Con DiWineTaste la cultura del vino si legge, si tocca, si ascolta e si gioca

DiWineTaste-AppIcon.jpgRivista online, eventi, app e podcast per gli amanti del vino

Milano, 30 gennaio 2013 – DiWineTaste, pubblicazione mensile di cultura e informazione enologica, amplia i modi per fare conoscere il vino ai propri lettori appassionati della preziosa bevanda di Bacco mettendo a loro disposizione vari strumenti.

La rivista online, che oggi conta una media di 155.000 lettori al mese, non offre solo articoli, approfondimenti e schede di degustazione dei vini, ma mette a disposizione anche il canale podcast in italiano e in inglese, con oltre 50.000 ascoltatori, che tratta vari argomenti di approfondimento legati al mondo di Bacco. Le trasmissioni sono condotte da Antonello Biancalana, direttore della pubblicazione DiWineTaste, e affrontano argomenti legati al mondo del vino, delle uve, dei territori, della degustazione sensoriale, così come i produttori e le loro eccellenze.
Inoltre, DiWineTaste coinvolge i propri lettori facendoli incontrare con i produttori del territorio, grazie all’organizzazione di eventi in Italia che raccontano i grandi vini e le birre.
Non da ultimo, tutte le informazioni della rivista, condivisibili sui principali social network, sono disponibili sulla app DiWineTaste per Android scaricabile gratuitamente.
Oltre a leggere e ascoltare le informazioni sui temi del mondo enologico, gli utenti possono anche migliorare e misurare la propria conoscenza del vino grazie a giochi e test (EnoQuiz, EnoGlass ed EnoTemp).
DiWineTaste consiglia, inoltre, di utilizzare l’Etilometro presente sia online sia sulla app, un pratico e comodo strumento sempre a disposizione per sapere quando si sta esagerando con la bevanda di Bacco prima di mettersi alla guida di un autoveicolo.

 
DiWineTaste
È una pubblicazione mensile online di cultura e informazione enologica in italiano e in inglese, che conta una media di 155.000 lettori al mese. Diretta e fondata nel 2002 da Antonello Biancalana, a oggi ha recensito oltre 4200 vini e 200 distillati. Da più di 10 anni organizza mensilmente per i propri lettori eventi enogastronomici con le più importanti cantine e birrifici d’Italia, oltre a seminari di degustazione e di cucina. Nel settembre 2012, pubblica la propria app per smartphone e tablet Android. In ottobre 2012, DiWineTaste apre il proprio canale podcast in italiano e inglese. http://www.diwinetaste.com

Podcast DiWineTaste
Il podcast è disponibile in italiano (http://www.diwinetaste.com/podcast.php?c=1) e in inglese (http://www.diwinetaste.com/podcast.php?c=2), può essere ascoltato da qualsiasi dispositivo, anche in movimento, così da migliorare la propria conoscenza del mondo enologico.
Disponibile sui canali RSS del sito http://www.diwinetaste.com, il podcast è inoltre reperibile anche su iTunes (http://itunes.apple.com), Podfeed.net (http://www.podfeed.net), Miroguide.com (http://www.miroguide.com) e  Digital Podcast (http://www.digitalpodcast.com).

App DiWineTaste
La app è disponibile nel Play Store di Google e può essere scaricata gratuitamente all’indirizzo https://play.google.com/store/apps/details?id=com.promind.diwinetaste oppure basterà ricercarla, sempre nel Play Store, con la parola chiave “diwinetaste”.

Contatti:
Ufficio stampa:
GiffoniPR – PR&Communications
Elena Giffoni
M: +39 347 2626681
E: elena.giffoni@giffonipr.com

Anteprima Amarone Distelleria Bottega presenta Amarone il vino degli dei – Cristina

AmaroneBottega750 .jpg26 e 27 gennaio 2013

Verona, Palazzo della Grand Guardia, 26 e 27 gennaio 2013

La Distilleria Bottega partecipa per la prima volta ad Anteprima Amarone, rassegna dedicata all’annata 2009 di uno dei più prestigiosi vini italiani.
L’azienda trevigiana, nota per il Prosecco, per gli spumanti e per le selezioni di grappa, gestisce e conduce una propria cantina a Pescantina, in Valpolicella. Qui nasce un Amarone di grandissima struttura, equilibrio e morbidezza, che sviluppa una gradazione di 16,5°. Per sintetizzarne le caratteristiche è stata scelta una denominazione di immediato impatto: Il Vino degli Dei.
Questo Amarone, che è il risultato concreto dell’impegno enologico della Distilleria Bottega, si caratterizza per i sentori di amarena, viola e tabacco. La vendemmia selezionata, l’appassimento sui graticci e l’affinamento in piccole botti di rovere ne fanno un vino da meditazione o da abbinare ai grandi formaggi e alle carni rosse. Va servito a una temperatura di 18/20° C.

L’Amarone è una delle massime rappresentazioni enologiche. È un vino corposo, di grande carattere, capace di trasmettere al palato sensazioni calde, sensuali e appaganti.
Ha origine dalla storica Valpolicella, una vallata particolarmente vocata alla crescita di uve di qualità, che si trova circa 20 km a nord della città di Verona, non lontana dal lago di Garda. La presenza della vite in questa zona risale all’epoca preistorica, ma furono i Romani tra i primi a valorizzare e promuovere un vino armonioso di cui parlano gli storici dell’epoca.
Per la produzione dell’Amarone, che ha conseguito la Docg a partire dalla vendemmia 2010, è previsto dal disciplinare l’utilizzo in differenti percentuali di uve Corvina Veronese, Corvinone e Rondinella. L’uvaggio può essere completato da altri vitigni a bacca rossa non aromatici, ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona (fino ad un massimo del 15% con un limite del 10% per ogni singolo vitigno) e, per un totale del 10%, da altri vitigni a bacca rossa, classificati autoctoni italiani ammessi alla coltivazione per la provincia di Verona.
La caratteristica principale che contraddistingue l’Amarone, ha origine dalle particolari tecniche di vinificazione. Le uve vengono vendemmiate nelle prime due settimane del mese di ottobre e poi adagiate delicatamente sui graticci in un unico strato per consentire all’aria di circolare meglio. La vinificazione vera e propria invece inizia solo a gennaio inoltrato. Segue l’affinamento che prevede un riposo in piccole botti di rovere per un periodo non inferiore ai due anni. Solo allora l’Amarone può, a pieno titolo, essere immesso sul mercato.

