Filetti di merluzzo al forno con pomodorini – Iole

Filetti di merluzzo al forno con pomodorini – Iole

Ingredienti
800 gr di filetti di merluzzo
10 pomodorini
sale
pepe
olio
origano
qualche fettina di limone.

Preparazione
Tagliate i pomodorini a metà
Disponete i filetti di merluzzo in una teglia con un abbondante filo di olio extra vergine, e metteteci i pomodorini, una spolverata di origano e qualche fettina di limone, salate pepate e cuoete in forno a 200°C per 15 minuti.

Carpaccio di mazzancolle – Margherita

Carpaccio di mazzancolle - Margherita

Carpaccio di mazzancolle – Margherita

Ingredienti
insalata mista
peperoni
carote
fragole
kiwi
mazzancolle
olio
sale
crema di aceto balsamico

Preparazione
Mettete l’insalata nei piatti,condite con olio sale.Prendete le mazzancolle,togliete il carapace,mettete la pellicola sul tagliere,appoggiate le mazzancolle e coprire ancora con la pellicola,battete le mazzancolle con il batticarne.Mettete le mazzancolle sull’insalata e condite con olio e salsa di aceto balsamico.

Vellutata di cannellini con gamberi e muscoli – Margherita

gamberi2.jpg

Vellutata di cannellini con gamberi e muscoli – Margherita

Ingredienti
cannellini
sedano
carota
cipolla
salvia
olio
sale
muscoli
gamberi scottati.
pepe

Preparazione
Cuocete i cannellini nell’acqua con sedano, carota, cipolla, salvia, olio e sale.
A fine cottura passateli nel mixer e aggiungete i muscoli e i gamberi scottati.
Finite con un filo d’olio e pepe

 

Troccoli di Pescatrice, cuore di zucchine, bottarga di Muggine di Orbetello – Chef Cogliandro

Troccoli con Pescatrice, cuore di zucchine e Bottarga di Muggine di Orbetello foto mileto2bassaTroccoli di Pescatrice, cuore di zucchine, bottarga di Muggine di Orbetello – Chef Cogliandro

Ingredienti
1 zucchina media
1 coda di pescatrice da 250 gr.
Bottarga di Muggine di Orbetello
360 gr. di Troccoli di pasta fresca
olio extravergine di oliva q.b.
1 cucchiaino di cipolla
sale q.b.
pepe q. b.

Preparazione
Grattugiate la zucchina e rosolatela dolcemente in padella con olio evo e un cucchiaino di cipolla.
Tagliate la Pescatrice a striscette sottili e aggiungetele alla preparazione precedente. Regolate di sale e pepe.
Portate ad ebollizione una pentola con acqua e sale e cuocetevi la pasta fresca.
Presentazione:
Impiattate la pasta con un coppapasta, aggiungetevi il sugo di Pescatrice e zucchine, e completate il piatto con una grattugiata di Bottarga di Orbetello.

Tortino di Patate Aspromontane, Polipo verace e fonduta di Caciocavallo di Ciminà Chef Filippo Cogliandro

Tortino di Patate Aspromontane, polipo verace e fonduta di Caciocavallo di Cimina╠Ç2foto miletoTortino di Patate Aspromontane, Polipo verace e fonduta di Caciocavallo di Ciminà Chef Filippo Cogliandro

Ingredienti per 12 persone:
1 Polipo verace da 1 Kg circa
1,5 Kg di Patata Bellina Aspromontana
100 gr. di Scamorza Silana
200 gr.di Caciocavallo di Ciminà
50 gr. di Gorgonzola dolce
1 litro di latte
1 uovo
1 noce moscata
farina q.b.
olio extravergine di Oliva Aspromontano
sale e pepe q.b.
Preparazione del polipo:
Cuocete il polipo in forno a vapore a 100° per 40 minuti. A cottura ultimata eliminate la pelle in eccesso.
Pressate il polipo in un torchio di acciaio inox e fate riposare, avendo cura di stringere sempre più il torchio per 24 ore, in frigorifero.
Affettate sottilmente il polipo e mettetelo da parte.

