Pizza morbida alla saracena – Angelamaria

Pizza morbida alla saracena – Angelamaria

Ingredienti
350 gr di farina
200 gr di patate
1 dl di latte
25 gr di lievito di birra 01 dl di acqua minerale frizzante
1 cucchiaino di zucchero
5 pomodori ciliegia
qualche foglia di basilico
200 gr di mozzarella di bufala
1 cucchiaio scarso di salsa di pomodoro o sale

Preparazione
Per rendere la pasta morbida, bisogna usare l’acqua minerale frizzante. E, se il forno non è ventilato, un consiglio utile è inserirvi,  durante la cottura della pizza, un pentolino pieno di acqua.
Sciogliete il lievito con il latte tiepido e lo zucchero.
Unite una manciata di farina e lavorate finché diventa liscio.
Coprite e fate lievitare per mezz’ora.
Versate la farina sulla spianatoia, spolverizzatela con un cucchiaino  di sale, formate un cratere al centro e mettetevi il panetto lievitato, Le patate lessate e passate e l’acqua.
Lavorate 15 minuti, fate una palla, incidetela a croce, mettetela in una ciotola infarinata. Coprite e fate lievitare 2 ore.
Scaldate il forno a 250°C
Tagliate i pomodori a spicchi, salateli e fateli sgocciolare  in un colino.
Conditeli con olio, la salsa dì pomodoro e qualche foglia di basilico e unite La mozzare!la a pezzetti. Lavorate La pasta ancora per  qualche minuto e dividetela in 2 parti uguali. Stendete nelle teglie unte, tenendo  il bordo un po’ più alto, e ricopritele con i pomodori ciliegia e La mozzarella.
Cuocete Le pizze in forno per 20 minuti.

Guarda le altre ricette nelle categoria Pizza 

Torta fritta – Isabella

La torta fritta è un piatto tipicamente emiliano che assume vari nomi a seconda della zona in cui si trova: chisulin, gnocco fritto, crescente, pizza fritta.
Nella zona di Parma da cui arriva la ricetta viene chiamata “torta fritta” ; è un antipasto, un secondo piatto o un piatto unico a seconda delle quantità che se ne mangia, la torta fritta non viaggia mai da sola, ma sempre in compagnia degli ottimi salumi della zona di Parma ,tra i più rinomati il culatello di Zibello, il prosciutto crudo di Parma, la spalla cotta di San Secondo servita calda, il salame di Felino e poi ancora la coppa, la culaccia, il fiocchetto…ed è anche ottima con il gorgonzola.
Va mangiata calda.
Accompagnanta dai vini frizzanti della zona, Malvasia, Gutturnio, Bonarda…
Come si mangia? A “mo di panino” una fetta di torta fritta, salume e una fetta di torta fritta, oppure la si piega in due e nel mezzo ci si mette il salume, oppure la si apre e la si farcisce, comunque la si mangi è ottima.
Come descriverla a chi non l’ha mai provata e non l’ha mai vista.
E’ una specialità salata, una pasta fritta.
Cos’è? Sono dei quadratini o dei rettangoli di pasta fritti in bollente olio o strutto.
Dove la si mangia? nei ristoranti, nelle trattorie, nelle feste di paese…e naturalmente a casa di Isabella
Comunque è ottima provatela !!

Ingredienti per 8/10 persone
1 kg di farina
2 dadi di lievito di birra
4 cucchiai di olio
2 cucchiai di aceto
sale
1 cucchiaio di zucchero
olio
strutto

Preparazione
Sciogliete il lievito, lo zucchero, il sale in acqua tiepida.
Impastate il tutto e formare un impasto omogeneo (non troppo duro, ma piuttosto tenero)
Fate riposare l’impasto per almeno 4 ore e mescolare bene almeno 2 volte.
Tirate la sfoglia non troppo sottile e fate dei quadratini o dei rettangoli.
Friggete in abbondante olio o strutto.
L’impasto si gonfia e cuoce in brevissimo tempo.