Contatti: Giovanni Savio – Distilleria Bottega srl – Tel. 0438 40680

Ghoriba al cocco – Anna Villa

cocco.jpgEcco la ricetta di alcuni biscottini sel Marocco, che faccio ogni tanto per mio marito, che è di Marrakech, e che ritrova così, il sapore della sua terra..

Ingredienti
180 g di farina di semola rimacinata
120 g di farina di cocco
120 gr di zucchero
2 uova
1 tazza da tè di olio di girasole
1 bacca di vaniglia
½ bustina di lievito per dolci
Abbondante Zucchero a velo

Preparazione
In una ciotola sbattete leggermente le uova con lo zucchero, unite i semi della bacca di vaniglia e l’olio. Aggiungete la semola precedentemente mescolata con il cocco e il lievito. Amalgamate bene fino ad ottenere una pasta molliccia. Aiutatevi con la farina di cocco e infarinatevi bene le mani, preparate delle palline grandi quanto una piccola noce, passatele nello zucchero a velo (devono essere completamente cosparse di zucchero), mettetele sulla placca del forno ben distanziate fra loro e cuocete in forno già caldo a 170° per 15 minuti circa anche un po’ meno se il forno è bello caldo, fino a che si saranno formate le classiche crepe.

KANZI® regala una settimana bianca e 200 slittini

KANZI_NEVE.jpgDal 9 gennaio al 3 febbraio 2013

Dal 9 gennaio al 3 febbraio la mela più seducente in natura mette in palio una vacanza per due persone con skipass in un maso dell’Alto Adige / Südtirol e tanti snowglider¸ gli slittini a piattello con cui trascorrere divertenti momenti sulla neve

KANZI_SLITTINO.jpg Kanzi® premia la fedeltà dei suoi affezionati con una settimana bianca per due persone con tanto di skipass, da trascorrere in un maso immerso nella neve dell’Alto Adige / Südtirol. Partecipare è semplice: dal 9 gennaio al 3 febbraio è sufficiente collegarsi al sito www.kanzi.it, e cliccare sul banner del Kanzi Game per iniziare a giocare (disponibile anche per i dispositivi mobile Apple IPhone, IPad e Android e scaricabile dall’App Store* di ITunes e da Google Play*). Chi attaccherà il maggior numero di bollini alle mele potrà aggiudicarsi i premi in palio, che comprendono anche 200 snowglider, gli slittini a piattello ideali per divertenti giornate trascorse a scivolare sulla neve.

KANZI_MELA(1).jpgCon questa iniziativa Kanzi® entra nel vivo della sua stagione più intensa: dopo essere stata raccolta fra settembre e ottobre dai soci dei Consorzi VOG e VI.P nei frutteti dell’Alto Adige / Südtirol e aver trascorso alcune settimane nei magazzini per sviluppare il suo caratteristico sapore agrodolce, questa mela è pronta a sedurre tutti i suoi affezionati.

Kanzi® è un frutto che nasce dall’incrocio naturale tra le varietà Gala e Braeburn, da cui ha ereditato solo il meglio: la prima le ha donato il colore rosso e la nota dolce al primo morso, mentre è grazie alla seconda che possiede un contenuto di vitamina C molto elevato, una acidità piacevolmente fruttata e una polpa soda e croccante.

Kanzi® viene prodotta seguendo i metodi della lotta integrata, rispettando l’uomo e l’ambiente. Questo frutto è disponibile anche in versione Bio, riconoscibile sul punto vendita dall’imballaggio che riporta la sigla della Comunità Europea per i prodotti di origine biologica.

*Link per il download su smartphone

App Store di ITunes
https://itunes.apple.com/app/kanzi-game/id585636721

Google Play
https://play.google.com/store/apps/details?id=com.kanziapple.kanzigame

Ufficio stampa VOG

c/o Fruitecom srl
Via Provinciale Vignola-Sassuolo 315/3
41057 Spilamberto (MO) – Italy
T: +39 059 7863894 F: +39 059 7863889

Il tour del cioccolato nelle piazze italiane – Ufficio Stampa ChocoMoments

cioccolatini Chocomoments.jpgFino al 14 aprile 2013

Con la Fabbrica del Cioccolato di ChocoMoments, nelle piazze italiane arrivano i laboratori a cielo aperto

Un ricco calendario di eventi con degustazioni, workshop e tanta animazione per adulti e bambini

Con la Fabbrica del Cioccolato di ChocoMoments,

nelle piazze italiane arrivano i laboratori a cielo aperto

fabbrica.jpgArenzano, Casalpustarlengo, Porto San Giorgio, Jesi, Siena e San Benedetto del Tronto sono le tappe del tour 2013 che proseguirà fino a aprile

Un laboratorio artigianale di cioccolato a cielo, nei borghi e nelle piazze italiane. E’ la Fabbrica del Cioccolato firmata ChocoMoments che da gennaio ad aprile riprenderà il tour del gusto che nel 2012 ha portato l’arte del cioccolato artigianale in tutta Italia.

Sono tante le nuove tappe dell’appassionante viaggio alla scoperta delle radici del “cibo degli dei”. Per tutto il 2013 la carovana del gusto dedicata al cioccolato toccherà diverse regioni italiane con un ricco calendario di eventi, degustazioni, workshop e tanta animazione per adulti e bambini.

macchina del cioccolato.jpgSi parte dalla Liguria, con la Fabbrica del Cioccolato che fa tappa ad Arenzano in provincia di Savona, dal 18 al 20 gennaio. Seguiranno poi gli appuntamenti di Casalpustarlengo in provincia di Lodi (1 – 3 febbraio), Porto San Giorgio in provincia di Fermo (22 – 24 febbraio), Jesi in provincia di Ancona (1 – 3 marzo), Siena (7 – 10 marzo) e San Benedetto del Tronto in provincia di Ascoli Piceno (12 – 14 aprile). Inoltre ChocoMoments sarà presente con il proprio stand anche a: Udine (27 – 29 gennaio), Bergamo (1 – 3 febbraio) Firenze (8 – 17 febbraio) Terni  (9 – 14 febbraio) Modena (15 – 17 febbraio) Livorno (22 – 24 febbraio) Brescia (1 – 3 marzo).

