Muffin salati alle verdure Angi

Muffin salati alle verdure Angi
È una merenda molto semplice da realizzare e adatta anche per i più piccoli

Ingredienti:
200 gr di farina
100 ml di latte
3 uova
20 ml di olio evo
100 ml di olio di semi
2 carote
1 zucchina
50 gr di grana
10 gr di lievito per torte salate
sale fino.

Preparazione
Lavare, spuntate e tagliate a cubetti la verdura. Cuocetele in padella con l’olio d’oliva e il sale per circa 7/8 minuti. Nel frattempo sbattete in una ciotola le uova e unite il latte e l’olio di semi. Setacciate la farina e il lievito nel composto liquido. Aggiungete il grana e le verdure. Suddividete il composto nei pirottini e infornate a 180° per 20/25 minuti.

Consiglio: potete aggiungere il prosciutto cotto a dadini da far rosolare insieme alle verdure.

Pesce spada e melanzane Ketty

119702114_793289811407945_1161965049171491075_oPesce spada e melanzane Ketty

Ottimo anche da condirci la pasta

Ingredienti
250 gr di pesce
200 gr di melanzane
200 gr di pomodorini Pachino
3 cucchiai di passata di pomodoro
pepe nero
sale
prezzemolo
vino bianco
a piacere basilico
peperoncino Calabrese

Preparazione
Cuocete  in padella di pietra il pesce , cuocete le melanzane (sempre in padella di pietra) dopo mantecate con Pachino  , 3 cucchiai di passata di pomodoro pepe nero, sale, prezzemolo,  sfumate con il vino bianco a piacere aggiungete del peperoncino Calabrese , se vi piace anche la polvere di basilico .

Torta cannolo senza cottura Angi

Torta cannolo senza cottura Angi
Ingredienti
200 ml panna da montare
q.b. granella di pistacchi
q.b. ciliegie candite
270 gr cialde di cannolo
8 gr gelatina
200 gr zucchero a velo
80 gr gocce di cioccolato
110 gr burro
700 gr ricotta

Preparazione
Sbriciolate finemente le cialde di cannolo e unire il burro fuso. Compattate il composto sulla base di una tortiera a cerniera (diametro 22 cm) rivestita da carta forno e riponete in frigo per 30 minuti. Con una frusta elettrica lavorate la ricotta e lo zucchero a velo fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Unite la panna montata e le gocce di cioccolato e amalgamate delicatamente con una spatola. Ammollate i fogli di gelatina in acqua fredda per 10 minuti, quindi strizzarli per bene e scioglieteli insieme a due cucchiai di panna in un pentolino su fuoco basso. Una volta che la gelatina disciolta si sarà intiepidita, unitela al composto di ricotta e panna amalgamandola per bene. Versate il composto nella tortiera, livellate per bene e ponete in frigorifero per 5 ore. Decorate la torta con le cialde di cannolo sbriciolate, le ciliegie candite e la granella di pistacchi.

Modena riparte da Acetaie aperte

3fc2141f-9592-4ce3-903f-acede0a3e9e1Modena riparte da Acetaie aperte

Domenica 27 Settembre in 30 acetaie della provincia

Con tutte le prescrizioni di sicurezza anti Covid-19, l’evento dedicato all’Aceto Balsamico di Modena IGP e all’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, dà appuntamento ai foodie per una giornata alla scoperta dei segreti del prezioso condimento

Acetaie Aperte scalda i motori dell’edizione 2020. Un appuntamento più che mai carico di significati simbolici, quello con la manifestazione organizzata dal Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP e dal Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP, che domenica 27 settembre si erge con 30 acetaie della provincia modenese a baluardo della ripartenza, dopo il lockdown per l’emergenza sanitaria causata dal Covid-19.

3bf51ac4-833f-453c-9602-2697027ce009Ecco allora che tra i programmi delle singole acetaie si leggono percorsi degustativi accompagnati da passeggiate nei vigneti, da una vendemmia dei piccoli e da dimostrazioni di cottura del mosto, con musica dal vivo, punti ristoro e merende a base di specialità tipiche del territorio, dal Lambrusco alle crescentine, fino alle crostate con marmellate di frutti antichi.

Un solo consiglio per chi il prossimo 27 settembre sceglierà di trascorrere la propria giornata tra le Acetaie Aperte: indossare scarpe comode, ed intraprendere scevri da altri pensieri questi viaggi sensoriali attraverso i profumi ed i sapori del territorio. In tutta sicurezza e rispettando le regole di distanziamento interpersonale si assaggia, ci si informa con le visite guidate in cui ci viene spiegata la filiera produttiva passo passo – su prenotazione per garantire l’accesso ai locali a piccoli gruppi alla volta – e alla fine ci si può anche cimentare a mettere in pratica le proprie conoscenze divertendosi con il Balsamiquizz o un’originale Caccia al Tesoro Balsamico che, proprio in base alle nozioni apprese durante la visita in acetaia, richiederà di risolvere enigmi e rispondere a quiz balsamici per poter raggiungere la meta finale.
balsamici per poter raggiungere la meta finale.

E infine, per testimoniare la propria presenza in questa giornata di festa diffusa, si potrà scattare un #selfieinacetaia e partecipare all’omonimo contest, diventando testimonial per un giorno di questo prodotto di eccellenza che più di ogni altro rappresenta nel mondo il Made in Italy agroalimentare.
Informazioni dettagliate su programmi, modalità di accesso ed indirizzi delle singole acetaie, tutte a ingresso libero, sono disponibili al sito www.acetaieaperte.com.

Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP e Consorzio Tutela Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel. 335 6130800 mail: marzia.morganti@gmail.com
www.consorziobalsamico.it

Acetaie Aperte 2020

Visite in acetaia

Un assaggio di Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP

Acetaia

Eccellenza di Toscana , prova di fiducia nel futuro

333b32ef-768d-410e-ae3a-6c6be14ebe4dEccellenza di Toscana , prova di fiducia nel futuro

Il 5 e 6 dicembre alla Stazione Leopolda di Firenze

Il mondo dei produttori e delle associazioni plaude all’iniziativa di Ais Toscana, che mira a ricostruire con il primo evento aperto al pubblico del post Covid la strategica rete di relazioni tra imprese, sommelier, ristoratori e winelovers

Coraggio, strategia, tenacia, perseveranza e audacia le parole chiave che AIS Toscana ha scelto di mettere insieme per raccontare la propria fiducia nel futuro ed in particolare nella prossima edizione dell’Eccellenza di Toscana, la manifestazione in programma il 5 e 6 dicembre prossimi alla Stazione Leopolda di Firenze. Se ne è parlato ieri pomeriggio in una tavola rotonda “online” sul canale Facebook dell’associazione, insieme ai partners che saranno al fianco di AIS Toscana in questa avventura. Cinque 858e0da6-7104-437a-9ed9-1bd50ed9b8d9interventi, ciascuno ispirato da uno dei cinque elementi che imprescindibilmente si concatenano affinché quella fiducia nel futuro possa trasformarsi nella concreta riuscita di un evento alla cui base c’è una grande prova di coraggio.
Quella di AIS Toscana di ritornare alle origini, riportando alla Stazione Leopolda un evento dedicato esclusivamente al mondo del vino, a cui hanno risposto positivamente tanto le Istituzioni quanto il mondo delle associazioni di rappresentanza. A condividere questo ambizioso progetto sono infatti la Regione Toscana in primis con la Direzione Agricoltura e Sviluppo Rurale e la Camera di Commercio di Firenze come partner istituzionali, mentre ci sarà Confartigianato Firenze a rappresentare il mondo delle imprese artigiane.

