Biscottini all’arancia

IMG_1315Biscottini all’arancia
Ingredienti
170 gr di burro
350 gr di farina
1  bustina di lievito
1 bustina di vanillina
la scorza di una arancia grattuggiata non trattato)
170 gr di zucchero
1 uovo
Il succo di un arancia
1 fialetta di aroma all’arancio

Per decorare
codette
gocce di cioccolato
una o mezza noce
una mandorla
…..

Preparazione
In una terrina impastate tutti gli ingredienti
Fate i vostri biscottini, dandogli la forma che più vi piace, decorateli a piacere a seconda della vostra fantasia con codette, gocce di cioccolato, una noce, una mandorla….
Mettete sulla griglia o sulla teglia del forno un foglio di carta forno.
Adagiate i biscotti sulla carta forno e cuocete in forno (già caldo) per 10/15 minuti a 200°

Biscottini al burro

IMG_1302Biscottini al burro
Ingredienti
180 gr di burro
250 gr di farina
1/2 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
la scorza di un limone (non trattato)
130 gr di zucchero
1 uovo
1 tuorlo

Per decorare
codette
gocce di cioccolato
una o mezza noce
una mandorla
…..

Preparazione
In una terrina impastate tutti gli ingredienti
Fate i vostri biscottini, dandogli la forma che più vi piace, decorateli a piacere a seconda della vostra fantasia con codette, gocce di cioccolato, una noce, una mandorla….
Mettete sulla griglia o sulla teglia del forno un foglio di carta forno.
Adagiate i biscotti sulla carta forno e cuocete in forno (già caldo) per 10/15 minuti a 200°

Biscottini al miele

IMG_1326 Biscottini al miele
Ingredienti
300 gr di farina
120 gr di miele
130 gr di burro
1 uovo
1/2 bustina di lievito
cannella

Per decorare
codette
gocce di cioccolato
una o mezza noce
una mandorla
…..

Preparazione
In una terrina impastate tutti gli ingredienti
Fate i vostri biscottini, dandogli la forma che più vi piace, decorateli a piacere a seconda della vostra fantasia con codette, gocce di cioccolato, una noce, una mandorla….
Mettete sulla griglia o sulla teglia del forno un foglio di carta forno.
Adagiate i biscotti sulla carta forno e cuocete in forno (già caldo) per 10/15 minuti a 200°

Biscottini di cioccolato

IMG_1312Biscottini di cioccolato
Ingredienti
150 gr di farina
160 gr di cioccolato fondente
130 gr di zucchero
70 gr di  burro
1 uovo
1/2 bustina di lievito
1 bustina di vanillina
Per decorare
codette
gocce di cioccolato
una o mezza noce
una mandorla
….

Preparazione
Sciogliete a bagnomaria il burro
In una terrina impastate tutti gli ingredienti
Fate i vostri biscottini, dandogli la forma che più vi piace, decorateli a piacere e secondo la vostra fantasia  con codette, gocce di cioccolato, una noce, una mandorla…
Mettete sulla griglia o sulla teglia del forno un foglio di carta forno.
Adagiate i biscotti sulla carta forno e cuocete in forno (già caldo) per 10/15 minuti a 200°

Taglio del nastro per la festa del cioccolato artigianale di Nettuno

Taglio del nastro per la festa del cioccolato artigianale di Nettuno

Un evento organizzato da ChocoMoments e Alux Eventi con il patrocinio del Comune di Nettuno e il sostegno della Banca Credito Cooperativo di Nettuno, Vitaldent-Centri odontoiatrici e Smg srl

Taglio del nastro per “Chocomoments Nettuno”, la grande festa del cioccolato artigianale inaugurata oggi in Piazza del Mercato alla presenza dell’assessore alle Attività Produttive Giulio Verdolino e dei rappresentanti degli sponsor. Una manifestazione organizzata da Alux Eventi e Congressi che ha portato per la prima volta a Nettuno la Fabbrica del Cioccolato di ChocoMoments, con il patrocinio del Comune di Nettuno e il sostegno della Banca Credito Cooperativo di Nettuno, Vitaldent-Centri odontoiatrici e Smg srl.

Fino al 30 marzo, presso la Fabbrica del Cioccolato ci saranno cooking show, degustazioni di vino, grappa, rum e cioccolato, interessanti workshop per imparare a realizzare una sacher, lezioni di cioccolato per adulti e laboratori per bambini. Attività che arricchiscono il programma della mostra-mercato con un’ampia esposizione di tavolette, creme, praline, ma anche sculture di cioccolato: topolini, coccinelle, fiori e scarpine in cioccolato, tutti realizzati artigianalmente.

