Semifreddo di Manu

Semifreddo di Manu

Al posto dei pavesini metto i savoiardi. Ingrediente segreto: inzuppare nel liquore di coccole (rigorosamente fatto da me)…

Ingredienti
1 confezione di savoiardi
Un po’ di sassolino o alchermes
Un po di amaretti interi
6 cucchiai di zucchero
6 uova
500 gr mascarpone
Cioccolato  extrafondente a cubetti qb
Cacao amaro in polvere qb

Preparazione
Sminuzzate la cioccolata, preparate un caffè amaro.
Separate i tuorli dagli albumi.
Mescolate i tuorli con lo zucchero fino a renderli spumosi, aggiungete il mascarpone e, con l’aiuto della frusta/robot, montate il tutto a crema soda.
Dividete la crema a metà in due ciotole differenti.
Nella prima incorporate il Cioccolato o sbriciolato.
Nella seconda incorporate il Cacao in polvere.
Inzuppate i savoiardi (tagliati a metà) nel caffè e liquore, foderate bene lo stampo.
Versate il primo strato di crema, successivamente mettete amaretti precedentemente inzuppati in modo da creare una separazione tra le due creme. Versate la seconda crema. Ricoprite con i savoiardi.
Nel freezer per almeno un paio d’ore

Semifreddo ai frutti di bosco Erminia

20643248_1974681389445956_1640438557179283953_oSemifreddo ai frutti di bosco Erminia

Ingredienti
300 gr di frutti di bosco frullati
Per la crema al fiordilatte
100 di burro
200 latte
100 di zucchero
1 uovo
vaniglia in bacca

Preprazione
Preparate la crema di latte al fiordilatte,  un uovo, zucchero farina e mettete in un pentolino fino a che non si riscalda aggiungete il latte, il burro e la bacca di vaniglia appenasi rapprende togliete dal fuoco
Fate raffreddare modellate in un bicchiere o ciotolina, guarnire con i fruttini e servire

Tiramisù con i kiwi Antonietta

Tiramisù con i kiwi Antonietta

Ingredienti
1 pacco biscotti tipo pavesini
mezzo kg kiwi
panna per dolci

Preparazione
Centrifugate i kiwi ottenuto il succo bagnate i biscotti adagiateli in una pirofila e formate vari strati alternateli con la panna e in fine decorate con fette di kiwi

Grasshopper di Giancarla

Grasshopper di Giancarla

Ingredienti per la base
300 gr biscotti al cioccolato oreo
50 gr Cioccolato fondente
50 gr Burro

Ingredienti per la crema per farcire
125 ml Latte
150 gr marshmallow
2 bicchierini crema di cacao
2 bicchierini sciroppo di menta
375 ml Panna

Preparazione
Per la base della torta Grasshopper tritate grossolanamente il cioccolato fondente e i biscotti al cioccolato, mescolate questi due ingredienti ed aggiungete il burro fuso per legarli assieme. Come se fosse la base di una cheesecake, versate questo composto in uno stampo da 24cm e schiacciatelo con le mani rivestendo sia la base dello stampo che i bordi. Mettete la base della torta in frigo a rassodare.
Nel frattempo preparate la farcia della torta Grasshopper mettendo in un pentolino sul fuoco i marshmallow in pezzi con il latte; mescolate questi due ingredienti fino a che i marshmallow non si sono sciolti e il composto non è diventato cremoso. Togliere la crema ottenuta dal fuoco e unirvi sia la crema di cacao che lo sciroppo di menta. A parte montate con le fruste elettriche la panna rendendola ben soda, amalgamatela alla crema di menta mescolando delicatamente.
Una volta che la crema per farcire la torta è pronta, riprendete lo stampo, versatevi la crema e livellate la superficie con l’aiuto di una spatola.
Rimettete infine la torta Grasshopper in frigo a riposare per almeno 2 ore e al momento di servitela decorare la superficie con biscotti  al cioccolato sbriciolati o cioccolato fuso.

