Mini muffin vegani al cacao Cristina

Mini muffin vegani al cacao Cristina

Potete fare con medesimo impasto anche la torta la cottura sarà di circa 35 minuti (prima di spegnere controllare la cottura con lo stuzzicadenti).

Senza latticini e senza uova
Ingredienti
230 gr farina bianca
150 gr zucchero
20 gr cacao amaro
Una busta di lievito
Gocce di cioccolato fondente
30 gr olio semi
250 gr acqua

Preparazione
Unite prima i solidi tra loro poi aggiungete l’ acqua con l olio, mescolate fino ad ottenere un’impasto omogeneo.
Cuocete per  10/12 minuti a 180 gradi

Torta vegana al cacao Cristina

Torta vegana al cacao  Cristina

Senza latticini e senza uova
Potete usare lo stesso impasto per i Mini muffin cottura più breve 10/12 minuti

Ingredienti
230 gr farina bianca
150 gr zucchero
20 gr cacao amaro
Una busta di lievito
Gocce di cioccolato fondente
30 gr olio semi
250 gr acqua

Preparazione
Unite prima i solidi tra loro poi aggiungete l’ acqua con l’ olio, mescolate fino ad ottenere un’impasto omogeneo. Versate il tutto in una tortiera da 20/22  di diametro e cuocete per  35 minuti a 180 gradi (prima di spegnere controllare la cottura con lo stuzzicadenti).

Da Firenze a Miami passando per Dubai: febbraio intenso per l’aceto balsamico di Modena IGP

21c3f657-e78f-4f80-b93f-f37b5dc2e366Da Firenze a Miami passando per Dubai: febbraio intenso per l’aceto balsamico di Modena IGP

Il Consorzio di Tutela presente al Chianti Classico Collection il 12 e il 13, a Dubai il 20 per la 100per100 Italian Night e dal 21 al 25 febbraio sarà invece a Miami per il SOBEWFF

Inizia oggi da Firenze, il lungo viaggio che porterà l’Aceto Balsamico di Modena IGP a toccare tre Continenti in appena dieci giorni: da Firenze dove sarà protagonista il 12 e 13 febbraio alla Stazione Leopolda della Chianti Classico Collection 2018, si sposterà a Dubai per un esclusivo evento il 20 febbraio e poi volerà a Miami, per la 17° edizione del SOBEWFF che durerà fino al 25 febbraio.

L’appuntamento con il prezioso condimento è quindi alla Stazione Leopolda di Firenze dove si presenta sotto il cappello istituzionale di AICIG, nell’ambito di una partnership che si rinnova da anni tra il Consorzio Chianti Classico e una selezione delle più famose eccellenze agroalimentari italiane, di cui l’oro nero di Modena è uno dei più accreditati rappresentanti. In tale contesto l’Aceto Balsamico di Modena IGP è presente sia con materiale informativo sia con degustazioni ed incontri tematici su “Aceto Balsamico di Modena IGP, autentico all’origine”. Quella di Firenze si conferma una vetrina internazionale di tutto rispetto per questa denominazione che vanta il primato di essere la più esportata nel mondo – circa il 92% della produzione viene infatti indirizzato in oltre 120 Paesi dei cinque Continenti – e che nell’anno appena trascorso ha raggiunto una produzione di 97,5 milioni di litri per un valore al consumo di circa 970 milioni di euro, come stimato dal recente rapporto Qualivita-Ismea.

Da Firenze il tour del prezioso condimento si sposta a Dubai, per la serata 100per100 Italian Night ovvero l’evento di lancio del progetto “100per100 Italian” organizzato dall’associazione culturale no profit – nonché network – “I Love Italian Food”, che promuove e difende la cultura enogastronomica italiana nel mondo. L’evento, che si terrà in occasione di Gulfood 2018, è in programma per il 20 febbraio al The Artisan by Enoteca Pinchiorri all’interno del Bury Daman di Dubai e a rappresentare il Consorzio di Tutela in tale contesto ci sarà il Presidente Mariangela Grosoli a cui spetterà altresì l’onore e l’onere di consegnare uno dei riconoscimenti “100per100 Italian in Dubai” volto a premiare le più rilevanti realtà italiane presenti in città.