Lo chef patissier Domenico Spadafora, star del programma tv di Rai 2 “Detto Fatto” in tandem con il maestro cioccolatiere Giancarlo Maestrone andrà in scena con due divertenti esibizioni dal vivo in programma alle 12.00 e alle 17.00.

Chi vorrà approfondire la conoscenza del cioccolato potrà partecipare ai mini-corsi di pralineria. Due ore di lezione in programma domenica dalle 10 alle 12 (prenotazione obbligatoria giancarlo.maestrone@gmail.com) per imparare a realizzare deliziosi cioccolatini.  Gli appassionati cultori del “cibo degli dei” potranno partecipare al workshop “Conoscere il cioccolato”, un percorso che mostra tutte le fasi di lavorazione del cioccolato dalla fava di cacao al cioccolatino finito. “Cioccolato &…”, invece, è lo spazio dedicato alle degustazioni di birra artigianale e cioccolato a cura del Birrificio Homo Luppolo e di cioccolato e liquori a cura di Sarandrea Liquoreria e Erboristeria. Per i più piccoli che vogliono giocare con il cioccolato c’è lo spazio Babyciok – dalle 15.30 alle 17.30 – nel quale è possibile improvvisare con il cioccolato, muniti di grembiuli, cappellini, guanti e attrezzi per la lavorazione. Tutti i bambini delle scuole riceveranno un segnalibro con il quale avranno diritto ad un omaggio al cioccolato da ritirare presso la Fabbrica. Ai bambini delle scuole elementari che si sono prenotati sono rivolti i laboratori di cioccolato a cura del maestro cioccolatiere Giancarlo Maestrone in programma venerdì 28 dalle 10 alle 12 e dalle 14.30 alle 16.30. Gli stand della mostra mercato del cioccolato artigianale resteranno sempre aperti dalle 10,00 alle 22.00 e sabato fino alle 24.

Info su www.chocomoments.it

Ufficio Stampa ChocoMoments
Natascia Maesi

natascia.maesi@gmail.com

Riciclo: nasce il network per il caffè in capsula “sostenibile”

foto 2Riciclo: nasce il network per il caffè in capsula “sostenibile”
Firenze, 29 aprile – AuditoriumS. Stefano in Ponte:
debutta la rete italiana dedita alla produzione e distribuzione
Un progetto dal volto etico, con un corriere che recupererà le confezioni esauste
Su ogni unità sarà presente un identikit con tutti i dati sulla materia prima

Nuova vita per il caffè in capsula, di sempre più larga diffusione in Italia: debutta a Firenze un network di produttori, consumatori e rivenditori con un occhio all’ambiente e al consumo etico. Da un lato, sulle capsule viene indicato una sorta di “identikit” del caffè, per far sapere al consumatore cosa sta per degustare; dall’altro, l’azienda vincola gli iscritti a restituire le capsule esauste per poter continuare a stare nella rete. Per la prima volta in Italia, inoltre, un corriere espresso verrà al domicilio degli iscritti prelevando le parti in plastica, da destinare al riciclaggio.

Si tratta di “Espressiv”, il network made in Tuscany che sarà presentato sabato 29 marzo all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte, a Firenze. Ai circa 300 invitati verranno mostrate le innovazioni del progetto, a partire dalla formula di riciclo della plastica che è un case history a livello globale: insieme alle capsule nuove, verrà  ricapitata a ogni cliente una busta codificata con un codice a barre che il corriere ritirerà – piena di capsule usate – alla consegna successiva. Da una serie di controlli si potrà verificare l’effettivo “riciclo” compiuto dagli iscritti: a quelli che non avranno riconsegnato almeno il 90% delle capsule, non verranno effettuate nuove consegne. Inoltre, su ogni capsula viene indicato il quantitativo esatto di caffeina presente in ogni unità.

“Ero stufo di vedere persone diventare allergiche al caffè dopo averne bevuto diverse tazzine in capsula – spiega Andrea Marcucci, titolare di Espressiv e co-ideatore/creatore  dei concetti etici che animano il  network insieme a Roberta Banchelli, condividendo le idee e i concetti di Giacomo Fratini, che è l’ideatore del Network sul caffè, relatore del convegno – e volevo fare qualcosa di diverso rispetto alle dinamiche della produzione industriale, che spesso abitua i palati a sapori standardizzati. Il mio obiettivo è far riscoprire al consumatore il gusto vero del caffè, senza modifiche alla composizione della materia prima: in fondo, non si può pretendere che dalla chimica venga fuori tutto”.

