Spaghetti crema di melanzane e alici sott’olio Gian Paolo

Spaghetti crema di melanzane e alici sott’olio Gian Paolo

Ingredienti
10 alici
2 melanzane
240 gr spaghetti
Olio
sale
dado
aglio
limone

Preparazione
Sbucciate le melanzane, tagliarle a tocchetti e mettetele in padella con olio d’oliva aglio peperoncino e mezzo dado. Fate cuocere 15 minuti aggiungendo acqua di tanto in tanto. Mettete gli spaghetti in cottura. Quando è cotta fate sfreddare e frullate fino a farle diventare una crema. Lasciate il contenuto nella padella. Aggiungete dei filetti di alice per far prendere il gusto. Scolate la pasta e versatela nella padella e mantecato il tutto Impattare posare altri filetti di alici e sopra spruzzate un pochino di scorza di limone.

Risotto ai frutti di mare con pomodori secchi e una pioggia gialla Maurizio

47687005_10205303300339368_3153144708440522752_oRisotto ai frutti di mare con pomodori secchi e una pioggia gialla scorza di limone grattugiato Maurizio

Ingredienti
300 gr di riso.
80/100 gr di frutti di mare. (Nella mia pescheria di fiducia hanno un preparato da favola)
2 pomodori secchi.(Io ho usato quelli che fa mia mamma,ripieni di capperi acciughe e peperoncino.)
1 limone
Brodo di pesce.
1 bicchiere di vino bianco.
2 spicchi d’aglio
Olio
Sale e pepe QB.

47685287_951621221892470_2356178136137203712_nPreparazione
Preparate un soffritto d’aglio, aggiungete il riso e fatelo tostare.
Mettete il bicchiere di vino bianco e fate sfumare.
Dopodiché aggiungete il brodo e lasciate sfumare.aggiungete il misto di pesce e lasciate cuocere il pesce per qualche minuto.
Continuate a aggiungere brodo….
Nel frattempo preparate Delle julienne con i vostri saporitissimi pomodori secchi.
È giunto il momento di impiattare, disponete il risotto se avete un coppa pasta ancora meglio,date una prima grattugiata di scorza di limone,disponete le julienne sopra e date un’altra bella grattugiata di scorza di limone.

Pasta e fagioli Alexia

 Pasta e fagioli Alexia

Ingredienti
mezza cipolla bionda
cinque pomodori tipo pugliesi
borlotti o cannellini a piacere
olio evo
acqua di cottura dei fagioli (messi a bagno per 12 ore e cotti in acqua e salati alla fine) peperoncino
sale
salvia
Preparazione
Fate scaldare l’olio in una larga padella a bordi alti, tipo wok, aggiungete la cipolla a fettine, fate soffriggere e aggiungete i pomodori a pezzetti, salate così i pomodori rilasceranno acqua, unite i fagioli un bicchiere di acqua di cottura dei fagioli, peperoncino e salvia. Fate cuocere per una mezz’oretta aggiungendo acqua se si asciuga. Cuocete la pasta e fatela saltare nella padella 

Mix di verdure del mio orto Melanzane pomodori cipolla e peperoni Mary

70870386_10216574830016346_7810882667590713344_oMix di verdure del mio orto Melanzane pomodori cipolla e  peperoni Mary

Ingredienti
4 melanzane 2 nere 2 viola
4 pomodoro rossi
un po’ di basilico
pelati
curcuma
olio
2 cipolla
4 peperoni di diverso colore
per accompagnare fette biscottate integrali

Preparazione

Lavate le verdure e tagliatele a tocchetti
Pelate le cipolle e tagliatela finemente
In olio rosolate le cipolle
Aggiungete le verdure fate rosolare,aggiungi un po’ d acqua (1/2 bicchiere d acqua) aggiungete la salsa e gli aromi, regolate di sale e cuocete a fiamma bassa fino a  terminare la cottura
Impiattate
Sotto mettete le fette biscottate e sopra la verdura

La cheesecake – Philadelphia

cheesecake.jpg

La cheesecake – Philadelphia

Ingredienti

200 gr di biscotti ORO Saiwa
150 gr di burro
500 gr di Philadelphia Classico
100 ml di panna fresca
100 gr di zucchero
2 uova intere
1 tuorlo d’uovo
succo di mezzo limone
1 bustina di vanillina
200 gr fragole
1 cucchiaio di zucchero a velo
100 gr frutti di bosco

