Frittata di asparagi – Giuseppe G.

Frittata di asparagi – Giuseppe G.

Ingredienti
500 gr di formaggio
300 gr di asparagi
10 uova

Preparazione
Sbollentate gli asparagi.
Montate gli albumi.
Unite tutti gli ingredienti
Mettete in teglia e cuocete in forno a 180° per 20 minuti

Torta delicata di ricotta ed asparagi – Tatiana Di Grazia- Homebakedforlove.

torta.jpgIngredienti
(dose per una teglia rettangolare di 22x 30cm)
Per la pasta brisée
300 gr di farina
150 gr di burro
acqua fredda q.b.
un pizzico di sale
Per il ripieno
200 gr di ricotta
450 gr di asparagi
1 uovo
30 gr di parmigiano
olio extravergine di oliva
sale
peperoncino
semi di sesamo 

Preparazione
Per la pasta brisée: disponete la farina a fontana sulla spianatoia. Incorporate il burro precedentemente ammorbidito a temperatura ambiente. Lavorate poco e molto velocemente il composto incorporando man mano la farina e aggiungendo acqua fredda q.b. Mettetelo in frigo per almeno 40 minuti dentro una terrina coperto con della pellicola.
Per il ripieno: lessate gli asparagi in acqua bollente leggermente salata. In una terrina mescolate la ricotta con l’uovo sbattuto ed il parmigiano grattugiato.
Preriscaldate il forno. A questo punto stendete la pasta brisée e sistematela nella teglia, ricoprite lo strato di pasta con il composto di ricotta e disponete sopra gli asparagi lessati e scolati. Aggiungete un filo d’olio, il sale ed un pizzico di peperoncino. Spennellate con l’olio il bordo della torta e cospargete con i semi di sesamo.
Cuocete per 40 minuti circa a 180°. 

Semplice delicata con quel tocco di peperoncino che definisce i sapori e li esalta.

Tatiana Di Grazia

http://www.homebakedforlove.it/ricette/torta_delicata_di_ricotta_d_asp.htm

Flan di asparagi selvatici Silke Jantra

“Ecco la ricetta per il flan di asparagi selvatici. L’ho inventata io, nel senso che ho cercato in diversi libri di cucina e poi ho deciso di far a modo mio. Ho proposto questo piatto in tre cene diverse quest’anno e mi hanno sempre fatto un sacco, ma proprio un sacco, di complimenti!!”Silke

Ingredienti
un mazzetto di asparagi
tre uova
un pò di panna (poca, giusto per frullare gli asparagi)
un pò di parmigiano (tipo tre cucchiai)
sale, pepe

Preparazione
Mettete a bollire gli asparagi in pochissima acqua salata (quanto basta per coprirli). Alcuni asparagi li lasciate interi e li tolgiete dall’acqua quando sono ancora croccanti. Servono per la decorazione del piatto.
Quando è evaporata tutta l’acqua togliete gli asparagi e li lasciate raffreddare qualche minuto prima di frullarli con la panna (la panna serve come liquido per frullarli meglio).
Lasciate raffreddare il passato
A parte sbattete le uova (in realtà io frullo anche le uova, in modo che incorporano un bel pò di aria). Aggiungete il passato asparagi e il parmigiano, un pò di pepe e lasciate riposare per almeno mezz’ora.
Mettete una goccia di olio d’oliva in quattro stampini (io uso quelli di alluminio) e mettete l’impasto di asparagi e uova (di solito lascio qualche punta di asparago intero da aggiungere all’impasto a questo punto, perché mi piace avere qualche pezzettino intero).
Mettete un pò d’acqua in una pentola e vi immergete gli stampini. Chiudete con un coperchio (di vetro) e cuocete a bagno maria per 20-25 minuti.
Dopo averli fatti raffreddare per qualche minuto, togliete i flan dall’acqua e dagli stampini e li mettete nei piatti, che decorerete con qualche asparago cotto, ma intero e con una grattuggiata di parmigiano.

Asparagi al formaggio – Antonietta

Ingredienti
1 mazzo asparagi
100 gr burro
formaggio grana

Preparazione
Lessate gli asparagi in una padella, sciogliete il burro e poi unite gli asparagi fate cuocere un paio di minuti nel burro e infine unite il grana e amalgamate il tutto.

