Pasta fredda di grano saraceno con tonno, piselli, mozzarella, pomodorini e olive

IMG_2374Pasta fredda di grano saraceno con tonno, piselli, mozzarella, pomodorini e olive

In piatto unico fresco, leggero, semplice e veloce

Ingredienti
80 gr di pasta a  persona di casarecce di grano saraceno (o altra pasta di vostro gradimento)
1 vasetto di tonno
1 manciata di olive
5-6 pomodorini
1 mozzarella
sale
olio extra vergine di oliva
a piacere anche qualche foglia verde menta/basilico oppure prezzemolo
a piacere pepe

Preparazione
Cuocete in abbondante acqua salata la pasta. A cottura ultimata scolate, un goccio di olio extra vergine di oliva , mescolate e  lasciate  raffreddare.
Tagliate mozzarella a pezzetti.
Tagliate i pomodorini pachino  in 4.
Tagliate le olive in due.
Quando la pasta si sarà raffreddata unite tutti gli ingredienti, mescolate bene mettete in frigorifero e servite fresca
Prima di servire a piacere ci sta bene una girata di olio extra vergine di oliva, qualche fogliolina verde aromatica, e una spolverata di pepe

Spaghetti ai frutti di mare Chef Alberto Bernardoni Trattoria Tu Mi Turbi

Spaghetti ai frutti di mare

Spaghetti ai frutti di mare

Spaghetti ai frutti di mare Chef Alberto Bernardoni Trattoria Tu Mi Turb

Classico primo piatto al Tu Mi Turbi, elaborato  da Chef Alberto Bernardoni dove gli spaghetti ai frutti di mare rappresentano un primo gustoso  che racchiude in se tutto il profumo dei molluschi e dei crostacei, il mare in città……

Persone: 4
Tempo: 20 m
Ingredienti

400 gr Pasta – spaghetti
200 gr canestrelli
200 gr cozze
200 gr vongole
200 gr gamberi
2 spicchi aglio
2 pomodori
1 mazzetto prezzemolo
2 cucchiai olio di oliva extravergine
q.b.peperoncino
q.b. Sale
q.b. Pepe

Preparazione
Prepariamo gli spaghetti ai frutti di mare
Scottate i gamberi e sgusciateli, scaldate i frutti di mare in un tegame senza acqua, fateli aprire e poi togliete i molluschi dai gusci.
Mettete in una teglia l’olio di oliva extravergine con un trito di aglio molti fine, fate scaldare e poi unite i frutti di mare. Mescolate, abbassate la fiamma e unite i gamberi,il pomodori tagliati a pezzi molto piccoli, un trito di prezzemolo, un pizzico di peperoncino, sale e pepe a piacere. Cuocete a fuoco basso per circa 20 minuti.
Lessate gli spaghetti al dente, scolateli e metteteli nella teglia con i frutti di mare, fate saltare un minuto per ben amalgamare e servite su un piatto da portata.

Lasagna Napoletana – Alberto Bonito

Lasagna Napoletana

Lasagna Napoletana

Lasagna Napoletana  – Alberto Bonito

Ragù napoletano
pasta per lasagna napoletana, (io uso quella della Voiello)
polpettine fritte di carne mista di vitello e di maiale (preparate con aglio, pecorino romano, uova e pepe)
ricotta fresca
soppressata napoletana
uova sode
salsicce fritte
parmigiano reggiano

Preparazione
La lasagna Napoletana si prepara con ragù napoletano, pasta per lasagna napoletana, (io uso quella della Voiello), polpettine fritte di carne mista di vitello e di maiale , preparate con aglio, pecorino romano, uova e pepe, ricotta fresca stemperata con il ragout, soppressata napoletana, uova sode, salsicce fritte, parmigiano reggiano. Il ripieno di tutti questi ingredienti misti , va fatto per ogni strato di pasta, e quanto più ci metti più ci trovi

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

 

Bigoli zafferano e gorgonzola

Bigoli zafferano e gorgonzola

Ingredienti
500 gr di bigoli
200 gr di gorgonzola dolce
100 gr di panna 
1 bustina di zafferano 
sale
noce moscata

Preparazione
Cuocete i bigoli in abbondante acqua salata.
Tagliate il gorgonzola a pezzi e scioglietelo con la panna in una padella antiaderente, a fiamma bassa, amalgamate il tutto, fino ad ottenere un composto abbastanza denso, in ultimo aggiungete la noce moscata e lo zafferano.
Scolate i bigoli qualche minuto prima e saltateli in padella con la salsa ottenuta.