“Quello che stiamo compiendo con l’Eccellenza di Toscana – ha spiegato il Presidente di AIS Toscana Cristiano Cini – è un gesto di coraggio verso i produttori e verso chi muove il valore economico della nostra Regione. Coraggio di organizzare il primo grande evento ufficiale del mondo del vino nel centro Italia dopo l’emergenza Covid, per far tornare produttori, pubblico e la rete di partner storici dell’associazione. Vogliamo contribuire alla ricostruzione di questa comunità di relazioni, in cui AIS Toscana ha avuto da sempre un ruolo determinante. Siamo 4.100 soci, la realtà italiana di AIS tra le più numerose, quasi il 10% dei 43.000 a livello nazionale e questo conferma che abbiamo una buona struttura a sostegno di un progetto così importante. Vogliamo esserci – ha aggiunto Cini – per testimoniare l’importanza di investire sul futuro che deve tornare ad essere roseo il più velocemente possibile. I produttori hanno voglia di tornare a raccontare quello che fanno in vigna ed in cantina – ha concluso – e l’Eccellenza di Toscana sarà la prima grande occasione per tornare a parlare di vino, nel pieno rispetto delle regole anti Covid”.

L’impegno a fare della manifestazione di AIS Toscana un evento in totale sicurezza è stato ribadito anche dalla Responsabile Commerciale della Stazione Leopolda Giulia Lemme, che ispirandosi al concetto di tenacia ha assicurato che “i protocolli di sicurezza sviluppati per gli eventi in questo spazio hanno come obiettivo principale quello di evitare assembramenti ed è con la garanzia di offrire un servizio nella massima sicurezza possibile che confermiamo il nostro piacere ad ospitare nuovamente AIS e l’Eccellenza di Toscana”.

Il momento è delicato e in un contesto così variabile nel giro di poco tempo uno degli asset fondamentali da perseguire è l’adozione di una strategia che permetta di tenere comunque accesi i riflettori sulle grandi eccellenze gastronomiche della Toscana. “I nostri prodotti– ha spiegato il Segretario Generale della Camera di Commercio di Firenze Giuseppe Salvini – sono diventati un fenomeno economico importante: 58 denominazioni che sono uno straordinario strumento di marketing, capace di attrarre insieme al nostro patrimonio artistico milioni di turisti ogni anno. I sommelier di AIS Toscana – ha aggiunto – sono straordinari ambasciatori della toscanità nel mondo e questo è già un buon motivo per sostenerli nella coraggiosa scelta che hanno compiuto. Sono sicuro che la presenza fisica di tanti degustatori alla fine premierà questo coraggio”.

Insieme al coraggio, alla tenacia e ad una buona strategia, un altro ingrediente fondamentale per costruire un clima di fiducia nel futuro è senz’altro la perseveranza. “Quella del fare squadra, che oggi più che mai si rivela fondamentale – ha sottolineato il Presidente di Confartigianato Firenze Alessandro Sorani – nella nostra identità artigianato e vino viaggiano in parallelo, ci connotano come territorio e sono espressione di una bellezza rara. Saremo presenti anche noi all’Eccellenza di Toscana con una tipologia di artigianato particolare: il cibo da strada, una tradizione culinaria che persevera sulla tavola dei toscani da secoli e, contestualmente, si profila come espressione di contemporaneità”.

In tutto questo, non può mancare quel pizzico d’audacia conferita dai produttori, oggi più che mai interessati a ristabilire un contatto diretto con il pubblico dopo il distanziamento forzato. “Questo tipo di manifestazioni ci aiutano – è intervenuto Maurizio Mazzantini dell’Azienda Marzocco di Poppiano – perché valorizzano le eccellenze del territorio e siamo onorati di poter dare il nostro contributo. L’annata non è stata facile ma è proprio in questi contesti che si misura l’audacia: facendo investimenti in un periodo di flessione per potersi trovare, nel momento della ripresa, più avanti degli altri. Questo significa crederci”.

Ufficio Stampa AIS Toscana

Marte Comunicazione snc di Morganti e Tempestini
marzia.morganti@gmail.com ph 3356130800
ntempestini@gmail.com ph 3398655400
ufficio.stampa@aistoscana.it; www.aistoscana.it

L’Eccellenza di Toscana

L’Eccellenza di Toscana
Copyright © 2020 AIS Toscana,

Una tavola lunga come un… museo

119609386_2701966723376065_6132932761821131555_nMancano solo pochi giorni all’inaugurazione della mostra “Una tavola lunga come un… museo” realizzata grazie al contrubuto di tanti amici che hanno seguito i nostri laboratori online durante il lockdown e ci hanno mandato degli splendidi disegni. L’esposizione sarà visitabile all’interno del Museo del Parmigiano Reggiano a partire dalle 15 di sabato 19 settembre. Per l’occasione l’ingresso al Museo sarà gratuito per tutti e, dopo la presentazione della mostra, sarà possibile partecipare al gioco “Un safari al museo”. Per info e prenotazioni: didattica@museidelcibo.it – 0524 507205.Vi aspettiamo!!! https://www.museidelcibo.it/event/19-settembre-sabato-museo-del-parmigiano-reggiano-una-tavola-lunga-come-un-museo/

I taralli pugliesi Angi

I taralli pugliesi Angi

Eccomi qua… come tutte le ricette che esperimento e per fortuna mi vengono bene voglio condividerla con voi questi sono I taralli pugliesi con qualche ingrediente napoletano risultato perfetto per me

I taralli pugliesi

Ingredienti
500 gr di Farina
150 gr olio extravergine
150 gr vino bianco
10 gr sale
5 gr Pepe
150 gr mandorle tostate 1

Preparazione
Lavorare tutti insieme gli ingredienti e fate riposare l’impasto per 30 minuti fate i bastoncini e Fate dei tarallini forno 180° per 20 minuti finché non sono dorati