Torta carote e mandorle – Luisa

Torta carote e mandorle – Luisa

Ingredienti
300 gr di carote
300 gr di mandorle
300 gr di zucchero
8 biscotti secchi
120 gr di farina
4 uova
scorza di limone grattugiato
un cucchiaio di lievito
burro o margarina quanto basta
zucchero a velo per decorare

Preparazione
Pulite le carote, tritatele finemente (meglio se con il tritatutto).
Sminuzzate le mandorle ed i biscotti.
Separate gli albumi dai tuorli.
In una terrina lavorate i turli d’ uovo con lo zucchero sino ad ottenere un composto chiaro e spumoso e poi unite la farina, le carote, la scorza di limone, i biscotti e le mandorle ed amalgamate il tutto.
Montate a neve gli albumi ed aggiungeteli al composto lentamente.
Versate il composto in una tortiera e passate al forno medio per 40 minuti.
Raggiunta la doratura sfornatela e lasciatela raffreddare.
Cospargete con zucchero a velo

Paste di mandorle – Giuseppe

Paste di mandorle

Paste di mandorle

Paste di mandorle – Giuseppe

Ricette tipica siciliana

Ingredienti
500 gr di mandorle già spellate
350 gr di zucchero a velo
2 cucchiai colmi di miele (meglio se di zagara)
2 fialette di essenza di mandorle oppure tre o quattro noccioli di albicocche sgusciati
2 cucchiai di acqua (l’ideale sarebbe ai fiori d’arancia)
1 albume d’uovo

Paste di mandorle

Paste di mandorle

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Separate il tuorlo dall’albume.
Montate l’albume a neve.
Tritate le mandorle.
In una terrina (meglio se in un mixer) unite le mandorle e 250 gr di zucchero a velo, aggiungete il miele, l’ aroma alle mandorle, in caso di necessità 2 cucchiai di acqua e per ultimo il bianco montato a neve.
Impastate bene.
Formate delle palline aiutandovi con lo zucchero a velo rimasto usandolo a mo’ di farina, schiacchiatele leggermente, guarnitele con mandorle spellate intere o con ciliege candite o passatele in un trito di frutta secca (mandorle, pinoli, pistacchi) o tutto quello che la fantasia vi suggerisce.
Infornate per non più di 10 minuti. Attenzione anche se vi sembreranno troppo morbide non esitate a toglierle ugualmente dal forno raffreddandosi, prenderanno la giusta consistenza.

“Suggerimento goloso, ricopritele di cioccolato fondente”. Giuseppe

Leggi le altre ricette nella nostra categoria dolci  nella sezione biscotti e pasticcini 

Guarda le altre ricette regionali e la nostra sezione  ricette siciliane

Torta cioccolato e carote

Torta cioccolato e carote

Ingredienti
200 gr di carote
150 gr di farina
150 gr di zucchero
150 gr di mandorle
100 gr di cioccolato fondente
3 uova
80 gr di burro
1 bustina di lievito
1 pizzico di sale
zucchero a velo per guarnire

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Lavate, pelate e grattugiate le carote.
Tritate le mandorle.
Separate gli albumi dai tuorli.
In una terrina setacciate la farina ed unite tutti gli ingredienti zucchero, tuorli d’uovo, burro ed un pizzico di sale ed impastate bene.
Montate a neve gli albumi ed aggiungeteli al composto lentamente.
Aggiungete il lievito setacciato mescolate nuovamente fino a rendere l’impasto omogeneo e cremoso.
Preparate la teglia (l’ideale se con i bordi alti) come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Versate l’impasto nella teglia.
Cuocete in forno per 40 minuti.
Sfornate la torta.
Lasciate raffreddare.
Impiattate la torta.
Sciogliete il cioccolato a bagnomaria.
Ricoprite la torta con il cioccolato fuso.

Crespelle – Ornella

Crespelle  – Ornella

Ingredienti
1 uovo a testa
acqua il guscio intero dell’uovo
3 cucchiai di farina ogni uovo
1 pizzico di sale
grana
brodo caldo
1 grattatina di noce moscata

Preparazine
Prendere le crespelle ,mettete grana e una grattatina di noce moscata,arrotolate
Mettetene 3 in ogni piatto,copritele con brodo caldo

Tris di verdure con besciamella vegetale – Alberto Bonito

Tris di verdure con besciamella vegetale

Tris di verdure con besciamella vegetale

Tris di verdure con besciamella vegetale – Alberto Bonito

Ingredienti
finocchi
broccoli baresi
cavolfiore
parmigiano q.b.
bechamella vegetale