Varianti a piacimento

Sostituite i bigoli con altri tipi di pasta fresca (strozzapreti, trofie, orecchiette…) .
Aggiungete una noce di burro.
Usate 2 bustine di zafferano
Sostituite la panna con il mascarpone.
Aggiungete parmigiano.
Sostituite la noce moscata con del pepe.
Aggiungete delle noci o dei pinoli spezzettati.

Spaghetti allo scoglio

Spaghetti allo scoglio

Ingredienti
500 gr di spaghetti
200 gr di calamari
200 gr di seppie
150 gr di gamberetti
150 gr di scampi
2 spicchi di aglio
1 bicchiere di vino bianco
prezzemolo
olio extra vergine di oliva
sale
pepe
peperoncino

Preparazione
Pulite il pesce.
Tagliate i calamari e le seppie a pezzi non troppo piccoli.
Infilzate due spicchi d’aglio in uno stuzzicadenti.
In una padella soffriggete l’aglio ed il peperoncino, dopo qualche minuto, aggiungete il pesce, cuocete il tutto ancora per qualche minuto.
Togliete l’aglio.
Aggiungete un bicchiere di vino bianco, salate e pepate.
Lasciate evaporare parte del vino bianco e nel frattempo cuocete gli spaghetti (in abbondante acqua salata).
Scolate gli spaghetti qualche minuto prima ed ultimate la cottura cuocendoli in padella con il pesce.
Gli spaghetti devono essere serviti al dente.
Prima di servire condite con un filo d’olio extra vergine d’oliva ed aggiungete il prezzemolo tritato ed a piacimento, il peperoncino.
Potreste sgusciare qualche gamberetto e qualche scampo da utilizzare come guarnizione.
Potete guarnire il piatto anche con qualche fogliolina di prezzemolo.

Pasta al forno con besciamella e salmone – Gabriella

Pasta al forno con besciamella e salmone – Gabriella

Un primo piatto a base di pesce molto sfizioso che vi fa anche da piatto unico volendo visto che ha sia la pasta che il pesce.

Facilissima buona e abbastanza economica

Ingredienti
pasta lasagna precotta
besciamella
salmone
cipolla a piacere
cognac a piacere
parmigiano

Preparazione
Tagliate con le forbici il salmone.
A piacere rosolate il salmone con la cipolla e poi sfumate con il cognac io lo preferisco al naturale.
Unite il salmone alla besciamella
Fate la lasagna alternando strati di pasta a strati di salmone, spolverizzate ultimo strato con un pò di parmigiano e poi mettete nel forno

Guardate le altre ricette della categoria pasta al forno e lasagne

Risotto con totani e pomodorini – Margherita

Risotto con totani e pomodorini

Risotto con totani e pomodorini

Risotto con totani e pomodorini – Margherita

Ingredienti
1 aglio
4 cucchiai di olio extravergine di oliva peperoncino
450 gr di calamari puliti, spellati e tagliati a striscioline
400 gr di riso per risotti
2.5 dl di vino bianco secco
1l di brodo di pesce
300 gr di pomodori maturi, scottati, spellati, privati dei semi e tagliati a pezzetti
20 gr di burro
3 cucchiai di di prezzemolo, tritato finemente
sale e pepe nero macinato al momento.

Preparazione
In una padella capiente, fate rosolare l’aglio con l’olio e peperoncino . Unite i calamari e regolate di sale . Coprite la pentola e fate cuocere per 10 minuti. Unite il riso e fatelo tostare per 2 minuti, mescolando continuamente. Aggiungete il vino e quando è stato assorbito iniziate ad aggiungere il brodo, 1,25 dl per volta. Unite anche i pomodori. Proseguite la cottura mescolando semrpe e aggiungendo brodo quando la dose precedente è stata assorbita (il riso sarà cotto in circa 15-18 minuti). Spegnete il fuoco, mantecate con il burro, mescolate bene e lasciate riposare per 5 minuti. Guarnite il risotto con il prezzemolo e servite.