La necessità di creare un network di questo tipo è emersa dopo il caso di Comuni “virtuosi” sul fronte del riciclo (come Capannori, nel Lucchese) dove le capsule non possono essere smaltite né come materiale plastico né come organico, perché questi si trovano uniti insieme. La plastica, pur essendo biodegradabile, non rientra infatti nei 180 giorni previsti per poter considerare organico il rifiuto. Per questo, Espressiv ha deciso di costituire una rete ponendo una condizione essenziale: per continuare ad essere forniti di caffè,  le capsule esauste dovranno essere restituite.

Andrea Marcucci- EspressivUlteriori dettagli del progetto verranno illustrati nel pomeriggio di sabato 29 marzo all’Auditorium di Santo Stefano al Ponte con un convegno i cui relatori saranno – oltre allo stesso Marcucci – Cinzia Capitani (Capitani spa), Romeo Mattei (Doc), Stefano Caramelli (Earth Day Italia), Barbara Lapini (dott.ssa in Scienze dell’alimentazione), Angelo Agnolucci (Gastroenterologo), Paolo Feligioni (Arcobaleno – Riciclo), Fabio Migliorati (dir. artistico Espressiv), Giacomo Fratini (Espressiv).

Dall’etica all’estetica, inoltre: nell’occasione Espressiv presenterà un progetto legato all’arte: l’idea è quella di personalizzare le confezioni delle capsule con opere d’arte appositamente commissionate ad artisti di fama internazionale, nonché con una mostra annuale dedicata al tema dell’eticità attraverso il mondo del arte, per cui Espressiv, caffè e Arte!.

Sede:
Arezzo – Via Luigi Galvani, 21
Magazzino:
Arezzo – Via Edison, 37

Per info:
Marco Gemelli – 338.5624777
eventi@espressiv.it

Suggerito da Cristina

A Vinitaly, il Giro d’Italia della grappa

Grappa protagonista a VinitalyA Vinitaly, il Giro d’Italia della grappa

Il prezioso distillato protagonista al salone più importante per il settore

Conto alla rovescia per Vinitaly 2014, il Salone più importante per il settore enologico a cui l’Istituto Nazionale Grappa si prepara a partecipare con i suoi associati attraverso un simbolico “giro d’Italia” alla scoperta del distillato di bandiera. Un viaggio da vivere ascoltando la voce dei distillatori e curiosando tra le molteplici declinazioni della grappa nelle varie regioni italiane, rappresentate nei padiglioni della manifestazione.

“Essere presenti al più importante salone internazionale del settore – afferma il Presidente dell’Istituto Nazionale Grappa Elvio Bonollo – è il modo migliore per portare avanti una efficace promozione nei confronti dell’acquavite di bandiera, orgoglio nazionale e massima espressione dell’inimitabile arte distillatoria italiana nel mondo. Il mercato estero continua a mostrare interesse crescente per la grappa che gradualmente dimostra di saper conquistare sempre più interessanti nicchie di valore sui mercati internazionali, senza dimenticare però il mercato nazionale nel quale, nonostante il rallentamento degli ultimi anni, la grappa è sempre più riscoperta come imperdibile esperienza sensoriale, da conoscere, da comprendere e da valorizzare in quanto parte del nostro patrimonio storico e culturale. La grande vetrina di Vinitaly sarà uno stimolo per tutti i produttori a farsi conoscere non semplicemente mostrando un logo, ma invitando ogni visitatore a soffermarsi a capire che ogni goccia di grappa ha una propria storia da raccontare da cui derivano i suoi caratteri di unicità e di differenziazione rispetto alle altre grappe ed agli altri distillati. Solo facendo una promozione incentrata sugli elementi di eccellenza si può vincere la sfida”.

E numerosi sono stati i produttori che hanno risposto all’appello dell’Istituto Nazionale Grappa, presentandosi al Salone a Verona con il meglio della propria produzione. Tutta l’Italia dei distillati è ben rappresentata, dalla Val d’Aosta fino alla Sicilia. Partendo dalla Valle d’Aosta, il primo esempio di eccellenza distillatoria porta il nome di Saint Roch, che per l’occasione metterà in mostra, tra gli altri, alcuni dei suoi gioielli migliori, tutti pluripremiati: il Genepy Artemisia Vegetalis, Chocopy e Grappa di Fumin (medaglie d’argento al IWSC di Londra 2013) o il Distillato di Infuso di Lamponi e la Grappa di Blanc de Morgex (medaglie di bronzo al IWSC di Londra 2013) o ancora il Distillato di Infuso di Mirtillo medaglia d’argento al Concours Mondial di Bruxelles 2013 e il Syrah 2011 Rosset Terroir – Medaglia d’Oro al 7 ceps 2013 di Bourg en Bresse.