Preparazione del tortino:
Mondate le patate, affettatele con uno spessore di circa 5 mm.
Lessate le fette nel latte avendo cura di copritele totalmente con il liquido, regolate di sale e pepe.
A cottura ultimata scolare le patate e conservate il liquido di cottura che servirà per preparare un roux con olio evo e farina.
Portate ad ebollizione mezza parte del liquido di cottura, aggiungete il gorgonzola, la Scamorza Silana tritata e ¼ di Caciocavallo di Ciminà.
Stringete il preparato con il roux, tanto quanto basta per amalgamare le patate lessate e aggiungere l ‘uovo.
Con un coppapasta formate dei dischi alti circa 4 cm con le patate amalgamate e cuocete in forno a 170° per 8 minuti.
Lasciate intiepidire.
Inumidite con l’olio 12 pirottini all’interno dei quali andranno poggiate le fette di polipo sfogliato ed il preparato di patate e formaggi. Completate la cottura per altri 8 minuti in forno a 170°.

Preparazione della fonduta:
Tritate il Caciocavallo di Ciminà e lasciatelo ammorbidire con il latte per un paio d’ore.
Scioglietelo a bagnomaria, frullatelo e tenere in caldo.
Presentazione:
Capovolgete due tortini per ogni piatto, cospargete di noce moscata e versate sopra la fonduta di Caciocavallo di Ciminà caldissima.

Baccalà con cicoriella, purea di zucchine e limione candito

14125667_10210552716844355_9132364899390635184_oBaccalà con cicoriella, purea di zucchine e limione candito
ricetta d’autore di Domenico Cilenti a firenze l’Osteria contemporanea“Il Gourmettino”

Ingredienti
Filetto di baccalà 400 gr
Cicoria campestre 250 gr
Zucchine 100 gr
Latte (o latte di riso) 1 l
Limone candito- Aglio 2 spicchi
Zest di limone 30 gr
Zucchero 200 gr
Aceto 25 ml
Olio extravergine d’oliva q.b.
Sale, pepe, peperoncino q.b.
Preparazione
Baccalà mantecato
Ingredienti:
Filetto baccalà già dissalato
Latte
Olio e sale q.b.
14718749_1529733727053075_5377079407276549576_nMettete in acqua fredda il filetto di baccalà per 5 ore fino ad ottenere una salatura media. Bollite il filetto nel latte; frullate a caldo il filetto emulsionando la crema con olio a filo e latte di cottura, fino ad ottenere la textura ottimale per la realizzazione di una quenelle. Regolate di sale se necessario.

Purea zucchine
Ingredienti:
Zucchine
Olio, sale e pepe q.b
Sbianchite le bucce delle zucchine pelate in acqua bollente salata e bloccate la cottura in acqua e ghiaccio; frullate emulsionando con olio fino ad ottenere una purea liscia, se necessario passare al colino; regolate di sale e pepe.

Cicoriella
Ingredienti:
Cicoria campestre
2 spicchi d’Aglio
Olio, sale e peperoncino q.b
Sbianchite le cicorie in acqua bollente salata e bloccate la cottura in acqua e ghiaccio; saltate in padella con olio, aglio e peperoncino.

Limone candito
Ingredienti:
Zest di limone
Zucchero
Acqua
Aceto
Preparate uno sciroppo con acqua, zucchero e aceto; sbollentate per 10 minuti lo zest nello sciroppo e ripetere l’operazione per almeno 3 volte fino ad ottenere un sapore candito, senza avvertire al gusto la componente amara della buccia di limone.
Tempo di preparazione: 60 minuti
Abbinamento vino
NERO DI TROIA IGP PUGLIA di Cantine Le Grotte – Questo Nero Di Troia IGP di Cantine Le Grotte è un vino dal colore rosso intenso con lievi riflessi violacei che si presenta subito al naso con un bouquet speziato con sentori di mora. Al palato è morbido, persistente con tannini eleganti: insomma, una vera coccola solo per veri intenditori.

