formaggio Haloumi da ca. 150 g (o in alternativa 150 g. scamorza)
1 melanzana piccola
2 cucchiai di olio di oliva
2 cucchiai di succo di limone
1 pizzico di sale/pepe
2 rametti di menta fresca

Suggerimenti per la preparazione
Uno spuntino ad alto godimento. Con questo squisito spuntino, che può essere servito anche come esaltante contorno, ti culli nelle atmosfere arabe.

Preparazione
Rimuovete il torsolo della mela Kanzi® e tagliatela a rondelle spesse 1 centimetro. Tagliate a rondelle anche la melanzana e il formaggio e marinate il tutto in un’insalatiera contenente olio di oliva e succo di limone. Condite il tutto con sale e pepe. Nel frattempo riscaldate la pirofila o il grill. Fate quindi grigliare la melanzana, la mela e il formaggio su ambo i lati fino a che non si saranno formate delle striature scure. Riempite quindi una insalatiera con la melanzana, la mele a il formaggio grigliati. Aggiungete i crauti ed eventualmente condite ancora con un
po’ di olio, sale e pepe. Servite le varie rondelle disponendole una sopra all’altra: guarnite il piatto con il pepe e con i rametti di menta rimasti.

Consiglio
Il piatto può essere gustato anche come spuntino, o come contorno di un piatto di pesce o carne alla griglia, con pesto, o olio di oliva e limone.

 

A Vitique arriva il mare della bella Toscana

Post Vitique cena di pesceA Vitique arriva il mare della bella Toscana
Giovedì 25 luglio una serata unica in Chianti Classico per assaporare i frutti dell’arcipelago toscano

Vitique – via Citille, 43, Greti FI

Giovedì 25 luglio arriverà A Vitique, in Chianti Classico, il prezioso pescato dell’arcipelago toscano, per una serata alla scoperta di ciò che di più gustoso il mare sa offrire.

A rendere omaggio a questa materia prima unica sarà Antonio Guerra, chef del concept enogastronomico Vitique, nei cui spazi convivono armoniosamente Vitique Bistrot, Vitique Ristorante e Vitique Enoteca.

Giovedì 25 luglio Antonio Guerra darà vita ad un menù intrigante, che avrà come protagonisti scampi, sgombri, seppie e dentici, eccellenti anime del mare toscano.

Menù

Scampo, limone e “salsa verde”

Sgombro, cipolla rossa, zucchine e capperi

Seppia e spugnole

Dentice, spinacino, rafano e caviale

Pesca e cannella

Piccola pasticceria

50€ a persona – Bevande escluse – su prenotazione, posti limitati

Vitique è ultimo segmento nato dell’ospitalità di Santa Margherita Gruppo Vinicolo, curata a livello nazionale da Alessandro Marzotto, Hospitality manager, con la direzione di Dario Nenci. Vitique si affaccia sulla campagna che abbraccia Greve, cuore pulsante del Chianti Classico, all’interno della cantina di Santa Margherita Tenimenti Toscani.

La nuova proposta gastronomica, inaugurata a marzo con l’arrivo dello chef Antonio Guerra e la consulenza dello chef Antonello Sardi, offre due linee distinte ma strettamente legate tra esse: Vitique Bistrot, aperto solo a pranzo, e Vitique Ristorante, aperto solo la sera.

La cucina del Bistrot, che permette di accomodarsi in uno spazio caldo, contemporaneo ed arredato con gusto ed eleganza, si basa su preparazioni semplici ed intriganti che vedono l’utilizzo di pochi ingredienti e cotture espresse e veloci.
La pasta è fatta in casa, la carne proviene da piccoli allevamenti locali, mentre il pesce pescato nei mari italiani arriva qui fresco ogni giorno.

Il Ristorante si sviluppa in un’area riservata e tranquilla che guarda la meravigliosa campagna del Chianti Classico. Anch’esso in stile contemporaneo ed avvolgente, mix tra legno di rovere e corten, è stato pensato per regalare ai clienti un angolo ancora più intimo e raccolto.
Oltre al menù alla carta, vengono proposti due menù degustazione, uno dei quali a mano libera, secondo l’estro dello chef. Le ricette che qui prendono vita sono un condensato di esperienze, di ricordi, di ricerca, di consapevolezze e di contaminazioni.