Alla Fabbrica di Cioccolato di ChocoMoments con l’esposizione e vendita  delle raffinate creazioni e produzioni artigianali, si legano altri eventi nell’evento come “Conoscere il cioccolato”, il percorso che coinvolge le scuole e fornirà agli studenti informazioni e curiosità sulla storia del cioccolato attraverso una serie di incontri con i maestri cioccolatieri di Chocomoments; lo spazio Babychoco nel quale i più piccoli possono divertirsi e improvvisare con il cioccolato, partecipando ai laboratori e cimentandosi nella realizzazione di cioccolatini e lavoretti con il cioccolato con tutte le attrezzature necessarie: grembiuli, cappellini, guanti e attrezzi per la lavorazione e divertirsi in compagnia degli animatori clown con musica e giochi; per gli appassionati delle degustazioni, il programma di appuntamenti ”Cioccolato &…” che propone gustosi abbinamenti caffè e cioccolato, pane dolci e cioccolato e degustazioni di vino, grappa e cioccolato. Inoltre, con la Fabbrica del Cioccolato ci si può diplomare cioccolatieri per un giorno partecipando ai mini-corsi di cioccolateria artigianale attraverso i quali tutti possono imparare a realizzare nel proprio piccolo laboratorio casalingo gustosi e raffinati cioccolatini artigianali. Infine, la Fabbrica del Cioccolato metterà a disposizione dei cittadini una choco-card che permetterà loro di avere sconti negli esercizi commerciali convenzionati.

 

 

Natascia Maesi

Ufficio Stampa ChocoMoments

Giornalismo & Comunicazione

mobile +39 338 3423462 – 335 1979414

natascia.maesi@gmail.com

MSC Crociere e Eataly – Ufficio stampa MSC

MSC1316688_MED.jpgPartnership tra eccellenze italiane

A bordo di MSC Preziosa, un ristorante della catena leader nella ristorazione
 

Una partnership eccellente tra imprese eccellenti.

MSC Crociere, compagnia crocieristica leader nel Mediterraneo, e Eataly, popolare catena torinese fondata nel 2007 da Oscar Farinetti, hanno siglato un’intesa per la realizzazione, a bordo di una nave della flotta, del primo ristorante del rinomato brand italiano.

E sarà proprio MSC Preziosa, ammiraglia da 4mila passeggeri, quarta nave della classe Fantasia attesa al battesimo a Genova il prossimo 23 marzo, ad ospitare l’apprezzato ristorante. L’unione tra le due aziende leader nel turismo e nella ristorazione nasce dal desiderio comune di proporre ai propri ospiti un’offerta enogastronomica straordinaria ed esclusiva, ma soprattutto in costante evoluzione.

Per MSC Crociere, compagnia da sempre legata alle antiche tradizioni mediterranee, il buon cibo rappresenta, infatti, qualcosa di più che una semplice presentazione di piatti deliziosi: un vero e proprio modo di vivere che si esplicita nell’arte del mangiare sotto il segno della distinzione e della qualità, data da una ricercata esperienza e conoscenza ma anche da una continua innovazione.

Il Ristorante Eataly sarà posizionato nella zona che solitamente sulle altre tre navi appartenenti alla Classe Fantasia viene occupata dal ristorante messicano Tex Mex. Proprio in quell’area, al ponte sette, spiccheranno due punti di ristoro singolari: il “Ristorante Italia” e il “Ristorante Eataly”.

Il primo occuperà la zona più esclusiva del locale, composta da 24 posti e aperta solo la sera. Un ristorante è rivolto a chi desidera un menù “table d’hôte”, particolare e di alta qualità, appositamente studiato da chef di Eataly con piatti a base di prodotti dei “Slow Food  Presidia”, fondazione creata per proteggere i  piccoli produttori e per preservare la qualità dei prodotti artigianali.

Il Ristorante Eataly, invece, avrà circa 80 posti a sedere e rispecchierà il concetto originale Eataly in un elegante spazio minimalista dove i crocieristi potranno mangiare, acquistare e sperimentare una delle migliori interpretazioni della cucina italiana. Vi sarà una scelta fra 18 piatti preparati e serviti a pranzo e a cena, dalla pasta alle verdure, dai frutti di mare alla carne, ai salumi e ai formaggi.

Come sempre, nel pieno rispetto della tradizione Eataly, regnerà un’atmosfera chic ma informale, dove i veri protagonisti saranno i cibi di primissima qualità e dove la professionalità dello staff farà coppia con la semplicità e la genuinità delle relazioni tra le persone. In questa atmosfera, gli ospiti di MSC Preziosa potranno concentrarsi sulla bontà e l’esclusività del cibo, imparando l’arte di associare ad ogni piatto il bicchiere di vino giusto e scoprendo, ogni giorno, qualcosa di nuovo durante il loro magnifico viaggio culinario.

Ai lati del ristorante, inoltre, sarà esposta una varietà di prodotti appartenenti alla tradizione nostrana: olio d’oliva, pasta di Gragnano, ma anche dolci artigianali, vini senza componenti chimici, bevande naturali e aceto balsamico invecchiato. Insomma, le migliori eccellenze delle regioni italiane.

Sin dall’inizio della sua storia, MSC Crociere si è concentrata sulla scelta e sulla qualità dei prodotti, sul controllo rigoroso di tutte le fasi del catering, dall’approvvigionamento alla trasformazione delle materie prime in piatti deliziosi, destinati ai ristoranti di tutte le navi della flotta. Non sorprende, dunque, l’intesa siglata con Eataly, che condivide con la compagnia una filosofia molto simile sull’approccio al cibo: “Siamo innamorati del cibo di qualità e delle bevande” recita lo slogan della catena torinese. “Siamo innamorati della loro storia, della loro tradizione, degli uomini e delle donne che li producono e dei luoghi da cui provengono”.

L’azienda torinese, presente in Italia, Giappone e Stati Uniti (a breve anche a Dubai, in Turchia, Brasile e Regno Unito),  è stata fondata sui principi della filosofia “Slow Food”, con un’attenzione mirata sui locali in cui ha luogo una produzione assolutamente artigianale, seguendo i principi di una corretta educazione alimentare, puntando sull’offerta di prodotti fruibili a prezzi convenienti dati da una logica di produzione e di approvvigionamento delle materie prime a costi accessibili, senza mai rinunciare alla qualità.
Concetti, questi, che rappresentano anche le pietre miliari della filosofia di MSC Crociere.