Tortino bicolore cacao e pistacchio

Tortino bicolore cacao e pistacchio
Ingredienti
500 gr di mascarpone
granella di pistacchio
80 gr di cacao
80 gr di zucchero

Preparazione
Unite al mascarpone lo zucchero, mescolate bene
Dividete la crema ottenuta in 2 parti
In una terrina mescolate la crema alla granella di pistacchio, nell’altra terrina unite la crema di mascarpone al cacao
Prendete un piatto da portata e fate il vostro tortino a 2 strati il primo verde al pistacchio e il secondo al cioccolato, decorate il tortino con la granella e il piatto con del cioccolato fuso
Potreste servirlo anche in bicchieri o coppette alternando i colori

La crostata lemonosa di Clementina Piccolo

19622541_10209180265960518_746976414_nLa crostata lemonosa di Clementina Piccolo

Un’altro mio cavallo di battaglia …la crostata lemonosa

Ingredienti

Per la pasta frolla
450 gr di farina
200 gr di zucchero
100 gr di burro a pomata
3 uova
un limone grattugiato
un pizzico di sale una bustina di lievito

Per la crema
mezzo litro d’acqua
1 uovo
80 grammi di fecola di patate
succhi di due limoni
200 gr zucchero
scorza di un limone grattugiato
spicchietti di limone.

Preparazione

Preparazione della crema bisogna prestare attenzione a non farla ne dura ne troppo molle preparazione.
Mettere l’acqua,succo e scorza di limone,uovo,zucchero e fecola insieme sbattete  tutto con una frusta per bene. Mettetelo a cuocere a fuoco lento finchè ‘non diventa bello denso.

Preparate la sfoglia la sfoglia impastate tutto fino a ottenere un impasto omogeneo, stendete la crostata in una teglia imburrata e infarinata  e versate dentro la crema. Decorate a piacere ed infornate per 40 min a 150°/ 160° a secondo del forno

Cheese cake ai frutti di bosco Di Clementina Piccolo

Cheese cake ai frutti di bosco Di Clementina Piccolo

Cheese cake ai frutti di bosco Di Clementina Piccolo

Cheese cake ai frutti di bosco Di Clementina Piccolo

La mia favolosa Cheese cake ai frutti di bosco

Ingredienti

Per la base
350 gr di biscotti (io ho usato le Macine del Mulino Bianco)
150 gr di burro

Per l’impasto
300 gr di zucchero
1 kg di ricotta
7 uova
2 cucchiai di farina
2 cucchiai di limone
2 buste vanillina
2 confezioni di panna da cucina

Per la farcitura
350 gr di frutti di bosco
1 cucchiaio di zucchero
1 tazza di acqua
sciroppo d’amarene Fabbri

Preparazione
Tritate i biscotti nel mix e aggiungete lentamente il burro fuso tiepido.
Rivestite la base di una tortiera apribile con la carta forno e mettete la base di biscotto ricoprendo tutto il cerchio
Lasciatela in congelatore per tutto il tempo che preparerete l’impasto della cheese
In una ciotola unite tutti gli ingredienti e mescolate bene
Tirate fuori la base metteteci sopra la farcitura
Mettete la teglia nella placca del forno immersa nell’acqua(circa 2 dita)
Fate cuocete a 180° per un’ora
Quando la torta si sarà ben dorata spegnete il forno e lasciatela raffreddare nel forno per qualche ora
Preparazione della farcitura
Bollite i frutti di bosco con lo zucchero e acqua quando sarà ben liquido spegnete e fate raffreddare
Versate sulla cheese che lascerete nella teglia
Adagiate tutto il composto disponetelo ovunque e alla fine mettete lo sciroppo di amarena a piacere
lasciate in frigorifero per qualche ora
Quando sarà bella fredda aprite la teglia facendo attenzione che non fuoriesca tutto lo sciroppo aiutatevi utilizzando prendete 2 coltelli lunghi, infilateli sotto la carta forno, alzate  la cheese cake ed adagiatela in una teglia che abbia la circonferenza un po’ più grande della torta, perchè lo sciroppo tenderà a colare ma è proprio questo il bello di questo dolce
Tagliate a quadrotti e servite facendo colare lo sciroppo anche sulla parte appena tagliata

# Cheese cake ai frutti di bosco Di Clementina Piccolo

Visita la rubrica di Clementina e leggi su altre ricette

Biscottini al bicarbonato e cremor tartaro di Clemetina Piccolo

Biscottini al bicarbonato e cremor tartaro di Clemetina Piccolo

Ingredienti
1 kg di farina
4 uova
300 gr di zucchero
21 gr di cremor tartaro
14 gr di bicarbonato
1 limone grattugiato
1 pizzico di sale
2 bustine di vanillina
250 gr di latte o qb
cacao amaro
corallini colorati(non codette)