Preparazione
Lavate le verdure i finocchi, i broccoli ed il cavolfiore.
Lessate le verdure in acqua salata, in una teglia di misura adeguata mettete della bechamella sistemate in tre file parallele i finocchi, i broccoli baresi e i fiori di cavolo, ricoprite il tutto con la bechamella e cospargete di parmigiano.
Mettete in forno e gratinate.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Guardate le altre ricette di verdure

 

Carciofi affogati – Alberto Bonito

Carciofi affogati

Carciofi affogati

Carciofi affogati – Alberto Bonito

Ingredienti
carciofi a spicchi
olio extra vergine di oliva
aglio
capperi di Pantelleria
Olive di Gaeta
sale
prezzemolo

Preparazione
Soffriggete in olio extra vergine di oliva le olive e i capperi con l’aglio, mettete i carciofi e cuocete con il coperchio.
Durante la cottura aggiungete un poco di acqua ed aggiustate di sale se necessario.
Impiattate e spargete il prezzemolo triturato.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Guardate le altre ricette di verdure

 

Bigoli zafferano e gorgonzola

Bigoli zafferano e gorgonzola

Ingredienti
500 gr di bigoli
200 gr di gorgonzola dolce
100 gr di panna 
1 bustina di zafferano 
sale
noce moscata

Preparazione
Cuocete i bigoli in abbondante acqua salata.
Tagliate il gorgonzola a pezzi e scioglietelo con la panna in una padella antiaderente, a fiamma bassa, amalgamate il tutto, fino ad ottenere un composto abbastanza denso, in ultimo aggiungete la noce moscata e lo zafferano.
Scolate i bigoli qualche minuto prima e saltateli in padella con la salsa ottenuta.

Varianti a piacimento

Sostituite i bigoli con altri tipi di pasta fresca (strozzapreti, trofie, orecchiette…) .
Aggiungete una noce di burro.
Usate 2 bustine di zafferano
Sostituite la panna con il mascarpone.
Aggiungete parmigiano.
Sostituite la noce moscata con del pepe.
Aggiungete delle noci o dei pinoli spezzettati.

A’ pastiera napulitana – Pastiera napoletana – Alberto Bonito

A' pastiera napulitana - Pastiera napoletana

A’ pastiera napulitana – Pastiera napoletana

A’ pastiera napulitana, la Pastiera è la Regina dei dolci tipici napoletani (il Re è il Babà ).
Provate a fare la pastiera con questa ricetta, attenendovi scrupolosamente a quanto da me descritto, e fatemi sapere. Questa è la ricetta di una signora pastiera.
Non fate il gravissimo errore di cuocere il grano nel latte, altrimenti farete una pizza di ricotta.
Il grano, si cuoceva tantissimi anni fa, quando si vendeva sfuso e ammollato in grossi bidoni di plastica, e lo vendevano i famosi, all’epoca, ” Ugliarari ” che le nuove generazioni non conoscono nemmeno cosa significhi. Al giorno d’oggi, il grano che si compra in barattoli è già cotto, e le ricette per fare la pastiera che sono scritte sulle loro etichette sono delle ” Autentiche cazzate. La cosiddetta Pastiera la fanno tutti, ma la ” Signora Pastiera ” pochi la sanno fare!!!Poi non mi risulta che a Napoli si metta la crema pasticciera. La crema cosiddetta pasticciera, la mettono i pasticcieri disonesti, è una finta crema, perchè la fanno senza uova, praticamente è una colla. Essendo dolce, chi non sa cosa e’ il … Visualizza altrosapore della vera Pastiera ovviamente dice che è buona, ma il vero buono è tutta un’altra cosa.In questo periodo, ho visto tante pastiere fatte da Pasticcieri professionisti e anche da Chef che fanno programmi televisivi, tutta roba da torte in faccia!!! La mia non vuole essere una volgare critica, e’ una semplice constatazione. Tutti quelli che sanno come si prepara una ” SIGNORA PASTIERA ” possono confermare la mia opinione.”. Alberto

Ingredienti
pasta frolla per pastiera

Per il ripieno
600 gr di ricotta romana sgocciolata
600 gr di grano per pastiera sgocciolato
400/450 gr di zucchero (secondo il proprio gusto )
5/6 uova grandi intere
150 gr di cubetti di canditi
4/5 gocce di Neroly Napoli e/o Neroly Pastiera (il nome dipende dalla ditta che lo produce, ed è l’aroma indispensabile per fare la vera pastiera napoletana ), tutti gli altri aromi sono una volgare imitazione.