Lo chef Antonio Guerra, nato a Carate Brianza e di origini pugliesi, può annoverare significative ed importanti esperienze lavorative, tra cui quella da Luigi Taglienti al Lume di Milano, una stella Michelin, quella particolarmente significativa con lo chef stellato Giancarlo Morelli e quella con Antonello Sardi alla Bottega del Buon Caffè di Firenze, una stella Michelin.

La cantina, in continua crescita, offre oltre 200 referenze, con un focus sui vini del Gruppo Santa Margherita, che da nord a sud del Bel Paese disegnano un mosaico enologico variegato ed intrigante.

Oltre ai vini di Santa Margherita, la carta regala un interessante ventaglio di etichette italiane, francesi e tedesche firmate da produttori anche piccoli e di nicchia, per un viaggio alla scoperta di una viticoltura meno nota e di alto livello.

Nell’area enoteca è possibile degustare ed acquistare i vini delle cantine di Santa Margherita Gruppo Vinicolo: Santa Margherita e Torresella in Veneto, Kettmeir in Trentino Alto Adige, Ca’ del Bosco e Ca’ Maiol in Lombardia, Lamole di Lamole, Tenuta Sassoregale e Vistarenni in Toscana, Terreliade in Sicilia e Cantina Mesa in Sardegna.

A Vitique si può anche vivere un’esperienza a 360 gradi tra vino e ristorazione di qualità: diversi, infatti, sono i pacchetti che vengono proposti agli ospiti, che possono visitare la cantina di affinamento, fare una degustazione delle etichette del Gruppo Santa Margherita, e farsi poi trasportare dai profumi e dai sapori dei piatti del Bistrot.

La bottega delle eccellenze è un angolo riservato all’artigianato locale ed italiano: pasta, cioccolato, conserve, aceto, ma anche porcellane ed oggettistica costituita da pezzi unici sono solo alcune delle meraviglie che è possibile scoprire ed acquistare.

Vitique è anche location per eventi, dove possono essere organizzati incontri di lavoro, matrimoni, compleanni, ricorrenze speciali.

Press Kit Vitique (cartella stampa, cs e foto)

Vitique

Via Citille, 43, 50022 Greti FI
Mail – Sito Vitique
Giorno di chiusura mercoledì
Orari: dalle ore 11 alle ore 23

Ufficio Stampa
Roberta Perna Comunicazione Enogastronomica

Roberta Perna – Mail
Tel. 329 9293459 –Sito Roberta Perna

Email inviata a eleoma@libero.it
Disiscriviti

L’estate inizia alla grande con la freschezza di Kanzi®

L’estate inizia alla grande con la freschezza di Kanzi®

I consigli e la ricetta della mela dal gusto straordinario: rimanere idratati, mangiare leggero, proteggere la pelle e fare sport con attenzione

L’estate è senza dubbio una delle stagioni più vivaci dell’anno, tra sport all’aria aperta, tempo libero, cambio dell’armadio e voglia di abbronzatura. Un boom di attività che ci fa sentire bene e dinamici. Ma è veramente possibile vivere l’estate al massimo e trovare l’equilibrio necessario per l’organismo? Kanzi®, la mela rinfrescante ci offre consigli salutari per attivare il corpo e godersi così un’estate bella ed energetica.

Prenditi cura della tua dieta. Noi siamo ciò che mangiamo, ecco perché è molto importante farlo con la testa e non con gli occhi. Non abusare di bevande con caffeina o alcool o bevande dolci. Secondo gli esperti, la cosa migliore è basare la propria dieta sui cibi tipici della stagione, come insalate o gazpacho freschi. Se abbiamo voglia di qualcosa di dolce, non dimentichiamo di aggiungere una gustosa mela Kanzi® ai nostri piatti: oltre ad addolcire i pasti è un’alleata delle diete ipocaloriche grazie al suo basso contenuto calorico (53 calorie per 100 grammi) e alto in acqua (circa l’82,5% circa).