Preparazione
Impastate tutti gli ingredienti a fontana su un tavolo per la pasta, impastando per un bel po’ di tempo, lavorando e sbattendo la pasta a pugni fino a che risulta omogenea.
Quando è pronta, prendete una parte minimi ed impastate con un po’ di latte e una bella quantità di cacao amaro.
Prendete l’impasto bianco dategli la forma di un salame che sarà più o meno lungo come la placca del forno (che avrete rivestito con la carta forno)
Spennellate con uovo (precedentemente sbattuto)
Prendete il secondo impasto(con il cacao)dategli la forma di un salame fatelo lungo come quello bianco ma più stretto, posizionatelo sopra a quello di cacao
Spennellate con uovo
Cospargete con i confettini colorati.
Informate a 160° e cuocete per 20-25 minuti a secondo del forno.
Quando saranno pronti estraete il dolce e tagliatelo in obliquo dandogli la forma dei cantucci.
Rimette in forno per 5 minuti ad asciugare dopodichè saranno pronti
Sono ottimi sia con vino che con il latte.

#Biscottini al bicarbonato

#cremor tartaro

Visita la nostra rubrica dolci e la sua sottocategoria Biscotti e pasticcini

Visita la rubrica di Clementina e leggi su altre ricette

Torta carote e mandorle – Luisa

Torta carote e mandorle – Luisa

Ingredienti
300 gr di carote
300 gr di mandorle
300 gr di zucchero
8 biscotti secchi
120 gr di farina
4 uova
scorza di limone grattugiato
un cucchiaio di lievito
burro o margarina quanto basta
zucchero a velo per decorare

Preparazione
Pulite le carote, tritatele finemente (meglio se con il tritatutto).
Sminuzzate le mandorle ed i biscotti.
Separate gli albumi dai tuorli.
In una terrina lavorate i turli d’ uovo con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso e poi unite la farina, le carote, la scorza di limone, i biscotti e le mandorle ed amalgamate il tutto.
Montate a neve gli albumi ed aggiungeteli al composto lentamente.
Versate il composto in una tortiera e passate al forno medio per 40 minuti.
Raggiunta la doratura sfornatela e lasciatela raffreddare.
Cospargete con zucchero a velo

Torta cioccolato e carote

Torta cioccolato e carote

Ingredienti
200 gr di carote
150 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di mandorle
100 gr di cioccolato fondente
3 uova
80 gr di burro
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
zucchero a velo per guarnire

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Lavate, pelate e grattugiate le carote.
Tritate le mandorle.
Separate gli albumi dai tuorli.
In una terrina setacciate la farina ed unite tutti gli ingredienti zucchero, tuorli d’uovo, burro ed un pizzico di sale ed impastate bene.
Montate a neve gli albumi ed aggiungeteli al composto lentamente.
Aggiungete il lievito setacciato mescolate nuovamente fino a rendere l’impasto omogeneo e cremoso.
Preparate la teglia (l’ideale se con i bordi alti) come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Versate l’impasto nella teglia.
Cuocete in forno per 40 minuti.
Sfornate la torta.
Lasciate raffreddare.
Impiattate la torta.
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria.
Ricoprite la torta con il cioccolato fuso.

Paste di mandorle – Giuseppe

Paste di mandorle

Paste di mandorle

Paste di mandorle – Giuseppe

Ricette tipica siciliana

Ingredienti
500 gr di mandorle già spellate
350 gr di zucchero a velo
2 cucchiai colmi di miele (meglio se di zagara)
2 fialette di essenza di mandorle oppure tre o quattro noccioli di albicocche sgusciati
2 cucchiai di acqua (l’ideale sarebbe ai fiori d’arancia)
1 albume d’uovo

Paste di mandorle

Paste di mandorle

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Separate il tuorlo dall’albume.
Montate l’albume a neve.
Tritate le mandorle.
In una terrina (meglio se in un mixer) unite le mandorle e 250 gr di zucchero a velo, aggiungete il miele, l’ aroma alle mandorle, in caso di necessità 2 cucchiai di acqua e per ultimo il bianco montato a neve.
Impastate bene.
Formate delle palline aiutandovi con lo zucchero a velo rimasto usandolo a mo’ di farina, schiacchiatele leggermente, guarnitele con mandorle spellate intere o con ciliege candite o passatele in un trito di frutta secca (mandorle, pinoli, pistacchi) o tutto quello che la fantasia vi suggerisce.
Infornate per non più di 10 minuti. Attenzione anche se vi sembreranno troppo morbide non esitate a toglierle ugualmente dal forno raffreddandosi, prenderanno la giusta consistenza.