La partnership fra MSC Crociere e Eataly è stata inaugurata ufficialmente con il lancio di un concorso speciale in cui i clienti Eataly avranno la possibilità di vincere una crociera MSC.
Tutte le info sono disponibili su www.eataly.it e www.eataly.com, e in tutti i negozi convenzionati.

MSC Crociere – Compagnia leader nel Mediterraneo, in Sud Africa e nei mercati Brasiliani – possiede una flotta composta da navi moderne ed eleganti che solcano i mari di tutto il mondo: MSC Divina (varata il 26 maggio 2012), MSC Splendida e MSC Fantasia (le navi più grandi mai costruite per un armatore europeo), MSC Poesia, MSC Orchestra, MSC Musica, MSC Sinfonia, MSC Armonia, MSC Opera, MSC Lirica. A marzo 2013 entrerà a far parte della flotta anche MSC Preziosa, quarta nave della classe Fantasia. Le unità navigano tutto l’anno nel Mediterraneo, ciclicamente in Nord Europa, nell’Oceano Atlantico, ai Caraibi, in Nord e Sud America, nell’Oceano Indiano, nell’Africa del Sud e in quella Occidentale. MSC Crociere è l’unica Compagnia ad aver ricevuto le “6 Golden Pearls” dal Bureau Veritas quale riconoscimento del suo alto livello di gestione della qualità e della tutela ambientale ed ha ottenuto la doppia certificazione ISO 9001 e ISO 22000 per i sistemi di gestione per la qualità e la sicurezza alimentare su tutti gli aspetti relativi al catering, sia a terra che a bordo. MSC Crociere, inoltre, ha a cuore il benessere dei bambini, e in qualità di leader del mercato responsabile, crede nelle attività che creano impatto positivo nelle regioni in cui opera. Per questo, la Compagnia ha stretto una partnership con l’UNICEF per finanziare un progetto comunitario rivolto alla formazione dei bimbi del Brasile in difficoltà.
 
 

MSC CROCIERE
Direttore Relazioni Esterne
Maurizio Salvi – Tel. 081/7942262
Ufficio Stampa – Tel. 081/7942 – 600 – 601 – 602 – 603
publicrelations@msccrociere.it
www.mscpressarea.it

D’Antona&Partners
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
Via San Vito, 7
20123 Milano
tel. +39 02 8545701
tel. diretto +39 02 854570

Cucina vintage al Museo del Tessuto insieme alla musica degli anni 60 – Ufficio stampa del Comune di Prato

Pesche di Prato.jpgVenerdì 25 gennaio 2013

Venerdì 25 gennaio secondo appuntamento con il gusto

Le Pesche di Prato sulla Tavola delle occasioni: secondo appuntamento con la cucina vintage al Museo del Tesuto insieme alla musica degli anni 60

Prosegue il ciclo di conferenze dedicate alle tradizioni culinarie pratesi. Protagoniste del secondo incontro le Pesche di Prato, dolce tipico che affonda le sue origini negli anni dell’Unità d’Italia. Un trionfo di sapore accompagnato da balli e da una sorpresa finale…
 

Pesche di Prato, musica anni Sessanta, esposizione di giradischi d’epoca, balli e una piacevole sorpresa finale per tutti i presenti: questi gli ingredienti dell’incontro “Prato e la cucina vintage: le Pesche di Prato sulla tavola delle occasioni” che si terrà venerdì 25 gennaio alle 17.30 al Museo del Tessuto. L’evento, secondo appuntamento della rassegna sulle tradizioni culinarie pratesi promossa e organizzata dall’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Prato, in collaborazione con le associazioni di categoria, sarà una ghiotta occasione per conoscere meglio questo dolcetto tipico pratese che affonda le sue origini negli anni dell’Unità d’Italia.

 
“Con questa rassegna di eventi dedicati alla tradizione gastronomica pratese – commenta l’Assessore alle Attività Produttive Roberto Caverni – il Comune di Prato si pone come ambasciatore della sua riscoperta non solo dal punto di vista culturale ma anche sociale: l’enogastronomia è infatti un settore che produce una fetta importante di economia di un territorio e Prato rappresenta un esempio positivo di diversificazione e riconversione. Lo sviluppo economico della nostra città – continua – ferma restando la prevalente cultura tessile, passa inevitabilmente attraverso la crescita di settori un tempo poco considerati ed oggi in grande espansione. Quello dell’enogastronomia, con la pasticceria in testa, è uno di questi e per noi condividere attività formative come quella portata avanti dalla FIL con i pasticceri nell’ambito delle iniziative di sostegno al reddito dei disoccupati è un impegno importante per creare opportunità di lavoro, di crescita professionale e di consolidamento di una tendenza che va in direzione del rafforzamento delle tradizioni”.

L’incontro – dopo i saluti istituzionali dell’Assessore alle Attività Produttive del Comune di Prato Roberto Caverni e del Direttore della Fondazione Museo del Tessuto Filippo Guarini – entrerà nel vivo con l’intervento della storica dell’arte Nadia Bastogi sulla storia – dall’antichità a oggi – dei dolci della festa, dell’editore enogastronomico e scrittore Claudio Martini, che prenderà per mano i presenti per condurli in una vera e propria esperienza sensoriale alla scoperta delle Pesche di Prato, prima della performance dello “special guest” Paolo Sacchetti del Caffè Nuovo Mondo, un “volto del gusto” d’eccezione incoronato poche settimane fa Miglior Pasticcere d’Italia 2012, che preparerà in diretta, sulle note della musica anni Sessanta, la Pesca di Prato con l’Alkermes dell’Antica Farmacia di Santa Maria Novella. Al termine della dimostrazione di preparazione – durante la quale Sacchetti avrà al suo fianco gli allievi della scuola di pasticceria della FIL – una degustazione “multipla” delizierà il palato dei presenti: il goloso dolcetto verrà infatti proposto in abbinamento al Vinsanto, presentato dal Direttore del Consorzio Tutela Vini di Carmignano, il sommelier AIS Realmo Cavalieri mentre Manuela Nelli dell’Antica Farmacia di Santa Maria Novella guiderà un percorso polisensoriale alla scoperta dell’Alkermes, attraverso i profumi delle spezie con cui viene preparato e l’assaggio finale.