Lo sport sempre. Ci sono molte persone che hanno dubbi se praticare sport con il caldo, il consiglio degli esperti è: sì allo sport, ma non in qualsiasi momento. È meglio non praticare attività fisica all’aria aperta tra le 12 e le 17, dove le temperature sono più alte. Per combattere il caldo e la sensazione di soffocamento, uno spuntino ci aiuterà a sentirci meglio e recuperare energia. Il miglior snack mentre si pratica sport in estate è un frutto, e non c’è niente di meglio di una succosa mela rossa Kanzi®, per idratarci e addolcire il pomeriggio.

Prenditi cura della tua pelle. In queste date la pelle soffre più del solito, i raggi ultavioletti causano più danni, quindi è molto importante proteggersi dal sole a tutte le ore e la protezione 50 non dovrebbe mai mancare nella nostra borsa. Anche il cibo è un fattore di protezione importante, e la parola d’ordine sono antiossidanti e idratazione. Le mele Kanzi® fanno al caso nostro anche in questo caso, grazie alla loro ricchezza di vitamina C e di sali minerali. Questo frutto ha anche un alto contenuto di collagene, che darà elasticità alla tua pelle.

E dato che Kanzi® è disponibile fino a fine giugno, tanto vale approfittarne per festeggiare l’inizio dell’estate con un morso croccante, una polpa succosa, e un gusto straordinario. Ecco allora un consiglio per dare un tocco vegetariano alle vostre grigliate estive!

Kanzi_Halloumi_GrigliatoMELA KANZI® GRIGLIATA AL FORMAGGIO HALOUMI

Ingredienti per 2 persone
2 mele Kanzi®
1 confezione di formaggio Haloumi da ca. 150 g (o in alternativa 150 g. scamorza)
1 melanzana piccola
2 cucchiai di olio di oliva
2 cucchiai di succo di limone
1 pizzico di sale/pepe
2 rametti di menta fresca

Suggerimenti per la preparazione
Uno spuntino ad alto godimento. Con questo squisito spuntino, che può essere servito anche come esaltante contorno, ti culli nelle atmosfere arabe.

Preparazione
Rimuovete il torsolo della mela Kanzi® e tagliatela a rondelle spesse 1 centimetro. Tagliate a rondelle anche la melanzana e il formaggio e marinate il tutto in un’insalatiera contenente olio di oliva e succo di limone. Condite il tutto con sale e pepe. Nel frattempo riscaldate la pirofila o il grill. Fate quindi grigliare la melanzana, la mela e il formaggio su ambo i lati fino a che non si saranno formate delle striature scure. Riempite quindi una insalatiera con la melanzana, la mele a il formaggio grigliati. Aggiungete i crauti ed eventualmente condite ancora con un
po’ di olio, sale e pepe. Servite le varie rondelle disponendole una sopra all’altra: guarnite il piatto con il pepe e con i rametti di menta rimasti.

Consiglio
Il piatto può essere gustato anche come spuntino, o come contorno di un piatto di pesce o carne alla griglia, con pesto, o olio di oliva e limone.

Cena del “Duca”: tra ricette antiche e “omaggio” in ceramica

2bb75617-d901-4d51-8853-4660fae416d8Cena del “Duca”: tra ricette antiche e “omaggio” in ceramica

Giovedì 11 luglio alle ore 20 nel Torrione di Palazzo Ducale di Urbania menù cinquecentesco servito in maioliche di Casteldurante in rosso Tiziano e visita guidata notturna alla mostra in onore di Francesco Maria I Della Rovere

URBANIA (Pesaro e Urbino) – Insalata di Costanzo Felici con pane allo zenzero, pasticcio d’erbe, budino di ricotta con salsa speziata, sono solo alcuni dei piatti che saranno serviti giovedì 11 luglio nel Torrione quattrocentesco di Palazzo Ducale di Urbania. L’occasione viene data dall’iniziativa “A cena con il Duca”, in onore della mostra evento allestita nel piano nobile del Palazzo e che vede protagonista il ritratto di Francesco Maria I Della Rovere, opera di Tiziano Vecellio.