Guarda le altre ricette di Margherita 

Risotto con salsiccia e zucca servito in cialda di parmigiano – Margherita

Risotto con salsiccia e zucca servito in cialda di parmigiano

Risotto con salsiccia e zucca servito in cialda di parmigiano

Risotto con salsiccia e zucca servito in cialda di parmigiano – Margherita

Ingredienti
Per il risotto
1 lt di brodo
400 gr di zucca
300 gr di riso
3 salsicce
vino bianco
mezzo scalogno
20 gr di Parmigiano
sale
burro
peperoncino
Per la cialda di parmigiano
parmigiano

Preparazione
Pulite bene la zucca : togliete i semi, la buccia, lavatela e tagliatela a pezzetti.
In una padella fate soffriggete lo scalogno con il burro . Quando lo scalogno  sarà dorato, aggiungete la zucca e le salsicce cuocete per qualche minuto e versando qualche cucchiaio di brodo.
Aggiungete il riso con del vino bianco, facendo tostare per un pò il tutto. Quindi versate gradualmente il brodo per continuare la cottura, salando a piacere.
Quando la cottura sarà ultimata, mantecate con un po’ di burro e del parmigiano grattugiato.
Preparate la cialda. Prendete una padella antiaderente del diametro di circa 10-12 cm. Scaldatela sul fuoco e quando è ben calda cospargete la superficie con uno strato uniforme di parmigiano. Aspettate che si sciolga e con una pinza staccatela dal fondo della padella e adagiatela su una ciotola capovolta per creare la forma di un cestino. Lasciatela raffreddare

Guarda le altre ricette di Margherita .

Consigli per una buona lasagna – Promoteo

Consigli per una buona lasagna – Promoteo

Ingredienti
500 gr di Lasagne al farro

1) Ungete la teglia e mettete un sottile strato di condimento
2) create uno strato di Lasagne
3) aggiungete un altro strato di condimento;
2) create uno strato di Lasagne
3) aggiungete un altro strato di condimento aggiungendo anche uno o due mestoli di brodo vegetale;
4) ripetete le operazioni 2 e 3 (si consiglia di non superare i 3 strati di lasagne)
5) se necessario aggiungete ancora del brodo vegetale, in modo che il condimento e il brodo arrivino appena sotto lo strato superiore delle Lasagne
6) coprite la teglia con un foglio di carta stagnola e mettete in forno già caldo a 180°C per circa 20 minuti
7) togliete la carta stagnola e proseguite la cottura a 200°C per altri 10/15 minuti fino ad ottenete la giusta consistenza e doratura.

Se durante la cottura si nota che le Lasagne sono troppo asciutte aggiungete altro brodo vegetale, possibilmente bollente.
Se invece sono troppo bagnate prolungate il termine della cottura.

Preparazione
Preparate in una scodella 150 gr di ricotta e brodo vegetale
Ungete la teglia e mettere un sottile strato di condimento;
Create uno strato di lasagne
Aggiungete un altro strato di condimento
Componete due o tre strati di lasagne e condimento. Si consiglia di non superare i 3 strati di lasagne
Aggiungete brodo in abbondanza, mozzarella e parmigiano
Coprire la teglia e in forno a 180°C per 20 minuti circa
Togliere le lasagne dal forno, rimuovere la carta e mettere di nuovo in forno a 200°C per altri 15 minuti; Se durante la cottura si nota che le Lasagne sono troppo asciutte aggiungere altro brodo
Quando le lasagne raggiungono una leggera doratura la cottura è ultimata
Servire ben caldo

Le lasagne di farro dicocco Prometeo possono essere cotte direttamente al forno senza bisogno di essere preventivamente lessate.
Considerare che le Lasagne assorbiranno un po’ di liquido anche dopo la cottura. Utilizzare condimenti a base di verdure e formaggi.
Si consiglia di sostituire la classica besciamella utilizzando un condimento più delicato come la ricotta diluita con brodo vegetale.