Guarda le altre ricette di Alberto Bonito 

Torta al limone

Torta al limone

Ingredienti
250 gr di zucchero a velo
250 gr di burro
200 gr di zucchero
200 gr di farina bianca
200 gr di frumina
4 uova
1 fialetta di aroma al limone
1 pizzico di sale
2 limoni
1 busta di lietivo

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
In una terrina unite tutti gli ingredienti burro, uova, aroma, sale, zucchero, la scorza grattuggiata di un limone.
Setacciate la farina e la frumina aggiungetele all’impasto, a cucchiaiate, alternandole a 3 cucchiai di succo di limone e aggiungere il lievito setacciato .
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Versate l’impasto nella teglia.
Cuocete nella parte inferiore del forno per 55 minuti.
Togliete la torta dal forno e lasciatela raffreddare.
Preparate la glassa per la copertura mescolando lo zucchero a velo setacciato con 4 cucchiai di succo di limone.
Quando la torta si sarà raffreddata ricopritela con la glassa.

Varianti
Ricoprite la torta con zucchero a velo anzichè con la glassa.
Guarnite con limoni canditi

Biscotti mandorle e cannella

Biscotti mandorle e cannella

Ingredienti
170 gr di farina di tipo “00”
140 gr di burro
140 gr di zucchero
70 gr di mandorle (già sgusciate)
1 uovo
2 cucchiaini cannella
1 pizzico di sale

Preparazione
Preriscaldate il forno a 200° C.
Setacciate la farina.
Tritate le mandorle.
Sciogliete il burro a temperatura ambiente.
Con un robot da cucina, mixate il burro e lo zucchero, aggiungete l’albume, la farina, le mandorle, il sale e la cannella e mixate nuovamente tutto fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Create dei biscotti tutti dello spessore di circa un centimetro e del diametro di tre centimetri, aiutatevi con una formina in modo che i biscotti vengano tutti uguali per una cottura più omogenea.
Potete decorare ogni singolo biscotto con una o mezza mandorla, a seconda della dimensione del biscotto.
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Mettete i biscotti nella teglia ad una certa distanza l’uno dall’altro.
Cuocete in forno a 200° C per 10 minuti.

Varianti a piacimento

Guarnite con scaglie di mandorle.
Spolverizzate con zucchero a velo.
Spolverizzate con la cannella.
Aumentate o diminuite a seconda dei gusti la quantità di mandorle.

Biscotti savoiardi

Biscotti savoiardi

Ingredienti
150 gr di farina bianca del tipo “00”
150 gr di zucchero
1 pizzico di sale
zucchero a velo
6 uova

Preparazione
Preriscaldate il forno a 180° C.
Setacciate la farina.
Separate gli albumi dai tuorli.
In una terrina montate 3 albumi a neve.
Montate a crema i tuorli d’uovo e lo zucchero fino ad ottenere una crema bianca e cremosa.
Unite la farina al composto ed aggiungete delicatamente i bianchi montati a neve.
Preparate la teglia come da vostra abitudine imburrandola o infarinandola o foderandola con carta forno.
Utilizzate una sparabiscotti o una sacca per creare i biscotti.
Date ai biscotti una forma allungata, come dei “bastoncini”.
Mettete i biscotti nella teglia ad una certa distanza l’uno dall’altro.
Spolverizzate i biscotti con lo zucchero a velo.
Cuocete in forno per circa 20 minuti o comunque fino a quando i biscotti non diventeranno chiari.

Torta pere e ricotta – Passerotto innamorato

Torta pere e ricotta – Passerotto innamorato

Ingredienti per la farcia:
250 gr di ricotta di pecora
75 gr di zucchero
250 ml di panna
300 gr di pere
1 spruzzo di limone

Ingredienti biscotto alle nocciole:
4 uova
140 gr di zucchero
40 gr di zucchero a velo
140 gr di farina di nocciole
30 gr di burro fuso
60 gr di farina “00″
Zucchero a velo per coprire