Un’occasione più unica che rara, grazie alla riproposizione di antiche ricette rinascimentali rispolverate dal gruppo “Mac Caron” di Urbania, associazione che ha come scopo quello di tenere in vita le antiche ricette del territorio dell’Alta Val Metauro, tramandarne la tradizione attraverso corsi per tutti, diffondendo una consapevolezza del buon cibo e della cucina locale.

<Dopo gli antipasti, si prosegue con le lumachelle della Duchessa con “grisilli” (le interiora), antichissima pasta fatto a mano con spezie e formaggio, cotta in brodo assieme alle interiora di animali di bassa corte –spiega Francesca Guerra, presidente “Mac Caron”- un piatto ricco di proteine, per questo storicamente destinato alla puerpere che dovevano riprendersi dal parto. A realizzarlo erano le suore di clausura, perché il processo di preparazione era lunghissimo. In un secondo momento, anche se si parla sempre del ‘500, presero il nome di lumachelle della Duchessa, in onore di Battista Sforza, seconda moglie di Federico da Montefeltro, che era un’ottima cuoca, ma soprattutto diede alla luce numerosi figli e per questo mangiava spesso questa minestra>.

Il menù prevede inoltre: cappone marinato ai mille savor, sfogliata di vitella con gelatina di mele al rosmarino. Il tutto annaffiato da Bell’Antonio e Fogliola rosso della Tenuta San Giacomo e Filippo di Urbino. Gran finale con torta zuccherata con crema di bisbetica e vino santo.

Altra particolarità della cena: i commensali degusteranno i vari cibi in piatti di ceramica di Casteldurante, realizzati per l’occasione dal foggiatore Orazio Bindelli e dai maestri maiolicari dell’Associazione Amici della Ceramica. Piatti e bicchieri di forma cinquecentesca con l’utilizzo di colori legati a Tiziano, come il rosso che lo rese celebre nel campo della pittura, saranno omaggiati ai partecipanti.

A fine cena è prevista la visita guidata by night alla mostra “Il Duca torna a casa”, allestita nelle sale di Palazzo Ducale. Oltre al dipinto di Maria Francesco I della Rovere a firma di Tiziano, esposte numerose opere come il “Corteo Trionfale di Carlo V a Bologna”, un’acquaforte di Hogenberg Nicolaus datata 1530, dall’altezza di 36 cm. e lunga circa 12 metri; la Sfera Terreste (1541) e la Sfera Celeste (1551) di Gerardo Mercatore; senza tralasciare quadri, libri, ceramiche, disegni, oggettistica, carte, lettere e atti storici.

Un sezione della rassegna è dedicata alle ceramiche e rappresentano i vari stili, forme, decori e colori che caratterizzarono e resero famosa Casteldurante tra il ‘400 e il ‘500 in tutto il mondo. Il gruppo di maioliche in esposizione fanno parte del ricco patrimonio artistico della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che le ha prestate per l’occasione ad Urbania.

Costo dell’intera serata 35 euro che comprende: cena, omaggio in ceramica e visita guidata. La prenotazione è obbligatoria allo 0722.313140

NOTE TECNICHE

Titolo della mostra:
“Francesco Maria I della Rovere di Tiziano”
Collezioni roveresche nel Palazzo di Casteldurante

Urbania, Palazzo Ducale
14 aprile – 14 luglio 2019
Orari:10-13 / 15-18
Ingresso: 6 euro

Infolinee: Museo Civico Urbania 0722.313151
Ufficio Turismo Urbania 0722.313140

Ufficio stampa:
Marte Comunicazione
info@martecomunicazione.it
ph. 3356130800
ph. 328.6958008

Cinema DiVino 2019

img-topCinema DiVino 2019

Torna la manifestazione CinemaDiVino!

Giovedì 18 luglio vi aspettiamo in Cantina per una serata all’insegna del grande cinema e del buon vino.