“Suggerimento goloso, ricopritele di cioccolato fondente”. Giuseppe

Leggi le altre ricette nella nostra categoria dolci  nella sezione biscotti e pasticcini 

Guarda le altre ricette regionali e la nostra sezione  ricette siciliane

Crostata di pere e ricotta Margherita

204344_197270726976210_2031851_oCrostata di pere e ricotta Margherita

Per la pasta
150 gr di farina
75 gr di burro
25 gr di farina di mandorle

Per la farcitura
2 pere abate morbide
100 gr di zucchero
500 gr di ricotta
4 tuorli d’ uovo
1/2 stecca di vaniglia
2 cucchiai di miele

Preparazione
Lavorate la farina con il burro freddo tagliato a dadini. Aggiungete la farina di mandorle. Continuate a lavorare ed aggiungete un po’ di acqua fredda fino ad ottenere un impasto sodo. Stendete con il mattarello e rivestite lo stampo.
Coprite con uno strato di alluminio e mettere in frigo per 30 minuti.Trascorso il tempo riempite la base con fagioli secchi e cuocere a 190°per 15 minuti. Quindi togliere i fagioli e l’alluminio e cuocete per altri 5 minuti. Nel frattempo in una casseruola mettete le pere sbucciate e tagliate spesse ,600 ml di acqua e metà dello zucchero e portare a bollore. Cuocete a fuoco medio per 10 minuti, scolate e fate raffreddare. Lavorate la ricotta setacciata con i tuorli i semi della stecca di vaniglia fino ad ottenere una crema, unite lo zucchero restante e il miele. Mescolate con cura, distribuite la crema sulla crostata e infornare nuovamente per 30 minuti.Sfornate e lasciate raffreddare la crostata. Prima di servire decorare con le pere decorare con le stecche di vaniglia e con 1 cucchiaio di miele.

Guarda le altre ricette di Margherita

Taralli Santumartinari Alberto Bonito

Taralli Santumartinari

Taralli Santumartinari

Taralli Santumartinari Alberto Bonito

Per la prima volta ho fatto i ” Taralli Santumartinari ” prendendo spunto da vaghe e varie ricette locali, ho apportato alcune modifiche alle stesse, risultato: Gusto superlativo, da rivedere la bollitura e l’infornatura.

Taralli Santumartinari

Taralli Santumartinari

Ingredienti
1 kg di farina di grano tenero 00
300 gr di Zucchero
100 gr di burro
8/10 uova
100 gr di citrato di sodio
10 gr di sale
500 gr di cubetti canditi
un pizzichino di vanillina
5 gocce essenza di limoni
5 gocce di essenza di arancio dolce di Sicilia

Taralli Santumartinari

Taralli Santumartinari

Preparazione
Mescolate bene tutte le polveri lo zucchero e il burro ammollato, unite tutto il resto fino al raggiungimento di un impasto omogeneo che somiglia molto a quello della pasta frolla, potete usare anche una impastatrice. Fate riposare la pasta ricoperta di pellicola per 6/8 ore. Dividete la pasta in quattro parti, portate ad ebollizione l’acqua in una pentola adatta, formate un tarallo alla volta, calatelo dentro alla stessa e tenetelo per 10/15 secondi, prendetelo con una schiumarola e mettetelo ad asciugare su di un canovaccio spolverato di farina. Ripetete l’operazione per tutti gli altri taralli, formandoli un attimo prima dell’immersione in acqua ( mai prepararli prima perchè si deformano ) Fateli raffreddare, infornate a temperatura di 180°/190°da regolare a secondo del Vs. forno. Io ho commesso l’errore di consultare il manuale d’uso del mio forno nuovo che diceva di cuocere su più livelli in modalità ventilata. Consiglio, pertanto di usare il forno in modalità statica usando solo la resistenza inferiore infornando solo 2 taralli alla volta ad una temperatura di 220° da scendere subito a 200° dopo averli infornati per 25/30 minuti.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Sugo di uva – Dolce al succo di uva – Alberto

Sugo di uva – Dolce al succo di uva – Alberto

La mia ricetta collaudatissima

Ingredienti
mosto
zucchero
100 di farina

Preparazione
Fate bollire il mosto, lo schiumate, e continuate la bollitura fintanto che non si sarà ridotto a 1/3; lo lasciate raffreddare poi in una ciotola mescolate per ogni litro di mosto rimasto 40 grammi di zucchero e 100 di farina; dopo mescolato ben bene aggiugete nella ciotola un po’ alla volta del mosto e mescolate bene (se rimangono dei grumi usate un frullatore) poi unite al resto del mosto e accendete il fuoco. Mescolate fintanto che non avrà preso il bollore poi la lasciate bollire per circa mezz’ora ed è fatto! A caldo lo versate nelle ciotole.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