Il Piemonte si conferma come regione maggiormente rappresentata con ben 4 distillerie, tra cui Mazzetti d’Altavilla, che presenta in anteprima assoluta al Vinitaly “Riserva Vitae”, una fusione tra due grandi rossi del Monferrato come Grignolino e Ruchè, dalla profumazione persistente con intensi sentori floreali di viola, un colore ambrato e un tono inizialmente secco che diventa amabile grazie al naturale riposo in barrique di legni pregiati per oltre 18 mesi. Particolarmente massiccia la presenza di distillerie della provincia di Cuneo, come Montanaro, con la nuova Grappa di Barolo Dalapè, una Grappa di Nebbiolo da Barolo distillata nel 1999 dal profumo intenso e avvolgente con sentori speziati che vanno dalla vaniglia, tipica caratteristica del rovere, alla cannella e dagli aromi molto persistenti con note tostate tipiche del lungo invecchiamento. E come anche la Distilleria Romano Levi con la Grappa di Moscato, alla Camomilla e Paglierina e Sibona, le cui novità da presentare a Vinitaly saranno la grappa XO, la grappa Botti Da Porto, la grappa Botti da sherry, e la Grappa Botti da Whiskey, oltre alle grappe monovitigno di Barolo, Moscato e Arneis l’Amaro Sibona ed un liquore alla camomilla con grappa.

Dal Piemonte alla Lombardia ed esattamente nel Varesotto, con la Distilleria Rossi d’Angera e i prodotti di punta della linea Luxury e della linea Tradizione, oltre alla Grappa Riserva Personale, premiata con Medaglia d’oro IWS nel 2012 ed eletta Prodotto tipico della Regione Lombardia. Da non tralasciare un salto in Alto Adige per conoscere il Geist di nocciola e il Geist di Prugnole di Roner, quest’ultimo prodotto della distillazione con frutti rari e inserito nella linea “Raritas”.

Dal Veneto, arriva a Vinitaly il magnum da quattro litri e mezzo, a tiratura limitata per le occasioni speciali, della Grappa Of Amarone Barrique firmata Distillerie Bonollo Umberto di Padova, storica azienda dedita da oltre cento anni e da quattro generazioni all’arte della distillazione. L’imponenza del decanter, fedele riproduzione del formato originale, esprime il carattere vivace e deciso, ma nello stesso tempo fine ed equilibrato della Grappa Of Amarone Barrique. Scendendo verso il centro, esattamente in Emilia, ancora Bonollo con la Distilleria di Formigine (MO) che presenta a Vinitaly la Grappa Riserva di Sagrantino di Montefalco, raffinatissimo, elegante e sensuale distillato dalle piacevoli note speziate e floreali, con gusto rotondo di vaniglia e sottofondo di more, prodotto in edizione limitata (solo 863 bottiglie in un elegante cofanetto), con le eccellenti vinacce della DOCG ed elevata in legno di rovere di Slavonia per oltre 18 mesi.

Ancora più a sud, due le distillerie in Toscana: la Distilleria Deta di Barberino Val d’Elsa (FI) che, oltre alle classiche grappe di Brunello, di riserva di Chianti Classico e di Vinsanto, presenterà in anteprima la linea di grappe “Alma Toscana” e la Nannoni Grappe di Paganico (GR), che proporrà un “percorso sensoriale educativo olfattivo” nel mondo dei distillati, finalizzato all’educazione al buon bere ed al riconoscimento dei pregi e dei difetti che si possono trovare nelle acquaviti.

Il tour della grappa si conclude in Sicilia, con la Distilleria F.lli Russo di Santa Venerina (CT), nel padiglione 2 allo stand 140.

Ufficio Stampa Istituto Nazionale Grappa

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

www.istitutograppa.org – www.martecomunicazione.com

Museo d’Arte Olearia e l’Agorà tra gli ulivi Orsi Coppini a San Secondo

Museo d’Arte Olearia e l’Agorà tra gli ulivi Orsi Coppini a San Secondo

A partire dal 6 aprile sarà possibilile visitare ogni domenica, dalle 15,00 alle 18,00 il Museo d’Arte Olearia e l’Agorà tra gli ulivi Orsi Coppini a San Secondo Parmense. In una zona da sempre vocata all’agroalimentare, il Podere Fieniletto e un caseificio ottocentesco per la produzione del Parmigiano Reggiano sono stati trasformati per accogliere un percorso dedicato all’olivo, albero sacro in tutte le civiltà, simbolo di pace e dialogo, fonte di sostentamento, sapore, cura del corpo e dello spirito, luce.

Per le scuole e i gruppi organizzati sarà possibile visitare il museo anche durante la settimana su prenotazione scrivendo a cecilia.bergamaschi@coppini.it o chiamando al numero 0521 877633.