Torta Delizia al limone Angi

 Torta Delizia al limone Angi
Ho provato questa Torta Delizia al limone e devo dire che è veramente deliziosa…delicata, non stucchevole.
La mia è farcita con prodotti vegetali. Per chi volesse provarla trascrivo la ricetta originale.
Ve la consiglio perché credo metta d’accordo un pò tutti i gusti

Ingredienti per la pasta
5 uova
70 gr zucchero semolato
70 gr olio di girasole
50 gr farina
1/2 buccia grattata del limone
1/2 fiala aroma al limone
Iingredienti per il ripieno
1/2 litro panna da montare già zuccherata oppure panna vegetale
250 grammi yogurt al limone o yogurt bianco oppure yogurt di soia
1/2 fiala aroma al limone
Ingredienti per la bagna
q.b. limoncino oppure acqua e limone
q.b. acqua
Decorazione
2 limoni
q.b. fogliette di menta fresca

Preparazione della base
Per prima cosa separate i tuorli dagli albumi. Montate a neve gli albumi con uno sbattitore elettrico. Quindi aggiungete lo zucchero e incorporate per bene.
Aggiungete la buccia grattugiata di mezzo limone e mezza fialetta di essenza al limone, iniziate ad incorporate i tuorli un po’ alla volta mescolando delicatamente con una frusta. Aggiungete l’olio di semi e mescolate, e incorporate la farina setacciata poco alla volta, sempre mescolando con la frusta. Dovete ottenere un bel composto schiumoso.
Versate l’impasto della torta delizia al limone in una teglia quadrata 35×35 cm ( va bene anche la placca del forno), ricoperta con un foglio di carta forno. Spalmate’impasto con una spatola.
Lasciate cuocere per 15 minuti a 180° in forno statico oppure per 15 minuti a 170° in forno ventilato.
A fine cottura lasciate raffreddare qualche minuto, togliete la pasta biscotto dalla teglia e la rovesciate su un foglio di carta forno nuovo. Delicatamente stacchiate la carta forno che avete usato in cottura

Come farcire la torta delizia al limone
In una ciotola montiate a neve ferma la panna già zuccherata, aggiungete lo yogurt al limone, l’altra metà della fialetta al limone e continuiate a frullare.
Riprendete la pasta biscotto e, aiutandovi con un righello, tagliate la pasta a strisce larghe 5cm.
Con un pennello bagniate le strisce con la bagna al limoncello che avete preparato semplicemente allungando il limoncello con un po’ d’acqua.
Prendete un bel piatto rotondo dove assemblare la torta delizia al limone. Spalmate una striscia di pasta con la panna e la arrotolate su se stessa per formare una girella che sistemate al centro del piatto. Ora spalmate le altre strisce e le sistemate una per una tutte attorno alla prima girella, per ottenerne una grande.
Ecco pronta la base dalla torta delizia al limone. Spalmate completamente la superficie della torta con metà della panna rimasta. Con la lama di un coltello rendete la superficie perfettamente liscia.
Decorate la torta
Ora riempitela sac a poche con la panna rimasta e iniziate la decorazione con ciuffi di panna e fette di lime tagliate in quattro da sistemare in cerchio. Per ultimo completate con foglioline di menta.
La torta delizia al limone va tenuta un paio d’ore in frigo prima di essere servita.

A Mangiacinema speciale serata in ricordo di Franca Valeri

3375181e-42ba-486e-bddb-25e2b8bec55eA Mangiacinema speciale serata in ricordo di Franca Valeri

La straordinaria Franca Valeri, madrina di Mangiacinema 2015, al cinema Odeon di Salsomaggiore (Foto di Fabrizio Bertolini)
A Mangiacinema 2020 una speciale serata in ricordo di Franca Valeri
La Signora del teatro italiano è stata madrina del Festival di Salsomaggiore nel 2015. Verranno proiettati il video omaggio “Bugiarda no, reticente” e “Il vedovo”
Franca Valeri è stata madrina di Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso nel 2015. La straordinaria attrice di origini milanesi, scomparsa lo scorso 9 agosto all’età di cento anni, fu l’ospite d’onore della serata di chiusura nell’edizione dedicata a Totò. È stato uno dei suoi ultimi eventi pubblici. E il Festival di Salsomaggiore aggiunge al programma di quest’anno un omaggio doveroso, in ricordo della Signora del teatro (e del cinema) italiano.

TOTÒ, SORDI E IL PARMIGIANO
Il suo primo ruolo importante sul grande schermo fu quello di Giulia Sofia, al fianco del Principe De Curtis, in “Totò a colori” (1952). Eppure, in quella eccezionale serata con quella indimenticabile donna e attrice (che dialogò sul palco del cinema Odeon con il direttore artistico Gianluigi Negri), Mangiacinema scelse di celebrare il sessantesimo anniversario di un altro capolavoro di Steno: “Piccola posta” (1955), nel quale era l’irresistibile Lady Eva, titolare di una rubrica di lettere su una rivista femminile. La Valeri lo volle guardare fino ai titoli di coda, cosa che capita rarissime volte con gli artisti, i quali normalmente lasciano la sala dopo i primi minuti. Erano tantissimi anni che non lo rivedeva. E si sedette in prima fila.
“All’uscita, ben oltre la mezzanotte – ricorda Negri – ci fece un’ultima e inaspettata sorpresa, con l’ennesima delle sue folgoranti battute, riuscendo a spiazzarci ancora una volta: ‘Non me ne vado senza il mio Parmigiano!’. A 95 anni, con quella voce tremolante che non le consentiva più di poter nascondere la sua malattia, ci fece capire che “aveva capito”: aveva capito quello che stavamo facendo come Festival (e quale fosse la nostra anima), con una sensibilità, un sorriso ed una spontaneità fuori dal comune. Esattamente come era lei. Se ci sono state tutte le successive edizioni di Mangiacinema, lo dobbiamo a Franca Valeri: noi lo sappiamo, lei da lassù ancora ci guarda e si ricorda di quel Parmigiano”.

UN INEDITO VIDEO OMAGGIO E “IL VEDOVO”
Martedì 22 settembre, al cinema Odeon, verrà proiettato lo speciale “Bugiarda no, reticente”, con alcuni momenti di quella serata. Seguirà “Il vedovo” (1959), capolavoro di Dino Risi, in cui la Valeri tornò a lavorare con Alberto Sordi dopo “Piccola posta”.
Durante la serata d’onore di Mangiacinema 2015 con Franca Valeri, venne anche proiettato un videosaluto di Enrico Vanzina, nel quale lo sceneggiatore (figlio di Steno) ricordava come la Valeri fosse stata “poco sfruttata” dal cinema, concludendo con un divertentissimo aneddoto: “Quando mio fratello Carlo era bambino, Franca era ‘innamorata’ del suo popò: gli voleva sempre fare le punture”.
La terza edizione di Mangiacinema, nel 2016, è stata poi dedicata a Sordi (di cui ricorre quest’anno il centenario) ed Enrico Vanzina fu l’ospite d’onore della serata inaugurale, presentando “Un americano a Roma” diretto da suo papà Steno. È stato anche il primo artista a ricevere il Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni.