Vi faremo degustare i nostri vini, conoscere i segreti della produzione dei nostri vini, ceneremo e assisteremo alla visione sotto le stelle del film: “Morto tra una settimana (o ti ridiamo i soldi)”

Azienda agricola Tomasella di Tomasella Luigi & C. Via Ungaresca, 14
Brugnera, PN 33070

Il Meglio di Operazione Pane

Il Meglio di Operazione Pane

Capitolo 1: Pif racconta la mensa Padre Ernesto a Bologna.
Pif con Luciano – volontari per un giorno

Pif insieme a Luciano, un volontario della Mensa di Antoniano.

Pif ha ascoltato la voce di tante persone, ha visitato diversi luoghi ed è stato il testimone di molte storie in giro per il mondo. Attraverso i suoi occhi, puoi vedere da vicino cosa succede e conoscere le storie delle persone che aiutiamo ogni giorno alla Mensa Padre Ernesto dell’Antoniano: una delle mense francescane della rete di Operazione Pane.
SCOPRI COME È ANDATA

Operazione Pane è la campagna lanciata da Antoniano nel 2014 a sostegno di 15 realtà francescane che ogni giorno mettono in tavola migliaia di pasti per chi non ha da mangiare.

Oggi Pif si è messo guanti, cuffia e grembiule e ha aiutato i volontari a servire il pranzo alle 130 persone che ogni giorno mangiano nella nostra mensa. Ha servito le alette di pollo piccanti e la Pif Baguette, un’esclusiva che tutte le mense francescane d’Italia dovrebbero avere, ha commentato scherzando Pif.
SCOPRI COME È ANDATA

Ha incrociato molti sguardi e parlato con tante persone come per esempio Giuseppe che nella sua vita ha cambiato diversi mestieri. Ha fatto l’operaio, il metalmeccanico, il muratore. Un giorno, la cooperativa in cui ha lavorato per vent’anni ha chiuso e la sua vita è presto precipitata.

Poi, quando gli hanno detto che in Antoniano la porta è sempre aperta, ha iniziato a venire qui per pranzo. In Antoniano, ha conosciuto persone che sono state e sono oggi al suo fianco per aiutarlo a ritrovare la strada giusta, anche quando questa sembra perduta.
Antoniano onlus

http://antonianonlus.musvc2.net

Estate tra le vigne di Vallepicciola

CantinaEstate tra le vigne di Vallepicciola
L’azienda vinicola in Chianti Classico annuncia un calendario ricco di iniziative per la bella estate

Concerti, teatro, dj, cicloturismo, wine tasting, aperitivi,
talk show e gastronomia di eccellenza

L’azienda vinicola Vallepicciola a Castelnuovo Berardenga, nella meravigliosa campagna del Chianti Classico senese, per questa estate annuncia un calendario ricco di iniziative che permetteranno di vivere i suoi spazi e di conoscere i suoi vini grazie a serate all’aperto, circondati dalle vigne, con musica, teatro e gastronomia di qualità.

Il 13 giugno si darà il via all’appuntamento Wine & Sound, i giovedì speciali di Vallepicciola, da giugno fino a settembre, con dj, food & wine e musica dal vivo per alcune date. Dalle 18 in poi ad attendere i wine lovers e gli amanti dell’aria aperta ci saranno ogni volta gustosi aperitivi accompagnati dai vini di Vallepicciola e da buona musica, per trascorrere serate diverse dal solito nella splendida e rigogliosa natura senese.

Luglio sarà invece il mese del jazz, grazie a quattro date che vedranno salire sul palco artisti di fama mondiale. Tommaso Perazzo, Camilla Battaglia EMIT, Ben Wendel, Dayna Stephens Trio saranno i protagonisti dell’attesissimo festival Winery Tasting Jazz, che in ogni data vedrà lo svolgersi anche di un delizioso aperitivo prima del concerto.

Il 20 luglio, invece, l’appuntamento sarà con la luna. Per omaggiare i cinquat’anni dallo sbarco sulla luna, grazie alla collaborazione con il Chianti Festival 2019, Vallepicciola diventerà palcoscenico di “Quanto è distante la luna?, uno spettacolo con la regia di Daniela Morozzi liberamente ispirato al racconto di Italo Calvino La distanza dalla luna.