Gamberi croccanti al mais su duchesse di Patate all’Origano di Motta San Giovanni

mosaicoMosaico
Gamberi croccanti al mais
su duchesse di Patate all’Origano
di Motta San Giovanni
Involtini Spatola nuda
Bacon Aspromontano e Scamorza Silana
Carpaccio di Spada con zeste
di Limone, Arancia e Bergamotto

Ingredienti per4 persone

8 Mazzancolle del Mediterraneo
2 pz patata Bellina Aspromontana
Farina di Grano Iurmano q.b.
Farina di mais q.b.
Sale e pepe q.b.
Timo fresco q.b.
150 gr di filetti di Spatola
15 gr di Scamorza Silana
8 fette di Bacon Aspromontano
Aglio
Prezzemolo
Rucola
7 vaporiOlio Extravergine d’oliva Aspromontano
4 fette di Pesce Spada tagliato sottile
1Limone di Favazzina
1 Arancia di Villa San Giuseppe
1 Bergamotto di Reggio Calabria
Aceto
Zucchero q.b.

Per i Gamberi croccanti
Lessate le patate e passatele al tritacarne. Lavorate il composto con olio extra vergine di oliva e origano di Motta San Giovanni.
Con un sacco a poche formate in una teglia da forno delle duchesse  ed infornate a 170° per 6 minuti.
Preparate una pastella, passando al setaccio la farina di grano Iurmano di Bova, l’acqua frizzante fino a renderla consistente. Regolate di sale e pepe. Conservate in fresco.
Pulite le mazzancolle prestando attenzione a non rompere il codino e tirate via il filo  intestinale.
Passate nella pastella le mazzancolle e panarle nella farina di mais.
Friggete in olio extravergine d’oliva aspromontano le mazzancolle panate e appoggiatele sulle duchesse con il codino all’insù.
Dopo aver sfilettato la spatola per eliminare la pelle, preparate un condimento all’olio extra vergine di oliva aspromontano aromatizzandolo con aglio e prezzemolo col quale insaporire i filetti di spatola. Ponete al centro di ogni filetto un tocchetto di Scamorza Silana e avvolgete il tutto con il baconaspromontano.
Cucinate in forno preriscaldato a 165° per 5 minuti e servite su un letto di rucola fresca.
Adagiate in un piatto le fette di carpaccio; spremete gli agrumi ed equibratene il sapore. Versate sulle fette di spada il precedente preparato, sale, pepe,prezzemolo e lasciare riposare per 24 ore.

crediti ph Stefano Mileto

Arrosto di Pesce Spada dello Stretto, Mazzancolle Mediterranee al Pistacchio, ai Sesami ed al Riso soffiato e Lampone

Arrosto di Pesce Spada dello Stretto, Mazzancolle Mediterranee al Pistacchio, ai Sesami ed al Riso soffiato e Lampone

Ingredienti per 4 persone:
1 kg di Pesce Spada tagliato a fette da 250 gr
12 Mazzancolle Mediterranee
Polvere di Pistacchio q.b.
Sesami sgusciati q.b.
Polvere di Riso soffiato e Lampone q.b.
olio extravergine di Oliva Aspromontano
sale e pepe q.b.

preparazione:

Dividere ogni fetta di Pesce Spada in tre parti uguali.
Sgusciare le Mazzancolle lasciando attaccata la testa ed il codino. Aprire con un coltello il dorso delle Mazzancolle prestando attenzione a non dividere la polpa.
Lasciare insaporire le Mazzancolle ed i tranci di Spada in un condimento di olio evo, sale, pepe.
Spolverare sopra le Mazzancolle la polvere di Pistacchio, i Sesami e la polvere di Riso soffiato e Lampone. Inumidite con un filo di olio e cucinate in forno a 160° per 10 minuti.
Su una piastra rigata arrostite i tranci di Pesce Spada.
Regolate di sale e completate con un filo di olio Extravergine d’oliva Aspromontano.
www.laccademia.it
crediti ph: Stefano Mileto
Press: cristina.vannuzzi@gmail.com

Gamberi impanati nella farina di mais – Mayonnaise Kraft

gamberi impanati nella farina di mais con mayo 6_REDGamberi impanati nella farina di mais – Mayonnaise Kraft

Ingredienti (per 4 persone):
16 gamberi
1 uovo
100 gr di farina di mais bramata
sale
olio per friggere
Mayonnaise Kraft in tubo.

Lavate i gamberi, togliete la testa, le zampette e il carapace, lasciando la parte finale della coda. Incidete il dorso di ogni gambero con un coltellino ed eliminate il filamento nero. Sbattete l’uovo, aggiungete un pizzico di sale e passatevi i gamberi, tenendoli dalla parte finale della coda. A questo punto passate i gamberi nella farina bramata di mais, sempre tenendoli dalla coda, in modo che la farina aderisca bene. Fate scaldare abbondante olio e fate friggere i gamberi per un paio di minuti. Salate e servite con Mayonnaise Kraft.