Le lasagne Prometeo ® sono fatte con farina 100% farro dicocco e senza uova, con una leggerezza ed un gusto unico. Preparare una ricetta con le lasagne al farro della Prometeo è molto semplice, segui gli accorgimenti che vi proponiamo qui di seguito accedendo tramite questo link.

Prometeo srl
Via Metauro, 10 – Zona Artigianale di Canavaccio
61029 Urbino (PU)
Tel. +39.0722.53520
info@prometeourbino.it
visitate il 4

Pasta fatta in casa Tagliatelle all’uovo

Tagliatelle all'uovo

Tagliatelle all’uovo

Pasta fatta in casa le Tagliatelle all’uovo
Come regola generale tenete sempre presente 1 uovo ogni 100 gr di farina
La pasta fatta in casa darà quel tocco in più ai vostri  primi piatti di pasta che siano conditi con carne, pesce, formaggi, salumi o verdure sono sempre gradite!!!
Ingredienti
600 gr di farina bianca
6 uova
sale

Preparazione
Iniziate ad impastate la farina e le uova, se lavorerete l’impasto a mano, prima di iniziare, mettete un po’di farina sul vostro piano di lavoro, se usate un’impastatrice o  un mixer (controllate che il vostro apparecchio possa impastare la pasta, ci vuole una certa potenza e non tutti gli apparecchi sono in grado di farlo).
Tagliate la pasta e formate dei panetti.
Prendete il primo panetto, schiacciatelo con il palmo di mano e iniziate a stendere la pasta, con la macchina della pasta o  in mancanza di questa, aiutatevi con un mattarello.
Ottenuto lo spessore giusto, con un tagliapasta realizzate le vostre tagliatelle.
Distanziate le tagliatelle una dall’altra, in tal modo non si attaccheranno.
Procedete in tal modo anche con gli  altri panetti.
Lasciate le tagliatelle qualche ora ad asciugare.
Cuocete in abbondante acqua salata, all’acqua aggiungete un cucchiaio di olio, eviterete che la pasta si attacchi.
Scolatele al dente e conditele con il vostro sugo preferito.

Gnocchi di patate – Angi

Gnocchi di patate – Angi

Ingredienti per 6 persone
1 kg di patate farinose o comunque adatte per far gli gnocchi
1 uovo
220 gr di farina 00

Preparazione
Lavate le patate mettetele nella casseruola con abbondante acqua fredda, portate a  ebollizione, aggiungete un pizzico di sale e cuocetele per almeno 30 minuti a partire dall’ebollizione dell’acqua.
Se avete la pentola a pressione, ci impiegherete meno tempo. Mettete le patate, copritele con l’acqua e chiudete, spegnete a dieci minuti dal fischio .
Fate gli gnocchi. Sgocciolate le patate, sbucciatele e passatele allo schiacciapatate, raccogliendo il passato sulla spianatoia. Salate leggermente, unite 220 gr di farina e impastatele rapidamente con l’uovo. Formate con il composto ottenuto tanti cilindri dì circa 1,5 cm di diametro, tagliateli a pezzetti, infarinateli leggermente e immergeteli in abbondante acqua salata a leggero bollore. Sgocciolateli con un mestolo forato appena saliranno in superficie, trasferiteli nei piatti individuali, conditeli con la salsa desiderata

Ragù alla bolognese della nonna – Mauro Patelli Chitarrista

Ragù alla bolognese della nonna di Mauro Patelli Chitarrista

“Ricetta del ragù bolognese della nonna Carolina” Mauro

Ingredienti
carne solo di manzo
sedano
cipolla
carota
un pizzico di sale grosso
passata di pomodoro
patate