“Quella negli Emirati Arabi Uniti, considerati una delle più importanti porte per il Medio Oriente – commenta la Grosoli – rappresenta una occasione unica di valorizzazione per i prodotti agroalimentari italiani, tra cui anche l’Aceto Balsamico di Modena che è parte integrante della collaborazione con I Love Italian Food”.

Da un Continente all’altro in meno di 24 ore: dal 21 al 25 febbraio l’Aceto Balsamico di Modena è infatti pronto per aprirsi con il Consorzio di Tutela alla scena gastronomica di Miami partecipando al Food & Cooking Channel South Beach Wine & Food Festival (SOBEWFF), che mette in scena i più rinomati produttori di cibo, vino e liquori, cuochi e personalità del settore che registra un volume di oltre 65.000 ospiti per edizione. Tale partecipazione rientra nel progetto “Aceto Balsamico di Modena, l’originale”, cofinanziato dall’Unione Europea con il quale il Consorzio vuole sensibilizzare i consumatori americani in modo consapevole all’acquisto.

“Per la prima volta – spiega il Direttore Generale del Consorzio di Tutela Federico Desimoni – faremo parte di questo festival in Florida che riunisce i nomi più prestigiosi del mondo culinario e presenta eventi unici, mettendo in risalto cibo e vino di livello internazionale. Riteniamo che sarà una grande opportunità per la nostra campagna promozionale che mira a dare un contributo concreto alla consapevolezza della denominazione del prodotto”.

Nel dettaglio, la partecipazione del Consorzio a SOBEWFF inizierà giovedì 22 febbraio con la partecipazione al Barilla’s Italian Bites on the Beach, dove i più grandi chef del Paese serviranno piatti provenienti da varie regioni d’Italia tra cui si può trovare anche una reinterpretazione dell’Aceto Balsamico di Modena. Venerdì 23 febbraio il Consorzio parteciperà invece al Trade Day di Wine Spectator, presentato da Beverage Media Group e ospitato da Southern Glazer’s Wine & Spirits mentre sabato 24 e domenica 25 sarà tra i protagonisti dell’evento caratteristico del festival, “The Goya Foods Grand Tasting Village” che si svolgerà sulla sabbia, nel cuore di Miami Beach con dimostrazioni culinarie di oltre 50 ristoratori e assaggi di cibi e vini provenienti da tutto il mondo. Negli stessi giorni il Consorzio parteciperà inoltre a numerosi eventi collaterali, con l’obiettivo di stringere relazioni forti con chef e operatori locali.

Ufficio Stampa Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C.
Tel. 335 6130800 mail: marzia.morganti@gmail.com
www.consorziobalsamico.it

Con Olio Capitale torna “A cena con l’oleologo”

portogruaro-01In occasione del Salone degli Oli Extravergini e di Qualità organizzato da Aries – Camera di Commercio della Venezia Giulia

Con Olio Capitale torna “A cena con l’oleologo”

Menù a tema e degustazioni guidate con l’assaggiatore di olio a Portogruaro, Treviso e Pordenone ma anche nei ristoranti della città di Trieste