Per ulteriori informazioni contattare:
Burson-Marsteller – Ufficio stampa Mondelez Italia – Mayonnaise, Mato Mato
Lara Valenti – Tel: +39 02.72143.531 – lara.valenti@bm.com
Francesca Pecelli – Tel: +39 02.72143.528 – francesca.pecelli.ce@bm.com

Polpo alla piastra su vellutata di fagiolini – Ristorante Acquasalata

Polpo alla piastra su vellutata di fagiolini

Ingredienti
800 gr di Polpo da circa
500 gr fagiolini verdi un mazzo di basilico
olio extra vergine di oliva q.b.

Per il pesto leggero
un mazzetto di basilico
50 g di pinoli
sale qb
olio qb

Procedimento
Cuocete il polpo per 40-50 minuti in acqua non salata.
Bollite i fagiolini in acqua salata per 10-15 minuti, scolateli e raffreddateli in acqua e ghiaccio.
Scolateli, prendetene una parte e frullateli con basilico, sale e olio per ottenetene una crema.
Prendete il polpo, tagliate i tentacoli in 2/3 pezzi, conditeli con olio e sale e cuocete sulla piastra entrambi i lati fino a completa caramellizzazione. Nel frattempo preparate il pesto leggero: nel bicchiere del mixer mettere pinoli, basilico olio e sale e frullate fino ad ottenete una leggera emulsione.

Impiattamento:
Stendete la crema di fagiolini con un tarocco a pettine. Adagiateci i fagiolini rimasti conditi con olio e sale, disponete il polpo sopra i fagiolini e completate con il pesto leggero.

Ristorante Acquasalata
Via Antonio Fratti 62/66
55049 Viareggio (Lu)
Tel. 0584 581991
www.acquasalataristorante.it

Baccalà cotto a vapore,sfaldato, marinato in olio su gambero rosso crudo e chips di patate

foto ricetta BACCALA'Baccalà cotto a vapore,sfaldato, marinato in olio su gambero rosso crudo e chips di patate  Ricetta d’autore  Davide Odore Excutive chef de Il Castello di Guarene nelle Langhe e Roero

Ingredienti per 4 persone
4 Tranci di Baccalà da 60 gr l’uno
100 gr di Baccala
1 Burrata di Bufala
2 Patate
1 Patata per chips
8 Gamberi rossi
Olio Extravergine di oliva
Spicchio d’aglio
Basilico
Pepe
Prezzemolo
Prendete i quattro tranci di baccalà, condirli con olio extravergine e cuoceteli a vapore a 68°c per circa 8 minuti.
Sfaldate i quattro tranci di baccalà e fateli marinare in un emulsione di olio, aglio, basilico e pepe.
Pelate le 2 patate, lessatele e schiacchiatele facendole mantecare con olio extra vergine di oliva.
CHEF DAVIDE ODORE_1Il restante baccalà da 100 gr fatelo cuocere nel latte. A seguire scolatelo, tritatelo ed aggiungetelo alle patate mantecate fino a creare una purea…
Pelate la patata per le chip. Tagliatela finemente e friggete in olio.

Decorazione del piatto
Adagiate su ogni piatto piano una cucchiaiata di burrata di bufala e due gamberi marinati in olio al prezzemolo.
Disponetee 3 cucchiaiate di purea di baccalà tritato con patate lessate mantecati in olio, intorno disponete i gamberi rossi crudi attorno e le falde dei quattro baccalá cotti a vapore.
Decorate con le chips di patate.

Crediti photo by Sara Biondi NewsEventiComo PR

Davide Odore, classe 1982, chef piemontese molto apprezzato.
Chef patrone del rinomato ristorante IO E LUNA a Guarene. Da un mese guida la cucina del prestigioso Castello di Guarene, un Luxury Spa Hotel a Guarene, nelle Langhe e Roero.
Il suo ristorante IO E LUNA è stato premiato come miglior ristorante 2013 sulla guida Critica e Golosa di Paolo Massobrio e presente sulle più importanti guide italiane.
Davide Odore è stato nominato “Miglior Chef emergente del 2013“.