Preparazione
Tagliate le patate a cubetti.
Tagliate le verdure finemente.
Soffriggete le verdure, una volta appassite le verdure, aggiungete la carne, girate e rigirate con il pizzico di sale grosso, quando la carnbe avrà preso sapore e assorbito il sale, aggiungete la passata di pomodoro ma pochissima, deve diventare appena appena rosa, aggiungete le patate tagliate a cubetti e un bicchier edi acqua bollente
Abbassate la fiamma, mettete il coperchio e cuocete per 2 ore e mezzo e mescolate di tanto in tanto, se necessario aggiungete un’po di acqua in base all’evaporazione

“Pasta consigliata i gobbetti, cotti ben al dente “Mauro

Insalatina di farro e tonno

IMG_7383Insalatina di farro e tonno
Ingredienti
300 gr di farro a persona
un vasetto di tonno almeno 200 gr
mezza cipolla rossa
olio extra vergine di oliva
sale
Preparazione
Cuocete a parte in abbindante acqua salata il farro
Tagliate finemente la cipolla e rosolatela  in olio extra vergine di oliva
Scolate il farro qualche minuto prima e saltatelo in padella con il tonno ultimando così la cottura
A cottura ultimata aggiungete una girata di olio a crudo
Servite a piacere caldo o freddo

Tagliatelle ai porcini – Iole

Tagliatelle ai porcini  –  Iole

Ingredienti
400 gr di tagliatelle fresche
1 trota da 250 gr
200 gr di porcini
50 gr di cipolla
qb di mentuccia
olio
sale
prezzemolo
burro

Preparazione
Mettete sul fuoco una capace pentola di acqua salata,nel frattempo sfilettate la trota o fatevela sfilettare dal pescivendolo.In una padella soffriggete la cipolla tritata in un filo d olio,poi unite i porcini a lamelle,fateli saltare a fuoco vivace e quando iniziano a fare acqua unite i filetti di trota sminuzzati.salate,fate insaporire un paio di minuti,poi versate le tagliatelle che nel frattempo avrete lessato,un mestolino di acqua di cottura,una noce di burro,mentuccia e prezzemolo tritati e una macinata di pepe.Fate saltare velocemente e servite

 

Spaghetti alla disperata – Giovanni

Spaghetti alla disperata – Giovanni

” Vi invio una mia ricetta già collaudata con successo-”

Ingredienti
350 gr di spaghetti (oppure penne)
un ciuffo di prezzemolo
un ciuffo di basilico
una presa d’origano
uno spicchio d’aglio
un peperoncino fresco (opure una presa di quello secco)
una scatola di polpa di pomodoro
olio q.b.
pecorino grattugiato o altro formaggio
sale

Preparazione
In una padella capiente fate rosolare l’aglio tritato, non appena dorato raffreddatelo aggiungendo un cucchiaio di olio dopodichè in sequenza aggiungete il prezzemolo anch’esso tritato, l’origano, il basilico, il peperoncino e infine la polpa di pomodoro. Lasciate cuocere dolcemente il sugo. Intanto cuocete la pasta, scolatela al dente e mantecatela con il sugo preparato precedentemente e il formaggio grattuggiato

E’importante seguire la sequenza degli ingredienti per mantenere intatto il colore degli aromi

Risotto Venere all’aragosta al profumo di zenzero lime e limone spuma di champagne e aneto con caviale e oro

Image.1479123716327Risotto Venere all’aragosta al profumo di zenzero lime e limone spuma di champagne e aneto con caviale e oro
Ingredienti
320 gr di Riso Venere Gallo
2 aragoste
5 gr di zenzero
la scorza di 1 lime
la scorza di 1 limone
100 ml di Champagne
5 gr di aneto
20 gr di caviale Black River
4 fogli di oro edibile 24 K
30 gr di cipolla
30 gr d i sedano
50 di porro
30 gr di carota
3 l di acqua
10 g di timo
10 g di alloro
20 ml di panna da cucina
30 gr di scalogno
30 g di cipolla d’inverno
50 gr di Parmigiano-Reggiano
80 gr di burro
20 ml di olio extravergine di oliva
50 gr di sale grosso
sale fi no
pepe