Preparazione

Preparate la base della Cheesecake frullando i biscotti, aggiungendo il burro fuso e amalgamando per bene. Stendete il composto in una tortiera (22-24 cm), imburrata e foderata con carta forno. Pressate bene aiutandosi con il dorso di un cucchiaio e ponete la base in frigorifero a rassodare per 30 minuti.
Versate in una ciotola le uova, lo zucchero, la vanillina e il succo di limone, sbattendo il tutto. Unite sempre sbattendo anche Philadelphia e la panna fresca. Versate il sul fondo di biscotti e cuocere per un’ora a 180° in forno preriscaldato.
Preparate la salsa tagliando le fragole a pezzetti, cuocendole a fuoco basso assieme allo zucchero fino ad ammorbidirle.
A fine cotture, lasciate raffreddare la torta, versate la gelè e guarnirla con i frutti di bosco. Ponete in frigorifero per almeno 4 ore.

Per ulteriori informazioni:

Burson Marsteller – Ufficio Stampa Philadelphia

Lara Valenti – Tel 02 72143531 lara.valenti@bm.com

 

Negroni sbagliato per chi non può fare a meno delle bollicine – Ufficio stampa Aperol

negronisbagliato.png

Negroni sbagliato per chi non può fare a meno delle bollicine – Ufficio stampa Aperol

Si tratta di una variante che ha conquistato anche i fedelissimi del classico Negroni. E’ più leggero ed è stato inventato a Milano nello storico locale “Bar Basso”. Ideale per chi predilige qualche “bollicina” senza rinunciare a un gusto deciso e ricco di personalità.

Una variante che ha già conquistato i fedelissimi del classico Negroni. Dedicato a chi ama i sapori più delicat,i senza rinunciare per questo a un gusto deciso e ricco di personalità.
Lo sapevi che…

Il Negroni Sbagliato, o semplicemente lo Sbagliato, fu creato dal barman Mirko Stocchetto del Bar Basso di Milano negli anni sessanta. Differisce dal Negroni classico per la presenza dello spumante brut al posto del Gin. Il drink diventa così più leggero grazie a una minore gradazione alcolica.

Ingredienti
1 parte Campari
1 parte Vermouth Cinzano rosso
1 parte pinot Chardonnay Cinzano

Preparazione
Preparate direttamente il cocktail in un bicchiere highball con ghiaccio. Guarnite con una fetta d’arancia.

D’Antona&Partners
Via San Vito, 7
20123 Milano
tel. +39 02 8545701
cel. +39 348 9349773
tel. diretto +39 02 85457048
fax. +39 02 85457077
http://www.dantonapartners.it

 

Mouse di Mandorle – Ufficio stampa Kanzi Italia

Ricetta di Philip Hafner, tratta dal libro “Le mele nella Cucina delle Dolomiti – 75 gustose ricette”, editrice Athesia

Ingredienti
50 gr mandorle in scaglie
150 gr cioccolato bianco
2 tuorli d’uovo
1 foglio di gelatina
1 goccio di amaretto
200 ml di panna montata
Per guarnire
12 lamponi
12 mirtilli

Preparazione
Abbrustolite le mandorle in scaglie in una padella.
Fate sciogliere il cioccolato e mescolarlo ai tuorli.
Mettete in ammollo la gelatina in acqua fredda per 20 minuti, strizzatela bene e fatela sciogliere con l’amaretto a bagnomaria.
Mescolate la gelatina ai tuorli e al cioccolato.
Aggiungete le mandorle in scaglie, quindi unite delicatamente la panna montata. Mettete in fresco.