Flan di asparagi e phillo con gamberi delicati in salsa di arancia – Enrico Luchetti

“Seguendo sempre il mio percorso di stagionalità non potevo farmi mancare una ricetta a base di asparagi, un alimento raffinato ma allo stesso tempo dal sapore incisivo. Questa ricetta prevede cotture delicate, non aggressive. Se servito in piccole porzioni diventa un delizioso antipasto, mentre intero è decisamente un piatto unico. A volte la parola flan viene usata a sproposito: nella mia cucina il flan ha sempre una base croccante di frolla, di brisée o di una qualsiasi altra pasta, l’interno è delicato, a volte composto da albumi montati a neve e di solito una cottura non aggressiva.”Enrico

Ingredienti
70 gr di ricotta setacciata
300 gr di asparagi bolliti
3 uova intere
60 gr di mascarpone
25 gr di grana grattugiato
20 gr di burro
brodo di asparagi ottenuto con i gambi dl1
8 gamberi sgusciati
1 dl di succo d’arancia
1 dl di olio extra vergine
sale
pepe bianco
120 gr di pasta phillo

Preparazione
In una casseruola fate fondere il burro, saltateci gli asparagi per farli imbiondire. Fateli freddare e passateli al frullatore. In una ciotola mettete la ricotta setacciata, il mascarpone, il grana, gli asparagi, le uova e condite con poco sale e pepe bianco. Lavorate bene il composto e passatelo al setaccio. Foderate degli stampi monoporzione con tre strati di pasta phillo spennellati di burro, mettete all’interno il composto di asparagi e fate cuocere in forno preriscaldato a 120°C. Nel frattempo in una casseruola versate l’olio extra vergine, il succo di arancia, un poco di sale, i gambi di prezzemolo e di finocchietto, adagiateci i gamberi e fateli cuocere a fuoco bassissimo, se si ha una sonda per misurare la temperature deve stare dai 60°C ai 65°C.

“Consigli:Raccomando di fare porzioni non troppo grandi, lo stampo monoporzione usa e getta per esempio lo è, se lo si utilizza bisogna livellarlo a non più della metà. Questa cottura dei gamberi ricorda quella in court-bouillon, ma con una temperatura ancora più controllata e delicata, la gustosissima salsa permette così ai gamberi di rimanere saporiti, però mi raccomando i gamberi devono cuocere poco. Non tenete gli asparagi troppo sul fuoco con il burro perché acquistano sapore ma perdono colore e succhi, diventando scuri e secchi.
Sformate il flan su un piatto, accompagnatelo con i gamberi caldi e un poco del succo di cottura. “Enrico

Risotto asparagi e porro – Donatella

Ingredienti
10 asparagi 
1 porro
2 manciate di riso per persona
brodo ( 2 dadi per litro di acqua)
burro
1 filo di olio extra vergine di oliva
parmigiano reggiano o pecorino

Preparazione
Tagliate un porro in pezzo grossolani, e a pezzetti gli asparagi crudi.
Mettete le verdure in una casseruola con un pezzo di burro, un filo di olio extravergine e 250 cl di acqua.
Fateli cuocere a fuoco lento, salando solo leggermente in modo che, quando si aggiungerà il brodo non diventarà  troppo salato.
A metà cottura,quando  gli asparagi,saranno appena croccanti aggiungete il riso
A parte preparate del brodo vegetale
Mentre il riso nella casseruola comincia la cottura, lentamente aggiungete il brodo.
Di solito la cottura del riso varia tra i 16 e i 18 minuti.
A fine cottura aggiungete del parmigiano oppure del pecorino e servite.

Grano con crema di asparagi

Ingredienti
400 gr di asparagi
400 gr di grano (cottura 8 minuti)
olio extra vergine di oliva
sale
pepe

Preparazione
Lessate gli asparagi.
Scolateli e frullateli con una girata di olio, regolate sale e pepe.
Cuocete il grano sclatelo e conditelo con la crema ottenuta.
A piacere aggiungete il parmigiano reggiano
.

Torta di pasta sfoglia formaggi ed asparagi – Sandra

Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia
80 gr di fontina
80 gr di pecorino
4 sottilette
12/15 asparagi

Preparazione
Eliminate dagli asparagi la parte più dura (quella più legnosa).
Scotate in acqua salata, gli asparagi in modo che si ammorbiscano un po’ il gambo (terminerete la cottura in forno), scolateli e straizzateli.
Srotolate la pasta sfoglia (mantenendo la carta “forno” che la contiene) mettetela nella teglia, farcite la torta al centro della pasta sfoglia con uno strato di formaggi e sopra metteteci gòli asparagi chiudete la torta e cuocete in forno a 180/200 °C fino a che la pasta sfoglia non si sarà dorata.