A’ pastiera napulitana – Pastiera napoletana – Alberto Bonito

A' pastiera napulitana - Pastiera napoletana

A’ pastiera napulitana – Pastiera napoletana

A’ pastiera napulitana, la Pastiera è la Regina dei dolci tipici napoletani (il Re è il Babà ).
Provate a fare la pastiera con questa ricetta, attenendovi scrupolosamente a quanto da me descritto, e fatemi sapere. Questa è la ricetta di una signora pastiera.
Non fate il gravissimo errore di cuocere il grano nel latte, altrimenti farete una pizza di ricotta.
Il grano, si cuoceva tantissimi anni fa, quando si vendeva sfuso e ammollato in grossi bidoni di plastica, e lo vendevano i famosi, all’epoca, ” Ugliarari ” che le nuove generazioni non conoscono nemmeno cosa significhi. Al giorno d’oggi, il grano che si compra in barattoli è già cotto, e le ricette per fare la pastiera che sono scritte sulle loro etichette sono delle ” Autentiche cazzate. La cosiddetta Pastiera la fanno tutti, ma la ” Signora Pastiera ” pochi la sanno fare!!!Poi non mi risulta che a Napoli si metta la crema pasticciera. La crema cosiddetta pasticciera, la mettono i pasticcieri disonesti, è una finta crema, perchè la fanno senza uova, praticamente è una colla. Essendo dolce, chi non sa cosa e’ il … Visualizza altrosapore della vera Pastiera ovviamente dice che è buona, ma il vero buono è tutta un’altra cosa.In questo periodo, ho visto tante pastiere fatte da Pasticcieri professionisti e anche da Chef che fanno programmi televisivi, tutta roba da torte in faccia!!! La mia non vuole essere una volgare critica, e’ una semplice constatazione. Tutti quelli che sanno come si prepara una ” SIGNORA PASTIERA ” possono confermare la mia opinione.”. Alberto

Ingredienti
pasta frolla per pastiera

Per il ripieno
600 gr di ricotta romana sgocciolata
600 gr di grano per pastiera sgocciolato
400/450 gr di zucchero (secondo il proprio gusto )
5/6 uova grandi intere
150 gr di cubetti di canditi
4/5 gocce di Neroly Napoli e/o Neroly Pastiera (il nome dipende dalla ditta che lo produce, ed è l’aroma indispensabile per fare la vera pastiera napoletana ), tutti gli altri aromi sono una volgare imitazione.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Torta al limone

Torta al limone

Ingredienti
250 gr di zucchero a velo
250 gr di burro
200 gr di zucchero
200 gr di farina bianca
200 gr di frumina
4 uova
1 fialetta di aroma al limone
1 pizzico di sale
2 limoni
1 busta di lietivo

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
In una terrina unite tutti gli ingredienti burro, uova, aroma, sale, zucchero, la scorza grattuggiata di un limone.
Setacciate la farina e la frumina aggiungetele all’impasto, a cucchiaiate, alternandole a 3 cucchiai di succo di limone e aggiungere il lievito setacciato .
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Versate l’impasto nella teglia.
Cuocete nella parte inferiore del forno per 55 minuti.
Togliete la torta dal forno e lasciatela raffreddare.
Preparate la glassa per la copertura mescolando lo zucchero a velo setacciato con 4 cucchiai di succo di limone.
Quando la torta si sarà raffreddata ricopritela con la glassa.

Varianti
Ricoprite la torta con zucchero a velo anzichè con la glassa.
Guarnite con limoni canditi

Biscotti mandorle e cannella

Biscotti mandorle e cannella

Ingredienti
170 gr di farina di tipo “00”
140 gr di burro
140 gr di zucchero
70 gr di mandorle (già sgusciate)
1 uovo
2 cucchiaini cannella
1 pizzico di sale

Preparazione
Preriscaldate il forno a 200° C.
Setacciate la farina.
Tritate le mandorle.
Sciogliete il burro a temperatura ambiente.
Con un robot da cucina, mixate il burro e lo zucchero, aggiungete l’albume, la farina, le mandorle, il sale e la cannella e mixate nuovamente tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Create dei biscotti tutti dello spessore di circa un centimetro e del diametro di tre centimetri, aiutatevi con una formina in modo che i biscotti vengano tutti uguali per una cottura più omogenea.
Potete decorare ogni singolo biscotto con una o mezza mandorla, a seconda della dimensione del biscotto.
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Mettete i biscotti nella teglia ad una certa distanza l’uno dall’altro.
Cuocete in forno a 200° C per 10 minuti.