 
Il tutto, in una location allestita rigorosamente in stile vintage, con giradischi d’epoca gentilmente concessi dal collezionista privato pratese Alvaro Icolari che faranno da scenografia alle performance di ballo di Maila Bevitori e Saverio Minunzio della Scuola di Ballo Club 85 di Calenzano, con coreografie di Boogie Woogie e Twist sulle musiche di Fred Buscaglione, Elvis Presley e su brani tratti da “American Graffiti”, “The Blues Brothers” e “Pulp Fiction”.

In allegato: foto delle Pesche di Prato tratte dalla pubblicazione “Le pesche di Prato”, per gentile concessione di Claudio Martini Editore

 

A cura di Marte Comunicazione snc

Ufficio Stampa in collaborazione con Ufficio Stampa Comune di Prato           

Tel 335 6130800 – 320 6434045

Fascino Napoletano

1765.jpgFascino Napoletano è una location intristisca di mistero e fascino, elegante e ammaliante. Un luogo di storia con le sue piccole meraviglie, come la sale liberty. Una sala antica e composta, che si riporta a vecchi salotti letterari

Libreria-Sala Lettura
Una sala è invece dedicata ai libri di piccoli editori napoletani di qualità. Qui, il cliente può consultare il volume e leggerlo mentre degusta un’ottima cioccolata calda. Dieci i posti a sedere in un’atmosfera di grande serenità. Scaffali ricchi di curiosità su Napoli e su Roma, con libri di nicchia ma assolutamente da sfogliare.
La Sala Liberty
Qui è possibile ammirare e acquistare vetrate autentiche. La sala è stata pensata per ospitare anche mostre, eventi, presentazione di libri e prodotti artigianali. Con l’obiettivo di creare, nel cuore di Roma, un vero e proprio luogo di incontro per fare cultura e opinione.

 
http://www.fascinonapoletano.it
http://www.facebook.com/fascino .napoletano

Aperitivo Letterario “Volevo solo chiuderle gli occhi” Fascino Napoletano

1765.jpg9 Febbraio 2013

Fascino Napoletano in collaborazione con la Dott.ssa Marica Petti Presentano
Aperitivo Letterario “Volevo solo chiuderle gli occhi”
Fascino Napoletano è una location intristisca di mistero e fascino, elegante e ammaliante. Un luogo di storia con le sue piccole meraviglie, come la sale liberty. Una sala antica e composta, che si riporta a vecchi salotti letterari, una condizione questa che ci permette di esprimere idee, confrontarsi Il 9  Febbraio 2013 nella location, ospiterà il primo dei diversi incontri nelle serate a tema Aperitivo Letterario … dal titolo Volevo solo chiuderle gli occhi
Fascino Napoletano offrirà un buffet a base di: 58 tipi, per tutti i gusti: fondente puro, latte e bianco Saranno presenti
LOC.jpgKatia Brentani l’autrice del libro “Volevo solo chiuderle gli occhi” edito dalla Albus edizioni “ Una storia intrigante e accattivante che rende la lettura “ansiosa”. Una storia scritta da una donna per il primo volume della nuova Collana, Donne Pericolose. Volevo solo chiuderle gli occhi non si può  chiudere prima di essere arrivati alle ultime pagine!”
L’artista Cristina Giammaria con le sue opere Bad Girls tecnica mista: “Chine, ecoline e frammenti di carta. Bad Girls sono donne forti, volti e occhi che nascondono un carattere forte, sentimenti profonodi, dove niente è come sembra … e dove una apparente tranquillità porta ad ingannare lo spettatore.”