Olio Capitale esce dai confini della Stazione Marittima di Trieste portando gli oli extra vergine protagonisti del Salone internazionale organizzato da Aries – Camera di Commercio della Venezia Giulia (3 – 6 marzo) in tre ristoranti di Portogruaro, Treviso e Pordenone. Dopo il successo della prima edizione torna “A cena con l’oleologo”, il ciclo di serate dedicate all’extra vergine realizzate in collaborazione con l’Associazione nazionale Città dell’Olio, per promuovere la cultura dell’olio. Giovedì 15 febbraio sarà il ristorante “Alla Botte” di Portogruaro ad “aprire le danze”, ospitando la prima serata del ciclo. Un’occasione unica per scoprire gli oli di sei produttori della Regione Liguria (Frantoio Ghiglione, Giuseppe Calvi & C., Antico Frantoio Tavian di Druetti Milko & C. Sas, Az agr Ada Musso ss., Az. agr. Ramella e Lucchi e Guastalli srl), chiamati ad esaltare i piatti della cucina tipica locale preparati dalle mani esperte dello chef Luigi Zanco. Per celebrare al meglio la Quaresima, lo chef Zanco proporrà, infatti, alcune ricette dal sapore antico, oggi ricercatissime, a base di aringa e baccalà. Da persona innamorata delle proprie radici, ci regalerà intense emozioni attraverso rivisitazioni che uniscono tradizione e innovazione, frutto delle sua grande sensibilità ed esperienza. A rendere ancora più speciale la serata è la presenza di Marcello Scoccia, assaggiatore professionista, vice presidente tecnico e capo panel di ONAOO e responsabile del blending e dell’analisi sensoriale presso aziende leader mondiali nel settore dell’olio di oliva che guiderà il viaggio alla scoperta degli oli liguri e della cultivar protagonista: la pregiata Taggiasca. La serata “Alla Botte” sarà anticipata da un aperi-cena con degustazione, riservata ai ristoratori della zona e ad un gruppo selezionato di esperti del settore. I prossimi due appuntamenti di “A cena con l’oleologo” sono previsti il 22 febbraio presso la Trattoria “L’isola” di Treviso e il ristorante “Podere dell’Angelo” a Pordenone. Ma c’è di più, dal 26 febbraio al 6 marzo anche nei ristoranti della città di Trieste sono previsti aperitivi e menù a tema con i piatti della cucina tipica friulana esaltati dagli oli regionali protagonisti della Fiera. Quest’anno i ristoratori proporranno una carta degli oli illustrata dall’oleologo, l’assaggiatore di olio che accompagnerà i commensali nel percorso di scoperta degli oli abbinati ai piatti.

Associazione nazionale Città dell’Olio

C/o Villa Parigini

Strada di Basciano, 22 – 53035 Monteriggioni (Si)

Tel. 0577 329109 – Fax 0577 326042

Per contatti stampa

Natascia Maesi

+ 39 335 1979414

natascia.maesi@gmail.com

Ufficio stampa Aries – Olio Capitale

Andrea Bulgarelli +39 040 6701264 – + 39 335 7824405 – andrea.bulgarelli@ariestrieste.it

Mattia Assandri +39 040 6701216 – comunicazione@ariestrieste.it

Natascia Maesi
Giornalismo & Comunicazione
mobile +39 335 1979414
natascia.maesi@gmail.com

Pasta con carciofi e ricotta Marialaura

Pasta con carciofi e ricotta Marialaura

Ingredienti
320 gr di penne rigate
200 gr di ricotta
4 carciofi
1 scalogno
1 gambo di sedano
prezzemolo
olio
sale
pepe
brodo vegetale
1 limone

Preparazione
Mondate e lavate i carciofi,mettendoli in una bacinella con acqua e limone.Tritate sedano e scalogno molto finemente e fateli stufare con olio e sale. Unite i carciofi tagliati a fettine, rosolateli dolcemente bagnando con brodo vegetale .Lasciate cuocere per 15 minuti e quando i carciofi saranno morbidi, frullatene 2/3 con la ricotta,2 cucchiai di olio ,sale e pepe. Lessate la pasta,scolarla al dente e fatela amalgamare a fuoco dolce in padella coi carciofi stufati, aggiungendo la crema di ricotta e il prezzemolo fresco

Farfalle integrali con soffitto, pancetta e fave avvolte nel pecorino Romano Ketty

27983365_203062653764000_1080072253827474495_oFarfalle integrali con soffitto, pancetta e fave avvolte nel pecorino Romano Ketty

Ingredienti
80 gr di farfalle integrali a persona
300 gr di fave
200 gr di pancetta affumicata
olio
sedano
carota
cipolla
pecorino Romano

Preparazione
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata
Mettete a soffriggere sedano, carota e cipolla e  la pancetta affumicata
Cuocete le fave mettetele prima in padella con cipolla una volta pronte unitele alla pancetta e al soffitto
Frullare il tutto
Scolate la pasta 
Condite la pasta  e mancate con il pecorino Romano.