Nidi di patate con cuore di mare – Dr. Antonio Falchi & Barbara Bindi

Nidi di patate con cuore di mare – Dr. Antonio Falchi & Barbara Bindi

Antipasto. Piatto sardo

Ingredienti
500 gr di patate
olio extra vergine di oliva
farina 00
sale
20 cozze
10 gamberi L2
2 pomodori fresco
aglio
prezzemolo

Preparazione
Lessate le patate in acqua salata quindi passatele (dopo averle sbuciate) nel passaverdure ed impastatele con un pugno di farina ed un pizzico di sale.
Dopo aver ottenuto un impasto omogeneo preparate dei cestelli con un bordo di un paio di centimetri quindi friggeteli in olio extravergine di oliva da ambo i lati sino ad ottenere una doratura omogenea.
Dopo aver fatto aprire le cozze e scottato i gamberi in una padella antiaderente con un filo d’olio extravergine di oliva mettete le cozze private del guscio ed i gamberi tagliati a bocconcini in una terrina insieme a del pomodoro fresco tagliato a pezzettini, un trito fine di aglio e prezzemolo ed un filo d’olio extravergine d’oliva.
Dopo aver fatto insaporire per circa un’oretta riempite con il preparato i nidi di patate

Dr. Antonio Falchi & Barbara Bindi

http://dottoriincucina.blogspot.com

Insalata fredda con salmone, feta, cetriolo e pomodorini

Insalata fredda con salmone, feta, cetriolo e pomodorini

Ingredienti
500 gr di petto di salmone
200 gr di feta
1 cetriolo
una manciata di pomodorini Pachino
sale
pepe
prezzemolo

Preparazione
Tagliate il salmone a pezzetti o striscioline saltatelo nella padella wok (anche senza olio) salate, pepate
Lasciatelo raffreddare
Aggiungete i pomodorini e il cetriolo lavati e tagliati.
Tagliate la feta a pezzetti
Unite tutto
Fate rafffeddare e servite fredda
In ultimo aggiungete il prezzemolo e a piacere una girata di olio

Seppie marinate al profumo di Bergamotto Mela Verde di Bova, tempura di Mazzancolla Mediterranea al Mais su mousse di Frescolatte Podolico

okSeppie marinate al profumo di Bergamotto fotoSeppie marinate al profumo di Bergamotto Mela Verde di Bova, tempura di Mazzancolla Mediterranea al Mais su mousse di Frescolatte Podolico
La Cena della Legalità a Pescara di Filippo Cogliandro chef
Ingredienti per 6 persone
3 Seppie da 150 gr
18 Mazzancolle Mediterraneo
3 Mela verde di Bova
Condimento di Olio extravergine d’Oliva e Bergamotto Reggino Kouvala
200 ml di acqua frizzante
Farina di Grano Iurmano q.b.
Farina di mais q.b.
Sale e pepe q.b.
400 gr di Frescolatte Podolico
Timo fresco q.b.
Preparazione
Lavorate il Frescolatte Podolico con le foglioline di Timo fresco, conservate in frigorifero.
Preparate una pastella, passando al setaccio la farina di Grano Iurmano di Bova,  dell’acqua
frizzante fino a renderla consistente. Regolate di sale e pepe. Conservate in fresco.
Pulite le seppie ed eliminate il velo che le ricopre; tagliatele a julienne molto sottili e marinatele con un filo di Condimento di Olio extravergine d’Oliva e Bergamotto Reggino
Kouvala, un pizzico di sale ed una macinata di pepe. Ricavate dalla Mela verde di Bova 18 dischi sottili ed arrotondateli con un coppa pasta di Ø 7-8 cm; con le altre mele, ricavate dei dischi più spessi e realizzate una brunoise, aggiungetela alle seppie, regolate di sale e completate con l’olio.
Pulite le Mazzancolle prestando attenzione a non rompere il codino e tirate via il filo intestinale
Passate nella pastella i gamberi e panateli nella farina di mais.