Il 3 agosto, invece, si terrà la festa di Vallepicciola, Vallepicciola in Festa, un evento per grandi e per piccini in cui il vino si intreccerà armoniosamente con l’attività all’aria aperta, con la musica e con lo street food d’autore.

Calendario eventi Vallepicciola

Aperitivo tutti i giovedì dal 13 giugno: chill out e buffet dalle ore 18 alle ore 22

Il 13 giugno, per l’inaugurazione di Wine & Sound, dj Leo Tolu ed a seguire concerto dal vivo di Nicola Mei.

Costo serate 15 euro comprensivo di buffet e di un calice di vino. Non occorre prenotare.

Winery Tasting Jazz
13, 19, 22 e 23 luglio

Festival di musica jazz. Ogni concerto sarà preceduto da un aperitivo con i vini di Vallepicciola abbinati al cibo di qualità.

13 luglio

Tommaso Perazzo
Tommaso Perazzo pianoforte

19 luglio

Camilla Battaglia EMIT
Camilla Battaglia voce, piano, elettronica
Michele Tino sax alto
Andrea Lombardini basso elettrico
Bernando Guerra batteria

22 luglio

Ben Wendel – The Seasons
Featuring Aaron Parks piano
Gilad Hekselman chitarra
Matt Brewer basso
Eric Harland batteria

23 luglio

Dayna Stephens Trio
Dayna Stephens tenore e sax
Dario Deidda basso elettrico
Francesco Ciniglio batteria

Inizio ore 20: buffet e wine tasting
Ore 21.15 inizio concerto

Costo 20 euro a persona comprensivo di buffet, un calice di vino e concerto. 15% di sconto al wineshop con biglietto di ingresso

Gradita la prenotazione al numero 0577 1698718

Spettacolo “Quanto è distante la luna?”
20 luglio

Matteo Marsan, direttore artistico del Chianti Festival, porterà a Vallepicciola uno spettacolo per rendere omaggio allo sbarco sulla luna avvenuto cinquat’anni fa, il 20 luglio 1969.

Inizio spettacolo ore 21.30 (ingresso intero € 12 / ridotto € 10 riduzioni under 14, over 65 e soci coop).
Per info Comune di Castelnuovo Berardenga Ufficio Cultura
tel. 0577 351345.
Programma completo Festival

Spettacolo

Lo Stanzone delle Apparizioni presenta
“Quanto è distante la Luna? ”
(liberamente ispirato al racconto di I. Calvino “la distanza dalla luna”)

Regia: Daniela Morozzi
Voce narrante: Matteo Marsan
interpreti: Compagnia Teatro Alfieri e Ass. “Le Calcinaie”
Colonna sonora: Giacomo Rossi
Coreografie: Stella Peccianti
Scenografie: Beatrice Ficalbi
Luci e audio: Cantiere 4

Cinquanta anni fa il primo passo di un uomo sulla Luna rese materiale una vicinanza ed un’attrazione che duravano da centinaia di migliaia di anni.
Una serata per ricordare e mettere in scena le fantasie ispirate dal nostro satellite d’argento, o di latte o di pietra o di sogni.
Parole, musica, immagini in movimento e suggestioni ispirate dal racconto di Italo Calvino “La distanza dalla Luna”.

Vallepicciola in Festa
3 agosto

Vallepicciola in Festa è la festa annuale dell’azienda, un appuntamento per festeggiare insieme agli amanti delle sue etichette l’estate e le sue meraviglie.

Programma evento

Ore 16 iscrizioni a Vallepicciola per la Vinbike, ruota della fortuna

Pedalata per tutti e con ogni tipo di bicicletta su di un anello di 5,8 km con tempi segreti e premi di regolarità.