Preparazione
Sbucciate e pulire le pere e tagliatele in piccoli pezzi e cuocete sul fuoco con una manciata di zucchero di canna e uno spruzzo di limone per non far scurire le pere
In una terrina amalgamate la ricotta con lo zucchero.
Montate la panna a parte e una volta montata aggiungetela alla ricotta. Amalgamate delicatamente il tutto .
Una volta cotte le pere, lasciatele raffreddare.
Una volta fredde aggiungete le pere nella crema di ricotta.
Amalgamate il tutto dolcemente. Mettete la crema di ricotta e pere in frigo e fate raffreddare.
Iniziate ora a preparare i biscotti alle nocciole
Prendete le uova separate albumi e tuorli
Montate i tuorli e 1 albume con lo zucchero .
Aggiungete ora la farina di nocciole e la farina 00 a pioggia e mescolate il tutto
Sciogliete il burro in un pentolino e una volta fuso, aggiungetelo nella terrina.
In un’altra terrina montate gli altri 3 albumi a neve ferma e alla fine aggiungete lo zucchero a velo a pioggia. Aggiungete gli albumi all’impasto dei biscotti amalgamate delicatamente il tutto formando un composto fluido.
Foderate un ruoto circolare da 26 cm con la carta forno e versare metà dell’impasto del biscotto al suo interno.Dovrete fare 2 dischi di biscotto e cuocete a 200° per 10 minuti ognuno in forno già caldo.
Lasciate raffreddare i biscotti.
Assemblate la torta di ricotta e pere…
Adagiate un disco biscotto su un piatto da portata e spalmate uno strato alto di farcitura cercando di livellarlo il più possibile.
Coprite ora con l’altro disco di biscotto ed esercitare una piccola pressione sulla superficie per far si che la farcia sia della stessa altezza in tutti i punti.
Spolverizzate la torta ricotta e pere con lo zucchero a velo
Mettete la torta ricotta e pere in frigo per almeno due ore prima di servirla

Guardate le altre ricette golose nella sezione e torte o nella categoria dolci

Torta di ricotta della mamma

Torta di ricotta della mamma
Anonimo

Questa è una ricetta inedita “cavallo di battaglia” della mamma di mille compleanni e ricorrenze  varie

Ingredienti
Kg.1 di ricotta di pecora fresca scolata
4 tuorli d’uovo
8 cucchiai di zucchero
cacao
marsala
biscotti dolce zuppa.

Preparazione
Passate la ricotta al setaccio ed unite i tuorli d’uovo e lo zucchero ed amalgamate per bene fino a che diventi quasi una crema: prendete un vassoio piatto, passate biscotti nel marsala ma non fateli rammollire, e fate uno strato di biscotti uno strato di ricotta ed uno strato di cacao disciolto nell’acqua (abbastanza denso), un altro strato di biscotti, un altro di ricotta e completate con lo strato di cacao lisciate il tutto e ornate con diavoletti o palline argentate.
Nella ricotta a piacere potete aggiungere dei canditi ed una scorza di limone grattuggiata,
Fidatevi molto del vostro gusto nell’equilibrare i componenti. Una torta semplice ma la si deve saper fare, tenetela una mezza giornata in frigo e mi farete sapere com’è venuta.
Sappiate che è un’esclusiva grazie

Limoncello fatto in casa

Limoncello fatto in casa

Il limoncello è un liquore dolce ottenuto dalla macerazione in alcol etilico delle scorze del limone ed eventualmente di altri agrumi, miscelata in seguito con uno sciroppo di acqua e zucchero.

Ingredienti
4/5 limoni, possibilmente quelli di Sorrento o Amalfi in quanto hanno a Buccia più spessa
mezzo litro di Alcool puro a 90°
1/2 litro di acqua
350 grammi di zucchero

Preparazione
Lavate i limoni
Sbucciateli con un pela patate, così da non avere la parte bianca della buccia (che è amara)
Tagliate le scorze a listarelle.
In un contenitore di vetro mettete alcool, aggiungete le scorze e mettetele poi a macerare, chiudete il barattolo e posizionatelo per 15 giorni in un luogo buio e fresco.
Portate ad ebollizione l’acqua, unite lo zucchero, mescolando fino al suo completo scioglimento
Lasciate raffreddare lo sciroppo ottenuto.
Filtrate l’alcool dalle scorze di limone e versatelo nello sciroppo di zucchero.
Travasate il limoncello nelle bottiglie.
Mettete in freezer.
Lasciate riposare per un altro mese
Servitelo sempre bello fresco