Musei del cibo della provincia di Parma
Piazzale della Pace, 1 – 43121 Parma
Tel.: +39.0521.821139 / +39.333.2362839
Fax: +39.0521.931881

Chiunque visiti Parma non deve mancare di chiedere il Salame di Felino

«Chiunque visiti Parma non deve mancare di chiedere il Salame di Felino che è infinitamente più delicato del comune salame che si trova in commercio essendo fatto di pura carne di maiale magro, più un 15-20 per cento di grasso e aromatizzato con vino bianco».

Elizabeth David, Italian Food, London, 1954.

Musei del cibo della provincia di Parma
Piazzale della Pace, 1 – 43121 Parma
Tel.: +39.0521.821139 / +39.333.2362839
Fax: +39.0521.931881

Torta noci e uvetta

IMG_1246Torta noci e uvetta

Ingredienti
3 uova
130 ml di olio extra vergine
130 ml di latte  (più quello per ammollare l’uvetta)
1 bustina di Lievito
18 noci
110 gr. di uvetta
300 gr. di farina
220 gr. di zucchero

Preparazione
Tritate grossolanamente le noci
Mettete a bagno nel latte l’uvetta per una mezz’oretta
Mescolate tutti gli ingredienti
Imburrate o oliate la teglia, infarinatela e versate l’impasto
Cuocete in forno caldo per 50 minuti (fate la prova dello stuzzicadente)

Ottima anche per Easy chef

 

 

Marco Buticchi in solitario a Mangia come scrivi

Buticchi_Stella di PietraMarco Buticchi in solitario a Mangia come scrivi

3 aprile 2014

Giovedì 3 aprile il maestro italiano dell’avventura sarà l’ospite d’onore della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante Il Garibaldi. Ad arricchire la serata, l’esposizione di opere del maestro Vincenzo Frunzo ed il diciottesimo compleanno del Birrificio Italiano

CANTU’ (Como) – Sarà una vera e propria regata letteraria e artistica il primo appuntamento primaverile, in terra lombarda, della rassegna Mangia come scrivi.
GIOVEDI’ 3 APRILE l’ospite d’onore della serata “In solitario”, in programma al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como), sarà il maestro italiano dell’avventura Marco Buticchi. Non solo un grande amante del mare, ma da anni l’autore di punta della Longanesi, pubblicato nella stessa collana di Wilbur Smith, Clive Cussler, Patrick O’Brian.

Tra i pochissimi in Italia ad avere superato il milione di copie (già da qualche anno), Buticchi presenterà, a tavola, il nuovo “La stella di pietra” (Longanesi), senza disdegnare “tuffi” nel passato, con riferimenti, in particolare, al precedente “La voce del destino”, finalista al Bancarella 2012 e vincitore del Premio Salgari lo stesso anno.

Evento nell’evento sarà il diciottesimo compleanno del Birrificio Italiano (www.birrificio) di Limido Comasco (Como), uno dei microbirrifici più premiati al mondo, nato il 3 aprile 1996 grazie all’ingegno pionieristico del mastro birraio Agostino  Arioli.

I partecipanti alla cena condotta e organizzata dal giornalista Gianluigi Negri (inizio alle 20.30, info e prenotazioni allo 031 704915) potranno non solo “assaggiare” intriganti porzioni dei romanzi dell’autore spezzino, ma anche provare quattro birre artigianali del Birrificio Italiano, che verranno servite dagli chef del Garibaldi tanto nei bicchieri quanto nei piatti. Dall’antipasto al dolce, una serata, dunque, a tutta birra: apertura con cannolo d’asparago con prosciutto cotto di maiale nero alla brace (prodotto dall’Azienda Agricola “San Paolo” di Santa Lucia di Medesano – Parma) servito con ristretto alla birra chiara e chiusura con torta al cioccolato e birra Weizen Dunkel. Quattro portate, in tutto, per esaltare i profumi e i sentori delle birre Tipopils, Bibock, Nigredo e Vùdù, che verranno presentate al pubblico dai responsabili del birrificio.

Le Veneri del porto - Vincenzo FrunzoButicchi, oltre a svelare alcuni retroscena della sua ultima avventura letteraria che lega tra loro vicende distanti cinque secoli e coinvolge Michelangelo Buonarroti in persona, esporrà in sala alcune opere pittoriche del nonno materno Vincenzo Frunzo (www.vincenzofrunzo.it), artista spezzino di fama internazionale, che fu amico di Picasso, Carrà e Guttuso.

Gli chef del Garibaldi (Alda Zambernardi e Marco Negri) domenica 13 aprile saranno, poi, tra i protagonisti della manifestazione “Salumi da re”, organizzata da Gambero Rosso a Polesine Parmense (Parma) nell’Antica Corte Pallavicina dello chef Massimo Spigaroli, dove prepareranno per centinaia di persone la cazoeula che li ha visti trionfare al Festival della Cazoeula 2014.