Rigatoni con zucchine fritte, fiori e pecorino Ketty

26961834_194385197965079_3140570922542981218_oRigatoni con zucchine fritte, fiori e pecorino Ketty

Ingredienti
500 gr circa di zucchine romanesche con fiori belli freschi
200 gr di pecorino e mantecare
80 gr di pasta a persona
pepe nero

Preparazione
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata
Tagliate a rotelle le zucchine,  immergete ad olio caldo, aggiungete alla fine i fiori divisi in quattro, alla fine arricchire con pecorino e pepe nero

Crema di zucca con caprino all’erba cipollina e gamberetti saltati aglio olio e peperoncino Ketty

27624984_197546410982291_7914563009457830076_oCrema di zucca con caprino all’erba cipollina e gamberetti saltati aglio olio e peperoncino Ketty

E’ una ricetta leggera ma buonissima

Ingredienti
300 gr di zucca
2 patate
5 pomodorini pachino
1 cipolla grande
sedano
aglio
olio
peperoncino
erbette
gamberi
formaggio caprino

Preparazione
Mettete le verdure  ( zuccapatate pomodorini , cipolla )   in una pentola e una volta cotte,  frullate.
A parte saltare in padella aglio, olio peperoncino e erbette e  i gamberi
Amalgamate il formaggio caprino con pepe bianco o nero ed erba cipollina e componete il piatto

L’OperaSwing? Si suona a Mangia come scrivi

683ead41-c208-4ab8-81b0-82906535600fL’OperaSwing? Si suona a Mangia come scrivi
Giovedì 22 febbraio al Ristorante Il Garibaldi di Cantù il trio composto da Gianluca e Gabriele Campanini e dal tenore Pietro Brunetto

CANTÙ (Como) – Lo scorso settembre, a Parma, sono stati protagonisti dell’anteprima di Mangiacinema. Ora, con il loro spettacolo che ha ottenuto successo e strappato applausi anche a teatro, i musicisti Gianluca e Gabriele Campanini e Pietro Brunetto approdano in Brianza con “OperaSwing”. Sono loro gli ospiti del secondo appuntamento dell’anno della stagione lombarda di Mangia come scrivi, che andrà in scena (letteralmente) giovedì 22 febbraio al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como), fortemente voluto dal direttore artistico Gianluigi Negri.

UNO SPETTACOLO A CENA
Da sempre le serate di Mangia come scrivi sono cene-spettacolo (per la leggerezza con cui si trattano i temi e si presentano i libri, per il coinvolgimento del pubblico e per il clima di familiarità che si crea tra commensali). In questo caso, “OperaSwing” (sottotitolo: “Da Parma a Chicago passando per la Bassa”) sarà uno show con musica, esibizioni live, racconti e proiezioni, che verrà proposto, in più atti, tra una portata e l’altra. I maestri Gianluca e Gabriele Campanini, con il giovane tenore Pietro Brunetto, faranno incontrare l’opera e lo swing, la grande musica italiana e americana, i suoni del Po e del Mississippi. I fratelli Campanini (il primo al pianoforte, il secondo al clarinetto) sono le due anime della storica Orchestra Campanini di Parma. Brunetto è una delle voci più potenti che si siano affacciate sulla scena musicale nell’ultimo periodo.

IL MENU
Lo spettacolo sarà ancor più gustoso grazie alle specialità proposte dagli chef del Garibaldi Alda Zambernardi e Marco Negri. Tra le quatto portate d’autore annunciate, uno speciale risotto alla barbabietola e gorgonzola malghese del Caseificio Croce di Casalpusterlengo e, come secondo, la tradizionale punta di vitello ripiena alla parmigiana. Il tutto innaffiato dai vini abruzzesi e toscani delle aziende Orlandi Cantucci Ponno e Castello di Radda, selezionati da Alfonso Galvano di Vineggiando (Cantù). Per informazioni sul ricco menu e prenotazioni: 031 704915.

A PARMA LA BLADY, A CANTÙ BACCINI
Sei giorni prima (venerdì 16 febbraio), alla Tenuta Santa Teresa di Parma, si inaugurerà Mangia come ridi, spin-off di Mangia come scrivi: la serata “Il paese dei cento violini” avrà come protagonista assoluta Syusy Blady.
Il successivo Mangia come scrivi a Cantù è previsto, invece, giovedì 15 marzo. L’ospite d’onore sarà il cantautore Francesco Baccini, protagonista della cena “Ho voglia di raccontarmi”.