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Franca Valeri sul palco dell’Odeon a Mangiacinema 2015 con il direttore artistico Gianluigi Negri (Foto di Fabrizio Bertolini)

Il videosaluto di Enrico Vanzina a Franca Valeri e al pubblico di Mangiacinema 2015 (con ricordi di Totò, Sordi e Steno)
Press Kit
Contatti:
info@mangiacinema.it

Ai Gemelli Ruggeri e a Stefano Disegni il Premio Mangiacinema Pop

93b56709-5884-4dd8-9e4a-c7cb60dc050eAi Gemelli Ruggeri e a Stefano Disegni il Premio Mangiacinema Pop
Luciano Manzalini e Eraldo Turra festeggiano 40 anni di carriera (e un Pop), mentre l’Ammazzfilm torna a Salsomaggiore… per finire il lavoro
SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Le strade di Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso e dei Gemelli Ruggeri e di Stefano Disegni si incrociano nuovamente. Questa volta i due attori bolognesi e l’artista romano riceveranno il Premio Mangiacinema Pop sabato 19 settembre nella speciale serata “Lupi solitari, arabe fenici e matrjoske”, alle Terme Berzieri, nell’ambito della settima edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, che si svolgerà nella città termale dal 16 al 23 settembre. L’evento sarà condotto da Franco Dassisti, autore de “La rosa purpurea” su Radio 24.

25e8e2bf-51ef-461e-ab95-9bfefe300f8b40 ANNI DA GEMELLI RUGGERI (E UN POP)…
Nel 2014 Mangiacinema ha avuto tra i suoi ospiti Pupi Avati e Stefano Disegni. Pupi, insieme al fratello Antonio (che con lui sarebbe poi stato protagonista del Festival di Salsomaggiore nel 2018), è il produttore di “Sposi” (1987). È anche sceneggiatore di questo film, con cinque registi, nel quale Luciano Manzalini e Eraldo Turra (i veri nomi dei Gemelli) interpretano l’episodio più poetico, diretto da Luciano Manuzzi. Disegni, invece, è stato tra gli autori dei programmi “Lupo solitario” e “L’araba fenice”, dove i Ruggeri erano i corrispondenti tv dello Stato di Croda.
La loro carriera inizia con il gruppo Gran Pavese Varietà, di cui facevano parte anche Vito (ospite della giornata di apertura di Mangiacinema 2015, poi tornato nel 2018) e Syusy Blady, ospite d’onore della serata di chiusura di Mangiacinema 2017, nell’edizione dedicata a Fellini. In quella serata fu proiettato “La voce della Luna”, il cui ruolo femminile più importante è proprio della Blady e nel cui cast ci sono Turra e Manzalini (anche se la sua parte fu tagliata).
94c60bc3-89ab-4d83-8ed9-2f22e0b47772Sempre nel 2017 il Premio Mangiacinema – Creatore di Sogni è andato a Maurizio Nichetti ed è stato proiettato “Luna e l’altra”, dove recitano entrambi. Senza dimenticare i registi bolognesi Marco Melluso e Diego Schiavo (con i quali è nato dodici mesi fa il Premio Mangiacinema Pop): nel 2018 hanno presentato a Salsomaggiore “La Signora Matilde”, con Manzalini protagonista; nel 2019 “Il conte magico”, con entrambi protagonisti. Lo scorso anno i Gemelli Ruggeri celebravano 40 anni di carriera, ma si sono prestati a premiare i “loro” registi. Ora, con il loro placet, Mangiacinema celebra i loro 40 anni di carriera (e un Pop)…

L’AMMAZZAFILM TORNA A MANGIACINEMA: PER FINIRE IL LAVORO
Sulla pagina Facebook di Stefano Disegni si legge: “Conosce almeno altri 26 segreti di Fatima, è una rockstar biologica e sa muovere le orecchie”. Sul fatto (nel suo caso si potrebbe anche dire “Quotidiano”) che sia una rockstar biologica, non ci sono dubbi: su YouTube c’è un suo bellissimo concerto, con il gruppo Il Disordine, che si apre con il brano “Mannaggia Alberto Sordi”. Brano da riscoprire con lui quest’anno, nel centenario di Albertone (al quale fu dedicato Mangiacinema 2016), per il suo ritorno al Festival di Salsomaggiore.
Tra satira e comicità, la consegna del riconoscimento sarà a staffetta: a premiare i Ruggeri saranno Melluso e Schiavo, mentre i Gemelli premieranno Disegni. Storia della televisione e del cinema si intrecceranno, tra Croda e lo Scrondo, tra tavole satiriche, cabaret, canzoni e invenzioni irresistibili.
Sei anni fa, a Mangiacinema, Disegni parlò del suo “Cinema Disegnato” (su “Ciak” specialmente), di “Cuore” (indimenticabile settimanale di resistenza umana, di cui fu anche direttore), del libro “L’ammazzafilm” e di tante altre passioni, in una domenica nella quale dialogò con il compianto fumettista salsese Ade Capone. Stavolta, portando anche il libro più recente (“L’ammazzafilm è tornato. Per finire il lavoro”), potrebbe presentarsi con la sua armonica (eh sì, è anche armonicista) e svelare alcuni dei segreti di Fatima. Una serata tutta da inventare? No, da Disegnare…

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

I Gemelli Ruggeri (Eraldo Turra e Luciano Manzalini) con i registi Diego Schiavo e Marco Melluso a Mangiacinema 2019 (Foto di Stefano Bighini)

Stefano Disegni a Mangiacinema 2014, con il compianto fumettista salsese Ade Capone (Foto di Fabrizio Bertolini)
Press Kit
Contatti:
info@mangiacinema.it

A Lamberto Bava e a Claudio Simonetti il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi

86a9b967-2261-40a8-b3b5-1ae841412affA Lamberto Bava e a Claudio Simonetti il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi
L’autore di “Dèmoni” festeggia 40 anni di carriera da regista, i 35 anni del suo cult del 1985 e presenta in anteprima nazionale il suo nuovo libro “Il terzo giorno”
Il fondatore dei Goblin celebra i 45 anni di “Profondo rosso” e regalerà ai fan un live “da paura”
SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Una serata da incubi (per il genere cinematografico che entrambi i maestri rappresentano), ma soprattutto una serata da 62dfb23b-e6ee-43d2-a6eb-9e343932d19csogno: con due nomi che hanno fatto la storia del cinema horror e del cinema fantastico, amici da una vita, pronti a dividere lo stesso palco tra anniversari dei loro capolavori, anteprime assolute e, soprattutto, la consegna del Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi. Tra gli eventi più attesi di Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso, Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, la cui settima edizione si terrà a Salsomaggiore Terme dal 16 al 23 settembre, c’è senza dubbio la serata “Il mio cinema fantastico, le mie note di paura” con Lamberto Bava e Claudio Simonetti. L’evento si terrà venerdì 18 settembre 9dfc9caf-a1ee-4bea-89f1-642eda33db1balle Terme Berzieri.