Varianti a piacimento

Guarnite con scaglie di mandorle.
Spolverizzate con zucchero a velo.
Spolverizzate con la cannella.
Aumentate o diminuite a seconda dei gusti la quantità di mandorle.

Biscotti savoiardi

Biscotti savoiardi

Ingredienti
150 gr di farina bianca del tipo “00”
150 gr di zucchero
1 pizzico di sale
zucchero a velo
6 uova

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Setacciate la farina.
Separate gli albumi dai tuorli.
In una terrina montate 3 albumi a neve.
Montate a crema i tuorli d’uovo e lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca e cremosa.
Unite la farina al composto ed aggiungete delicatamente i bianchi montati a neve.
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Utilizzate una sparabiscotti o una sacca per creare i biscotti.
Date ai biscotti una forma allungata, come dei “bastoncini”.
Mettete i biscotti nella teglia ad una certa distanza l’uno dall’altro.
Spolverizzate i biscotti con lo zucchero a velo.
Cuocete in forno per circa 20 minuti o comunque fino a quando i biscotti non diventeranno chiari.

Cubo di provola dolce croccante “panata, dorata e infornata

Cubo di provola dolce croccante "panata, dorata e infornata

Cubo di provola dolce croccante “panata, dorata e infornata

Cubo di provola dolce croccante “panata, dorata e infornata
ricetta di Simone Rugiati

Ingredienti (20 crocchette)
3 mele Kanzi®
5 fette spesse 1 cm di provola dolce
4 uova
100 gr circa di farina
200 gr di panko
1/2 l di Lambrusco
1 cucchiaio raso di zucchero
Pepe jamaica
Sale
Olio evo

Per la salsa:
40 gr di zucchero bianco
1 cucchiaio raso di cannella
250 ml di acqua

Preparazione

Tagliare la provola a fette e poi a quadrati; passarli nella farina, uova sbattute,farina,uova e panko. Mettere a bollire 500 ml di Lambrusco con un cucchiaio raso di zucchero e una bacca di pepe jamaica, far ridurre a fuoco basso fino a 1/5. Ricavare delle perle di mela Kanzi® con uno scavino e passarle nella riduzione di Lambrusco, formare gli spiedini alternando le perle con i cubi fritti e se necessario finiti al forno.
A piacere completare con una salsa ottenuta riducendo gli scarti delle mele compresi di bucce con odori a piacere, frullata e passata (a freddo si addenserà grazie alla pectina contenuta naturalmente).

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom

Scrigno di mele ai sapori di montagna

Scrigno di mele ai sapori di montagna

Scrigno di mele ai sapori di montagna

Scrigno di mele ai sapori di montagna
Ricetta di Claudia Turrini, rielaborazione di Andreas Acherer

Tempo di preparazione: 60 minuti
Tempo di cottura: 30 minuti

Ingredienti:
500 gr di pasta frolla aromatizzata alla cannella
500 gr di mele Kanzi®
500 gr crema pasticcera
confettura di rosa canina

Preparazione.
Preparate la pasta frolla alla cannella impastando prima la farina ed il burro, poi aggiungete le uova zucchero a velo e cannella. Lasciate riposare in frigorifero. Preparate la crema pasticcera aromatizzata al limone e poi lasciatela raffreddare. Sbucciate le mele e tagliatele a fette: versatele in una terrina con qualche goccia di limone e zucchero di canna. Stendete i due terzi della frolla con il mattarello e adagiatela in una tortiera precedentemente imburrata. Ricoprite la frolla con un velo di confettura di rosa canina e adagiatevi sopra le fette di mele. Ricoprite le mele con la crema pasticcera. In ultimo stendete l’impasto di frolla rimasto e adagiatelo sopra la torta per ricoprirla interamente. Infornate in forno già caldo a 180 gradi per 30 minuti. Servitela fredda spolverizzata con zucchero a velo.

La versione di Andreas Acherer. Le mele Kanzi® sono saltate in padella con un velo di zucchero. Al posto della crema pasticcera, è stata creata una crema Chantilly all’italiana, unendo 100 g di crema pasticcera a 200 g di panna montata e 5 g di gelatina in fogli o in polvere.

Ufficio stampa Kanzi Italia
c/o fruitecom