Firenze e cioccolato: mercoledì 7 marzo in piazza ss Annunziata live Cooking di chef Alessandro Borghese

Firenze-e-Cioccolato logo BFirenze e cioccolato: mercoledì 7 marzo in piazza ss Annunziata live Cooking di chef Alessandro Borghese

Appuntamento da non perdere nel ricco calendario di eventi
della Fiera del Cioccolato Artigianale, in programma dal 2 all’11 marzo

Appuntamento da non perdere per curiosi ed amanti del mondo Cioccolato quello in programma MERCOLEDI’ 7 MARZO nel cuore Firenze! A partire dalle ore 15 in Piazza SS. Annunziata si svolgerà il live cooking di chef ALESSANDRO BORGHESE, “guest star” della XIV edizione della Fiera del Cioccolato Artigianale – in programma dal 2 all’11 marzo – che creerà per il pubblico un piatto rigorosamente a tema (necessaria prenotazione).

L’incontro con chef Borghese rappresenta il momento clou del ricchissimo calendario di eventi e iniziative proposto quest’anno da FIRENZE E CIOCCOLATO, dieci giornate scandite da degustazioni, food show, laboratori e molto altro ancora: su tutto gli assaggi proposti dagli oltre venti maestri cioccolatieri provenienti da tutta Italia, che guideranno il pubblico in un goloso viaggio da nord a sud della Penisola nell’universo del cioccolato e delle sue più originali interpretazioni artigianali.

La manifestazione, ad ingresso gratuito ed aperta tutti i giorni dalle 10 alle 22, è organizzata da JDEvents di Firenze. Fra i collaboratori il maître chocolatier Andrea Bianchini.

Programma e aggiornamenti sono disponibili sul sito: www.fieradelcioccolato.it
Facebook: https://www.facebook.com/FieraCioccolatoFirenze/
Info: 055.433349 | info@fieradelcioccolato.it

Ufficio Stama: Marco Ghelfi
347.0613646 | marco@studioumami.com
Studio Umami | www.studioumami.com
giornalismo, ufficio stampa, organizzazione eventi food

Pizza di pane mozzarella e prosciutto

27625352_10215201309977117_5795456503273171391_oPizza di pane mozzarella e prosciutto

Ingredienti
pane raffermo
passata di pomodoro
mozzarella
prosciutto a fette
latte
olio
sale

Preparazione
Tagliate a pezzetti il pane raffermo
Bagnate il pane nel latte per ammorbidirlo
Tagliate a dadini la mozzarella
In una teglia precedentemente unta (io uso carta forno) disponete le fette di pane. Schiacciatele bene
Ricoprite con qualche cucchiaio di salsa di pomodoro
Una girata di olio
Bagnatele col sugo di pomodoro, aggiungete prosciutto,la mozzarella , sale una girata di olio ed infornate a 180 gradi per 10/15 minuti circa,finché la mozzarella non si è sciolta. Servite bollente

Pizza di pane Marialaura

Pizza di pane  Marialaura

Ingredienti
8 fette di pane raffermo
passata di pomodoro
origano
olio
sale
capperi
scamorza
olive nere

Preparazione
Preparate un sughetto con olio,aglio, passata di  pomodoro, capperi,origano.
Tagliate a dadini la scamorza.
In una teglia da forno disponete le fette di pane.
Bagnatele col sugo ,aggiungetevi le olive snocciolate,la scamorza ed infornate a 180 gradi per 10 minuti circa,finché la scamorza non si è sciolta. Servite bollente

Pizza di pane brie e filante

26221113_10214934262061086_1637534243750994633_oPizza di pane brie e filante

Ingredienti
pane raffermo
qualche cucchiaio passata di pomodoro
formaggio filante
olio
sale
origano a piacere
formaggio brie

Preparazione
Tagliate a dadini i formaggi
Bagnate le fette di pane con  una miscela di acqua e olio per ammorbidirlo
mettete il pane nella teglia precedentemente unta (io uso a carta forno) pressate bene quella sarà la vostra base (pizza)
Iniziate a condire il tutto come per una normale pizza
Ricoprite  salsa di pomodoro ( io ne metto qualche cucchiaio)
Una girata di olio
Condite la vostra pizza a piacere io ci ho messo iformaggi
Infornate a 180 gradi per 10 minuti circa,finché i formaggi non si saranno sciolti.