Ufficio stampa Kanzi Italia

c/o Fruitecom srl
Via Provinciale Vignola-Sassuolo 315/3
41057 Spilamberto (MO) – Italy
T: +39 059 7863894 F: +39 059 7863889

Semifreddo ai frutti di bosco Erminia

20643248_1974681389445956_1640438557179283953_oSemifreddo ai frutti di bosco Erminia

Ingredienti
300 gr di frutti di bosco frullati
Per la crema al fiordilatte
100 di burro
200 latte
100 di zucchero
1 uovo
vaniglia in bacca

Preprazione
Preparate la crema di latte al fiordilatte,  un uovo, zucchero farina e mettete in un pentolino fino a che non si riscalda aggiungete il latte, il burro e la bacca di vaniglia appenasi rapprende togliete dal fuoco
Fate raffreddare modellate in un bicchiere o ciotolina, guarnire con i fruttini e servire

Asti strawberry – Ufficio stampa Cinzano

strauberry.jpg

Asti strawberry – Ufficio stampa Cinzano

 

Ingredienti
1 parte di fragole frullate
1 parte di Asti docg
1 cucchiaino di zucchero bianco di canna
1 cucchiaino di limone
cubetti di ghiaccio

 

Preparazione
Frullate le fragole con un cucchiaino di zucchero bianco di canna e un cucchiaino di limone, versate nel bicchiere sopra i cubetti di ghiaccio, aggiungete l’Asti.

 

D’Antona&Partners
STRATEGIE DI COMUNICAZIONE
Via San Vito, 7
20123 Milano

http://www.dantonapartners.it

 

Riso con speck e provola Luchetti Enrico

60707794_249707879223550_8848385593361563648_nRiso con speck e provola Luchetti Enrico

Ingredienti
500 grammi riso
1 scalogno
7 fette speck tagliato alto tagliato a julienne
burro
parmigiano
un Po di vino bianco
parmigiano

Preparazione
Tritate uno scalogno e tagliate  lo speck finemente mettete in una pentola con olio oliva una volta rosolato sfumate con vino evaporato vino, aggiungete riso, fate tostare una volta tostato, aggiungete riso tagliate provola affumicata a cubetti nel frattempo 3 minuti prima della fine cottura del riso aggiungete burro parmigiano e provola

Riso nero gamberoni carciofi

59332328_10218744512234959_7728900666852114432_oRiso nero gamberoni carciofi

Ingredienti
320 gr di #risonero @risogalloit
10/15 #gamberoni
250/300 gr di cuori #carciofi @bofrost

 

Preparazione
In una padella capiente in un filo di olio  fate dorare uno spicchio di aglio, eliminate l’aglio aggiungete i gamberi (gia eviscerati) sfumate con del vino  bianco e terminate la cottura, puliteli e rimetteteli i  padella
In una padella in un filo di olio  fate dorare uno spicchio di aglio, eliminate l’aglio aggiungete  regolate con sale e pepe e terminate la cottura  e uniteli ai gamberi
Cuocete il riso nero come da vostra abitudine (io lo cucino nella risottiera a vapore nel microonde) terminata la cottura (al dente) fatelo saltare 2 minuti in padella con i gamberoni e i carciofi servite spolverizzate con prezzemolo tritato
Ottimo sia freddo che caldo

#bofrost

Sandwich di Polipo torchiato in pastella di farina di Ceci con farcitura di Spinaci al frescolatte podolico e Pomodoro al condimento semplice Chef Filippo Cogliandro

SandwichpiccolaSandwich di Polipo torchiato in pastella di farina di Ceci con farcitura di Spinaci al frescolatte podolico e Pomodoro al condimento semplice Filippo Cogliandro

Si cucina con le mani ma si pensa con il cuore

Nel cuore di Filippo Cogliandro c’è la sua terra e il suo obiettivo e’ quello di contribuire a dare alla Calabria un’identità gastronomica ben definita, attraverso la valorizzazione delle realtà locali, creando profonde sinergie fra i prodotti del suo territorio, i produttori di vino e naturalmente l’agricoltura.

Crediti ph: Stefano Mileto

Ingredienti
1 Polpo verace da 1 Kg circa
300 gr di Spinaci foglia larga
2  pomodori a grappolo
50 gr di fresco latte
Farina di Ceci
Acqua gassata
olio extravergine di Oliva Aspromontano
sale e pepe q.b.