Partner tecnico
che ci permetterà di degustare le loro seguenti sei etichette
PETIT MANSENG
ANTINOO
ALBIOLA
SHIRAZ
MADRESELVA
MATER MATUTA
Coordinatore-Sommelier Sig.Fabio Vasti
Fascino Napoletano Via Tolemaide 14, Roma, (traversa di via Candia)
Giorno: 9 Febbraio 2013
Orario 17:30
Posti a sedere 25 gradita prenotazione
INGRESSO LIBERO
Info Dott.ssa Marica Petti artpromoter@etymosparodia.com mobile 3401548100
Katia Brentani
E’ nata e vive a Bologna. Per una decina di anni ha pubblicato novelle e romanzi brevi sulla rivista “Confidenze”. Nello stesso periodo sono stati pubblicati alcuni racconti gialli sulla rivista “Donna Moderna”. Nel frattempo ha iniziato a collaborare con alcune riviste letterarie e giornali online. Ha partecipato a premi letterari. Fra i numerosi premi letterari vinti (1° premio): “Racconti Corsari 2007”, “Energhia 2007”, “Donna & Donne 2008”, “Il Litorale 2010”, “Delitto d’Autore 2010”, “Città di Pontinia 2010”, “Il Club dei Poeti 2011” e altri.
Ha pubblicato “Confortatemi con il tè“ (Il Filo), “Couscous & tortellini” (Edigiò), “Il Figlio del boia” (Runde Taarn), “Aiuto hanno rapito Babbo Natale!” (Edigiò), “L’uomo che rubava i sogni”( Ducas), “Voce Tonante, Topini e Bambini”.(Edigiò) e “L’Avventura di Fischietto” (Edigiò). Dalla collaborazione a quattro mani con Stefano Borghi è nata una raccolta di racconti “Piccole storie di periferia” (Edigiò Edizioni) e con Silvia Aquilini “Ti lascio una storia da raccontare” (Nuova S1 Edizioni).
Per la casa editrice Damster Edizioni cura la collana “I Quaderni del Loggione” e ha realizzato i quaderni “Bologna la dolce. Curiosando sotto i portici fra gli antichi sapori”, “Cucinare con erbe, fiori e bacche dell’Appennino, “Cuor di castagna” e
“Inzuppiamoci!”. Sul sito www.loggione.it cura una rubrica di cucina “Loggionando. Quattro chiacchiere in cucina con Katia”.
Per Reno News cura le rubriche “Tra pentole e fornelli” e “Leggiamo insieme” www.renonews.it
E’ un’accanita lettrice e, dopo aver fatto parte di alcuni gruppi di lettura, ha creato “Voltapagina”, il gruppo di lettura della Biblioteca Tassinari Clò a Bologna.
Con la Albus Edizioni ha pubblicato “Volevo solo chiuderle gli occhi”, primo romanzo con protagonista il commissario Giorgio Volpi.
Blog: http://katiabrentani.wordpress.com
Volevo solo chiuderle gli occhi
Un avvincente giallo thriller scritto da una brava autrice italiana.
Collana: Donne pericolose
Pag: 206
Formato: 15X21
Euro: 12,00
ISBN: 978-88-96099-74-2
Nik: 1
Genere: Romanzo Giallo Thriller
Un avvincente giallo thriller scritto da una brava autrice italiana. Una storia intrigante e accattivante che rende la lettura “ansiosa”. Una storia scritta da una donna per il primo volume della nuova Collana, Donne Pericolose. Volevo solo chiuderle gli occhi non si può chiudere prima di essere arrivati alle ultime pagine!
ALBUS edizioni Via Donadio, 7 – 80023 Caivano Napoli – www.albusedizioni.it – info@albusedizioni.it
Tel / fax 0818353779 – Cell 339 2740860
Cristina Giammaria
è nata a Roma il 3 aprile 1969. Dal 1993 al 1994 ha insegnato in Germania come assistente in lingua italiana. Nel 1994 si è laureata in lingue e letterature straniere moderne a Roma. Per 17 anni ha lavorato presso una multinazionale farmaceutica americana.
La naturale predisposizione per il disegno è stata, sin dalla più giovane età, sollecitata dai genitori, anch’essi dediti a forme d’arte. La frequentazione di mostre ed altro genere di manifestazioni, in Italia e all’estero, le hanno permesso di conoscere ambienti creativi, confrontarsi con svariati linguaggi artistici, stimolandola a cimentarsi con tecniche espressive diverse, nutrendo particolare interesse per la tempera, il collage ed il fumetto.
Ha collaborato con animatrici per l’infanzia, organizza attività creative in associazioni di volontariato, ed anche nell’ambiente lavorativo, ha saputo ritagliarsi una nicchia personale in qualità di illustratrice della pubblicazione aziendale.
La breve esperienza di un atelier all’aperto con il pittore Pedro Cano le ha fatto conoscere l’acquarello. Nella sua freschezza e nella sua trasparenza si è riconosciuta. Ha seguito per due anni gli insegnamenti dell’artista Lilia Bevilacqua, ha preso parte al laboratorio di illustrazione “Fatti di segni e di parole” dell’illustratrice Roberta Angeletti e poi ha proseguito la sua ricerca artistica in modo personale.
A settembre 2006 è stato pubblicato “Frittelle d’acqua” di G. Fiori, Manni editore, con le illustrazioni di C. Giammaria.
Dal 2010 insieme ad altri due artisti lavora presso l’associazione culturale “In.fatti arte” dove tiene corsi di acquarello per adulti e per bimbi.
Nel 2012 ha frequentato il corso di pittura acqua e olio tenuto dal Prof. Luigi Bruno presso la Scuola di Arti Ornamentali di Roma.
Esposizioni
Maggio 01 e maggio 02 – Testaccio -Roma – collettive di acquarello.
Giugno 01 – Casacares “Villa I Graffi” – Reggello (FI) – collettiva d’arte.
Giugno 02 – Associazione Fonte Meravigliosa Club – Roma – collettiva d’arte.
2002, 2003, 2011 – Estemporanea di acquarello – Albano (RM).
Dicembre 07 – “Impressioni ed espressioni” – Perugia – collettiva di acquarello.
Giugno 08 – “Suggestioni all’acquarello” – CastelGandolfo (RM ) – collettiva di acquarello.
Ottobre 08 – Estemporanea d’incisione – Centro per l’incisione e la grafica d’arte – Formello (RM).
Aprile 09 – “Tranquilli paesaggi urbani” – Agave Bistrot, RM – personale olio.
Giugno 09 – “Ariccia e dintorni” – Locanda Martorelli, Ariccia (RM) – collettiva di acquarello.
Settembre 09 e Aprile 10 – “XXVI e XXVII Mostra di pittura” – Basilica Santi Cosma e Damiano (RM)
Ottobre 09 e giugno 10 – “Fiori d’acqua” – Vivaio Effezeta (RM) – personale di acquarello
Luglio 10 – 2ndo premio sesta edizione premio Cesterarte – Marina di Cerveteri
Marzo 12 – “Acquerelli all’acquedotto” – Museo Parco Tor Fiscale (RM) – personale acquarello
Agosto 12 – 2ndo premio Premio di pittura, sez. Alfonso Capocci – Settefrati (FR)
Settembre 12 – Esposizione acquarelli nell’ambito dell’evento “Effervescenze Cutlurali”(RM)
Ottobre 12 – “Acquedotti in fiore” – Museo Parco Tor Fiscale (RM) – personale acquarello
BAD GIRLS
“Chine, ecoline e frammenti di carta. Bad Girls sono donne forti, volti e occhi che nascondono un carattere forte, sentimenti profonodi, dove niente è come sembra … e dove una apparente tranquillità porta ad ingannare lo spettatore.”
Studio: Via Franco Bartoloni, 55
00179 Roma
Tel. 349-6352108
Email: cristinagia@quipo.it
Sito: www.cristinagiammaria.com
La Location
Libreria-Sala Lettura
Una sala è invece dedicata ai libri di piccoli editori napoletani di qualità. Qui, il cliente può consultare il volume e leggerlo mentre degusta un’ottima cioccolata calda. Dieci i posti a sedere in un’atmosfera di grande serenità. Scaffali ricchi di curiosità su Napoli e su Roma, con libri di nicchia ma assolutamente da sfogliare.
La Sala Liberty
Qui è possibile ammirare e acquistare vetrate autentiche. La sala è stata pensata per ospitare anche mostre, eventi, presentazione di libri e prodotti artigianali. Con l’obiettivo di creare, nel cuore di Roma, un vero e proprio luogo di incontro per fare cultura e opinione.
Dolce Idea
Il pezzo forte sono i cioccolatini del maestro cioccolataio Gennaro Bottone. Tutti artigianali e dal sapore unico. 58 tipi, per tutti i gusti: fondente puro, latte e bianco. Senza dimenticare, ovviamente, le creme al liquore e le famigerate scorzette all’arancia e al limone. E poi, per chi vuole fare un regalo a effetto, scatole con gouaches prestigiose e cofanetti di radica in esclusiva. Da ammirare infine le sculture al cioccolato e da assaporare le creme spalmabili in almeno cinque versioni.
http://www.fascinonapoletano.it
http://www.facebook.com/fascino .napoletano