Uova con pomodoro Antonietta

Uova con pomodoro Antonietta

Ingredienti
6 uova 1 uovo a persona
1 cipolla
mezzo barattolo di pomodori pelati oppure 3 pomodori rossi media grandezza
basilico
sale q b
pepe olio

Preparazione
In un tegame fate dorare la  cipolla con l’olio aggiungete i pomodori fate cuocere per circa 10 minuti poi aggiungete le uova mettete il sale il pepe e qualche foglia di basilico a metà cottura, appena cotte servite

Chiacchiere all’arancia Marialaura

Chiacchiere all’arancia Marialaura
Ecco una bella ricettina di Carnevale
Le chiacchiere i dolci classici di carnevale 

Ingredienti
250 gr di farina
1 uovo
25 gr di burro
1 albume
mezzo cucchiaio di zucchero
1 cucchiaino di lievito in polvere per dolci
zucchero a velo
scorza di un’arancia grattugiata
50 gr di vino bianco secco
olio x friggere
1 pizzico di sale

Preparazione
Togliete dal frigo il burro 20 minuti prima della preparazione. Dopodiché in una terrina capiente mettete la farina 00 setacciata bene ed impastata con zucchero,burro ammorbidito e tagliato a cubetti,albume ed uovo intero.aggiungere anche il lievito per dolci setacciato,la scorza dell’arancia biologica grattugiata al momento,il vino ed un pizzico di sale .Iniziate a mescolare con un cucchiaio,quindi trasferite su una spianatoia e lavorare bene con le mani. Ottenete un impasto sodo e liscio creare una palla, avvolgetetela nella pellicola trasparente e farla riposare per un’ora a temperatura ambiente.Trascorso il tempo eliminate la pellicola,stendete la pasta con un mattarello,il più sottilmente possibile ,ottenendo più sfoglie.dopo,con una rotella dentellata ricavare dei rettangolini ed inciderli 2 volte al centro.far scaldare l’olio in un tegame a bordo alti.far friggere le chiacchiere poco per volta,scolare con una schiumarola appena diventano dorate, posarle su un foglio di carta assorbente, spolverate con lo zucchero a velo e servite calde o tiepide

Syusy Blady è la prima ospite di Mangia come ridi

97519d17-d1b3-4285-a894-fc0b3e14768bSyusy Blady è la prima ospite di Mangia come ridi
Venerdì 16 febbraio cena comico-surreale-artistica all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma

PARMA – Lo scorso ottobre aveva chiuso Mangiacinema (la Festa del Cibo d’autore e del Cinema goloso di Salsomaggiore Terme, dedicata, nell’edizione 2017, a Federico Fellini), ora inaugura Mangia come ridi. E’ Syusy Blady la prima ospite del ciclo di tre cene comico-surreali-artistiche che danno vita allo spin-off di Mangia come scrivi, dopo la grande festa per il 150° appuntamento della storica rassegna, svoltasi in gennaio. L’attrice bolognese venerdì 16 febbraio (data inizialmente annunciata per il 23 febbraio, poi anticipata di sette giorni) sarà protagonista della serata “Il paese dei cento violini” all’Antica Tenuta Santa Teresa di Parma.

4631b8e1-d4fd-400f-9c24-813d090edbbeL’INCREDIBILE STORIA DEL PAESE DEI CENTO VIOLINI
Con il suo nuovo libro “Il paese dei cento violini” (Piemme, scritto con Giovanni Zucca), la turista più famosa d’Italia racconta la storia (vera) di tre donne battagliere che, nel secolo scorso, ballando e suonando, hanno lottato per conquistare il diritto a una vita migliore a tempo di valzer. Qualche mese prima era uscito “I miei viaggi che raccontano tutta un’altra storia” (Verdechiaro). E, tra un programma tv e l’altro, lo scorso anno la Blady è tornata al cinema (era la sorella della Luna ne “La voce della Luna”, ultimo film di Fellini) con “La signora Matilde”, divertente “docummedia” su Matilde di Canossa.