BAVA FESTEGGIA QUARANT’ANNI DI CINEMA FANTASTICO
L’esordio “vero”, come regista, di Lamberto Bava avviene nel 1980 con “Macabro”. Negli anni precedenti era stato al fianco del padre Mario, maestro del cinema tra i più studiati al mondo, girando alcune scene di “Schock” (1977) e del film per la televisione “La Venere d’Ille” (1978). “Macabro” è prodotto e co-sceneggiato da Pupi e Antonio Avati.
Nell’anno in cui il Festival di Salsomaggiore assegna il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi a Pupi Avati, lo stesso riconoscimento viene consegnato a Lamberto 9b577701-3364-4e11-aaac-9d1a28e373abBava, che festeggia quarant’anni da regista. Bava presenterà in anteprima assoluta il suo nuovo libro “Il terzo giorno” (Cut-Up) ed introdurrà la visione del suo capolavoro “Dèmoni” (1985), di cui ricorre il trentacinquesimo anniversario. L’imperdibile evento sarà condotto da Gianluigi Negri e della regista Paola Settimini.
La sera prima, giovedì 17 settembre, sempre alle Terme Berzieri, verrà proiettato il documentario “Bava puzzle” di Daniele Ceccarini e Paola Settimini, con testimonianze, tra gli altri, dello stesso Bava, Pupi e Antonio Avati, Alessandra Martines, Erika Blanc, Veronica Logan.

SIMONETTI E I 45 ANNI DI “PROFONDO ROSSO”
Nel 2018 ha aperto la terza stagione di Mangiamusica, al Teatro Magnani di Fidenza, con lo straordinario show “Brividi d’Argento”. A distanza di due anni (e con un paio di tour mondiali in mezzo), Claudio Simonetti è ora uno dei grandi nomi di Mangiamusica 64b292a9-7ab5-440e-bb5b-d014b356d317– Mangiacinema Edition.
Simonetti ritirerà il Premio Mangiacinema – Creatore di Incubi e, insieme a Bava, racconterà la sua straordinaria carriera. Trentacinque anni fa ha realizzato le indimenticabili musiche di “Dèmoni”. E dieci anni prima, con il gruppo dei Goblin che aveva appena fondato, l’album “Profondo rosso”. A Mangiacinema festeggerà, dunque, i 45 anni di un disco epocale, che ha venduto la bellezza di quattro milioni di copie nel mondo.
Con un record tuttora ineguagliato, Claudio Simonetti ed i suoi Goblin rimasero al primo posto della Hit Parade per sedici settimane. E, alla diciassettesima, storia incredibile, venne scalzato dal padre Enrico Simonetti, indimenticato compositore e pianista, con il 45 giri di “Gamma”, storico sceneggiato Rai.
Il pioniere della musica progressive rock e della dance italiana anni ’80 (sue le note di “Gioca jouer” di Cecchetto), prima della proiezione di “Dèmoni”, sarà protagonista di uno spettacolare live “da paura”, con le musiche più spaventose – eseguite sulle scene dei film proiettate sul grande schermo – che ha composto per Bava, per Dario Argento (oltre a “Profondo rosso”, “Suspiria”, “Phenomena” e “Opera” tra i tanti) e per George A. Romero (“Zombi”).

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Strozzapreti con melanzane e pesce spada Ketty

119786167_793289718074621_2343907575826154563_oStrozzapreti con melanzane e pesce spada Ketty

Ingredienti
250 gr di pesce
80 gr di strozzapreti a persona
200 gr di melanzane
200 gr di pomodorini Pachino
3 cucchiai di passata di pomodoro
pepe nero
sale
prezzemolo
vino bianco
a piacere basilico
peperoncino Calabrese

Preparazione
Cuocete  in padella di pietra il pesce , cuocete le melanzane (sempre in padella di pietra) dopo mantecate con Pachino  , 3 cucchiai di passata di pomodoro pepe nero, sale, prezzemolo,  sfumate con il vino bianco a piacere aggiungete del peperoncino Calabrese , se vi piace anche la polvere di basilico .

A Gabriel Garko il Premio Mangiacinema Pop

76a6392a-c5d2-4cdf-97be-dd1474822b80A Gabriel Garko il Premio Mangiacinema Pop
Il successo, il cinema, il teatro, le fiction, Sanremo, i concorsi e i set fotografici: l’uomo dalla bellezza impossibile si mette a nudo nel suo libro “Andata e ritorno”. E a Salsomaggiore Terme racconterà di sé e del suo rapporto con la popolarità in un dialogo sorprendentemente diretto e sincero con l’amico scrittore Gino Saladini
SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Pop per sua stessa ammissione: “La gente mi ama, mi ammira. Sono un artista pop, in tutti i sensi. Sono un corpo pop. Un corpo da osservare…”. Lo scrive Gabriel Garko nel suo libro “Andata e ritorno” (La nave di Teseo), riferendosi al momento in cui ha visto concretizzarsi il successo personale: “Quello vero. Quello che ti cambia la vita, come attore e come uomo. Nel bene e nel 0270d3b1-cb59-4538-9884-393c416efc49male. Perché ogni medaglia ha due facce”. Era il 2006, all’indomani degli ascolti record della fiction “L’onore e il rispetto”.

IL PREMIO MANGIACINEMA POP E IL SUO PRIMO LIBRO (NEL QUALE FA I CONTI CON SE STESSO E CON IL SUCCESSO)
Garko è uno degli ospiti più attesi di Mangiacinema – Festa del cibo d’autore e del cinema goloso, Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri, la cui settima edizione si terrà a Salsomaggiore Terme dal 16 al 23 settembre. L’attore di origini torinesi venerdì 18 settembre, alle Terme Berzieri (alle 17.30), riceverà il Premio Mangiacinema Pop in un pomeriggio nel quale dialogherà con lo scrittore e criminologo Gino Saladini, presentando il suo “Andata e ritorno”.
892dff56-e444-40eb-bb65-68fb3e5c90f3Il successo, che insieme “dà e toglie”, è uno dei temi che hanno spinto Garko a fare i conti con se stesso in un memoir onesto e sensibile, nel quale affronta, a ritroso, tutti i momenti della sua carriera: i concorsi di bellezza, i set fotografici, la televisione, il cinema, il teatro.
L’uomo dalla bellezza impossibile si racconterà, svelando al pubblico che cosa si nasconde, talvolta, dietro la celebrità. Del resto, è molto schietto quando si sofferma sulle motivazioni che lo hanno spinto a scrivere il libro: “Volevo parlare con me stesso, affrontare una volta per tutte le mie paure. Volevo entrare nei miei nascondigli, nei miei angoli bui”.