Preparazione
Per il brodo di aragosta:
In una pentola saltate in un fi lo di olio la cipolla, il sedano, 30 gr di porro e la carota, poi aggiungete le teste e i gusci delle aragoste, l’acqua, il timo, l’alloro e il sale grosso. Fate bollire per 30 minuti, poi passate al colino e fi ltrate.
Per la spuma di Champagne:
Versate in un sifone 50 ml di Champagne e la panna, aggiustando di sale fi no e pepe. Caricate con una cartuccia di gas.
Per il risotto:
Mettete il burro in una casseruola e fate appassire lo scalogno, il porro rimasto e la cipolla d’inverno, quindi unite il riso e l’aragosta sminuzzata. Deglassate con lo Champagne, fate evaporare l’alcol e cominciate la cottura con il brodo di aragosta bollente, versandolo poco alla volta fi no a coprire la superficie.
Quando il riso sarà al dente, regolate di sale. Aggiungete lo zenzero grattugiato, la scorza del lime e del limone, il burro, il formaggio e dell’olio, mantecando.
Per impiattare:
alla base sistemate il risotto, decoratelo tutto attorno con la spuma di Champagne, l’aneto, l’oro edibile e un cucchiaino di madreperla con il caviale. Completate con la coda dell’aragosta e servite.

Havas PR Milan

t    +39 02 85457009
w    havaspr.ithavaspr.it

Risotto di mare all’Australiana Davide Rosati Executive chef ristorante Pescerosso

riso.jpg

Risotto di mare all’Australiana Davide Rosati Executive chef ristorante Pescerosso

Diciamo pure che questo è uno dei mie piatti preferiti che ho imparato appunto in Australia.
Mi piace molto perche’ un ingrediente della ricetta si basa su uno dei miei prodotti preferiti,che è
appunto l’avocado.
Questo meraviglioso frutto lega molto bene il nostro risotto rilasciando un sapore fantastico che si abbina molto bene al nostro piatto.
La cosa però più importante è che il frutto sia maturo al punto giusto cioè morbido da poter essere tagliato con un cucchiaio.

Ingredienti
avocado (maturo)
cipolla
aglio
olio extravergine d’oliva
pomodori cilegini
calamari
gamberoni
cozze
vongole
scampi
scalogno
prezzemolo

Preparazione
In una pentola fate soffriggere dello scalogno e aggiungete tutte le teste dei gamberetti che precedentemente avrete pulito; sfumate con del brandy e una volta evaporato l’alcool aggiungete acqua fredda fino a coprire bene tutte le teste. Portate molto lentamente a cottura e eliminate gradualmente tutta la schiuma che si è formata durante la cottura.
Lasciate solo alcuni gamberi e tutti gli scampi (dove avrete precedentemente inciso a metà la coda) e mettete in una padella con olio scalogno aglio fate soffriggere per qualche secondo e poi sfumate con del buon brandy (“se fossi stato a Sydney avrei detto del buon rum australiano”).
A questo punto prendete un’altra padella partendo da sempre una base di aglio olio e scalogno e mettete cozze vongole una volta che si saranno aperte tolgliete e aggiungete il riso, tostate bene in questa salsa oleosa che si è creata, aggiungete del fumetto che avrete preparato prima. Mandate il riso a metà cottura e poi aggiungete calamari gamberetti e scampi qualche minuto prima della cottura, aggiungete cozze e vongole, alla fine un secondo prima di servire, unite l’avocado tagliato a striscioline e i pomodorini ciliegia
Lasciate riposare circa mezzo minuto fuori dai fornelli e poi servite con i gamberoni e gli scapi interi sopra con qualche spicchio di avocado.

Ristorante Pesce Rosso
Piazza della Repubblica 11-12R
50123 Firenze
Tel +39 055 2776364
www.ristorantepescerosso.it
info@ristorantepescerosso.it

 

Ricette perfette per le feste Natalizie:

Ricette perfette per le feste Natalizie:

