Lasagne imbottite – Cioccolato Finissimo

Lasagne imbottite – Cioccolato Finissimo

Cucina tipica Abruzzese

Ingredienti
500 gr di carne tritata
1 uovo e un tuorlo
parmigiano grattugiato
vino bianco secco
500 gr di salsa di pomodoro
400 gr di lasagn
scamorza
1 uovo sodo
pecorino grattugiato
olio
burro
sale
pepe

Preparazione
In una terrina capace, mescolate 300 grammi di carne tritata con un uovo, un tuorlo e parmigiano grattugiato. Aggiustate di sale, aromatizzate con una generosa macinata di pepe ed amalgamate con cura il tutto.
Con l’impasto così ottenuto preparate piccole polpette e fatele friggere in una padella con olio bollente.
Nel frattempo, in un altro tegame con olio e burro, soffriggete altri200 grammi di carne tritata. Quando è ben rosolata, bagnate con un bicchieredi vino bianco, mescolate e fate evaporare. Aggiungete quindi la salsa di pomodoro, aggiustate di sale, aromatizzate con una macinata di pepe e, mescolando di tanto in tanto, lasciate cuocere per 45 minuti circa, a fiamma piuttosto dolce ed a recipiente coperto.
In una pentola con abbondante acqua in ebollizione e salata quanto basta, fate lessare le lasagne. scolatele ancora piuttosto al dente e, a strati, versatele in una pirofila imburrata.
Tra uno strato e l’altro, condite con il sugo, la scamorza, un uovo sodo tagliato a pezzetti e pecorino grattugiato, terminando con sugo e formaggio.
Passate quindi la pirofila in forno, già preriscaldato e fate cuocere per trenta minuti a temperatura media.
Servite le lasagne contornate dalle polpette.

Crescia di Pasqua al formaggio – Angelamaria

Per preparare questa pizza salata al formaggio occorrono degli stampi cilindrici – tipo panettone – La tradizione vuole che la si consumi la mattina di Pasqua con le uova sode e i il salame.
 
Ingredienti
1 kg di farina
400 gr di pecorino o di parmigiano
grattugiato
9 uova
olio d’oliva
100 gr di strutto o burro
100 gr di pasta da pane (lievito madre)
80 gr di lievito di birra
½ bicchiere di latte
sale e pepe

Preparazione
Da fare la sera prima. Sciogliete il lievito madre con acqua tiepida e mettetelo in una grossa pentola con metà della farina. Lavorate i due ingredienti e, quando avrete ottenuto un impasto omogeneo, tracciatevi sopra una croce con la punta di un coltello. Coprite con un panno inumidito e lasciate riposare tutta la notte.
Il mattino seguente. Sciogliete il lievito di birra con il latte tiepido, quindi unitevi, le uova, il formaggio, lo strutto sciolto, sale, pepe e l’impasto lievitato durante la notte. Lavorate il tutto aggiungendo anche il resto della farina e olio quanto basta. Ungete dei recipienti di forma cilindrica con un po’ di strutto, riempiteli con la pasta fino a metà e lasciate lievitare di nuovo – devono aumentare di volume
Riscaldate il forno a 140°, infornate e ogni 15 minuti aumentate la temperatura di 10°, fino ad un massimo di 180°.
Fate cuocere per circa due ore e, prima di sfornare, verificate la cottura con un spiedino di legno.
 

Babà napoletani – Alberto Bonito

baba.jpgLa ricetta dei babà fatti  a macchina

Ingredienti
Rum e/o Limoncello e/o lo Strega e/o l’Amaretto

Per l’impasto
500 gr farina 0 ( Americana e/o Manitoba)
100 gr  zucchero
200 gr burro fuso
10 gr sale fino
10 uova intere a temperatura ambiente
Lievito di birra un cubetto
Vanillina un pizzico
Per lo sciroppo
400 gr di zucchero per ogni Litro di acqua
4/5 gocce di essenza di limone dolce di Sicilia
4/5 gocce di essenza di arancio

Preparazione
In una planetaria (con gancio impastatore) mischiate bene la farina, lo zucchero, il sale, il lievito, la vanillina. Quando l’ impasto sarà omogeneo aggiungete 5 uova, impastate per 15 minuti, aggiungete le altre uova e impastate alla massima velocità finchè non diventi un impasto liscio ed omogeneo ( 15/20 minuti ). Trasferite in un contenitore che possa contenere il triplo dell’impasto, perchè a lievitazione ultimata la pasta sarà triplicata (per il tempo occorrente regolarsi a vista ). A questo punto rimischiate l’impasto con una mano finchè non si sarà sgonfiato, riempite le forme imburrate per metà e/o per un terzo della loro capienza, dipende dalla svasatura che hanno. Riponete a lievitare e quando la pasta avrà raggiunto il bordo delle forme infornare a 180 gr. in forno preriscaldato senza mai aprirlo fino a cottura ultimata. Il tempo di cottura varia da forno a forno. Quando sono cotti toglierli dalle forme e conservare per il giorno dopo. Per il bagno usate uno sciroppo fatto con queste dosi: 400 gr. di zucchero per ogni Litro di acqua, 4/5 gocce di essenza di limone dolce di Sicilia e 4/5 gocce di essenza di arancio, fate bollire per pochi minuti, toglietelo dal fornello e quando sarà intiepidito bagnare i babà. Il Rum e/o Limoncello e/o lo Strega e/o l’Amaretto ecc. ecc. per chi lo preferisce va messo al momento di servire. Secondo il mio parere per gustare a pieno il sapore del Babà lo si deve mangiare senza nessun liquore. N.B. Il cosiddetto Rum che mettono moltissimi pasticcieri, di Rum ha solo il nome

Ricette di casa

Spaghetti vongole e cannelli – Osteria del Mare Riccione

SPAGHETTI VONGOLE ECANELLI.jpgQuesto piatto tipicamente romagnolo.

Ingredienti
400 gr di spaghetti
150 gr di cannelli sgusciati
150 gr di vongole sgusciate
prezzemolo
farina bianca
olio
pepe
sale

Preparazione
Sciacquate bene i cannelli.
Asciugateli e infarinateli leggermente con pochissima farina.
Buttateli in una padella con olio caldo di semi di arachide e fate rosolare a fuoco moderato.
Intanto fate lessare le vongole appena coperte d’acqua in un tegame, scolatele e mettetele da parte.
Con l’acqua di cottura, se ne usano tre cucchiaiate passate al colino, bagnate i cannelli, e completatene la cottura (basteranno 5 minuti).
Buttate in acqua bollente salata quanto basta gli spaghetti, scolateli molto al dente e versateli nella padella con cannelli e vongole.
Unite un trito di prezzemolo e un pizzico di pepe e finite di cuocere per pochi minuti, facendo girare la padella, così che gli spaghetti assorbano sapore e profumo.
Osteria del Mare
Lungomare della Repubblica, 12
Riccione
www.osteriadelmare.com
info@osteriadelmare.com