OZPETEK, ZEFFIRELLI E BRASS
Il re delle fiction parlerà tanto, ovviamente, anche di cinema e dei suoi ruoli: da “Le fate ignoranti” di Ferzan Ozpetek a “Callas forever” di Franco Zeffirelli, da “Senso ‘45” di Tinto Brass a “Incompresa” di Asia Argento, senza dimenticare le importanti esperienze cbf44618-7e16-4315-bb66-d227565d9776a teatro con Luca Ronconi e Alessandro Benvenuti.

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Gabriel Garko al Festival di Berlino, con Ferzan Ozpetek e Stefano Accorsi, alla presentazione de “Le fate ignoranti”

Gabriel Garko con Asia Argento e Charlotte Gainsbourg, al Festival di Cannes, alla presentazione di “Incompresa”

Il nuovo libro di Gabriel Garko, pubblicato da La nave di Teseo | B+C
Press Kit
Contatti:
info@mangiacinema.it

Musei del Cibo aperti al pubblico gli appuntamenti di settembre

logo2Musei del Cibo aperti al pubblico  gli appuntamenti di settembre

Sabato, domenica e festivi dalle 10 alle 18 senza necessità di prenotazione

Accesso consentito con mascherina.
E’ possibile scaricare gratuitamente dal sito l’audioguida per poter visitare i musei.

Appuntamenti fino al 20 settembre 2020

13.09.2020 – Domenica – Monticelli, Parco Hotel delle Rose – Parmigiano Reggiano in festa! – Ore: 17,00-18,00
“Bianco come il latte”, laboratorio per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni per rispondere alla domanda: da dove viene il colore del latte? A volte unendo sostanze diverse tra loro si ottengono davvero risultati inaspettati, nei colori e nelle consistenze.
È un laboratorio da apprendisti “stregoni”, dove divertirsi a combinare ingredienti, vedere cosa ne esce e, soprattutto, a giocare con le sostanze ottenute.
I laboratori della durata di un’ora sono gratuiti, ma è obbligatoria la prenotazione e la mascherina. Tel. ai numeri 0521.687759 o 0521.6877360 attivi dalle 9 alle 13 da lun. a ven.; e-mail manifestazioni@comune.montechiarugolo.pr.it).

19.09.2020 – Sabato – Soragna – Museo del Parmigiano Reggiano – Una tavola lunga come un museo – Ore: 15,00-17,00
Durante il periodo di lockdown, i Musei del Cibo hanno lanciato un’iniziativa per raccogliere tante “tovagliette” fatte dai bambini e dai ragazzi con le quali allestire una lunga tavola, Una tavola lunga come un museo, intorno alla quale stare idealmente insieme, ognuno con il proprio piatto preferito. Il video con le indicazioni di come preparare il proprio contributo è visibile sul canale Youtube dei Musei ( https://www.youtube.com/watch?v=Jc-sFSmeSvE ) ed è possibile trasmettere la propria tovaglietta fino al 14 settembre.

Sabato 19 Settembre, alle ore 15,00, l’installazione sarà inaugurata e aperta al pubblico al Museo del Parmigiano Reggiano e tutti i partecipanti potranno ritrovare il proprio posto a tavola.
L’ingresso al Museo sarà gratuito per tutti e, dopo la presentazione della mostra, sarà possibile partecipare al gioco “Un safari al museo”, a cura di ArcheoVEA, un’attività divertente, scovando le immagini di animali che si sono nascoste nei locali del Museo accompagnati, a piccoli gruppi, da una guida.
Ingresso e attività gratuiti; prenotazione obbligatoria al numero 340/1939057 per partecipare alla inaugurazione – Obbligatoria la mascherina.
3-4.10.2020 – Sabato – Polesine, Antica Corte Pallavicina – Museo del Culatello – Presentazione del percorso Museoquiz Castello – Ore 15,30
Un modo divertente e coinvolgente per esplorare il Museo del Culatello e scoprire come nasce il salume dei re. I bambini, a piccoli gruppo (max 10 partecipanti per volta) esploreranno le cantine e i luoghi dove nasce e matura il Culatello, rispondendo a quesiti e a piccoli giochi creativi.
Attività per bambini e ragazzi dai 6 ai 12 anni. Ingresso e attività gratuiti per i bambini; genitori e accompagnatori ingresso ridotto 3 €.
Prenotazione obbligatoria Antica Corte Pallavicina al numero 0524.936539 per iscrivere i bambini – Obbligatoria la mascherina.

12-13, 18-19-20 Settembre – Museo del Prosciutto di Parma – Speciale Salone del Camper
Nei giorni 12, 13, 18, 19 e 20 settembre (ore 10-18), ai visitatori del Salone muniti di regolare biglietto è riservata la promozione che comprende ingresso al Museo del Prosciutto + degustazione di Prosciutto di Parma, torta fritta e calice di vino a € 15 a persona.
Per info e prenotazioni: 334 1146423, 340 1939057
Museo del Prosciutto, c/o Ex Foro Boario, Via Bocchialini 7, Langhirano (PR)
www.museidelcibo.it, Facebook Museo del Prosciutto di Parma

Mangiacinema e Mangiamusica 2020: è qui la Festa

6a031f72-3ac4-49ab-b02e-cb75a9ec601aMangiacinema e Mangiamusica 2020: è qui la Festa
Da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre a Salsomaggiore Terme il meglio del Made in Salso, del Made in Borgo (Fidenza), delle Terre Verdiane e della Food Valley
SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Il cibo d’autore – quello buono, quello genuino, quello che, oltre al gusto, contiene una storia ed un’anima – è sempre stato il “cuore” di Mangiacinema – Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso, fin dalla prima edizione del 2014 dedicata a Ugo Tognazzi. Lo sarà ancora, nonostante le problematiche causate dal Covid, in questa settima edizione del Festival di Salsomaggiore Terme, ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri ed in programma da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre, con alcuni necessari “adeguamenti”.
“Non si terranno, per chiare ragioni, le nostre tradizionali degustazioni gratuite – afferma 60b25622-8b1c-4d8b-98cf-a3f6eabb46dbNegri – ma le grandi storie del gusto (raccontate nell’inconfondibile stile Mangiacinema) rimarranno centrali nella nostra Festa. E quello che è capitato nei mesi scorsi ci ha fatto comprendere, ancor più, quanto sia importante il rispetto di chi mette la qualità al primo posto nel proprio lavoro: sarà un ulteriore stimolo, negli otto giorni del Festival, per prendere contatti e andare a trovare i nostri artisti del gusto direttamente nei luoghi e nei laboratori nei quali quotidianamente producono”.