Composizione del piatto
Ponete al centro del piatto il coppa pasta, inserite dentro una prima fetta di Mela arrotondata, una parte del composto di Seppie e Mela, un altro disco di Mela, ancora dell’altro composto e chiudete con il terzo disco di Mela. Una leggera pressione con le dita compatterà il vostro preparato.
Con un sacco a poche formate nel piatto tre corone a triangolo con il Frescolatte Podolico
aromatizzato al Timo. Friggete in olio Extravergine d’Oliva Aspromontano le Mazzancolle
panate e poneteli sulle corone con il codino all’insù.

Sashimi “alla mediterranea – Osteria del Mare

Sashimi “alla mediterranea – Osteria del Mare

Quello che vi do oggi è un suggerimento un po’ particolare, per preparare un sashimi “alla mediterranea” a base di ostriche e spigola, calamari e tonno. Il tutto naturalmente freschissimo!

Ingredienti
Ostriche
scambi
gamberi rossi
tonno fresco
spigola selvaggia
calamari
1 limone
lemongrass
timo
aceto balsamico tradizionale di Modena
cetriolo a fettine
un ravanello
uova di salmone selvaggio
chicchi di melograno
fragoline di bosco
citronella
sale
sale hawaiano
olio extravergine d’oliva
pepe

Preparazione
Aprite le ostriche, sistematele ciascuna in una coppetta molto piccola o un cucchiaio, così da ricreate l’idea di finger food. State attenti a non buttare il liquido interno, ma mischiatelo a qualche goccia di limone e un piccolo pezzo di lemongrass tritato. Condite col sughetto così ottenuto e un pizzico di sale. L’ostrica Belon sarà invece impreziosita, oltre che da una goccia di limone e dal suo stesso liquido, da qualche grano di melograno. Sistemate le coppette che contengono le ostriche sui lati del piatto. Lo scampo andrà liberato dal carapace ma conservando la testa. Sistematelo nel piatto e condirlo solo di uova di salmone. Mettete nel piatto, sul lato opposto dello scampo, il gambero rosso sgusciato ma sempre con la testa, condito con l’aceto balsamico tradizionale. Sistemate anche il tonno e condirlo con sale hawaiano, citronella, foglioline di timo, due fragoline di bosco e un filo d’olio. Dal lato opposto del tonno, mettere la spigola con sale, pepe, un goccio d’olio. Al centro del piatto mezzo calamaro tagliato a listarelle molto sottili, adagiato sulla fettina di cetriolo e cosparso di ravanello tritato, con un pizzico di sale, pepe e una goccia di limone.
Servite

Osteria del Mare
Lungomare della Repubblica, 12
Riccione
www.osteriadelmare.com
info@osteriadelmare.com

Insalata fredda con pomodorini, salmone e spaghetti di zucchine

13233031_10209341265239661_956610738377434000_nInsalata fredda con pomodorini, salmone e spaghetti di zucchine

Ingredienti
500 di filetto di salmone
1 manciata di pomodorini
4 zucchine
sale
pepe
olio extra vergine di oliva
a piacere
cumino
curcuma

Preparazione
Cuocete a vapore il salmone.
Fatelo raffreddare.
Togliete pelle e lische.
Lavate e tagliate i pomodorini.
Lavate le zucchine e tagliatele a Julienne o a spaghetti.
Unite il tutto condite con olio, sale e pepe (a piacere anche curcuma e cumino)

 

Scaloppa di Pesce San Pietro con cipolla rossa di Tropea al greco calabrese dello Chef Filippo Cogliandro

Scaloppa di Pesce San Pietro con cipolla rossa di Tropea al greco calabrese dello Chef Filippo Cogliandro

Difficoltà : media
Ingredienti per 4 persone
kg 1,2 per 4 filetti spinati e spellati di orata dello Ionio
4 code di gamberi rossi
cipolla rossa di Tropea
farina bianca
1 bicchiero di Greco Bianco secco
Olio extravergine d’oliva Aspromontano
Sale
Pepe
Preparazione
Panate leggermente i filetti di Orata nella farina.
In una padella antiaderente versate l’olio extravergine e la cipolla rossa di Tropea tagliata a julienne.
Dopo aver rosolato la cipolla ponete nella padella i filetti di orata ed i gamberoni e regolate di sale e pepe. Sfumate con il vino greco e cucinate per pochi minuti a fuoco basso.
Posizionate nel piatto i filetti ed adagiate sopra la coda di gambero. Completate il piatto con i sughi di cottura ed un filo di olio extravergine.