Torta di pasta sfoglia con pamigiano, gorgonzola ed asparagi – Sandra

Ingredienti
1 rotolo di pasta sfoglia
100 gr di gorgonzola
100 gr di parmigiano reggiano
10/15 asparagi

Preparazione
Eliminate dagli asparagi la parte più dura (quella più legnosa).
Scotate in acqua salata, gli asparagi in modo che si ammorbiscano un po’ (terminerete la cottura in forno), scottateli e strizzateli delicatamente (non si devono rompere).
Srotolate la pasta sfoglia (mantenendo la carta “forno” che la contiene) mettetela nella teglia, fate adererire la pasta sfoglia ai bordi, una volta terminato di farcire la torta, creerete il bordino della torta, rigirando i bordi verso il centro della torta.
Sul fondo della torta sparpagliate fiocchetti di gorgonzola e parte del parmigiano, mettete sopra ai formaggi gli asparagi,  posizionateli a raggiera o come la vostra  fantasia, meglio vi suggerisce, grattateci sopra il restante parmigiano, cuocete in forno a 180/200 °C fino a che la pasta sfoglia non si sarà dorata.

Tagliolini al ragù bianco di pescatrice ed asparagi Chef Fabio Lopez

Ingredienti
250 gr  di tagliolini freschi
150 gr di pescatrice a pezzetti
½ spicchio d’aglio
150 gr di punte d’asparagi
prezzemolo
olio extravergine
sale
pepe
vino bianco
brodo di pesce
peperoncino piccante fresco (a piacere)

tagliolini.jpg

 

 

 

 

 

Preparazione

In una pentola capiente fate cucinare i tagliolini, nel frattempo in una padella fate rosolare l’aglio il prezzemolo, la pescatrice e le punte d’asparagi il peperoncino bagniate con del vino bianco salate e pepate e unite il brodo , una volta cotti i tagliolini uniteli al sugo  fate mantecare il tutto e servite nei piatti. ( mantecare:cuocer saltando in padella in modo da legare il tutto)

 

Chef Fabio Lopez

Tortelli di asparagi burro e salvia

Ingredienti
5 uova
400 gr di farina
230 gr di ricotta vaccina
100 gr di parmigiano reggiano
1 bicchiere di brandy
burro
pepe
sale
noce moscata
salvia

Preparazione
Tenete presente che la proporzione per fare la pasta è 1 uovo, ogni 100 gr di farina.
Bollite in abbondante acqua gli asparagi.
Setacciate gli asparagi.
In una terrina sbattete un uovo.
In una terrina lavorate a crema la ricotta, aggiungete l’uovo, 50 gr di parmigiano, il brandy, sale, pepe e noce moscata.
Iniziate ad impastate la farina e le uova, se lavorerete l’impasto a mano, prima di iniziare, mettete un po’di farina sul vostro piano di lavoro, se usate un’impastatrice o un mixer (controllate che il vostro apparecchio possa impastare la pasta, ci vuole una certa potenza e non tutti gli apparecchi sono in grado di farlo).
Tagliate la pasta e formate dei panetti. Prendete il primo panetto, schiacciatelo con il palmo di mano e iniziate a stendere la pasta, con la macchina della pasta o  in mancanza di questa, aiutatevi con un mattarello.
Fate delle sfoglie di pasta. Non fatele seccare troppo la pasta, altrimenti non si attaccheranno le estremità dei tortelli, le “congiunture”, se la pasta si sarà asciugata con le dita o con un pennellino inumidetela (con acqua).
Iniziate a fare i tortelli.
Con la raviolatrice si possono fare 12, 24, 36…tortelli alla volta. Sarà tutto più semplice e veloce, prima di tutto spolverate con  farina lo stampo (così i tortelli non si attaccheranno), collocate una sfoglia di pasta di uguale larghezza, premete leggermente negli incavi mettendo il ripieno, ricoprite con un altra sfoglia di pasta e passate il mattarello per sigillarli bene.
Non avete la raviolatrice, fate come si faceva una volta.
Spolverizzate con la farina il piano di lavoro, collocate le sfoglie di pasta su un piano di lavoro. Distribuite l’impasto sulla sfoglia, aiutandovi con un cucchiaino, create dei mucchietti, distanziateli di almeno 5 cm uno dall’altro, appoggiate sopra la seconda sfoglia e comprimete gli spazi vuoti tra un impasto e l’altro, con una taglia pasta di forma rotonda o quadrata fate i tortelli.
Per fare i tortelli a forma “borsettina” dovete tagliare la pasta formando dei quadrati di sfoglia, piegateli in due schiacciando bene sugli orli, stringete alle estremità, unendole, dandogli una forma a “borsettina”.
Questi sono solo alcune delle forme possibili ci sono gli agnolotti, le mezzelune, le caramelle…sbizzarritevi.
Prendete i ritagli di pasta e rimpastatatela facendo altre sfoglie.
Lessateli in abbondante acqua salata, all’acqua aggiungete un cucchiaio di olio, eviterete che i tortelli si attacchino tra loro, a cottura ultimata, fateli saltare in padella con il olio e salvia.
L’ideale sarebbe versarli in piatto riscaldato.