Le donne del vino ospiti “Delsignorvino” – Cristina

donna36_pp.jpg22 Gennaio 2013
     
Il 2013 coincide con il 25° compleanno dell’Associazione Nazionale Le Donne del Vino. 
Queste due giovani donne, dallo sguardo fiero e deciso, i cui capelli simili a chicchi d’uva si intersecano fra di loro per mostrare l’unità  di intenti e di ideali, sono riuscite a raggiungere i 25 anni di attività.
Il logo di questa Associazione è un simbolo entrato nel cuore di molte donne in Italia, che hanno saputo proporre, con la loro operosità, una diversa chiave di lettura di un mondo tipicamente maschile.
Le donne parlano di vino mescolando dettagli tecnici a quel pizzico di brio e colore che grande peso gioca nella comunicazione di oggi.
donne7.jpgL’Associazione Nazionale Le Donne del Vino nata nel 1988, è oggi tra i sodalizi più attivi e vivaci nel panorama dell’enogastronomia e tra le espressioni più interessanti dell’imprenditoria femminile.
Nella serata di Milano, la Presidente Elena Martusciello ci esporrà il programma delle diverse manifestazioni che si terranno nelle regioni d’Italia in occasione di questo importante traguardo e dell’intenso programma del Vinitaly edizione 2013. 


L’importanza economico-finanziaria di questa Associazione  verrà esposta dal giornalista  Giorgio Lonardi, per molti anni penna del settore finanza di Repubblica.
Modera la giornalista Rossana Bettini Illy, nostra socia, mentre la scrittrice Sveva Casati Modignani sarà nostra testimonial e gradita ospite.
E, poi, brindiamo con IL vino, LA vigna, LA vite, L’uva, LA vendemmia, LA botte, LA bottiglia, L’etichetta … però, ironia a parte, c’è tutto un mondo femminile dentro un bicchiere di vino
WINE STORE SIGNORVINO
Piazza del Duomo – angolo Corso Vittorio Emanuele
Per ulteriori informazioni:  Anna Pesenti – Cell. 334-3997914   335-6376458

Quiche con zucchine e gamberetti – Maria de Candia

QUICHE.jpgIngredienti
1 rotolo di pasta brisèe
3 zucchine non troppo piccole
500g di gamberetti (sgusciati)
1 spicchio di aglio
1/2 cipolla
olio
poco brodo granulare
sale
vino bianco
prezzemolo
3 uova
una presa di Grana grattugiato
1/2 scatoletta di panna da cucina

Preparazione
Lessate i gamberetti e sgusciateli.
In una padella antiaderente soffriggete l’aglio, la cipolla e il prezzemolo tritati in un po’ di olio; aggiungetevi le zucchine tagliate a fettine sottili, il brodo granulare, il sale, una spruzzata di vino bianco e portate a cottura.
A questo punto, sbattete le uova in una ciotola, aggiungetevi il formaggio, i gamberetti, le zucchine e la panna; mescolate il tutto e versate sulla pasta brisèe che nel frattempo avete sistemato su una teglia da forno.
Infornate a 190° per 40/45 minuti.

 

Gastronomia e tradizione alla scoperta del Carnevale di Foiano della Chiana – Montalcino (SI)- Ufficio stampa Casato prime donne

Carnevale a Foiano della Chiana.jpgDal 27 gennaio al 3 marzo 2013

Alla scoperta del Carnevale di Foiano della Chiana, il più antico d’Italia: alla Fattoria del Colle di Trequanda un week end all’insegna del divertimento per tutta la famiglia

Un fine settimana indimenticabile da vivere con tutta la famiglia, animali domestici compresi, tra corsi mascherati e tradizione enogastronomica toscana: ecco la proposta della Fattoria del Colle di Donatella Cinelli Colombini a Trequanda, dove nei week end dal 27 gennaio al 3 marzo, il gusto della Valdorcia si fonde con lo spirito carnevalesco di Foiano della Chiana dando vita ad un programma davvero ricco per vivere intensamente l’allegria di questo particolare momento dell’anno.

Fattoria del Colle Trequanda.jpgTradizioni contadine che si intrecciano con il divertimento: dalla polenta da tagliare col filo e le castagne arrosto nel camino alla lezione di cavallucci per grandi e piccini, dal gioco del panforte a lume di candela e l’assaggio di Brunello di Montalcino alla scoperta dei segreti della Fattoria del Colle e del Fantabosco con gli alberi a tema e mille altre proposte tra cui il carnevale di Foiano (22 km dalla Fattoria) dove la festa, il gioco, la musica esplodono nell’allegria di un intero paese. Un weekend dove tutti, dai nonni ai bambini e persino il fedele compagno a quattro zampe di casa, trovano calda accoglienza, momenti di svago e di relax.

L’arrivo, nei week end 27 gennaio, 3 – 10 – 17 febbraio 3 marzo, è previsto per il sabato pomeriggio, con la sistemazione degli ospiti nelle case degli antichi contadini con arredi autentici e moderni comfort – che ricordano la casa in campagna dei nonni toscani – l’happy wine in cantina con musica, assaggi di Brunello e salsiccia di cinghiale, la cena contadina con la polenta versata sulla spianatoia di legno e tagliata con il filo seguita dalla castagnata con i marroni arrostiti nel camino e il gioco del panforte a lume di candela: una classica e autentica veglia contadina accompagnata da musiche tradizionali.

La giornata di domenica inizia con la colazione a buffet fatta di biscotti, salumi, formaggi tipici e torte fatte in casa, seguita da una golosa lezione di cavallucci – deliziosi dolcetti senesi a base di noci – per grandi e piccini. A seguire, visita guidata della Fattoria del Colle, con le sale storiche in cui il Granduca di Toscana si incontrava con la sua amante Isabella in occasione delle battute di caccia, la cappella cinquecentesca, le cantine di Chianti e di DOC Orcia e il Fantabosco con gli alberi a tema.