Il successivo Mangia come scrivi a Cantù si terrà giovedì 8 maggio. I protagonisti della serata “Dalla Brianza con amore: omaggio a Ian Fleming” saranno Andrea Carlo Cappi, Stefano Di Marino, Gianfranco Nerozzi.

Ristorante Il Garibaldi
Piazza Garibaldi, 13
Cantù (Como)
www.ilgaribaldi.it
Tel. 031 704915

GIOVEDÌ 3 APRILE – ORE 20.30

Marco Buticchi “In solitario”
(in collaborazione con Birrificio Italiano)

Menu

Antipasto
Cannolo d’Asparago con Prosciutto Cotto di Maiale Nero alla Brace (prodotto dall’Azienda Agricola “San Paolo” di Santa Lucia di Medesano – Parma) e con Formaggio Filante, servito con Ristretto alla Birra Chiara
Birra
Tipopils (Alc. 5,2%, Birra Chiara)

Primo
Maccheroncini al Torchio con Salsiccia sfumata alla Birra Rossa
Birra
Bibock (Alc. 6,2%, Birra Ambrata)

Secondo
Hamburger di Strolghino di Culatello sfumato alla Birra Nera su letto di Valeriana e Crema di Patate alla Salsa Worcester
Birra
Nigredo (Alc. 6,5%, Birra Nera)

Dolce
Torta al Cioccolato e Birra Weizen Dunkel
Birra
Vùdù (Alc. 5,5%, Birra Scura)

Birre
Durante la cena verranno servite quattro birre artigianali prodotte dal mastro birraio Agostino Arioli nel suo Birrificio Italiano (www.birrificio.it) di Limido Comasco, nato nel 1996, che proprio il 3 Aprile festeggia il suo diciottesimo compleanno

Costo della cena: 35 euro
Prenotazioni: Tel. 031 704915 oppure ilgaribaldicantu@libero.it  oppure info@mangiacomescrivi.it

Cucina vegetariana gourmet a Corato Anice Verde

Cucina vegetariana gourmet a Corato Anice Verde
19 aprile 2014
Menu gustosi e creativi ma a tutto verdure.
Si terrà il dalle ore 16 nella tecnologica scuola di cucina di Corato (Via Salaria 3) il corso Cucina vegetariana gourmet.

Peccati di gola, prosegue il trionfo dello spiedo

Altamarca_spiedo_bPeccati di gola, prosegue il trionfo dello spiedo

La rassegna dedicata al piatto più tipico dell’Altamarca fa tappa domani al ristorante Da Tullio, ad Arfanta, e venerdì all’Agriturismo Vedova, a San Pietro di Valdobbiadene. Sabato ad Asolo la seconda serata di “Teatro in diaeto”
Valdobbiadene (Treviso), 26 marzo 2014 – “Peccati di Golosa” al giro di boa. Archiviate le prime quattro serate, la rassegna dedicata allo spiedo, organizzata dal Gal-Altamarca, è attesa da altri due appuntamenti: domani, giovedì 27 marzo, al ristorante Da Tullio, ad Arfanta di Tarzo; dopodomani, venerdì 28 marzo, all’Agriturismo Vedova a San Pietro di Valdobbiadene.

“Peccati di Golosa” proseguirà sino all’11 aprile, coinvolgendo nove ristoratori della Pedemontana trevigiana. Un percorso del buon gusto, frutto di passione e tradizione, che esalta questa tipicità culinaria, così caratteristica dei colli tra Conegliano e Valdobbiadene.

“Peccati di Golosa” ha anche un risvolto solidale: parte del ricavato delle cene andrà a sostenere le attività della “Associazione Italiana Persone Down”, sezione Marca Trevigiana.

Inoltre, gli appuntamenti gastronomici sono legati alla rassegna “Teatro in diaeto”, tre serate in cui altrettante compagnie teatrali, attraverso i loro spettacoli, si dedicano alla valorizzazione della lingua nostrana, andando oltre la semplice riproposizione dei classici del teatro veneto.

Sabato 29 marzo, alle ore 21, la rassegna approderà al Teatro “Eleonora Duse” di Asolo, dove la Compagnia Fon Teatro manderà in scena la commedia “I pì bei regai no iè incartai”.