Preparazione
Preparazione del Polpo torchiato
Cuocete il Polpo in forno a vapore a 100° per 40 minuti. A cottura ultimata eliminate la pelle in eccesso.
Pressate il polipo in un torchio di acciaio inox e fate riposare, avendo cura di stringere sempre più il torchio per 24 ore, in frigorifero.
Ricavate 8 fette di Polpo torchiato dello spessore di 5 mm.
Tenete in fresco.
Tagliate a spicchio i pomodori a grappolo; aggiungete sale e olio evo.
Ammorbidite gli Spinaci in padella con un filo di olio e un pizzico di sale, aggiungete il frescolatte e mescolate.Preparate una pastella con acqua gassata e farina di Ceci dove
immergere le fette di Polipo torchiato e friggete in olio caldo
Presentazione
Posizionare al centro del piatto la prima fetta di polipo torchiato, a seguire gli spinaci cremosi, alcuni spicchi di pomodoro e coprire con la seconda fetta di polipo.
Servite immediatamente.

Petto di anatra alla Caterina de’ Medici Michela Bottasso Executive chef Ristorante Biagio Pignatta – Villa Artimino

Anatra-all'arancia-ristorante-Biagio-PignattaPetto di anatra alla Caterina de’ Medici
Ricetta d’autore di Michela Bottasso
Executive chef Ristorante Biagio Pignatta – Villa Artimino

Ricetta per 8 persone
Ingredienti
8 petti di anatra
1\2 cipolla bianche
1 rametto di timo
5 arance
1 bicchiere di brandy
200 gr. fondo di vitello
50 gr. di burro
Olio d’oliva q.b
Sale e pepe q.b.

Preparazione
Cuocete i petti d’anatra in una padella calda, salateli e sistemateli in una placca da forno. Sgrassate la padella e sfumate con il brandy e aggiungete il succo d’arancia – riducete e della metà e aggiungete il fondo di vitello, riportate a bollore e montate con il burro. Terminate la cottura dell’ anatra  in forno

Mousse au Chocolat Blanc al Bergamotto Reggino Chef Filippo Cogliandro

Foto-Profiteroles-Bergamotto(2)Mousse au Chocolat Blanc al Bergamotto Reggino Chef Filippo Cogliandro

Ingredienti per 6 persone
300 gr di cioccolato bianco di prima
20 gr di succo di Bergamotto Reggino
1 cucchiaio di miele di acacia
6 uova fresche
10 gr di burro

Preparazione
Spezzettate il cioccolato in un recipiente che metterete a bagnomaria in acqua
calda e lasciatelo sciogliere senza fretta con la noce di burro.
Separate gli albumi dal tuorlo e montateli a neve con il succo di Bergamotto
Reggino.
Aggiungete due tuorli d’uovo e il cucchiaio di miele di acacia al cioccolato
sciolto e mescolate energicamente. Aggiungete il composto all’albume montato
e con una frusta amalgamate bene evitando che si formino grumi.
Versate la mousse in coppette e lasciate riposare in frigorifero per qualche ora
prima di servirla.

 

Dall’alto del ristorante L’Accademia Filippo Cogliandro guarda la sua città ……incastonata come un gioiello nel cuore di Reggio Calabria, una antica dimora piena di storia e di storie, dall’atmosfera evocativa. dalle connotazioni distintive di un ristorante che celebra l’estro culinario del patron Filippo Cogliandro e la garbata attenzione del direttore di sala Francesco Rando. L’uno in cucina attorniato
dalla sua brigata fantastica di tutti i colori, l’altro in sala, per il rito della tavola facendo parlare da sé una materia prima di altissima qualità accompagnata da etichette di tutto rispetto.

www.laccademia.it

L’ACCADEMIA
Via Largo Colombo,6
Reggio Calabria
www.laccademia.it

Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante Chef Di Andrea Candito

2(1)Carpaccio di polpo con citronette e sedano croccante  Chef Di Andrea Candito

Ricetta d’autore Di Andrea Candito ‘  O Munaciello Firenze e Miami

Ingredienti
1 polpo 1000/2000
1 costa di sedano
Olio q.b.
Limone q.b.
Sale q.b
Pepe q.b.
Prezzemolo q.b.