Ore 18 talk show sui vini rosati e degustazione dei vini

A moderare il giornalista Andrea Gori con la presenza dell’enologo Riccardo Cotarella

Ore 20 premiazione della cicloturistica

Ore 20.30 apertura stand di food (pici, carne d’autore alla brace, pizza gourmet, gelato artigianale)

Musica dal vivo che accompagnerà per tutta la sera i presenti

Per tutta la festa a disposizione dei più piccoli baby parking gratuito e laboratorio creativo

Vallepicciola

Vallepicciola, nella campagna di Castelnuovo Berardenga, è un’azienda vinicola che si estende per 265 ettari, tra boschi, viti ed ulivi che danno vita ad un ottimo extravergine toscano da varietà moraiolo, leccino e frantoio.
Gli ettari vitati sono 85 e vedono la presenza del re dei vitigni toscani, il sangiovese e di vitigni internazionali quali pinot nero, merlot, cabernet sauvignon, cabernet franc, petit verdot e chardonnay.

I vigneti di Vallepicciola, distribuiti sui territori collinari a sinistra del fiume Arbia, sono stati selezionati con molta attenzione secondo la composizione dei suoli e delle zone in cui si alternano amalgami di argille, marne calcaree, marne bluastre, tufo, arenarie e sabbie.
Ed è proprio questo il quid in più di Vallepicciola: la grande variabilità dei suoli che dona ricchezza, eleganza ed unicità ai vini che qui nascono.

Vallepicciola
Strada Provinciale 9 di Pievasciata 21,
Castelnuovo Berardenga SI
Tel. 0577 169 8718 – Mail Vallepicciola
Sito Vallepicciola

Press Kitt Vallepicciola (foto, cs e locandina eventi)

Ufficio Stampa

Roberta Perna – Mail Roberta Perna
Tel. 329 9293459 – Sito Roberta Perna

Riso con speck e provola Luchetti Enrico

60707794_249707879223550_8848385593361563648_nRiso con speck e provola Luchetti Enrico

Ingredienti
500 grammi riso
1 scalogno
7 fette speck tagliato alto tagliato a julienne
burro
parmigiano
un Po di vino bianco
parmigiano

Preparazione
Tritate uno scalogno e tagliate  lo speck finemente mettete in una pentola con olio oliva una volta rosolato sfumate con vino evaporato vino, aggiungete riso, fate tostare una volta tostato, aggiungete riso tagliate provola affumicata a cubetti nel frattempo 3 minuti prima della fine cottura del riso aggiungete burro parmigiano e provola

Fagottini pasta sfoglia con con nutella e pistacchi

57308620_10218650216837633_7713848468631977984_o (1)Fagottini pasta sfoglia con con nutella e pistacchi

Laboratorio a 4 mani  io e la mia bimba in cucina cucinando dolci di pasta sfoglia con nutella e pistaccchio. Non sono belli ma erano buoni e ci siamo divertite a cucinare insieme

Potete fare la medesima ricetta con la pasta brisè
Potete farcire con mandorle o nocciole
Sbirrate la vostra fantasia

 

Ingredienti
1 rotolo di #pastasfoglia integrale @buitoni
#Nutella @nutella
#pistacchi
#zuccheroavelo

Preparazione
Srotolate la pasta sfoglia, dividetela in rettangoli uguali, di ogni rettangolo farcite il centro con nutella e granella di pistacchio, avvolgete su se stesso a mo di involtino.
Adagiate in una teglia rivestita su carta forno(io uso quella nella confezione
Infornate a 180 gradi (a forno caldo) per 15/20 minuti o comunque fino a quando non si saranno dorati
Sfornate e lasciate raffreddare prima di servire.
Spolverizzate con lo zucchero a velo
 

 

#ricettedicasaele #cucinaitaliana #Nutella#cucinatradizionale #cucinatoscana #piattiitaliani#piattitipici #italianfoodporn #italianfood #foodporn#foodpost #foodgasm #istagram #istafoog #dolce#dolci #dessert

Pollo all’aceto balsamico

58619761_10218744527955352_4605158913677983744_oPollo all’aceto balsamico
Super veloci
Super facile
Super buone

Ingredienti
800 gr di pollo a pezzi
olio
aceto balsamico

Preparazione
Rosolate in olio il pollo, sfumate con aceto balsamico mettete il coperchio, abbassate la fiamma e terminate la cottura

 

 

#ricettedicasaele#food #foodblogger #foodphotography #foodpost#veloce #piattiveloci #ricettesfiziose ##acasgrammer #buonappetito #foodporn #foodie#foods