>Nelle foto allegate: uno spiedo di carne e Alberto Resera, presidente di Altamarca

IL CALENDARIO DI “PECCATI DI GOLOSA” 2014

ü  Giovedì 6 marzo – Trattoria Alla Tripolitania
Via Mire, 38 – Refrontolo – Tel. 0438 894112 / 335 5421352

ü  Venerdì 7 marzo – Ristoro Fontanazze
Via Fontanazze – Guia di Valdobbiadene – Tel. 0423 900656 / 348 7627330

ü  Venerdì 14 marzo – Antica Osteria Da Ciotta
Via F. Fabbri, 94 – Solighetto di Pieve di Soligo – Tel. 0438 1791415

ü  TEATRO IN DIAETO
Sabato 15 marzo – “Me cugin” – Compagnia di teatro Le Tradizioni
Teatro Magno Castelbrando – Cison di Valmarino

ü  Venerdì 21 marzo – Ristorante Baita alle grotte
Via Tofane, 8 – Cison di Valmarino – Tel. 340 5524751

Giovedì 27 marzo – Ristorante Da Tullio
Via Alla Chiesa 27/a – Arfanta di Tarzo – Tel. 0438 587093 / 339 7497186

Venerdì 28 marzo – Agriturismo Vedova
Via dei Pianari 2B – San Pietro di Valdobbiadene – tel. 338 8708880

TEATRO IN DIAETO
Sabato 29 marzo – “I pì bei regai no i è incartai” – Compagnia Fon Teatro
Teatro Eleonora Duse – Asolo

Mercoledì 2 aprile – ristorante dai Boret Al Cartizze
Via Cartizze 1 – Valdobbiadene – tel. 0423  987693

Venerdì 4 aprile – locanda Ai Archi
Via Raboso 1 – Col San Martino – Tel. 0438 898346 / 340 2504870

Venerdì 11 aprile – locanda La casa dello spiedo
Via Marconi 23 – Pieve di Soligo – Tel. 0438 83000 / 335 8403557

TEATRO IN DIAETO
Sabato 12 aprile – “E Giuditta aprì gli occhi…” – Compagnia VittorioTeatroVeneto
Auditorium Nicolò Bocassino – Valdobbiadene

ALTAMARCA
Ufficio stampa
Mauro Ferraro
T. 338 2103931
press@altamarca.it
www.altamarca.it

www.facebook.com/visitaltamarca

Museo da gustare Castelvetro di Modena (MO)

Museo da gustare Castelvetro di Modena (MO)
4-5-6-13 Aprile 2014

Consorzio Castelvetro di Modena
Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente
Piazza Roma n.5 – 41014 Castelvetro di Modena (MO)
Tel. 059 758880 – E.mail: info@castelvetrovita.it
www.castelvetrovita.it

Bicer Pin boutique gourmet Castelvetro di Modena (MO)

Bicer Pin boutique gourmet Castelvetro di Modena (MO)
29 e 30 Marzo 2014
Centro Storico di Castelvetro
In occasione della manifestazione “Castello in aria” apertura del nuovo punto vendita dei prodotti del territorio “bicér pîn boutique gourmet”. Il locale, collocato strategicamente a fianco del Punto Informazione Turistica nel Centro Storico di Castelvetro, darà un servizio a 360° per il turista che voglia scoprire e conoscere le ricchezze enogastronomiche tipiche, degustarle in tranquillità, portare a casa un ricordo tangibile del territorio, essere consigliato nella scelta di itinerari del gusto e sulla buona cucina oppure prenotare degustazioni guidate presso le Aziende.
Consorzio Castelvetro di Modena
Valorizzazione Integrata Territorio Ambiente
Piazza Roma n.5 – 41014 Castelvetro di Modena (MO)
Tel. 059 758880 – E.mail: info@castelvetrovita.it
www.castelvetrovita.it

Strategie di Tutela e programma per la difesa della denominazioen aceto balsamico di Modena IGP

Strategie di Tutela e programma per la difesa della denominazioen aceto balsamico di Modena IGP

Lunedì 31 marzo alla camere di Commercio di Modena un incontro per fare il punto suglia sviluppi all’indomani della pubblicazione del D.M 20 gennaio

Il Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena presenta le strategie di tutela e il programma per la difesa della denominazione, all’indomani della pubblicazione del decreto ministeriale del 20 gennaio 2014 che ne sancisce la costituzione. L’appuntamento è per lunedì 31 marzo alle 10.30 alla Camera di Commercio di Modena, dove il Consorzio raccoglierà l’opinione dei massimi esperti della materia, moderati dal giornalista del Sole 24-Agrisole Giorgio Dell’Orefice. La mattinata inizierà con gli interventi istituzionali del Presidente della CCIAA di Modena Maurizio Torreggiani, del Presidente della Provincia Emilio Sabattini, del Sindaco di Modena Giorgio Pighi e dell’Assessore all’Agricoltura, economia ittica, attività faunistico-venatoria della Regione Emilia Romagna Tiberio Rabboni. La parte “tecnica” della tavola rotonda verrà introdotta dall’intervento del Direttore del Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena, Federico Desimoni, a cui faranno seguito le testimonianze del Presidente dell’AICIG-Associazione Italiana Consorzi Indicazione Geografica Giuseppe Liberatore, seguito da Gianluca Maria Esposito del MiPAAF DIQPI e Stefano Vaccari del MiPAAF ICQRF. La parola passerà poi al Presidente della Commissione Agricoltura e Sviluppo Rurale del Parlamento Europeo Paolo De Castro, prima delle conclusioni affidate al Presidente del Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP Stefano Berni.