IL MENU REGGIANO (E UN PO’ PARMIGIANO)
Per rendere omaggio all’ambientazione reggiana (Santa Vittoria di Gualtieri) del libro della protagonista, lo chef della Tenuta Paolo Dall’Asta proporrà alcune sue rivisitazioni dei piatti della tradizione d’Oltrenza. I quattro vini selezionati da Il Bere Alto di Claudio Ricci saranno frizzanti e spumanti biologici dell’Azienda di Quattro Castella Venturini Baldini, mentre il dolce firmato dall’artista pasticciere Alessandro Battistini (Pasticceria Battistini) sarà una classica e deliziosa torta Sacher decorata con le violette, dunque con un pizzico di “parmigianità”. La cena inizierà alle 21 (info sul ricco menu e prenotazioni: 0521 462578).

LA COLLABORAZIONE CON TRE ONLUS
Mangia come ridi si svolge in collaborazione con le onlus Fidenza per i bambini nel mondo, AltRamarea e Orizzonti Nuovi di Parma. Per ogni partecipante verrà devoluto un euro alle associazioni, ma ci sarà la possibilità di raccogliere ulteriori donazioni durante le serate. Il presidente di Fidenza per i bambini nel mondo Mario Albi (in partenza per il Madagascar) sarà presente alla cena di marzo ed illustrerà i progetti africani e italiani (a Camerino) nei quali la onlus è attualmente impegnata.

LA SETTIMANA SUCCESSIVA A CANTÙ E IL PROSSIMO MESE A PARMA
Giovedì 22 febbraio, nella stagione lombarda di Mangia come scrivi, al Ristorante Il Garibaldi di Cantù si terrà lo spettacolo “OperaSwing” con i fratelli Campanini (Gianluca alle tastiere e Gabriele al clarinetto) ed il tenore Pietro Brunetto. Il secondo appuntamento di Mangia come ridi a Parma si terrà invece venerdì 16 marzo, con Alberto Patrucco protagonista della cena “Pessimismo comico”.
Pregusta il menu del Paese dei cento violini
La Torta Sacher del Maestro Pasticciere Alessandro Battistini
Invito a cena con Syusy Blady
Invito a Mangia come ridi
Seguici su Facebook
Seguici su Facebook
www.mangiacomescrivi.it
www.mangiacomescrivi.it

www.mangiacomescrivi.it

Valorizzazione e promozione: la settimana di AICIG tra incontri formativi e Chianti Classico Collection

Valorizzazione e promozione: la settimana di AICIG tra incontri formativi e Chianti Classico Collection

Dopo gli Oliveti Terrazzati di Vallecorsa altri 3 paesaggi olivicoli entrano nel Registro Nazionale del Paesaggio Rurale

Si profila una settimana impegnativa ma proficua per l’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche. Proseguono infatti i seminari formativi organizzati da AIGIC con il sostegno del MIPAAF e inizia altresì la stagione delle anteprime dei grandi Consorzi del Vino, con alcune Denominazioni protagoniste sotto il cappello istituzionale dell’Associazione di degustazioni e incontri.

L’incontro formativo si è tenuto ieri a Roma presso la sede di AICIG ed è stato incentrato sul tema delle azioni di valorizzazione, tutela e vigilanza che i vari Consorzi sono chiamati a svolgere, attraverso le analisi economiche di mercato che i Consorzi stessi sono tenuti a realizzare. In particolare, sono stati esaminati i dati relativi all’andamento dei consumi, conoscenza fondamentale da rapportare con quantità prodotta, giacenze ed export, per poter individuare le azioni più opportune di valorizzazione. Fabio Del Bravo ed Antonella Giuliano di Ismea hanno presentato i risultati del progetto portato avanti con Aicig di rilevazione dei consumi su formaggi e prosciutti DOP.