Pasta frolla – Margherita

Pasta frolla – Margherita

Ingredienti
250 gr di farina
3 rossi d’uovo
125 gr di burro
115 gr di zucchero a velo
limone grattuggiato (solo parte gialla)

Preparazione
Mettete sulla spianatoia farina, burro morbido, zucchero,uova e limone grattato
Impastate tutto e mettete i frigorifero per 30 minuti
Prendete la pasta frolla, stendete in teglia farcitela a seconda della ricetta
Con la restante pasta frolla fate delle strisce da mettere sopra alla torta come decoro

Guarda le altre ricette di Margherita 

Pasta frolla – Silvia

Pasta frolla – Silvia

Ingredienti
4 parti di farina
2 parti di zucchero
2 parti di burro
1 uovo
1 pizzico di sale
scorza di limone

Preparazione
Impastate tutti gli ingredienti
Lasciate a riposo nel frigo per 1/2 ora
Seguite la ricetta

Torta ricotta e pere – Nadia

Torta ricotta e pere

Torta ricotta e pere

Torta ricotta e pere – Nadia

Ingredienti per una torta da 6-8 porzioni
zucchero a velo Q.b. se lo desiderate
Per farcia
500 gr panna da montare
300 gr ricotta fresca
200 gr zucchero
1/2 limone (da tenere un po di scorza grattuggiata da parte)
2 pere Kaiser
Per i biscotti
250 gr pasta frolla per due biscotti di 20-22 cm di diametro

Preparazione
Preparate i due biscotti, stendete la pasta frolla, fate due biscotti due cerchi di 20-22 cm di diametro, cuocete in forno usate la carta forno, così quando li toglierete dalla teglia non si romperanno
Fateli raffreddare
Lavorate le pere.Tagliate a tocchetti le pere precedentemente sbucciate.
In un pentolino mettete a riscaldare due cucchiai di zucchero, il succo di mezzo limone e un cucchiaio d’acqua, aggiungete le pere,  caramellate le pere finchè non saranno dorate.
Per la farcia: montate da parte la panna e mettetela a raffreddare per tenerla dura; sbatette ricotta e zucchero con la grattata di limone e mischiatela dopo un po’ alla panna senza smontarla nuovamente, unite le pere precedentemente sciroppate.
Componete la vostra torta mettendo un biscotto come base sotto, la farcia al centro e l’altro biscotto a chiusura della vostra torta, spolverizzate a piacere con un po’di zucchero a velo
“La torta è più buona dopo uno o due giorni nei quali la ricotta di rapprende.”

Pastiera napoletana – Maria

Pastiera napoletana – Maria

La pastiera napoletana dosi e procedimento tramandati da mia madre!!!! Maria

Ingredienti
Per la Pasta Frolla
500 gr di farina
3 uova intere
200 gr. di zucchero
200 gr. di gradina
Per il ripieno
½ Kg. di grano cotto per pastiera
700 gr. di ricotta
600 gr. di zucchero
7 uova intere e 3 tuorli
200 gr. di latte
1 busta di vanillina
1 fialetta di millefiori o fiori d’arancio
200 gr. di cedro o gocce di cioccolato
1 buccia di limone grattuggiata
zucchero a velo

Preparazione
Preparate la pasta frolla. Impastare tutto insieme senza lavorare troppo e formare una palla da conservare in frigo per un giorno coperta da pellicola trasparente.
Mettete il grano in una pentola con 200 gr. di latte e 30 gr. di margarina e la buccia del limone. Cuocete per 10 minuti fino a che diventa come una cremina. Se si vuole si può frullare una parte.
Setacciate la ricotta e aggiungete lo zucchero poi i tuorli d’uovo. A parte montare i 7 albumi e inserire nell’impasto. Alla fine aggiungete la vanillina e l’acqua di millefiori, il cedro e mischiate. Deve essere morbido altrimenti aggiungete un pò di latte. Poi mischiate tutto nel grano. Stendete la pasta frolla, imburrate e infarinate una teglia per pastiera, mettete la pasta frolla, riempite la teglia con il composto fin quasi all’orlo, mettete le striscioline di pasta frolla ad incastro e cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 1 ora e 10 minuti. Per vedere se è pronta inserite un coltello, se esce abbastanza asciutto la pastiera è pronta, altrimenti fai cuocere un altro pò. Quando è pronta fatela raffredare e poi spolverate con lo zucchero a velo, altrimenti se mettiete prima si assorbe!