Image.1479123716327Risotto Venere all’aragosta al profumo di zenzero lime e limone spuma di champagne e aneto con caviale e oro
Ingredienti
320 gr di Riso Venere Gallo
2 aragoste
5 gr di zenzero
la scorza di 1 lime
la scorza di 1 limone
100 ml di Champagne
5 gr di aneto
20 gr di caviale Black River
4 fogli di oro edibile 24 K
30 gr di cipolla
30 gr d i sedano
50 di porro
30 gr di carota
3 l di acqua
10 g di timo
10 g di alloro
20 ml di panna da cucina
30 gr di scalogno
30 g di cipolla d’inverno
50 gr di Parmigiano-Reggiano
80 gr di burro
20 ml di olio extravergine di oliva
50 gr di sale grosso
sale fi no
pepe

Preparazione
Per il brodo di aragosta:
In una pentola saltate in un fi lo di olio la cipolla, il sedano, 30 gr di porro e la carota, poi aggiungete le teste e i gusci delle aragoste, l’acqua, il timo, l’alloro e il sale grosso. Fate bollire per 30 minuti, poi passate al colino e fi ltrate.
Per la spuma di Champagne:
Versate in un sifone 50 ml di Champagne e la panna, aggiustando di sale fi no e pepe. Caricate con una cartuccia di gas.
Per il risotto:
Mettete il burro in una casseruola e fate appassire lo scalogno, il porro rimasto e la cipolla d’inverno, quindi unite il riso e l’aragosta sminuzzata. Deglassate con lo Champagne, fate evaporare l’alcol e cominciate la cottura con il brodo di aragosta bollente, versandolo poco alla volta fi no a coprire la superficie.
Quando il riso sarà al dente, regolate di sale. Aggiungete lo zenzero grattugiato, la scorza del lime e del limone, il burro, il formaggio e dell’olio, mantecando.
Per impiattare:
alla base sistemate il risotto, decoratelo tutto attorno con la spuma di Champagne, l’aneto, l’oro edibile e un cucchiaino di madreperla con il caviale. Completate con la coda dell’aragosta e servite.

Image.1479216494160Risotto al nero di seppia crema di peperoni dolci e baccalà

Ingredienti
Per il risotto:
280 gr di Riso Gran Riserva Gallo
1 cucchiaio di nero di seppia
1 scalogno tritato
1 l di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco
60 gr di formaggio Parmigiano-Reggiano (18 mesi)
60 gr di burro
1 bicchierino di olio extravergine di oliva
germogli di erbe aromatiche
sale
pepe
Per il baccalà:
120 gr di baccalà dissalato
erbe aromatiche
Per la crema di peperone:
1 peperone rosso dolce
cipolla
alloro
1 cucchiaio di passata di pomodoro
sale
pepe
Preparazione
Per il baccalà:
Cuocete il trancio di baccalà per 15 minuti a vapore, aromatizzando con vari odori a piacere.
Per la crema di peperone:
In un tegame, stufate il peperone tagliato a pezzetti con un filo di olio, della cipolla, dell’alloro e la passata di pomodoro.
Aggiustate di sale e pepe, poi frullate.
Per il risotto:
Rosolate lo scalogno nel burro, aggiungete il riso e fatelo tostare leggermente, poi versate il vino e lasciate evaporare.
Unite il brodo poco alla volta, sempre mescolando. Proseguite la cottura per 8-9 minuti. Aggiungete il nero di seppia e cuocete per altri 4 minuti. Mantecate con il Parmigiano-Reggiano, il burro e l’olio. Regolate di sale e pepe.
Per impiattare:
Stendete il riso su un piatto piano, adagiatevi il baccalà ridotto in scaglie e la crema di peperoni. Guarnite con germogli di erbe aromatiche, se possibile.