Abbiniamo un Pecorello o Greco di Rogliano, vitigno a bacca bianca autoctono che da vini molto profumati e morbidi. In purezza ricorda i fiori di campo, la mela verde, e ovviamente gli agrumi.

In bocca ha un attacco fresco, sapido e persistente. La vicinanza del mare e della brezza marina aggiungono una nota salmastra. Si contrappone alla tendenza dolce del Pesce San Pietro, bilanciando il rimanente gusto del piatto. (BARONE’- CANTINA MAGNA GRECIA- Spezzano della Sila (CS)

Merluzzo con cipolle e pomodori

Merluzzo con cipolle e pomodori
Ingredienti
800 gr di merluzzo giù spugnato
farina
olio per friggere
3 cipolle
4 pomodori
sale

Preparazione
Impanate il melruzzo e friggetelo, mettetelo su carta forno ad asciugare.
Tagliate le cipolle
Tagliate i pomodorini a pezzetti.
In padella in olio fate dorare le cipolle aggiungete i pomodori poi fate insaporire il merluzzo per un 5/10 minuti

Capesante burro e Brandy – Osteria del Mare Riccione

capesanteburro.jpgCapesante burro e Brandy – Osteria del Mare Riccione

Ingredienti
3 spicchi d’aglio tritati finemente
1 bicchiere di Brandy
160 gr di Burro
8 capesante con conchiglia
1/4 di cucchiaino di noce moscata grattugiata
10 cucchiai di pangrattato
sale
pepe macinato
3 cucchiai di prezzemolo tritato

 

Preparazione
Mettete il burro in un tegame e fatelo sciogliere, aggiungete l’aglio, fatelo dorare a fuoco dolce, poi unite il prezzemolo e togliete il tegame dal fuoco.
Unite poco alla volta i 10 cucchiai di pan grattato, fino ad ottenere un composto omogeneo, poi aggiungete la noce moscata, il pepe secondo i vostri gusti e salate.
Inumidite l’impasto con il bicchiere di Brandy; se il composto risultasse troppo secco, bagnatelo con qualche cucchiaio di acqua tiepida, senza esagerare (la consistenza deve essere cremosa).
Sciacquate per bene le capesante per eliminare eventuali residui di sabbia.
In ogni capasanta mettete un cucchiaio e mezzo di impasto, lisciando bene la superficie.
A questo punto, visto che i gusci delle capesante sono di forma irregolare e infornandole il burro potrebbe uscire dal guscio, vi consigliamo di appoggiare i gusci su un salsicciotto circolare preparato con della pellicola di alluminio.
Cuocete in forno caldo per 5 minuti a 220°, e successivamente ponetele per altri 5 minuti sotto al grill; servitele ancora calde.

 

Osteria del Mare
Lungomare della Repubblica, 12
Riccione
www.osteriadelmare.com
info@osteriadelmare.com

 

Scaloppa di Pesce San Pietro, Cipolla Rossa di Tropea, Gamberone Mediterraneo e Greco Calabrese La Cena della Legalità a Pescara di Filippo Cogliandro chef

3okScaloppa di Pesce San Pietro, cipolla rossa di Tropea,_Gamberone Mediterraneo e Greco calabrese fotoScaloppa di Pesce San Pietro, Cipolla Rossa di Tropea, Gamberone Mediterraneo e Greco Calabrese La Cena della Legalità a Pescara di Filippo Cogliandro chef
Ingredienti per 4 persone
4 filetti di Pesce San Pietro
4 Gamberoni Mediterraneo
1 cipolla rossa di Tropea
1 bicchiere di Greco Calabrese
farina iurmana
Olio extravergine Aspromontano
Sale
Pepe
Preparazione
Panate leggermente i filetti di San Pietro con la farina iurmana. In una padella antiaderente versate l’olio extravergine e la cipolla rossa di Tropea tagliata a rondelle. Adagiate su di essa i filetti di pesce ed i gamberoni e regolate di sale e pepe. Sfumate con il vino greco e cucinate per pochi minuti a fuoco basso.
Posizionate nel piatto i filetti ed adagiate sopra la coda di gamberone. Completate il piatto con i sughi di cottura ed un filo di olio extravergine