“Assumiamo il ruolo di Consorzio di Tutela, che come noto è di natura pubblicistica perché indirizzato alla protezione di interessi collettivi e diffusi, con entusiasmo e consapevoli della responsabilità che tale compito porta in sé – commenta il Direttore del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena IGP Federico Desimoni. Ci auguriamo di poterlo svolgere in un contesto di dialogo e collaborazione, senza venir meno alla necessaria fermezza. Lo stato attuale del mercato dell’ABM ha certamente bisogno di interventi radicali volti a trovare un nuovo ordine e a regolarizzare tante situazioni particolari che ledono, non solo gli interessi del comparto produttivo, ma il più generale obbligo di una comunicazione chiara e trasparente che rispetti le normative e i principi fondamentali del sistema comunitario. Queste sono le priorità strategiche che, soprattutto in questo primo anno, orienteranno l’agire del nostro Consorzio.”

Sull’importanza della costituzione di un Consorzio di Tutela per un prodotto come l’Aceto Balsamico di Modena IGP, si esprime anche il  Presidente della Commissione Agricoltura e sviluppo rurale del Parlamento Europeo Paolo De Castro: “La tutela delle eccellenze del made in Italy agroalimentare è un’azione necessaria di valorizzazione sui mercati e di difesa dei nostri prodotti da fenomeni di agropirateria e contraffazione – sottolinea. Su questo versante, l’impegno da parte dell’Europa è massimo. È però necessario continuare a lavorare affinchè le nostre eccellenze conquistino nuovi spazi nei mercati stranieri che a gran voce richiedono la nostra qualità e il valore materiale e immateriale di nostri prodotti. La costituzione del Consorzio di Tutela dell’Aceto Balsamico di Modena ha rappresentato, in questa direzione, un segnale importante di vivacità per un settore di grande prestigio per il territorio che continua a dimostrare di saper cogliere le nuove sfide globali e di sapersi organizzare per vincerle. Un passo in piena armonia con le politiche europee di tutela del comparto, che puntano e investono proprio sulla qualità e l’organizzazione, fattori determinanti per la presenza sui mercati internazionali”.

Ufficio stampa Consorzio Tutela Aceto Balsamico di Modena

Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.

www.martecomunicazione.com – www.consorziobalsamico.it

Stuzzichino appetitoso

Stuzzichino appetitoso

Ingredienti
24 grandi foglie di salvia
12 filetti di acciuga sott’olio
uno spicchio d’aglio (se piace a tutti)
2 uova
pangrattato
olio per friggere
sale

Preparazione
In una terrina sbattete le uova con un pizzico di sale
Immergete e accoppiate 2 foglie di salvia farcendo con un filetto di acciuga (e un pizzico di aglio se gradito)
Ripetete il procedimento fino ad esaurire gli ingredienti.
Pressate le foglie di salvia passandole nel pangrattato, facendolo aderire bene.
Scaldate abbondante olio, immergete la salvia e scolate appena dorata, dopo pochi istanti, con un mescolo forato.
Mettete su carta da cucina e salare leggermente.

10 alimenti anti Età Dott.ssa Antonia Griffo

10 alimenti anti Età  Dott.ssa Antonia Griffo
Ecco un breve decalogo alimentare che vi aiuterà a combattere efficacemente i guasti provocati dal passare degli anni.

1 MANDORLE del brasile: sono un’ottima fonte di selenio, la sostanza antiossidante per eccellenza e di vitamina E (
2 SALMONE: il migliore per il contenuto di Omega 3
3 MIRTILLI: ricchissimi di vitamine anti-invecchiamento
4 PATATE dolci: sono ricche di vitamine A e C
5 POMODORI: ricchi di licopene, un prezioso anti ossidante dalle virtù ringiovanenti
6 NOCI: ricche di omega3
7 Tè VERDE: contiene in abbondanza vitamine antiossidanti e anti invecchiamento
8 PAPAIA: ricca di anti radicali liberi vitamina C e betacarotene
9 AGRUMI: ottima fonte di vitamina C
10 OLIO o d’oliva: contiene vitamina E, acido oleico, e squalene.

Dott.ssa Antonia Griffo
Biologa Nutrizionista
per contatti: antoniagri@hotmail.it.