Havas PR Milan

t    +39 02 85457009
w    havaspr.ithavaspr.it

Risotto al nero di seppia crema di peperoni dolci e baccalà

Image.1479216494160Risotto al nero di seppia crema di peperoni dolci e baccalà

Ingredienti
Per il risotto:
280 gr di Riso Gran Riserva Gallo
1 cucchiaio di nero di seppia
1 scalogno tritato
1 l di brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco
60 gr di formaggio Parmigiano-Reggiano (18 mesi)
60 gr di burro
1 bicchierino di olio extravergine di oliva
germogli di erbe aromatiche
sale
pepe
Per il baccalà:
120 gr di baccalà dissalato
erbe aromatiche
Per la crema di peperone:
1 peperone rosso dolce
cipolla
alloro
1 cucchiaio di passata di pomodoro
sale
pepe
Preparazione
Per il baccalà:
Cuocete il trancio di baccalà per 15 minuti a vapore, aromatizzando con vari odori a piacere.
Per la crema di peperone:
In un tegame, stufate il peperone tagliato a pezzetti con un filo di olio, della cipolla, dell’alloro e la passata di pomodoro.
Aggiustate di sale e pepe, poi frullate.
Per il risotto:
Rosolate lo scalogno nel burro, aggiungete il riso e fatelo tostare leggermente, poi versate il vino e lasciate evaporare.
Unite il brodo poco alla volta, sempre mescolando. Proseguite la cottura per 8-9 minuti. Aggiungete il nero di seppia e cuocete per altri 4 minuti. Mantecate con il Parmigiano-Reggiano, il burro e l’olio. Regolate di sale e pepe.
Per impiattare:
Stendete il riso su un piatto piano, adagiatevi il baccalà ridotto in scaglie e la crema di peperoni. Guarnite con germogli di erbe aromatiche, se possibile.

Havas PR Milan

t    +39 02 85457009
w    havaspr.ithavaspr.it

Le mie lasagne al forno – Riccardo S.

Le mie lasagne al forno – Riccardo S.

“Mi chiedono tutti la ricetta delle mie lasagne al forno. Bene. Eccola – Riccardo”

Ingredienti per 8 persone
sfoglia base almeno 500 gr
parmigiano grattugiato q.b.
besciamella q.b. (1 lt. di latte + 300 gr. di farina + 250 gr. di burro)
sale q.b.
50 gr di salsiccia di maiale cotto
350 gr di polpa di manzo tritata
30 gr di polpa di pomodoro
2 cipolle
2 carote
1 gambo di sedano
3spicchi di aglio
1 noce moscata
2 foglie alloro
2 foglie salvia
2 foglie basilico
2 rametti di rosmarino
olio extravergine q.b.
1 bicchiere vino rosso

Preparazione

“Ammorbidire la sfoglia (se è pasta fresca, che trovi nel banco frigo), altrimenti scottare per qualche secondo la versione classica (quella secca presenti negli scaffali, magari Barilla): insomma, inumidirla il più possibile. Si passi alla salsa al ragù: un soffritto con trito di cipolle, carote, sedano e poco aglio e in cui mettere un pezzetto di salsiccia e un po’ di olio di oliva. Dopo aver rosolato il tutto, si aggiunga la carne trita di manzo, si tosti bene e prima che asciughi troppo o bruci si versi un bicchiere di colmo di vino rosso. Si lasci evaporare. A questo punto, aggiungere la polpa di pomodori spezzettata (tipo Polpapronta della De Rica, sennò pelati). Correggere l’acidità del sugo con dello zucchero (un cucchiaino ogni quattro persone può bastare). Quando il sugo sta per brasare, aggiungere brodo e un mazzetto di odori composto da alloro, rosmarino, salvia, basilico, Aggiustare di sale. Cuocere per minimo un’ora a pentola ben coperta. Nel contempo, via alla preparazione della besciamella (almeno di non averla precedentemente acquistata già pronta). Setacciare della farina in modo da eliminare ogni grumo, scaldare del burro in un pentolino e separatamente scaldare del latte in un altro piccolo tegame. Stemperare la farina nel burro e correggere con il latte caldo sino a ottenere una crema biancastra, a cui aggiungere un po’ di noce moscata. Ungere il fondo di una teglia rettangolare e distribuire ragù e besciamella amalgamandoli con un cucchiaio di legno. Disporre un primo strato di pasta e coprirlo; fate un nuovo strato di pasta e su di esso distribuite sugo e besciamella. Alternare gli strati, intervallandoli una volta con il ragù e una volta con la besciamella, sino all’esaurimento di essi. L’ultimo strato deve essere un misto di ragù e besciamella sui cui va spolverato del Parmigiano. Si inforni per mezz’oretta a fuoco moderato e si serva ancora bollente. “