Lunedì 12 e martedì 13 febbraio alla Stazione Leopolda di Firenze è invece tempo di anteprime con il Chianti Classico grande protagonista e anche quest’anno AICIG sarà presente all’evento con un calendario di incontri e degustazioni.

“Si rinnova la collaborazione fra i Consorzi di Tutela del vino e del cibo nell’ottica dell’aggregazione per creare sinergie operative di immagine e di comunicazione per promuovere il patrimonio italiano del cibo – commenta il Presidente di AICIG Nicola Baldrighi – e anche quest’anno tra i partner della manifestazione ci saranno importanti nomi dell’enogastronomia e dell’industria a questo legata, come alcuni dei migliori prodotti DOP e IGP italiani che si presentano sotto il cappello istituzionale dell’Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche”.

I momenti di incontro e degustazione saranno curati in particolare da Consorzio Tutela del Formaggio Parmigiano-Reggiano DOP, Consorzio del Prosciutto Toscano DOP, Consorzio di Tutela della Finocchiona IGP, Consorzio di Tutela Oliva da Mensa La Bella della Daunia DOP, Consorzio per la Tutela del Formaggio Mozzarella di Bufala Campana DOP, Consorzio di Tutela Pecorino Toscano DOP, Consorzio di Tutela Aceto Balsamico di Modena IGP e Consorzio Tutela Grana Padano DOP. Dodici gli appuntamenti calendarizzati, sei nella giornata di lunedì 12 e altrettanti martedì 13: per ciascuno dei due giorni si alterneranno abbinamenti al buio tra Finocchiona IGP e Chianti Classico DOCG, degustazioni di Parmigiano Reggiano DOP di lunga stagionatura, incontri tematici su Aceto Balsamico di Modena IGP, degustazioni guidate di Olive DOP La Bella della Daunia, sinergie di sapori tra Grana Padano DOP Riserva e Chianti Classico DOCG, messa a confronto tra territori della Mozzarella di Bufala Campana DOP e del Chianti Classico DOCG ed in più, in entrambi i giorni a rotazione dalle 10 alle 18 sono previsti incontri su Olio DOP Chianti Classico, Prosciutto Toscano DOP e Pecorino Toscano DOP.

Ufficio Stampa AICIG – Associazione Italiana Consorzi Indicazioni Geografiche
Marte Comunicazione, Marzia Morganti cell. 3356130800 marzia.morganti@gmail.com, Niccolò Tempestini cell. 3398655400 ntempestini@gmail.com, www.martecomunicazione.com – www.aicig.it

Il Presidente AICIG Nicola Baldrighi
Marchi DOP e IGP

Uova con piselli Marialaura

Uova con piselli Marialaura

Ingredienti per 2 persone
300 gr di pisell
4 uova
una  cipolla
olio
pepe

Preparazione
In una padella antiaderente far soffriggere 3 cucchiai di olio,5 di acqua e la  cipolla tritata finemente. Quando sarà appassire,aggiungere i piselli,aggiustare di sale, aggiungere mezzo bicchiere di acqua calda,coprire con un coperchio e fate cuocere a fuoco medio. Quando i piselli saranno cotti,realizzare 4 buchi con un cucchiaio e disporre in ognuno un  uova. Mettere sulle  uova un pizzico di sale e pepe, coprire e far cuocere fino a che sul tuorlo si sarà formata una patina bianca. La cena buona e sostanziosa è pronta, buon appetito!

Fagioli borlotti alla poverella Marialaura

Fagioli borlotti alla poverella Marialaura

Ingredienti
4 fette di pane
370 gr di  borlotti (in vaso di vetro )
1  cipolla bianca piccola
2 cucchiai di polpa di  pomodoro
1 rametto di rosmarino
olio evo
sale e pepe

Preparazione
Tagliate finemente la cipolla e fate  la imbiondire con 3 cucchiai di olio ,aggiungete i borlotti ,un po’ di rosmarino,mezzo bicchiere di acqua e la polpa di pomodoroo e fate cuocere a fiamma bassa per 15 minuti. Salate e pepate
Dorate il pane in una padella con un po’ di olio e sale e servite con i fagioli ancora caldi,con un filo di olio crudo e un po’ di rosmarino.