Preparazione
Cuocete il polpo una quarantina di minuti, raffreddate e avvolgete in maniera ermetica in pellicola alimentare e lasciate in abbattitore per almeno 2 ore. Preparate la citronette con olio sale limone . Tagliate a strisce il sedano con un pelapatate e lasciate il acqua e ghiaccio per rendere croccante.
Una volta pronto il polpo tagliate all affettatrice con uno spessore di 1 cm posizionare le fette di polpo si un piatto piano condire con sale pepe prezzemolo e la citronette, formare un nido al centro con il sedano croccante e servire

‘O Munaciello Miami
6425 Biscayne Boulevard
Miami
‘O Munaciello Firenze
Firenze – Via Maffia, 31
Press: Cristina Vannuzzi

Spaghetti alla chitarra con asparagi e calamari Chef Andrea Candito‘O Munaciello Firenze

1Spaghetti alla chitarra con asparagi e calamari Chef  Andrea Candito‘O Munaciello Firenze

Ricetta d’autore Di Andrea Candito‘  O Munaciello Firenze e Miami
Ingredienti per 8 persone

Per la pasta
360 gr tuorlo d uovo
250 gr farina00
25 0gr farina di semola
Acqua q.b.

Per i sugo
2 mazzi asparagi
400 g Calamari puliti
3 scalogni
2 spicchi di aglio
Prezzemolo q.b.
Sale q.b.
Peperoncino q.b.
Pepe q.b.
Olio q.b.

Preparazione
Preparazione della pasta
Incorporare entrambe le farine al tuorlo aggiungendo l acqua a piccole dosi, impastate sino a che il composto non risulterà liscio, lasciate riposare nella pellicola alimentare per almeno un ora in frigo. Successivamente stendete la pasta di un altezza di mezzo centimetro e passate alla chitarra e lasciate seccare per qualche minuto.

Preparazione del sugo
In una casseruola mettere olio evo a scaldate, aggiungete uno spicchio d aglio e tre scalogni tritati fate rosolare e aggiungete gli asparagi tagliati a matita, lasciate cuocere una ventina di minuti aggiungendo brodo vegetale.
In una padella a parte rosolate uno spicchio d’ aglio del peperoncino e del prezzemolo nell’olio evo aggiungetevi i calamari tagliati a listarelle fate rosolare e sfumate con del vino bianco dopo di che aggiungeteli ai calamari e terminate la cottura.
Scaldate dell’ acqua salata, calate gli spaghetti alla chitarra una volta venuti a galla terminate la cottura nel sugo di asparagi e calamari.

Impiattatela facendo un nido e decorate con un pomodorino confit

‘O Munaciello Miami
6425 Biscayne Boulevard
Miami
O Munaciello Firenze e Miami
Firenze – Via Maffia, 31
Press: Cristina Vannuzzi

Dentice marinato alla rapa rossa con cavolo viola agrodolce e melograno Andrea Becattini Chef Ristorante Mansio

dentice marinato in rapa rossa con salsa di melograno e cavolo violaDentice marinato alla rapa rossa con cavolo viola agrodolce e melograno Andrea Becattini Chef Ristorante Mansio
Ricetta d’autore di Andrea Becattini Chef Ristorante Mansio

Ingredienti
800 gr di filetti di dentice abbattuti
500 ml estratto di raparossa
600 gr di cavolo viola
300 gr zucchero semolato
300 gr acqua
300 gr aceto di mele
300 gr rapa rossa
50 gr scalogno
pepe jaimacano
500 ml succo di melograno fresco
5g di agar(gelatificante)
1g sale
1 pz arancia

Preparazione
Mettete a marinare i filetti in buste sottovuoto con l estratto di rapa, il sale e la buccia di arancio, ponete  in frigo per 2 ore, dopodiche aprite,asciugate e conservate in frigo
Per il cavolo viola
Preparate uno sciroppo con lo zucchero l’ acqua e l ‘aceto, tagliate a julienne il cavolo, unte il cavolo e lo sciroppo sottovuotateli e cuocete a 70 gradi per 10 minuti e abbattere
Per il gel di melograno
Prendete 1/3 del succo e portate sul fuoco a 70 gradi insieme all’ agar, unite al resto e miscelate, abbattetelo e per finire frullate , filtrate in setaccio a maglia fine e mettete in sac a poche
Per la salsa di rapa
Cuocete le rape al vapore ,saltate in padella con un filo d ‘olio lo scalogno e il pepe, dopodichè frullate, filtrate e emulsionate con un filo di olio evo, facoltativo addensare con 1 g di xantano
Chips di rapa
Friggete qualche chips di rapa in olio di arachide a 180 gradi asciugate e salate