c752a460-0b02-4f7a-a1da-5809bc421a4aCIBI D’AUTORE 2020: IL MEGLIO DEL MADE IN SALSO, DEL MADE IN BORGO, DELLE TERRE VERDIANE E DELLA FOOD VALLEY
Per il Made in Salso, in primo piano ci saranno il gelato all’azoto liquido e tradizionale di Corrado e Costantino Sanelli (Gelateria Sanelli, tra le migliori d’Italia per tutte le guide), il Parmigiano Reggiano di Scipione Passeri di Paolo Butteri (Caseificio Butteri) e quello di Contignaco della famiglia Lanfredini (Caseificio Lanfredini), la pizza Mangiacinema e la pizza alta di Salsomaggiore di Luca Cattani (Ristorante Pizzeria L’Incontro), la torta fritta ed il salame nostrano di Nadia Meli e Luciano Carpena (Agriturismo Il Colore del Grano), la torta non fritta di Romina Ferrarini (Barlumeria Pandos di Tabiano).
Per il Made in Borgo (Fidenza), il Parmigiano Reggiano di Fabio Serventi (Caseificio Sociale Coduro, il migliore d’Italia per “Gambero Rosso”) e quello biologico di Giuliano Persegona (Caseificio Biologico Persegona di Pieve Cusignano), le mezze maniche di Cristina Cerbi (chef dell’Osteria di Fornio).
841000bd-a49f-46bb-ae49-7cc82fd61dfaPer le Terre Verdiane, le dolci delizie di Angelo Pezzarossa (Nuova Pasticceria Lady di San Secondo Parmense), il pregiato extravergine di Francesco Coppini (Coppini Arte Olearia di San Secondo Parmense), i vini guareschiani (più una barbera a sorpresa) di Luca Bergamaschi (Cantine Bergamaschi di Samboseto di Busseto), il salmone di Gianpaolo Ghilardotti (Foodlab di Polesine Parmense).
Per la Food Valley, la monoporzione Mangiacinema del maestro pasticciere Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini di Parma), il Cotto ’60 (miglior cotto italiano per “Gambero Rosso”), la Spalla ’60 e una novità di queste ultime settimane di Franco Branchi (Branchi Prosciutti di Felino), i vini premiati a Vinitaly di Federico Amadei (Azienda Vitivinicola Amadei di Fontanini di Parma).

SHOW COOKING, CHEF E VISITE GUIDATE
Inoltre il pubblico potrà assistere agli show cooking di Daniele Persegani (chef de “La prova del cuoco”), Nadia Meli (Agriturismo Il Colore del Grano), Cristina Cerbi (Osteria di Fornio), Corrado e Costantino Sanelli (Gelateria Sanelli), Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini), Gianpaolo Ghilardotti (Foodlab).
È prevista, poi, la partecipazione straordinaria di Nicola Bertinelli (presidente del Consorzio del Parmigiano Reggiano), Mario Marini (presidente dei Musei del cibo della provincia di Parma e chef)
Sandro Piovani (responsabile dell’inserto “Gusto” della “Gazzetta di Parma”).
Infine, nei quattro caseifici (Butteri, Lanfredini, Coduro e Persegona) si potranno effettuare visite guidate su prenotazione.

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI
NORMATIVA ANTI-COVID E MODALITÀ DI ACCESSO AL FESTIVAL
Il Festival si svolgerà in sicurezza nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti. Tutti gli eventi di Mangiacinema e Mangiamusica – Mangiacinema Edition sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili, con accesso consentito 30 minuti prima di ogni evento. Vietato l’ingresso a evento in corso. I posti saranno distanziati di un metro per tutti, ad esclusione dei congiunti. Obbligatorio l’uso della mascherina in tutti gli spazi del Festival.
Per accedere alle Terme Berzieri, il pubblico utilizzerà l’ingresso laterale dell’edificio.

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Sfinci di riso dolci alla siciliana Angi

Sfinci di riso dolci alla siciliana Angi

Ingredienti
400gr di riso
1 litro di latte.
la scorza di 1 limone
1 bustina di vanillina
4 cucchiai rasi di zucchero
farina q.b.
olio di arachidi
zucchero. Preparazione
Mettete a bollire il riso nel litro di latte. Lasciate raffreddate e aggiungete la scorza di 1 limone, 1 bustina di vanillina, 4 cucchiai rasi di zucchero e farina q.b. per riuscire a lavorare l’impasto. Friggete in abbondante olio di arachidi ben caldo, scolate su carta assorbente e passate gli sfinci ancora caldi nello zucchero.

Muffin al limone morbidissimi .Angi

Muffin al limone morbidissimi .Angi

Ingredienti
200 gr farina per dolci
100 gr fecola di patate
3 uova
200 gr di zucchero
150 gr yogurt al limone
150 ml olio di girasole
il succo di un limone non grande e bucce
una bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale
Per la crema
500 ml di latte
35 gr di farina
35 gr di amido di mais
120 gr di zucchero

Preparazione
Nel boccale mettete zucchero e bucce di limone 10 secondi velocità 7 , ripetete se necessario , mettete le uova 2 minuti velocità 4 , aggiungete l’olio 1 minuto velocità 4 , poi lo yogurt , il succo di limone , il sale 1 minuto velocità 4 , con le lame in movimento a velocità 3 dal foro aggiungete la farina e la fecola setacciate , spatolate , mettete il lievito 1 minuto velocità 4 , spatolate e versate l’impasto nei pirottini , in forno a 160 gradi per circa 30 minuti , la crema è fatta senza uova con 500 ml di latte , 35 g di farina , 35 g di amido di mais , 120 g di zucchero , mettere il latte sul fuoco con una buccia di limone , mescolate l’amido con la farina e lo zucchero , unite il latte caldo ,portate sul fuoco e mescolare ,quando è pronta aggiungete un po di succo di limone e un cucchiaino di burro , fatela raffreddare e decorate i muffin ,infine uno spicchio piccolo di limone .