Insalata di pasta Patrizia

Insalata di pasta Patrizia
Ingredienti
80 gr di eliche a persona (o pasta che più preferite)
1 scatola di mais
1 scatola di tonno
1 manciata di pomodorini ciliegini
1 pezzetto di provola a cubetti
un cucchiaio di pesto…

Preparazione
Lessate a pasta in abbondante acqua salata
Scolate
Aggiungete gli altri ingredienti e mettete in frigorifero
Servite fredda

Frittata di cipolle Alexia

Frittata di cipolle Alexia

Ingredienti
5 cipolle bionde
6 uova
olio evo
sale
pepe

Preparazione
Tagliate le cipolle a fettine e fatele rosolare in due cucchiai di olio aggiungete acqua o brodo per non farle bruciare. Sbattete le uova con sale pepe un goccio di latte e se piace grana grattugiato aggiungete le cipolle. Oleate una pentola antiaderente e versare il composto cuocere 5 minuti e con l’aiuto di un coperchio girate la frittata e portate a cottura!

Bona anche per l’aperitivo

Riso nero gamberoni carciofi

59332328_10218744512234959_7728900666852114432_oRiso nero gamberoni carciofi

Ingredienti
320 gr di #risonero @risogalloit
10/15 #gamberoni
250/300 gr di cuori #carciofi @bofrost

 

Preparazione
In una padella capiente in un filo di olio  fate dorare uno spicchio di aglio, eliminate l’aglio aggiungete i gamberi (gia eviscerati) sfumate con del vino  bianco e terminate la cottura, puliteli e rimetteteli i  padella
In una padella in un filo di olio  fate dorare uno spicchio di aglio, eliminate l’aglio aggiungete  regolate con sale e pepe e terminate la cottura  e uniteli ai gamberi
Cuocete il riso nero come da vostra abitudine (io lo cucino nella risottiera a vapore nel microonde) terminata la cottura (al dente) fatelo saltare 2 minuti in padella con i gamberoni e i carciofi servite spolverizzate con prezzemolo tritato
Ottimo sia freddo che caldo

#bofrost

Gazpacho Marialaura

 Gazpacho Marialaura
Ingredienti
800 gr di pomodori polposi e dolci
150 gr di pane casereccio raffermo
200 gr di peperoni
200 gr di cetrioli
1 cipolla rossa
2 spicchi d’aglio
50 ml di aceto bianco
50 ml di acqua fredda
70 ml di olio,sale,pepe.

Preparazione
Togliete la crosta alle fette di pane, tagliate la mollica a cubetti, e mettetela in una ciotola con acqua e aceto.fate ammollare per qualche minuto e poi strizzate e mettete da parte.immergete i pomodori per 1minuto in acqua bollente,tagliateli,privateli dei semi,riduceteli a cubetti.lavate il cetriolo,tagliateli per il lungo e con un cucchiaino asportare i semi interni e tagliatelo a dadini.mettetele i dadini di cetrioli sotto sale 20 minuti poi sciacquateli ed asciugateli perfettamente. Lavate i peperoni,togliete i semi e tagliatelo a falde grosse. Tagliate la cipolla pelate l’aglio e tagliatelo in due,togliendo il germoglio centrale.Nel frullatore mettete tutte le verdure a pezzi,il pane ammollato e strizzato,frullate fino ad ottenere una crema.salate,pepate,aggiungete l’olio.sistemate tutto in una terrina e mettete in frigo coperto da pellicola per un paio d’ore. Servite con crostini di pane tostato ricavati dalla crosta del pane

Riso venere con gamberetti, salmone affumicato, zucchine cetrioli Marialaura

 Riso venere con gamberetti, salmone affumicato, zucchine cetrioli Marialaura

Ingredienti
170 gr di riso
16 code di gambero
150 gr di salmone affumicato
3 cucchiai di olio extravergine di oliva
succo di limone a piacere.

Preparazione
Lessate il riso venere nel brodo vegetale,scolate e ci aggiungete i gamberetti lessati a parte,il salmone affumicato a pezzetti,olio e succo di limone. Mescolate e servite tiepido o freddo