Presentazione
Tagliare il dentice a sashimi , disponete sul centro del piatto il cavolo viola posare il dentice sopra,impiattate una quenelle di purea di rapa vicino ,condire con qualche punta di gel di melograno infine decorare con le chips di rapa rossa, facoltativo decorare con un aria di rapa rossa con la lecitina di soia

RISTORANTE MANSIO
Via Rinaldo D’Ami 1/3
00127 Roma
Località Torrino Mezzocammino
06 5283 1598
Press: Cristina Vannuzzi
Crediti ph: Stefano Mileto

Bocconcini pera e raspadüra Alessandro Chef

49031467_10217766883434850_179019292073787392_n(1)Bocconcini pera e raspadüra  Alessandro Chef

“La raspadüra è un modo di servire il formaggio grana presentandolo come sottilissime sfoglie, raschiate con un particolare coltello da una forma di Granone Lodigiano oppure da un formaggio “giovane” della famiglia del formaggio grana, cioè stagionato dai quattro ai sei mesiLa raspadüra è tipica della gastronomia lodigiana, ma è diffusa anche nei territori limitrofi delle province di Pavia e Cremona, dove conserva lo stesso nome. La raspadüra viene solitamente servita come antipasto, spesso accompagnata da salumi, noci o funghi, ma può anche essere utilizzata per guarnire primi piatti come il risotto o la polenta  La raspadüra nacque come cibo povero: in passato era ricavata da forme di Granone Lodigiano imperfette, mentre oggi sono impiegate forme sane, di stagionatura adatta per essere tagliate senza sfaldarsi” da  https://it.wikipedia.org/wiki/Raspad%C3%BCra

Io  in alcune occasioni li ho fatti anche con il parmigiano reggiano stagionato
I petali vengono meglio se fatti con il parmigiano reggiano o padano fresco (12 mesi)

Velocissimi minuti per farlo
Ottimo contrasto di gusti parmigiano e pera
Semplice e sfizioso

Ingredienti
raspadura
pera
crema di balsamico per decorare il piatto

Preparazione
Avvolgete un  pezzetto di pera   in un petalo di  raspadüra
Decorate il piatto con crema di aceto balsamico

Biscotti alla Salvia – Osteria del Mare

salvia.jpg

Biscotti alla Salvia – Osteria del Mare

Ingredienti
500 gr di farina
1 bustina lievito per torte salate
1 bicchiere latte
1 mazzetto salvia
150 gr di burro
1 cucchiaino di sale

Preparazione
In una terrina unite alla farina il lievito, il sale, le foglioline di salvia ben tritate e il burro fuso, poi versate poco per volta il latte. Amalgamate con cura il composto, quindi tirate una sfoglia dello spessore di 1 cm circa e con uno stampino rotondo (o un bicchiere) tagliate tanti biscotti che disporrete su una teglia imburrata.
Fate cuocere in forno già caldo per una decina di minuti circa. Sono ottimi come antipasto.

Osteria del Mare
Lungomare della Repubblica, 12
Riccione

 

Cacio e pepe Maurizio

Cacio e pepe Maurizio

Ingredienti per 4 persone:
320 gr di linguine trafilate al bronzo.
Una presa di pepe nero in grani.
Pecorino romano (Non troppo stagionato,io faccio la prova schiacciando tra le dita la parte estrema dello spicchio. Si deve sfaldare.)

Preparazione
Iniziamo a mettere l’acqua a bollore buttiamo la pasta.
Attenzione alle tempistiche di preparazione,ne vale il risultato.
Su un tagliere aiutiamoci con lo schiaccia carne pestando i grani,li portiamo nella nostra salta pasta e li facciamo tostare per un paio di minuti.blocchiamo questo passaggio con un bel mestolo d’acqua di cottura,che sarà bella carica d’amido rilasciato dalla pasta.
Ora inizia la magia,aiutandoci con un piccolo frustino(io ne ho comprato uno all’Ikea in materiale plastico,non graffia la padella!!!!)
Iniziamo creare la nostra cremina iniziando a aggiungere il pecorino.
Tutto questo fuori dai fuochi,
Aggiustiamo la quantità alternando acqua di cottura e formaggio.
Quando la pasta è cotta scoliamo e saltiamo continuando a biscottare fino a raggiungere il risultato.
Una bella spolverata di pepe qualche scaglia di pecorino e buon appetito.