Mangiacinema 2020 e Mangiamusica – Mangiacinema Edition: in arrivo la settimana più pop e golosa dell’anno

6a031f72-3ac4-49ab-b02e-cb75a9ec601aMangiacinema 2020 e Mangiamusica – Mangiacinema Edition: in arrivo la settimana più pop e golosa dell’anno

Dal 16 al 23 settembre a Salsomaggiore Terme tanti imperdibili appuntamenti
SALSOMAGGIORE TERME (Parma) – Da Sergio Martino a Pupi Avati, da Gabriel Garko a Lamberto Bava, dai Gemelli Ruggeri a Stefano Disegni, da Andrea Mirò a Omar Pedrini, da Piero Cassano a Claudio Simonetti, da Vincenzo Zitello a Alberto Patrucco, da Claudio Sanfilippo a Daniele Persegani, da Ezio Guaitamacchi a Enzo Gentile. Sono solo alcuni dei nomi del cast di Mangiacinema 2020 – Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso e Mangiamusica – Mangiacinema Edition in programma a Salsomaggiore Terme da mercoledì 16 a mercoledì 23 settembre. Saranno otto giorni stuzzicanti e imperdibili, con tanti spettacoli, show cooking, proiezioni appetitose, incontri con artisti, visite guidate, i Premi Mangiacinema (Creatore di Sogni, Creatore di Incubi e Mangiacinema Pop, tutti realizzati dall’artista Lucio Nocentini), concerti.

La settima edizione del Festival ideato e diretto dal giornalista Gianluigi Negri ha come evento speciale “Il cinema di Lino Banfi”, dopo l’edizione dello scorso anno dedicata a Bernardo Bertolucci (e al suo legame con Salsomaggiore), quella del 2018 che ha avuto come evento speciale “I 50 anni di cinema dei fratelli Avati” e quelle del 2017 dedicate a Fellini, del 2016 a Sordi, del 2015 a Totò e del 2014 a Ugo Tognazzi.

Attori, registi, intellettuali, scrittori, artisti, musicisti, chef, giornalisti: a Mangiacinema, che anche quest’anno si conferma il Festival più pop d’Italia, la cultura del cibo diventa intrattenimento e spettacolo per tutti. Una festa per gli occhi, una festa per il palato: per la prima volta, per il rispetto delle normative anti-Covid, senza le tradizionali degustazioni gratuite per il pubblico, ma con tantissime storie del gusto (selezionate) che verranno raccontate e “servite” in maniera unica e sorprendente, offrendo il meglio del Made in Salso, del Made in Borgo (Fidenza), delle Terre Verdiane e della Food Valley.

ALCUNI ASSAGGI DEGLI SPETTACOLI DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Otto sono i Premi Mangiacinema (Creatore di Sogni a Sergio Martino, Creatore di Incubi a Pupi Avati, Lamberto Bava e Claudio Simonetti, Pop a Gabriel Garko, ai Gemelli Ruggeri e Stefano Disegni). Ma ci saranno anche anteprime nazionali di progetti musicali e libri, recital in esclusiva, una serata in ricordo di Franca Valeri (madrina di Mangiacinema 2015) con un video inedito, eventi sui 40 anni della scomparsa di John Lennon (e gli 80 dalla nascita), sui 50 anni della scomparsa di Jimi Hendrix, sui 50 anni di “Barbera e champagne” di Gaber, sui 40 anni da regista di Bava e sui 40 di carriera dei Gemelli Ruggeri, sui 45 anni di “Profondo rosso” e sui 35 di “Dèmoni”, sui 40 anni de “La moglie in vacanza… l’amante in città”…

Sfoglia il programma completo di Mangiacinema 2020
Sfoglia il programma completo di Mangiamusica 2020
Scarica i 2 programmi in pdf e in word
NORMATIVA ANTI-COVID E MODALITÀ DI ACCESSO AL FESTIVAL
Il Festival si svolgerà in sicurezza nel rispetto delle normative anti-Covid vigenti. Tutti gli eventi di Mangiacinema e Mangiamusica – Mangiacinema Edition sono a ingresso libero fino ad esaurimento dei posti a sedere disponibili, con accesso consentito 30 minuti prima di ogni evento. Vietato l’ingresso a evento in corso. I posti saranno distanziati di un metro per tutti, ad esclusione dei congiunti. Obbligatorio l’uso della mascherina in tutti gli spazi del Festival.
Per accedere alle Terme Berzieri, il pubblico utilizzerà l’ingresso laterale dell’edificio.

I PARTNER DI MANGIACINEMA E MANGIAMUSICA 2020
Main partner della settima edizione di Mangiacinema (che ospiterà al proprio interno anche la quinta edizione di Mangiamusica) è Gas Sales Energia. Tra i media partner, Film Tv, Radio 24 (con il programma “La rosa purpurea” di Franco Dassisti, da sempre al fianco di Mangiacinema fin dalla prima edizione del 2014), Gazzetta di Parma, Italia a Tavola, Gusto24H. Il Festival si svolge con il sostegno di Comune di Salsomaggiore Terme, Consorzio Terme Berzieri e Cinema Odeon.
I Premi Mangiacinema 2020 sono opera dell’artista Lucio Nocentini.

Pesti di pomodoro Mutti

119568946_10223455043155288_1172908732262992131_n

Pesti di pomodoro Mutti
Vorrei ringraziare #muttipomodoro #trnd per avermi scelto come tester, inviandomi il pacco assaggio…con 12 vasetti di pesto di pomodori, nel pacco 3 pesti diversi
4 vasetti di Pesto rosso di pomodori rossi con pomodori secchi + grana padano DOP e mandorle
4 vasetti di Pesto verde con pomodori verdi + cardi, grana padano DOP, basilico e pecorino romano DOP
4 vasetti di Pesto arancione con pomodori arancioni + grana padano DOC, peperoni gialli e mandorle
119675443_10223455043395294_6723775964581993178_nUna delle caratteristiche che contraddistingue questi pesti è la leggerezza, con il -45% di grassi rispetto ai pesti tradizionali grazie alla presenza del pomodoro nelle ricette limitato l’uso del’ olio e sale senza togliere sapore
Mi sembrano interessanti gli ingredienti e gli abbinamenti e sono curiosa di provarli
Non mi resta che assaggiarli e recensirli nei prossimi giorni #PestidiPomodoroMutti e #MuttiPomodoro #trnd

 

Bocconcini di pollo speziati

118949129_10223384247625444_5320130047748707250_o (1)Bocconcini di pollo speziati timo curcuma pepe..

Cotti in friggitrice ad Aria semplici veloci

Ingredienti
600 gr di fesa di pollo
spezie che preferite (timo, curcuma, pepe )
sale
pangrattato
Preparazione
Tagliate la fesa a pezzetti con la forbice
Condite il pangrattato con le spezie
Passate i pezzetti di pollo nel pangrattato, metteteli in teglia e  cuoceteli in forno io li ho cotti  in friggitrice ad Aria semplici veloci