Alle 12.30 un brunch all’Osteria di Donatella con salumi, formaggi e tagliata di bue chianino – la più celebre e prelibata della Toscana – prima di partire alle 14 alla volta di Foiano della Chiana per seguire il corso mascherato del più antico carnevale d’Italia, esistente addirittura dal 1539 e oggi uno dei più belli e famosi d’Europa.

Il prezzo del week end in camera doppia o appartamento è di € 190 a coppia, con supplemento di € 40 per ogni bambino sotto i 12 anni. Percorso benessere e massaggi – da prenotare contestualmente al pacchetto – sono a parte. Il percorso benessere – con bagno turco, sauna, stanza relax, doccia emozionale, percorso kneipp e vasca idromassaggio – di due ore costa 20€ a persona, mentre il prezzo dei massaggi varia a seconda della durata e del tipo di massaggio, da scegliere tra quelli proposti sul sito http://www.cinellicolombini.it/agriturismo/benessere.html

PER MAGGIORI INFORMAZIONI

Casato Prime Donne – Montalcino, SI

Fattoria del Colle – Trequanda SI

Alessia Bianchi 0577 662108 pr@cinellicolombini.it

 

Addetta stampa

Marzia Morganti Tempestini 3356130800

marzia.morganti@gmail.com

 

Pino Marino a Ricette d’Autore- Roma (RM)

Sabato 19 gennaio 2013

Torna per l’8° appuntamento all’Alexanderplatz la nuova rassegna: “Ricette d’Autore” con una novità, inizieremo alle ore 19:00.

Sabato 19 gennaio sarà la volta di PINO MARINO che verrà intervistato dai giornalisti ed ideatori Marina Luca e Gianluca Polverari.

Pino Marino considerato uno dei più autorevoli cantautori italiani , ha già scritto e interpretato tre dischi fondamentali per la musica italiana: “Dispari” nel 2000 e “Non bastano i fiori” nel 2003 che vince il Premio Ciampi come miglior disco di esordio,Non bastano i fiori è fra i migliori 15 dischi italiani dell’anno. Pubblica con Domenico Procacci e RadioFandango / NuN Flower il suo terzo disco “Acqua Luce e Gas” nel dicembre 2005 ,finalista per la Targa Tenco 2006 come miglior disco dell’anno con De Gregori, Capossela, Bersani e Baustelle. Durante l’intervista ci racconterà della sua carriera, ma soprattutto ci farà ascoltare in ANTEPRIMA dei brani estratti dal suo nuovo disco in uscita a primavera. Pino Marino è anche paroliere per alcuni interpreti della canzone italiana, recentemente si è dedicato alla narrativa scrivendo un libro di racconti che sarà pubblicato nel 2013. Durante l’intervista potrete ascoltare alcuni brani live del cantautore e degustare un ottimo aperitivo! Al termine dell’intervista Pino Marino presenterà al pubblico la sua ricetta gastronomica preferita. Le riprese della serata saranno effettuate e trasmesse da Still Video. Il servizio fotografico sarà curato dallo studio Fotosmack. Il giornale on-line Roma Today sarà media partner dell’evento.

Alexanderplatz
Roma
 

Sensowine incorona Cartizze di Carpenè Malvolti come miglior prosecco – Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA

ANDREA BRAVACCINI ALFIERE DEL PROSECCO 2012.jpgIl vino premiato nell’annuario dei Migliori vini italiani 2013 di Luca Maroni con 91/100, servito e raccontato dal Sommelier Ais Andrea Bravaccini, alfiere del prosecco 2012

Alle 19 il via alla serata di gala inaugurale della manifestazione all’’Auditorium della Conciliazione. A seguire, una esclusiva degustazione al Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia a Roma che ospiterà la kermesse fino a domenica 20 gennaio.

Per il Miglior Prosecco dell’Annuario dei Migliori Vini Italiani 2013 firmato Luca Maroni, solo il meglio della sommellerie: il Superiore di Cartizze Carpenè Malvolti – che questa sera a Roma riceverà il premio nel corso del gala inaugurale della manifestazione Sensofwine all’Auditorium della Conciliazione – sarà raccontato e servito nel corso dell’esclusiva degustazione odierna a inviti al Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia dal sommelier AIS Andrea Bravaccini, primo classificato nel Gran Premio Alfiere del Prosecco 2012.

Sommelier della Sezione Romagna di AIS, Andrea Bravaccini è stato il primo vincitore a iscrivere – lo scorso 27 maggio – il proprio nome nell’albo d’oro del Gran Premio Alfiere del Prosecco, al termine di una competizione andata in scena proprio nel tempio della spumantistica nella quale si è distinto per professionalità e abilità nella prova di comunicazione del vino attraverso gli elementi vitigno e territorio. Un “best of” per Carpenè Malvolti che non poteva mancare nella degustazione romana dedicata ai migliori per eccellenza: oltre che del Superiore di Cartizze, Bravaccini sarà per le serate di giovedì 17 e venerdì 18 gennaio l’ambasciatore anche del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore DOCG Cuvée Brut, Cuvée Storica, Cuvée Oro e del Gewurztraminer Carpenè Malvolti.

La manifestazione enologica organizzata per l’ottavo anno da Luca Maroni con i migliori vini italiani – accompagnati da assaggi di prodotti gastronomici di eccellenza – dopo l’inaugurazione di questa sera andrà avanti fino a domenica 20 gennaio con libera degustazione al pubblico dalle 14 alle 24 presso il Complesso Monumentale di Santo Spirito in Sassia in Borgo Santo Spirito 1. Sabato 19 gennaio alle 18.30 Carpenè Malvolti accenderà poi su di se un ulteriore riflettore: la Cuvée Storica del Conegliano Valdobbiedene Prosecco Superiore DOCG, sarà protagonista di una sessione di degustazione guidata da Luca Maroni – gratuita ma rigorosamente su prenotazione – alla presenza di produttori ed enologi per raccontare i vini premiati a 360 gradi, dalla vigna al bicchiere.

Ufficio Stampa Carpenè Malvolti SpA

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com

www.carpene-malvolti.com – www.martecomunicazione.com